Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1192 del 7 e 8 gennaio 2014

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1192 del 7 e 8 gennaio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

I sacrifici vanno fatti tutti insieme

1192Lucca 6.1.2014 009

Biblioteca Giorgio Spini al Comune di Aulla

Aulla_ Il 25 ottobre 2011 l’alluvione spazzava via la bella biblioteca del comune di Aulla in provincia di Massa Carrara. Come famiglia Spini si decideva allora di donare al Comune di Aulla  la biblioteca di Giorgio Spini, scomparso nel 2006. La biblioteca è partita, è stata recepita nei locali del liceo Leopardi, è stata  catalogata e sistemata negli scaffali.  Tutto è pronto per l’inaugurazione della nuova Biblioteca Comunale di  Aulla  che avverrà  Sabato mattina 11 gennaio alle ore 11.45 con l’intervento della vicepresidente della regione Toscana, Stella Targetti e del commissario prefettizio al comune di Aulla, Franca Rosa e di Valdo Spini. Ci sarà un’intitolazione a Giorgio Spini di una sala della nuova biblioteca .Il Ministro per i beni culturali Massimo Bray, assente perché all’estero, manderà un messaggio. Sarà presente la pastora Letizia Tomassone delle Chiese di La Spezia e Carrara.

La famiglia Spini-addì 6.1.2014Lucca 6.1.2014 019

La difesa del suolo come priorità assoluta

Stazzema_ La difesa del suolo deve diventare la priorità a tutti i livelli istituzionali, solo così potremmo difendere il presidio dei cittadini nelle aree montane consentendo loro di vivere più sicuri e di continuare a vivere in montagna. Lo Stato non può più rinviare un piano di messa in sicurezza, il governo deve ascoltare gli amministratori locali che da tempo lanciamo allarmi che rimangono inascoltati ora non è più rinviabile.
Le piogge intense non sono più occasionali , sono diventate ordinarie. Ormai in un anno subiamo due o tre volte eventi violenti di pioggia che devastano il territorio.
La provinciale di Arni grida vendetta, sta cedendo in molti tratti. Bisogna potenziare la manutenzione ordinaria e programmare interventi straordinari. Da domani (oggi per chi legge) scriverò a tutti gli enti per cercare di sottoporre loro il problema perché tutti insieme si chieda allo stato un intervento straordinario di difesa del suolo. Sto cercando di elaborare una proposta da coinvolgere anche i cittadini gli agricoltori le associazioni ad un progetto di custodia del territorio, spesso, molto spesso la semplice manutenzione di chiaviche tombini zanelle attraversamenti evita problemi e dissesti.
Per avere un risultato importante tutti i soggetti dovranno collaborare, nei prossimi giorni inizierò incontri sul territorio per raccogliere indicazioni suggerimenti e anche adesioni a questa proposta.

Maurizio Verona-addì 6.1.2014

Consigliere Stagi, sul Teleriscaldamento attendiamo risposte

Stazzema_ Il consigliere Viviani continua a decantare le qualità del teleriscaldamento ma delle cifre che andiamo chiedendo da settimane non v’è traccia. Sindaco e vicesindaco elencano tutte le belle cose fatte ma alle domande poste non danno uno straccio di risposta continuando a cercare di far apparire grandi i meriti facendo sparire i demeriti. Del resto nessuno vuol credere che, in tutti questi anni, l’attuale amministrazione non abbia fatto niente di positivo, sarebbe folle. Quello che abbiamo cercato di porre in rilievo, anche sulle pagine della Libera Cronaca nei giorni scorsi, è la assoluta mancanza di soluzioni su argomenti delicati, anzi, a questo punto vorrei dire che esiste la precisa volontà a non dare risposte su alcune istanze, e questo non solo non è accettabile ma pone gli amministratori nella posizione di poter essere “sospettati” di voler nascondere le magagne. Come ho già fatto, torno a dire che un amministratore deve essere trasparente, deve svolgere il proprio compito secondo quanto prevede l’articolo 54 della Costituzione I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore”. Purtroppo la parola “onore” è sparita da tempo dal vocabolario dei politici e la disciplina è cosa desueta, a qualunque livello agiscano. Una situazione come quella che si è creata in questi giorni, indica senza dubbi che in Municipio ci sono una bella quantità di scheletri negli armadi. Continuate pure a decantare questo e quel lavoro, questa e quella cifra in arrivo, ma se non si rende trasparente il vostro operato in ogni punto la vostra “onorabilità” va a farsi friggere. Ormai è fin troppo chiaro che ci avete raccontato e continuate a raccontarci un sacco di balle, noi continueremo comunque a sollecitare risposte, sia sugli organi di informazione che per vie istituzionali, i cittadini hanno diritto di sapere da chi sono amministrati.

Post Scriptum per il sindaco Silicani

Signor sindaco, quando manda articoli alla Gazzetta di Viareggio, se li faccia correggere. In seconda analisi direi che lei ha una bella faccia (cosa che non meraviglia ormai più) a dichiarare “Il dietrologismo spicciolo e falso di certa gente cozza profondamente con il loro alto ruolo politico e spero che presto spariscano dalla scena politica perché  semplicemente….non se lo meritano…populisti e falsi”. 

La parola falso sulla sua bocca perde ogni significato. In un lontano consiglio comunale ebbi a dirle che lei è “f…, b……. e d……….”  poiché anche in quella occasione aveva detto cose sul mio conto che non avevano nessun collegamento con la realtà e quelle parole sono registrate e riscontrabili. Pochi giorni fa lei ha diffuso notizie false sui giornali arrivando addirittura a ledere la figura del Capo dello Stato. Ma nessuno dei suoi consiglieri ha mai un moto di orgoglio e dignità arrivando, finalmente, a chiuderle la bocca?

Baldino Stagi-addì 6.1.2014

Re: Faremo arrabbiare certamente il consigliere Stagi ma abbiamo tagliato la prima parte e punteggiato la seconda per inviare un segnale di volontà ad abbassare i toni, ma il primo cittadino di Stazzema non aiuta certo a ritrovare la misura del confronto. Inoltre facciamo notare ai nostri lettori che sul quotidiano online la Gazzetta di Viareggio.it  del 4 gennaio il sindaco di Stazzema è stato inesatto per quanto concerne i 14 mila euro che percepirebbe il consigliere regionale toscano Marina Staccioli, contro la quale ha scagliato con troppa precipitazione l’ira istituzionale per aver criticato la nomina a Stazzema dell’assessore esterno Oreste Giurlani per poi rimoderarsi su Fb ma non sulla Gazzetta di Viareggio.it

La goccia che fa traboccare il mio vaso: riflessione sul “clima stazzemese”

Stazzema_ Ti scrivo questa mia breve riflessione riguardo al clima dello stazzemese che negli ultimi giorni ha subito un ulteriore peggioramento forse per colpa dell’aria gelida delle elezioni.

La goccia che mi ha fatto scrivere è quella di un post di Marco Viviani apparso su facebook che diceva:

<<Questa mattina mentre perlustravamo il territorio di Stazzema questa immagine mi ha ispirato una riflessione: la Comunità di Pruno e Volegno, un solo camino che fuma, poco, che però riscalda decine di case e diverse attività turistico ricettive. Un progetto comune e non privatistico come è emerso in questi giorni su quella che si definisce “Libera Cronaca” da parte di un ex Assessore del comune di Stazzema. L’Amministrazione Comunale in questi 10 anni ha lavorato, lavora e ci auguriamo lavorerà, per un progetto di sviluppo sostenibile e comunitario e non individualistico come suggerito>>.

Questo post, con qualche modifica (noto che è sparita la frase riportata in grassetto), è stato postato ieri anche dalla Libera Cronaca.

Questa tipologia di post su facebook scatenano tipici dibattiti in cui varie persone dicono la loro opinione con vari Mi piace da entrambe le parti senza però mai parlare della vera questione. In questo caso nessuno ha risposto al noto imprenditore di Pruno che faceva notare dei problemi sul funzionamento del teleriscaldamento se e quali vantaggi in termini di benefici e costi porta al territorio stazzemese.

Questo rientra in un clima che oramai mi ha un po’ stancato e in cui tutti cercano di tirare acqua al proprio mulino non mettendosi mai in discussione, come se esistesse solamente il perfetto o lo sbagliato. Le vie di mezzo oramai sembrano non esistere più. Il progetto del teleriscaldamento ha vantaggi e svantaggi, ha aspetti che funzionano e che evidentemente non funzionano. Sta alla politica valutare e far capire alla popolazione che una scelta è migliore di un’altra.

La politica dovrebbe apportare un contributo alla società attraverso la discussione che cerca di mettere d’accordo diverse opinioni e prendere gli aspetti positivi da entrambe le visioni. La discussione può essere fatta, anche con toni accesi, ma senza mai sfociare negli insulti gratuiti e nella contrapposizione di idee e non di fatti. Ritengo che nello stazzemese, così come in Italia, ci sia bisogno di fare le cose nella maniera corretta attraverso la partecipazione e l’informazione e che questo venga fatto correttamente anche da un punto di vista formale. Per fare un esempio vi è la nomina del nuovo assessore che, se motivata dalla amministrazione comunale, potrebbe trovare gradimento anche nella popolazione ma nel modo in cui è stato fatto (ovvero senza informazione) non si può che giudicare negativamente.

In questa breve riflessione potevo essere decisamente più polemico nei confronti dell’amministrazione comunale e delle “opposizioni” ma il messaggio che volevo far passare era quello che per quanto mi riguarda mi sono stancato di certi atteggiamenti. In generale ritengo ci sia bisogno di un cambiamento, basta con i vecchi costumi.

Termino, almeno mi rimetto alla scrittura del mio lavoro, con una critica e un complimento nei tuoi confronti babbo.

La critica è che in alcuni casi, come lo sei in casa, sei troppo polemico e a volte non ascolti le opinioni differenti dalle tue. Il complimento, invece, è che fai bene a scrivere sui molti problemi dello stazzemese che non trovano spazio su i classici canali dell’informazione. Anzi, a mio parere è corretto far risaltare i problemi che dipendono direttamente o indirettamente dalla amministrazione  comunale perché loro, gli amministratori, hanno chiesto l’incarico per amministrare il territorio, nessuno li ha costretti. La democrazia non è trovarsi tutti d’accordo e dire guarda come sono bravi gli amministratori di Stazzema ma è discutere su ciò che non va e che deve essere migliorato. A questo proposito, sono ancor più preoccupato in vista delle prossime elezioni perché non vedo liste in grado di poter far emergere un confronto democratico nel territorio stazzemese.

P.S. Faccio una breve precisazione in modo da evitare le solite “voci”: non sono interessato a candidarmi per le prossime elezioni. Un po’ come fu per l’acqua delle Molinette  dove secondo certe “voci” mia sorella stava cercando un posto in comune. Grazie.

Simone Vezzoni-6.1.2014

Nel libro La saga dei Simi parlo anche di Don Fiore Menguzzo

Il mio libro LA SAGA DEI SIMI ha visto finalmente la luce e sarà presentato al Palazzo Mediceo a primavera, data da concordare. In questo libro parlo anche della strage di Le Mulina e di Sant’Anna e cito don Menguzzo. Nell’archivio di Filadelfo Simi, donato a Seravezza dopo molte vicissitudini che nel mio libro racconto, non c’è notizia di queste stragi. C’è solo una lettera di Nerina che chiede al comando tedesco che non le venga requisita la casa di Stazzema ereditata dal padre (Lo Studio di Scala). Caro Giuseppe, da Milano sto seguendo la Versilia e tutte le sue vicende dal tuo giornale che quotidianamente mi aggiorna. Grazie dunque e auguri a te, che sei diventato indispensabile, alla tua bella famiglia e a Rossella, che ho conosciuto ragazzina, in particolare.

Alba Tiberto Beluffi-addì 7.1.2014

“Transizioni cromatiche, formali e visionarie tra primo e secondo millennio”Il critico d'arte e scrittore Lodovico Gierut e il pittore Gian Paolo Giovannetti - 2013

Pietrasanta_ Carissimi, vi invito della mia prossima personale di pittura, nella Sala delle Grasce in Pietrasanta, inaugurazione sabato 18 gennaio ore 17,00.
A presto. Gian Paolo Giovannetti

Gian Paolo Giovannetti personale di Pittura: “Transizioni cromatiche, formali e visionarie tra primo e secondo millennio”. L’inaugurazione che si terrà nella Sala delle Grasce Centro Culturale “Luigi Russo” – Pietrasanta Sabato 18 Gennaio ore 17,00. Periodo mostra: 18 gennaio – 09 febbraio 2014. OrarioLunedì chiuso.
Da Martedì a Venerdì ore 16,00 – 19,00. Sabato e Domenica ore 10,00 – 12,00 e ore 16,00 – 19,00

Per informazioni Centro Culturale “Luigi Russo”, Via S. Agostino 1 – Pietrasanta (LU). tel. 0584/795500 – www.museodeibozzetti.it
www.gianpaologiovannetti.it

Comunicato da Lodovico Gierut

Eventi mese di Gennaio 2014

 

GIOVEDÌ 9 GENNAIO-  Gli Arrockettati – Tra gag esilaranti ed improbabili canzoni i due comici, accompagnati da due musicisti d’eccezione, i Fratelli Raudo, daranno vita a una serata spassosa, senza però dimenticare il loro trascorso artistico. Raccontando i momenti più importanti, i due attori accompagneranno gli spettatori nei ricordi più significativi della loro carriera. Dove: a Seravezza, Teatro Scuderie Granducali. Ore 21.15.

MERCOLEDÌ 15 GENNAIO-  La Zaffera MediceaMini percorso di decoro sotto cristallina su ceramica. Dove: presso l’Aula Didattica del Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo – Seravezza. Secondo di 4 incontri di due ore ciascuno (16.30-18.30). Gli altri sono in programma il 22 e 29 gennaio. Costo: € 80,00, comprensivo di piccoli manufatti in ceramica e il materiale necessario per la loro decorazione. Per ulteriori informazioni: tel. 0584-756046. E-mail: segreteria@terremedicee.it. A cura di Antonio Giannecchini.

SABATO 18 GENNAIO- Cardoso, Pruno, Volegno e la Cascata dell’Acquapendente – Percorso di mezza giornata tra i borghi dei cavatori, immersi nella naturale atmosfera natalizia di questi graziosi “Presepi” Apuani, dove non può mancare la fiabesca cascata dell’Acquapendente. Dopo la terribile alluvione che distrusse Cardoso nel giugno del 1996, oggi la vallata è rinata ed è tornata a sorriderci da ogni angolo nel gorgogliare tranquillo del torrente e nell’alacre attività delle cave della preziosa pietra ornamentale. Dove: Apuane Meridionali, comune di Stazzema. Appuntamento alle 14.00 presso Cardoso. Rientro alle auto previsto per le ore 18.30. Si prega confermare l’adesione telefonicamente entro le ore 12.00 del giorno precedente l’escursione. Numero minimo di partecipanti: 12; Costo: € 8,00 a persona (€ 6,00 bambini 6-11 anni). Dati tecnici dell’escursione a piedi: percorso anulare facile, in parte coperto, in parte panoramico. Dislivello totale in salita 250 m ca; lunghezza del percorso 6 km ca.; tempo medio effettivo di cammino 2h45′. Si consiglia di portare con sé uno zainetto giornaliero con sufficiente scorta d’acqua oltre al pranzo al sacco; indossare capi sportivi e scarpe da escursionismo.

MERCOLEDÌ 22 GENNAIO-  La Zaffera MediceaMini percorso di decoro sotto cristallina su ceramica. Dove: presso l’Aula Didattica del Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo – Seravezza. Terzo di 4 incontri di due ore ciascuno (16.30-18.30). Il quarto è in programma il 29 gennaio. Costo: € 80,00, comprensivo di piccoli manufatti in ceramica e il materiale necessario per la loro decorazione. Per ulteriori informazioni: tel. 0584-756046. E-mail: segreteria@terremedicee.it. A cura di Antonio Giannecchini.

VENERDÌ 24 GENNAIO-  A Famous Local Singer – Un lavoro nato dall’incontro tra Bobo Rondelli con i jazzisti dell’Orchestrino e registrato in Toscana con due illustri ospiti, il polistrumentista Mauro Refosco e il produttore Pat Dillett. Un album di respiro internazionale e nuovi scenari per Bobo Rondelli, una delle personalità più

irrequiete, sconsiderate e geniali del panorama musicale italiano. Dove: a Seravezza,

Teatro Scuderie Granducali. Ore 21.15. Per info contattare la segreteria della Fondazione Terre Medicee, aperta dal martedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 12.00; tel. 0584-756046 / 0584-757443. http://www.terremedicee.it / email: segreteria@terremedicee.it.

DOMENICA 26 GENNAIO-  Il Corchia in invernale – Escursione al Monte Corchia da Passo Croce. Grado di difficoltà: EEA. Dove: Alpi Apuane Meridionali, comune di Stazzema. Orario di partenza: ore 7.00. Capogita: Antonio Tommasi, cell. 348-7695598. Escursione a cura del CAI sez. di Pietrasanta.

MERCOLEDÌ 29 GENNAIO- La Zaffera MediceaMini percorso di decoro sotto cristallina su ceramica. Presso l’Aula Didattica del Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo – Seravezza. Ultimo di 4 incontri di due ore ciascuno (16.30-18.30). Costo: € 80,00, comprensivo di piccoli manufatti in ceramica e il materiale necessario per la loro decorazione.

PROSEGUONO:

tutti i sabati: Laboratori Invernali a Palazzo Mediceo: laboratori artistici per bambini da 4 ad 11 anni. Dove: a Seravezza, presso Palazzo Mediceo. Orario: dalle

ore 17.00 alle ore 19.00. Costo: € 6,00. È gradita la prenotazione. Per info e prenotazioni: 339-8806229 o 349-1803349. A cura di Galatea Versilia.

2, 3, 4, 5, 6 gennaio: …E vieni in una grotta… in una suggestiva atmosfera natalizia le Grotte Antro del Corchia espongono i caratteristici Presepi. Nei giorni 2,3,4 sono previste due escursioni, una alle ore 11.00 ed una alle ore 15.00. Nei giorni 5,6 le visite si svolgeranno rispettivamente alle ore 11.00 e alle ore 13.00; a seguire, dalle ore 16.00, S. Messa di Natale con la Corale di Levigliani e il Coro di AmatAfrica e brindisi augurale. Dove: a Levigliani (comune di Stazzema). Per informazioni e prenotazioni: tel. 0584-778405 / http://www.antrocorchia.it /

info@antrocorchia.it.

Fino al 6 gennaio: Cartoline originali d’epoca a soggetto natalizio degli Anni ’20,’30,’40,’50 ed un presepio con soggetti Anni Cinquanta. Mostra a cura di Alfredo Luisi. Il presepe è stato allestito dalla sig.ra Daniela Buselli. Dove: in Piazza

Carducci a Seravezza (numero civico 83). Orario: 10.00-12.00 / 15.00 – 18.00.

Ingresso gratuito.

Fino al 6 gennaio: Presepe Animato Versiliese – presepe meccanico con più di 200 movimenti; dove: a Querceta, via Aurelia angolo via Galleni c/o Opera Cardinale Maffi. Orario: 15.00-18.00 (giorni feriali) / 10.00-12.00 / 15.00-19.00 (giorni festivi).

A cura del Centro Accoglienza Volontari “Gruppo per Servire”. Per informazioni: Centro Accoglienza Volontari “Gruppo per Servire”, tel./fax: 0584- 752288 – Cell. 338-8684026.

MERCATI:

giovedì  9, 16, 23, 30 gennaio: mercato di Campagna Amica – mercato di prodotti a km zero. Dove: Pozzi (Seravezza), piazza Fratelli Cervi. Orario: 8.00-13.00.

sabato, 11, 18, 25 gennaio: mercato settimanale a Querceta, Piazza Matteotti. Orario: 8.00-13.00.

martedì 7, 14, 21, 28 gennaio: mercato Contadino. Dove: Querceta, Piazza Pellegrini. Orario: 8.00-13.00.

lunedì 13, 20, 27 gennaio: mercato settimanale a Seravezza, piazza Carducci. Orario: 9.00-13.00

Comunicato Informazioni Turistiche di Seravezza

 

 

Chiediamo scusa per non aver servito doverosamente tutte le manifestazioni della Befana che si sono svolte  a Stazzema, ma in certe giornate è difficile ricordare tutto. Tra le tante manifestazioni abbiamo dimenticato quella di Cardoso promossa dal Gruppo Noialtri. Chiediamo venia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...