Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi n. 1856 del 30 giugno e 1 luglio 2016

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi n. 1856 del 30 giugno e 1 luglio 2016

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

#stiamoconDavigo”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Chiaroscuro della situazione economica italiana dai dati Istat

Giuseppe Vezzoni,addì 30.6.2016

La deflazione continua nel sistema economico italiano. Con giugno sono cinque mesi che i prezzi al consumo calano su base annua. La stima preliminare dell’Istat fa registrare per l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), un aumento dello 0,1% su base mensile e una diminuzione su base annua pari a -0,4% (-0,3% a maggio). Cresce invece il carrello della spesa del +0,1%. 

Scende nel primo trimestre il rapporto Deficit/ PIL al 4,7% rispetto al primo trimestre 2015 che era al 5,2%.

Il potere di acquisto delle famiglie è cresciuto del +1,1%, del 0,8% rispetto al primo 2015.

La pressione fiscale nel primo trimestre è stata del 38,9%, in calo del 0,2% rispetto al primo trimestre 2015.

I BTP non patiscono il Brexit, almeno per ora. Oggi i titoli a 5 anni sono stati acquistati riconoscendo un interesse dello’ 0,33% che è il minimo storico, mentre per quelli decennali l’interesse da pagare è stato dell’1,35%, in calo dell’ 0,07% rispetto alla collocazione di marzo.

Una nota di Libera Cronaca: Come è possibile che il potere di acquisto delle famiglie sia aumentato dell’1,1% stante un calo della pressione fiscale dell’0,2% ma soprattutto per il fatto che milioni di lavoratori sono in attesa del rinnovo del contratto da anni?

Evidentemente ci sono contribuenti che il loro potere di acquisto è aumentato assai di più dell’1,1% e che questo aumento si spalma sui bilanci che sono al palo. Insomma. La media abbassa i corposi aumenti del potere di acquisto e alza quelli che non sono invece cresciuti.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

A sostegno dei malati di SLA, TOUR benefico itinerante di concerti, eventi e spettacoli patrocinato dall’AISLA.

Domani serata ad Arcola

La Spezia_ Massa Carrara- Gentile, ricevo e volentieri trasmetto la notizia di una iniziativa benefica a favore delle persone affette da SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) delle province di Massa-Carrara e La Spezia: un TOUR itinerante di concerti, eventi e spettacoli, con il Patrocinio dell”AISLA onlus”(Associazione Italiana  SLA, https://www.facebook.com/AISLA) e organizzato da un gruppo di volontari  con l’Associazione onlus “Life on the sea” (da anni impegnata nella disabilità), tra cui il noto tenore Alessandro Bazzali e il presidente della stessa Francesco Longardo.

Il progetto è iniziato nell’aprile scorso alla Fortezza Firmafede di Sarzana (con “Gospel & Dance” e la partecipazione straordinaria di Francesco Gabbani), proseguirà per tutto il 2016 con numerosi appuntamenti in alcune località, non solo del territorio, e si concluderà a dicembre con un concerto al Teatro Civico di La Spezia (probabilmente con l’intervento del cantante Ron).

Nel calendario del TOUR per AISLA, vanno segnalate le tre prossime date:

venerdì 1 luglio ad Arcola (Sp), ai giardini di via Valentini (ore 21), spettacolo con grandi protagonisti, come Sandro Giacobbe, Marina Peroni, Roberto Mussi e Chicco Evani (ingresso 5 €);Arcola per Aisla

sabato 9 luglio a Vagli di Sotto (Lu), presso le piscine comunali (ore 21), musica con interpreti di alto livello, quali Michelangelo Falcone e lo stesso Alessandro Bazzali che presta il suo contributo in ogni manifestazione (ingresso a offerta);Lucca per Aisla

venerdì 15 luglio a Filetto (Ms), nella piazza grande “di sopra”(ore 21), con un recital di Katia Ricciarelli e di altri nomi della lirica italiana, completato da una vendita di quadri (grandi, collocati come scenografia sul palco) e piccoli (esposti in un apposito gazebo), offerti dagli artisti dell’Associazione Culturale Anspi “La Stele” di Filetto e di altri pittori delle due province selezionati (ingresso 10 €). Filetto per Aisla

L’incasso delle tre serate verrà, come quelli degli altri eventi, devoluto ai malati di SLA e alla ricerca per combattere questa terribile patologia.

SLA: In Italia si stimano circa 6.000 persone affette dalla malattia, con un incremento di 1.500 malati ogni anno. La SLA è una patologia neurodegenerativa, caratterizzata da paralisi e atrofia dei neuroni deputati a controllare i muscoli volontari, che comporta un progressivo deficit delle capacità motorie, di deglutizione, della parola e della respirazione, fino alla perdita dell’autonomia. Purtroppo non esistono medicinali per combatterla ma sono disponibili farmaci e sussidi per alleviare i sintomi e migliorare la qualità di vita del paziente e della sua famiglia, come fisioterapia, logoterapia, ventilazione e nutrizione assistita e apparecchi tecnologici per la comunicazione, tra cui il  sistema “a puntamento oculare”.

 Ma per questi possibili ausili servono soldi, che spesso i malati non hanno: Perciò interviene AISLA, attiva su tutto il territorio e anche a Massa Carrara e La Spezia, che raccoglie fondi a sostegno dell’assistenza e della ricerca.

MISSION: Alle “persone che aiutano persone” si sono affiancati volontari e l’Associazione “Life on the Sea” che si impegnano con il TOUR a raggiungere gli scopi dell’AISLA, come riferisce il direttore artistico degli eventi e di “Life on the Sea”, Sabrina Bertoloni, che spiega le motivazione della loro collaborazione e lancia un appello:

«Questo progetto nasce in seguito alla malattia del nostro caro amico Alessandro Gemignani, che ha scoperto di essere affetto da SLA nel 2011. La LIFE ON THE SEA Onlus per tutto il 2016 vuole dare un concreto contributo alla causa di Alessandro e di tutte quelle persone che, come lui, amano la vita e sognano giorno dopo giorno di trovare una soluzione per affrontare e vincere questa patologia. Metteremo in campo tutte le nostre potenzialità, conoscenze e soprattutto il cuore per cercare di raccogliere fondi per la ricerca e per dare un sostentamento a quelle famiglie che vivono questa realtà. 

LIFE ON THE SEA e l’AISLA collaboreranno a stretto contatto per il raggiungimento dell’obiettivo. Il nostro appello è rivolto a tutti, istituzioni, Comuni, Provincie, Autorità Portuale e a coloro che volessero contribuire alla buona riuscita del progetto, esteso nei territori di La Spezia e Massa Carrara . Con l’aiuto delle istituzioni sopra citate, è nostra intenzione sviluppare il progetto, che consiste nell’organizzare una serie di manifestazioni di rilievo, con raccolta fondi basati principalmente su eventi canori con la partecipazione di cantanti di rilievo e, possibilmente, con l’organizzazione di una Partita del Cuore da realizzarsi presso lo Stadio Picco della Spezia alla quale parteciperebbero o la Nazionale Cantanti oppure ex calciatori noti contro lo Spezia Calcio».

Grazie se vorrete prendere in considerazione questa iniziativa benefica, partecipare agli eventi e diffondere la notizia.

In allegato, la mission spiegata da Sabrina Bertoloni e le locandine delle prossime tre manifestazione del TOUR.

Con la speranza in un interessamento, un cordiale saluto

Rosanna Ercole Mellone (giornalista; cell. 347/8161012)

Segreteria organizzativa (per info e prenotazioni):

Sabrina Bertoloni, direttore artistico, 338/5275544

Francesco Longardo, presidente di “Life on the Sea”, 347/1012733

CALENDARIO DEGLI EVENTI 

17 APRILE: SARZANA

1 LUGLIO: ARCOLA

2 LUGLIO: PARTITA LA SPEZIA EX GLORIE DEL CALCIO

9 LUGLIO: VAGLI

15 LUGLIO: FILETTO

22 LUGLIO: MARINELLA DI SARZANA

30 LUGLIO: MULAZZO

6 AGOSTO: LA SPEZIA

11 AGOSTO: MARINA DI CARRARA

FINE AGOSTO (CON DATA DA DEFINIRE): PORTOVENERE

3 SETTEMBRE: AULLA

30 OTTOBRE: BAGNONE

16 DICEMBRE: TEATRO CIVICO LA SPEZIA CON RON

INIZIO ANNO 2017: PARTITA CON NAZIONALE CANTANTI (DA DEFINIRE)

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Sanita’, “in Toscana un infermiere ogni 9 pazienti: prestazioni ospedaliere a rischio”

I risultati del primo studio RN4CAST sull’impatto del personale infermieristico in 13 regioni d’Italia. Giannoni (Nursind), “Insufficienti i piani di assunzione delle Asl toscane”

Da Ufficio Stampa Francesca Puliti, Firenze, 30 giugno 2016

Toscana_ Pochissime aziende sanitarie in Italia si avvicinano allo standard europeo di sicurezza per quanto riguarda il numero di personale infermieristico e la Toscana non fa eccezione”. A lanciare l’allarme è Giampaolo Giannoni, coordinatore regionale del sindacato autonomo Nursind, commentando i dati del primo studio italiano RN4CAST (Registered Nurse Forecasting), presentati nei giorni scorsi a livello nazionale. “I risultati evidenziano ripercussioni in termini di qualità della cura fino all’incremento della mortalità”, sottolinea Giannoni.

Lo studio, avviato nel 2013 e cofinanziato dallo stesso Nursind, ha coinvolto 40 ospedali in 13 regioni d’Italia, dal Nord al Sud, analizzando l’impatto di un numero adeguato di infermieri sulla sicurezza del paziente e sulla qualità dell’assistenza, a partire da parametri fondati scientificamente e già adoperati per studi analoghi in altri 14 paesi europei. “Secondo questi parametri – spiega Giannoni – il rapporto ottimale è di un infermiere ogni 6 pazienti, per degenze ordinarie mediche e chirurgiche. In Toscana il rapporto varia da uno a 9 fino a 1:11: siamo ampiamente sotto la soglia di sicurezza”. La media toscana è leggermente migliore rispetto alla media italiana, che si attesta a 1:9,54, laddove il valore minimo riscontrato è stato 7,08 e il massimo 13,65.

Come dimostra lo studio RN4CAST – continua Giannoni – la carenza di infermieri genera lacune significative su aspetti come la pianificazione delle cure, la sorveglianza dei pazienti, lo sviluppo e l’aggiornamento dei piani di assistenza, il comfort del paziente e della famiglia. Ma anche l’incremento dello stress dei lavoratori: in Italia il 36,15% degli infermieri dichiara di voler lasciare il lavoro nell’arco di un anno”.

piani di assunzione presentati dalle Asl toscane – sottolinea il coordinatore regionale Nursind – sono del tutto insufficienti a sopperire alla carenza di personale infermieristico. Ci giungono continuamente segnalazioni di turni irregolari rispetto alla normativa vigente sulle 11 ore di riposo obbligatorie. Alcune aziende utilizzano in modo indiscriminato la pronta disponibilità per gestire le assenze, anche in aree in cui non è previsto contrattualmente, come medicina e chirurgia, andando a gravare ulteriormente sul carico di lavoro. Oggi possiamo misurare come tutto ciò – conclude Giannoni – si ripercuota gravemente sulle prestazioni ospedaliere e sul rischio clinico”.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Da sabato torna la zona a traffico limitato nella valle del torrente Serra


Da Ufficio stampa. Stefano Roni, Seravezza, 30 giugno 2016


Seravezza_ Da sabato 2 luglio torna ufficialmente la ZTL in via Monte Altissimo, dalla Desiata al bivio per la località La Polla, sotto l’abitato di Azzano. Lo ha deciso l’Amministrazione Comunale con delibera adottata nella prima riunione della nuova giunta presieduta dal sindaco Riccardo Tarabella.
Il provvedimento resterà in vigore fino a domenica 11 settembre e sarà valido ogni giorno dalle 8 alle 19 con interdizione totale del transito e della sosta ad esclusione di residenti e domiciliati nella frazione di Azzano, proprietari e possessori di terreni e quanti, per comprovati motivi, avranno necessità di recarsi nell’area oggetto del provvedimento. Il transito e la fermata (non la sosta) saranno permessi in deroga anche a coloro che espletano attività di valorizzazione ambientale, i quali dovranno comunque richiedere un apposito permesso alla Polizia Municipale.

«Abbiamo deciso di confermare il provvedimento adottato lo scorso anno in previsione del massiccio afflusso di persone atteso nelle prossime settimane, per evitare situazioni di potenziale pericolo e facilitare lo spostamento dei residenti e dei mezzi di soccorso», spiega il sindaco Tarabella. «È comunque solo un primo passo, il più urgente, di una serie di iniziative che abbiamo intenzione di mettere a punto per tutelare l’area, regolamentarne la frequentazione e porre le basi di uno sviluppo turistico non in contrasto con i valori ambientali e storici che essa esprime».

Va in questo senso anche il provvedimento accessorio illustrato dal vicesindaco Valentina Salvatori e dall’assessore Dino Vené centrato su igiene e pulizia. «Ad integrazione del normale servizio di nettezza urbana, su richiesta del comune, Ersu posizionerà nel piazzale della Desiata, all’inizio della ZTL, alcuni raccoglitori per rifiuti, curandone il regolare svuotamento», dicono gli amministratori. «Nella stessa area il comune renderà disponibili alcuni bagni chimici. Invitiamo i numerosi frequentatori estivi della zona a fare buon uso di queste attrezzature, contribuendo in tal modo a preservare il fiume, la vegetazione e il torrente Serra, dato che proprio il valore ambientale è una delle principali attrattive di questa porzione del nostro territorio».
A coloro che si apprestano a frequentare l’alveo del torrente l’Amministrazione Comunale raccomanda in ogni caso prudenza e attenzione, vista la natura dei luoghi.

Nella prima riunione della nuova giunta municipale è stato formalizzato anche l’avvio della ZTL estiva nel centro storico di Seravezza, fino a domenica 11 settembre ogni giorno dalle 20 alle 24, già attivata in forma provvisoria lo scorso fine settimana. La ZTL ha le stesse caratteristiche di quelle degli anni passati. I residenti che ancora non hanno ritirato i permessi di accesso e di sosta possono rivolgersi al Comando della Polizia Municipale.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Paradiso violato, nella valle del Serra

Ciao Giuseppe, sono Valentina Mozzoni, (ex lista Cavirani) se ti va pubblica queste due righe per spronare le persone a portarsi via la sporcizia dal fiume. Grazie infinite.

Valentina Mozzoni,addì 29.6.2016

Seravezza_ Come ogni domenica d’estate, percorro con la famiglia e gli amici il sentiero che conduce in un angolo di paradiso, fa molto caldo, attraversiamo in fretta l’erba alta per raggiungere, quanto prima, le fresche acque correnti di Malbacco e finalmente immergerci e smettere così di sudare!

Al fiume si gioca con i bambini, si costruiscono piccole dighe, si conoscono le specie animali autoctone, si esplorano le pozze con il retino, si gode dell’ambiente che ci circonda, insomma, entriamo in simbiosi con questo habitat, ne traiamo beneficio, fisico e mentale, poi lo lasciamo esattamente, così, come lo abbiamo trovato affinché l’indomani se ne possa godere ancora.
Ciò, sempre che non vi succeda di esser stati preceduti dal perfetto ‘incivile’.
L’incivile non si distingue per razza, sesso, città o provincia di appartenenza, l’incivile è e rimane sempre tale. È proprio all’incivile che rivolgo la mia preghiera: ” smettila di contare sempre sul tuo prossimo per trovare un mondo migliore di come lo hai lasciato, diventa tu quello affidabile e fa che anche io, qualche volta, possa restare piacevolmente sorpresa da persone come te!

Abbi rispetto di ciò che la natura ti offre ma anche del prossimo tuo perché, caro il mio incivile, non solo i miei ma anche i tuoi figli, domani, ti condanneranno per tutti i disastri ambientali che stiamo provocando senza aver la minima cura di porvi fine, una volta per tutte!

Valentina Mozzoni, portavoce Associazione Do.No. (doniamo noi) Seravezza

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Il comune di Stazzema patrocina la presentazione dell’Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia 1943-1945.

Sabato 16 luglio,ore 10,30 chiesa di San Rocco di Mulina di Stazzema

Da ieri l’ufficializzazione che il Comune di Stazzema patrocinerà la presentazione dell’Atlante delle stragi fasciste e naziste in Italia 1943-1944 che il prof. Paolo Pezzino, direttore scientifico del progetto, terrà sabato 16 luglio nella chiesa di San Rocco di Mulina di Stazzema, luogo simbolo della strage nazifascista del 12 agosto 1944. Con il comune di Stazzema salgono a quattro i patrocinatori dell’evento che si terrà in prima assoluta per la Versilia: Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema, Unità Pastorale Alta Versilia nr, Due, Circolo Culturale I Colombani di Terrinca. Un progetto, l’Atlante delle stragi naziste e fasciste, che è stato portato avanti in condivisione culturale e morale dalla Germania e dall’Italia ed è stato patrocinato dall’Associazione nazionale Partigiani d’Italia (Anpi) e dall’Istituto nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI).

L’Atlante in prima ufficiale è stato presentato alla Farnesina il 6 aprile scorso.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Marco Gnesi conclude l’esperienza professionale in BVLGMARCO GNESI-responsabile-soci

Versilia_«È stato il prezioso trait-d’union tra banca e compagine sociale e organizzatore silenzioso degli eventi di successo promossi sul territorio». Il Responsabile dell’Ufficio soci e comunicazione BVLG conclude oggi la propria esperienza in BVLG. Con un percorso di 38 anni trascorsi nel mondo del credito cooperativo, Marco Gnesi lascia l’incarico dopo avere ricoperto diversi ruoli importanti all’interno della nostra banca. Inizia nel 1978 la sua esperienza all’interno dell’istituto di credito, ricoprendo negli anni ruoli di crescente responsabilità , titolare di filiale nel 1991, responsabile dell’Area Crediti nel 1998 per poi passare nel 2007 all’attuale incarico. L’ultimo passaggio all’ufficio soci e comunicazione ci consegna il Marco Gnesi attuale più visibile nei confronti degli “addetti ai lavori” della carta stampata. È lui l’organizzatore silenzioso e spesso dietro le quinte di tutti gli eventi di BVLG – convegni, concerti, pubblicazioni, mostre – e naturalmente di tutta l’attività nei confronti dei Soci. Dichiarazioni: “Ho trascorso più o meno due terzi della mia vita in banca, ho vissuto la sua crescita in questi anni e ne sono orgoglioso, se a questa ho dato il mio contribuito. Nel corso della mia permanenza in BVLG e per gli incarichi che ho ricoperto ho conosciuto molte persone in vari ambiti, ho avuto esperienze anche in comparti non propriamente “bancari” come la grafica, l’arte, l’editoria e il giornalismo, da tutto questo ho ricevuto un arricchimento e mi ritengo per questo fortunato. Ringrazio chi mi ha dato l’opportunità di farlo e tutti coloro – amministratori e colleghi – con i quali negli anni ho condiviso il mio percorso professionale. A tutti un sincero e affettuoso saluto”.

La Banca ringrazia Marco Gnesi per avere fatto crescere l’Ufficio Soci e Comunicazione della banca ed essere stato il “trait d’union” tra consiglio di amministrazione, struttura operativa e compagine sociale in tutti questi anni. Il suo forte spirito aziendale in sinergia con la sua innata vena comunicativa e di organizzatore ci ha permesso di creare eventi che hanno sempre riscontrato il gradimento dei nostri soci. A Marco Gnesi va pertanto il sincero ringraziamento del consiglio di amministrazione e di tutta la struttura aziendale per il contributo personale e professionale fornito in questi anni”. Per informazioni contattare Raffaele Capparelli, comunicazione@bvlg.bcc.it; t. 0584737358

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Pedalata odierna. Mulina, Seravezza, Mulina, Ponte del Forcello, Iacco, Pruno, Iacco, La Risvolta, Mulina.DSCN4862DSCN4855DSCN4853

Giuseppe Vezzoni,addì 30.6.2016

Sono stati 40 chilometri quelli percorsi stamani e abbastanza impegnativi considerate che delle salite di ieri qualcosa non era stato smaltito. L’ascesa a Pruno c’era rimasta nel gozzo, ricordando che domenica scorsa, arrivati in località Casale, avevamo desistito dal raggiungere il paese. Stamani, invece, dopo essere saliti fino al Ponte del Forcello, siamo ritornati sulla salita di Pruno e stavolta siamo giunti fin dentro il borgo. Era in azione un elicottero che trasportava del materiale alle casette degli alpeggi.DSCN4859

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...