Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi n. 1832 del 26 e 27 maggio 2016

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi n. 1832 del 26 e 27 maggio 2016

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

#stiamoconDavigo”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Comunicazione importante :

Da mercoledì 1 giugno a domenica 5 giugno il giornale che non c’è non uscirà. Da lunedì 6 giugno riprenderemo la quotidiana pubblicazione.

La strana primavera della crescitina Italia

A marzo le vendite al dettaglio sono calate del 0.8% anche se su base annua sono cresciute del +1,9%. Dopo quattro mesi in cui le vendite al dettaglio davano un dato positivo, a marzo c’è stata invece una inversione di tendenza.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Dopo 30 anni di lotte e contrasti con le amministrazioni pubbliche, il paese di Terrinca verso la costituzione della sua Asbuc

Si profila una clamorosa rivincita sugli Usi Civici

Baldino Stagi,addì 25.5.2016

Stazzema_ Stamani (NdA ieri per chi legge) c’è stato un incontro negli uffici della Avvocatura Regionale che assume una valenza molto rilevante non solo per la comunità di Terrinca ed Arni ma, se riusciremo a far comprendere ai vari frazionisti l’importanza del riconoscimento dei beni di Uso Civico, per l’intero comprensorio stazzemese. La vicenda prende avvio negli anni 80, quando fu conclusa la verifica demaniale sui beni collettivi a cura dei dottori Corfini, Pizziolo e Bartelletti. Un lavoro che venne trascurato dalla quasi totalità dei cittadini, ignari delle ripercussioni che il riconoscimento dell’uso civico può avere sull’economia dei paesi stessi. Gli unici a preoccuparsene, guarda caso, furono coloro che avevano possedimenti dove si trova il marmo, quindi la ricchezza. Si opposero infatti al riconoscimento del bene collettivo il paese di Levigliani e la ditta Henraux che avvertirono una minaccia diretta al concetto stesso di proprietà. Da allora si sono susseguite una serie di vicende, molte meriterebbero di essere classificate come “clamorose” come ad esempio l’inerzia del Commissario che per quasi 20 anni tenne alcuni fascicoli nel cassetto senza voler arrivare alle sentenze, privando così le comunità del diritto alla Giustizia.  Nel tempo si è visto di tutto, anche il ricorso al falso ed all’illecito. Si sono sentite dichiarazioni che preannunciavano l’esito dei procedimenti prima che fossero conclusi, minacce, ritiri, sindaci che prima hanno abbandonato i cittadini a loro stessi (tanto da essere accusati dal Giudice di comportarsi come Pilato che se ne lavò le mani) per poi costituirsi contro le frazioni. Grandi colpe e grandi mancanze, appoggi agli interessi privati contro il bene pubblico, inciuci fra politica e imprenditori, fra legalità e corruzione. Solo chi ha potuto toccare con mano può provare ad immaginare quale sconcio si possa nascondere dietro ad interessi che vanno ben oltre l’apparente correttezza, solo chi ha provato a combattere per ottenere quel che è dovuto sa quanto sia difficile arrivare alla verità. Terrinca porta avanti questa lotta da decenni, ha subito le umiliazioni che vengono inflitte a chi si deve scontrare con l’ingiustizia, con l’inganno, con gli accordi sottobanco. Abbiamo avuto la grande fortuna di avere al nostro fianco grandi esperti come l’avvocato Licio Corfini, l’architetto Nino Angeli, storici come Marino Bazzichi, persone determinate come i componenti del gruppo i Colombani. Per contro, specie negli ultimi anni, quelli decisivi, ci sono state forze avverse schierate contro il nostro desiderio di arrivare ad un obiettivo legittimo. Ci siamo scontrati contro i tecnici ed i legali della Henraux, contro la potenza della Regione, l’ostilità del Comune che con il sindaco Silicani ha mostrato il volto peggiore di una amministrazione schierata contro i cittadini. Oggi il vento pare cambiato. L’attuale amministrazione ha avviato un progetto di rivalutazione dei boschi del Retrocorchia per l’ottenimento dei crediti sulla produzione di ossigeno vantando la proprietà di un ampio settore dei territori che storicamente appartengono, invece, ai paesi di Terrinca e Levigliani. Ho scritto quindi due lettere al sindaco rivendicando l’effettiva proprietà della frazione che rappresento, nella totale inerzia dei leviglianesi che, al contrario, non hanno mosso un dito per cercare di affermare i loro diritti, forse per l’assenza del marmo nei territori in questione. Dopo le mie insistenze e di fronte alla evidenza dei fatti, il sindaco ha deciso di accogliere le mie istanze ed ha invitato, durante una pubblica riunione, il paese di Terrinca a costituirsi in ASBUC (Amministrazione Separata dei Beni di Uso Civico) al fine di poter gestire autonomamente i propri beni. Stamani il sindaco Verona Maurizio con i consiglieri di Terrinca Tovani Alessio e Stagi Baldino, accompagnati dall’immancabile Rossi Giuseppe da sempre primo attore nella vicenda, si sono recati negli uffici della Regione per prendere i primi contatti e iniziare un percorso che dovrà addivenire alla elezione del Consiglio di Amministrazione della nuova figura giuridica e alla gestione in proprio dei beni demaniali della frazione. Inizia, dopo quasi 30 anni di attesa, un nuovo percorso che porterà al riconoscimento di un diritto irrinunciabile, frutto di un immane impegno, di una volontà incrollabile.

Il consigliere comunale e presidente della associazione per la rivendica dei beni di uso civico Stagi Baldino.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Aperto il Bando per il Pacchetto Scuola.

Il 20 luglio è il termine ultimo per fare richiesta del Pacchetto Scuola 2016/2017

Da Michele Morabito, funzionario del Comune di Stazzema,addì25.5.2016

Stazzema_ Il Comune di Stazzema ha approvato il Bando di concorso ed il fac simile di domanda per la richiesta del Pacchetto Scuola a.s. 2016/2017. Il “Pacchetto Scuola” è un beneficio economico individuale rivolto agli studenti che frequentano le scuole secondarie di primo e di secondo grado, residenti nel comune di Stazzema, appartenenti a quei nuclei familiari con ISEE fino a € 15.000,00, e può essere utilizzato per l’acquisto di libri, di materiale didattico e servizi scolastici. L’importo dell’incentivo varia a seconda dell’ordine e del grado della scuola ed in base all’ISEE.

Usufruisce del 100% dell’importo standard (diversificato ordine di grado e dell’anno di corso) coloro che ricadono nella fascia Isee fino a 5.000,00 € , del 90% chi ricade nella fascia da 5000,01 sino a 7.000,00, dell’80% chi ricade nella fascia tra 7.000,01 e 9.000,00 e dell’importo minimo del 70% chi ricade nella fascia tra 9.000,01 e 15.000,00 € . La richiesta di contributo può essere presentata sino al 20 luglio e può essere consegnata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Stazzema dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 o via posta (non fa fede il timbro postale) all’indirizzo Comune di Stazzema, Piazza Europa, 6 Pontestazzemese 55040 o altrimenti alla casella di posta certificata comune.stazzema@postacert.toscana.it.

Il bando ed il modulo di domanda sono seguito scaricabili sul sito http://www.comune.stazzema.lu.it o si possono reperire anche presso gli Uffici Servizi Scolastici negli orari di apertura del Comune. Per info: Ufficio Politiche Educative 0584.775205.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Cortometraggio Ovunque proteggi, un’altra tappa del viaggio verso la verità e giustizia per la strage ferroviaria di Viareggio12871448_483738391822372_6424742290436660018_n

Da Carlo Beretti, dell’Associazione il Mondo che Vorrei,26.5.2016

Viareggio_ Con tanta fatica ma con la dignità che ci contraddistingue sempre, siamo stati a Cannes a ritirare un premio importantissimo per un cammino che è appena iniziato. Al Carlton hotel di Cannes, davanti ad oltre 200 persone, è stato proiettato “Ovunque proteggi”, vincitore del premio di Miglior Documentario al Global Short Film Awards di New York, e c’è stata data la possibilità di raccontare di Viareggio. Tra i presenti vi erano persone di nazionalità diverse, provenienti da tutto il mondo: Costa Rica, Cina e l’ambasciatore della Thailandia . Nonostante la particolarità del contesto, il messaggio di Verità che sta dietro al 29 giugno 2009, è arrivato a tutti i presenti. La ricerca di Giustizia, come il nostro viaggio…continua.

La storia del cortometraggio “Ovunque proteggi “si sta trasformando nel racconto del nuovo documentario “Il sole sulla pelle”. Realizziamolo insieme, sostenendo la campagna di crowdfunding visitando il seguente link: https://www.produzionidalbasso.com/…/il-sole-sulla-pelle-i…/
Il Mondo che Vorrei Onlus

https://www.youtube.com/watch?v=55Ok0tQKc6E

PREMIO MIGLIOR DOCUMENTARIO 2016

al Cannes Red Carpet Fashion & Global Short Film Awards Gala

ecco Massimo Bondielli che ritira il premio

dal direttore artistico Andres Aquino

la motivazione: un film italiano dal messaggio universale

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Corchia Underground apertura 2-3-4-5 Giug

Da Ufficio Stampa Sistema Turistico-Culturale Corchia Underground, 25 maggio 2016

Stazzema_ In occasione della festa nazionale, celebrata a ricordo del 2 giugno 1946, quando in concomitanza con l’esito del referendum, fu proclamata la Repubblica Italiana e fu eletta l’Assemblea Costituente per deliberare la nuova  Costituzione dello Stato, il Sistema Turistico-Culturale Corchia Underground rimarrà aperto nei giorni 2-3-4-5 giugno.

E’ la principale Festa nazionale e civile italiana ed è l’occasione per ribadire ufficialmente la nostra coesione nazionale attraverso il ricordo della storia moderna e la celebrazione del nostro simbolo democratico più forte: la  Costituzione.

Il sistema Corchia Underground, situato nel cuore del Parco Regionale delle Alpi Apuane, offre opportunità di visita con escursioni che vi porteranno alla scoperta di fantastici mondi sotterranei, nelle viscere della “Montagna vuota”, un sistema di condotti carsici sviluppati in 2 km rendono l’Antro del Corchia il più importante complesso sotterraneo d’Italia. Sarà possibile visitare anche le Antiche Miniere dell’Argento Vivo, le più antiche dell’Alta Toscana, dove tra carrelli, pale e picconi gli antichi minatori lavoravano la dura roccia per estrarre questo minerale prezioso.

Nei giorni 2-3-4-5, presentandosi in biglietteria con una copia del coupon che potete scaricare dalla pagina facebook Corchia Underground, a tutti i ragazzi sotto i 14 anni sarà riconosciuto l’accesso gratuito a fronte dell’acquisto di un biglietto adulto intero.

Nel lungo ponte del 2 giugno le visite turistiche sono previste tutti i giorni con i seguenti orari di visita:

Antro del Corchia: 11:00; 11:30 e 15:30.

Miniere dell’Argento Vivo: 14:00; 14:30.

Si consiglia la prenotazione. Per maggiori informazioni su orari e prezzi: www.antrocorchia.it oppure 0584/778405, numero attivo tutti i giorni dalle 8:30 alle 13:00.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

7° Memorial Elena e Federico Battistini

Vittime strage ferroviaria Viareggio 29 giugno 20091402235_1468029743487180_670974272937371326_o13235180_1224782100867344_8019938688690507985_o

Da Carlo Beretti, membro dell’associazione Il Mondo che Vorrei, addì 25.5.2016

Quadrangolare di Calcio A 11

Domenica 12 Giugno 2016 Inizio Ore 9:00

Campo Sportivo Benelli – Lido Di Camaiore

Ingresso Libero. Le squadre partecipanti:

C.R.A.L. Clap / Vaibus / Ctt; Forze dell’ordine; Vigili del Fuoco; P.A. Croce Bianca Querceta

Assistenza Tecnica : Acsi Comitato Provinciale Lucca – Versilia

Con il Patrocinio del Comune di Camaiore

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

I giovani di Moers a lavoro sui sentieri di Sant’Anna di Stazzema

I ragazzi hanno riparato un tratto di staccionata lungo la Via Crucis danneggiato dal maltempoGiovani di Moers

Comunicato dal Museo di Sant’Anna di Stazzema,addì 26.5.2016IMG_9254

Stazzema_ Hanno visitato i luoghi di strage a Sant’Anna di Stazzema, incontrato i superstiti e prestando la loro opera per riparare alcuni tratti della staccionata lungo la Via Crucis, nei pressi del Monumento Ossario, danneggiata dal maltempo. Cinque ragazzi tedeschi di Moers, città della Renania, accompagnati da due educatori, Eva Zurek e Frank Moers, hanno proseguito il lavoro dei loro compagni che da anni vengono a Sant’Anna di Stazzema per svolgere attività e conoscere la storia della strage, rendendo omaggio ai martiri di Sant’Anna. Un progetto avviato dalla LVR di Colonia, in Germania, che prevede la collaborazione con l’istituto SCI di Moers e Sant’Anna di Stazzema. La delegazione ha lavorato a Sant’Anna da lunedì 23 a giovedì 26 maggio. Nelle scorse settimane il Comune di Stazzema ha stretto un patto di amicizia proprio con il comune di Moers, e lo stesso sindaco della cittadina tedesca, Christoph Fleischhauer, prese parte lo scorso 12 agosto alle celebrazioni per l’anniversario della strage di Sant’Anna di Stazzema. Un progetto nel segno dell’amicizia reciproca.

Il lavoro sulla memoria con i giovani è fondamentale e prioritario”-dice il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona-“e con Moers abbiamo un rapporto di amicizia che ci lega da anni. Gli interventi dei ragazzi tedeschi in questi anni sono stati importanti anche e soprattutto per il profondo significato morale: è da Sant’Anna che nasce l’Europa e la democrazia, e sono i giovani la prospettiva per il loro futuro”. Negli scorsi anni altri ragazzi realizzarono la staccionata lungo la Via Crucis, aree di sosta al Belvedere sul Pizzo di Vallecava, sculture realizzate insieme agli studenti dell’Istituto d’arte Stagio Stagi di Pietrasanta; a Colonia si svolse un importante convegno, promosso proprio dalla LVR mettere in rete i luoghi della memoria in Europa. Grazie all’amicizia con Moers, il Museo Storico ha implementato la rete di relazioni collegando la città tedesca con il comune belga di Deinze (dove nel 1940 avvenne una strage per mano nazista conseguente all’occupazione tedesca del Belgio) per sviluppare una progettualità congiunta e avvicinando così giovani tedeschi, belgi ed italiani in un’ottica di cooperazione europea per la memoria.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

L’Acqua dei campi, una sicurezza alimentare di tutti

Se e parlerà domani sera a Capannoriunnamed

Da Consorzio 1 Toscana Nord

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

I colori del mare”

116° Mostra al Mug

inviti museoMAGGIO2016

Luciano Manara, Mariella Rossi Tonelli, Laura Ballini, Susi La Rosa, Maria Luisa Salvini, Antonietta Moschi, Paola Campioni, Maddalena Grazzini, Joanna Aston, Maria Vittoria Papini, Mauro Scardigli, Simone Biliotti
Marilinda Bria, Ambretta Mari, Claudio Secciani, Loretta Zagli  Confalonieri
Razieh Faghihi Kashani, Massimo Taccetti, Mario Russo, Pietro Tomassi
Gianna Pinotti, Luca Siri, Arnaldo Marini, Antonio Coccioli, Roberto D’ Angelo
Patrizia Gabellini,Bianca Pagliai, Luciano Faggi

A cura di TOSCANA CULTURA

Museo Ugo Guidi 28 maggio ore 18.00 – FORTE DEI MARMI

28 maggio – 16 giugno 2016

Forte dei Marmi_ Il Museo Ugo Guidi – MUG e gli Amici del Museo Ugo Guidi Onlus presentano la mostra collettiva di pittura e scultura di artisti toscani dal titolo “I colori del mare” a cura e presentazione di Lucia Raveggi e Fabrizio Borghini per Toscana Cultura. Gli artisti partecipanti sono Luciano Manara – Mariella Rossi Tonelli – Laura Ballini – Susi La Rosa – Maria Luisa Salvini – Antonietta Moschi – Paola Campioni – Maddalena Grazzini – Joanna Aston – Maria Vittoria Papini – Mauro Scardigli – Simone Biliotti – Marilinda Bria – Ambretta Mari – Claudio Secciani – Loretta Zagli  Confalonieri – Razieh Faghihi Kashani – Massimo Taccetti – Mario Russo – Pietro Tomassi – Gianna Pinotti – Luca Siri – Arnaldo Marini – Antonio Coccioli – Roberto D’ Angelo – Patrizia Gabellini – Bianca Pagliai – Luciano Faggi. 

L’inaugurazione della mostra avverrà al Museo Ugo Guidi alle ore 18 di sabato 28 maggio 2016.

Inaugurazione e mostra saranno ripresi da Toscana Tv per la rubrica “Incontri con l’arte”.

L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 16 giugno 2016 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  museougoguidi@gmail.com.

Al Logos Hotel tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 23.00

^^^^^^^^^^^^^^^^^

Una studentessa del Don Lazzeri ha richiesto il testo che Guseppe Vezzoni ha scritto su Don Innocenzo Lazzeri

Gentile assessore, sono una studentessa della V B FM dell’Istituto Don Lazzeri-Stagi di Pietrasanta. Avrei piacere di inserire nella mia tesina di maturità la presentazione degli avvenimenti riguardanti la storia di Don Innocenzo Lazzeri, scritta da Giuseppe Vezzoni e da lei letta in occasione dell’incontro avvenuto con alcune classi del nostro Istituto, sul suddetto argomento. A tale proposito, le chiedo se è possibile avere una copia della lettera, così da poterla consultare ed eventualmente citare come fonte. In attesa di una risposta, la ringrazio e la saluto cordialmente, lasciandole anche il mio numero di telefono nel caso avesse la necessità di contattarmi per qualche motivo:……… Barbara Magistrelli

Assessore Tartarini_Gentile Barbara, giro la sua all’autore, per atto dovuto e che ci legge in copia, con preghiera di accoglimento della richiesta. saluti Simone Tartarini

Re: Simone, sono lusingato di questa richiesta e in allegato provvedo a inviare il testo della lettera. Grazie

Assessore Tartarini_ Grazie, lo giro alla studentessa. Simone

^^^^^^^^^^^^^^^

Precisazione in merito alla partecipazione di Giuseppe Vezzoni alla presentazione a Villa Bertelli del libro Con poca prora per l’insidia vasta” di Gianni Bianchilibro di Bianchi 001

Giuseppe Vezzoni, addì 26.5.2016

Forte dei Marmi_ A seguito di questa citazione “alla presentazione del volume di Gianni Bianchi, edito da Sarasosta, porteranno il loro contributo i giornalisti Umberto Guidi e Guerrino Viti, gli scrittori Marco da Prato e Giuseppe Vezzoni, e la prof.ssa Maria Grazia Tognocchi, riportata da Il Tirreno del 24 maggio e su Libera Cronaca n.1830, ci preme precisare quanto segue:

Dopo 10 minuti di presentazione, oggi pomeriggio Giuseppe Vezzoni ha lasciato la sala di Villa Bertelli non condividendo nulla di quanto affermava l’autore né gli applausi per una palpabile nostalgia sconfitta dalla storia. Tra l’altro l’autore è stato richiamato anche dal presidente onorario dell’associazione Marinai d’Italia di Forte dei Marmi a una maggiore moderazione e a tenere fuori la politica.

L’antefatto: due settimane fa un conoscente ci aveva dato il cartoncino d’invito a partecipare e al quale avevamo assicurato la presenza constatato il patrocinio del Comune di Forte dei Marmi, della Fondazione Vittorio Veneto e dall’associazione Marinai d’Italia. Non pensavamo minimamente che il nostro nome sarebbe stato riportato nell’articolo che annunciava la presentazione di un libro. Per questo esprimiamo pubblicamente la netta presa di distanze su quanto abbiamo ascoltato oggi in quei dieci minuti durante i quali, in una sala piena di cittadini, è stato dimenticato il contesto che l’Italia partecipò a una guerra di sopraffazione dopo essersi macchiata delle leggi razziali. E’ giusto ricordare i militari che furono vittime sacrificali del nazifascismo, ma non vanno epurati dal contesto storico di aggressione né dall’abominio di stragi di cui anche le forze armate italiane furono responsabili. Giuseppe Vezzoni, con il libro Mai Più. Dal Don a Sant’Anna di Stazzema,  l’ha fatto.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Pedalata di oggi: Mulina, Querceta, Vittoria Apuana, Marina di Massa, Viale Apua, Vaiana, Ponte di Tavole, Querceta,MulinaDSCN4413 DSCN4411

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...