Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi n. 1819 dell’ 11 e 12 maggio 2016

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi n. 1819 dell’ 11 e 12 maggio 2016

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

#stiamoconDavigo”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Il Dirigente Scolastico Maria Aurora Trasatti della Scuola di Stazzema smentisce che le sia stato illustrato il progetto

Gentile Sig.Vezzoni,

nel leggere l’Articolo pubblicato sul suo blog ho rilevato una inesattezza che sicuramente non è attribuibile a Lei, ma a chi ha inviato l’articolo.
Le chiedo comunque di voler smentire il fatto che alla sottoscritta, Dirigente Scolastica, sia stato illustrato il progetto riferito alla ristrutturazione della Scuola di Pontestazzemese. Io non conosco il nuovo progetto e solo dopo avere visto la reale portata dell’intervento potrò esprimere un parere sulla idoneità o meno della nuova struttura ad ospitare i Plessi e le Scuole che ivi dovranno alloggiare. La ringrazio per la gentile attenzione, cordialtà

Il Dirigente Scolastico
Maria Aurora Trasatti,addì 12.5.2016,ore 13,55

A giugno il cantiere per l’ampliamento del plesso di Pontestazzemese.

La Giunta Comunale approva il progetto di fattibilità tecnica ed economica. Il Sindaco Maurizio Verona illustra il progetto alle autorità scolastiche

Da Michele Morabito, funzionario responsabile Ufficio Cultura del Comune di Stazzema, addì 11.5.2016

Stazzema_ La Giunta di Stazzema ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica e tutti i documenti allegati per l’ampliamento e adeguamento normativo del plesso scolastico di Pontestazzemese, che segue l’approvazione nello scorso marzo in via tecnica del progetto preliminare. Il quadro economico approvato prevede interventi per 1.150.000,00 € per cui tratta del più significativo intervento degli ultimi anni nel Comune di Stazzema. Il plesso di Pontestazzemese al termine dei lavori sarà semplicemente stravolto, più moderno, più efficiente, capace di offrire quei servizi che consentiranno di incrementare le attività didattiche nel plesso di Pontestazzemese e accrescere il potenziale formativo dell’Istituto. Ma soprattutto si accresce l’efficienza energetica della struttura e la sicurezza della struttura con l’adeguamento ai più recenti parametri antisismici che hanno richiesto un supplemento di spesa rispetto al progetto originario finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca di circa 700mila euro a cui l’Amministrazione ha aggiunto risorse della Regione Toscana per oltre 400mila euro. Il Sindaco questa mattina ha approvato il progetto alla Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo di Pontestazzemese.

Stiamo per portare in fondo un percorso che vedrà il potenziamento del plesso di Pontestazzemese”, commentano il Sindaco Maurizio Verona e l’assessore ai Lavori Pubblici Egidio Pelagatti, “che si presenterà tra alcuni mesi completamente ammodernato con il progetto di ampliamento degli spazi e di messa in sicurezza dei luoghi in cui i nostri ragazzi faranno lezione nei prossimi anni. Abbiamo rivisto il progetto iniziale che era più limitato, cosa che ha richiesto tempo e la ricerca di ulteriori risorse che abbiamo trovato con la Regione Toscana, per intervenire in maniere definitiva, curando in particolare l’aspetto della sicurezza della scuola, dell’efficientamento energetico e della funzionalità degli spazi. Siamo ottimisti di poter già iniziare l’intervento con la chiusura delle lezioni nel plesso di Pontestazzemese per le vacanze estive. Con l’approvazione del progetto preliminare e del quadro economico proposto dalla Ditta di progettazione da parte della Giunta Comunale si segna un’altra tappa verso un risultato che sarà di grande impatto per la Comunità perché si aiuta la scuola che è il luogo in cui si formano i cittadini di domani. L’obiettivo è quello di avere una scuola sempre più all’avanguardia, non solo per la qualità degli insegnamenti per la quale da anni siamo a livelli di eccellenza, ma anche per le strutture e gli spazi che possiamo mettere loro a disposizione. Avremo una scuola che sarà uno spazio moderno per la didattica e ancora più sicuro per i nostri bambini e ragazzi”.

^^^^^^^^^^^^^^^

Neri invita ad abbandonare la montagna: un fatto vergognoso

Da Francesco Speroni, Ufficio stampa Idee in Comune Cavirani sindaco,addì 11.5.2016

Seravezza_Giudico con sconcerto il messaggio lanciato dal sindaco uscente Ettore Neri in riferimento a quanto accaduto al signor Mirko Mantoan, residente ad Azzano, che ha rischiato la vita perché i soccorsi hanno avuto problemi nel prelevarlo – dopo che questi era stato colto da malore – in quanto la sua abitazione non è servita da una strada carrabile ma solo da un sentiero impervio.

Ci sono altri in montagna nella stessa situazione, cioè che vivono in abitazioni raggiungibili tramite sentieri percorribili solo a piedi.

Sono rimasto quindi molto interdetto, e con me larga parte della popolazione montana, nel leggere sui giornali che l’unica cosa che il sindaco Neri suggerisce di fare è che il malcapitato presenti domanda per trasferirsi in una casa popolare.

Non so se Neri lo ha detto pensando al significato del suo messaggio rivolto a tutti i residenti della montagna seravezzina, e cioè che la montagna è meglio abbandonarla perché rischiosa, lontana e inaccessibile per garantire la salute di chi ci vive.

Personalmente considero questa del sindaco uscente una resa, una ammissione di sconfitta. Neri ci ha appena confessato che i milioni di euro spesi in lavori pubblici – dei quali si fa vanto quotidiano il suo assessore ai LLPP Bartelletti – sono chiaramente stati spesi molto male.

Come ho registrato nei numerosi incontri avuti con le frazioni montane, gli abitanti vogliono vivere lì e vogliono farlo in sicurezza. Chiedono manutenzione e viabilità al pari di qualunque altra frazione del Comune. Dopo gli sforzi fatti da ciascun abitante della montagna per curare la propria casa, il proprio terreno e la viabilità – anche sotto il giogo di assurdi vincoli urbanistici – è davvero frustrante sentirsi dire dal proprio sindaco “andate via e trasferitevi in una casa popolare”. Riccardo Cavirani, Candidato sindaco Seravezza 2016 Idee in Comune.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Riccardo Tarabella: «Coltivazioni tipiche, una ricchezza culturale»
Venerdì 13 maggio a Pozzi un evento dedicato agli imprenditori agricoli di Seravezzalogo_200x200_72dpi (1)

Ufficio Stampa Lista Riccardo Tarabella Sindaco, Stefano Roni, addì 11.5.2016

Seravezza_ Olio, vino, miele, castagne, prodotti tipici e specialità della tavola saranno protagonisti venerdì 13 maggio dell’evento “Colture&Culture” promosso dalla lista “Al Cuore della Versilia” per Riccardo Tarabella Sindaco presso il ristorante Antico Uliveto di Pozzi con inizio alle ore 18:30. Un evento che intende promuovere le tipicità agricole e colturali del territorio seravezzino e che è pensato espressamente per gli imprenditori agricoli della zona. La valenza culturale delle attività agricole e le azioni tese alla loro valorizzazione su tutto il territorio comunale, dalla montagna alla piana, sono punti qualificanti del programma elettorale di Riccardo Tarabella e non è un caso che all’evento di venerdì sarà presente il senatore Andrea Marcucci, presidente della Commissione Cultura del Senato, di nuovo a Seravezza proprio per l’occasione. Agli imprenditori agricoli verrà anche offerta una panoramica sulle principali opportunità di finanziamento e di sostegno che la Regione Toscana dedica alle imprese. L’incontro si chiuderà con un apericena con assaggio di specialità locali. I responsabili delle aziende agricole invitati saranno ospiti degli organizzatori. I cittadini interessati potranno partecipare versando invece una piccola quota relativa all’apericena.

Per info e prenotazioni: +39 347 4456842

Proseguono intanto a ritmo serrato gli incontri di Riccardo Tarabella con cittadini e associazioni. Giovedì 12 maggio alle ore 18 il candidato sindaco incontrerà Auser e Pubblica Assistenza a Pozzi, mentre alle 21 sarà con i cittadini di Fabbiamo presso la locale Pubblica Assistenza. Venerdì 13 maggio alle 21 incontro con i cittadini di Corvaia presso la canonica della chiesa del paese.

Eventi

14-15 maggio: ORTO BOTANICO P. PELLEGRINI 14-15 Maggio: ore 9:00-18:00 Tutti i giorni dal 16 Maggio al 18 Settembre Orario 9:00-13:00 15:00-19:00 In tutti gli altri periodi dell’anno il Giardino è aperto, su prenotazione, per gruppi organizzati e scuole A cura dell’Associazione ONLUS “Aquilegia Natura e Paesaggio Apuano”. Considerata la lunghezza dell’intero percorso ad anello intorno al piccolo rifugio interno, sarà possibile effettuare una visita solo accompagnati dalle guide, pagando un biglietto di ingresso di € 2,00. Saranno esonerati dal pagamento del biglietto gli ospiti di alberghi e campeggi. L’apertura è assicurata per luglio e agosto, da settembre nei fine settimana o su appuntamento per gruppi. Info e prenotazioni: cell. 340 4660271 – 338 9952268

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

UTOPIA 500: LUNEDI’ 16 MAGGIO ALLE ORE 20.30

MONDO SOTTOSOPRA

Migrazioni e cambiamenti ambientali, le ragioni dell’Utopia e dell’accoglienza

invito alla diffusione

Da Roberta Zalla. Casa editrice Il Margine,addì 10.5.2016rovereto_f_betto_flyer-WEB

Rovereto_ Nuovo appuntamento di UTOPIA500/Cercando una società più giusta, con un testimone di eccezione che ci parlerà anche di quello che sta succedendo in Brasile e alla sua democrazia: lunedì 16 maggio alle ore 20.30 a Rovereto, sala Filarmonica in Corso Rosmini 86 :

Frei Betto, teologo della liberazione, domenicano sopravvissuto al carcere della dittatura, co-fondatore e da sempre uno dei principali animatori delle comunità cristiane di base in Brasile.

Con lui interviene Raffaele Crocco, giornalista, direttore dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo.

Promuovono l’incontro

Comitato delle ass. per la Pace e i Diritti Umani Rovereto, Tam Tam per Korogocho onlus, Ass. Spagnolli-Bazzoni onlus, Shishu onlus, Mlal Trentino, Rete Radie Resch Trentino, Ass. Melograno, GAV e CAVA – Coordinamento associazioni per l’Africa Vallagarina.

Con il patrocinio del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani.

Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Nota sul progetto Utopia500 – Cercando una società più giusta è un viaggio lungo un anno, il 2016, tra incontri, convegni, concerti, spettacoli, dedicato alle utopie – realizzate, disattese, da realizzare – a partire dal 500° anniversario dell’Utopia di Thomas More che la casa editrice Il Margine ha pubblicato in nuova edizione, a cura di Francesco Ghia e con la traduzione di Lia Guardini: http://www.il-margine.it/I-libri/Catalogo/UTOPIA.

È un progetto, ideato e organizzato dal Margine, sostenuto e realizzato dal Servizio attività culturali della Provincia di Trento, che ha già visto alcuni appuntamenti molto partecipati con Miguel Benasayag, Zygmunt Bauman, Alex Zanotelli, Ágnes Heller, Massimo Recalcati.

Per informazioni: editrice@il-margine.it,  tel. 0461 983368

Pedalata di oggi: Mulina, Iacco, La Risvolta, Argentiera, Stazzema capoluogo, Mulina.

Giuseppe Vezzoni,addì 11.5. 2016DSCN4348DSCN4349DSCN4346

Sono stati 21 km strappati alla pioggia. Meglio, quasi strappati, perché un poco di pioggia l’abbiamo presa salendo da Pontestazzemese a Mulina, poi ha solo piovigginato. Strada insidiosa per l’olio lungo la provinciale di Stazzema, fino alla curva del Selvano. A seguito della chiamata dei vigili urbani di Stazzema sono intervenute le maestranze della Provincia, le quali hanno provveduto a stendere sulla carreggiata il prodotto idoneo ad assorbire l’olio e a eliminare il pericolo di possibili incidenti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...