Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1728 del 18 e 19 gennaio 2016

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1728 del 18 e 19 gennaio 2016

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Nel mese di novembre l’export è cresciuto del + 3,5%. Cresce anche il surplus commerciale a 4,4 mld.

Da Giuseppe Vezzoni,addì 18.1.2016

L’export italiano è tornato a crescere e nel mese di novembre è aumentato del 3,5% rispetto a ottobre e del 6,4% rispetto a novembre 2015. Nei primi undici mesi del 2015 l’aumento delle esportazioni è stato del 3,8%. Cresciuto anche l’import: + 1,4% su ottobre e + 3,8% su base annua. Hanno contribuito all‘incremento congiunturale dell’export sia dai paesi Paesi extra europei (+ 3,7%) sia da quelli della Ue (+ 3,4%). Il surplus commerciale sale a 4,4 mld.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Piazza Affari la peggiore in Europa per il crollo delle quotazioni del petrolio ma soprattutto per le perdite dei titolo bancari

Da Giuseppe Vezzoni,addì 18.1.2016

Questo inizio del 2016 si sta caratterizzando per la volatilità della borsa di Milano che dall’inizio dell’anno ha perso più del 10%. Una situazione che è appesantita dal crollo del prezzo del greggio sotto i 30 dollari il barile ma soprattutto dalla situazione banche a causa del livello raggiunto dei crediti incagliati. La banca italiana che paga maggiormente per questa situazione è MPS, che nel giro di un mese ha perso un terzo del suo valore azionario, tanto che la Consob è intervenuta per sospendere le contrattazioni e vietare le vendite allo scoperto. Attualmente il valore della banca è inferiore di un miliardo alla raccolta di capitale pari a 3 miliardi fatta nel giugno scorso. La situazione di MPS è molto seria e gli investitori finanziari temono gli effetti del bail-in e il rischio di una possibile risoluzione. Ma dai vertici MPS l’assicurazione che la banca è solida, nonostante la giornata pesante odierna, con il titolo che ha perso il 14%.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Parcheggio a Riomagno, costi quel che costi

Pubblichiamo il Pdf del già annunciato volantino del geom. Vittorio Tarabella che ha per oggetto il costruendo parcheggio in località Riomagno. Il cartaceo del volantino sarà distribuito oggi a Seravezza

Volantino

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Sabato presentazione del libro Lezzo-I giorni dell’ospizio di Monica Dini

locandina 23_01

Da Giuseppe Tartarini, presidente del Circolo culturale Sirio Giannini,addì 18.1.2016

Seravezza_ Cari amici e soci, sabato prossimo 23 gennaio presenteremo un bel libro di una nostra amica. Si tratta di Monica Dini, che vive e lavora a Camaiore. Ha pubblicato alcune raccolte di racconti brevi; ha collaborato con la rivista on-line Sagarana diretta dal Prof. Julio Monteiro Martins ed è stata più volte ospite di altre riviste on-line. Fa parte della redazione della rivista cartacea Prospektiva di Andrea Giannasi.Lo presenteremo al Pio Istituto di Seravezza in collaborazione con il Comune e la Direzione del Pio perchè il libro tratta, sotto forma di racconto, con molta sensibilità e capacità introspettiva, il tema della permanenza degli anziani nelle case di assistenza.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Pedalata fra le candelare del primo freddo dell’inverno 2016DSCN3552DSCN3550DSCN3548

Da Giuseppe Vezzoni,addì 18.1.2016

Stamani abbiamo compiuto la pedalata Mulina, Iacco, Terrinca, La Costa, Il Villaggio, Iacco, Mulina. Era molto freddo nei punti della strada in cui non arrivava il sole. I tratti peggiori e più freddi sono stati quello Mulina _ Iacco, e poi il tratto che va dal bivio di Retignano al Ponte di Pellerano. In questi segmenti stradali era come infilarci in vere e proprie ghiacciaie , soprattutto nel percorrerli in discesa. Al sole invece si pedalava bene, tanto che ci siamo trovati magnificamente lungo la salita che dalla Costa di Terrinca porta al Villaggio. Avvertiamo già la primavera, che, seppure lontana, con l’aumento della durata della luce del giorno sta iniziando a entrare nella nostra forma mentale.DSCN3556DSCN3554

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...