Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1725 del 13 e 14 gennaio 2016

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1725 del 13 e 14 gennaio 2016

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Pescia: “Illecito Giurlani su due dipendenti, usa soldi pubblici come suoi”


Donzelli (Fratelli d’Italia):
Lavorano per Uncem, l’assessore Bugli conferma inammissibilità finanziamento: ennesima forzatura”

Da Giovanni Donzelli, Fdi, addì 13.1.2016

Pescia_ Il sindaco Oreste Giurlani utilizza per il suo staff impiegato al Comune di Pescia due dipendenti di Uncem Toscana. Per di più uno di questi percepisce lo stipendio grazie ad un finanziamento erogato all’ente montano e legato al programma di sviluppo rurale regionale. Pratica illecita come ha confermato l’assessore regionale Vittorio Bugli”. E’ quanto afferma il capogruppo di Fratelli d’Italia in Toscana Giovanni Donzelli in seguito alla risposta ad una interrogazione regionale da lui presentata dopo aver raccolto la denuncia della lista civica “Percorso Comune”.

Si tratta dell’ennesima forzatura da parte di Giurlani – sottolinea Donzelli – che come sindaco di Pescia utilizza il personale assunto ad Uncem come suoi dipendenti personali. Ed è gravissimo che in questo contesto faccia ricorso, come scritto nella risposta firmata da Bugli, ai fondi ottenuti ed utilizzabili esclusivamente per attività ‘a carattere agronomico e selvicolturale’, non esattamente con le caratteristiche per un lavoro ne ‘l’ufficio tecnico’, reso noto dallo stesso Giurlani nel consiglio comunale dell’8 ottobre 2015. Giurlani è abituato a gestire i soldi pubblici come se fossero di sua proprietà, per questo abbiamo già più volte denunciato la mancanza dei dettagli nelle spese di rappresentanza e collaborazioni esterne, così come il vergognoso mancato pagamento dei contributi Inps ad alcuni dipendenti. La Regione Toscana, secondo la versione dell’assessore Bugli, non avrebbe alcun potere di controllo sull’utilizzo dei finanziamenti del programma di sviluppo rurale. Chiediamo in ogni caso che le istituzioni e gli organi competenti facciano luce e per porre fine ad una palese violazione della legge – conclude Donzelli – continueremo a batterci contro le forzature di Giurlani e contro chiunque si faccia beffa del rispetto delle regole”.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Interrogazione Collaboratori stipendiati da UNCEM nel Comune di Pescia

Firenze, 06 Ottobre 2015
Alla c.a del Presidente del Consiglio Regionale
SEDE

Interrogazione a risposta scritta (ai sensi dell’art.174 del regolamento interno)

Oggetto: Collaboratori stipendiati da Uncem nel comune di Pescia

Premesso che

Oreste Giurlani è Sindaco di Pescia dal 27.03.2014 e Presidente Uncem Toscana dal 2005.

Con Interrogazione numero 11 del 20 Luglio 2015, n.prot. 21822, il gruppo consiliare Pescia Percorso Comune ha chiesto al Sindaco spiegazioni in merito alla presenza in Comune di due collaboratori stipendiati da UNCEM Toscana: il primo, Matteo Bartolini, che svolge le funzioni di segretario personale del Sindaco, mentre la seconda è una ragazza inserita nell’ufficio tecnico del Comune.

Il Sindaco ha risposto alla suddetta interrogazione in occasione del consiglio comunale dell’08 Ottobre 2015. Giurlani ha confermato che i due soggetti sono sotto contratto UNCEM Toscana: il primo assunto in qualità di Presidente UNCEM Toscana, ben prima della sua elezione, che per stessa ammissione del Sindaco svolge le funzioni di segretario personale a tempo pieno; la seconda invece sarebbe assunta attraverso la Misura 8 del Programma di Sviluppo Rurale Regionale “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”.

L’accordo con UNCEM segue la lettera della stessa del 18 Giugno 2015, è indirizzata ai “Comuni Associati UNCEM Toscana” e mira a condividere personale tecnico con i comuni che ne fanno richiesta a costo zero per le Amministrazioni, attraverso un “gruppo di lavoro interno in grado di predisporre ogni tipo di progetto”. Il Sindaco Giurlani ha comunicato che l’Amministrazione di Pescia ha deciso di accogliere la proposta UNCEM Toscana suddetta con Delibera n.208 del 23 Giugno 2015.

CONSIDERATO CHE

Durante la risposta all’Interrogazione n.11, durante il consiglio comunale sopra citato, il Sindaco Giurlani ha confermato:

  1. Che il collaboratore personale Matteo Bartolini è da considerarsi esterno al Comune di Pescia, pur svolgendo anche funzioni di relazione tra dipendenti/dirigenti e Sindaco poiché parla “in sua vece”. Non rientra nell’accordo con UNCEM e la sua posizione relativa all’attività in Comune non è regolamentata né tutelata;

  2. Il Comune di Pescia non è attualmente associato UNCEM Toscana a causa del mancato pagamento di quote pregresse;

  3. Che nell’ufficio tecnico del Comune di Pescia lavora una ragazza attraverso il progetto Misura 8 del PSR ed è stipendiata da UNCEM;

Durante il consiglio comunale sopra citato il Sindaco Giurlani ha riferito che la lettera di UNCEM Toscana riferita al progetto di Centrale di Progettazione era indirizzata a tutti i Comuni rurali e montani, mentre nella lettera di UNCEM Toscana si fa ben due volte riferimento solo ai “Comuni Associati”;

La Misura 8 del PSR “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste” non sembra comprendere all’interno delle sue disposizioni l’assunzione di personale;

Interroga la giunta regionale e l’assessore competente per sapere
Se il Comune di Pescia risulta o meno associato ad UNCEM Toscana;

  1. Quali Comuni hanno aderito al progetto Centrale di Progettazione di UNCEM e se sono tutti associati a UNCEM Toscana;

  2. In cosa consiste il progetto Centrale di Progettazione e come mai se si parla esplicitamente di “gruppo di lavoro interno in grado di predisporre progetti” la collaboratrice svolge lavoro unicamente presso il Comune di Pescia e in modo autonomo rispetto UNCEM;

  3. Sotto quale profilo lavorativo è inquadrato il lavoro della collaboratrice inserita nell’ufficio tecnico del Comune di Pescia e in base a quale protocollo/accordo;

  4. Se la Misura 8 del PSR prevede al suo interno finanziamenti o sostegni finalizzati all’assunzione di personale per la realizzazione degli obbiettivi;

  5. Se la situazione dei due collaboratori stipendiati da UNCEM presenti aspetti di irregolarità o illegittimità.

Il Consigliere

Giovanni Donzelli

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PDF Risposta dell’Assessore regionale Bugli alla IS 167 Collaboratori stipendiati da UNCEM nel Comune di Pescia

Risposta IS167

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Incontro sabato 16 gennaio sulla nuova legge delega sulla Protezione Civile con le onorevoli Chiara Braga e Raffaella Mariani a StazzemaLocandina Manifestazione Pd Protezione Civile

Dal vicesindaco di Stazzema,addì 13.1.2016

Stazzema_ La Camera ha approvato nei giorni scorsi il testo unificato della Delega per il riordino del sistema di Protezione civile, che già oggi rappresenta un’eccellenza nazionale. Questo provvedimento mira a rendere più pronta e omogenea per cittadini, istituzioni e imprese la capacità di intervento nelle emergenze e soprattutto dà certezza di gestione anche nelle fase successive alle calamità. Prima firmataria della proposta di Legge Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del Partito Democratico e tra le più importante sostenitrici del provvedimento la deputata Raffaella Mariani della Commissione Ambiente e Territorio della Camera . Il provvedimento prevede tra le altre cose una durata limitata e certa nel tempo di gestione del post emergenza, un sistema organizzativo policentrico che implementa una migliore definizione dei livelli di coordinamento intermedi e rafforza la partecipazione dei cittadini, organizzati nel volontariato, nella costruzione di una vera e diffusa “cultura della prevenzione” con finalità di pianificazione, conoscenza ed esercitazione contro le emergenze.

Del provvedimento si parlerà sabato 16 gennaio alle ore 10,30 al Palazzo della Cultura di Cardoso con la presenza di amministratori locali e delle parlamentari del PD Chiara Braga e Raffaella Mariani in un incontro dal titolo “Verso una nuova Protezione Civile” che apre l’anno di lavoro in vista anche delle celebrazioni per i venti anni dall’alluvione in Versilia

Invitiamo tutti a partecipare a questa iniziativa”, commenta il Circolo del PD di Stazzema Massimiliano Bazzichi, “perché sempre di più il ruolo anche dei cittadini è centrale per un intervento efficace di protezione civile, soprattutto nella fase della prevenzione del rischio che può attutire l’impatto delle calamità su un territorio. Dopo l’alluvione del 1996 di cui quest’anno celebriamo il ventennale, i cittadini sono diventati attori protagonisti nella fase della prevenzione, ma anche in tutte le fasi decisionali prima, durante e dopo gli eventi. La delega al Governo va in questa direzione e vogliamo discuterne non solo con la parte politica, ma anche con tutti gli attori della protezione civile”.

^^^^^^^^^^^^^^^^^

Verso una nuova Protezione Civile

Se ne parlerà sabato a CardosoInvito Iniziativa Protezione Civile

Da Bazzichi Massimiliano, Segretario PD Stazzema, addì 12.1.2016

Stazzema_ Trasmetto l’invito a questa importante iniziativa sulla nuova Legge Delega sulla Protezione Civile che si svolgerà il giorno 16 gennaio alle ore 10,30 al Palazzo della Cultura in Cardoso a Stazzema. L’iniziativa è organizzata dal Circolo di Stazzema del Partito Democratico e parteciperanno la Prima firmataria della proposta di Legge on. Chiara Braga e l’on. Raffaella Mariani, membro della Commissione Ambiente e Territorio della Camera. Credo possa essere interessante per il nostro 
territorio.

^^^^^^^

Maggiore precisione sulle informazioni che vengono diffuse.

Da Baldino Stagi, addì 13.1.2016

Stazzema_ Buonasera Giuseppe, ti invio solo poche righe per chiedere maggiore precisione sulle informazioni che vengono diffuse. Sul n. 1723 della Libera Cronaca si legge: “Pare che anche i sindaci della Versilia si siano svegliati per scoprire che le lunghe liste di attesa penalizzano la salute dei cittadini che non possono ricorrere al privato”.  Per quello che mi è dato sapere l’articolo apparso sulla “stampa che c’è” parla del sindaco Neri, altri nomi non compaiono. Ribadisco invece come il sindaco Verona abbia sostenuto in Consiglio Comunale la assoluta validità delle riforme messe in atto dalla Regione a scapito della salute dei cittadini. Sempre il solito Verona ha dichiarato come il sistema sia perfettamente funzionante e l’ospedale Versilia sia all’altezza della situazione accusando i componenti di Luce a Stazzema di fare dell’inutile allarmismo quando hanno denunciato una situazione al collasso della sanità versiliese. Qualcuno si sarà accorto certamente che le cose non funzionano ma non si tratta certo del nostro sindaco il quale dorme sonni tranquilli, alla faccia dei cittadini preoccupati e impressionati dall’andamento delle vicende legate alla salute nel nostro territorio. Bisogna convincersi che a Stazzema gli amministratori hanno un termometro speciale per sondare l’umore e sistemi particolari per calmare i bollori dei cittadini, ad esempio hanno avuto il coraggio di inviare lettere sulle estumulazioni e le ingiunzioni di pagamento delle concessioni cimiteriali come auguri di Natale applicando la teoria del “qui da noi è la vera cuccagna, peggio va e più si sta bene”

Il consigliere sempre più orgogliosamente all’opposizione

P.S. Chissà se quei signori cha hanno conferito l’ 80% delle preferenze al Verona cominciano a mordersi le mani quando arrivano le ingiunzioni di pagamento delle concessioni cimiteriali. A Terrinca si usa dire: <<il male cerco un’è mai assai!!! >>  ma credo che sia un proverbio conosciuto anche in altre frazioni. Cari stazzemesi vi saluto !!!

Re: Buonasera Baldino, il sindaco Neri è il presidente della conferenza dei sindaci nella Società della Salute. Pertanto le sue affermazioni rappresentano o dovrebbero rappresentare anche quelle dei primi cittadini. Se poi il presidente della Società della Salute afferma una cosa e un sindaco nel suo ambito comunale un’ altra, noi possiamo solo constatare che nel linguaggio versiliese l’esclamazione salute assume anche il significato di disapprovazione, ossia “ma chi ci crede!” Infatti disapproviamo questa deriva in atto nella USl 12 della Versilia e chi ha taciuto e tace che allungamento delle liste di attesa sono spudoratamente a favore dei privati. E’ una vergogna che gente che si professa di sinistra, una volta comunisti doc, taccia per interesse personale e di gruppo sui gravissimi disagi e sulle mani in tasca che si fanno mettere ai cittadini, soprattutto quelli più poveri. Dopo il parcheggio a pagamento, le lunghe attese per le visite diagnostiche. Un’esca formidabile a favore della sanità privata.

Giuseppe Vezzoni,addì 13.1.2016

^^^^^^^^^^^

Stamani siamo risaliti in biciDSCN3508DSCN3509DSCN3512

Da Giuseppe Vezzoni,addì 13.1.2016

Era dal 18 dicembre che non risalivamo in bici. Da due giorni il forte raffreddore che ci portavamo dietro da Natale e la conseguente spossatezza fisica e mentale che si è aggiunta sembrerebbero rientrati,tanto che stamani, vista la bellissima giornata, abbiamo abbandonato ogni riserva e abbiamo inforcato la bici salendo al sole di Retignano. Qua e là abbiamo intravisto i primi bucaneve, tanto che stamani abbiamo sul serio sentito addosso la primavera, anche se è ancora lontana. Nel salire a Retignano, specialmente l’ultimo chilometro e mezzo dell’ascesa, abbiamo patito un poco la durezza della salita e avvertito il battito del cuore, che un mese fa, essendo più allenati, non sentivamo su questo tipo di pendenze. Giunti al campo sportivo abbiamo tirato diritto fino alla Pollaccia. Poi , facendo il percorso inverso, siamo tornati a Mulina. Due giorni fa non ci passava nella mente di poter fare questo percorso.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...