Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1707 del 20 e 21 dicembre 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1707 del 20 e 21 dicembre 2015

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

Sanità Toscana, Fattori e Sarti (Sì – Toscana a Sinistra): “Il PD si automutila la legge sanitaria per impedire alle opposizioni di esprimersi, per impedire il referendum e per regalare la sanità ai privati”

Toscana_ Il PD si automutila e si autocangura la propria legge di controriforma sanitaria, buttandone un terzo nel cestino. Lo stralcio di 56 articoli della legge è la riprova finale che il vero obiettivo di Renzi e Rossi è annullare il referendum e mantenere in piedi i tagli ai posti letto e al personale sanitario, concentrando il potere decisionale nelle mani di pochi e regalando la sanità ai privati”.

Lo affermano i consiglieri regionali di Sì-Toscana a Sinistra Tommaso Fattori e Paolo Sarti.

Siamo di fronte ad una decisione gravissima – aggiungono – Sì Toscana a Sinistra ha cercato di portare avanti per 4 giorni e 2 nottate una discussione di merito, presentando oltre 50 dei circa 60 emendamenti discussi in aula, ma la maggioranza evita adesso il confronto e impedisce il dibattito su oltre un terzo degli articoli della legge, lasciando in piedi solo la struttura di comando di nomina politica e le enormi strutture burocratiche delle Aree Vaste, oltre che il dispositivo che di fatto intende impedire la celebrazione del referendum abrogativo della legge 28/2015”.

In questi mesi – proseguono – è stato fatto di tutto per fermare il referendum: sono stati opposti ostacoli procedurali pretestuosi e si è scientificamente impedito agli uffici di lavorare per verificare le firme entro il 15 dicembre, come richiesto dal Consiglio regionale con una mozione approvata all’unanimità. Abbiamo ascoltato l’assessore Saccardi irridere i 55mila cittadini che hanno firmato il referendum, pari, ha precisato, alle preferenze dei più votati consiglieri regionali. Questo è il concetto di democrazia del PD? Questa è una triste pagina per la democrazia in questa regione.”

 “Siamo però contenti della presa di coscienza del Presidente Rossi, che finalmente ha riconosciuto il fatto che Sì Toscana a Sinistra rappresenta l’unica forza di sinistra presente in aula, subito dopo aver annunciato che in momenti di crisi è necessario ridurre e tagliare lo stato sociale. Un pensiero tipico della destra, ormai punto di riferimento del partito del Presidente e del tutto in linea con ciò che sta portando avanti il PD: la mortificazione del sistema sanitario regionale e l’apertura ai privati, che coprirà gli spazi da cui il sistema pubblico si sta ritirando, secondo un disegno che realizza i piani della peggiore destra e colpisce i cittadini nei loro diritti fondamentali”.

Dichiarazione audio Fattori https://www.dropbox.com/s/7e5l528vyxquoqn/audio_fattori.m4a?dl=0

Dichiarazione audio Sarti https://www.dropbox.com/s/tdug9ew2qbzcihi/audio_sarti.m4a?dl=0

Dichiarazione video Fattori https://www.dropbox.com/s/rqhs6swim1s7ltf/Video_Fattori.mov?dl=0

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Le soluzioni illusorie del minicrack bancario

Da Massimo Tarabella, addì 19.12.2015

 

Nella banca di paese si entra ancora con un timore reverenziale, di rispettosa osservanza verso l’istituto, e gli impiegati: un po’ come nella farmacia o dal dottore. Tra i clienti c’è ancora chi non lesina doni al direttore: cacciagione o gastronomia nostrana, secondo un atavico dovere di signoraggio. In fondo la banca ha accompagnato le generazioni, fin dall’infanzia. In principio fu il libretto di risparmio; poi con l’aumento del debito venne la stagione fortunata dei Bot (Cct, Btp, Obbligazioni).

Infine, globalizzazione e crisi di crescita hanno mutato le opzioni di risparmio. I tassi son precipitati e il risparmiatore è obbligato ad addentrarsi nel Mare Magnum del capitale di rischio. Del conto corrente non possiamo più fare a meno; mentre al consumatore si intensificano le richieste di maggior educazione finanziaria, informazione e cautela sui prodotti che firma, di legger bene qualsiasi etichetta, nota o postilla a fondo pagina. Queste mi paiono pretese ipocrite: soprattutto dagli anziani che sono gran parte della popolazione. Oggi il risparmiatore che entra in banca per mettere due soldi su un titolo si deve leggere e portare a casa un cumulo di fogli tra contratto, prospetti informativi, deleghe, autorizzazioni, privacy, allegati. Siamo sicuri di aver fatto e di fare maggior trasparenza in questo modo? E sopratutto facilitato la comprensione di ciò che maneggia l’utente finale?

Nella fattispecie del crack (pari all’1% del sistema bancario): siamo sicuri che l’affidamento della gestione dei rimborsi (arbitrato) ad altro organismo (Anac), semplifichi il rimborso?

Stiamo attenti a sfiduciare o screditare istituti come Bankitalia e Consob “perché il momento lo suggerisce”. Così non si fa altro che trasferire sfiducia dal controllato al controllore nel solito scaricabarile; ma per i risparmiatori che rimarranno a secco non sarà certo un altro organo, “terzo e autoritario” a sganciare soldi che non ci sono.

Abbiamo già tutte le regole e le Autorità per gestire queste situazioni, che non star ad inventarne altre. Questa mossa sarà conveniente al premier per togliersi da imbarazzanti riflettori, ma non credo lo sia per l’intero sistema del credito.

Il rapporto di fiducia banca-cliente si rafforza togliendo stratificazioni superflue dalla sua testa.

Solo così capiremo se la banca-madre che si allontana dal risparmiatore ci vuole responsabilizzare, o si vuol deresponsabilizzare.

^^^^^^^^^^^^^^^^

Gli assessori del Comune di Stazzema aprono una pagina di ascolto diretto con i cittadini.

La Giunta: “Insieme si può fare di più e meglio”

Da Michele Morabito, funzionario comune di Stazzema,addì 19.12.2015

Stazzema_ Novità sulla pagina istituzionale del Comune di Stazzema con la possibilità di un contatto diretto con gli assessori attraverso una pagina dedicata in cui vi è la possibilità di parlare direttamente con i membri della Giunta Comunale, segnalare e proporre interventi. Un modo per avvicinarsi al cittadino e migliorare il dialogo con la Comunità e aprirsi a nuove iniziative. L’iniziativa è stata assunta in primo luogo dal Vicesindaco Egidio Pelagatti ed Assessore ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile e poi estesa agli assessori Marco Viviani che si occupa di Pubblica istruzione, Bilancio ed Attività Produttive, Serena Vincenti, responsabile delle Politiche Culturali e Caterina Lorenzoni per il Sociale, oltre che al Presidente del Consiglio Comunale Alessio Tovani, che ha la delega per il settore delicatissimo dell’ambiente. Attraverso un messaggio via mail sarà possibile per tutti mandare foto, segnalare problematiche, rilevare delle criticità ed avere immediatamente una risposta dall’assessore competente o essere indirizzati al tecnico che segue la pratica. Queste pagine non vogliono essere un canale a senso unico: può essere il modo per il cittadino di suggerire interventi, proporre iniziative e partecipare in modo attivo alla vita del proprio comune. Accedendo alle pagine, in alto a destra sul sito internet, si possono leggere le news del settore e inviare comodamente una mail all’assessore che si desidera contattare. Sulla pagina dei Lavori pubblici è possibile anche iscriversi al sistema di allerta meteo predisposto in collaborazione con Anpas per ricevere un sms e una mail in caso di pericoli derivanti dal maltempo.

Queste pagine”, commentano gli amministratori di Stazzema, “vogliono essere uno spazio di collaborazione tra il cittadino e l’Amministrazione e non sostituiscono in alcun modo il rapporto con i paesi ed il territorio in generale. Cercheremo anzi, di migliorare la nostra presenza in tutte le realtà ed in tutti i Paesi del territorio con incontri nei diversi Paesi, momenti di confronto, disponibili a sopralluoghi anche con la presenza dei tecnici se è necessario. Vogliamo con queste pagine fornire informazioni riguardanti i nostri settori di competenza, le novità intervenute, ma soprattutto ricevere stimoli dai cittadini che possono essere i primi ad aiutarci a fare di più e meglio. Non delle pagine a senso unico in cui l’Amministrazione comunica cosa intende fare, ma uno spazio di dialogo: per questo invitiamo tutti alla collaborazione, cittadini, comitati, associazioni,  perché solo uniti e con spirito propositivo possiamo migliorare e valorizzare il nostro territorio che ha bisogno di molto a fronte di poche risorse che sono a disposizione. Insieme, possiamo costruire spazi di collaborazione con il solo obiettivo di fare sempre di più e sempre meglio” .

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

A Seravezza si inaugura un nuovo cinema, apertura il 23 dicembre con  “Amarcord” restauratoda sx ettore neri riccardo pozzi e riccardo biagicinema 2

Le ex Scuderie Granducali della cittadina versiliese diventano una sala cinematografica che ospiterà film per la famiglia e opere d’essai.programmazione per web

Da Ufficio Stampa Fondazione Terre Medicee, Fabrizio Lucarini ,addì 19.12.2015

Seravezza_ Dopo quasi 40 anni la magia del grande schermo torna a Seravezza in Versilia (Lu). Sarà infatti uno dei capolavori del cinema italiano, “Amarcord” di Federico Fellini nella versione restaurata e presentata alla Mostra del Cinema di Venezia, ad inaugurare mercoledì 23 dicembre la nuova sala cinematografica delle Scuderie Granducali di Seravezza. Stamani (sabato per chi legge. NdR) la presentazione dell’evento alla presenza del sindaco di Seravezza Ettore Neri, dell’assessore alla cultura Riccardo Biagi, del direttore della Fondazione Terre Medicee Franco Carli e Riccardo Pozzi di Apuania Cineservice. In un periodo storico che vede, in Italia e in Toscana, la progressiva diminuzione degli spazi culturali e la chiusura di molte sale cinematografiche ecco una questa buona notizia in controtendenza. La nuova sala cinematografica alle Scuderie Granducali avrà 160 posti e sarà gestita da Apuania Cineservice che si è aggiudicata il bando pubblico aperto dalla Fondazione Terre Medicee, che gestisce l’Area Medicea di Seravezza tra cui il Palazzo cinquecentesco dichiarato Patrimonio Unesco. Già negli anni ’70 alle ex Scuderie c’era un cinema chiamato “De’ Costanti”. La programmazione prevede cinema d’essai e per famiglie, con proiezioni e rassegne dedicate, con la collaborazione dell’associazione culturale B-Side. Nei pomeriggi, dal giovedì alla domenica inizio ore 16, film per ragazzi e bambini, la sera dalle 21.15 invece il grande cinema d’autore. L’inaugurazione è prevista proprio a ridosso delle festività natalizie, Mercoledì 23 Dicembre alle 18.30 seguita alle ore 20 dalla prima proiezione ad ingresso gratuito. Si tratta di “Amarcord”, capolavoro di Federico Fellini nella sua versione restaurata dalla Cineteca di Bologna. Inoltre ad arricchire la serata sarà proiettato anche un piccolo cortometraggio di 8 minuti con i provini e scene del film montate da Giuseppe Tornatore. La programmazione proseguirà nei giorni seguenti con l’ultimo film di Alexander Sokurov, “Francofonia” (alle 21.15)  premiato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia e la commedia “Belle e Sebastien – L’avventura  continua” fino al 30 Dicembre (16.30 – 18.30). Per il futuro poi si annunciano importanti collaborazioni per il nuovo cinema versiliese, prevista una rassegna dedicata a Pasolini e una collaborazione con la Mediateca Sistema Toscana oltre ad un sito web dedicato.

L’Area Medicea si dimostra sempre di più un’attrattiva per importanti iniziative culturali  – ha detto il sindaco di Seravezza Ettore Neri – e proprio in questo clima è nata la scommessa di riportare il cinema a Seravezza dopo quasi 40 anni. Questa nuova iniziativa conferma la nostra credibilità e riconoscibilità sul piano della programmazione culturale, un risultato importante per il nostro territorio ma non solo, e lo stiamo facendo  malgrado la diminuzione delle risorse e con i conti a posto, sia per il Comune che la Fondazione Terre Medicee che quest’anno chiuderà il bilancio in positivo”.

Per noi è una grande soddisfazione – ha aggiunto Franco Carli direttore della Fondazione Terre Medicee – perché l’apertura del nuovo cinema corona tutto quello che è stato fatto in questi anni. Un linguaggio quello cinematografico che ben si abbina all’arte delle grandi mostre che organizziamo al Mediceo e al nostro cartellone teatrale che anche quest’anno presenta una stagione di altissimo profilo con spettacoli già tutti esauriti. Una sinergia che darà importanti soddisfazioni”.

La nostra proposta – ha dichiarato Riccardo Pozzi di Apuania Cineservice – punta a film di qualità e attenzione ai bambini e alle famiglie. Non basta il multiplex e la tv, ma ci vuole anche quella luce accesa rappresentata dal cinema sul territorio che presenta film in prima visione, una rassegna o film restaurati. Ci siamo messi in gioco e siamo convinti di ottenere una bella risposta da parte del pubblico”.

Per informazioni, Fondazione Terre Medicee: tel. 0584.757443, e- mail: segreteria@terremedicee.itwww.terremedicee.it

oppure e-mail: cinemascuderie@gmail.com 

Nella foto da sinistra il sindaco Ettore Neri, Fabrizio Saccavino e Riccardo Pozzi di Apuania Cineservice, l’assessore Riccardo Biagi e Mauro Perrella sempre di Apuania

^^^^^^^^^^^^^^^^^

Presentata la lista Patto Civico del candidato sindaco di Seravezza Andrea Giorgi

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

foto 1

Seravezza_ Postiamo alcune foto che ci sono state inviate in merito alla presentazione della lista Patto Civico per le elezioni comunali di Seravezza che è avvenuta ieri presso la Misericordia. La lista Patto Civico è la prima delle tre liste che si contendono la guida del Comune di Seravezza che abbia presentato tutti i candidati consiglieri a sostegno del candidato a sindaco di Seravezza Andrea Giorgi. Tra i candidati consiglieri anche due amministratori che militano nell’attuale maggioranza, fra i quali la presidente del consiglio comunale. Si riconoscono anche l’avv. Paiatto e la geologa Greco.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Auguri e una dedica a Seravezza in haiku

Da Franco Tarabella,addì 20.12.2015

Seravezza_ Ciao, Giuseppe, con l’approssimarsi delle festività natalizie, colgo l’occasione per inviarti, qui di seguito, la poesia, in forma haiku, dedicata con tutto il cuore alla città che mi ha dato i natali: Seravezza.

Nel-lo sta-tua-rio

in-con-tro tra due fiu-mi

è Se-ra-vez-za

Nel ringraziarti, anticipatamente, per l’ospitalità (che auspico vorrai concedermi sul Tuo blog), auguro buone feste a Te, alla Tua famiglia ed a quella allargata della Libera Cronaca.Grazie, a presto. Franco  Tarabella

RE: Franco, contraccambiamo gli Auguri e ci auguriamo che quel ” a presto ” ritrovi forma e voglia per ritornare sul giornale che nonc’è.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Aspettando il Natale 2016DSCN3243

DSCN3254

DSCN3257

Immagini senza commentoDSCN3242

DSCN3245

DSCN3246

DSCN3251

Grazie, Giuseppe, per l’ospitalità. E grazie per aver inserito, dopo la poesia, alcune foto in cui, in allegra compagnia compare, in perfetta forma fisica, oltre a sua moglie Roberta, mio cugino Roberto, con il quale ho trascorso momenti speciali della mia giovinezza, più che fraterni. (Franco Tarabella)

^^^^^^^^^^^^^^^^^

Attenzione:

Abbiamo rinviato all’edizione di domani l’articolo sulla impossibilità di fare presso l’Asl 12 Versilia prenotazioni per l’esame della risonanza magnetica e il pezzo con cui il consigliere Baldino Stagi commenta quanto ha scritto ieri Gabriele Olobardi in merito all’incarico, da gennaio, che l’uscente segretario comunale di Stazzema, Luca Canessa, ricoprirà nel Comune di Alghero.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...