Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1703 del 15 e 16 dicembre 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1703 del 15 e 16 dicembre 2015

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NON INVIEREMO PIU’ IL GIORNALIERO LINK DI LIBERA CRONACA,

IL GIORNALE CHE NON C’E’

COMUNICAZIONE:

A seguito dei ricorrenti disservizi di invio link che riscontriamo da settembre, dal numero 1670 di Libera Cronaca del 2 e 3 novembre 2015 cesserà questa operazione che sicuramente non agevolerà i contatti al blog ma che tuttavia eviterà, da ora in poi, di pensare che a causa della mancata ricezione del link il giornale che non c’è non sia uscito.

Da oggi, chiunque vorrà leggere ciò che sarà quotidianamente pubblicato su Libera Cronaca, non avrà altro che da scrivere su Google Giuseppe Vezzoni o liberacronacachenonce e subito dopo premere il tasto INVIO .

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Occupazione in Italia nel terzo trimestre è aumentata dello 0,4%, in Europa 0,3%

L’Eurostat ha comunicato che negli ultimi tre mesi il dato occupazionale italiano è cresciuto di più della media dei 19 paesi dell’area euro (+ 0,3%) ma meno su anno, registrando rispettivamente un +0,4% da luglio a settembre 2015 e un +0,9% da settembre 2014. Nei 28 paesi dell’Europa, il tasso occupazionale è aumentato dello 0,4% rispetto al secondo trimestre e dell’1,1% su anno.

^^^^^^^^^^^^^^^

Il Pd corregge Neri

Da Francesco Speroni, addetto stampa IDEE COMUNI,addì 15.12.2015

Seravezza_ Il sindaco Ettore Neri ha costretto a scendere in campo Giuseppe Giannini, segretario dell’Unione comunale del PD che, col pretesto di attaccare Idee Comuni e Riccardo Cavirani, in realtà cerca di ricondurre nell’alveo della civiltà politica la sciagurata uscita di Neri di pochi giorni fa.

Tentativo nobile, ma tardivo.

Quando nacque, la Fondazione Terre Medicee fu affidata proprio da Neri e dall’allora assessore alla cultura Franco Carli all’ex sindaco di Pietrasanta Manrico Nicolai. Oggi l’assessore Biagi si sveglia e ci racconta che i debiti della Fondazione sono da imputarsi proprio a Nicolai, ma nessuno di lorsignori si sogna di mormorare qualche parolina di scusa per quella scelta infelice.

E soprattutto – fatto ancor più grave – si disconoscono di fatto i meriti di coloro che per primi – senza bisogno di nessuna Fondazione ma con la sola forza dell’assessorato alla Cultura – hanno reso il nostro bellissimo Palazzo Mediceo così importante: alludo ai vari Paolicchi, Marcucci, Dei, Salvatori, Andreazzini, Gierut e tanti altri importanti funzionari, critici d’arte, curatori e dipendenti comunali che hanno portato competenza, passione e professionalità nell’organizzare eventi di prima qualità, consacrando il Mediceo come centro culturale universalmente riconosciuto.
Nessuna volontà di chiudere il Mediceo – ribadisce Cavirani – ma di rendere la Fondazione migliore, più trasparente ed efficiente. Se il PD non lo capisce, è in malafede e mistifica la realtà. Ma non c’è da meravigliarsi visto che fino ad oggi le forze di opposizione sono state estromesse da qualsiasi tentativo di portare un contributo fattivo ai bilanci sgangherati di una Fondazione completamente scollegata dal resto di Seravezza e che non ha ancora portato benefici ai negozi del centro, peraltro già danneggiati dalla nuova piazza Carducci. Ma questa è un altra storia…

^^^^^^^^^^^^^^^^^

Cimitero di Seravezza, Opere di restauro – Sponsor nostrani

Da Vittorio Tarabella 15.12.2015

Pubblichiamo il testo del nuovo volantino che il geom. Vittorio Tarabella ha diffuso stasera presso l’opinione pubblica di Seravezza. La vicenda prende il via un anno fa, la conclusione “ “Un colpo …. ai morti ed uno ai vivi…… ma disabili ” reca la data di oggi, addì 15.12.2015.

Per eventuali repliche vale quanto il blog riporta in testata.

Seravezza_ Il difetto di non chiamarsi Henraux. Questa volta tratterò l’argomento unicamente rendendo pubbliche una serie di mail intercorse tra me ed il Sindaco Neri per attuare opere di restauro all’interno del camposanto locale, a spese di quattro cittadini nati in loco che nell’insieme si dichiararono disposti ad autotassarsi per un importo complessivo di 20.000 Euro, pari a quanto speso per realizzare quell’obbrobrio di vialetti sul prato mediceo.-

Data: 21.10.2014 Ore: 19:24 Da: Tarabella Vittorio A: Sindaco di Seravezza

Caro Ettore Questa mattina sono entrato nel cimitero di Seravezza per opere di manutenzione alla tomba di famiglia di mia moglie ed ho incontrato alcuni compaesani che hanno esternalizzato il loro dispiacere per lo stato di degrado in cui, a loro dire, versa il cimitero del Capoluogo. Francamente non sono uso ad andare al cimitero con frequenza e dopo la segnalazione mi sono voluto sincerare facendo un giro all’interno.- Ebbene, credo che abbiano ragione ! Ho approfittato per scattare alcune foto, (che portento i cellulari di oggi), per potertele mandare con mie didascalie esplicative.- Provvedere alla manutenzione dovrebbe essere dovere di ogni amministratore, passato, presente e futuro; ora tocca a te.- Cordiali saluti.- Vittorio (geom. Tarabella)

Data: 06.11.2014 Ore: 21:34 Da: Tarabella Vittorio A: Sidaco di Seravezza

Caro Ettore, il 2 u.s., in occasione della visita al Cimitero di Seravezza, ho incontrato alcuni compaesani che si lamentavano delle condizioni di manutenzione in cui versa.- Dopo aver ricercato le cause sia nel disinteresse degli amministratori quanto della carenza di fondi di cui questi dispongono, ho avanzato una proposta: perché non facciamo qualche cosa NOI senza attendere l’intervento pubblico ? Ad un iniziale scetticismo è subentrato un moderato consenso fino all’accettazione della proposta, alla condizioni di non essere invischiati in pratiche burocratiche lunghe e snervanti.- Più o meno la decisione finale è stata questa: non vogliamo nessuna forma di pubblicità della nostra iniziativa e tanto meno la divulgazione dei finanziatori; se occorrerà la firma di qualcuno di loro, questa sarà la mia ché ho avuto l’dea; • l’oggetto dell’intervento saranno i vialetti del primo campo del cimitero da ripavimentare con realizzazione di un fognatura centrale grigliata di scarico delle acque di superficie, sempre che ci sia un collettore finale; • realizzazione di cordonati laterali ai vialetti; • verniciatura della ringhiera interna alla galleria dei loculi; • progettazione capitolato e pratica edilizia a carico del comune; • richiesta a nostra cura di preventivi a ditte edili di nostra conoscenza sulla base di un dettagliato capitolato al fine di individuare la migliore offerta; • verifica dell’entità dei lavori da effettuare sulla base delle disponibilità economiche che ciascuno intende offrire; • assegnazione dei lavori a ditta di nostra fiducia in regola con le norme di legge; • nostra sorveglianza affinché le opere siano eseguite in conformità al capitolato; • pagamento dell’impresa direttamente di nostra tasca nei modi e termini di legge.- E’ stato deciso di ritrovarci dopo che l’Amministrazione che dirigi avrà dato il proprio benestare; per questo mi sono assunto l’incarico di notificarti questa mail propositiva.- Restiamo in attesa di risposta.- Saluti Vittorio (geom) Tarabella

Data: 10.11.2014 Ore: 11:51 Da: Sindaco di Seravezza A: Tarabella Vittorio Buongiorno Vittorio, ti ringrazio per la proposta. La giro immediatamente ai nostri uffici. Ci sentiamo presto Grazie Ettore

Data: 16.11.2014 Ore: 16:58 Da: Tarabella Vittorio A: Sindaco di Seravezza

Caro Ettore, questa mattina mi sono incontrato con i compagni di cordata, cofinanziatori di alcune opere di restauro nel cimitero di Seravezza; ovviamente hanno voluto essere aggiornati sull’esito della nostra proposta e quando ho riferito che dopo il passaggio della mia mail agli uffici del comune non è avvenuto nient’altro si sono letteralmente incazzati.- Ma come ? Il Comune non ha i soldi per sostituire una lampadina e cincischia nel farci sapere se possiamo intervenire direttamente spendendo i nostri soldi a favore della collettività ? Si legge sulla stampa che altrove i genitori possono tinteggiare le scuole, tagliare i prati fare manutenzione ai giardini, e qui a Seravezza esitano perfino a darci una risposta ? Questo il sunto, edulcorato, di quanto hanno detto; poi è stato sufficiente un “basta, io non sono più d’accordo” che anche gli altri due hanno ritirato la loro disponibilità; così sono rimasto solo a sostenere l’impresa ed ad ascoltare “te l’avevo detto; ti illudevi; non ci ho mai creduto; avrebbero dovuto mangiare la foglia; neanche a mettergli quasi 20 mila Euro su un piatto d’argento sono in grado di spenderli; ma lo stipendio non se lo fanno scappare … e neppure gli incentivi; ecc. ecc.”.- Li ho invitati ad attendere almeno un paio di giorni, il tempo necessario per ricontattare l’Amministrazione, ma non c’è stato niente da fare; quello trascorso, secondo loro, è stato più che sufficiente perché il Comune dicesse SI o NO.- “E semmai non ci venire a ricercare per queste cose…. !) Ovviamente non si attendevano medaglie ed anzi volevano agire nell’anonimato; però si sono sentiti snobbati, e per quanto ho capito, feriti nell’orgoglio.- Mi dispiace ! E’ tutto finito ancor prima di cominciare; però, mi domando, cosa attendevano gli uffici per dare una risposta ? Bastava un OK, parliamone, andiamo a vedere; poi potevano prendersi un po’ di tempo per la progettazione ed i permessi; io avrei chiesto la disponibilità di qualche impresa di fiducia, raccolto i loro preventivi, e tutto sarebbe filato liscio.- Comunque, io non mi tiro indietro; ovviamente da solo non sarò in grado di far eseguire opere di grande impatto visivo, saranno poche ma sicuramente utili ai visitatori del cimitero.- Che mi devo attendere ? Vittorio

Data: 17.11.2014 Ore: 10:08 Da: Sindaco di Seravezza A: Tarabella Vittorio Roberto Orsini Giuliano Bartelletti

Caro Vittorio, evidentemente i tuoi compagni di cordata sono persone di “poca fede” o poco propensi a mantenere i buoni propositi. Oppure la loro disponibilità era solo una “sparata”, così tanto per dire; o forse ancora qualcuno di loro ha saputo per vie traverse che la Giunta Municipale mercoledì scorso ha approvato la vostra proposta e dato mandato all’ufficio di avviare i contatti e le pratiche con voi e, per questo, si è tirato fuori appena in tempo per non vedersi costretto a mantenere gli impegni. Comunque sia, saranno affari loro. Il resto dei discorsi, francamente, non li commento perché ho abbastanza stima di me per abbassarmi a commentare tali volgarità. Apprezzo la tua volontà di proseguire nel progetto. L’Assessore al Patrimonio e il responsabile dei Lavori Pubblici, che leggono per conoscenza, saranno certamente in grado di fissarti un appuntamento in tempi brevi. Cari Saluti Ettore Neri

Data: 17.11.2014 Ore: 12:59 Da: Tarabella Vittorio A: Sindaco di Seravezza

OK. Resto a disposizione per prendere accordi.- Quanto ai compagni di cordata, sono persone che ben conosci, Seravezzini da capo ai piedi, persone stimate in paese e corrette che mantengono i loro impegni; su un punto hai ragione: sono di poca fede, nel senso che individuano nella burocrazia l’origine di tutto quanto può o poteva essere fatto e così non è o non è stato.- Non sapevo della decisione di giunta e non credevo neppure che ne dovesse discutere dal momento che hai passato direttamente la mia mail agli uffici, da me intesi come LL.PP; forse se fossi stato avvertito ed avessi potuto riferire ciò ieri mattina le cose sarebbero andate diversamente. Confermo la mia disponibilità e spero in una buona e sollecita collaborazione tenendo presente che a caval donato non si guarda in bocca.- Ciao Vittorio

Data: 18.11.2014 Ore: 21:17 Da: Tarabella Vittorio A: Roberto Orsini Giuliano Bartelletti

In riferimento alla mail inviataLe dal Sindaco in merito alla mia proposta di finanziare alcuni lavori di manutenzione all’interno del cimitero di Seravezza, alle condizioni a Lui espresse nella mia mail del 16 u.s., La informo che il giorno 6 gennaio prossimo mi assenterò dall’Italia fino alla fine di marzo.- Se ritiene che dando impulso alle procedure di Sua competenza si riuscirà quantificare, descrivere, appaltare ed ul- timare i lavori prima della mia partenza, bene, altrimenti tanto vale rimandare a primavera, con la mia speranza di godere delle stesse condizioni fisiche ed economiche attuali.- geom. Tarabella

Data: 24.11.2014 Ore: 15:23 Da: Roberto Orsini A: Tarabella Vittorio Sindaco di Seravezza Giuliano Bartelletti

Gent.le Geom. Tarabella Le confermo che questa Amministrazione ha accolto favorevolmente la Sua proposta anche se rivista nei contenuti , inoltre dopo il sopralluogo congiunto effettuato la scorsa settimana Le confermo che è intenzione autorizzarla all’esecuzione dei lavori come concordato non appena ci fornirà il nominativo della ditta incaricata. La ringrazio anche a nome dell’Amministrazione Comunale Distinti Saluti

Data: 24.11.2014 Ore: 18:43 Da: Tarabella Vittorio A: Roberto Orsini

Dopo il nostro sopralluogo ne ho effettuati altri con verniciatori e fabbri per illustrare i lavori da fare e richiedere preventivi di spesa.- Attendo i risultati e poi comunicherò il nominativo della ditta che mi dà maggiore fiducia e proporrà la migliore offerta.- Saluti. Tarabella

Data: 09.12.2014 Ore: 14:47 Da: Tarabella Vittorio A: Sindaco di Seravezza Roberto Orsini

Invio questa mail per aggiornare sull’avanzamento della mia iniziativa: ho reperito dei preventivi di massima tanto da ditte di verniciatura quanto della lavorazione in ferro, dopo aver fatto dei sopralluoghi congiunti spiegando in loco la consistenza e caratteristiche dei lavori che ho deciso di finanziare.- Verificato che il totale dei preventivi rientra nella somma che mi ero proposto di spendere, sto predisponendo un capitolato per ogni singolo lavoro in modo da impegnare i fornitori sia sulla quantità che sulla qualità; ne invierò copia all’ing. Orsini per un suo benestare dopodiché formalizzerò l’ordinativo.- Dato l’approssimarsi della mia partenza, (6 gennaio), la posa in opera non avverrà fino al mio ritorno (primi di aprile).- Saluti.- geom. Tarabella

Data: 19.12.2014 Ore: 10:40 Da: Tarabella Vittorio A: Sindaco di Seravezza

Caro Ettore, da tempo io e mia moglie attendiamo dal Comune risposte a precise istanze di visura e copia di documenti o rimborso spese per contributi percepiti in eccedenza.- Dopo varie sollecitazioni e messa in mora non siamo ancora riusciti ad avere rispetto per i nostri diritti tanto che lunedì prossimo dovremo dare incarico al nostro legale di procedere giudizialmente contro il Comune che amministri.- Ciò si pone in antitesi col mio proposito di accollarmi oneri di pertinenza dell’Amministrazione comunale, e quindi, sia pure con rammarico, ritiro l’offerta.- Cordiali saluti Vittorio Tarabella

Data: 19.12.2014 Ore: 15:13 Da: Sindaco di Seravezza A: Tarabella Vittorio Puoi indicarmi i dettagli ?

Data: 19.12.2014 Ore: 22:48 Da: Tarabella Vittorio A: Sindaco di Seravezza UFFICIO ANAGRAFE – SERVIZI CIMITERIALI – omissis – – UFFICIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA – omissis – • 16 ott. – con nota protocollata al n. 21379 chiesi all’Ufficio Urbanistica di visionare ed avere copia non soltanto della mia nota di denuncia di illegittima costruzione della strada, protocollata il 29.10.2001, al n. 25506, classificata 10-2-3, assegnata all’Ufficio Urbanistica, ma anche “di tutta quanta la documentazione nascente e conseguente a tale succitata nota “.- La domanda fu giustificata “ ai sensi dell’art. 24 della Legge 241/1990, la copia dei documenti richiesti ci sono necessari per accertare quali provvedimenti furono assunti da Codesta Autorità Amministrativa e quali prescrizioni siano state impartite ai proprietari dell’area interesse dalla suddetta strada ed alla impresa costruttrice, dal momento che dal rispetto o meno di tali prescrizioni nasce la salvaguardia da frane e smottamenti e la sicurezza abitativa dell’immobile in cui la signora Belli Deanna ha la propria residenza”.- • 29 ott.- pongo al protocollo comunale una nota di sollecito alla mia del 28 agosto.- • 19 dic. – attendo ancora le risposte alle richieste del 28 agosto e 16 ottobre.-

Data: 20.12.2014 Ore: 11:37 Da: Sindaco di Seravezza A: Tarabella

Vittorio ok la giro agli uffici e sento cosa dicono grazie Ettore

Data: 20.12.2014 Ore: 14:17 Da: Tarabella Vittorio A: Sindaco di Seravezza

Avrei piacere di conoscere anch’io cosa hanno da dire, per cui se ti rispondessero per scritto avresti modo di girarmi la versione originale Alla data odierna non ho ancora ricevuto dal comune la documentazione che ho richiesto e che conserva il Responsabile dell’Ufficio Urbanistica, arch. Tenerini, che il Sindaco di Pietrasanta, Mallegni, ha dichiarato pubblicamente di voler mandare via in caso di vittoria del suo partito alle elezioni dell’anno prossimo.- Da notare che con la mail del 19 dicembre ho segnalato al Sindaco l’inadempienza da parte di due uffici; uno, dietro segnalazione del Sindaco ha provveduto immediatamente a fare quanto di competenza; l’arch. Tenerini, invece, portato dl Sindaco sul palmo della mano, non ci pensa neppure a fare il suo dovere e consegnare i documenti richiesti; e neppure ti risponde.- Non mi interesso di politica dalla quale mi sono distaccato nel 1973; non partecipo ad alcuna riunione di rossi, verdi o turchini, non vado neppure più a votare da anni alle politiche, ma sono impaziente di leggere i risultati che otterrà la compagine di Mallegni, e se successivamente, il Palazzo Mediceo divenuto terra di confino, fino alla morte, per architetti caduti in disgrazia politica, accoglierà un nuovo elemento.- Mi dispiace che una iniziativa, nata bene, sia naufragata per l’inerzia di chi avrebbe dovuto prendere e comunicare il consenso al volo invece di crogiolarsi; poteva aprire una strada nuova: la collaborazione dei cittadini nella risoluzione di endemici problemi di manutenzione del patrimonio pubblico.

– UN COLPO …. AI MORTI ED UNO AI VIVI………………. MA DISABILI

Mi è venuto nelle mani un articolo pubblicato su Versiliatoday del 28.08.2013, ore 20:15 con quale si dava notizia che il Sindaco di Seravezza Neri, informato da “un Educatore di una Cooperativa Sociale che fu testimone di un grave disservizio occorso nel comune di Seravezza ad un utente disabile che si accingeva ad utilizzare la rete di trasporto pubblico scrisse a CCT Nord e Vaibus per “rappresentare il disagio dei cittadini con diversa abilità che vogliono muoversi utilizzando il trasporto pubblico locale”.- Si legge ancora: “Il Sindaco Neri, venuto a conoscenza dei fatti e della situazione, ha dunque personalmente scritto all’Azienda chiedendo di ottenere specifici chiarimenti nonché al contempo verificare se sia possibile avere sul territorio del nostro Comune almeno un fermata abilitata per l’utilizzo da parte di utenti disabili in carrozzina”.- Era forse convinto che con una sola fermata avrebbe risolto il problema ? E dove la voleva ? Con quella lettera voleva farsi paladino dei disabili agli occhi della gente, dopo aver creato barriere architettoniche in tutto il territorio comunale con ripetuti ostacoli sui marciapiedi pedonali di nuova costruzione ? Dopo il volantino che misi in circolazione nel 2011 – (ed anche nei giorni scorsi) – ove trattavo dei numerosi ostacoli opposti ai disabili, non ha eseguito alcuna opera di modifica per rimuoverli; con ciò dimostra quanta attenzione ha per i suoi concittadini meno dotati negli spostamenti.- Comunque la sua lettera al CCT Nord e Vaibus ha ottenuto gli stessi risultati della mia inviata per chiedere copia dei documenti all’arch. Tenerini; siamo stati considerati meno che ZERO.-

geom. VITTORIO TARABELLA CAPEZZANO PIANORE 12.12.2015 – Redatto, stampato e distribuito in proprio

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Domani le ultime correzioni alla bozza della prossima pubblicazione di Giuseppe VezzoniLibro Tra le pieghe della sreage nazifascista di Sant'Anna di Stazzema 001

Da Libera Cronaca,addì 15.12.2015

Domani mattina saranno effettuate le ultime integrazioni e correzioni al prossimo libro Tra le pieghe della strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema nel settantesimo della Liberazione, il lavoro-inchiesta con cui Giuseppe Vezzoni ha partecipato al Premio Verità-Giustizia Franco Giustolisi. La pubblicazione ha inteso impedire che i cittadini- lettori siano privati di questa ulteriore indagine che l’autore versiliese ha compiuto sui fatti inerenti all’eccidio del 12 agosto 1944. Il libro dovrebbe essere presentato a ridosso del Giorno della Memoria 2016. Stiamo lavorando per questa data. Il nuovo lavoro avrà una tiratura limitata ed alcune copie sono già state prenotate. Il giorno della presentazione sarà pertanto l’occasione adatta per acquistarlo poiché sarà distribuito solo in poche librerie della Versilia. La copertina non avrà il fondo rosso come invece appare sul facsimile della bozza che è già stata diffusa su Libera Cronaca. La pubblicazione non si avvale di patrocini né di contributi pubblici, così come è stato per la quasi totalità delle pubblicazioni scritte dall’autore. C’è stato invece un aiuto economico erogato da due privati. Il libro è dedicato al superstite Angiolo Berretti, la “voce fuori dal coro” della memoria di Sant’Anna ed ospiterà il testo “Ciao,nonno “, un breve ricordo scritto dalla nipote Romina Berretti.  

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Elisabetta Salvatori in La Bella di Nulla

28 dicembre alle Scuderie Medicee di Seravezza la rappresentazione teatrale

Da Fondazione Terre Medicee,addì 15.12.2015338

Seravezza_ La Bella di Nulla di e con Elisabetta Salvatori: Matteo Ceramelli, violino, chitarra. Per mantenersi la sera raccontava storie, facendo della sua casa un teatro. L’allestimento scenico prevede una semplice quadratura nera e l’utilizzo di illuminotecnica convenzionale basata sulle tonalità calde delle luci a incandescenza. Durata spettacolo: 70 minuti circa.

Il racconto della vita di Giuseppina Silvestri, nata in Versilia nel 1881; una donna con capacità comunicative sorprendenti che è rimasta indelebile nella memoria di chi l’ha conosciuta. Vero e proprio ‘personaggio’ per la sua epoca, ed ancora oggi figura modernissima: giovane vedova, rimasta sola con due figli, coi pochi soldi che aveva comprò un revolver per difendersi ed un grammofono per ascoltare la musica. Per mantenersi la sera raccontava storie, facendo della sua casa un teatro, la gente andava da lei per sentirla improvvisare racconti diversi a seconda del tema richiesto dal pubblico. La Bella di Nulla è la bisnonna paterna dell’autrice.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Pedalata odierna: Mulina, Iacco, Colle Piano di Retignano, Piazza al Canale di Levigliani, Terrinca, La Costa, Il Villaggio, Galleria del Cipollaio, Iacco, Mulina.DSCN3214DSCN3216

Da Giuseppe Vezzoni,addì 15.12.2015

Se ce l’avessero detto non ci avremmo creduto che stamani potessimo fare questa pedalata niente male, con quasi 16 chilometri di salita, uscendo e rientrando dalla Sp.10 per Arni. Da Grotta Nera al Cipollaio abbiamo incontrato anche una leggera pioggerellina, mentre, ritornando a Iacco, solo dopo il bivio di Retignano abbiamo trovato la strada quasi asciutta. La discesa ci ha impegnato assai per il timore di non distinguere sul bagnato eventuali presenze d’olio sull’asfalto. Una situazione, questa, che quando piove leggermente rende la discesa della via d’Arni alquanto pericolosa, poiché, oltre alle perdite d’olio che rilasciano i camion, ci sono molti rettifili che inducono a scendere veloci.DSCN3220

DSCN3221

Siamo restati sorpresi che il 15 dicembre, dopo la diminuzione dei chilometri giornalieri che contrassegnano le uscite nella brutta stagione, avessimo in serbo l’energia per fare senza soverchie difficoltà e con ritmo sostenuto una pedalata come quella di stamani. I tratti bivio per Retignano Colle Piano (circa 2,5 km), bivio per Levigliani Piazza al Canale (circa 800 m) Piazza di Terrinca La Costa- Il Villaggio (circa 2 km) sono salite niente male se ad esse poi si aggiungono gli 11 chilometri di salita su 13 che facendo le tre deviazioni comunque si devono coprire.DSCN3223DSCN3224

Giuriamo che stamani non c’è sfiorato minimamente di andare verso i 67 anni, per nulla intimoriti di pedalare soli come cristi in ambiti territoriali montani in cui nei giorni feriali non vediamo anima viva di ciclisti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...