Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1677 dell’11 e 12 novembre 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1677 dell’11 e 12 novembre 2015

Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

# Non si può condannare la parola

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare. Evitiamo le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc.. Precisato ciò, il blog liberacroanacachenonce non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NON INVIEREMO PIU’ IL GIORNALIERO LINK DI LIBERA CRONACA,

IL GIORNALE CHE NON C’E’

COMUNICAZIONE:

A seguito dei ricorrenti disservizi di invio link che riscontriamo da settembre, dal numero 1670 di Libera Cronaca del 2 e 3 novembre 2015 cesserà questa operazione che sicuramente non agevolerà i contatti al blog ma che tuttavia eviterà, da ora in poi, di pensare che a causa della mancata ricezione del link il giornale che non c’è non sia uscito.

Da oggi, chiunque vorrà leggere ciò che sarà quotidianamente pubblicato su Libera Cronaca, non avrà altro che da scrivere su Google Giuseppe Vezzoni o liberacronacachenonce e subito dopo premere il tasto INVIO .

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Unicredit nei prossimi tre anni taglierà quasi 7.000 posti di lavoro

Il più grande gruppo bancario italiano taglierà entro il 2018 quasi 7.000 posti di lavoro in Italia Spariranno 800 filiali tra Italia e l’Europa, mentre il numero complessivo degli esuberi sarà 18.200.

^^^^^^^^^^^^^^^

Latte e olio nel paese che siamo diventati

In Italia si urla giustamente di stare attenti al latte fuori confine, al rischio di consumare prodotti realizzati con quello in polvere e si invitano i consumatori ad acquistare il latte e prodotti derivati italiani. Poi scopriamo che i consumatori potrebbero essere stati frodati nell’acquisto dell’olio extravergine di marchi che sono storicamente considerati il made in Italy dell’olio. L’olio, stando alla denuncia che il procuratore Guarinello fatta anche al Ministero delle politiche agricole era di categoria “2”, ossia semplice olio vergine, meno pregiato e soprattutto meno costoso. Se l’accusa di frode perpetrata alle spalle e a danno dei consumatori sarà provata , torna in mente l’ammonimento evangelico ” scagli la prima pietra chi non ha peccato”. Non dimentichiamo che gli oli sotto inchiesta per contraffazione sono prodotti in Toscana, Abruzzo e Liguria.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Il Comune di Stazzema ha il massimo punteggio per la Bussola della Trasparenza

Il Sindaco: “Lavoriamo con piena trasparenza per i cittadini”

Stazzema_ Il Comune di Stazzema con gli ultimi aggiornamenti risulta soddisfare tutti i requisiti della trasparenza amministrativa previsti dal Decreto Legislativo 33/2013 con un punteggio di 67 su 67 della “Bussola della Trasparenza”. Si tratta di un controllo non solo formale, ma anche di merito in quanto il Comune ha da sempre ottemperato al Decreto Legislativo che ha ribaltato il rapporto tra cittadino ed Ente pubblico, per cui l’’Ente è tenuto a pubblicare tutto ciò che attiene atti, delibere, personale, i vari aspetti del Comune e degli amministratori che sono chiamati a guidare la Comunità. In più è stato introdotto il principio dell’accesso civico per cui il cittadino viene considerato sempre parte in causa per quanto attiene gli atti del Comune e non dive dimostrare il proprio interesse in una pratica per avervi accesso. Allo scopo esiste anche un apposito percorso per richiedere informazioni, come specificato nella sezione Altri Contenuti dell’Amministrazione Trasparente, attraverso l’indirizzo di posta elettronica accessocivico@comune.stazzema.lu.it .

Sin dal 2013 il nostro Comune si è adeguato alla normativa”, commenta il Sindaco Maurizio Verona, “e condivide il principio della trasparenza e il diritto del cittadino ad avere tutte le informazioni sulla vita amministrativa e su come le proprie risorse divengono servizi per la cittadinanza. L’adeguamento del sito è una azione che comporta un impegno costante per il nostro personale e uno sforzo che è necessario per rispondere alla normativa, ma soprattutto ad un principio che questa amministrazione condivide e porta avanti. Questo non è un risultato, ma il passaggio di un percorso che continuerà anche per i prossimi anni”.

^^^^^^^^^^^^^

Nasce “Il Battito”: tutte le notizie del centrodestra in Toscana

Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia presentano l’iniziativa in Consiglio regionale. Il direttore Fantozzi: Libero, volontario e senza padroni: saremo punto di riferimento e formeremo gli amministratori”

Da Ufficio stampa Fdi Toscana, Duccio Tronci,addì 11.11.2015

Toscana_ Un nuovo giornale online che attraverso la diffusione delle iniziative del centrodestra dia un contributo al pluralismo dell’informazione in Toscana, con l’ambizione di diventare punto di riferimento dell’area politica. E’ questo l’obiettivo de “Il Battito – La voce dei diversamente toscani” (www.ilbattito.info), la nuova testata giornalistica che nasce per iniziativa di un gruppo di volontari del mondo del centrodestra, “senza padrini né padroni”, come sottolineano il direttore editoriale e sindaco di Montecarlo (Lucca) Vittorio Fantozzi, ed il direttore responsabile Mauro Celli. Il nuovo organo di informazione, che in futuro avrà anche uscite periodiche cartacee, è composto da una redazione aperta di circa venti collaboratori, tutti amministratori locali e volontari. La testata, che ha scelto di non avere finanziamenti di alcuna natura, prende spunto e ispirazione e da quella che definisce la migliore tradizione giornalistica toscana, quella di Giuseppe Prezzolini, Giovanni Papini, Curzio Malaparte, Indro Montanelli, Oriana Fallaci”.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Consiglio regionale della Toscana con partecipazione di Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, Manuel Vescovi ed Elisa Montemagni per la Lega Nord, oltre al sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi. Non ha potuto partecipare per improrogabili impegni Stefano Mugnai di Forza Italia. “Vogliamo contribuire concretamente all’aggregazione dell’unica area alternativa al Partito Democratico attraverso la rinascita politica del centrodestra toscano ed italiano – hanno spiegato Fantozzi e Celli – in questa prima fase “Il Battito” vuol far conosce l’impegno e l’attività nelle istituzioni e nelle società Toscana del espressione partitiche e civiche del centrodestra, siano esse sui banchi di maggioranza o di minoranza. Ci proponiamo di mettere in evidenza i limiti del diffuso malgoverno della sinistra Toscana. Il nuovo organo d’informazione vuole anche contribuire alla formazione degli amministratori del centrodestra, attraverso un costante rapporto con il cittadino e il territorio”. Il sito web è pensato per essere fruibile su smartphone e tablet, oltre che dal pc.

“E’ un’iniziativa che si colloca nel progetto di unità del centrodestra, un’occasione importante per dare voce alle iniziative del centrodestra che si sta contrapponendo alle politiche del Partito democratico”, ha sottolineato il capogruppo di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli. “Abbiamo problemi a dare risalto alle nostre iniziative, produciamo molto ma è difficile dare risalto a ciò che facciamo in Regione – ha aggiunto il capogruppo della Lega Nord Manuel Vescovi – questo è certamente uno strumento che può aiutarci”.Nel territorio lucchese, dove ha sede la testata ci sono grosse difficoltà per chi non si allinea”, ha fatto notare la consigliera della Lega Nord eletta a Lucca Elisa Montemagni”.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Carica di presidenza indebita all‘ente Unione dei Comuni Versilia?

Seravezza_ Con un volantino datato Capezzano Pianore 9.11.2015, redatto, stampato e distribuito in proprio al pubblico dal geom. Vittorio Tarabella, si pone all’attenzione dell’opinione pubblica il fatto che il sindaco di Camaiore, Del Dotto, occuperebbe indebitamente la carica di presidente dell’Unione dei Comuni “Versilia”. Con quattro pagine ben articolate, Tarabella prospetta l’ipotesi che per eleggere il sindaco di Camaiore alla presidenza dell’ente potremmo essere di fronte ad una forzatura dello Statuto dell’Unione dei Comuni Versilia e che, stando ad esso, la carica spettava al sindaco di Stazzema, il primo cittadino del comune con un minor numero di abitanti fra i sei che hanno aderito all’ente, ossia Stazzema, Seravezza, Pietrasanta, Forte dei Marmi, Massarosa e Camaiore.

Il geom. Vittorio Tarabella contesta che la rinuncia alla carica dei primi cittadini di Stazzema, Seravezza, Pietrasanta, Forte dei Marmi e Massarosa possa essere avvenuta senza il passaggio di rinuncia che doveva perlomeno formalizzarsi nei rispettivi consigli comunali e rileva che lo Statuto non contempli affatto la rinuncia ma altresì l’obbligatorietà alla carica di presidente, che a turno i primi cittadini devono assumere, iniziando quello che amministra il comune con meno abitanti e poi a seguire rispettando questo criterio. Poiché il sindaco Del Dotto amministra il comune di Camaiore, quello che fra i sei comuni ha il maggior numero di abitanti, per il geom. Tarabella, stando allo statuto, avrebbe dovuto ricoprire la carica per ultimo. Tarabella si chiede e chiede se tutto ciò sia legale e se per tale fatto siamo di fronte ad una situazione di “tutti consenzienti o tutti addormentati? A parere dell’estensore del volantino, tutto ciò sarebbe avvenuto per realizzare una strategia politico-amministrativa a livello della Versilia.

Il geom. Tarabella conclude, sibillino: Ve lo dirò nel prossimo messaggio ed aggiungerò ben altro.

Invitiamo il geom. Vittorio Tarabella o chi per esso a inviarci il file del suo sostanzioso argomentare, giacché, con il succinto fatto temiamo di non aver riportato convenientemente il suo puntuale ragionamento

Se non cadiamo in un madornale errore di omonimia, il geometra Vittorio Tarabella è il professionista che nel 2010 sollevò degli interrogativi sul rapporto Comune di Seravezza e ditta Henraux, con una possibile connessione tra la cava delle Cervaiole e i marmi per la sistemazione di Piazza Carducci. La sua critica non piacque e fu denunciato dall’amministrazione di Seravezza del sindaco Neri per diffamazione con richiesta di 100mila euro di risarcimento per il danno procurato alla onorabilità degli amministratori. Il giudice, nel 2013, decise il non luogo a procedere e di assolvere il professionista perché aveva esercitato il diritto di critica.

Abbiamo ricordato questo antefatto per sottolineare che il professionista_ dovrebbe avere sui 75 anni_ non è uno sprovveduto e pertanto c’è da attendere con viva attenzione il secondo messaggio.

NB: Il volantino lo abbiamo trovato in un luogo pubblico di Seravezza. Dei molti diffusi, era l’ultimo rimasto.

^^^^^^^^^^^^^

Il VolantinoVolantino geom. Tarabella 001

Mi è stato riferito che questa mattina gli è stato consegnata una copia del mio intervento scritto sull’elezione del Sindaco di Camaiore a Presidente dell’Unione dei Comuni Versilia, depositato nell’edicola di Via Roma a Seravezza a disposizione di tutti; è stato anche rilevato il Suo interesse ad una copia in file per la pubblicazione sul suo “liberacronacachenonce”; provvedo volentieri allegandolo alla presente.- Cordiali saluti.-Tarabella Vittorio,11.11.2015 (NB. Il file del volantino c’ è pervenuto stasera quando noi avevamo già scritto. Repetita juvant a capire meglio)

Il sindaco di Camaiore, Del Dotto, occupa indebitamente la carica di presidente dell’Unione dei Comuni “versilia” ?

Per lo stile singolare questa potrebbe essere la poltrona del Presidente dell’Ex Comunità Montana “Alta Versilia”, ereditata dal 1/1/2009 da quello dell’Unione dei Comuni “Versilia”.-

Non pare che sia tanto comoda, ma per attribuirla i Sindaci di Camaiore, di Stazzema, Seravezza, Forte dei Marmi, Pietrasanta e Massarosa, ed il Segretario di Camaiore che li assiste sotto il profilo giuridico, hanno strizzato lo Statuto dell’Ente ed anche la Legge Regionale n. 68 del 2011, fino a far colare una loro solidale concordata e non legittima innovazione del medesimo, al solo fine di eleggere il Sindaco di Camaiore, Dott. Del Dotto, come Presidente dell’Unione Comuni “Versilia”, in luogo del Sindaco di Stazzema.-

Certamente Voi che leggete vi domanderete cosa intendo dire: ve lo spiego sotto.-

Il 24 ottobre 2008 I Sindaci di Seravezza, Stazzema e Camaiore, ricevuta la Delega dai rispettivi Consigli Comunali, sottoscrissero l’atto costitutivo dell’Unione Comuni “Alta Versilia”, ne approvarono lo Statuto e ne nominarono Presidente temporaneo il Dott. Maurizio Verona.-

Questi era decaduto nel giugno precedente, dalla carica di Presidente della Comunità Montana “Alta Versilia” per effetto della Legge Regionale Toscana n. 37/2008, ma in forza della stessa norma assunse il ruolo di Commissario Straordinario, titolo che perse allo spirare del 31.12.2008, momento in cui defunse definitivamente tale Ente.-

Dunque, dal 24 ottobre fino al 31 dicembre dl 2008 il dott. Verona Maurizio sedette contemporaneamente su due poltrone: quella di Commissario Straordinario della Comunità Montana e quella di Presidente temporaneo della nuova Unione di Comuni “Alta Versilia”.-

Dal 1 gennaio 2009, fu titolare soltanto di questa seconda carica pubblica per una durata prevista in anni cinque dall’originario Statuto, poi ridotta ad anni due per le modifiche apportate a quest’ultimo per adeguarlo alla Legge Regionale Toscana n. 68/2011.-

E’ appena il caso di ricordare che col nuovo Statuto l’Unione Comuni perse l’appellativo “Alta Versilia” per assumere soltanto “Versilia”

Nel periodo 2009 al 2011 anche i Comuni di Massarosa, Forte dei Marmi e per ultimo Pietrasanta entrarono a far parte dell’Unione Comuni “Alta Versilia”

Il 24 ottobre del 2012 fu pubblicato il Nuovo Statuto nel Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, che prevedeva che “Il presidente di Unione di Comuni costituita ai sensi degli art 14 e 15 della Legge 37/2008 in carica alla data del 31/12/2011, che non ricopre la carica di Sindaco, resta in carica fino al rinnovo del consiglio comunale di appartenenza …

Conseguentemente il dott. Maurizio Verona, non sindaco, mantenne la poltrona di Presidente dell’Unione Comuni “Versilia” fino al giugno 2014, cioè fino al rinnovo del consiglio comunale di appartenenza …” ; in sostanza ci furono le elezioni comunali a Stazzema dalle quali usci eletto Sindaco.-

A termini di Statuto il Dott. Del Dotto, quale Sindaco di Camaiore, avente popolazione maggiore, assunse la carica di Presidente pro tempore, cioè fino a quando la giunta dei Sindaci associati nell’Unione, non avesse nominato un nuovo Presidente.-

COSA DICE LO STATUTO DELL’UNIONE ?

Questo avvenne Il 17 settembre 2014 e stando a quanto dettato dall’art, 20 dello Statuto, l’incarico doveva essere assegnato al Sindaco del Comune con minore popolazione.-

Secondo i dati statistici, tratti dal sito internet “Comuni Italiani“ nonché da quello della Regione Toscana, risulta che la popolazione dei Comuni associati nell’Unione è crescente a partire dal Comune di Stazzema, poi Forte dei Marmi, Seravezza, Massarosa, Pietrasanta, e per ultimo Camaiore.-

Quindi, ribadisco, il Sindaco a cui spettava la carica era quello di Stazzema, dott. Maurizio Verona e non a quello di Camaiore dott. Alessandro Del Dotto.-

Il dott. Maurizio Verona aveva retto fino a giugno la carica di Presidente dell’Unione dei Comuni Versilia NON in qualità di Sindaco ma come semplice cittadino nominato con l’atto costitutivo dell’ottobre 2008; (vedi sopra); quindi la distribuzione della carica a rotazione tra i sindaci, prevista dallo Statuto, ancora non aveva preso il via.-

Lo Start doveva essere dato proprio in quel 17 settembre, nominando Presidente dell’Unione dei Comuni “Versilia” il Sindaco del Comune con minore popolazione, cioè Stazzema, si chiamasse Tizio, o Caio oppure Dott. Maurizio Verona.-

Evidentemente la nomina del Sindaco di Stazzema a Presidente non rientrava nei giochi politici di un partito che, in quel 17 settembre, annoverava nelle sue file, per diritto o per traverso, tutti i sindaci dell’Unione dei Comuni, per cui fu deciso diversamente; il Presidente dei Comuni doveva essere il Dott. Del Dotto, Sindaco di Camaiore, cioè quello che nel modo più assoluto NON avrebbe avuto diritto alla carica proprio perché con la popolazione più numerosa.-

L’ESCAMOTAGE

Ed allora ecco trovato l’escamotage per aggirare o raggirare lo Statuto !!!

Il giorno 17 settembre 2014, cioè lo stesso in cui si riunì la Giunta Esecutiva per la nomina del Presidente, i sindaci dei Comuni associati, si attribuirono il potere di NON ACCETTARE la candidatura e, seduta stante, non soltanto il Sindaco di Stazzema individuato dallo Statuto come avente diritto, ma anche quelli di Seravezza, Pietrasanta, Massarosa, rilasciarono dichiarazione scritta, autenticata dal Segretario Reggente, (nonché Segretario del Comune di Camaiore), che il Presidente non lo volevano fare.- Dopo di che i Sindaci di Pietrasanta e Massarosa tornarono a casa senza partecipare all’elezione.-

Si legge sulla Delibera approvata che soltanto “Alessandro Del Dotto, Sindaco di Camaiore dichiara di ACCETTARE la candidatura del presidente dell’Unione”.-

Ritenuto, quindi, di procedere alla elezione del Presidente dell’Unione sulla base dell’unica candidatura disponibile” ….. “Vista (si fa per dire)la legge regionale 27 dicembre 2011 n. 68 : Norme sul sistema delle autonomie locali, che sancisce le norme per la costituzione ed il funzionamento dell’Unione dei Comuni” …. Visto – (si rifà per dire) lo Statuto dell’Unione dei Comuni della Versilia pubblicato sul BURT del 24/10/2012 ed in particolare l’art. 20” …. “Delibera di nominare, quale Presidente dell’Unione dei Comuni della Versilia, con decorrenza 26/09/2014 e sino al 25/09/2016, il Sindaco del Comune di Camaiore, Alessandro Del Dotto”.-

La delibera fu assunta con l’assistenza del Segretario Generale al quale il Testo Unico delle leggi sugli Ordinamenti Locali demanda il compito di assistenza a favore degli organi dell’Ente in ordine alla conformità dell’azione amministrativa alle leggi, allo Statuto e ai regolamenti.-

La sua presenza alla riunione di giunta dovrebbe essere di per sé una garanzia che quanto deciso in quell’occasione rispetta lo Statuto, tuttavia non riesco a convincermi che ciò sia avvenuto.-

PERCHE’ ?

Non so perché il Dott. Verona, sindaco di Stazzema, non rivendicò ed anzi rinunciò alla carica di Presidente; carica che, per inciso, non gli sarebbe stata conferita “ad personam” ma solo in rappresentanza del Comune che tutt’oggi amministra.-

Nello Statuto dell’Unione dei Comuni e neppure nella Legge Regionale Toscana n. 68/2011 non è per niente contemplato che i Sindaci dell’Unione dei Comuni Versilia possano rifiutare la carica di Presidente.-

Dalla lettura dello Statuto si evince, piuttosto, l’obbligatorietà per il Sindaco di turno di assumere la carica di Presidente dell’Unione; è un onere che è stato accettato nel momento stesso in cui i Comuni hanno chiesto di far parte dell’organismo associato, proprio perché la scelta è stata eseguita contemporaneamente alla approvazione dello Statuto.-

Ciascun aspirante alla carica di Sindaco sa bene che in caso di sua elezione può trovarsi, nell’arco dei cinque anni in cui dura il suo mandato, nell’obbligo di ricoprire la carica Presidente dell’Unione, che lo voglia o no !

In pratica, se sta al gioco deve anche osservarne le regole; la carica di Presidente dell’Unione e quella di Sindaco sono inscindibili; quindi per evitare la nomina a Presidente non resta che dare le dimissioni da Sindaco

Il Sindaco rappresenta una intera popolazione e l’amministra con l’aiuto del Consiglio Comunale che è il massimo organo politico amministrativo; non agisce per i suoi interessi personali ma per quelli della collettività alla quale deve rispondere tutti i giorni e non soltanto nel periodo elettorale.-

Per quanto Sindaco non può rinunciare alla carica di Presidente dell’Unione dei Comuni; non è un riconoscimento nobiliare, una medaglia al valore, un encomio personale, bensì una carica che con intenti democratici viene attribuita a rotazione ai Sindaci dell’Unione.-

Non deve essere considerato come un fardello da portare, che i Sindaci possono scaricare quando vogliono; se vogliamo è appannaggio dei comuni a rotazione, quindi della popolazione.-

Ebbene, quella stessa collettività che lo ha eletto Sindaco, quando mai l’ha autorizzato a rinunciare alla carica di Presidente dell’Unione Comuni “Versilia” ? Quando mai si è riunito il consiglio Comunale di Stazzema per autorizzare la detta rinuncia e la consegna della carica ad altro Sindaco ?

Recita lo Statuto che la presidenza spetta al Sindaco di uno dei sei comuni associati, non ai sigg. Verona, Mungai, Lombardi, Neri e Buratti né, tanto meno, Del Dotto.-

Quindi, come rappresentanti di una collettività esprimenti il Presidente dell’Unione dei Comuni, come hanno potuto sottoscrivere un atto di rinuncia ad una carica rappresentativa ? Soltanto con una forzatura allo Statuto.- Ma è legale ?

Un Sindaco può anteporre la sua personale disponibilità all’interesse generale della collettività, mantenendo la carica ? Se passasse per valido questo principio, un ex sindaco di Stazzema, per una sua visione personale e politica, avrebbe potuto rifiutare la medaglia d’oro assegnata al Comune di Stazzema ?

E’ per questo che, a mio giudizio, il Dott. Del Dotto, occupa attualmente una poltrona che non gli spetta e mi pare strano che nessuno l’abbia fatto rilevare, in particolare i partiti di opposizione operanti in ciascuno dei sei comuni dell’Unione.-

Tutti consenzienti o tutti addormentati ?

Ve lo dirò nel prossimo messaggio ed aggiungerò ben altro.

geom. Vittorio Tarabella, Capezzano Pianore 09.11.2015 – Redatto, stampato e distribuito in proprio

^^^^^^^^^^^^^^^^

In forte crescita i servizi della Croce BiancaIMG_4595

Buongiorno, allego comunicato stampa con  preghiera di diffondere prima possibile.
Grazie. Cordialità.

Da Roberto Roni,presidente della Croce Bianca di Querceta

Querceta – La Casa della Salute della Croce Bianca è in forte crescita. Lo testimoniano i servizi erogati nei vari settori (prelievi, trasporti, prestazioni ambulatoriali, visite e servizi assistenziali) che in questi giorni hanno già superato i risultati del 2014. A questo si sommano le iniziative di carattere istituzionale e gli eventi organizzati da dirigenti e volontari. 

Dopo l’ottima riuscita della gita ad Assisi, si sta lavorando all’organizzazione del pranzo sociale in programma il 29 novembre presso il ristorante Da Miche’. Possono partecipare gli associati e i simpatizzanti. Gli associati nati nel 1945 e anni precedenti, con tesseramento attivo dal 2010, pagheranno soltanto un piccolo rimborso spese di euro 5,00; a tutti gli altri è richiesta la quota di partecipazione di euro 28,00. Prenotazione entro mercoledì 25 novembre, presso gli uffici; incaricato Stefano Pellegrini.
La domenica successiva – 6 dicembre, ore 10, nella sede sociale si svolgerà “La Croce Bianca Ringrazia 2015”, incontro pubblico – saranno presenti le autorità locali e la popolazione – dedicato a benefattori, aziende, istituzioni, professionisti e volontari che con il loro apporto hanno permesso all’associazione di progredire e di raggiungere gli attuali livelli organizzativi. In questa occasione sarà inaugurata un’auto Fiat Doblò destinata ai servizi sociali, donata dalle sorelle Sonia e Cristina Gabrielli in ricordo dei genitori Lucia Quintavalle ed Enzo Gabrielli.

Intanto alcuni dirigenti della Croce Bianca hanno iniziato la distribuzione del calendario sociale presso le famiglie, nei negozi e negli uffici. Gli incaricati rilasciano regolare ricevuta delle oblazioni. E’ in pieno svolgimento anche la vendita dei biglietti della Lotteria di Natale che propone sei premi molto interessanti. Prezzo del biglietto 5,00 euro.

Sono in corso anche le lezioni dei 39 presepisti le cui opere saranno esposte nella mostra in programma dal 20 dicembre al 10 gennaio prossimi. La rassegna di Natale presenterà ai visitatori alcune centinaia di presepi, vere e proprie opere d’arte, realizzate in varie tecniche e con svariati materiali. Un evento molto apprezzato e visitato da migliaia di persone.

Infine la Croce Bianca ricorda che è stato attivato il servizio di consulenza legale gratuita svolto a beneficio dei soci dagli avvocati Luca Barberi e Stefano Doldo. I legali sono a disposizione il venerdì pomeriggio, dalle ore 17 alle 19, nel salone delle accettazioni.

Allegata foto dei partecipanti alla gita ad Assisi

^^^^^^^^^^^^^^

Edizione 2015 del Premio Viareggio Sport – ”Gherardo Gioè”,

Da Ufficio Stampa Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana: Studio Headline, 11.11.2015

Pietrasanta_ La Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana presenta l’edizione 2015 del Premio Viareggio Sport – ”Gherardo Gioè”, che quest’anno andrà, tra gli altri, a personaggi eccellenti come Urbano Cairo, presidente del Torino, Javier Zanetti, vicepresidente dell’Inter e Simone Pianigiani, ex CT della Nazionale italiana di Basket. Per l’occasione è indetta una Conferenza stampa per domani

Giovedì 12 novembre 2015, ore 12, Sala conferenze “Paolo Tommasi”, via del Marzocco, 97 (piano 1°) – Pietrasanta

All’incontro con i giornalisti saranno presenti: Marcello Lippi, ex CT della Nazionale di calcio italiana; Eugenio Fascetti, ex allenatore di calcio; Nicola Vizzoni, Medaglia d’argento alle Olimpiadi di Sydney 2000 e agli Europei di Barcellona 2010, nel lancio del martello; Enzo Stamati, presidente di Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana.

Pietrasanta, 11 novembre 2015

L’Ufficio Stampa

Ufficio Stampa Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana: Studio Headline

Tel. 055602834 – Mail: info@hlstampa.com

www.hlstampa.com

Pedalata di stamani: Mulina, Ripa, Centoquindici, Cimitero di Querceta, Vittoria Apuana, Querceta, Pietrasanta, MulinaDSCN2922

Una quarantina di chilometri tutti in scioltezza. La salita solo per tornare a Mulina e il cavalca  autostrada presso Campo da Golf. Una fermata l’abbiamo fatta nella Piazza del Duomo di Pietrasanta, senza più le sculture di Igor Mitoraj.

^^^^^^^^^^^^^^

Attenzione: Abbiamo rinviato a domani alcuni comunicati inerenti a San Rossore ( da Fdi) e all’alienazione immobili Comune di Stazzema (notizia presa dal sito istituzionale e già pubblicata due giorni fa, ma che rimetteremo nell’edizione di domani).

Come Libera Cronaca parteciperemo alla conferenza stampa dell’edizione 2015 del Premio Viareggio Sport- Gherardo Gioè”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...