Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1642 del 23 e 24 settembre 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1642 del 23 e 24 settembre 2015

# Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

La competenza e la disponibilità di Alfredo Lazzeri a favore delle comunità della montagnalazzeri

Da Pietro Conti, membro dell’Asbuc della Montagna Seravezzina,addì 23.9.2015

Abbiamo appreso dal sito web del Parco Regionale delle Alpi Apuane la notizia della scomparsa di ALFREDO LAZZERI. Siamo rimasti molto colpiti, perché con lui per molti anni abbiamo lavorato insieme per rivendicare i diritti di Uso Civico nella montagna di Seravezza.

In seguito per una serie di ragioni, non ultima i caratteri, le nostre strade si sono differenziate e ci siamo persi di vista: adesso Alfredo Lazzeri non è più con noi.

Vogliamo ricordarlo per tutto quello che ha offerto liberamente alla comunità che vive in montagna e che forse pochi sanno o ricordano.

Alfredo ha messo a disposizione la sua intelligenza e la sua professionalità non solo perché le genti della montagna seravezzina rientrassero in possesso delle terre di loro diritto da tempi immemorabili, ma ha anche attivamente costruito piani di salvaguardia di riutilizzo, proprio su quelle terre.

Ha gettato le basi per un piano di rinascita economica, puntando al ripristino dei castagneti, allo sviluppo zootecnico e, soprattutto a quel tipo di turismo sostenibile di cui oggi si parla tanto che, insieme ai prodotti agro alimentari del luogo può diventare il vero volano economico.

Il concetto di utile economico si coniugava per lui, come per noi nel rispetto assoluto per l’ambiente, per il futuro delle nostre generazioni, in una ottica comunitaria solidaristica: è per questo che il profitto truffaldino, la doppiezza politica, il facile guadagno nello sbancamento della montagna lo disgustavano, come disgusta noi.

La sua arguzia animava gli incontri pubblici che si tenevano nei vari paesi, il Comitato Usi civici era molto arricchito della sua competenza tecnica che si avvaleva di decine di anni di studio. Dobbiamo dirlo con tutta franchezza: Alfredo ci è mancato in questi ultimi anni e per quanto ci riguarda sappiamo quanto ha donato e quanto poco ha ricevuto indietro. Seravezza 23 settembre 2015 il Consiglio Asbuc Montagna di Seravezza

Ancora su Alfredo Lazzeri

Ciao Giuseppe,ti ringrazio di cuore, soprattutto a nome della mia collega Anna Manganiello,compagna di Alfredo, per la bella foto e l’articolo commovente postati sul tuo giornale. Saluti

Re: Il merito è tutto di Antonio Bartelletti e della rete che ha dato la ferale notizia. Il giornale che non c’è ha fatto il minimo e sicuramente non nella forma adeguata che meritava Alfredo Lazzeri.

Alfredo Lazzeri, un uomo di valore

Da Lorenzo Alessandrini,addì 23.9.2015

Caro Giuseppe, la notizia di Alfredo mi ha addolorato tremendamente. Non vedevo Alfredo ormai da anni, perché eravamo divisi da troppi chilometri, ma sapevo a distanza che continuava a esser quello che ho sempre conosciuto. Un uomo di valore, un professionista esemplare e un amico tenero e disponibile. Mancherà enormemente anche a me. Grazie ad Antonio che ce lo ha partecipato e con così grande intensità. Lo ha raccontato benissimo, come meglio non si poteva.

Standar&Poor’s, l’Italia fuori dalla recessione ma ripresa debole

Da Giuseppe Vezzoni,addì 23.9.2015

Il report dell’agenzia di rating Standard & Poor’s certifica che l’economia italiana è uscita dalla recessione, che la fiducia delle imprese sta migliorando e che i consumatori mostrano un livello di fiducia che è ritornato al livello del 2008 ma che la ripresa è debole rispetto ai paesi vicini dell’eurozona. Il Pil reale è aumentato dello 0,7% nel primo semestre contro l’1,2% dell’Eurozona. Il consumo interno risente della mancata crescita dei salari e gli anni di declino hanno ridotto la capacità di crescita e la competitività globale dell’economia italiana, anche se le esportazioni sono cresciute così come le importazioni. Insomma, le previsioni di Standar&Poor’s sono meno ottimistiche di quelle governative e il differenziale di crescita tra l’Italia e i paesi dell’Eurozona continua ad allagarsi.

Lo scandalo Volkswagen è la punta di un iceberg di falsa ecologia e di mancata tutela sanitaria globale ?

Da Giuseppe Vezzoni,addì 23.9.2015

Truccare i dati delle emissioni delle auto diesel è l’indegno nonché criminoso comportamento tenuto dal colosso dell’auto Volkswagen in America ( in Europa ancora non si sa). Ma la prassi truffaldina scoperta da un ricercatore non profit potrebbe essere la punta affiorante di un iceberg che tra non molto potrebbe chiamare in causa altre case automobilistiche e, soprattutto, la responsabilità politica per l’assenza di controlli e l’accettazione supina dei dati forniti da soggetti privatistici senza che alla base sia stata predisposta una verifica preventiva svolta da un ente pubblico e soprattutto super partes. Tuttavia lo scandalo maggiore potrebbe essere quello di aver destinato risorse pubbliche per stimolare la ricerca ed abbattere le emissioni di CO² e delle polveri sottili e scoprire che tali risorse sono state utilizzate per trovare sistemi (software) atti ad abbattere durante il controllo le percentuali di inquinamento nonostante il fatto che queste soglie, nella realtà, fossero ampiamente false se rapportate a quelle che si hanno nell’uso comune dell’auto, dove le emissioni inquinanti superano ampiamente i dati virtuosi che la casa Volkswagen ha certificato. Vogliamo credere sul serio che nessuno sospettasse ciò che è avvenuto e che il comportamento dello struzzo di nascondere la testa per non vedere il pericolo esenti dalla responsabilità morale e giuridica di accettare, senza verifiche terze, i dati che le case automobilistiche forniscono e che potrebbero determinare ricorrendo a situazioni ambientali e tecniche spesso difformi dal normale utilizzo dell’auto diesel che avviene sui diversi percorsi da coprire, come quello cittadino, autostradale e su strade montane?

La Cassazione riforma il processo d’Appello Ruby bis ed ordina un nuovo processo

Da Giuseppe Vezzoni,addì 23.9.2015

Il processo d’Appello “Ruby bis” a carico dell’ex direttore del Tg4 Emilio Fede e della ex consigliere regionale della Lombardia Nicole Minetti dovrà essere ripetuto. L’ha deciso la terza Sezione penale della Cassazione. Sono stati accolti i ricorsi dei difensori dei due imputati e dichiarato «inammissibile» il ricorso della Procura della Corte d’Appello di Milano mirato per ottenere condanne più severe e il ripristino dell’accusa di favoreggiamento alla prostituzione minorile di Ruby, alias Karima El Marhoug. Quando saranno lette le motivazione della Cassazione si capirà meglio. Intanto l’unico condannato è Lele Mora, che non ha fatto appello dopo la prima condanna e che ora sconta la pena nella comunità Exodus di don Mazzi. Tuttavia la storia della “nipote di Mubarak” non è certo edificante, soprattutto per la politica e le istituzioni italiane, anche se tutto dovesse finire con dei ” semplici inviti a cena” nella villa di Arbore e non con il favoreggiamento alla prostituzione.

Il Sindaco di Stazzema scrive a Miss Italia, dopo le dichiarazioni rilasciate dalla giovane incoronata Alice Sabatini

L’antefatto, per capire meglio l’invito

Da Giuseppe Vezzoni,addì 23.9.2015

La neo Miss Italia, rispondendo in maniera sorprendente alla domanda in quale periodo storico le sarebbe piaciuto vivere, ha scelto l’anno 1942 ” per vedere la seconda guerra mondiale”. Ha ricordato che la sua bisnonna c’era e che le racconta di quei tempi, della seconda guerra mondiale. Avrebbe voluto esserci per capire che cosa si provava. Oggi sembra tutto così scontato.

A mente fredda, dopo la bufera mediatica, ha spiegato meglio il suo pensiero precisando che avrebbe voluto provare ciò che ha passato la sua bisnonna, nel bene e nel male.

Il sindaco di Stazzema, prendendo spunto dalle dichiarazioni della giovane, le ha scritto ieri una lettera di cui pubblichiamo uno stralcio. Su Libera Cronaca di domani posteremo l’intera lettera di invito a conoscere la storia delle donne di Sant’Anna di Stazzema.

Ti invito a conoscere queste storie a Sant’Anna di Stazzema, nel Parco Nazionale della pace, per sentire dalle nostre donne, allora bambine e dai nostri superstiti allora solo ragazzi cosa significava vivere nel 1942 o nel 1944, quando la vita era appesa ad un filo e non aveva quasi alcun valore. Ti aspettiamo con grande affetto perché tu sia testimonial della pace e possa davvero dire di conoscere la storia vera e non quella dei libri che sembra così lontana”

La Memoria,

domenica 4 ottobre Chiesa di S. Rocco di Mulina di StazzemaDSCN1660

Egr. Sig. Sindaco di Stazzema, Spet.le Giunta Comunale, Sig.ri Consiglieri Comunali

( Prot. n.7531 del 23.9.2015)

Oggetto: Evento La Memoria, domenica 4 ottobre Chiesa di S. Rocco di Mulina di Stazzema

Signor Sindaco, Spet.le Giunta Comunale, Sig.ri Consiglieri, il Gruppo Labaro Martiri di Mulina invita l’Amministrazione Comunale di Stazzema ad essere presente all’evento in oggetto e a valutare se esso merita un patrocinio o altra forma di compartecipazione.

Sabato 26 settembre saranno stampate le locandine definitive e pertanto chiediamo cortesemente che l’eventuale aggiunta di compartecipazione del Comune di Stazzema sia comunicata prima di sabato. Cordiali saluti. Per il Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema, Giuseppe Vezzoni

La memoria (letture sceniche e canto) con Coquelìcot Teatro e Schola Cantorum di Marina di Pietrasanta diretta dal M° Stefania Goti. Al pianoforte M° Alessandro Foti.

Domenica 4 ottobre 2015 Ore 16:00 Chiesa di S. Rocco di Mulina di Stazzema

Presentazione evento

Corale: CREDO IN TE SIGNORE Frisina

San Rocco ’44

(poesia di Max Beluffi, legge Paolo Simonelli)

Corale: AVE MARIA Acadelt

“Ciunfete”

(prosa di Giuseppe Vezzoni, dal racconto Croci uncinate nel canale, libro omonimo, legge Laerte Neri)

Corale: PER LA CENA DEL SIGNORE S.Bach

Ad una bimba del 12 agosto

(poesia di Giuseppe Vezzoni, dal libro Croci uncinate nel canale, legge Rosalia Santini)

Corale : O MARIA SANTISSIMA popolare composizione 3 voci Stefania Goti

L’Altalena

(prosa di Giuseppe Vezzoni, dal libro Mai Più, dal Don a Sant’Anna di Stazzema, lettura scenica a cura di Coquelìcot Teatro)

Corale: SIGNORE DELLE CIME Bepi de Marzi

Un altra guerra

(poesia di Wislawa Szymborska, poetessa polacca, premio Nobel per la letteratura, legge Marica Bonelli)

Corale: NOME DOLCISSIMO popolare elaborazione 4 voci Stefania Goti

Il 25 aprile dell’anno che verrà

(poesia di Giuseppe Vezzoni, dal libro All’alba di Sant’Anna, legge Paolo Simonelli)

Corale : VA PENSIERO G.Verdi

Iniziativa promossa dal Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema nel 70° anniversario della Liberazione

Gentilissimo signor Vezzoni, leggendo la sua cronaca ho trovato un errore di data…le locandine verranno fatte il 26 ottobre..ma siamo nel mese di settembre. Mi scusi l’intrusione e le volevo annunciare che la corale e’ SCHOLA CANTORUM della Misericordia di MARINA DI PIETRASANTA saluti

Stefania Goti

Re: Grazie, corretto tutto.

Domani Il tè del giovedì alla Croce Bianca di Querceta

Da Roberto Roni, presidente della della Croce Bianca di Querceta,addì 23.9.2015

Querceta – Vivere bene e mangiar sano. E’ il traguardo voluto da tutti noi. Chi non lo ha ancora raggiunto può prepararsi a farlo ascoltando valutazioni e consigli che medici e nutrizionisti qualificati discuteranno nella conferenza in programma oggi alla Croce Bianca. Un incontro ideato e voluto dai medici di famiglia della locale Casa della Salute, con il patrocinio della Uni Coop del Tirreno. L’appuntamento è per le ore 17,30 di domani, giovedì 24 settembre.

Saranno trattati vari argomenti – dall’alimentazione alle patologie metaboliche, dalla scelta dei cibi alla corretta lettura delle etichette – con un unico obiettivo: difendere la nostra salute e, se si può, migliorare il gusto.

Durante l’incontro ai partecipanti sarà offerto un tè accompagnato da piccoli assaggi di prodotti a marchio Coop.

L’iniziativa della Croce Bianca proseguirà con altre due incontri su temi di grande attualità: giovedì 29 ottobre, “Il cuore va allenato” e giovedì 26 novembre, “…non ti tollero più” ovvero le intolleranze alimentari.

Al via la collaborazione Fisco-Imprese

In Campania Agenzia delle Entrate e Unione Industriali firmano l’intesa

Da Accademia dei Parmenidei, Ufficio Stampa.23.9.2015

Trasmetto il comunicato stampa sul protocollo di intesa firmato oggi dalla Direzione Regionale delle Entrate della Campania e dall’Unione Industriali di Napoli per l’istituzione di un Tavolo tecnico, sede di confronto tra Fisco e Imprese sulle problematiche tributarie.Con preghiera di pubblicazione e radio tele web diffusione.

Istituzione di un tavolo tecnico quale momento di confronto diretto tra Fisco e Imprese e programmi congiunti di formazione su tematiche di interesse comune. Questo è ciò che prevede il protocollo di intesa siglato oggi dal Direttore Regionale delle Entrate della Campania, Carlo Palumbo, e dal Presidente dell’Unione Industriali di Napoli, Ambrogio Prezioso.

I contenuti dell’intesa: il tavolo tecnico – Con la firma dell’accordo, Amministrazione finanziaria e Unione Industriali perseguono l’obiettivo di agevolare il corretto adempimento degli obblighi fiscali da parte delle imprese operanti sul territorio campano, assicurando uniformità di comportamento nell’applicazione delle norme tributarie.

Il Tavolo tecnico, canale di dialogo diretto tra le Parti, è composto per l’Agenzia delle Entrate, dal Direttore Regionale, dai Capi Settore Servizi e consulenza e Controlli e riscossione, dal Capo Ufficio legale della Direzione Regionale Campania; per l’Unione Industriali, dal Presidente, dal Vice Presidente Sviluppo Manifatturiero, Innovazione, Ricerca e Competitività, dal Direttore Generale e dal Responsabile Fiscalità d’Impresa.

Il Tavolo tecnico si riunisce, presso la sede della Direzione Regionale delle Entrate, con cadenza trimestrale, per esaminare e affrontare congiuntamente problematiche fiscali di particolare rilevanza e assicurarne così il corretto inquadramento giuridico e tributario.

I pareri e le indicazioni forniti dal Tavolo tecnico sono poi diffusi tra gli uffici delle Entrate e le imprese associate per garantire uniformità di indirizzo interpretativo.

Le attività di formazione e approfondimento – La Direzione Regionale e l’Unione Industriali si impegnano, inoltre, a realizzare momenti di studio e di approfondimento sui temi giuridico-tributari più rilevanti ed attuali, organizzando corsi, seminari, incontri e convegni. Dal prossimo mese di ottobre parte il programma formativo relativo all’ultimo trimestre dell’anno in corso. Split payment e reverse charge, strumenti deflattivi del contenzioso tributario, Irap e costo del lavoro, agevolazioni fiscali alle imprese sono alcuni degli argomenti che saranno oggetto degli incontri in calendario.

Pedalata odierna: un’ora e mezza di cycletteDSCN2418

Da Giuseppe Vezzoni,addì 23.9.2015

Ieri siamo stati facili profeti: l’autunno è arrivato la notte scorsa e stamani con la pioggia e un calo della temperatura, seppure contenuto. Abbiamo fatto la cyclette, ma psicologicamente abbiamo faticato più che a salire a Passo Croce. Ogni tanto proviamo ad immaginare dei rettifili, dei tornanti, ma le immagini richiamate non vanno oltre quella virtuale striscia di asfalto. Non c’è paesaggio, e per quanto tentiamo a richiamarlo, quella striscia immaginaria di strada non si completa mai con una montagna, con degli alberi, con un bel palazzo. Non ci sono fiori ai lati, ne erba e foglie. Mancano il cielo e il mare in questo poco invogliante esercizio fisico su un attrezzo che necessita di tanta volontà mentale. Ma domani torneremo in bici. Le previsioni sono buone.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...