Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1611 del 6 e 7 agosto 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi 1611 del 6 e 7 agosto 2015

# Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

Il settantesimo anniversario di Hiroshima

Da Giuseppe Vezzoni,addì 6.8.2015

Come foglio di Stazzema ancorato alla memoria non possiamo tralasciare due righe per ricordare i 70 anni trascorsi dalla prima bomba atomica che il bombardiere statunitenze Enola Gay sganciò il 6 agosto 1945 sulla città di Hiroshima. In pochi ormai sanno che le vittime di Hiroshima e quelle delle foibe volevano essere ricordate in quella prima ideazione di Parco nazionale della Pace che fu presentata nel 1986 dall’amministrazione stazzemese guidata dal sindaco socialista Giuseppe Conti, e che proprio questa memoria di vittime, con il mondo ancora diviso in due blocchi, fu l’ostacolo dietro le quinte che il Parlamento italiano dell’epoca non riuscì a superare per approvare quel primo progetto di Parco della Pace.

Aumentano le tariffe del trasporto scolastico e la Tasi raddoppia

A Stazzema è battaglia sui conti del bilancio 2015: la minoranza vota contro la manovra finanziaria ed attacca a testa bassa.

Da Gian Piero Lorenzoni, capogruppo di Luce a Stazzema

Stazzema_La manovra finanziaria approvata dalla maggioranza palesa pericolose novità e consistenti aumenti delle tasse che salgono quasi come le temperature estive.

Questo il giudizio drastico della minoranza come chiosa al consiglio di qualche giorno fa che ha approvato il bilancio di previsione 2015.

Con la nuova manovra il trasporto scolastico dagli attuali 24€ sale a 28€ e poi si predica di avere attenzione alla scuola ed al futuro dei nostri giovani.

Si raddoppia la Tasi con un incremento di entrata di circa 45.000 , andando di fatto a colpire la prima casa, mentre per l’Imu si conferma l’aliquota dell’8,2 per mille per quelle unità immobiliari che i genitori hanno concesso in comodato gratuito ai propri figli.

La maggioranza aveva anche proposto una modifica al regolamento della Tari, la tassa sui rifiuti, prevedendo che i cittadini dovessero pagarla in due rate, ma grazie alla manifestata contrarietà della minoranza l’amministrazione ha dovuto fare marcia indietro e di fatto, con l’approvazione di uno specifico ordine del giorno, si potrà continuare a pagare la Tari in quattro rate, la prima in scadenza ad agosto ed a seguire le altre.

Nel piano delle alienazioni è stata inserita la vendita di un fabbricato a Farnocchia per circa 100.000 €, solo recentemente acquisito gratuitamente dallo Stato, e la scuola elementare di Arni per circa 140.000 €, ma va detto e fatto sapere che le entrate serviranno solo per ripianare il disavanzo del bilancio, con la stessa finalità si utilizzeranno anche i proventi, per 199.000 €, derivanti dalla vendita di una parte delle quote di VEA Spa., già incassati.

Per una mera utilità contabile è stata prevista un’entrata di 500.000 € derivante dal recupero dell’evasione che, nel dettaglio, prevede 310.000 per l’Imu, 70.000 per l’Ici, 40.000 per la Tares, 35.000 per la Tarsu e 45.000 per la Tasi.

Nel il 2016 si intende incassare 495.000 e nel 2017 altri € 393.000, per un totale di 1.388.000 € da togliere dalle tasche dei cittadini sempre che siano realmente dovuti.

A riprova di ciò il revisore dei conti per il 2015 ha invece previsto un recupero dell’evasione stimato in 190.000 €, ben lontano dai 500.000 ipotizzati dal bilancio. Inoltre si prevede un’entrata per il 2015 di € 90.000 per gli oneri di urbanizzazione quando per gli anni precedenti non si è andati oltre i 45.000 €.

Per contro il comune avendo dato in affitto l’area produttiva di Col del Cavallo richiede un affitto annuo di poco superiore a 3.200 € annui, anche a fronte di un recente investimento pubblico sull’area ,per quasi 100.000 €, e il revisore sottolinea che nessuno dei contratti di affitto è stato oggetto di adeguamento, ma quello che è più grave è che si fa pagare un canone d’affitto per solo 6000 metri quadrati quando invece la superficie impegnata è di quasi 8000.

E’ presumibile che la questione possa finire sul tavolo della procura della corte dei conti.

Il consiglio ha anche deciso, pur non rientrando nelle sue specifiche competenze, l’esternalizzazione del servizio tributi, affidandolo alla ditta Andreani Tributi alla quale verrà corrisposto per il periodo di vigenza del contratto una somma di € 200.000, oltre a riconoscergli il 16% sul recupero dell’evasione e un aggio dell’8% sulle riscossioni coattive.

Una scelta che abbiamo contestato facendo presente che le stesse somme potevano essere utilizzate per assumere personale ed incentivare quello presente nell’ufficio ragioneria.

E’ stato messa a bilancio anche una somma di 35.000 € per il pagamento nel 2015 degli interessi passivi già sapendo che il comune, non avendo liquidità, per pagare i creditori dovrà utilizzare le anticipazioni di cassa e il revisore ha già scritto nel suo parere che la previsione è fatta per difetto.

Inoltre il bilancio accantona una somma di € 109.000 come fondo rischi per le spese legali e nel triennio 2015/2019 viene prevista la somma di 614.000 € per la copertura del disavanzo che verrà almeno in parte coperto con le alienazioni e la dismissione di società partecipate.

Così come è prevista la somma di 154.574 € a copertura della mancata riscossione di crediti non più esigibili o di difficile esazione e sull’argomento il consiglio aveva già approvato il ripiano di una valanga di residui passivi stimato in oltre € 2.000.000 con quote a carico del bilancio per un periodo di 30 anni.

A tutto questo aggiungiamo i proventi derivanti dal preteso rinnovo del canone per le concessioni cimiteriali perpetue che continua a mietere vittime ed a dissanguare i cittadini stazzemesi, ricordando che sono già stati incassati 800.000 € e molti altri si attende che possano rimpinguare le casse comunali ormai vuote, come i quasi 100.000 € che il comune ha preteso per l’Ici sui fabbricati demoliti (unità collabenti), tassa che mantiene attiva anche per i prossimi anni nonostante la condanna definitiva.

Ricordiamo infatti che chi si è rivolto alla commissione tributaria ha visto soccombere il comune che oltre a pagare le spese di causa, circa 15.000 €, ha dovuto fare marcia indietro annullando gli accertamenti emessi.

Dulcis in fundo Stazzema deve ancora pagare oltre 300.000 € alla società Ersu per debiti del 2013 e 2014 e non sta pagando le fatture del 2015, almeno fino ad oggi, deve pagare anche al comune di Massarosa per la convenzione della segreteria quasi 200.000 €, oltre al pagamento dei molti fornitori privati che lamentano il non più sostenibile mancato pagamento di quanto loro dovuto, tanto che si annunciano decreti ingiuntivi.

Infine il bilancio raccoglie anche la decisione di rinegoziazione dei mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti che sposta le rate di pagamento fino al 2043 e questa operazione di rinegoziazione del debito costerà oltre 3.000.000 di euro in più rispetto al capitale dovuto ad oggi.

Questa è la situazione e siamo ancora in attesa di poter leggere la delibera presa dalla corte dei conti di Firenze sull’esame del rendiconto 2013, per quello che ne sappiamo saranno dolenti note e c’è da credere che più di una questione potrebbe anche finire sul tavolo di qualche magistrato.

Emergenza criminalità in Versilia

Montemagni (Lega Nord) propone misure speciali per la sicurezza dei cittadini

Giovanni Campisi, Consiglio Regionale della Toscana Gruppo Lega Nord.addì 6.8.2015

Versilia_ “Mettere in atto di ogni forma di collaborazione e coordinamento con le Autorità statali competenti e con le Forze di Polizia nel miglioramento dei servizi di controllo del territorio attraverso il potenziamento degli organici delle forze dell’ordine operanti sul territorio stesso. Inoltre, stanziare risorse specifiche per consentire ai comuni della Versilia l’installazione di un numero adeguato di impianti di videosorveglianza”.

Queste alcune delle proposte promosse dalla versiliese Elisa Montemagni prima firmataria di una mozione, sottoscritta dall’intero gruppo della Lega Nord, che verrà discussa quanto prima in Consiglio regionale.

Dopo la sparatoria del primo agosto a Lido di Camaiore” denuncia Montemagni “si è ulteriormente acuito il clima di preoccupazione e di allarme sociale ed è aumentata anche la percezione di insicurezza nella cittadinanza. Non è la prima volta che la Versilia è, suo malgrado, teatro di episodi di violenza e di criminalità e questo arreca un danno gravissimo all’economia della zona, in particolar modo al turismo che ne rappresenta il volano”.

Come altre località turistiche importanti,” sottolinea la consigliera leghista “la Versilia, in estate, decuplica le presenze mentre le forze dell’ordine chiamate a garantire l’ordine pubblico sono pressoché le stesse e, comunque, in numero largamente insufficiente rispetto agli episodi di criminalità. Per questo occorre che tutte le Istituzioni diano un segnale univoco, di risposta forte, di fronte al riacutizzarsi dei fenomeni criminosi, intensificando l’impegno in tema di sicurezza urbana e mettendo in campo azioni volte a promuovere e realizzare una condizione di piena sicurezza della comunità locale.”.

Dato che la sicurezza è un bene pubblico da tutelare e costituisce per i cittadini un diritto primario oltre ad essere una componente indispensabile della qualità della vita” conclude Montemagni “ci aspettiamo, allora, che quando discuteremo in aula la nostra mozione, tutti gli altri gruppi presenti in Consiglio, vorranno sostenere questa nostra iniziativa”.

Su Palazzo Quartieri il Gruppo regionale di Fdi chiede un passo indietro

Staccioli e Donzelli (Fratelli d’Italia): “Su Palazzo Quartieri necessario un passo indietro”

Da Donzelli, Ufficio Stampa,addì 6.8.2015

Forte dei Marmi“Rimaniamo fortemente convinti che la migliore destinazione d’uso di Palazzo Quartieri sia quella dei servizi di pubblica utilità rivolti ai cittadini – afferma Marina Staccioli, commissario provinciale di Fratelli d’Italia, insieme al capogruppo in Regione Giovanni Donzelli – dopo il flop del bando l’Amministrazione Comunale dovrebbe fare un passo indietro e ricredersi sulla linea”.

Con il commercio già in crisi questa soluzione non costituirebbe un’opportunità di rilancio ma un ulteriore elemento di difficoltà per i commercianti del Forte, inoltre molti soldi pubblici sono stati spesi su Palazzo Quartieri nell’ottica di biblioteca, e molti altri ne vengono spesi tutt’oggi per mantenere la biblioteca a Villa Bertelli e in archivio – proseguono i due esponenti di Fratelli d’Italia – l’Amministrazione eviti la ripetizione della gara e si impegni a tornare su una visione condivisa e cittadina di Palazzo Quartieri”.

Nimbus Vintage Cup, tutto è pronto per la grande regata-parata delle vele d’epocaDSC_0381lo

Da Stefano Roni – Scatizzi De Prà & Partners, addì 6.8.2015

A Marina di Pietrasanta è tutto pronto per la terza edizione della Nimbus Vintage Cup, regata-parata per derive d’epoca classe A, U, Flying Dutchman e Flying Junior che riunisce alcune delle più affascinanti imbarcazioni vintage della Versilia. L’appuntamento è per SABATO 8 AGOSTO a partire dalle ore 11 sulla spiaggia del Nimbus Surfing Club a Fiumetto.Di seguito il comunicato stampa e una foto inedita dell’edizione 2014. Vi saremmo grati se riusciste a dare evidenza alla manifestazione nelle edizioni di venerdì o sabato.Mille e grazie e buon lavoro.

Informazione sul programma del ciclopellegrinaggio ai luoghi della memoria della Versilia

Da Giuseppe Vezzoni,addì 6.8.2015

Seravezza-Stazzema_ La serata di presentazione del ciclopellegrinaggio di domenica 9 agosto che doveva tenersi sabato sera,8 agosto, in Piazza Carducci, potrebbe essere stata annullata. Domani cercheremo di avere la conferma e conoscerne, se possibile, il motivo.

Domenica mattina i partecipanti al ciclopellegrinaggio dovranno ritrovarsi alle ore 8.00 presso Piazza Europa di Ripa di Seravezza, dove c’è il monumento alla Linea Gotica e la porta della chiesa è dedicata al sacrificio del clero. Ai quattro munumenti che domenica saranno onorrati dai ciclisti, precisamente ad Amos Paoli (Riomagno), Gino Lombardi (tomba nel cimitero di Ruosina), don Innocenzo Lazzeri (busto alla casa natale di Pontestazzemese) e don Fiore Menguzzo (busto presso la chiesa di Mulina), la Ciclistica di Forte dei Marmi deporrà un mazzo di fiori.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...