Libera Cronaca da Italia bene comune 1596 del 16 e 17 luglio 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune 1596 del 16 e 17 luglio 2015

# Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare.

Blogger Giuseppe Vezzoni“Museo Ugo Guidi”

E se fosse malato il meleto?

Da Giuseppe Vezzoni,addì 17.7.2015. postato ore 07:00

E se a furia di denunciare che sono solo isolate mele marce si volesse far perdere di vista che è malato il meleto?

Solidarietà piena a Lucia Borsellino, ma ora serve conoscere se l’intercettazione e le parole pronunciate sono vere, come conferma l’Espresso, o che non esiste nessuna intercettazione agli atti, come afferma la Procura.

Se la telefonata tra il primario Tutino e il presidente della Sicilia Crocetta c’è stata, se il dottor Tutino ha detto a Crocetta che Lucia Borsellino va fatta fuori come il padre e  Crocetta non ha reagito a queste irricevibili parole, che la telefonata sia agli atti o no poco importa. Bisogna fare chiarezza.

Ma davvero dovremo credere che la solidarietà inviata a Lucia Borsellino dal Presidente della Repubblica e dai rappresentanti delle istituzioni si fondi su una falsità pubblicata dall’Espresso e che il giornale non sia chiamato a risponderne pesantemente? Non vorremmo che si tentasse salvare capra e cavoli con il fatto che l’intercettazione non è agli atti ( ma nessuno dice che sia falsa). Resta il fatto che se questa telefonata c’è stata, il presidente Crocetta non ha respinto con una adeguata replica la frase dell’amico medico. Il Procuratore dice che non esiste la telefonata tra le intercettazioni svolte in merito all’ospedale Villa Sofia di Palermo, l’Espresso ne fornisce pure la data e ribadisce che la telefonata non è negli atti pubblici ma in atti secretati per altri filoni d’inchiesta.

Lucia Borsellino si era da poco dimessa da assessore alla salute della Regione Sicilia motivando la rinuncia alla carica con ragioni di carattere etico e annunciando il proprio dissenso nei riguardi dell’antimafia di facciata. Per questa ragione non sarebbe intervenuta alle prossime cerimonie per la commemorazione della strage di via d’Amelio.

Chiusura Poste, sen. Petraglia: “inaccettabile l’atteggiamento del Governo e di Poste italiane. Incontreremo i Prefetti insieme ai cittadini per difendere un servizio pubblico fondamentale”

Da Sel Toscana, addì15 luglio 2015

Toscana_ “Sulla riorganizzazione degli uffici postali in Toscana il Partito Democratico e i suoi amministratori stanno prendendo in giro i cittadini. Prima delle elezioni regionali era stata la Presidente dell’ANCI Toscana, Sara Biagiotti, ad annunciare la sospensione del piano di chiusura, puntualmente ripartito neanche un mese dopo il voto, con la sfacciata e disinvolta indifferenza dell’azionista unico di Poste Italiane, ovvero il Governo presieduto da Matteo Renzi. Non è accettabile che un’azienda totalmente a capitale pubblico ignori del tutto i costi sociali e agisca solo sulla base del tornaconto economico: chiederemo un incontro ai prefetti di tutte le province interessate per sapere come intendano intervenire per supplire a quella che è, a tutti gli effetti, la sospensione di un servizio pubblico”.

Così la senatrice toscana di Sinistra Ecologia e Libertà, Alessia Petraglia, interviene sul piano di chiusura degli uffici postali in Toscana, in questi giorni confermato da Poste Italiane dopo la sospensione dello scorso mese di marzo.

“Ancora giace in Senato senza risposta l’interrogazione dello scorso 11 febbraio con la quale abbiamo chiesto al Governo come intendesse intervenire – prosegue la Senatrice – Questo silenzio è emblematico di quali siano le reali intenzioni, nonostante Poste Italiane sia un’azienda in mano pubblica e sia in attivo. In molte località, gli uffici postali svolgono una funzione sociale, oltre a offrire un servizio pubblico peculiare che deve raggiungere capillarmente tutti i territori. Non siamo soltanto di fronte ad una beffa ai danni dei cittadini che potrebbero ritrovarsi a percorrere decine di chilometri per spedire una raccomandata, ma ad un indebolimento del tessuto sociale in zone già povere di servizi e difficilmente raggiungibili”.

“Proprio ieri, in una partecipata assemblea a Ravi, in una delle località del grossetano che subiranno le conseguenze di questi tagli, i cittadini hanno proposto all’amministrazione di mantenere un servizio almeno settimanale in alcuni locali del Comune – spiega ancora Petraglia – Questo dimostra che da parte delle comunità locali c’è la volontà di confrontarsi e di trovare soluzioni condivise. Lo stesso è accaduto nel Chianti fiorentino e sta accadendo in tante altre località, dove i cittadini e le istituzioni si stanno mobilitando. A sottrarsi al confronto, invece, sono il Governo e l’azienda, del tutto disinteressate alla questione e alle persone. Insieme ai cittadini, chiediamo di incontrare i prefetti e i vertici locali di Poste Italiane, per portare le nostre rimostranze, ma anche le nostre proposte. Nè l’azienda nè il Governo sono immuni da responsabilità: se le assumano davanti ai cittadini e lo facciano con serietà, invece di giocare a nascondino”.

Petizione per lavori urgenti da fare nel cimitero di Ruosinapetizione 001

Stazzema_ Gentile Sig.or Vezzoni, Le invio la copia della petizione affinchè la pubblichi sulla Libera Cronaca che non c’è, ma che tutti leggono….

Cordiali saluti.

Aperitivo sotto il ForatoInvito Aperitivo Sotto il ForatoLocandina17Aperito (1)

Da Serena Vincenti, assessore alla cultura di Stazzema,addì 16.7.2015

Stazzema_ Domani,venerdì 17 luglio , alle ore 18.30, si terrà l’Aperitivo sotto il Forato presso il Palazzo della Cultura di Stazzema nel paese di Cardoso. Il tema sarà Il risveglio dell’umanità di Antonio Ciccone. Interverranno: L’artista Antonio Ciccone,Tiana Ciccone, la curatrice della mostra, Cristina Acidini, storica dell’arte e Maurizio Bertellotti collezionista

Documento Tra le pieghe della strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema nel settantesimo della Liberazione

Per i lettori di Libera Cronaca pubblichiamo il testo digitalizzato che fa parte del documento e con cui si spiega l’ultimo lavoro di Giuseppe Vezzoni

La sera della preghieraDSCN1126

Da Giuseppe Vezzoni,addì 16.7.2015

Un tempo l’aia ripresa dalla foto era la Preghiera della sera, oggi è solo sera, inesorabile sera, tanto che la preghiera l’abbiamo aggiunta per spirito di carità. O tempora, o mores!, che altro potremmo aggiungere se non si riesce a conservare luoghi che sono nella storia dell’arte?

Sfalcio d’erba, anche la Provincia finalmente  si muoveDSCN1123

Da Giuseppe Vezzoni,addì 16.7.2015

Stazzema_ Stamani mezzi dell’amministrazione provinciale hanno iniziato lo sfalcio della vegetazione lungo la Sp. 42 di Stazzema, in località Scala e curva del Silvano. I mezzi e gli operatori saranno al lavoro anche la prossima settimana. Intanto stamani la Ditta Tommasi ha ripreso lo sfalcio erba lungo la comunale per Pomezzana, iniziando dal Ponte del Forcello. Restano sporchi i tratti Picignana-Ponte del Forcello, curva del Papa-Le Calde, Ponte del Forcello-Farnocchia e la comunale Monte Grappa Fornetto-La Risvolta.DSCN1125

Con la pedalata di oggi, Mulina, Querceta, Pietrasanta, sterrato della ex Stazzema Gallicano, Stazzema capoluogo, Ponte del Forcello e Mulina, terminiamo i nostri report sulla viabilità. Domani niente bici ma solo i preparativi per la partenza per Lauterbourg di sabato mattina. Ritorneremo in bici il 5 agosto, ma con intensità e lunghezze di percorsi assai più contenuti. Nel mese di settembre torneremo ai chilometraggi che ormai ci sono diventati famigliari, così come le salite. Ora abbiamo come traguardo Lilia, Barbara e Jerome. Staremo circa un mese insieme, 15 giorni in Francia e quasi altrettanti in Italia.DSCN1120DSCN1134

Sabato mattina speriamo di non trovare code a Milano per l’Expo ( percorreremo proprio la Tangenziale Ovest) e poi al Gottardo. Ci attendono circa 900 chilometri e nove ore di guida, comprese le preventivate tre o quattro soste, da fare con molta molta attenzione, specie verso Milano e l’attraversamento della Svizzera, dove però i mezzi pesanti sono rigorosamente rispettosi delle velocità e dei divieti di sorpasso. In Germania e in Francia le autostrade sono a tre corsie e i mezzi pesanti, se non come in Svizzera, sono rispettosi del codice della strada. La sarabanda inizia in Italia e vi partecipano tutti e non solo gli autisti italiani. Stavolta niente pranzo né birra in Germania ma solo una alimentazione misurata e tanta acqua. Non possiamo permetterci l’abbiocco. Siamo soli a guidare. Lo zio Simone ha impegni con l’Università e curerà Semola e Carlotta…e le piane degli Orti, che, grazie agli accorgimenti in corso coltivazione, siamo riusciti a preservarle dalle incursioni dei cinghiali. Il coltivato, meglio Expo Mulina, ha finalmente iniziato a sfornare zucchini, insalata, radicchio, bachette e, oggi, il primo pomodoro, seppure bisognoso di essere scattivato per buona metà dalla massa nera della malattia. Ben pochi pomodori si potranno salvare e mangiare.

Per concludere Libera Cronaca uscirà anche domani, poi riprenderà domenica o lunedì da Lauterbourg.

Grecia, Seul Toscana ha aderito al presidio di Firenze. Broni: “rimettere al centro le persone per riprendere il cammino interrotto da scetticismo e austerità'”

Da Sel Toscana, addì14 luglio 2015

Toscana_ Sinistra Ecologia e Libertà Toscana aderisce al presidio per il popolo greco che si terrà questo pomeriggio, a partire dalle 18,30, sotto il Consolato tedesco di Firenze.

“L’Europa che vogliamo deve essere giusta e solidale; gli atti del Governo della Repubblica Federale di Germania sono ostili verso il popolo greco e dividono inesorabilmente l’Europa” afferma il coordinatore regionale Giuseppe Brogi, che questa mattina ha scritto al Console tedesco, invitandolo a manifestare al Governo tedesco la sua “totale disapprovazione”. Di segno opposto, invece, le parole indirizzate al console greco, di “sostegno all’azione del primo ministro, Alexis Tsipras” e di “solidarietà all’intero popolo greco.

“In queste ore difficili è importante far sentire la propria voce e la propria vicinanza ai Greci, anche con gesti simbolici – spiega Brogi – Invito tutti i militanti di Sinistra Ecologia e LIbertà, tutte le cittadine e i cittadini che credono in un’Europa diversa ad unirsi al presidio di oggi e a scrivere, in una sorta di mail bombing, al console tedesco, esprimendo disapprovazione per l’operato e le scelte di Angela Merkel e del suo esecutivo. La Toscana faccia sentire la propria voce: solo rimettendo al centro le persone, in un’Europa dei cittadini, possiamo riprendere il cammino interrotto dallo scetticismo e dall’austerità”.

Province, on. Nicchi e sen. Petraglia (sel): “funzioni e personale passino alle regioni. Toscana apra una vertenza col governo Renzi per trovare un soluzione definitiva”

Da Sel Toscana, addì13 luglio 2015

Toscana_ Stabilizzare i precari dei Centri per l’impiego, superando le soluzioni emergenziali per il 2016 e 2017 come le proroghe dei contratti, stralciare l’articolo 5 dal decreto Enti Locali in discussione al Senato e trasferire alla Regione le competenze e il personale, a cominciare dalla Polizia Provinciale, la cui riorganizzazione deve tutelare le oltre 200 professionalità presenti in Toscana. Sono questi i punti che le parlamentari toscane di Sinistra Ecologia e Libertà, on. Marisa Nicchi e sen. Alessia Petraglia, si sono impegnate a portare avanti in Parlamento, dopo il confronto, avvenuto questa mattina, con i lavoratori delle Province riuniti in assemblea regionale all’auditorium di Santa Apollonia, a Firenze.

“Con un tocco di bacchetta magica si è pensato che fosse sufficiente tagliare 3000 politici per far sparire lavoratori e funzioni importanti svolte dalle vecchie Province – osservano le parlamentari – Non siamo di fronte, come abbiamo denunciato fin da subito, ad una riduzione della democrazia, ma ad un vero e proprio tentativo di destrutturazione dello Stato, attraverso lo smantellamento del pubblico impiego”.

“E’ significativo che di fronte ad una riorganizzazione profonda dell’assetto istituzionale – proseguono – il Governo agisca come se il decreto Delrio fosse soltanto una questione di bilancio. Prova ne è che la discussione del decreto Enti Locali sta avvenendo solo in Commissione Bilancio del Senato e non in quella Affari Costituzionali. Chiederemo lo stralcio dell’articolo 5, affinché si possa aprire una discussione sulla riorganizzazione dei corpi di Polizia Provinciale, capitolo che la maggioranza ignora, ma che pone grandi problemi sia dal punto di vista occupazionale che dei servizi. E’ necessario che le funzioni di tutela faunistica e vigilanza ittico-venatoria passino alle Regioni, con la conseguente riattribuzione del personale, un patrimonio di professionalità e competenze fondamentali per la salvaguardia del territorio”.

“Riguardo i Centro per l’impiego – aggiungono Nicchi e Petraglia – prendiamo atto di come il Governo abbia presentato un decreto che risolve la questione dei precari licenziandoli. Un altro tocco di bacchetta magica per far sparire i lavoratori, ma non le funzioni svolte dai Centri per l’impiego che rimangono importanti ed essenziali. Non possiamo, quindi, limitarci alle solite misure emergenziali, non basta prorogare nel 2016 e 2017 i contratti per poi procedere ai licenziamenti come se all’improvviso il lavoro non richiedesse più azioni, politiche attive, persone che le attuano. Per questo chiederemo di procedere con le stabilizzazioni del personale dei Centri per l’impiego, non solo per tutelare l’occupazione attuale, ma soprattutto per crearne di nuova grazie al loro indispensabile lavoro”.

“E’ fondamentale – concludono – che la Regione apra con il Governo Renzi una vertenza per una riattribuzione complessiva di personale e competenze delle vecchie province. Sia alla Camera, dove è atteso il decreto PA, che al Senato, dove è in discussione il decreto Enti Locali, Sinistra Ecologia e Libertà lavorerà affinché si rimettano al centro i cittadini, i lavoratori, la democrazia”.

Attenzione: Abbiamo pubblicato i tre comunicati di Sel dopo averli scoperti tra gli Spam, i cosiddetti messaggi indesiderati o di pubblicità.

Escursione Apuantrek Yoga in cammino al rifugio Petrapana di Mosceta

18-19 Luglio

Stefano Pucci,Guida Ambientale Escursionistica Parco Regionale Alpi Apuane, addì 15.7.2015

Proseguono le iscrizioni per partecipare a questa particolare escursione, ci sono ancora posti disponibili e rammento che ci ospiterà il rifugio Petrapana di Mosceta (chiamato anche del Freo) situato a circa 1200 metri di quota. In questo periodo di caldo fa piacere essere in montagna in un clima più fresco per vivere in pieno la Natura Apuana e lo Yoga, conoscere le tradizioni non più in uso come le Carbonaie, le fornaci, l’alpeggio di Puntato, gli ambienti misteriosi come la Tana dell’ Homo Selvatico e lo sconosciuto volto del Corchia ( figura forse naturale incastonata nella roccia ). Gli ambienti unici come la Torbiera di Fociomboli e non mancherà di conoscere anche le Incisioni Rupestri dei “Pennati” del masso delle Girandole, forse riferibili al culto del Dio Silvano.

Parteciperà la Guida Ambientale che ha realizzato i due lavori (vedi link in basso) sulle poco conosciute Incisioni Rupestri delle Alpi Apuane.

Le pratiche yoga riguarderanno il corpo, la mente, le loro diverse potenzialità, l’energia necessaria alle loro funzionalità.Avremo occasioni di condivisione su argomenti dello yoga anche suggeriti dai partecipanti.Chi ha la possibilità di portare piccoli strumenti musicali è invitato a farlo per usarli durante le pratiche di nada yoga, lo yoga del suono.

Per informazioni Yoga, Insegnante Enzo Girolami 3403715368 http://www.enzogirolami.com

Per informazioni e prenotazioni escursione 3381399107 stefano

Materia colore e sogno”

Collettiva degli artisti di asart a villa Argentina

(18 luglio 2 agosto)materia__colore_e_sogno_-_sabato_18_luglio_-_villa_argentina_-_viareggio__lu_

Viareggio_ L’Associazione Asart, Scultori Artisti Associati di Pietrasanta dà il via ai festeggiamenti per il 15° Anniversario dalla sua fondazione con un’importante mostra. “Materia Colore e Sogno”,collettiva degli artisti di Asart, verrà allestita nelle splendide sale di Villa Argentina, a Viareggio, in via Fratti angolo via Vespucci.Espongono:

AGLIETTO Anna, BARONI Mario, BARUFFA Chantal, BECHERELLI Enrico, BIANCHI Marco, BONFIGLI Giuseppe, BRACALENTI Marcela Magdalena, CAMPIONI Paola, CARIBOTTI Manola, CANCOGNI Luigi Valente, CARTA Fortunata, CINQUINI Daniele Emilio, COPPOLA Ferdinando, COPPOLA Giulia, DE ANGELI Ezio, DI SACCO Glauco, GERARD Renato, GEROSA Floriana, KORNMULLER Massimiliano, MICHELOTTI Monica, MUGNAINI Angelo, NESTI Marcello Mark, PAGGINI Annamaria,PAPINI Maria Vittoria, PAZZINI Valentina,PETRILLO Fabrizio, PISTELLI Piergiorgio, RADOGNA Michela, RAMACCIOTTI Lisandro, SARTI Cinzia, SCOTTI Isabella, STACCHI Gianfranco,THYES Vanessa, TONELLI Adriana, VITA Maria Rita

Dal 18 LUGLIO al 2 AGOSTO 2015 . Inaugurazione SABATO 18 LUGLIO ore 18,30.Orario di apertura:

da Martedì a Venerdì 10,30 / 13,00 e 17,30 / 23,00 – Sabato e Domenica 18,30 / 23,00

Ultimo ingresso ore 22,30. Ingresso libero

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Libera Cronaca da Italia bene comune 1596 del 16 e 17 luglio 2015

  1. P. dal Torrione ha detto:

    Ma come si apre il testo digitalizzato su S. anna?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...