Libera Cronaca da Italia bene comune 1574 del 16 e 17 giugno 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune 1574 del 16 e 17 giugno 2015

# Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti -privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

Dal numero 1536 qualunque e-mail che sarà pubblicata sul blog liberacronacachenonce sarà anticipata da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa SPECIFICAZIONE: il blog non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni. Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole. E’ assicurato il diritto di replicare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

Petizioni Avaaz su Libera Cronaca

Ciao Giuseppe, non sarebbe una buona idea divulgare sul tuo giornale,veramente apprezzabile per un raro (oggi) impegno ad un’ informazione libera, le petizioni popolari di Avaaz, Change .org etcc. ? Queste iniziative, quale quella che ti giro, e le organizzazioni che le promuovono meritano di essere portate a conoscenza di tutti.

Testo petizione Avaaz

Anche oggi da qualche parte in mezzo al Mediterraneo ci sono bambini in fuga dalla guerra e dalla fame la cui unica speranza è di non annegare. La Francia ha addirittura chiuso le frontiere con l’Italia per tenere fuori poche centinaia di persone.

È una vergogna per l’Europa, ma ora può finalmente finire: perché tra pochi giorni, per la prima volta nella sua storia, l’Unione Europea voterà un piano umanitario che può salvare e dare aiuto a migliaia di persone.

L’Italia sta chiedendo a gran voce che ogni paese in Europa faccia la sua parte ma alcuni, come Repubblica Ceca, Gran Bretagna, Polonia e Spagna minacciano addirittura di far saltare il piano. E lo fanno usando noi cittadini come scusa, dicendo che l’opinione pubblica europea non vuole che si aiutino i migranti.

Abbiamo pochi giorni per dimostrare che non è così, e rifiutare odio e paure con un’enorme campagna affinché si approvi questo piano umanitario: Avaaz la porterà direttamente all’incontro tra i capi di Stato. Firma ora, dimostriamo che i cittadini europei non accetteranno che l’Europa condanni a morte chi fugge da guerre e povertà:

https://secure.avaaz.org/it/stop_the_tide_of_death_loc_it/?bBokpjb&v=60358

Non c’erano nel mondo così tanti rifugiati dai tempi della Seconda Guerra Mondiale. Ogni giorno, centinaia di famiglie traumatizzate e perseguitate cercano di arrivare in Europa. Non hanno nessun’altra speranza se non scegliere di salire sui barconi e lasciare alle spalle guerre di cui non si vede la fine, come quella in Siria. E mettere in sicurezza le rotte verso l’Europa e consentire che ci si possa arrivare senza rischiare la vita è l’unico modo per poterli salvare.

Il Libano, la Turchia e la Giordania ospitano al momento quasi 4 milioni di profughi siriani. La Gran Bretagna ne ha accolti meno di 150! Il piano dell’UE prevede di accogliere in Europa altre 20mila persone, distribuite tra tutti i 28 Paesi dell’Unione; migliorare le missioni di ricerca e salvataggio in mare; distribuire tra i Paesi UE i richiedenti asilo che arrivano in Italia e Grecia e da cui non possono poi uscire; e infine attuare politiche di contrasto agli scafisti, veri e propri trafficanti di vite umane.

Anche se insufficiente di fronte all’enormità della situazione, questo piano è un primo passo fondamentale verso un sistema davvero efficace che affronti l’emergenza e possa funzionare anche nel lungo periodo. Firma ora, secondo tutti gli esperti dimostrare l’enorme supporto pubblico è il modo migliore per far approvare al più presto il piano:

https://secure.avaaz.org/it/stop_the_tide_of_death_loc_it/?bBokpjb&v=60358

Abbiamo la possibilità di far capire a chi governa l’Unione Europea che questo continente è pieno di persone per bene che sanno cosa significa dimostrare umanità. Le nostre donazioni stanno già sostenendo operazioni di salvataggio nel Mediterraneo, e in Italia, Grecia, Malta, Francia, Germania e Gran Bretagna membri di Avaaz si stanno offrendo volontari proprio in queste ore per aiutare nell’accoglienza di queste famiglie. Scappano dall’oppressione e dalla violenza, è nostro dovere non girarci dall’altra parte.

Con speranza e determinazione, Luis, Bert, Luca, Marigona, Mélanie e tutto il team di Avaaz

Maggiori informazioni

Amnesty: in Siria la più grande crisi mondiale dei rifugiati (Aska News)

http://www.askanews.it/esteri/amnesty-in-siria-la-piu-grande-crisi-mondiale-dei-rifugiati_711534195….

La situazione a Ventimiglia e a Milano (Il Post)

http://www.ilpost.it/2015/06/15/situazione-migranti-ventimiglia-milano/

Migranti, Renzi: “Il Piano Ue va cambiato”. Alfano: “Non accetteremo Europa egoista” (Repubblica)

http://www.repubblica.it/politica/2015/06/14/news/migranti_renzi_piano_va_cambiati_a_ventimiglia_profughi_ripuliscono_scogliere-116826765/

Migranti, bozza vertice Ue: si accelera sui rimpatri. Ma sui ricollocamenti restano le divisioni. La Francia blinda le frontiere (Il Messaggero)

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/migranti_francia_frontiere_ue/notizie/1408677.shtml

Re: Raccogliamo l’invito che ci fa il nostro lettore: pubblicheremo tutte le petizioni Avaaz che ci invierà. Ci fidiamo ciecamente di lui e non riveliamo il suo nome per evitargli eventuali cattiverie a suo danno, poiché legge Libera Cronaca e addirittura l’apprezza.

Teleriscaldamento amaro ( a caldo)

Da Alvaro Avenante, 16.6.2015

Stazzema_ Come al solito intervengo “a pelle”, per quella frase: ….però per il fatto che questa struttura portasse beneficio ambientale per i nostri boschi, mi sembra che fosse una prerogativa non inderogabile, e non che Stazzema diventasse la pattumiera verde della Versilia.

Mi ripeto non sono cittadino di Stazzema. A suo tempo però avevo sostenuto la realizzazione del Teleriscaldamento, in contrasto anche con te Giuseppe, che ti preoccupavi più dei soldi pubblici impiegati per il beneficio di pochi. Io di contro sognavo che quell’impianto fosse il primo piano al risveglio di un’economia di filiera legata al bosco, e che addirittura portasse alla costruzione di altri impianti in altre frazioni, non solo Stazzemesi ma anche di Seravezza.

Purtroppo non è così. Il cippato usato per alimentare l’impianto non proviene dai boschi dello stazzemese, quando non è addirittura esterno alla Versilia, ma dai giardini delle ville di Forte, Marina eccetera. Proprio come dice il dottore.

Purtroppo anche qui nella Versilia, modello nazionale dell’emergenza post alluvione, la cosa pubblica si adegua alla linea nazionale, e tutto diviene ed è usato solo per scopi di bassa propaganda politica, a tornaconto del/dei potenti di turno.

Un delusissimo sostenitore della filiera delle biomasse.

Per la verità sul Teleriscaldamento ci vorrebbe il senso civico

Dal consigliere comunale Baldino Stagi addì 16.6.2015

Stazzema_ Sarebbe ora che a Pruno si avesse non solo il coraggio ma il “senso civico” di denunciare una situazione inaccettabile per quanto riguarda il teleriscaldamento. Non si comprende il perché della lettera consegnata alla Libera Cronaca sia stata pubblicata solo una piccola parte: o il rimanente non era interessante oppure poteva interessare troppo. In ogni caso chiedo che la lettera venga resa pubblica per intero.

Dal poco che è stato reso noto appare comunque chiaro che la situazione è ormai insostenibile, non è più possibile nascondere il fallimento di quello che è stato decantato come un esempio da seguire e che avrebbe fatto scuola per l’Italia intera. Quante balle ci hanno raccontato il Silicani ed i suoi assessori e tutti i compagni compiacenti o, meglio dire, complici di un giochetto che finalmente sta emergendo in tutta la sua misera verità. Non solo bugie ma un continuo e accurato occultamento della reale situazione. L’Impegno non è stato “per Stazzema” ma è stato profuso per rimpiattare quello sconcio realizzato sulla pelle dei cittadini, nascondendo lo scandalo di bollette esigue, cercando di far tacere coloro che avrebbero voluto protestare per i continui guasti, continuando a inventare scappatoie e diversivi. Ma che modo di amministrare è questo???

Cari prunesi, sarà bene che prima del prossimo inverno provvediate ad installare un vero sistema di riscaldamento e fareste bene, finalmente, a raccontare come stanno le cose. Siete stati ingannati, anzi, lo siamo stati tutti poiché i costi di quel monumento all’incapacità li sosteniamo anche noi delle altre frazioni e molto oltre. Sappiate comunque che a causa di questo vostro caparbio silenzio qualcuno arriva ad usare la parola “omertà” e forse non ha tutti i torti.

Re: Baldino, la lettera a Libera Cronaca è stata consegnata da un lettore che poteva accedere alla bacheca facebook del Gruppo Amici di Volegno di Stazzema, e così stamparla come immagine. Il pezzo riportato l’abbiamo ribattuto servendoci di una lente di ingrandimento, ma tutta la lettera sarebbe da leggere. Se ci perviene in formato scrittura, la pubblicheremo. Invitiamo farlo.

Fratelli d’Italia: “Buon lavoro a Mallegni e alla nuova Amministrazione di Pietrasanta”

Dalla Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli, Consiglio Regionale della Toscana – Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia,addi 16. 6.2015

Pietrasanta_ «L’elezione di Massimo Mallegni a Sindaco di Pietrasanta è un bel segnale di riscossa del centro destra versiliese, ma soprattutto un messaggio forte dei pietrasantini che hanno scelto un Amministratore preparato che in passato ha saputo dimostrare con i fatti le sue competenze, e che saprà certamente dare tutto il suo impegno per il bene del nostro Comune» esordisce così Marina Staccioli, commissario provinciale di Fratelli d’Italia, nel complimentarsi con il neo eletto Sindaco di Pietrasanta.

«Fratelli d’Italia Lucca ha sostenuto il progetto di “Pietrasanta prima di tutto” con convinzione, appoggiando gli iscritti del territorio in questo percorso che ha portato alla riconquista di un comune che ha scelto di voltare completamente pagina dopo il quinquennio a guida Pd – prosegue Staccioli – a Massimo Mallegni e alla squadra di consiglieri e Amministratori vanno i nostri complimenti e i migliori auguri per questa nuova sfida, con la speranza che Pietrasanta sia solo il primo passo di un rilancio della destra in Versilia e in provincia di Lucca».

Serata inaugurale Solstizio d’estate 2015 giovedì 18 giugno a Volegno

Pagina per PDF 2014 (1) copia

Pagina per PDF 2014 (1) copia

Da Roberto Natalini,addì 16.6.2015

PDF 2015 (2)

PDF 2015 (2)

Stazzema: Alle ore 19,00 inaugurazione della mostra degli elaborati dell’estemporanea di pittura degli allievi dei licei artistici “Passaglia” di Lucca e “Stagi” di Pietrasanta presso il Circolo ricreativo operaio di Volegno. La mostra restera’ aperta fino al 28 giugno.Logo Fondazione Festival Pucciniano_COLORE

Alle ore 20,45 presentazione del programma a cura degli enti sostenitori e dell’associazione “i Raggi di Belen”

Alle ore 21,00 concerto “omaggio al solstizio” degli artisti della fondazione del Festival Pucciniano che offriranno sulla piazza della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Arie musiche del maestro Giacomo Puccini. Se vuoi essere dei nostri questo vale anche come invito un caro saluto Roberto

Venerdì Assemblea soci Circolo Sirio Giannini e cena sociale al Berlingaio

Da Giuseppe Tartarini,presidente del Circolo Sirio Giannini, adì 156.2015

Seravezza-Stazzema_ Cari soci ed amici, venerdì 19 giugno p.v. alle ore 18,00 si terrà nella sala Cope a in via 1° maggio 21 a Querceta l’Assemblea ordinaria dei soci del Circolo Sirio Giannini con il seguente o.d.g.:

1- Approvazione conto consuntivo anno 2014- 2- Sostituzione di due membri del Direttivo dimissionari- 3- Discussione sulle iniziative svolte e future- 4- Varie ed eventuali.

Ricordo che è gradita la partecipazione anche dei non soci.

Al termine ci sposteremo alla casa del Berlingaio a Stazzema dove si terrà una cena sociale del costo di € 20,00. Comunico che saranno con noi graditi ospiti i membri della commissione del Concorso letterario Sirio Giannini che ha terminato il proprio lavoro. Nell’occasione consegneremo la tessera 2015 ed il libro dell’Antonelli ai soci che non l’hanno ancora ricevuti.

Per chi non può partecipare all’assemblea ma solo alla cena, il ritrovo è alle ore 19,30 all’ingresso della sala Cope. Chi è senza mezzo potrà chiedere un passaggio agli altri.

E’ necessario comunicare al numero di cellulare 3204215677 l’adesione alla cena entro mercoledì 17. In attesa di incontrarvi, i più cordiali saluti.Il presidente

P.S: MENU’ : Antipasti di verdure miste; Crepes agli asparagi e maccheroni al pesto del Berlingaio; Fioretti di zucca ripieni e tris di formaggi con marmellate: Dolce del Berlingaio. Vino e caffè.

Lavoriamo come pazzi: ma chi ce lo fa fare in questa situazione matrigna ?

Da Giuseppe Vezzoni, addì 16.6.2015

Davvero quindici giorni infernali quelli che abbiamo messo alle nostre spalle. Ancora un giorno o due e finalmente riemergeremo dalla storia del 12 agosto 1944 in cui, impenitenti quali siamo, ci siamo ributtati. Non immaginavamo davvero il “dolore” concettuale dovevamo sopportare perché il nostro lavoro, al di là della qualità, fosse scritto in tutta coscienza, prerogativa che poniamo sempre davanti a tutto ciò che facciamo. In questi due giorni in cui mancata la foto della bici, abbiamo comunque pedalato. Ieri pomeriggio, vista la pioggia della mattina, siamo saliti fino alla fontana di Bendiloni; stamani abbiamo pedalato per 50 km. Questo il tragitto: Mulina, Ripa, Vallecchia, Pietrasanta, località Pollino, Traversagna, Sarzanese fino alla rotonda per Sant’Anna, poi Valdicastello, Pietrasanta ed infine ritorno a Mulina. A Pietrasanta abbiamo “beccato” un poco di pioggia, per fortuna rimasta alle nostre spalle dopo aver superato l’Istituto Stagio Stagi.

Con la storia vogliamo chiudere. Brucia troppe energie. Possiamo però dire che il nostro lavoro sul periodo bellico lo riconosciamo unicamente con i documenti informatici Dossier Martiri di Mulina di Stazzema, La Memoria nel segno della Fondazione del Parco della Pace e i rapporti riservati avuti con storici e amministratori. I libri pubblicati rappresentano solo un piccolo sunto di quanto abbiamo raccolto. Solo quando questi lavori saranno resi pubblici potrà essere totalmente giudicato il nostro lavoro che- va ricordato- è partito dall’assenza di formazione sulla materia ma è stato sostenuto dalla determinazione di un autodidatta che non si è mai arreso.

Presentazione del libro L’Abbazia di Vallombrosa

Sabato 20 giugno ore 11, presso l’Abbazia di Vallombrosa, Sala del Capitolo presentazione del libro L’Abbazia di Vallombrosa di Francesca Carrara, Angelo Pontecorboli Editore Firenze- Interventi: Giuseppe Casetta Abate Generale Congregazione Vallombrosana; Alessandra Marino Soprintendente Belle Arti e Paesaggio; Cristiano Benucci Sindaco di Reggello; Enzo Cacioli Sindaco Castelfranco Piandisco. Saranno presenti l’autrice e l’editore

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...