Libera Cronaca da Italia bene comune 1513 del 27 e 28 marzo 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune 1513 del 27 e 28 marzo 2015

# Je suis Charlie

# No al facismo”

# Se togliendo i diritti agli operai si incentiva l’Occupazione, perché non togliere i diritti –privilegi ai politici italiani per incentivare la Democrazia?

giuseppevezzoni@gmail.com

La Ferrari risorge a Sepang, in Malesia

Dopo due anni  la Ferrari con Vettel ritorna sul gradino più alto del podio in una gara di formula Uno. La vittoria speriamo sia il preludio per la ripresa dell’Italia intera. Intanto il marchio più prestigioso dell’italianità riconquista il posto di attenzione nel mondo tecnologico delle gare automobilistiche.

Postato 14,08 del 29.3.2015

Ultim’ora Libera Cronaca 1513 del 28.3.2015

Col Def di aprile il governo alzerà la crescita del Pil 2015 a + 0,7%

Il ministro Maria Elena Boschi, ieri a Cernobbio, ha annunciato che il Governo. con il Def di aprile, alzerà la stima di crescita del Pil italiano nel 2015 a + 0,7%. La precedente stima era stata del +0,5%. La previsione governativa, per prudenza, è inferiore di 0,3% punti percentuali alla crescita prevista da Confcommercio, che prevede il Pil nel 2015 a +1%.

Libera Cronaca,addì 28.3.2015

Viabilità di Farnocchia: finite la prima fase dei lavori di messa in sicurezza

L’assessore Pelagatti: “Da lunedì un nuovo sopralluogo dei tecnici per la completa messa in sicurezza”. Emessa una ordinanza per la rimozione delle piante pericolose

Stazzema_ Finisce la prima fase del lavori sulla via Comunale di Farnocchia dopo l’abbattimento di numerosissime piante in località Forcello su cui sin dal 5 marzo si è lavorato per la messa in sicurezza della viabilità. Si conclude domani domenica, la prima fase dei lavori di alleggerimento dei versanti interessati dal crollo degli alberi e si conclude la parte emergenziale dell’intervento che sarà seguita da un ulteriore passaggio di lavori per la definitiva messa in sicurezza. Lunedì un geologo monitorerà il fronte per verificare come procedere nelle prossime settimane per capire se l’intervento svolto sia stato esaustivo o se vi sia necessità di un nuovo alleggerimento.

Intanto, il Sindaco Maurizio Verona ha emesso una ordinanza che dispone che tutti i proprietari, affittuari, conduttori o detentori a qualsiasi titolo di fondi rustici, aree di pertinenza dei fabbricati e di ogni altra destinazione od uso, che fronteggiano le strade Provinciali, Comunali, Vicinali di uso pubblico e i canali sia primari che secondari di qualsiasi tipo ed importanza, situati sul territorio comunale (centro abitato, aree urbane aree extraurbane, zone rurali) e versanti, rimuovano tutte le piante divelte dal fortunale, nella notte tra il 4 e 5 marzo sia a monte che a valle delle sedi stradali, che risultino pericolose per la circolazione stradale in previsione di eventi meteorologici intensi e dalle sponde dei canali dove aumenterebbero il pericolo di dissesto idrogeologico.

Ci stiamo preparando alla seconda fase dell’intervento al Forcello”, commenta il Vice Sindaco ed Assessore ai Lavori Pubblici, Egidio Pelagatti, “sulla viabilità che conduce a Farnocchia e si dovrebbe alleggerire il cantiere e dunque, i disagi per i cittadini del Paese che ringraziamo per la collaborazione. Si è lavorato anche nei fini settimana proprio per limitare temporalmente il disagio ai residenti e a coloro che hanno le seconde case. Con i tecnici valuteremo i prossimi passi da svolgere in relazione anche alle risorse a disposizione”

Stazzema, 28 marzo 2015

Da Michelle Morabito, funzionario Comune di Stazzema

PDF informativi evento tempesta di vento del 5 marzo 2015

Postiamo due Pdf informativi in merito alla tempesta di vento del 5 marzo 2015

c.16.03.2015 Individuazione comuni cilpiti fenomeni del 5 marzoc.27.03.2015 OCDPC 215 Procedure e modulistica interventi

Via Francigena: ad Altopascio una nuova foresteria per i pellegrini. Nasce l’ospitalità del terzo millennioAltopascio

Inaugurazione domani ore 10 con una cerimonia in Sala Granai di Piazza Ospitalieri. Annunciata la presenza del presidente della Regione Enrico Rossiforesteria2

Altopascio_ Camere con bagno, wi-fi, servizi e arredi di qualità. I pellegrini del terzo millennio che transitano lungo la Via Francigena troveranno ad Altopascio (Lu), un’accoglienza confortevole e gratuita per una notte. Questo grazie alla nuova foresteria che riaprirà domani domenica 29 marzo – inaugurazione dalle ore 10 – che sarà destinata ad ospitare i viandanti che ancora oggi, come da oltre mille anni, percorrono il tratto toscano della Via Francigena, la più importante e antica strada di pellegrinaggio del Medioevo. Un itinerario escursionistico lungo 380 km messo in sicurezza e segnalato, ricco di fascino tra tesori d’arte, ambiente e storia, che rappresenta ormai una importante scommessa per la promozione turistico e culturale della Toscana. La foresteria, chiamata “Nuovo Ospitale dei Pellegrini di Altopascio”, non fa altro che confermare la tradizione di ospitalità di questa città che è sempre stata una tappa centrale della Francigena. Una storia iniziata in pieno Medioevo nel 990 quando Sigerico, l’arcivescovo di Canterbury, cita Altopascio nelle tappe del suo viaggio di ritorno da Roma lungo quella che veniva chiamata “La Via Francigena di Monte Bardone”. Da allora l’importanza di Altopascio aumentò sempre di più grazie alla presenza di un ordine religioso, gli Ospitalieri del Tau che sulla Via Francigena svolgevano un’attività intensa di ospitalità, assistenza ai pellegrini, agli infermi, ai poveri. Attivissimi, i frati fondarono diverse dipendenze in Italia e in Europa, tanto che nel 1191, all’epoca di Filippo Augusto, Altopascio veniva semplicemente denominato “Le Hopital”, cioè “lo spedale” per antonomasia. Ne scrissero Boccaccio, Machiavelli e Shakespeare. L’ordine, dopo secoli di prestigio e potere, fu soppresso nel 1459 da Pio II ma la straordinaria importanza del suo spedale è testimoniata ancora oggi dall’imponente torre campanaria dove è conservata la campana detta della “Smarrita”, datata 1327, che con il suo suono guidava i viandanti. La nuova foresteria è stata realizzata in pieno centro storico, Piazza Ricasoli, costituita da quattro locali per 12 posti letto su due piani con ascensore e sarà gestita dal Comune e dalla Misericordia di Altopascio. I lavori di ristrutturazione per un costo di 150 mila euro, sono stati realizzati con il contributo della Regione Toscana oltre ai costi relativi all’acquisto della struttura. In più si trova a pochi metri dalla biblioteca comunale ricca di servizi per lettori e turisti. In questo modo i pellegrini e viaggiatori che vogliono fermarsi ad Altopascio, (sono stati oltre 2000 lo scorso anno), avranno non solo la possibilità di riposarsi dalle fatiche del viaggio ma avere a portata di mano, e di clic, tutti gli strumenti per conoscere la città e la sua storia.

Negli ultimi anni – spiega il sindaco Maurizio Marchetti – è cresciuta la necessità di avere strutture idonee per l’accoglienza dei pellegrini provenienti da tutta Europa e non solo attraversano l’intero tracciato della Via Francigena. Adesso possiamo mettere a disposizione questa nuova struttura che si trova nel cuore della città e che offre la possibilità a tutti i pellegrini muniti di credenziali di soggiornare una notte”. “I posti per dormire sono limitati, ma la nostra ospitalità – aggiunge l’assessore alla cultura e turismo Nicola Fantozzi – è sempre quella che ha fatto conoscere e apprezzare Altopascio nel mondo”.

Domenica 29 marzo ore 10 la cerimonia d’inaugurazione e taglio del nastro

La nuova struttura sarà presentata dal sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti durante una cerimonia nella Sala dei Granai di Piazza Ospitalieri. Sono poi previsti gli interventi di Nicola Fantozzi, assessore alla cultura e al turismo e vice presidente dell’associazione Europea delle Vie Francigene, Paolo Caucci Von Saucken, storico delle vie di pellegrinaggio, Elisabetta Abela, archeologa, Giovanni D’Agliano dirigente della Regione Toscana, Pier Angiolo Mazzei, gruppo di lavoro sulle vie Francigene, della Conferenza Episcopale Italiana, Renzo Malanca, associazione “Pellegrini della Francigena” e Sanoro Santini dell’associazione toscana delle Vie Francigene. In conclusione dell’incontro previsto l’intervento del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e a seguire il taglio del nastro.

Altopascio, 28 marzo 2015

Da Fabrizio Lucarini

Un paese irreversibile:

rimane certa la pena delle vittime e si cambia per non cambiare e continuare a togliere

postato 07, 06 del 28.3.2015

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Produzione industriale in calo a gennaio per produzione e ordinativi

La ripresa ci sarà, ma la produzione in calo nel mese di gennaio non alimenta certo la speranza e pone un’ombra sull’aumento occupazionale di fronte ad un dato che vede il fatturato scendere dell‘1,6% rispetto a dicembre 2014. Un dato negativo dipeso dalla contrazione del 3,1% all’estero e del 0,9% sul mercato interno. Il dato negativo che permane anche a livello tendenziale, confrontandolo al gennaio 2014. Come è stato possibile che l’occupazione a tempo indeterminato sia cresciuta stante il calo della produzione industriale?

Non sarà che con gli incentivi si licenzia un lavoratore con il vecchio contratto e poi si torna ad occuparne due a tutto vantaggio delle imprese e a svantaggio dei nuovi assunti, soprattutto dei loro redditi e delle loro tutele?

Intanto Confindustria e Confcommercio prevedono un Pil per il 2015 del + 1,1% e una ripresa dei consumi delle famiglie del + o,9%. Di particolare slancio alla ripresa l’Expo di Milano e il Giubileo dell’Anno della Misericordia. In merito all’occupazione, Confcommercio calcola “una crescita degli occupati (standardizzati) di circa 83mila unità nel 2015 e di + 96mila nel 2016″.

Giuseppe Vezzoni, addì 27.3.2015

Revocata parzialmente l’ordinanza di chiusura dei sentieri a seguito degli eventi del 5 marzo

Comunicazioni-Stazzema_FINALE (3)

Stazzema_ In data 8 marzo il Sindaco di Stazzema a seguito degli eventi calamitosi aveva emesso una ordinanza di chiusura di tutti sentieri di montagna segnalati e non segnalati dal CAI, a seguito dell’evento meteorologico del 05.03.2015. Il Club Alpino Italiano, Sezione di Forte dei Marmi aveva segnalato i sentieri di propria competenza agibili e quelli non agibili nel territorio del Comune di Stazzema. Il Cai a seguito di sopralluoghi dei propri associati ha comunicato una lista di sentieri ritenuti agibili e a seguito di tale comunicazione il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona ha ritenuto emettere una nuova ordinanza di parziale revoca della precedente per i soli sentieri di competenza CAI agibili.

I SENTIERI CAI indicati come AGIBILI sono il N. 5, 5A, 6, 8, 9, 10, 11, 12, 31, 32, 106, 107, 108, 109, 110, 121, 122, 124, 124A, 125, 126, 1276, 128, 129, 131, 135, 141, 144, 150, 155.

L’ordinanza prevede di mantenere chiusi I SENTIERI DI MONTAGNA NON SEGNALATI DAL CAI E I SENTIERI SEGNALATI CAI N. 3 Capezzano Monte – San Rocchino– 3A Capriglia Foce di Sant’Anna– 4 Valdicastello Culerchia (Le Mulina)- 7 Cardoso Foce di Valli- 123 Retignano Le Scalette Innesto sentiero 122– 124 Il Termine Palagnana Foce di Petrosciana, per tutto il tempo strettamente necessario per il ripristino delle condizioni di sicurezza.

Si ritorna piano piano verso la normalità”, commenta il Sindaco Maurizio Verona, “e verso la possibilità di frequentare nuovamente i sentieri da parte degli appassionati che numerosi frequentano i nostri boschi e le nostre montagne. Prosegue l’opera di monitoraggio da parte del Cai e dagli Enti competenti per arrivare ad un completo ripristino della rete sentieristica che è una ricchezza per la nostra montagna”

Stazzema, 27 marzo 2015

Da Michele Morabito, funzionario del Comune di Stazzema

Concessioni cimiteriali, il consigliere Stagi risponde a Migliorini

Stazzema_ Mi dispiace che il sig. Migliorini definisca “scomposto” il mio intervento, posso solo chiedere scusa se posso essere sembrato scortese. Del resto, come scrive Vezzoni, in tutti questi anni abbiamo speso molto del nostro tempo e delle nostre energie per cercare di far cambiare il corso degli eventi a riguardo del rinnovo delle concessioni cimiteriali. Dispiace vedere che, nonostante gli immani sforzi profusi, anche con i pochi mezzi di cui disponiamo, non siamo riusciti a far pervenire ai cittadini informazioni corrette ed esaustive. L’informazione gioca in questi frangenti un ruolo basilare ma toccherebbe anche ai contribuenti porre maggiore attenzione a quanto accade in Municipio, forse così valuterebbero meglio le proprie scelte e magari sarebbero più presenti nella vita amministrativa del Comune. Il problema è molto grave e complesso, rimane il fatto che sia l’amministrazione Silicani che quella Verona non hanno mai voluto recedere da questa scelta, che appare improvvida e oppressiva, di far pagare nuovamente le sepolture ai concessionari nonostante queste siano state acquistate “in perpetuo” e che non si possa mettere in discussione la “buona fede” di chi all’epoca decise di comprare una tomba. Resta molto difficile capire come si possa anche solo pensare di poter inviare ai cittadini stazzemesi, che certo non sono capitani di industria o facoltosi possidenti, avvisi di pagamento con cifre di migliaia e migliaia di euro. Come può un sindaco non pensare a quali conseguenze possano avere sulle famiglie salassi di questa portata e come si può non riflettere sulle implicazioni etiche e morali che discendono da simili imposizioni, sulla sofferenza di madri e mogli che dovranno rinunciare alla sepoltura dei propri cari perché impossibilitate a far fronte al pagamento o padri che dovranno rinunciare ad acquistare beni di prima necessità per la famiglia pur di rispettare la memoria dei propri defunti. Il problema è molto grosso ma viene affrontato con la massima leggerezza e con assoluto distacco da Silicani e da Verona. Per loro l’importante è cercare di risolvere gli enormi problemi legati al “buco di bilancio” e lo faranno a qualunque costo. Concluderei affermando che, nonostante questi folli tentativi, il bilancio resterà negativo, ormai la voragine è talmente grossa da non poter essere risanata. Con buona pace di coloro che credono alle favole e dei nuovi arrivati che si stanno mettendo in un mare di guai, fra menzogne e voli pindarici, fra viaggi premio e palliativi.

Baldino Stagi, addì 27.3.2015

Re: Avvertiamo i nostri lettori che il post sulle concessioni cimiteriali di ieri, a firma di Giuseppe Vezzoni, è stato corretto per quanto concerne le date delle sentenze del Tar della Toscana e del Consiglio di Stato e l’entità fiscale complessiva del provvedimento amministrativo concernente il rinnovo oneroso del canone delle concessioni con la tipologia della perpetuità, che ieri avevamo quantificato per oltre un milione di euro ma che in realtà supererebbe i due milioni e mezzo.

Det.87 del 26.03.2015 Incarico Alravilla causa Giannelli ed altri cimiteri

Giuseppe Vezzoni, addì 27.3.2015

Fdi: “Imam di Capannori espulso, ecco gli effetti delle frontiere spalancate”

Capannori_ “Mantenendo le frontiere spalancate e la schiena sempre più spesso china verso l’Islam, portiamo all’interno delle nostre comunità personaggi che inneggiano alla jihad e che ricambiano la nostra accoglienza con parole di odio e violenza”. E’ con queste parole che il gruppo regionale di Fratelli d’Italia commenta l’espulsione dell’Imam di Capannori (Lucca): “Contro l’estremismo islamico occorre tenere sempre alta la guardia. Ci aspettiamo che prese di distanza arrivino anche da tutti coloro che non perdono occasione per giustificare posizioni radicali”.

Da Ufficio stampa FdI Marco Gemelli, addì 27.3.2015

Dimissioni del segretario Moreno Coturri

Partito socialista italiano federazione provinciale di Lucca

Lucca_ Il Direttivo della Federazione provinciale PSI di Lucca ha provveduto alla sua riorganizzazione a seguito delle dimissioni presentate dal Segretario Moreno Coturri. Nella partecipata riunione i socialisti lucchesi hanno approfonditamente discusso delle prossime elezioni regionali della Toscana e di quelle amministrative che interesseranno i Comuni di Viareggio, Pietrasanta, Coreglia Antelminelli e Sillano Giuncugnano. A tal proposito il P.S.I. provinciale ha riconfermato la propria collocazione politica nel Centro – Sinistra e confermato l’appoggio a Enrico Rossi, quale Presidente della Regione Toscana, ed a Rossano Forassiepi , candidato Sindaco a Pietrasanta mentre su Viareggio, pur non appoggiando alcun candidato del PD, è ancora in corso un’approfondita verifica e definizione del programma amministrativo che probabilmente porterà ad un accordo che ne sottolineerà l’autonomia politica.

Circa la riorganizzazione del Partito, in attesa di un Congresso Straordinario, in cui dovranno essere affrontati le linee future della politica nazionale e locale, i socialisti della Provincia di Lucca hanno dato incarico a due Comitati esecutivi di coordinare il lavoro politico ed organizzativo. Per La Versilia sono stati eletti Da Prato Carlo, Delli Fausto e Francesconi Stefano.

Dal PSI Provinciale, addì 27.3.2015

Domani Festa della Farina di Castagne

Undicesima Edizione il prossimo 28 marzo

Stazzema_ Domani, sabato 28 marzo, si terrà a Stazzema l’undicesima edizione della Festa della Farina di Castagne organizzata dall’Istituto Comprensivo Martiri di S.Anna di Stazzema, l’Associazione La Filiera della Castagna, l’Amministrazione Comunale e con le associazioni locali.

La festa, che per 10 edizioni si è svolta nelle frazioni di Pruno e Volegno, da questo anno, per volontà degli organizzatori, cambia e diventa itinerante, infatti così come nell’ intento originario e come era già stato annunciato durante l’organizzazione dell’ultima edizione tenutasi nel 2014, vogliamo che questa iniziativa diventi sempre più vicina e sentita in tutte le frazioni.

Ogni paese ha pari dignità e potenzialità da far conoscere, mostrare e vivere, anche per un pomeriggio,sia dal punto di vista dell’ospitalità e dell’ accoglienza,sia da un punto di vista storico letterario geografico artistico e culinario.

Sarà quindi la frazione Capoluogo del nostro Comune la cornice di questa undicesima edizione e protagonisti indiscussi saranno gli alunni della scuola che potranno vivere una giornata interamente a contatto con la natura e con l’ambiente. Il tema di questa anno è : RICOMINCIAMO DA QUI sotto i tigli del capoluogo.

Vedere Libera Cronaca 1512, addì 27.3.2015

Seravezza Fotografia: la natura invisibile di Roberto Mari in mostra alle Scuderie GranducaliMari_marmo01

Domani inaugurazione alle ore 17 alla presenza dell’autore, del sindaco di Seravezza Ettore Neri e del direttore artistico Ivo Balderi

Seravezza_ I colori mai visti del marmo, della sabbia e dell’acqua. Tutti questi elementi della natura fotografati in un modo nuovo e originale nei loro dettagli più nascosti, sono l’oggetto della mostra fotografica di Roberto Mari “Natura: magie invisibili” che sarà inaugurata domani sabato 28 marzo alle ore 17 alle Scuderie Granducali di Seravezza (Lu), Viale L. Amadei 230, e che rimarrà aperta fino al 6 aprile. Si tratta di uno degli eventi espositivi della dodicesima edizione di Seravezza Fotografia, diretta da Ivo Balderi, organizzata dalla Fondazione Terre Medicee, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Seravezza con il patrocinio della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

Vedere Libera Cronaca n. 1511, addì 27.3.2015

Quel piccolo teatro domesticoconcerto terrinca

Sabato 28 marzo a Terrinca grande appuntamento con la musica barocca con l’iniziativa con gli studenti studenti dei corsi di master della Haute Ecole de Musique di Lausanne-Sion-Fribourg

Stazzema_ Un grande appuntamento con la musica classica sabato 28 marzo alle ore 21,00 alla Chiesa di Terrinca dedicata ai Santi Clemente e Colombano. Andrà in scena lo spettacolo “Quel piccolo teatro domesico. Voci e silenzi dalla Natura e dall’Amore” con musiche di Alessandro Scarlatti (1660-1725), Antonio Vivaldi (1678-1741) e Niccolò Porpora (1686-1766), che saranno eseguite da Nastasia Dugardin e Enora Fondain, ai violini, Helinä Nissi, viola, Mathilda Longué al violoncello, Shagan Grolier al contrabbasso, Julien Vergères alla chitarra barocca e cantate dal soprano Nao Yokomae ed dal mezzosoprano Federica Cacciatore. Al Clavicembalo e alla direzione ci sarà il Maestro Riccardo Mascia. Si tratta degli strumentisti studenti dei corsi di master della Haute Ecole de Musique di Lausanne-Sion-Fribourg, sito di Sion, che hanno già al loro attivo importanti esperienze di attività professionale in orchestra e come solisti. I cantanti fanno parte dei corsi accademici del Conservatorio di Parma. “Quel piccolo teatro domestico” è un progetto di introduzione alla musica barocca consistente in una master class e una serie di concerti e lezioni- concerto fra i conservatori di Sion e Parma. La cantata barocca italiana è un concentrato di teatro e retorica delle passioni. Quando l’opera era il re degli spettacoli, le famiglie nobili potevano ritrovarne le emozioni nel loro salotto. Bastano poche parole e poche note per far vivere questo piccolo teatro domestico.

Vedere Libera Cronaca n. 1512, addì 27.3.2015

Domani Omaggio a Sirio Giannini a 90 anni dalla nascita e nel trentennale del concorso letterario omonimo

locandina 28 marzo

Querceta di Seravezza– Domani alle 16,30, presso la Sala Cope del Centro Civico di Querceta, a 90 anni dalla nascita dello scrittore Sirio Giannini e a 30 anni dall’indizione del concorso letterario Sirio Giannini si terrà un momento di omaggio allo scrittore seravezzese. Introdurrà la professoressa Velella Bisi a cui seguiranno i saluti del sindaco di Seravezza Ettore Neri e gli interventi di Paolo Capovani, del prof. Giuseppe Tartarini, presidente del Circolo Sirio Giannini, e di Costantino Paolicchi.

Giuseppe Vezzoni, addì 27.3.2015

Mostra Presenze Assenze di Sergio MazzantiSergio Mazzanti

A cura di Lodovico Gierut

Galleria Europa -Lungomare Europa 41- Lido di Camaiore (Lucca)

24 aprile-14 maggio 2015.

In Sergio Mazzanti sono spesso le memorie che affiorano significandone il linguaggio, a far scoprire un qualcosa di profondo per molti versi ancorato alle presenze e alle assenze, che l’hanno portato ad essere artista: se poeti e pittori si nasce “per una disposizione naturale”, come è stato detto, si diventa artisti per un possesso intellettivo che sa valorizzare le proprie tendenze.

Non registra fatti di cronaca, ma tende – riuscendovi – a sistemare avvenimenti ed emozioni in un atto logico (l’opera), spesso disponendo colori e segni accostati a certe forme, cioè oggetti tipo farfalle di carta, vecchie trappole per uccelli, vesti di bambole o di bambine e di bambine, carte da gioco… , quasi per evocare i primi anni di vita quando il carattere si forma, gioendo o soffrendo.

In lui convive un che del presente e del passato, radicato nella concreta esperienza; non c’è casualità e i simboli non sono il pretesto per gli sperimentalismi, bensì la conquista di uno spazio figurativo che unisce qualcosa che prima era quasi disgregato, ad un tutto teso a far riflettere.

Sicuramente mi ripeto dicendo che un’opera d’arte deve dire, deve dare qualcosa, deve far pensare, altrimenti tale non è”. (Lodovico Gierut).

Sergio Mazzanti nato a Pontedera (Pisa) nel 1952, vive a Carrara e ha Studio a Montramito di Massarosa, in Versilia. Ha studiato all’Istituto d’Arte “Passaglia” di Lucca ed è stato presente in varie mostre di gruppo. Assai riservato ed apprezzato anche come illustratore, tra le recenti “uscite”, sono da citare, per ciò che attiene le installazioni – nel 2013 – “M’Arte” a Montergemoli, mentre a Cecina, presso il Parco Archeologico “San Vincenzino”, è stata presentata “Chi ci gioca”. Nel 2014 bisogna ovviamente rammentare, a Seravezza, presso Palazzo Mediceo, Nessuno guarda più i tramonti”. Fa parte del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut. E’ stato invitato all’evento “Pietrasanta e Cefalù. Gemellaggio d’Arte” programmato per il settembre/ottobre 2015 a Pietrasanta.

Autore: Sergio Mazzanti.

Luogo: Lido di Camaiore (Lucca)-Galleria Europa. Lungomare Europa n° 41.

Titolo mostra: “Presenze. Assenze”.

Cura artistica: Lodovico Gierut.

Inaugurazione: 24 aprile 2015, ore 17.

Periodo: 24 aprile-14 maggio 2015.

Orario: 16-22. Ingresso libero. Lunedì chiuso.

Info: sergiomazzanti1952@libero.it

Da Loodovico Gierut, addì 25.3.2015

Paesaggio, “saltate limitazioni per cave e geotermia. Servono garanzie”

Chiurli (Democrazia Diretta), “Il maxiemendamento? Una maxi supercazzola”

Presentati subemendamenti per reintrodurre stop marmo sopra i 1200 metri e tutela falde e fiumi

Toscana_ “Il maxiemendamento al Piano paesaggistico non è altro che una maxi supercazzola. Il Consiglio regionale dichiari apertamente se sta dalla parte dei toscani o delle lobby del cemento, del marmo e dell’energia”. Il consigliere regionale Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta) attacca il nuovo testo del Pit, in discussione oggi in Aula e presenta tre subemendamenti alle parti modificate a seguito dell’incontro tra il Presidente Rossi e il Ministro Franceschini.

Il risultato delle ‘giornate romane’sottolinea Chiurlinon è altro che una revisione del drafting: si è messo in bella calligrafia quello che le lobby avevano annotato a margine del Piano. Sono saltate le limitazioni per cave e geotermia. Si apre di nuovo all’escavazione di marmo sopra i 1200 metri, alle costruzioni nell’alveo dei fiumi (basta che non siano a scopo abitativo) e allo sfruttamento indiscriminato della geotermia: sono infatti sparite tutte le limitazioni in questo ambito”.

Garanzie che il consigliere di Democrazia Diretta adesso vuole reintrodurre attraverso tre subemendamenti per “evitare ogni nuova estrazione di marmo sopra i 1200 metri, tutelare le falde acquifere e i reticoli idrografici nello sfruttamento della risorsa geotermica e mettere un freno a nuovi insediamenti estrattivi e produttivi nelle aree di pertinenza di fiumi e torrenti”.

Chiediamo che il Consiglio conclude Chiurlivada oltre alla retorica e alla campagna elettorale già in corso e prenda una posizione chiara: o si sta con le lobby o si sta con i cittadini”.

Firenze, 27 marzo 2015

Da Ufficio Stampa Francesca Puliti, postato ore 13,00 del 27. 3.2015

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...