Libera Cronaca da Italia bene comune 1496 del 5 e 6 marzo 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune 1496 del 5 e 6 marzo 2015

Je suis Charlie

# No al facismo”

giuseppevezzoni@gmail.com

Nota Bene

In località Carbonaia di Mulina di Stazzema l’energia elettrica è stata riattivata stamani, alle 10,30. L’interruzione era in corso dalle 2 della mattina del 5 marzo 2015. Postiamo questa Libera Cronaca 1496 avvertendo che tanti appuntamenti a causa del disastro ambientale causato dal forte vento potrebbero slittare ad altra data. 

In giornata posteremo una ultim’ora, tra cui una testimonianza di Mons. Danilo D’Angiolo   e il pezzo Versilia nel cercine di un vento distruttore 

Giuseppe Vezzoni,addì 6.3.2015-Postato ore 11,00

“Noi Sentinelle del Territorio”

Venerdì 6 marzo presentazione del progetto a Cardosolocandina

Questo è il titolo del progetto realizzato dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Martiri di S. Anna di Stazzema nell’ambito dell’iniziativa della Fondazione Antonino Caponnetto “Giovani Sentinelle della Legalità”

Stazzema_ Anche l’Istituto Comprensivo Martiri di S. Anna di Stazzema partecipa al progetto della Fondazione Antonino Caponnetto “Giovani Sentinelle della Legalità”, la Fondazione con sede a Firenze che opera da anni con le scuole per promuovere i valori della legalità e della difesa dei diritti ed in questo interessante progetto coinvolge i ragazzi affinché analizzino le peculiarità del territorio in cui vivono per individuare una problematica che lo interessa arrivando a formulare una proposta di intervento da sottoporre all’Amministrazione locale.

Gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Martiri di Sant’Anna di Stazzema” hanno individuato nel dissesto idrogeologico un problema urgente sul quale intervenire ed in questi mesi sono state analizzate le cause del dissesto, eseguita una mappatura dei siti di frana, studiate le varie tipologie di frana, approfondito l’evento drammatico dell’alluvione del 19 giugno 1996 con videointerviste alla popolazione, analizzate le principali leggi italiane in materia di tutela ambientale, si è poi messo a fuoco il ruolo di alcune attività economiche (aziende agricole, agriturismi, alpeggi, rifugi) come freno all’abbandono della montagna e da tutto questo è stata elaborata una proposta che nell’incontro pubblico. I ragazzi presenteranno all’Amministrazione Comunale il progetto nel corso di una iniziativa che si terrà venerdì 6 marzo alle ore 16,00 presso il Palazzetto della Cultura di Cardoso.

I ragazzi chiederanno all’Amministrazione Comunale di scongiurare l’abbandono dei Paesi da parte dei cittadini e delle attività economiche, sostenendo l’utilizzo nella mensa scolastica e per la merenda che si consuma a scuola durante l’intervallo di prodotti del territorio.

Abbiamo accolto con entusiasmo il progetto”, commenta l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Stazzema Marco Viviani, “in quanto è un occasione per i nostri ragazzi di lavorare sulle urgenze del territorio dove vivono e di poterlo conoscere sempre meglio. In sinergia con la Dirigente Scolastica e con gli insegnanti del nostro istituto stiamo lavorando per avvicinare sempre di più l’attività della scuola al territorio e proprio per questo ci piace molto il titolo che è stato dato al progetto “Noi Sentinelle del Territorio”. La nostra Amministrazione sta’ puntando molto sulla custodia del territorio da parte dei cittadini che vi ci abitano e iniziative che coinvolgono i più giovani su queste tematiche non possono che favorire la nostra attività. Apprezziamo lo spirito del progetto che mira ad una valorizzazione dei prodotti locali, consapevoli che solo il mantenimento di attività e servizi sul territorio può scongiurare l’abbandono. Ringraziamo”, prosegue l’Assessore Viviani”, la Fondazione Caponnetto che ci ha dato questa opportunità, la Dirigente Scolastica e le insegnanti Paola Santuzzi, Dita Stojanova e Chiara Pellegrini che hanno lavorato con grande impegno al progetto”

Stazzema, 4 marzo 2015

Comunicato Ufficio URP Comune di Stazzema

“Giorgio Michetti: un secolo d’arte”

Palazzo della Cultura di Stazzema in Cardoso

7 marzo-3 maggio 2015Michetti_Verona_Vincenti

Stazzema_ Sabato 7 marzo alle ore 17:30 presso il Palazzo della Cultura di Stazzema in Cardoso sarà inaugurata la mostra “Giorgio Michetti: un secolo d’arte”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Stazzema.

Più di 50 quadri racconteranno l’espressione artistica di Giorgio Michetti, pittore e grafico viareggino, classe 1912: dalle opere che dipinse giovanissimo (allora diciassettenne) per l’esposizione del 1929 a Castiglioncello, fino ai giorni nostri. Una produzione imponente, quella di Michetti, con oltre 2.500 quadri dipinti, della quale si raccolgono nell’esposizione di Cardoso le opere più significative. Il percorso all’interno del Palazzo della Cultura del Cardoso è ricco: dipinti, affreschi, sculture, anamorfosi, opere grafiche, selezionate dallo stesso artista, documentano l’incessante ricerca di un linguaggio pittorico personale. Si pone l’attenzione sulla continua ricerca di sperimentazioni, tecniche e modi di espressione sempre nuovi e diversi: Michetti stesso la definisce “didattica”.

La mostra presso il Palazzo della Cultura di Cardoso resterà aperta fino a domenica 3 maggio; orario di apertura: da giovedì a domenica ore 16:00 – 19:00. Per info: Ufficio Cultura Comune di Stazzema, 0584/775204

Sono felicissimo della mostra di Cardoso”- dice Giorgio Michetti. “Pensavo di aver concluso con le mostre ma quando la proposta è arrivata non ho saputo dire di no, dato l’entusiasmo delle persone giovani che la organizzano. Ci sono tanti pezzi, non solo quadri, anche sculture, affreschi, oggetti di design e anamorfosi: mi hanno smontato lo studio! La fatica nell’organizzazione è indubbia ma avere tante cose da fare tiene vivi: io mi stanco quando mi annoio! Il cervello è il motore di tutto. Il mio lavora sempre, giorno e notte, perché ho tantissima fantasia. Però è meglio non sognare e vivere dipingendo”.

Il Comune di Stazzema”– commenta il Sindaco Maurizio Verona- “inaugura la propria stagione culturale ed artistica con una mostra del pittore Giorgio Michetti negli spazi del Palazzo della Cultura in Cardoso che vogliamo far diventare un luogo di dialogo e crescita per la nostra comunità e per il nostro comune. Ho avuto la possibilità di incontrare Giorgio Michetti grazie all’allieva Claudia nel suo studio di Viareggio dove sono raccolte molte delle sue opere di una carriera lunghissima, che affonda le radici nella prima metà del Novecento per giungere sino ai nostri giorni. Di lui mi ha colpito la grande vivacità intellettuale che potrebbe sembrare in contrasto con i suoi 103 anni vissuti in simbiosi con l’arte e questa sua predisposizione a comunicare la sua arte e la voglia di trasferirla a chiunque si trovi a parlare con lui, quasi fosse una necessità. Gli faremo incontrare i giovani di Stazzema e speriamo che sappiano cogliere questa sua freschezza”.

Questa mostra”– aggiunge l’Assessore alla Cultura, Serena Vincenti- “è una sorta di viaggio didattico, conoscitivo per ripercorrere l’eclettica e varia produzione dell’artista. Da un’arte più tecnica come le incisioni, stampe, disegni a matita e carboncini, a divertissement e grotteschi per giungere agli oli e affreschi su tavola dove le sue pennellate si muovono liberamente, partendo da colori buttati a macchia sulla tavola, colori vaporosi che indicano a Michetti, attraverso punti immaginari e con l’aiuto della fantasia, dove tracciare il segno per mezzo di una “casualità pilotata”, termine con cui talvolta il maestro ama chiamare la sua maniera. Si resta stupiti di fronte ad un artista che ad oltre 100 anni di età non ha ancora interrotto la sua ricerca di linguaggi con cui rappresentare la realtà di ciò che lo circonda, quasi con la necessità, mentre parla, di dover metter su tavola ciò che dice e che diventa immediatamente un disegno o una nuova opera d’arte. Sono certa che la sensibilità pittorica di Giorgio Michetti saprà sedurre il pubblico dell’Alta Versilia e non solo, ritagliandosi uno spazio di grande richiamo e visibilità”.

Viareggio, 4 marzo 2015

Comunicato da 2Muv, Museo di Sant’Anna di Stazzema

Tallio, qualcuno sapeva?

Fdi: Tallio in Versilia, basta roulette russa sulla pelle dei cittadini”. Il gruppo regionale: “Qualcuno in Arpat e Gaia sapeva: con questa negligenza chi può escludere che ci siano altre sostanze inquinanti nell’acqua?”

Firenze_ Stavolta è toccato al tallio e alla Versilia, ma se è vero che qualcuno in Gaia e Arpat sapeva dello sforamento dei limiti e non è intervenuto immediatamente, chi può escludere che ci siano altre sostanze inquinanti nell’acqua? E’ l’ora di smetterla con questa roulette russa sulla pelle dei cittadini: non è possibile che gli abitanti della zona paghino il servizio idrico per rischiare di ingerire sostanze potenzialmente pericolose, qualcuno dovrà assumersi la responsabilità di ciò che sta accadendo”.

E’ quanto denuncia il gruppo regionale di Fratelli d’Italia, dopo che la Procura ha preso in consegna la relazione in cui Gaia informa il Comune di Pietrasanta della presenza di tallio nell’acqua di Valdicastello.

E’ necessariospiega il capogruppo Giovanni Donzelli insieme ai consiglieri Marina Staccioli e Paolo Marcheschi che vengano eseguiti campionamenti ad ampio spettro sugli elementi chimici, senza procedere per analisi a compartimenti stagni o a situazioni in cui il risultato delle analisi stesse cade nel dimenticatoio magari per rimpalli di competenze. La gente di Valdicastello è stata presa in giro troppo a lungo, e qualcuno dovrà assumersi le proprie responsabilità”.

Firenze, 4 marzo 2015

Ufficio stampa Gruppo regionale FdI Marco Gemelli

Re: Invitiamo i nostri lettori a rileggersi Libera Cronaca n.1398 del 7 e 8 ottobre 2014 dopo questo comunicato e soprattutto dopo le due pagine che il quotidiano Il Tirreno ha dedicato ieri alla vicenda tallio. Ma qualcuno pagherà davvero per eventuali omissioni o tutto finirà in una bolla di sapone? É possibile che su una vicenda come questa fidarsi sulle comunicazioni verbali e non pretendere comunicazioni scritte? Ricordiamo che coloro che hanno fatto esplodere la questione tallio sono stati dei ricercatori del Dipartimento Scienze della Terra dell’Università di Pisa e che nel paese che siamo diventati è possibile accertare il reato ma non risalire a chi l’ha commesso. In questo paese si fa alla luce del sole la battaglia a favore della legalità ma dietro questo bel siparietto ci si avvale delle convenienze politiche e spesso della illegalità, così come sono piene le cronache giornaliere del paese che siamo diventati.

Giuseppe Vezzoni, addì 4.3.2015

Seravezza Fotografia: non solo mostre ma anche tante occasioni per conoscere meglio la fotografia

Seravezza_ Incontri di fotografia, workshop, lettura di portfolio. Seravezza Fotografia propone per due mesi, accanto alle mostre prime di tutte quella più importante “Colour and B&W”di Francesco Cito al Palazzo Mediceo di Seravezza, anche un ricco programma di eventi dedicati ai fotografi amatoriali e professionisti. In tutti questi appuntamenti è possibile aggiornarsi sulle ultime tecniche fotografiche sotto la guida di professionisti affermati, oppure imparare le tecniche di base per realizzare una buona immagine. Insomma occasioni per tutti i gusti per avvicinarsi al mondo della fotografia. Per quanto riguarda i workshop si comincia sabato 14 e domenica 15 marzo con “Stampa Fine Art” a cura di Gabriele Danesi dalle 10 alle 17 presso lo Studio Danesi, via Case Rosse 239, Seravezza. Sabato 28 e domenica 29 marzo sempre dalle 10 alle 17 il tema sarà: “Grafica editoriale per fotografi. Come creare portfolio e photobook perfetti”, incontro a cura di Mena Marotta presso sede la Sala Cope a Querceta. Appuntamento imperdibile l’11 e il 12 aprile, dalle ore 10 alle 17 con “Dietro i reportage”, con il fotoreporter Francesco Cito sempre nella sala Cope di Querceta. I corsi base di fotografia a cura di Marian Vanzetto sono previsti invece tutti i mercoledì dall’11 marzo al 29 aprile ore 18- 20 sala Cope, quelli avanzati tutti i venerdì dalle 21 alle 23 dal 12 marzo all’8 maggio presso la casa Giovani a Querceta. E poi ancora con la Vanzetto i corsi per l’uso di Photoshop e di fotografia per ragazzi. Si parla anche di luci con il corso “Flash/Luci da studio” a cura de LaBottega tutti i giovedì dal 12 marzo al 9 aprile con orario 20.45 – 23 – 45 a La Bottega, viale Apua 188 a Marina di Pietrasanta. “L’immagine svelata. Dalla tecnica base all’evoluzione compositiva dell’immagine fotografica” sarà un corso a cura di Andrea Bartolucci in programma tutti i martedì e giovedì dal 10 marzo al 2 aprile con orario dalle 21 alle 23 presso la sala Cope di Querceta. La lettura dei portfolio fotografici, a cura di Marcello Ricci e Carlo Ciappi della Fiaf, si svolgeranno da sabato 21 a domenica 22 marzo alle Scuderie Granducali, adiacenti al Palazzo Mediceo dalle 9 alle 16.30 con premiazione alle ore 18 di domenica. Seravezza Fotografia è organizzata dalla Fondazione Terre Medicee, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Seravezza con il patrocinio della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

I programma completo di tutti gli appuntamenti è sul sito della rassegna http://www.seravezzafotografia.it e per informazioni ed iscrizioni Fondazione Terre Medicee tel. 0584.757443/756046

Seravezza, 4 marzo 2015

Da Ufficio Stampa agenzia ILogo, Fabrizio Lucarini

Delegazione del Comune di Stazzema dal presidente del Senato Grasso

Stazzema_ La scorsa settimana il Verona è andato a Roma da Napolitano, ieri è andato a Roma da Grasso portandosi dietro un codazzo di personaggi, proprio come fanno i grandi personaggi, gli assessori Pelagatti e Viviani col rinforzo del presidente del consiglio Tovani. Non si contano ormai più i viaggi che gli amministratori affrontano a scadenza settimanale, non si comprende perché debbano partire in quattro o cinque per volta, non si sa quanto spendono e sopratutto non si sa quali risultati conseguano. Sarebbe interessante poter ascoltare le registrazioni dei colloqui per provare a capire quale grandi tesi e teorie possano esporre. Sarebbe interessante ma non lo sapremo mai, certo è che i cittadini stazzemesi devono continuare a “rumarsi nelle saccocce” e cacciare la pecunia. Bella vita quella dell’amministratore senza controllo e senza pensieri. Intanto pare che i conti della refezione e dei trasporti scolastici siano completamente fuori dal seminato, le mamme cominciano a scalpitare perché vengono avanzate richieste assurde. Come al solito si procede “a braccio” tirando là cifre approssimate. Ma non farebbero bene a rinchiudersi un mese in comune e provare a mettere a posto i conti, anche per cercare di rimediare il buco con il comune di Massarosa che ci sta chiedendo 183.000 euro e, prima o poi, li dovremo pur cacciare. E questi girottolano per il mondo, a spese del contribuente.

Da Baldino Stagi, addì 4.3.2014

Re: La delegazione del Comune di Stazzema ha incontrato il presidente Grasso per chiedergli di riaprire la questione dell’Armadio della Vergogna e risalire alla responsabilità di chi veramente insabbiò i fascicoli delle stragi nazifasciste anche ricorrendo alla dicitura archiviazione provvisoria, dicitura che il Codice di procedura penale italiano non prevede. ( NB: Notizia appresa da Il Tirreno. Comunicato a noi non pervenuto)

Giuseppe Vezzoni, addì 6.3.2015

Escursione alle Pietre Vive della Selva di Azzano8 marzo le pietre vive della selva di azzano apuantrek

Versilia_ Domenica 8 marzo per la festa della Donna, faremo con Apuantrek una escursione nella vecchia Selva di Azzano per conoscere i manufatti realizzati dai popoli antichi per le proprie necessita spirituali e materiali. Percorrendo una mulattiera segnata dal CAI e sentieri aperti dalla Guida, si vedrà il trono-altare scoperto da Bruno Antonucci; scolpito in un blocco di roccia molto dura; rappresentava un esempio della religiosità Pagana probabilmente legata al mese di Marzo, dove venivano celebrate feste in onore a risveglio della grande Madre Terra. Si visiterà una antica fornace ancora integra con le sue poderose mura; rappresentava un ingegnoso modo per produrre la calce necessaria per costruire le case degli abitanti della montagna. Si potrà vedere una rara casa d’abrì ormai abbandonata all’incuria del tempo , una fonte scavata nella roccia per raccogliere la poca acqua che sgorgava dalla montagna e tante altre cose. Tutto ciò descriveva un modo di vivere in stretto contatto con la Natura, spesso lavorando da stelle a stelle per riuscire a sopravvivere in un ambiente aspro e povero, come solo i Liguri Apuani sapevano fare. Per informazioni e prenotazioni 3381399107 entro le ore 19 del 7 Marzo.

Da Stefano Pucci, Guida Ambientale Escursionistica Parco Regionale Alpi Apuane Iscritto all’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche

Tanti gli auguri ricevuti per i miei 66 anni

Con cuore riconoscente ringraziamo tutti coloro che ieri ci hanno voluto esprimere sinceri auguri per i nostri 66 anni, che stavolta ci hanno trovato a festeggiarli con l’ausilio di due stampelle e non con le amate due ruote della bici. A maggio sono certo che salterò di nuovo in sella. Non intendiamo demordere. Quanto prima torneremo anche a ballare. Il recupero procede alla grande, tanto che a volte ci scordiamo le stampelle. Cosa da non fare assolutamente. Oggi, giorno del 66esimo compleanno è anche il 30esimo giorno trascorso dall’intervento di protesi all’anca. Ringraziamo della vicinanza che ci avete manifestato. La consideriamo un onore, sicuramente immeritato ma per noi molto gratificante e stimolante . Grazie di cuore.

NB: Usiamo il plurale perché Giuseppe Vezzoni non può essere Libera Cronaca, il nostro giornale.

Giuseppe Vezzoni, addì 4.3.2015

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Libera Cronaca da Italia bene comune 1496 del 5 e 6 marzo 2015

  1. ermete milani ha detto:

    Con ritardo dovuto anche alla spaventosa tempesta che ci ha colpito ti faccio i miei migliori auguri per il compleanno e perche tu possa al piu presto riprendere l amata biciclette e deliziarci delle tue foto nei posti piu belli del nostro territorio ..
    ermete milani

  2. Baldino Stagi ha detto:

    MI ricollego solo oggi alla rete, mi scuserai quindi se solo oggi posso inviarti i miei auguri, sinceri e sentiti. Baldino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...