Libera Cronaca da Italia bene comune 1485 del 18 e 19 febbraio 2015

Libera Cronaca da Italia bene comune 1485 del 18 e 19 febbraio 2015

Je suis Charlie

giuseppevezzoni@gmail.com

Il paese che siamo diventati vinca la sua guerra in casa

Stiamo assistendo a qualcosa di veramente deprimente e l’attore è la politica del paese che siamo diventati, sfuggente e opaca e sotto ricatto da ogni parte che essa si giri, sia per la questione libica sia per quella ucraina. Ma come possiamo essere credibili quando il nostro piano energetico dipende da queste aree, quando il paese del magna magna si è pappato la credibilità di darsi una difesa vera così come possiamo intervenire in un area a 300 chilometri dai nostri confini, un paese che non reagisce neppure agli ammonimenti di Amas e che riconsegna un gommone su cui saranno ricaricati a forza altri disperati usati come veri ordigni bellici per la destabilizzazione sociale e per l’arricchimento di infiltrazioni criminali, come recentemente è emerso a Roma.

In questi giorni di crisi politica internazionale abbiamo sentito troppi discorsi in libertà, fortunatamente rientrati per far posto a una difficile soluzione diplomatica sotto l’egida dell’Onu. Il dovere a cui l’Italia è chiamata dovrebbe iniziare dal suo interno ed impedire che il fin troppo scontato armiamoci e partite non si trasformi nell’ennesimo disastro in cui potrebbe essere portato il popolo del paese che siamo diventati. Ma quale può essere il dovere più grande da assolvere se non quello di vincere gli sprechi, abbattere gli indegni diritti acquisiti, disfare le trincee del magna magna, spianare ogni ostacolo perché la giustizia sociale prevalga. Questa è la nostra vera guerra che non si vuole combattere e vincere. Restando tutto ciò, ogni altra azione è avventurismo sulla pelle dei soliti noti.

Giuseppe Vezzoni,addì 18.2.2015

Negata l’esposizione dello striscione Viareggio non dimentica

Sulla strage ferroviaria di Viareggio, un fatto gravissimo alla Cittadella del Carnevale

Viareggio_ Il “Motogruppo-Tartarughe lente”, realtà attenta ad ogni iniziativa sul territorio ed efficiente per ricordare quanto avvenuto il 29 giugno 2009, ha chiesto di poter esporre lo striscione “Viareggio non dimentica” ieri pomeriggio alla festa della Cittadella.

Il commissario della Fondazione Carnevale ha risposto di NO perché c’era la televisione, quella stessa che non può riprendere le udienze del processo e che da alcune udienze non riporta più neppure quanto avviene al processo. Potenza televisiva o siamo di fronte a ben altre … potenze?!

Che il sig. Stefano Pozzoli, commissario della Fondazione, abbia negato la presenza del bello striscione “Viareggio non dimentica” è un’offesa alla città, ai familiari e soprattutto alle 32 Vittime.

Non troviamo parole per esprimere un giudizio. Ed ogni commento è superfluo.

Da quanto il commissario ha dichiarato “ … sono stato informato a festa iniziata …” si comprende, sin troppo bene, che una prossima volta gradirà essere avvisato a festa finita, così il problema non si porrà.

Carlo Beretti, dell’Associazione Il Mondo che vorrei, addì 18.2.2015

Ospedale di Barga, ritardi nella riorganizzazione e la situazione rimane critica

Barga_ Il problema della carenza di organico nell’ospedale di Barga era stato portato in Consiglio regionale attraverso un’interrogazione firmata dalla consigliera Marina Staccioli, con i colleghi di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi, in seguito alle segnalazioni pervenute dagli stessi medici e operatori del nosocomio. “La situazione è ancora critica – spiegano i consiglieri alla luce della risposta alla loro interrogazione – ci sono ritardi nella riorganizzazione e così medici, infermieri e operatori socio-sanitari sono costretti a doppi turni e reperibilità straordinari. Questo anche per una carenza di personale concretizzatasi nel corso degli anni, come ammesso anche dalla stessa ASL”.

Riteniamo che con questo modo di fare si vada a compromettere il servizio reso alla cittadinanza e la qualità del lavoro per gli operatori, su cui grava tutto il peso delle carenze – conclude Staccioli – senza contare che così facendo non si tutelano le eccellenze dell’ospedale di Barga, riabilitazione e ginecologia”.

Dal gruppo Fratelli d’Italia regionale, addì 18.2.2015

Domani anteprima stampa per la mostra”Colour and B&W” del fotografo Francesco Cito

Seravezza_ Si svolgerà domani giovedì 19 febbraio alle ore 12 presso il Palazzo Mediceo di Seravezza l’anteprima stampa della mostra”Colour and B&W” del fotografo Francesco Cito (guarda l’intervista), l’evento principale di Seravezza Fotografia, rassegna arrivata alla XII edizione. Un percorso espositivo di oltre 150 scatti che raccontano 30 anni di conflitti e contraddizioni sociali.

Intervengono: Francesco Cito, fotografo; Ettore Neri, sindaco di Seravezza; Riccardo Biagi, assessore alla cultura; Franco Carli, direttore della Fondazione Terre Medicee; Ivo Balderi, direttore artistico di Seravezza Fotografia

Da Ufficio Stampa: Fabrizio Lucarini, agenzia iLogo ,addì 18.2.2015

Porto Alegre: Restaurato il monumento di Garibaldi e Anita realizzato da Filafelfo Simi

Caro Giuseppe, da Porto Alegre in Brasile il Console Generale d’Italia mi manda la foto prima e dopo il restauto del monumento di Garibaldi e di Anita fatto da Filadelfo Simi. Ho avuto con la comunità italiana, che ha provveduto al restauro nel centenario della installazione del monumento, una nutrita corrispondenza ed ho inviato in Brasile tutta la documentazione che possedevo sull’argomento, documentazione che, nell’originale, si trova nell’Archivio di Filadelfo da me donato al Palazzo Mediceo, Archivio che spero sempre di vedere esposto al pubblico secondo gli accordi presi a suo tempo. Se non ricevessi l’allegato con la foto, te lo rimanderò a parte prossimamente. Grazie per l’ospitalità.

Alba Tiberto Beluffi, addì 18.2.2015

Da: “alba” alba@filadelfosimi.it

A: “Segreteria” segreteria.portoalegre@esteri.it

Cc:

Data: Wed, 11 Feb 2015 10:47:56 +0100

Oggetto: Re: Garibaldi, prima e dopo

Egr. Sig. Console Occhipinti, ho finalmente visualizzato la foto allegata. E’ bellissima ! Complimenti e grazie a nome di tutta la comunità (sindaco in testa) della Versilia (Toscana) dove il grande Artista è nato. Alba Tiberto Beluffi storica dell’arte.

Da: “alba” alba@filadelfosimi.it

A: segreteria.portoalegre@esteri.it

Cc:

Data: Tue, 10 Feb 2015 18:21:23 +0100

Oggetto: Re: Garibaldi, prima e dopo

> Da: “Segreteria Porto Alegre” segreteria.portoalegre@esteri.it

> A: alba@filadelfosimi.it

> Cc: “Occhipinti Nicola” Nicola.Occhipinti@esteri.it

> Data: Tue, 10 Feb 2015 10:09:32 -0200

> Oggetto: Garibaldi, prima e dopo

Buongiorno, Questa é la foto della finalizzazione dei lavori della pulizia della statua di Garibaldi del maestro Filadelfo Simi. Cordialmente.

Loy Demari, Segreteria del Console Generale

Alessandro Benvenuti: una commedia racconta la famiglia

Domani sul palcoscenico del Teatro delle Scuderie Granducali di Seravezza

Seravezza_ Sarà Alessandro Benvenuti il protagonista del prossimo spettacolo al Teatro delle Scuderie Granducali di Seravezza in programma domani giovedì 19 febbraio alle ore 21.15. Lo spettacolo di intitola “Un comico fatto di sangue”, scritto e diretto dallo stesso Benvenuti con la collaborazione drammaturgia di Chiara Grazzini, e rientra nel cartellone dal titolo “Piacevoli tocchi” diretto da Elisabetta Salvatori e organizzato dal Comune di Seravezza e dalla Fondazione Terre Medicee. Il grande attore e regista e la sua compagna di vita analizzano in questa commedia con un linguaggio comico modernissimo e con chirurgica spietatezza, i rapporti tra i membri di una famiglia che sa tanto d’Italia, di questa nostra Italia che ha perso la bussola del buon senso e naviga ormai a vista tra i flutti sempre più minacciosi del mar dell’incertezza. Dal 2000 al 2015, passando attraverso cinque momenti chiave o testimonianze, l’autore narra il progressivo degenerare dei rapporti di una famiglia composta da un marito, una moglie, due figlie e qualche animale… di troppo. Uno spettacolo in cinque atti rapidi ed incisivi dove nessuna parola è messa lì per caso. Una drammaturgia sorprendente nella sua semplicità.. E più i fatti, via via che il tempo passa, si fanno seriamente preoccupanti, e più, nel raccontarli, diventano, per chi li ascolta, divertenti. I biglietti, costo da 16 a 10 euro secondo i settori, possono essere acquistati presso i punti vendita del circuito Bookingshow o direttamente sul sito http://www.bookingshow.it

Rivenditori autorizzati: Versilia Vacanze Lido di Camaiore, Fantasy World Viaggi, Querceta, piazza Alessandrini, (davanti Stazione), oppure presso la segreteria della Fondazione Terre Medicee, Palazzo Mediceo viale L. Amadei 230 Seravezza, dal martedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 12.00. Info tel. 0584.757443 – 0584.756046, segreteria@terremedicee.ithttp://www.terremedicee.it

Seravezza, 18 febbraio 2015

Ufficio stampa Fondazione Terre Medicee, agenzia ILogo Fabrizio Lucarini,

Escursione al Nodo di Solomone, Media Valle del Serchio

22 febbraio simboli di pace simboli di guerra apuantrek

Lucchesia_ il meteo per sabato ha previsto pioggia ma Domenica tornerà il Sole. Quindi faremo con Apuantrek la facile escursione nella Media Valle del Serchio per conoscere il più grande Nodo di Salomone inciso sulla roccia d’ Europa, simbolo di Alleanza e di Pace e le Trincee della Linea Gotica, che hanno segnato profondamente la nostra terra. Andremo a visitare una delle più antiche Pievi della Lucchesia che controlla ancora oggi la piana di Lucca e collegata anticamente con quella di Diecimo e di Barga attraverso il suo stile e i suoi fregi Cristiani e Pagani. Nella tarda mattinata si percorrerà un antico tracciato Romano per vedere il famoso Nodo di Salomone, simbolo benaugurate. Nel pomeriggio, accompagnati dal Presidente Marcello Martini, del comitato Linea Gotica di Borgo a Mozzano, si visiteranno sulle colline vicine le trincee, i camminamenti, i resti ancora intatti di una formidabile fortificazione che tagliava in due l’Italia nella seconda guerra mondiale.

Per info e prenotazioni 3381399107 entro sabato 21 Febbraio ore 19. Portare torcia elettrica per visita trincee.

Da Stefano Pucci, Guida Ambientale Escursionistica Parco Regionale Alpi Apuane, Iscritto all’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche. Addì 18.2.2015

Incontro-dibattito a Firenze: unificare istruzione e formazione professionale?

Firenze_ 27 febbraio 2015 ore 15-18.30 presso l’Istituto Tecnico “Salvemini” in via Giusti 27- 29, Firenze. Interventi: Valerio Vagnoli Gruppo di Firenze, Preside Alberghiero Saffi; Michele Pellerey ,Professore Ordinario Emerito di Didattica; Emmanuele Bobbio, Assessore Regionale all’Istruzione; Gabriele Toccafondi Sottosegretario all’Istruzione; modera Giorgio Ragazzini Gruppo di Firenze. Organizzato da GRUPPO di FIRENZE per la scuola del merito e della responsabilità

Da http://www.circolorosselli.it/20150227_Scuola.pdf

Mostra fotografica Percorsi di Federica Vangelisti ( 20 febbraio 12 aprile-Seravezza)unnamed

Mostra I fili del tempo di Maria Rita Vita ( 28 marzo-9 aprile-Firenze)Mostra d'arte di Maria Rita Vita 'I fili del tempo'-Firenze 28 marzo 2015. Cura e presentazione di Lodovico Gierut

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...