Libera Cronaca da Italia bene comune 1455 del 30 e 31 dicembre 2014

Libera Cronaca da Italia bene comune 1455 del 30 e 31 dicembre 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

Il consigliere Lorenzoni ha chiesto informazioni sulle ingiunzioni di pagamento concessioni cimiteriali e rimozione salme

Con una lettera protocollata il 22 dicembre e indirizzata all’attenzione del Responsabile dell’Area Contabile, del Responsabile dell’Ufficio Tributi, dell’Assessore al Bilancio, del Segretario Comunale e per conoscenza al Revisore dei Conti, il consigliere comunale di Stazzema Gian Piero Lorenzoni ha chiesto informazioni sulle ingiunzioni di pagamento concessioni cimiteriali e sulla rimozione delle salme

Stazzema_ Con la presente chiedo la copia dell’elenco dei titolari di concessione cimiteriale perpetua come fornito all’avvocato Giancarlo Altavilla (PI), incaricato dalla Giunta Municipale per l’emissione degli atti ingiuntivi volti al recupero di quanto preteso, attraverso la predisposizione e l’espletamento delle azioni stragiudiziali e giudiziali necessarie per il recupero dei crediti vantati.

Chiedo di conoscere l’elenco delle somme accertate, distinte per singola concessione, non ancora riscosse, e vorrei sapere se le somme sono state regolarmente iscritte, e da quando, nel bilancio di previsione ed a quale capitolo e se dovuto, se trovano giusta collocazione nell’elenco dei residui attivi.

Chiedo altresì l’elenco dei titolari delle concessioni cimiteriali perpetue che hanno rinunciato al contratto, come vorrei essere informato se il concessionario ha restituito il bene come concessogli inizialmente, se è stata effettuata, e da chi, la rimozione delle salme e nel caso in cui l’estumulazione è stata effettuata dall’amministrazione comunale chiedo la copia della documentazione attestante le spese sostenute per ogni singola operazione, nonché la documentazione che attesta il regolare smaltimento dei rifiuti speciali rpovenienti dalle suddette operazioni.

In attesa di cortese e urgente riscontro si saluta

Consigliere Comunale, Gian Piero Lorenzoni, addì 30.12.2014

Il consigliere Baldino Stagi scrive al Prefetto di Lucca in merito al consiglio comunale del 29 novembre 2014

Il consigliere comunale ha scritto al Prefetto di Lucca, dott.ssa Giovanna Cagliostro, e per conoscenza al sindaco di Stazzema e consiglieri comunali in merito all’impedimento di fare le interrogazioni durante il consiglio comunale del 29 novembre scorso. (Protocollo n. 10182 del 30.12.2014)

Oggetto: consiglio comunale del 29.11.14

Stazzema_ Al termine del consiglio comunale tenutosi sabato 29 novembre scorso, avrei voluto portare all’attenzione dell’assemblea alcune interrogazioni ma mi è stato impedito con ogni modo, nonostante il regolamento preveda questa opportunità, privandomi così di un diritto sacrosanto.

Il sig. Presidente del consiglio comunale non ha voluto sentir ragione, il Sindaco ed i membri della maggioranza non hanno mostrato la minima intenzione a far rispettare le regole, il sig. Segretario Comunale ha semplicemente dichiarato che si sarebbe potuto controllare il regolamento ma non lo ha fatto. Poi, ad uno ad uno, sono usciti tutti lasciando i componenti dell’opposizione avviliti e, devo dire, molto arrabbiati.

L’articolo 20 al comma 4 del regolamento del consiglio comunale recita: “l’interrogazione orale viene proposta durante la seduta del consiglio comunale e può riguardare anche temi non compresi nel relativo ordine del giorno. Ad essa il Sindaco o la Giunta possono dare risposta seduta stante o riservarsi di darla al più presto e comunque entro la prossima seduta del consiglio comunale”.

Non è ben chiaro se quanto accaduto sia imputabile ad una “generale” mancanza di conoscenza del regolamento, che sarebbe cosa grave, ma è evidente che sarebbe stato sufficiente cercarne una copia e risolvere in pochi minuti il dilemma.

Sarebbe ancor più grave se, pur conoscendolo, non si fosse “voluto rispettare” il regolamento. Questa seconda ipotesi rivelerebbe, come già altre volte segnalato, una determinazione a zittire la minoranza, a privarla dei diritti minimi che sono alla base della democrazia, umiliando le regole che sono alla base di una corretta amministrazione.

Auspico ancora una volta che si intervenga autorevolmente affinché anche a Stazzema ci si attenga a quanto stabilito da leggi e regolamenti. Cordialissimi saluti ed auguri vivissimi

Terrinca 29.12.2014

Il consigliere Comunale Baldino Stagi

Controlli sulle acque libere non utilizzabili a scopi potabili nel Comune di Stazzema

Con una lettera protocollata il 22 dicembre e indirizzata all’attenzione del Sindaco. dell‘Assessore ai LLPP, del Responsabile dell’Area Tecnica il consigliere comunale Gian Piero Lorenzoni ha chiesto come l’amministrazione intende procedere per quanto riguarda le acque libere non utilizzabili a scopi potabili

Stazzema_ Avrà sicuramente avuto modo di leggere la nota del Responsabile del Dipartimento di Prevenzione della AUSL12, dott.ssa Ida Aragona, del 02.12.2014, prot.29855, a lei come a me indirizzata, assunta al protocollo il 02.12.2014 al prot. 9530.

Sulla base delle argomentazioni svolte dal Responsabile citato le chiedo come intende procedere sulle circostanze descritte e cioè se intende richiedere, secondo le procedure indicate, il giudizio di idoneità al consumo umano delle sorgenti di cui si parla.

Se intende procedere ad effettuare controlli analitici su dette acque e comunque se ha provveduto o provvederà a rendere chiaro ed inequivocabile che le suddette sorgive non sono potabili e quindi non assolutamente destinabili al consumo umano. In attesa di cortese e urgente riscontro si saluta.

Consigliere Comunale Gian Piero Lorenzoni,addì 30.12.2014

Domenica si inaugurerà l’altalena per bambini diversamente abili

Viareggio_ Alle ore 15:00 del 4 gennaio 2015 verrà inaugurata nel Parco degli Angeli in Via Porta a Pietrasanta l’altalena per bambini diversamente abili che nasce da un’iniziativa dell’Associazione TARTARUGHE LENTE.

Il Commissario Prefettizio Valerio Massimo Romeo – che sarà presente all’inaugurazione – oltre ad essere vicino, nell’occasione, all’iniziativa delle TARTARUGHE LENTE darà in dono all’Associazione IL MONDO CHE VORREI la bandiera del Comune di Viareggio. Ciò per simboleggiare in maniera significativa la costante vicinanza del Comune di Viareggio ai familiari delle vittime della strage ferroviaria del 29 giugno 2009.

L’obiettivo del Commissario Prefettizio – insieme agli amici delle TARTARUGHE LENTE e de IL MONDO CHE VORREI – è quello di lasciare un perenne ricordo e la piena solidarietà per i familiari delle vittime del tragico episodio che hanno sofferto e continuano a soffrire.

Affinché la strage di Viareggio non venga dimenticata, il Commissario Prefettizio invita gli organi di informazione ad essere presenti il prossimo 4 gennaio per dare voce a chi comprensibilmente cerca – nel ricordo delle care vittime – giustizia.Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

Viareggio, 30 dicembre 2014

Comunicato stampa Gabinetto del Commissario Prefettizio e Relazioni Esterne

Da Carlo Berretti, membro dell’Associazione Il Mondo che Vorrei

Illuminazione natalizia allacciata alla linea pubblica nella frazione di Levigliani

Riportiamo la frase che Giuseppe Rossi ha rivolto al consigliere Lorenzoni inviandogli un copia incolla tratto da una bacheca di facebook su cui il titolare posta delle affermazioni in merito all’illuminazione

La TARI la pago pure io per queste cose abusive. Gian Piero adesso tocca anche a te, questa è una evidente testimonianza che come capogruppo devi denunciare

Rossi Giuseppe,addì 29.12.2014

” Area ecologica bruciata da circa un mese “- ” Palone acceso con allaccio abusivo “IMG_9832

La foto del palone della luce e’ fatta questa mattina. Sono circa due giorni che sono accese io ho comunicato ieri mattina in comune ma stamani erano ancora accese. Il resto e’ area presa fuoco da circa un mese e la situazione e’ sempre questa. Avrei piacere che tu mettessi le foto scrivendo che sono sttate mandate da me ma senza commenti solo ” area ecologica bruciata da circa un mese “- ” palone acceso con allaccio abusivo “

 Rossi Giuseppe, addì 30.12.2014

Non abbiamo commentato la lettera ai terrinchesi perché si commenta da solaterrinchesi 1terrinchesi 2

Stazzema_ C’ è stato fatto osservare che stavolta, diversamente a quanto siamo soliti fare, non abbiamo risposto alla lettera indirizzata ai Terrinchesi, missiva che in alcuni passaggi chiama in causa quel giornalaccio del Vezzoni e, forse, ma non si capisce bene, qualche libro trito e ritrito che fa rivoltare nella tomba i protagonisti.

Qualsiasi nostra risposta avrebbe rischiato di togliere molto a quella straordinariamente autodistruttiva che l’anonimo si dà da solo. Per quanto concerne invece il percorso storico delle Mulinette, tempo al tempo: la sorpresa sarà grossa, e non solo per quest’ombra fustigatrice che incarna, così furtivamente vacua e fesbuchina, il nuovo che avanza e fa vergogna alla comunità di Stazzema.DSC_0270

Giuseppe Vezzoni, addì 30.12.2014

PS: Tra il nuovo c’è anche altro a Stazzema. Leggere l’articolo de Il Tirreno di Pisa del 29 dicembre 2014. Quello studio interessava anche l’area delle Mulinette e ciò dimostra  quanto l’anonimo vile fustigatore  sia proprio nel pallone.

Giuseppe Vezzoni, addì 31.12.2014-postato 7:25

 E’ un atto vile e indegno scrivere lettere anonimeterrinchesi 1terrinchesi 2

Stazzema_ In merito alla lettera scritta ai terrinchesi vorrei far conoscere all’autore una definizione di razzismo: attribuire ad un gruppo nella sua totalità, può essere una nazione o anche un solo paese, i difetti di qualcuno dei suoi componenti. E’ un atto vile e indegno scrivere una lettera anonima, ma io non mi sognerei mai di dire all’autore di essa che tutti gli abitanti del suo paese o della sua città sono dei vili.

Salute a tutti i terrinchesi che hanno sempre accolto con tolleranza ed umanità rumeni, marocchini o polacchi ed anche me maledetto fiorentino.

Fabio Maccari, addì 30,12.2014

Vezzoni, un buon anno a tutta la famiglia

Vediamo davvero se dopo tutto questo massacro delle tasse che hanno finito di spremerci come limoni , qualche congiuntura al di la’ dei nostri governanti infimi e incompetenti possa far vedere un po’ di luce.

Re: Non mettiamo le generalità perché chi ci ha inviato questi auguri deve lavorare e non vogliamo pertanto esporlo a rappresaglie.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...