Libera Cronaca da Italia bene comune 1441 del 5 e 6 dicembre 2014

Libera Cronaca da Italia bene comune 1441 del 5 e 6 dicembre 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

Conclusa la  V  edizione  della Festa della MontagnaDSCN9127DSCN9129

Stazzema_ In attesa dei comunicati in merito ai vincitori dei due concorsi , la cartolina 2014 su Farnocchia e il premio letterario, la V edizione poteva evitare – a nostro modo di vedere – l’arrivo di Babbo Natale in ambulanza, con tanto di sirena. Non è stata una felice idea, ed ha sconcertato. Bene la diffusione della musica nell’area dei mercatini, ma non di quella musica che abbiamo ascoltato per due giorni. Per il prossimo anno invitiamo l’Amministrazione a provvedere con musica  natalizia più tradizionale. Eviteremmo anche il via vai di macchine nell’area espositiva e cureremmo l’illuminazione pubblica per dare al centro di Pontestazzemese una coreografia natalizia più sentita. A  tal fine dovrebbero compartecipare anche i residenti, addobbando e illuminando con luci natalizie le facciate delle case.

Detto ciò, la Festa della Montagna è una iniziativa da sostenere e da curare.

Giuseppe Vezzoni, addì 8.12.2014

 

Mafia capitale, la vergogna

sulle labbra della vergogna

Restiamo inorriditi dover sentire il termine vergogna sulle labbra di una vergogna che in lungo e in largo straripa dal sistema politico italiano e che ogni volta cade dalle nuvole e fa professione di pulizia senza mai farla, lasciando nell’humus la contaminazione del loglio mafioso e criminale. La corruzione nella politica somiglia alla ripetitività del dissesto idrogeologico: tante parole, tante promesse e scarsi interventi, questi ultimi spesso responsabili di nuovi dissesti del dissesto generale. La politica che si è instaurata nel paese con la più bella Costituzione del mondo è inequivocabilmente il canale in cui defluiscono i finanziamenti occulti per alimentare la ramificazione della corruzione, il voto di scambio, l’interesse personale. E la costatazione non potrebbe essere diversa stante il livello abnorme dell’illegalità che pone l’Italia tra gli Stati più corrotti del pianeta. Quel mondo di mezzo è diventato il referente e il deus ex machina del divenire del paese che siamo diventati e che continuiamo a diventare. Ma il conflitto d’ interesse è sparito dall’agenda riformistica del Partito Democratico e della ventata nuova renzistica? 

Giuseppe Vezzoni,addì 8.12.2014, ore 7,45

Tempo italiano di ieri, tempo italiano di oggi:

Partenza per la Scozia 8.2.1948Partenza per la Scozia 001F.to Bruno Matana 

Ultim’ora Azzurro Versilia & Cultura del  6, 7, 8 dicembre 2014 n. 6

giuseppevezzoni@gmail.com

Il presidente della Toscana Enrico Rossi a Pietrasanta per l’emergenza tallioDSCN9102

Pietrasanta_ Il presidente della Toscana Enrico Rossi ha partecipato oggi pomeriggio in Sant’Agostino ad un incontro con la popolazione di Pietrasanta e di Valdicastello incentrato sull’emergenza tallio nell’acqua  degli acquedotti e le azioni conseguenti da intraprendere per ridare fiducia e sicurezza alla popolazioni interessate, nonché studiare come bonificare dalla contaminazione  dei metalli pesanti il canale Baccatoio, le sorgenti e le aree minerarie di Valdicastello.DSCN9111

Lunedì Libera Cronaca scriverà più diffusamente sull’incontro che ha visto al tavolo tutti i soggetti interessati dalla criticità tallio, Regione, Comune, Asl 12, Gaia, CNR , Arpat e Università di Pisa, Dipartimento Scienze della Terra.

L’incontro si è rivelato positivo, così come i portavoce dei due comitati dei cittadini hanno manifestato. Restano invece posizioni divergenti per quanto concerne la ricostruzione dell’intera vicenda.DSCN9101

E’ apparso un volantino riportante la foto di Rossi con la famiglia Rom e la scritta “Ma non ti vergogni , Rossi”. Il volantino è stato messo sul tavolo all’ingresso della Sala dell’Annunziata da un attivista politico che indossava la maglietta del MSI Versilia, ma, oltre al volantino, non c’è stata nessuna contestazione. L’incontro si è contraddistinto per il rispetto civico con cui si è svolto.

Giuseppe Vezzoni, addì 6.12.2014

Inizia da stasera la 5ª Festa della Montagna

Stazzema_ Tre giorni di iniziative animeranno Stazzema per la quinta edizione della Festa della Montagna, evento organizzato dal Comune di Stazzema e dalla Consulta del Volontariato di Stazzema, che è ormai diventato un appuntamento fisso per l’Alta Versilia. Il programma:

Sabato 6 Dicembre alle 21 presso il Palazzo della Cultura di Cardoso i ballerini della scuola Gio’ Dance si esibiranno con le loro migliori performance.

Domenica 7 e lunedì 8 dalle 10 alle 18, a Pontestazzemese mercatini natalizi con bancherelle di artigianato locale, prodotti tipici e il mercatino della scuola organizzato dall’Istituto Comprensivo Martiri di S. Anna; non mancheranno come sempre le associazioni e comitati di volontariato delle varie frazioni. Entrambe le giornate saranno allietate con giochi ed animazioni per i bambini.DSCN9119

Lunedì 8 alle 11 ritrovo a Mosceta per la tradizionale commemorazione dei caduti in montagna e presso la Pieve di Santa Maria Assunta di Stazzema Santa Messa con omaggio alla Madonna del Piastraio, Patrona della Versilia, da parte del Coro nato proprio negli ultimi mesi su iniziativa della Parrocchia di Stazzema. Nel pomeriggio alle 15 parata delle Filarmoniche di Farnocchia e Levigliani dal titolo “Rappresentazione di quadri di vita paesana” con la collaborazione dell’Istituto Comprensivo Martiri di S. Anna: le due bande per l’occasione riunite, con i vari figuranti, sfileranno per le strade di Pontestazzemese ed animeranno la giornata con la loro musica. Alle 16 arriverà Babbo Natale per consegnare chicchi ai bambini ed alle 17 presso la sala del Consiglio Comunale si terranno i due eventi conclusivi della festa: con l’iniziativa “Saperi e Sapori della tradizione locale” voluta dall’Assessorato alle attività produttive con la consegna da parte del Comune di Stazzema di un attestato ai “metatari” che mantengono viva la tradizione dell’essiccazione delle castagne.

Dal comunicato del Comune di Stazzema-addì 6.12.2014

Esposizione coperta militare della Buffalo e presentazione del libro All’alba di Sant’Anna – Il 12 agosto 1944 di Don Fiore Menguzzo e della sua famiglia  – Sabato 13 dicembreInvito esposizione Coperta BuffaloCoperta di un Buffalo morto a S.Ilario di Brancoli nel 1944 001vezzoni-cop_quarta

Stazzema_ Buonasera, si invia, in allegato, l’invito del Sindaco del Comune di Stazzema, Dott. Maurizio Verona, alla cerimonia di esposizione di una coperta rinvenuta nello zaino di un militare della Divisione Buffalo, che si terrà Sabato 13 Dicembre 2014, ore 15:00, presso il Museo Storico della Resistenza di Sant’Anna di Stazzema. A seguire avrà luogo la presentazione del Libro “All’alba di Sant’Anna – Il 12 agosto 1944 di Don Fiore Menguzzo e della sua famiglia” di Giuseppe Vezzoni con Graziella Menato.

Dal Parco Nazionale della Pace, Museo Storico della Resistenza Sant’Anna di Stazzema, addì 6.12.2014

Un automezzo a costo zero per quattro anni a disposizione del Croce Bianca di Querceta

Querceta di Seravezza – Un automezzo a costo zero, per quattro anni, a disposizione della Croce Bianca per il trasporto dei pazienti e dei disabili. L’auto – un Fiat Doblò nuovo di zecca e completo delle attrezzature per il carico e lo scarico delle carrozzine usate da persone con difficoltà motorie, sarà presentato domani domenica, dalle ore 10 in poi, nel salone delle conferenze dell’associazione, alla presenza delle autorità locali e dei rappresentanti della sanità versiliese. Saranno presenti i dirigenti della società Europa Servizi, promotrice del progetto di utilità sociale realizzato per la Croce Bianca, con il patrocio dell’amministrazione comunale di Seravezza. Con loro sono stati invitati i 28 titolari di imprese, uffici professionali e aziende commerciali versiliesi che hanno accettato di finanziare il progetto con l’inserimento di proprie pubblicità sulla carrozzeria dell’autoveicolo.

Come detto, la Croce Bianca potrà usare l’automezzo, senza limiti di chilometraggio, sostenendo soltanto la spesa relativa al carburante. Si tratta di una condizione particolarmente vantaggiosa che consente all’associazione di svolgere un maggior numero di servizi e di risparmiare sul proprio bilancio.

Domani mattina i protagonisti di tanta generosità saranno ospiti della manifestazione “La Croce Bianca ringrazia”, che si svolge ogni anno, a poche settimane dal Natale. Nell’occasione sarà loro consegnato un attestato di pubblica gratitudine.

I premiati sono:

ALIMAC SRL QUERCETA, AUTOFFICINA PUNTO DIESEL Srl, ARNI TRASPORTI SNC, BAR PIZZERIA KRYSTAL, BARSI MARMI SAS PIETRASANTA, BORDIGNON OFFICE SRL QUERCETA, SIMONE DALLE MURA E FAMIGLIA, D. R. MARMI SAS di V. DELLA TOMMASINA & C, E. B. MARMI QUERCETA, FARMACIA LA FENICE, DR GHELARDINI MARCO, HENRAUX SPA QUERCETA, IL BELLO DELLE DONNE, MAGRINI LE DELIZIE SRL, MENCHINI GUIDO & FRATELLO SNC, MONACO GENNARO & C SNC, PASTA FRESCA LAVORINI, P.M. SEMILAVORATI SNC, ALFREDO SALVATORI SRL, SALVATORI FLORIO & C SAS, SAVEMA SPA, SEGHERIA DI LUCHERA SAS, SERRAMARMI DI CORROTTI MASSIMO & C, S G S SRL, STUDIO NOTARILE DR MARZIO VILLARI, DOTT.SSA ANGELA SALVATORI, TRE EMME IMPORT-EXPORT SRL,VERSIL SCAVI Srl.

Saranno inoltre premiati: Associazione Pro Loco Querceta, Banca della Versilia, Associazioni Amici del Cavallo Versilia e Antonio e Tiziana Viti.

Da Roberto Roni, presidente della Croce Bianca di Querceta,addì 5.12.2014

BANDO DI CONCORSO per la 26esima edizione del Premio Letterario Dialettale Versiliese SILVANO ALESSANDRINI

Sabato, 14 marzo 2015 – ore 16,oo, presso Sala Polifunzionale della P.A. Croce Bianca, via delle Contrade – Querceta

Il Concorso è articolato in più sezioni:

Sez. A) – Poesia inedita

che dovrà essere scritta interamente in dialetto Versiliese ( quello parlato nei quattro Comuni della “Versilia Storica” ) e di lunghezza NON superiore ai 40 versi.

Sez. B) – Racconto inedito

anche non scritto interamente in dialetto, dovrà rispecchiare fatti, personaggi, tradizioni e/o ambienti versiliesi. Il racconto NON dovrà superare la lunghezza di 3 (tre) fogli di carta formato “A4” , scritti con spazio 2 (due).

Sez. C) – La Versilia in “fola”

la “fola” (favola tradizionale versiliese) mai pubblicata in precedenza, potrà essere nuova o tratta da antiche fole versiliesi recuperate (in questo caso dovranno essere indicate fonte e zona di “provenienza”). NON dovrà superare la lunghezza di 3 (tre) fogli di carta formato “A4”, scritti con spazio 2 (due).

Sez. D) – Poesia inedita in lingua italiana

che dovrà comunque avere come soggetto “La Versilia”, vista sotto uno qualsiasi dei suoi tanti aspetti: fatti, personaggi, tradizioni, ambienti od altre situazioni pur sempre ad Essa attinenti; scritta interamente in Italiano e NON superiore ai 40 versi.

Gli autori, che potranno partecipare ad una od anche più delle sopra indicate sezioni, saranno divisi in 2 (due) categorie secondo fascia d’età:

cat. GIOVANI se di età inferiore ai 18 (diciotto) anni;

cat. ADULTI se di età superiore ai 18 (diciotto) anni.

Ogni autore potrà partecipare nel modo seguente:

con n.1 (una) oppure n.2 (due) opere per le sezioni di “poesia”, e cioè

per la Sez. A) “Poesia Dialettale” e/o per la Sez.D) “Poesia in Italiano”;

con n. 1 (una) opera per le sezioni relative al “racconto” ed alla “fola”, e cioè

per la Sez. B) “Racconto” e/o per la Sez. C) “Fola”.

La quota di partecipazione è fissata in euro 10,oo (dieci) per ogni partecipante cat. ADULTI anche con più opere , ed in euro 5,oo (cinque) per ogni partecipante, per la cat. GIOVANI anche con più opere.

Il versamento è DOVUTO SOLAMENTE per le sopra indicate Sezioni ( A, B, C, D ). [*]

Gli elaborati (con soli titolo e testo), dattiloscritti o stampati al computer, anonimi e prodotti in 11 copie, dovranno essere contenuti in una busta chiusa, indirizzata a:

Premio “ Silvano Alessandrini ” – c/o Pro Loco di Querceta –

Via Versilia, 30 – 55047 Querceta (Lu).

Oltre alle copie degli elaborati proposti in concorso, all’interno della predetta busta dovranno trovar posto:

1) una busta più piccola, chiusa e lasciata esternamente in bianco, contenente la scheda di

partecipazione debitamente compilata in ogni sua parte.

( la scheda è da richiedere, anche per e-mail, c/o la Segreteria della Pro Loco );

2) la quota di partecipazione, se dovuta, secondo i casi in precedenza indicati. [*]

Gli elaborati DOVRANNO PERVENIRE entro e NON oltre

SABATO, 28 febbraio 2015

per questo motivo, negli ultimi giorni non inviate per posta, ma consegnate direttamente alla sede della Pro Loco, nel pomeriggio, dal lunedì al venerdì, dalle 17,oo alle 19,oo

Grazie alla collaborazione con gli Istituti Comprensivi della Versilia storica sono state infine istituite le seguenti sezioni, riservate ad alunni e studenti frequentanti quegli Istituti :

Sez. E) – La Versilia nel disegno → sezione per la Scuola Primaria.

Sez. F) – La Versilia in Poesia → sezione per la Scuola Secondaria di 1° grado

Sez. G) – La Versilia in racconto → “ “ “ “ “

Sez. H) – La Versilia in fola → “ “ “ “ “

La partecipazione a queste ultime quattro sezioni è gratuita.

Le Giurie, il cui giudizio sarà inappellabile, verranno formate a discrezione dell’Associazione organizzatrice.

I nominativi dei loro componenti saranno resi noti il giorno della premiazione.

I premi consisteranno in trofei, coppe, targhe, medaglie e diplomi di merito.

GLI ELABORATI PRESENTATI IN CONCORSO RESTERANNO DI PROPRIETÀ DELLA PRO LOCO DI QUERCETA CHE SI RISERVA OGNI E QUALSIASI DIRITTO EDITORIALE.

Informazioni :HYPERLINK “mailto:info@prolocoquerceta.it” HYPERLINK “mailto:info@prolocoquerceta.it”Pro Loco Querceta – 0584 76.08.71 oppure : info@prolocoquerceta.it

Premio di € 200 alla cartolina più bella per il 2° Concorso Cartolina di Farnocchia!Cartolina Loc

Stazzema_ Lunedì 8 Dicembre ore 18.00 nella Sede Comunale di Stazzema, durante l’ormai affermata “Festa della Montagna”, insieme a molti altri eventi avrà luogo la premiazione della seconda edizione del Concorso Cartolina di Farnocchia di Stazzema con il tema: Vita di Paese.

Tutto è iniziato due anni fa, avendo casualmente tra le mani delle vecchie cartoline illustrate – raccontano Silvia e Michela di Crealizza, l’Associazione che ha collaborato attivamente alla realizzazione di questo progetto – Con l’obiettivo di valorizzare il paese di Farnocchia e la sua storica banda musicale, nasce il suddetto concorso, il cui intento era dare la possibilità a molti, grandi e piccoli, professionisti o semplicemente appassionati, di esprimere la propria arte attraverso le tre tecniche suggerite (pittura, grafica e fotografia) e rappresentare uno dei tanti angoli della nostra bellissima Versilia. Grazie all’immediato appoggio della Nuova Associazione Filarmonica S. Cecilia di Farnocchia, promotrice dell’evento, siamo riuscite a dare vita a questa manifestazione culturale che, ci auguriamo, si consolidi sempre di più negli anni a venire.”

Un concorso patrocinato dalla Consulta del Volontariato, nonché dall’amministrazione comunale di Stazzema.

La nostra Amministrazione ha più volte ribadito con forza l’importanza della cultura e del turismo, per far emergere e promuovere, anche attraverso l’arte, le peculiari caratteristiche paesaggistiche e tradizionali dei nostri paesi – interviene l’Assessore alla Cultura Serena Vincenti – Cultura e turismo se ben veicolate possono diventare il motore dell’economia del nostro territorio, e l’iniziativa in oggetto sembra proprio andare verso questa direzione di promozione del territorio.”

Doveroso ringraziare la giuria tecnico-artistica composta da Riccardo Bremer (pittore e scultore), Fabrizio Del Tessa (illustratore e pittore) e Novaro Del Tessa (disegnatore e fotografo), che sono stati parte fondamentale nella seconda fase del concorso, mettendo a disposizione la loro esperienza e professionalità e decretando, in tal modo, il vincitore.

Avete messo a disposizione un poco del vostro talento per far conoscere Farnocchia, paesino arrampicato a 650 mt. sulle colline dell’Alta Versilia protetto e benedetto dalla fantastica cornice delle Apuane – annuncia Marco Salsini, presidente della Nuova Associazione Filarmonica S.Cecilia di Farnocchia Per me siete tutti vincitori!”

Da Crealizza e Michele Morabito, funzionario Comune di Stazzema, addì 5.12.2014

Il racconto Il Natale di Alfonso-Una storia tutta Italiana, prossimamente in libreriaIl Natale di Alfonso 001

Giuseppe Vezzoni è tornato alla narrazione

Versilia_ Il breve racconto Il Natale di Alfonso. Una storia tutta italiana sarà tra breve in libreria. Con questo racconto, che va ben al di là dello spazio temporale del prossimo Natale, Giuseppe Vezzoni è ritornato alla narrazione dopo anni dedicati alla ricostruzione della strage del 12 agosto 1944 e al recupero della memoria dei militari versiliesi che hanno combattuto sul Don e sono stati internati nei gulag sovietici e lager nazisti. Il libretto, 32 pagine, si avvale della prefazione scritta da Mons. Danilo D’Angiolo e della postfazione curata dal prof. Paolo Verona. La copertina, con l’immagine stilizzata di una fabbrica chiusa e in completo abbandono, è fortemente simbolica e amaramente attuale della situazione italiana che si protrae ormai da molti Natali a questa parte. Sulla torretta in alto sono assenti i lavoratori che protestano e reclamano salario e lavoro, tuttavia, anche se non si vede, in quel vuoto e in quel silenzio ci deve essere ancora spazio alla speranza, anche se oggi sembrerebbe non bastare più e che necessiti la speranza nella speranza.

Il libretto è stampato da Pezzini editore di Viareggio e sarà distribuito nelle librerie alla fine della prossima settimana. Sabato 20 dicembre, presso lo studio televisivo di Rete Versilia, Giuseppe Vezzoni presenterà questo suo breve racconto temporalmente ambientato durante il Natale 2013 ma che non è solo una vicenda natalizia ma una situazione terribilmente quotidiana.

Per i lettori di Libera Cronaca il fac-simile della copertina del libretto che vuole essere un augurio perché la crisi finisca e il lavoro riporti serenità nelle famiglie italiane.

Libera Cronaca, addì 5.12.2014

Lunedi’ 8 dicembre Immacolata Concezione: omaggio a Maria SS. del Bell’amore, patrona della Versilia.

Stazzema_ Omaggio della nuova corale “Santuario del Piastraio”, formata da circa 20 componenti, fra i quali tanti bambini. La nuova corale si e’ ricomposta per poter cantare nelle cerimonie della Propositura di S. Maria Assunta nelle feste principali, e nelle altre chiese come quella di Mulina, dove ci sono componenti anche di questo paese. Se verrà chiamata la corale potrà far servizio anche nelle altre chiese dell’Unita’ Pastorale n. 2. La cosa positiva che l’organo del settecento del Tronci, restaurato nel 1988, viene utilizzato dopo quasi 8 anni di silenzio. Un grazie di vero cuore alla maestra Myriam Gregoire e ai componenti di questa importante realta’. Chi vorrà, potra’ far parte del coro, piccoli grandi e bambini, basta provarci ed e’ una cosa bellissima !!Appuntamento a lunedì 8 dicembre 2014 ore 11,00 Propositura S.Maria Assunta di Stazzema.

Da Marco Bertellotti, addì 6.12.2014

Re: L’organo Tronci di Stazzema è stato oggetto di un ulteriore restauro tra il 2005 e il 2006.

Iniziative natalizie nel Comune di Seravezzaunnamed (2)unnamed (1)unnamed

L’uscita n. 6 della rivista Tecaimage004

Siamo lieti di annunciare l’uscita del n. 6 della rivista TECA di cui alleghiamo il sommario. TECA è un progetto editoriale ispirato al rigore della conoscenza e della ricerca nell’ambito sempre più vasto e multidisciplinare della storia del libro.

TECA racconta la storia del libro e di tutto ciò che il libro è in grado di testimoniare con il proprio linguaggio. Per avere maggiori dettagli la invitiamo a visitare il sito del periodico:www.teca.patroneditore.it.

La ringraziamo dell’attenzione e le porgiamo i nostri migliori saluti.

Pàtron editore s.r.l, addì 5.12.2014

 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Italia declassata a BBB-  da Standard and Poor’s

L’agenzia di rating Standard and Poor’s ha declassato il debito sovrano italiano e porta il rating sull’ultimo gradino, dopo il quale la sostenibilità del debito è considerata solo spazzatura, ossia quel gradino BBB – definito “non investment grade”. Per il 2015 l’agenzia prevede la crescita del Pil italiano del +0,2%, praticamente nulla. Dalla crescita alla declassazione, questa per ora è la parabola del Governo Renzi  e del Pd.

Giuseppe Vezzoni, addì 6.12.2014-ore 7,00

Da domani l’avvio della 5ª Festa della MontagnaConsrso letterario 5 festa della montagna 001

Torna la Festa della Montagna a Pontestazzemese con iniziative e il mercatino di Natale. Il Sindaco Maurizio Verona: “Una salvaguardia della nostra identità e delle nostre tradizioni con uno sguardo al futuro dei nostri luoghi”

Stazzema_ Tre giorni di iniziative animeranno Stazzema per la quinta edizione della Festa della Montagna, evento organizzato dal Comune di Stazzema e dalla Consulta del Volontariato di Stazzema, che è ormai diventato un appuntamento fisso per l’Alta Versilia.

Sabato 6 Dicembre alle 21 presso il Palazzo della Cultura di Cardoso i ballerini della scuola Gio’ Dance si esibiranno con le loro migliori performance.

Domenica 7 e lunedì 8 dalle 10 alle 18, a Pontestazzemese mercatini natalizi con bancherelle di artigianato locale, prodotti tipici e il mercatino della scuola organizzato dall’Istituto Comprensivo Martiri di S. Anna; non mancheranno come sempre le associazioni e comitati di volontariato delle varie frazioni. Entrambe le giornate saranno allietate con giochi ed animazioni per i bambini.

Lunedì 8 alle 11 ritrovo a Mosceta per la tradizionale commemorazione dei caduti in montagna e presso la Pieve di Santa Maria Assunta di Stazzema Santa Messa con omaggio alla Madonna del Piastraio, Patrona della Versilia, da parte del Coro nato proprio negli ultimi mesi su iniziativa della Parrocchia di Stazzema. Nel pomeriggio alle 15 parata delle Filarmoniche di Farnocchia e Levigliani dal titolo “Rappresentazione di quadri di vita paesana” con la collaborazione dell’Istituto Comprensivo Martiri di S. Anna: le due bande per l’occasione riunite, con i vari figuranti, sfileranno per le strade di Pontestazzemese ed animeranno la giornata con la loro musica. Alle 16 arriverà Babbo Natale per consegnare chicchi ai bambini ed alle 17 presso la sala del Consiglio Comunale si terranno i due eventi conclusivi della festa: con l’iniziativa “Saperi e Sapori della tradizione locale” voluta dall’Assessorato alle attività produttive con la consegna da parte del Comune di Stazzema di un attestato ai “metatari” che mantengono viva la tradizione dell’essiccazione delle castagne.

E’ un piccolo gesto simbolico, commenta l’Assessore alle Attività Produttive Marco Viviani, ma con questa semplice iniziativa vogliamo sottolineare l’importanza del lavoro svolto da queste persone per la tutela e salvaguardia della cultura del nostro territorio. La festa della montagna vuole essere uno strumento di promozione del nostro territorio e quindi anche dei nostri prodotti tipici e la castagna ed i suoi derivati, nonostante il momento di scarsa produzione a causa del Cinipide, rappresenta forse uno degli elementi più tipici della nostra tradizione culinaria.

A seguire, alle 18, premiazione del vincitore della Seconda Edizione del concorso Winter–Colors Farnocchia organizzato dalla Filarmonica Santa Cecilia di Farnocchia.

La Festa della Montagna”, commenta il Sindaco Verona, “è una occasione di collaborazione e confronto tra le varie componenti della comunità Stazzemese: Scuola, attività produttive, associazioni e comitati di volontariato, bande musicali e Amministrazione Comunale. Grande merito nell’organizzazione di questa importante iniziativa per Stazzema, va alla Consulta del Volontariato, realtà che sta crescendo. Salvaguardare le nostre tradizioni, le coltivazioni e il nostro territorio è il modo migliore per guardare al futuro scommettendo sui giovani”.

Soddisfazione viene espressa anche dal Consigliere Massimiliano Bazzichi delegato all’Associazionismo, dal Presidente del Consiglio Comunale Alessio Tovani e dalla Consigliera delegata alle Politiche dell’Accoglienza Emanuela Olobardi che hanno collaborato attivamente all’organizzazione della festa. “Con la Festa della Montagna”, commentano, “ha simbolicamente inizio il ricco calendario delle tante iniziative che animeranno Stazzema e per questo, da quest’anno la Consulta del Volontariato di concerto con l’Amministrazione Comunale lancia a tutti i cittadini di Stazzema l’iniziativa “Vestire i borghi in festa” invitandoli ad addobbare balconi, terrazzi, finestre e giardini e ad allestire i presepi in angoli caratteristici dei borghi per creare un ambiente suggestivo ed accogliente”.

Stazzema, 5 dicembre 2014

Comunicato stampa da Michele Morabito,funzionario del Comune di Stazzema

Prime notifiche riscossione coatta canone concessioni cimiteriali perpetue

Stazzema_ Stanno giungendo ai titolari non residenti di concessioni cimiteriali perpetue che finora non hanno ottemperato al rinnovo oneroso le lettere di notifica per il pagamento coatto del canone concessioni perpetue ante 1975. Un’azione legale che trascorsi i 40 giorni, in caso di mancato pagamento della concessione e relativo aggravio per spese legali, scatterà quella del pignoramento di beni. Pertanto a queste lettere, a firma del legale del Comune avv. Altavilla, ci si può opporre solo facendo ricorso al Giudice di Pace o al giudice ordinario a seconda l’ entità dell’ importo canone che viene notificato di pagare. Far finta di niente si incorre nell’azione del pignoramento. Ovviamente si può rinunciare alla concessione perpetua nelle modalità stabilite dal regolamento comunale, così come pare abbiano fatto diversi titolari di questo particolare tipo di concessioni stipulate fino al 1975 ma che ancora non avrebbero estumulato le salme dai loculi o dalle tombe. Di fatto non sarebbero più titolari di concessione ma sembrerebbe che per ora abbiano mantenuto il caro estinto nel manufatto mortuario per il quale hanno rinunciato alla titolarità della concessione.

Ricordiamo che il ricorso straordinario al presidente della Repubblica è stato dichiarato inammissibile dal Tar della Toscana a seguito di un vizio di notifica da parte del Comune di Stazzema (2011) e parimenti il parere di inammissibilità è stato espresso dal Consiglio di Stato (2012) perché l’organo massimo della giustizia amministrativa si è detto incompetente di formulare un giudizio di merito, rinviando il contenzioso al parere del giudice ordinario.

Giuseppe Vezzoni, addì 5.12.2014

Concessioni cimiteriali, arrivano i salassi ai bilanci famigliari

Il consigliere Stagi replica alle dichiarazioni pubbliche dell’assessore Viviani

In allegato la lettera che ho inviato ai bravi amministratori che prima hanno scavato la fossa al Comune, ora stanno scorticando i cittadini per ripianare la fossa a spese dei poveri cristi. Se potessimo dare un’occhiatina nelle tombe, vedremmo i nostri avi rivoltarsi per l’angoscia che questa scellerata manovra comporta per gli eredi. Continuo a non capire come si possa avere il coraggio di chiedere somme simili e a pensionati e operai, magari cassaintegrati. Ma anche la storia del Giurlani, un personaggio che si dovrebbe aver vergogna solo al nominarlo, questi lo menzionano come se fosse un eroe. Se Vezzoni non mi mettesse i puntini avrei un paio di aggettivi da scrivere appresso, ma credo che gli amici lettori possano immaginare come la penso. Se è vero che ognuno ha il governo che si merita, gli stazzemesi devono avere dei meriti veramente molto speciali. Baldino Stagi

La lettera che segue è stata posta all’attenzione dell’ assessore geometra Viviani e p.c. Sigg. Assessori e Consiglieri Comunali. Protocollo n. 9613 del 04.12.2014

Oggetto: dichiarazioni pubbliche

Egregio assessore geom. Viviani, le sue dichiarazioni apparse sulla stampa nei giorni scorsi a riguardo della esenzione IMU sui terreni agricoli nelle zone montane, appaiono inopportune e criticabili oltre a confermare quel comportamento ipocrita e furbesco secondo il quale si cerca di esaltare il poco di positivo per distogliere l’attenzione dalle grandi manovre attuate a danno dei cittadini. La cosa non mi sorprende, ormai ho imparato che da questa amministrazione ci si può attendere di tutto meno che fatti positivi. Ma lei non sente nemmeno un minimo di vergogna quando finge di preoccuparsi “dell’aggravamento delle già pesanti imposizioni fiscali alle quali i cittadini dovranno far fronte”?

Proprio ieri ho avuto notizia che il sig. B. P. residente a Pietrasanta, pensionato, dovrà sborsare quasi 5.000 euro per il rinnovo delle concessioni cimiteriali. Lei sa bene che ci saranno cittadini che dovranno versare somme ben più elevate, fino ad arrivare a 15.000 o con punte fino a 24.000 euro per questa dissennato progetto che avete escogitato per far cassa, speculando sul culto dei defunti. Ma con quale coraggio si finge preoccupato del portafoglio dei cittadini quando siete voi stessi che li state massacrando con richieste assolutamente insostenibili?

Disgustoso poi il suo tentativo di rivalutare la figura del sig. Giurlani, il suo evidente intento di attenuare le notizie apparse sui giornali nei giorni scorsi sulla grave situazione che sta emergendo a carico di quell’UNCEM da lui presieduta.

Lei ed i suoi colleghi non avete battuto ciglio quando il sindaco Silicani nominò il Giurlani assessore a Stazzema, contravvenendo alla legge sulla parità di genere e dichiarando il falso sul decreto di nomina. Lei ed i suoi colleghi sapete bene che quella nomina fu fatta con preciso intento di salvaguardarne la carica di presidente dell’UNCEM in modo da poter mantenere incarichi e compensi al dott. Verona. Oggi vorrebbe decantarne le qualità e tesserne le lodi. Ebbene, noi non ci stiamo e continueremo a denunciare la verità. La saluto e le auguro di dormire sonni tranquilli. Io al vostro posto passerei notti insonni al pensiero dei cittadini che dovranno prosciugare i propri beni per pagare il rinnovo delle concessioni al solo scopo di cercare di risanare quelle casse che avete responsabilmente dissestato.

Terrinca 04.12.2014

Il consigliere comunale Baldino Stagi

San Rossore: il Parco naturale e’ invaso dalla sporcizia dei Rom

Il gruppo regionale FdI: “Ecco l’ambientalismo di Rossi e del Pd: se un albergo o un ristorante all’interno della struttura deve aggiungere un tavolo o mettere una tettoia, impazzisce”

Pisa-San Rossore_ Una “landa desolata” di spazzatura, una distesa di rifiuti nel cuore del parco naturale regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli. Da quando nella zona sono venuti a vivere alcuni insediamenti Rom, quella che era un’area protetta d’interesse faunistico e ambientale è stata trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto. E’ questo lo scenario che si sono trovati di fronte oggi pomeriggio i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli e Marina Staccioli, che hanno visitato il campo Rom nell’ambito del tour “Risvegliati Toscana”. “Ecco svelato l’ambientalismo a senso unico del presidente Enrico Rossi e del Pd che governa la regione: se un albergo o un ristorante all’interno del parco deve aggiungere un tavolo o montare una tettoia si perde nella burocrazia, nei permessi e nei veti – spiegano i due, commentando la visita – mentre gli abitanti del campo Rom hanno trasformato impunemente in una discarica una delle aree protette della Regione. Abbiamo anche trovato numerosi bambini, anche molto piccoli: è indecente e irresponsabile permettere che crescano in tali pessime condizioni igienico-sanitarie”.

Qui scoprirete le eloquenti foto della discarica nel campo Rom:

https://www.facebook.com/votadonzelli/photos/pcb.10152532291875662/10152532290520662/?type=1&theater

Lucca, 5 dicembre 2014

Ufficio stampa regionale FdI, Marco Gemelli

Alessandro Preziosi  recita Pavesepreziosi 1

Seravezza: cresce l’attesa per il debutto della stagione teatrale con Alessandro Preziosi che recita Pavese. In scena mercoledì 10 dicembre al Teatro delle Scuderie Granducalipreziosi 2

Seravezza_ Mancano pochi giorni all’attesa inaugurazione del cartellone teatrale 2014/ 2015 del Teatro Scuderie Granducali di Seravezza (Lu) dal titolo “Piacevoli tocchi” organizzata dal Comune di Seravezza, Fondazione Terre Medicee e la direzione artistica di Elisabetta Salvatori. E il debutto è un appuntamento imperdibile con il recital di Alessandro Preziosi “Il mestiere di amare” mercoledì 10 dicembre alle 21.15. Accompagnato dalle musiche di Andrea Farri e della drammaturgia di Tommaso Mattei, Preziosi porterà sul palco un lungo racconto, attraverso poesie e lettere di Cesare Pavese, sulla comunicazione con le donne e col mondo e sulla solitudine. Un excursus che parte dai versi giovanili e si conclude con “Vento di Marzo”, una delle ultime liriche di “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”. “Il mestiere di amare” è quindi un omaggio allo scrittore piemontese e prende in prestito il titolo dal diario “Il mestiere di vivere” che, iniziato il 6 ottobre 1935 durante il periodo del confino, accompagna Cesare Pavese fino al 18 agosto 1950, nove giorni prima della sua prematura scomparsa.

Pavese ci ha riportato il suo rapporto con il mondo femminile attraverso una serie di passaggi estremamente intimi e dissacranti rispetto all’amore – spiega l’attore napoletano – l’intimità che ha è estrema rispetto a ciò che noi spettatori e lettori percepiamo della sua frustrazione e della sua difficoltà di essere amato, più che di amare; mentre sull’altro piano c’è il fatto di vivere l’amore in maniera talmente alta che alla fine ci fa dimenticare la persona che lui sta amando. Quindi l’intimo è dato dal rapporto tra lui e la donna che ama, mentre a noi dà la possibilità di percepire come l’Autore si innamori più dell’idea dell’amore che della donna da amare. E da lì nasce tutta l’altezza poetica e lirica dello scrittore Pavese, è una sublimazione . conclude Preziosi – che porta fino all’esasperazione più totale del sentimento chiamato amore”.

I biglietti potranno essere acquistati presso i punti vendita del circuito Bookingshow o direttamente sul sito http://www.bookingshow.it Rivenditori autorizzati: Versilia Vacanze Lido di Camaiore, Fantasy World Viaggi, Querceta, piazza Alessandrini, (davanti Stazione), oppure presso la segreteria della Fondazione Terre Medicee, Palazzo Mediceo viale L. Amadei 230 Seravezza, dal martedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 12.00. Info, tel. 0584.757443 – 0584.756046, segreteria@terremedicee.ithttp://www.terremedicee.it

Il Mestiere di Amare mercoledì 10 dicembre alle Scuderie Granducali di Seravezza- Letture da Cesare Pavese da parte di Alessandro Preziosi

Seravezza_ Alessandro Preziosi racconta l’universo femminile visto da Cesare Pavese, con Il mestiere di amare, titolo preso in prestito dal diario di Cesare Pavese, ‘Il mestiere di vivere’, che raccoglie la vita dello scrittore delle Langhe dal 6 ottobre 1935 al 18 agosto 1950, nove giorni prima della sua prematura scomparsa. Un racconto di una straordinaria intimità e attualità, perché è una cruda confessione dell’autore e, soprattutto, della sua disperata ricerca dell’amore. 

Seravezza, 5 dicembre 2014

Da Ufficio stampa Fondazione Terre Medicee, agenzia ILogo Fabrizio Lucarini

XXVI edizione Premio “Silvano Alessandrini” un invito a partecipare

A tutti gli Autori della passata edizione del Premio “Silvano Alessandrini”

Querceta di Seravezza_ Care amiche, cari Amici, pensando di fare cosa gradita, allegati alla presente Vi rimettiamo il “Bando di Concorso” e la “Scheda di Partecipazione” al Concorso intitolato all’indimenticato Silvano Alessandrini che giungerà quest’anno alla 26a edizione. Come oramai è tradizione e come ben sapete, il concorso si suddivide in più sezioni: Poesia, Racconto o Fòla; in dialetto e non (anche se la sezione dialettale è giustamente preponderante); per Adulti e per Ragazzi; oltre al grande bacino della Categoria “Scolastica” dove trova infine posto, non ultima, la sezione dei disegni. I confortanti esiti delle ultime edizioni ci spronano ad un impegno sempre maggiore.

L’intento, come sempre, è quello di porre un argine alla deriva del nostro vernacolo, portandolo ulteriormente a contatto con le nuove generazioni che, sempre ed ovunque, rappresentano il futuro di tutto. Ovvietà, questa, che troppo spesso viene dimenticata. È per questo motivo che Vi invitiamo a “scrivere”, per ritrovarci tutti assieme, in numero sempre maggiore, il prossimo 14 marzo presso la Sala Polifunzionale della P.A. croce Bianca di Querceta, per quello che oramai non si prospetta più solamente come un concorso, ma come una festa: la festa del vernacolo versiliese e di tutti coloro che, caparbiamente, si ostinano a non dimenticare.

È vero tuttavia che, trattandosi di un concorso, tutto dovrà poi esser necessariamente ricondotto ad una classifica. Ma l’importante, comunque, è il “movimento”, il piacere di scrivere l’amore verso la questa terra, tanto criticata, eppure, tanto amata. Noi, ci metteremo l’anima; sia per organizzarla, che per divulgarla. Il resto, è nelle Vostre “mani” e nella vostra voglia di Versilia. Vi chiediamo un aiuto: ditelo in giro; fate il “passaparola”, che molto spesso risulta la forma di pubblicità più efficace. Se solo la metà di Voi riuscirà a coinvolgere un amico o un conoscente, con uno scritto anche minimo, sarà un bene, prezioso, per tutti. Un caro saluto a tutti.

Per Pro Loco Querceta, Luca Garfagnini, addì 4.12.2014

Ho letto e condiviso quanto pubblicato ieri su Libera Cronaca

Ammiro i Vs. sforzi (peraltro premiati dal seguito che avete); e ringrazio dell’attenzione anche a questo appuntamento che vuol esser sì, di difesa del ns. vernacolo, ma anche di incontro e amichevole confronto. Grazie ancora.

L.G., addì 5.12.2014

Mostra “Artisti x Forte 100” domani inaugurazione al Fortino di Forte dei MarmiAchille Funi, Ugo Guidi nel suo Studio al Forte, pastelli e tempera su carta cm 79x54, 1960

Forte dei Marmi_ Il Comune di Forte dei Marmi, il Museo Ugo Guidi e gli “Amici del Museo Ugo Guidi” presentano la mostra di pittura, scultura e grafica “Artisti x Forte 100”. La mostra sarà inaugurata domani, sabato 6 dicembre 2014, alle ore 17 nei locali del “Fortino” di Forte dei Marmi alla presenza delle Autorità Comunali, degli Artisti contemporanei e dei Curatori, con introduzione della giornalista Silvana Arata. Ingresso libero.Arturo Martini, Gli amanti, marmo, h cm 60 ca., 1942

La mostra organizzata per la ricorrenza del Centenario del Comune di Forte dei Marmi, a cura di Lodovico Gierut e Vittorio Guidi, evidenzia opere di artisti che hanno avuto o hanno un rapporto artistico con Forte dei Marmi, comprendente opere di: Franco Angeli, Pietro Annigoni, Arman, Giuseppe Banchieri, Antonio Barberi, Amerigo Bartoli, Mirko Basaldella, Pierfranco Benesperi, Antonio Berti, Vinicio Berti, Floriano Bodini, Carlo Böcklin, Uberto Bonetti, Domenico Bresciani, Virio Bresciani, Antonio Bueno, Corrado Cagli, Agostino Cancogni, Giancarlo Cannas, Ugo Capocchini, Marco Cardini, Felice Carena, Carlo Carrà, Gianni Carretti, Robert Carroll, Pietro Cascella, Bruno Cassinari, Galileo Chini, Anna Chromy, Antonio Collina, Aristide Coluccini, Primo Conti, Vittorio Cusatelli, Arturo Dazzi, Ezio De Angeli, Giorgio De Chirico, Raffaele De Grada, Gianni Dova, Alfredo Fabbri, Mario Fallani, Enzo Faraoni, Pericle Fazzini, Ercole Ferrari, Tano Festa, Achille Funi, Walter Fusi, Guido Gabrielli, Oscar Gallo, Emanuele Giannelli, Marta Gierut, Gian Paolo Giovannetti, Renzo Grazzini, Emilio Greco, Luigi Grosso, Ugo Guidi, Luigi Guerricchio, Renato Guttuso, Ibrahim Kodra, Walter Lazzaro, Jacques Lipchitz, Mino Maccari, Venerando Maccarone, Alberto Magnelli, Marino Marini, Giuseppe Martinelli, Arturo Martini, Francesco Messina, Giuseppe Migneco, Franco Miozzo, Henry Moore, Domenico Monteforte, Gualtiero Nativi, Stefano Paolicchi, Eugenio Pardini, Eugenio Pieraccini, Marcello Polacci, Giò Pomodoro, Arturo Puliti, Gabriele Ricceri, Oronzo Luciano Vittorio Ricci, Vittoria Angela Romei, Ottone Rosai, Renato Santini, Franz T. Sartori, Mario Schifano, Filadelfo Simi, Mario Sironi, Mario Soave, Ardengo Soffici, Ernesto Thayaht, Nino Tirinnanzi, Leone Tommasi, Marcello Tommasi, Riccardo Tommasi Ferroni, Ernesto Treccani, Giuliano Vangi, Emilio Vedova, Renato Vernizzi, Lorenzo Viani, Giuseppe Viner, Tono Zancanaro (…), con esposizione in Forte dei Marmi al “Fortino”, Piazza Garibaldi, e al “Museo Ugo Guidi” – MUG, via Civitali 33.Carlo Boeklin, Monterosso, olio su tela cm 35x40, s.d.

La mostra si sviluppa in tre sezioni. La prima riguarda gli artisti/maestri che hanno soggiornato a Forte dei Marmi nel ‘900; la seconda vede esposte opere di artisti locali scomparsi, e la terza comprende lavori create da alcuni artisti contemporanei residenti e/o nati a Forte dei Marmi, o che vi operano con assiduità.Marino Marini, Figure e cavallo, acquaforte acquatinta cm 72x56,5, 1977

Verrà inoltre presentato il catalogo ”Edizioni Museo Ugo Guidi” con la riproduzione di varie opere presenti in mostra, interventi del Sindaco di Forte dei Marmi Umberto Buratti e di Simone Tonini, Presidente del Consiglio Comunale, introduzione di Vittorio Guidi e testo critico di Lodovico Gierut, foto di Daniele Thanatos Celeri, Antonio Raffaelli, Alessandro Lasagna, e un E-book a simbolica testimonianza degli artisti e delle opere che si sono relazionate con Forte dei Marmi, con istantanee tratte dall’Archivio artistico-documentario Gierut (che collabora fattivamente all’iniziativa), dall’Archivio del Museo Ugo Guidi, da Archivi pubblici e privati, oltre che da pubblicazioni varie. La musica originale dell’ E.book è “La Musica del Silenzio” di Giuseppe Di Piazza eseguita dall’autore al pianoforte.Emilio Vedova, Dittico 87Z-7, pittura su carta cm 25,6x38,7, 1987

Le esposizioni sono state realizzate col contributo del Comune di Forte dei Marmi e della Fondazione Vittorio Veneto di Forte dei Marmi.Ernesto Treccani, Siepe, olio su tela cm 50x70, anni '80

La mostra al Fortino rispetterà i seguenti orari di apertura: martedì, mercoledì e giovedì 9,30-13. Venerdì, sabato e domenica : 9,30-13 e 15,30-18. Lunedì chiuso. Dal 18/12/2014 all’ 11/1/2015 aperta tutti i giorni dalle 9,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 18. Chiuso Natale e Capodanno. Ingresso libero.Ugo Guidi, Libeccio, tempera e china su carta cm 50x35, 1970

Per info: Ufficio Informazioni Turistiche 0584-280292. forteinfo@comunefdm.it; http://www.myfortedeimarmi.itMario Sironi, Studio per la cattedrale, olio tempera inchiostro e matita grassa e collage cm 31x23, 1920

La mostra al Museo Ugo Guidi – successiva a quella del Fortino – verrà inaugurata sabato 13 dicembre alle ore 17. L’esposizione al Fortino sarà visitabile sino al giorno 11 gennaio, mentre al Museo Ugo Guidi fino a 7 gennaio 2015 .

Il “Museo Ugo Guidi” sarà aperto il sabato con orario11-12 e 16-17 o su appuntamento richiesto all’ Ufficio Informazioni Turistiche: 058480292 forteinfo@comunefdm.it; http://www.myfortedeimarmi.it o al 3483020538; museougoguidi@gmail.comCopertina catalogo 'Artisti x Forte 100' a cura di Lodovico Gierut e Vittorio Guidi (2014)

Entrambe le mostre sono a ingresso libero.

Dove: “Fortino” Forte dei Marmi. Quando: 6 dicembre 2014 – 11 gennaio 2015. Inaugurazione: 6 dicembre ore 17

Orario: mar., mer., gio. 9,30-13. Ven., sab., dom. 9,30-13 e 15,30-18. Lunedì chiuso. Dal 18/12/2014 al 6/1/2015 aperta tutti i giorni 9,30 -13 15,30-18. Chiuso Natale e Capodanno. Ingresso libero.

Dove: Museo Ugo Guidi – MUG via Civitali 33 – Forte dei Marmi. Quando: 13 dicembre 2014 – 7 gennaio 2015. Inaugurazione: 13 dicembre ore 17

Orario: sabato 11-12 e 16-17 o su appuntamento richiesto all’ Ufficio Informazioni Turistiche 0584-280292. forteinfo@comunefdm.it; http://www.myfortedeimarmi.it o al 348-3020538; museougoguidi@gmail.com. Ingresso libero.

Catalogo “Artisti x Forte 100” – Edizioni Museo Ugo Guidi – pag. 140 ed E-book reperibili in mostra.

Da Museo Ugo Guidi – MUG e Lodovico Gierut, addì 4.12.2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...