Libera Cronaca da Italia bene comune 1351 del 29 e 30 luglio 2014

Libera Cronaca da Italia bene comune 1351 del 29 e 30 luglio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

Caso Tavecchio e presidenza Figc

L’Italia sprofonda nella crisi ma perde tempo su un caso, le banane, in cui le dichiarazioni del responsabile, peraltro vicepresidente della Figc, l’hanno già concluso inesorabilmente e vergognosamente. L’attuale vicepresidente, Carlo Tavecchio, non può ricoprire la presidenza della Federazione italiana gioco calcio. La questione è così lampante che fa veramente pena continuare un tergiversare su una decisione che internazionalmente è stata ormai assunta. Punto e basta. Le forze politiche dovrebbero pensare a come superare la crisi economica, a come dare riforme democratiche al paese e non a duellare su una candidatura che si è autodistrutta ed ancora una volta ha gettato il paese che siamo diventati nella palude più squallida, quella con cui, attraverso la ricerca esasperata di battute ad effetto, si sotterrano gli italiani sotto la montagna del dileggio mondiale, umiliando quella considerazione che resta dell’Italia che ancora non soccombe al paese che siamo diventati.

L’impossibile scatto di un paese con le catene ai piedi

La Confcommercio denuncia oggi che gli italiani sono i più tassati al mondo, nel 2013 il carico fiscale reale è salito del 53,2%, e che ad ottobre sarà necessaria una manovra correttiva. Anche Confcommercio ha rivisto al ribasso la stima di crescita 2014, riducendola al +,0,3% dal +0,5% stimato a maggio. Lo studio prevede pure la diminuzione del -0,9% degli investimenti.

Giuseppe Vezzoni-addì 29.7.2014

Stazzema: mozione per riduzione indennità di funzione del sindaco e assessori, del gettone di presenza dei consiglieri comunali.

Il consigliere comunale Gian Piero Lorenzoni ha inoltrato al Sindaco di Stazzema , al Presidente del Consiglio Comunale, al Segretario Comunale, ai Capigruppo Consiliari e p.c. al Revisore dei Conti il testo di una mozione da discutere nel consiglio comunale di giovedì avente per oggetto la riduzione delle indennità di funzione del sindaco e degli assessori e del gettone di presenza dei consiglieri.

Testo della mozione

Il sottoscritto Gian Piero Lorenzoni consigliere comunali e capogruppo della lista “Luce a Stazzema,

PREMESSO CHE:

– la corresponsione dell’indennità di funzione integra il reddito di coloro che assumono cariche pubbliche e che la stessa debba essere conforme alle responsabilità ricoperte, sia ispirata a criteri di sobrietà e equilibrio, visto l’attuale gravoso contesto finanziario;

– a fronte di una situazione economica avversa per l’intera comunità, che è chiamata ad affrontare rilevanti sacrifici individuali e collettivi;

PREMESSO ALTRESI’ CHE:

– L’attuale situazione economica italiana, caratterizzata da una seria e preoccupante crisi finanziaria, ha indotto il Governo nazionale ad adottare drastiche misure finalizzate al contenimento della spesa pubblica e la riduzione dei costi degli apparati istituzionali;

– nei momenti difficili è importante che la classe politica, oltre a mettere in campo azioni concrete per la ripresa della crescita del Paese, dia anche un segnale concreto di disponibilità e di partecipazione alle difficoltà economiche che attraversano i cittadini e dimostri di essere pronta a far fronte, per prima, a quei sacrifici che i cittadini sono chiamati a fare;

CONSIDERATO CHE:

– numerose amministrazioni comunali hanno già dato corso a rilevanti tagli alle indennità di funzione degli amministratori;

– l’adozione di misure di contenimento dei cosiddetti “costi della politica” assume effetti vantaggiosi e consolidativi nel rapporto fra eletti ed elettori;

– l’uso accorto delle finanze pubbliche si configura come una leva gestionale a disposizione dell’Amministrazione comunale e determina significativi risultati positivi sui saldi del bilancio municipale;

CONSIDERATO ALTRESI’ CHE:

– il sacrificio patito dai cittadini deve essere richiesto a tutti i titolari di cariche elettive, che hanno deciso di loro spontanea volontà di mettersi al servizio della cosa pubblica;

che per finalità istituzionali anche l’Ente Comune è chiamato a intervenire in tutte le situazioni sociali di bisogno/disagio con l’obiettivo di rimuovere ogni ostacolo per favorire la promozione dei diritti del singolo cittadino, primo fra tutti, il diritto ad una esistenza decorosa e sufficiente a garantire il minimo delle condizioni di vivibilità;

– la visione che tutti gli eletti presso questo Consiglio Comunale devono trasmettere alla cittadinanza deve essere di esempio per tutta la collettività;

QUANTO SOPRA PREMESSO E CONSIDERATO

Con la presente MOZIONE si impegna il Consiglio Comunale, il Sindaco, e la Giunta a deliberare:

1. una riduzione pari al 50% dei gettoni di presenza dei Consiglieri comunali per ogni seduta del Consiglio Comunale, comprensiva delle riduzioni previste nelle norme nazionali;

2. una riduzione pari al 30% dell’indennità del Sindaco, comprensiva delle riduzioni previste nelle norme nazionali;

3. una riduzione pari al 30% dell’indennità del Vice-Sindaco, comprensiva delle riduzioni previste nelle norme nazionali;

4. una riduzione pari ad almeno il 30% dell’indennità di ciascun Assessore, comprensiva delle riduzioni previste nelle norme nazionali;

Si suggerisce che il risparmio ottenuto dalla riduzione di tutti i compensi degli amministratori costituisca uno specifico fondo, a disposizione dell’A. C,, per far fronte, almeno parzialmente, ai problemi urgenti a sostegno dei cittadini in difficoltà e/o colpiti dalla crisi economica.

Si propone di utilizzare le somme così annualmente recuperate per l’istituzione di un fondo anti-crisi volto sia a far fronte alle situazioni di elevato disagio non indifferibili (es. pagamenti fitti, bollette, tasse scolastiche, tickets sanitari, ecc.) sia alla eventuale possibilità dell’istituzione di borse lavoro, rivolte a cittadini disoccupati, in condizioni di grave disagio e di marginalità anche dal mondo del lavoro, preferibilmente nei settori della difesa dell’ambiente, tutela delle aree verdi comunali, la custodia beni pubblici, supporto alla polizia municipale, pulizia e manutenzione ordinaria delle strade, lavori di manutenzione straordinaria, supporto alle famiglie assistenza disabili, e qualsiasi altra mansione ritenuta opportuna per il benessere socio-ambientale della collettività.

Questa nostra proposta potrebbe costituire, se pur parzialmente, una risposta immediata ed esplicita alle difficoltà economiche che sono presenti fra i nostri concittadini, disagi che richiedono interventi pronti e adeguati.

Le misure di contenimento dei costi della politica, presentate in questa mozione, permettono alla Giunta e al Consiglio Comunale di fare propria la strada del rigore amministrativo, un metodo attraverso il quale intendiamo contraddistinguere il nostro compito istituzionale di opposizione costruttiva, concreta e non faziosa.

Come previsto dall’art. 22 del regolamento del consiglio comunale si chiede l’inserimento della presente all’ordine del giorno del consiglio comunale convocato per il giorno 31 luglio 2014.

Consigliere Comunale Gian Piero Lorenzino-addì 29.7.2014

Dimissioni SEL Siena, Brogi (coord. reg.): “Dispiaciuti, ma SEL prosegue il suo cammino senza subalternità”

“Dispiace che un gruppo di dirigenti e iscritti di SEL Siena abbiano deciso di uscire dal partito. Una scelta rispettabile, ma non condivisibile, perché esprime la resa di chi ritiene che non serva più una sinistra portatrice di una visione critica unita ad una cultura di governo, pronta a fare alleanze, ma con una sua autonomia politica e culturale. Una sinistra che rifiuta la subalternità al senso comune, alla demagogia più facile, che accetta la sfida del cambiamento con coraggio e senza scorciatoie. Una sinistra il cui approdo non può essere quello di entrare nell’orbita del Pd, il partito che a livello nazionale ha scelto di chiudere il centrosinistra per fare altre alleanze.”

Così il coordinatore regionale di Sinistra Ecologia Libertà Toscana, Giuseppe Brogi, a proposito delle dimissioni di una parte della dirigenza senese del partito.

“La missione originaria di Sinistra Ecologia Libertà, costruire una sinistra né omologata né settaria, oggi è più valida di ieri, caso mai è da realizzare di più e meglio di come abbiamo fatto fin qui – dice ancora Brogi – La decisione presa dall’assemblea di Siena riguarda soltanto una parte del gruppo dirigente e da parte di molti iscritti della provincia è stata subito espressa l’intenzione di non seguirla. E’ il segno che sarebbe stato opportuno avviare un confronto schietto e costruttivo con iscritti e iscritte per dibattere le diversità di vedute, anziché dover apprendere dalla stampa di questa decisione”.

“Giovedì 31 luglio – prosegue – si terrà una riunione del Circolo SEL di Siena città, convocata dagli iscritti, alla quale parteciperò. Sarà la prima occasione per confermare che Sinistra Ecologia Libertà c’è e prosegue il suo cammino con fatti politici pubblici e a contatto con i cittadini, uscendo da una dimensione che per molto tempo ha guardato troppo alle pur necessarie relazioni politiche e ha dimenticato il rapporto con le sofferenze e le aspettative delle persone in carne e ossa, senza il quale non si costruisce niente di nuovo e di positivo”.

Firenze, 29 luglio 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

Domani torna alla Villa Medicea di Seravezza l’atteso appuntamento con l’ Aperitivo Mediceoaperitivo mediceo

Le Acciughe e la Montagna- Quando il Farro scende a valle per incontrare le Acciughe

Assaggi di Toscana raccontati da Fabrizio Diolaiuti e cucinati da grandi Chef- Mercoledi 30 luglio ore 18.30 Ingresso Libero – Degustazione Gratuita

Seravezza_Una strana coppia si unirà in un particolare matrimonio, sono le acciughe ed il farro che mercoledì 30 luglio, alle ore 18.30, nel giardino del palazzo mediceo di Seravezza, saranno i protagonisti del quarto appuntamento dell’Aperitivo Mediceo ideato e condotto da Fabrizio Diolaiuti con il commento musicale di Dino Mancino. Le doti del farro, che ha cinquemila anni ma non li dimostra, come è avvenuta la riscoperta in Garfagnana, il percorso fatto per diventare IGP, le quantità prodotte e altre curiosità saranno gli argomenti di Lorenzo Satti, presidente del Consorzio del farro della Garfagnana. Dell’aspetto nutrizionale dei due “sposini” (farro e acciughe) ne parlerà Giovanna Camarlighi, responsabile igiene alimenti e nutrizione, Azienda Usl 12 Viareggio. Il naturopata Marco Pardini, viaggerà nelle tradizioni legate all’antico cereale garfagnino da un punto di vista antropologico, ma delizierà il pubblico narrando di erbe ed erbetti, aneddoti, rimedi curativi naturali e mille altre cose. Marco Bellentani giornalista enogastronomico, racconterà delle mode dei ristoranti e di quanto questi due straordinari alimenti vengano usati anche dai grandi chef stellati Michelin. Romano Citti presidente “Fondazione Palazzo Boccella”, illustrerà le iniziative dei questa splendida realtà del comune di Capannori. Una scuola per l’accoglienza, il turismo e la cucina. Il matrimonio tra il farro e le acciughe sarà celebrato da Aele Caniddu Chef del Ristorante Taverna “Le Gradole” Via Campana 10 Seravezza. Alla fine, dopo tante chiacchiere seguirà una degustazione gratuita. In caso di maltempo l’incontro si terrà alle Scuderie Medicee (davanti al Palazzo). La manifestazione rientra tra le iniziative ufficiali dalla Fondazione Terre Medicee. Si ringrazia per la collaborazione la Camera di Commercio di Lucca. L’ingresso è libero e la degustazione è gratuita. Per essere sempre aggiornati sui nostri eventi, Vi invitiamo ad iscrivervi alla newsletter: www.terremedicee.it

Per informazioni 0584 757443 oppure 0584 982279 oppure 348 3318870

Comunicata da Ilogo per Fondazione Terre Medicee-addì 29.7.2014

Nel 70° anniversario della strage di Mulina di Stazzema: Ricordo di don Fiore Menguzzo

invito-70°-don-fiore

Pisa, cimitero suburbano, Cappella San Giovanni , 11 agosto 2014, ore 17.15

Pisa_ Don Fiore Menguzzo e i suoi familiari (sepolti nella Cappella San Giovanni del Cimitero Suburbano di Pisa), trucidati a Mulina di Stazzema dalle SS tedesche, furono i primi martiri delle centinaia che il sabato mattina del 12 agosto 1944 composero il sacrificio immane di quella che in tutta Italia è conosciuta come la strage di Sant’Anna di Stazzema. Nel 70° Anniversario di quella strage il Comune di Pisa (sottoscrittore nella memoria di Don Fiore Menguzzo di un Patto di Amicizia con i Comuni di Stazzema, Cascina, Castello Tesino, Domodossola e Pescaglia) e l’Associazione Culturale IL MOSAICO ricordano il sacerdote ucciso con lo scoprimento di un suo busto in terracotta realizzato dalla giovane artista pisana Giulia Lavagno.

Programma 11 Agosto 2014, ore 17.15, Pisa, Cimitero Suburbano, Cappella San Giovanni

Ore 17.15 – Afflusso Autorità e invitati, posizionamento dei labari dei Comuni e delle Associazioni combattentistiche e partigiane

Ore 17.30 – Introduzione del Presidente de Il Mosaico Riccardo Buscemi

Saluto del Sindaco di Pisa Marco Filippeschi

Saluto del Vice Presidente del Consiglio Comunale di Pisa Mariachiara De Neri

Ore 17.45 – Prolusione dello storico Federico Ciavattone

Ore 18.00 – Scoprimento del busto in terracotta di Don Fiore Menguzzo, opera dell’artista Giulia Lavagno

Ore 18.15 – Santa Messa di suffragio celebrata da Monsignor Giuliano Catarsi Cancelliere Arcivescovile

Da Riccardo Buscemi,vicepresidente del consiglio comunale di Pisa e presidente dell’associazione Il Mosaico-addì 29.7.2014

I ragazzi incontrano i superstiti dell’agosto 1944

Stazzema_ Ti scriviamo per renderti partecipe di una iniziativa atta a celebrare il 70° dall’Eccidio. Nei giorni che precedono la commemorazione del 12 Agosto alcuni ragazzi selezionati per un percorso di approfondimento sugli eventi dell’Agosto ’44 incontrerebbero superstiti, figli, nipoti di chi fu coinvolto nell’eccidio. Se a Mulina o altrove sei a conoscenza di familiari delle vittime che desiderano portare il loro contributo contattaci .

Graziano Lazzeri, per Il Comitato Esecutivo Martiri di Sant’Anna di Stazzema-addì 29.7.2014

Re: Caro Graziano, ti ringraziamo dell’informazione e facciamo girare la conoscenza dell’iniziativa in maniera che a Mulina e altrove sappiano ed eventualmente si rendano disponibili per incontrare i giovani prima delle prossime cerimonie dell’11 e 12 agosto.

Giuseppe Vezzoni -addì 29.7.2014

Preoccupazione per le condizioni precarie dell’organo della Propositura di Stazzema

Stazzema_ Gia’ un po’ di tempo fa, ero andato su questo argomento, se non si interviene in tempi brevi, facendo una pulizia dello Strumento, e una accordatura della stesso, si rischia di mettere in serio pericolo, un Organo del 700 del Tronci, Organo monumentale della Propositura di S. Maria Assunta in Stazzema .Il restauro dello strumento fu fatto nel 1987. é uno strumento Unico nel suo genere, e’ senz’altro il più’ bello e importante strumento del nostro Comprensorio. Dopo il suo restauro, fu suonato sempre tutte le domeniche, quando esisteva la Corale, e finche’ fu vivo il Compianto Maestro Paolo Bertellotti. Da quasi dieci anni l’organo non viene piu’ suonato, solo in poche occasioni. Lo strumento non suonandolo si sta rovinando. L’altra volta chiesi a gran voce se ci poteva essere qualcuno disponibile per poter suonare almeno nelle feste principali questo strumento, senza avere nessuna risposta. Vorrei proporre alla nuova Amministrazione’ di promuovere una stagione concertistica per salvare questo strumento, che è un vero capolavoro! Spero di poter avere risposte in merito !

Marco Bertellotti-addì 29.7.2014

Il cavalletto Filadelfo Simi a compensazione della perdita dell’Archivio Storico del grande pittore.DSCN7573

Stazzema – Il 27 u.s. al Palazzo della Cultura di Cardoso con una cerimonia semplice e suggestiva Alba Tiberto Beluffi ho ricevuto dal Sindaco di Stazzema, dott. Maurizio Verona, una medaglia d’oro col monogramma di Filadelfo Simi, a testimonianza e a riconoscimento del suo lavoro ventennale per la rivalutazione di Filadelfo e di Nera Simi.

In occasione di questa cerimonia la storica d’arte ha donato al Comune di Stazzema il cavalletto di Filadelfo Simi. E’ il cavalletto su cui l’Artista sistemava le sue tele per riprendere a Stazzema scorci di paese stupendi come La Vite o I miei monti e dove ha composto autentici capolavori come Un mazzo di fiori, La famiglia in villeggiatura, la Preghiera della sera, L’altalena, Le Parche, La moglie che legge il giornale, etc quadri che sono squarci di ambiente e di vita. Con questa donazione ha voluto in parte ripagare Stazzema della perdita dell’Archivio di cui taluni si lamentano in paese, ma soprattutto ha voluto dare una dimostrazione che un oggetto, storico per la zona, non può essere considerato una privata proprietà, ma deve essere restituito alla Comunità per la quale ha un significato tutto particolare. E’ un bellissimo cavalletto in castagno, fatto probabilmente dallo stesso Simi che aveva molto estro anche nei lavori di artigianato e di restauro, su cui temporaneamente è stato sistemato un autoritratto dell’Artista esposto anche nella Mostra di Seravezza del 1987. Questo cavalletto, talora con l’artista vicino, è stato ritratto in diverse fotografie, alcune delle quali sono inserite nell’ ultimo libro dell’autrice La Saga dei Simi.

Comunicato stampa- addì 29.7.2014

Le opere di Rita Paola al “Museo Ugo Guidi” dal 1 al 15 agosto

RitaPaola

Forte dei Marmi_ Il Museo Ugo Guidi e gli Amici del Museo Ugo Guidi Onlus, in collaborazione con la Galleria Il Collezionista di Roma, presentano la mostra di pittura dell’artista Rita Paola. La pittrice, calabrese di nascita ma romana d’adozione, presenta le sue opere pittoriche per il terzo anno consecutivo nelle sale del Museo.Il carosello della vita-2012 - cm. 50x70

La mostra realizzata nel “Museo Ugo Guidi” – MUG – di Forte dei Marmi, via Civitali 33 e al Logos Hotel, via Mazzini 153, sarà inaugurata venerdì 1 agosto alle ore 18 al Museo a cura di Roberto e Gabriele Giuliani, responsabili della Galleria Il Collezionista di Roma, con ingresso libero. L’esposizione sarà visitabile tutti i giorni fino al 15 agosto 2014 al Museo Ugo Guidi, con orario 10-23 o su appuntamento al 348020538 o museougoguidi@gmail.com. Al Logos Hotel, invece è possibile visitare la Mostra tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 23.00.

“Rita Paola, un’artista che si appropria originalmente del linguaggio astratto per comunicare una serie di emozioni che pare venga da molto lontano. Protagonisti sono i colori in tutta la loro drammaticità e bellezza e così intensi e talvolta materici da lasciare il fruitore sorprendentemente stupefatto: colpi di spatola taglienti come rasoi e scolature sottili di tinte pastello che scivolano via lungo la tela come nostalgie di sentimenti sbiaditi che sembra funzionino come epifanie proustiane o, meglio ancora, come intermittenza del cuore di natura Joyciana. C’è in Rita Paola l’urgenza di trasmettere, senza aggettivi e inutili formalismi, una complessità di visioni che insorge prepotentemente nella sua anima in perfetta sintonia con le forze primarie e sconosciute che attraversano il mondo; non ha tempo per soffermarsi sulla bella calligrafia, l’immediatezza detta il suo ritmo e la velocità si appropria della sua mano che in rapide azioni costruisce immagini su immagini che convergono tra loro per poi esplodere in forme magmatiche che sembra conservino tutto il calore dell’impulso primigenio che le ha create. Precisamente, Rita Paola dipinge la luce, cattura la sua dinamicità e mediante essa attraversa l’universo della materia, dello spazio per puntare verso dimensioni abitate da realtà che presuppongono altre coordinate. Nella sua opera complessiva si può individuare non solo la dimensione verticale, ma anche qualcosa di orizzontale, di più umano: è ciò, che definisco, citando Proust e Joyce, nostalgia; nostalgia rarefatta, evocata da contrappunti di colore che vorrebbero essere suoni, sinfonie, partiture di natura dodecafonica, note perdute di jazz freddo.” Ernesto D’Orsi

Il MUG ha il sostegno di Logos Hotel e la partecipazione della Banca Credito Cooperativo Versilia, Lunigiana e Garfagnana, del Parco delle Apuane, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, del Piccolo Teatro della Versilia e della Fondazione Peccioliper. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International Council Of Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di Lucca, Istituto Confucio della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco.

Memoria fotografica della mostra a cura di Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.

Soci FAI, Italia Nostra e TCI: Sconto 20 % su pubblicazioni e bookshop.

Partner Speciale: La Capannina di Franceschi con lo “ Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.

Partner: Città Infinite, Polo Istruzione Professionale “E.Barsanti” Massa e Carrara, Historia vbc, Liceo Artistico “S.Stagi” Pietrasanta, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International, Galatea Versilia, Club Unesco “Carrara dei Marmi”.

Media Partner: QN LA NAZIONE, Forte 100, Arte in Toscana , In Punta di Penna blog, BestVersilia.com, Life Beyond Tourism, La Parentesi della Scrittura, Reality Magazine.

Come raggiungere il museo: All’uscita dell’Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: dal pontile del Forte contare tre semafori, poi il cartello indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.

Info: museougoguidi@gmail.com / 0585 348510 / 3483020538 http://www.ugoguidi.it

Ufficio Stampa: Associazione “Amici del Museo Ugo Guidi onlus” – Info: 348-3020538 – 0585-348510.

Nota bene: Abbiamo spostato a domani la notizia che lo Sport è stato riconosciuto un diritto e come tale è stato regolamentato nello Statuto della Regione Toscana. Notizia inviataci dal Gruppo Fratelli d’Italia. A domani anche l’escursione nella valle Serenaia prevista per il 9 e 10 agosto.

vangelisti

Potremmo dare una notizia  in merito alla seconda edizione del libro Un prete indifeso in una storia a metà. Don Giuseppe Vangelisti e il suo memoriale, ma non la divulghiamo. Tuttavia, lo  ripetiamo, ci batteremo perché il libro sia accolto nel Museo della Resistenza di Sant’Anna. La richiesta è stata avanzata all’intero consiglio comunale di Stazzema.

Giuseppe Vezzoni-addì 29.7.2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...