Libera Cronaca da Italia bene comune 1350 del 28 e 29 luglio 2014

Libera Cronaca da Italia bene comune 1350 del 28 e 29 luglio 2014 giuseppevezzoni@gmail.com

Migliora la fiducia delle imprese nonostante i dati negativi dell’economia

Nel mese di luglio la fiducia delle imprese tocca il massimo dall’agosto 2011: 90,9, 2,7 punti in più rispetto a giugno. Nell’agosto 2011 la fiducia delle imprese aveva toccato il 92, 2 ma i tre anni che sono seguiti hanno dimostrato che la fiducia fu mal riposta. Speriamo che stavolta si inverta veramente ciò che purtroppo il passato non farebbe presagire e che finalmente  l’Italia accenda il motore della ripresa.

Giuseppe Vezzoni-addì 28.7.2014

Dl Art-Bonus, sen. Petraglia (Sel): “Dal Governo nessun impegno per i lavoratori della cultura”

Nel decreto approvato al Senato nessuna garanzia per i lavoratori delle fondazioni liriche. Nuovo lavoro nel settore della cultura ottenuto soltanto creando nuova precarietà

Il decreto Art-Bonus, licenziato oggi dal Senato, non contiene nessuna garanzia per i lavoratori delle fondazioni liriche, nonostante le richieste di SEL, né prevede nuovi posti di lavoro nel settore della cultura se non creando nuove sacche di precariato. Un altro esercito di giovani qualificati sfruttati come stagisti senza destino: non è di questo che l’Italia ha bisogno per tutelare e rilanciare il proprio patrimonio culturale”.

Lo afferma la senatrice toscana di Sinistra Ecologia e Libertà Alessia Petraglia.

Avremmo voluto discutere nel merito di questo provvedimento – prosegue Petraglia – ma l’ennesima fiducia ha espropriato ancora una volta il Parlamento del suo ruolo, costringendoci soltanto a prendere atto delle decisioni già prese. Troviamo molto grave che, di nuovo, si sia deciso di non dare garanzie precise ai lavoratori in esubero delle fondazioni liriche, limitandosi a vaghe dichiarazioni di impegno che, peraltro, il ministro Franceschini non ha voluto confermare”.

Ci preoccupa – dice ancora la senatrice – l’idea che il Governo ha dei lavoratori della cultura, ritenuti lavoratori di secondaria importanza e per questo condannati all’eterna precarietà. Le assunzioni previste dal decreto sono, infatti, tutte a tempo determinato. Precari che vanno ad infoltire l’esercito dei precari che operano nel settore, indispensabili per la valorizzazione del nostro patrimonio artistico e ciononostante costretti nell’incertezza del proprio posto di lavoro. Il fatto che inizialmente il Governo avesse previsto la possibilità di essere assunti soltanto per i giovani fino a 29 anni, poi innalzati a 40, la dice lunga sulla contezza che ha della reale situazione occupazionale del settore”.

Oggi abbiamo sprecato l’ennesima buona occasione per iniziare un percorso diverso – conclude la senatrice – Dopo gli anni dei tagli di Tremonti, occorre rimettere la cultura al centro delle politiche nel nostro Paese, innalzando gli investimenti che, in questo settore, sono tra i più bassi d’Europa”.

Firenze, 28 luglio 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

Legge elettorale toscana, Brogi (SEL): “Pronti a batterci senza vincoli di maggioranza”

Cambiare soglie di sbarramento ed eliminare il listino bloccato. “SEL, un piccolo e prezioso seme di irriducibile e insopportabile originalità per una sinistra che vuole cambiare”

“Sel, in Toscana, si batterà con decisione per cambiare gli aspetti negativi della proposta di legge elettorale regionale insieme a ciascun consigliere e a tutte le componenti del Consiglio disponibili a questo fine, senza vincoli di maggioranza o minoranza. Sulle leggi elettorali ogni forza politica prima di tutto misura la propria autonomia politica e culturale e il rispetto verso i cittadini e la democrazia. Le alleanze, che pure Sel considera essenziali nel suo perimetro di azione, vengono dopo e si baseranno su visione generale e contenuti programmatici per il futuro della nostra Regione”.

Ad affermarlo in una nota è il coordinatore regionale di SEL Giuseppe Brogi che giudica in modo profondamente negativo le elevate soglie di sbarramento previste dalla proposta di legge elettorale regionale e il prospettato ritorno parziale del listino bloccato, con il quale si espropriano “gli elettori della scelta rispetto ad una mini-casta protetta”.

“C’è poi un terzo nodo critico osserva ancora il coordinatoredal quale tutti, ma proprio tutti, ora prendono le distanze, salvo averlo votato in Consiglio. E’ l’abbassamento a 40 Consiglieri voluto dal Governo Monti e inserito nello Statuto del Consiglio regionale della Toscana. Dopo aver esagerato arrivando in passato a 65 consiglieri, ora la Toscana risulterà la Regione con il Consiglio più striminzito in rapporto alla popolazione. E non si dica che così si riducono i costi della politica: sarebbe bastato ridurre indennità e finanziamenti vari per mantenere lo stessa identica spesa”.

“Anche in questa circostanzaconclude Brogi Sinistra Ecologia Libertà dimostrerà di essere la sinistra che agisce unendo visione critica e cultura di governo, esattamente il tipo di sinistra che oggi infastidisce altri soggetti politici e potenti media. Per essi è meglio, molto meglio, una sinistra omologata o, all’opposto, che si chiama fuori, perché in entrambi i casi è ininfluente e non disturba il manovratore. Sel è un piccolo e prezioso seme di irriducibile e insopportabile originalità per una sinistra che vuole cambiare”.

L’intervento integrale è disponibile su http://www.seltoscana.it.

Firenze, 28 luglio 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

Consiglio comunale straordinario giovedì 31 luglio a Stazzema

Stazzema_ Giovedì 31 luglio, in sessione straordinaria, il consiglio comunale di Stazzema si riunirà alle 18,30 per discutere un ordine del giorno di 6 punti.

Comunicazioni del sindaco; Approvazioni verbali delle sedute del 22 marzo,dell’8 maggio e del 9 giugno; Approvazione linee programmatiche di mandato. Relazionerà il sindaco; Convenzione di segreteria tra i comuni di Massarosa e di Stazzema; gestione associata tra i comuni di Massarosa e Stazzema in ordine alle gare d’appalto; Convenzione NIV.- Modifiche e integrazioni.

Giuseppe Vezzoni-addì 28.7.2014

L’Espressionismo italiano di scena al GAMC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Viareggioassessore Dal Pino

Inaugurata sabato la mostra “L’urlo dell’immagine” dedicata alle opere di graficamostra 3

Viareggio_ E’ stata inaugurata ieri alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani” (GAMC) di Viareggio (Lu), la grande mostra “L’urlo dell’immagine. La grafica dell’Espressionismo italiano”. Esposte oltre 120 opere realizzate a stampa come incisioni, xilografie e matrici xilografiche, dei più grandi artisti italiani del Novecento come lo stesso Viani, Arturo Martini, Umberto Boccioni, Moses Levy e tanti altri. All’evento era presente un folto e interessato pubblico oltre al sindaco di Viareggio Leonardo Betti, l’assessore alla cultura Glauco Dal Pino, la curatrice della mostra Alessandra Belluomini Pucci e ospiti illustri tra i quali il senatore Giovanni Pieraccini e Renato Barilli professore emerito Università di Bologna, membro del Comitato scientifico e Roberto Alinghieri Presidente dell’Istituzione per i Servizi Culturali del Comune di La Spezia. “Questa mostra così importante e di un livello artistico così alto – ha tenuto a ribadire il sindaco – è un orgoglio per Viareggio e la dimostrazione che il Comune, malgrado le difficoltà, sostiene con forza tutto quello che è arte e cultura”. Il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Arturo Lattanzi, nei suoi saluti, ha invece confermato l’appoggio concreto della sua Banca a Viareggio e in particolare alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea . “Noi siamo il biglietto da visita di questa città – ha sottolineato Alessandra Belluomini Pucci – e cerchiamo di rispettare in pieno la nostra missione di lavorare con le istituzioni pubbliche, docenti e storici dell’arte e altri musei. In questo modo si contribuisce a dare prestigio al Gamc e questa mostra ne è la testimonianza. Un percorso espositivo allestito con molta attenzione, cercando di accompagnare il visitatore, di prenderlo per mano e spiegare quali sono gli autori noti e meno noti e contestualizzando il periodo storico delle opere esposte”. La mostra fa tappa a Viareggio dopo essere stata ospitata nella Palazzina delle Arti / Museo Lia di La Spezia. Una collaborazione che unisce due città protagoniste di spicco della vita culturale del Novecento (da una parte un assoluto protagonista come Lorenzo Viani e dall’altra la rivista “L’Eroica), con l’obiettivo comune di mettere in luce una pagina importante e fino adesso poco conosciuta dell’arte italiana. I curatori e il comitato scientifico della mostra sono infatti convinti da tempo che anche in Italia sia esistito un Espressionismo, con anticipi a partire dalla metà del primo decennio del Novecento e piena maturazione nel secondo, non inferiore per valore a quello di altri paesi occidentali, anche se meno evidente in quanto privo di un unico luogo di aggregazione, anzi articolato in molti centri come da sempre è tipico in Italia. I musei di Viareggio e La Spezia, dove si conservano ancora molte di quelle opere che i “Giovani ribelli” di inizio secolo realizzarono scegliendo in particolare la xilografia come tecnica più congeniale per il loro linguaggio scarno ed essenziale. Da incisori come Viani, presente con un importante corpus proveniente in gran parte dalla raccolta civica della GAMC, dalla collezione Fini della Banca Monte dei Paschi di Siena e Levy per Viareggio, Melli, Mantelli e il cenacolo de “L’Eroica” per la Spezia, la mostra allarga il campo ad artisti come il grandissimo Arturo Martini e altri autori che in qualche modo hanno incrociato le strade dell’avanguardia espressionista. Presenti anche opere di autori meno conosciuti che emergono da un parziale stato d’ombra (Emilio Mantelli, Adolfo Balduini, Giuseppe Caselli,). La mostra “L’urlo dell’immagine. La grafica dell’Espressionismo italiano”, è stata realizzata dai Comuni di Viareggio e di La Spezia, sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e curata da Alessandra Belluomini Pucci e Marzia Ratti.da dx sindaco belluomini dal pino e Lattanzi

Informazioni e contatti. Sede: Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani- Piazza Mazzini, Viareggio (LU)- Orario: luglio – agosto: dal martedì alla domenica dalle 18.00 alle 23.00- settembre: dal martedì alla domenica dalle 15.30 alle 19.30, lunedì chiuso-biglietto 3 euro ridotto 1,5 euro- Informazioni: e-mail: gamc@comune.viareggio.lu.it

Tel.0584 581118 sito web: http://www.gamc.it

Da Ufficio stampa Agenzia ILogo : Fabrizio Lucarini / Chiara Mercatanti

Commemorazione in onore dei Martiri della “Sassaia”

( 10 agosto 1944 – 10 agosto 2014)

Forte dei Marmi_Massarosa_ Le Amministrazioni Comunali di Massarosa e Forte dei Marmi invitano la Cittadinanza alla cerimonia che si terrà in ricordo dei 38 civili che il 10 agosto 1944 furono vittime della barbarie nazista in località “La Sassaia” a Piano di Mommio. Programma: Ore 8.30 Raduno dei partecipanti presso il piazzale della Chiesa di Piano di Mommio; Ore 9.00 Messa officiata dal Parroco di Piano di Mommio e saluto dei Presidenti dei Consigli Comunali di Massarosa e Forte dei Marmi; Ore 9.45 Partenza corteo per giungere al cippo commemorativo dei Martiri della Sassaia sulla via Sarzanese a Piano di Mommio; Ore 10.00 Commemorazione dei caduti e benedizione da parte del Parroco di Piano di Mommio; Ore10.15Deposizione di una corona d’alloro nel luogo dove avvenne l’eccidio; Ore 11.15 Convegno “L’estate del ’44 e l’eccidio dei martiri della Sassaia: ricostruzione storica di quel tragico giorno” – Villa Gori a Stiava a cura dell’ANPI sezione Massarosa nel 70^ anniversario della Liberazione. Intervento del Prof. Gianluca Fulvetti dell’Istituto Storico della Resistenza di Lucca, a seguire video testimonianza della sig.ra Celsa Pardini, presente in sala. Coordina Gabriella Paolini, Presidente ANPI Massarosa

Il Presidente del C.C. di Massarosa Il Presidente del C.C. di Forte dei Marmi

Adolfo Del Soldato Simone Tonini

Dall’Anpi di Massarosa-addì 28.7.2014

L’ultimo libro di Vezzoni off limits a Sant’Anna di Stazzema?Libro  Un prete indifeso in una storia a metà

É trascorso più di un mese ma la seconda edizione del libro Un prete indifeso in una storia a metà non ha avuto ancora accesso al Museo della Resistenza di Sant’Anna. Il 26 giugno, con lettera protocollata nr. 4881 e posta all’attenzione del sindaco di Stazzema Verona, dell’assessore alla Cultura, della Giunta e dei consiglieri comunali è stato chiesto che la seconda edizione del libro Un prete indifeso in una storia a metà. Don Giuseppe Vangelisti e il suo memoriale sia inserita tra le pubblicazioni presenti nel bookshop del Museo delle Resistenza, luogo per eccellenza per la divulgazione ufficiale delle opere inerenti alla storia di Sant’Anna di Stazzema nel Parco nazionale della Pace.

Un mese durante il quale l’autore Giuseppe Vezzoni ha ripetutamente richiamato il diritto del libro di essere accolto nel Museo della Resistenza di Sant’Anna di Stazzema.

Per ora non c’è stata nessuna risposta scritta, nonostante che il libro sia stato nel frattempo presentato l’altra domenica, il 20 luglio, nella chiesa di Sant’Anna di Stazzema.

Come fu per la prima edizione nel 2006, anche la seconda si avvia ad essere segnata dall’oblio senza fornire spiegazioni. Il libro difende la memoria di don Giuseppe Vangelisti e abbatte le grate del falso mito e della memoria antipartigiana che per lui sono state alzate nel Parco nazionale della Pace.

Comunicato dell’autore del libro, inviato alle redazioni de La Nazione e de Il Tirreno

Giuseppe Vezzoni-28.7.2014

Domani sera presentazione del libro “Bibliografia degli scrittori della Provincia di Lucca. Gli anni di Giannini 1925-1960”

scheda del libro

Serata di Letture e Arte

Seravezza_ Serata in onore dei grandi scrittori del nostro territorio a Seravezza: l’occasione è rappresentata dalla pubblicazione della prima parte della “Bibliografia degli Scrittori della Provincia di Lucca. Gli anni di Giannini (1925-1960)”, curata da Valeria Biagi e Alessandro Viti (con il lavoro grafico di Daniela Cappello), del Centro Internazionale di Studi Europei Sirio Giannini.

Il volume, pubblicato dall’editore lucchese Zona Franca e realizzato grazie al contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca, verrà presentato in Piazza Carducci martedì 29 luglio alle ore 21,00.

Per l’evento è stato organizzato un vero e proprio omaggio all’importante tradizione letteraria lucchese e versiliese del Novecento: brani di Giannini, Pea, Tobino, Cancogni, Viani e altri saranno infatti letti in piazza da Massimiliano Merler (curatore artistico della serata), Alberto Marchi, Laerte Neri, Matteo Romoli, Caterina Simonelli, Iacopo Vettori, oltre che dal Sindaco Ettore Neri, con l’accompagnamento musicale di Massimo Vaiora. Sono previsti inoltre un intervento del Prof. Raffaello Bertoli e la mostra di disegni “Filosofi nudi e crudi, poeti a pezzi” di Massimiliano Merler. In caso di pioggia l’evento si terrà presso il Teatro Scuderie Granducali della Villa Medicea di Seravezza. Organizzazione a cura del Centro Studi Sirio Giannini, in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Seravezza.

Informazioni: centro studi Sirio Giannini: tel. 333 4613397 e-mail cisesg@gmail.com

Dalla Consullta del volontariato di Seravezza- addì 28.7.2014

Quelle bottiglie di plastica tradiscono la solenne promessa sull’acqua bene comuneDSCN7569

Stazzema- Il ritorno delle bottiglie dell’acqua sui tavoli intorno ai quali l’amministrazione comunale di Stazzema promuove incontri e dibatti è la dimostrazione di quanto il solenne impegno assunto di non utilizzare più bottiglie di acqua imbottigliata ma solo acqua di sorgente o di rubinetto versata in caraffa dopo il conflitto locale che nel 2007 impedì che l’acqua oligominerale delle sorgenti delle Molinette fosse soggetta ad una concessione a favore di una ditta privata. Un comune che ha integrato nel novembre 2008 il suo Statuto con un articolo specifico sull’acqua bene comune pubblico non può ricorrere all’utilizzo dell’acqua imbottigliata senza derogare consapevolmente dalla solennità dell’art. 2 bis acqua bene comune pubblico. Serve esempio e coerenza dell’impegno assunto.

Giuseppe Vezzoni-addì 28.7.2014

Festa della Rinascita a Massarosa, mercoledì si aprono gli stands e si avviano gli incontri e i dibattiti

PROGRAMMA FESTA RINASCITA 2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...