Libera Cronaca da Italia bene comune 1332 del 2 e 3 luglio 2014

Libera Cronaca da Italia bene comune 1332 del 2 e 3 luglio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

Adozione del piano paesaggistico è cosa fatta. Critiche e voto contrario del Gruppo Fratelli d’Italia

Dichiarazione stampa dei consiglieri regionali Marcheschi, Donzelli e Staccioli (fdi)

Un NO convinto al ‘Piano Paesaggistico’ della Regione Toscana dal gruppo di Fratelli d’Italia. La votazione dell’atto si è conclusa oggi in Consiglio Regionale della Toscana, dopo un lungo dibattito che ha subito una brusca accelerazioni nell’ultima settimana.

Toscana_ “Abbiamo espresso voto negativo ad un piano che a nostro avviso è il solito documento ‘cerchiobottista’, tipico di questa Regione, che scontenta tutti e sceglie di non decidere in maniera chiara e coraggiosa cosa valorizzare sul territorio – commentano così i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia l’adozione del Pit – Nonostante il lavoro fatto dal Consiglio, grazie anche al contributo del centro destra, per correggere un atto che si era presentato ideologico e vetero-ambientalista, sono ancora troppi i nodi da sciogliere. Riteniamo che siano ancora pochi i Comuni che hanno realizzato lo tsunami che sta per abbattersi su di loro, e siamo quindi in attesa delle loro osservazioni che seguiranno l’adozione.
Per quanto riguarda la questione delle Alpi Apuane e dell’industria del marmo, sarebbe bastato leggere e ricordare l’art.131 del Codice Ambientale, dove ‘per paesaggio intende quelle parti del territorio i cui caratteri distintivi derivano dalla natura, dalla storia umana o dalla reciproche interrelazioni’, per rivalutare e considerare legittime le proteste dei cavatori della zona delle Apuane, che da sempre fanno parte di quel paesaggio e che temono di non vederci un futuro né in termini di lavoro né in termini di prospettive”.
Firenze 2.7.2014
Dal Gruppo Fratelli d’Italia della Toscana

Separazione bancaria, la Toscana invia la legge al Parlamento

Approvata a larga maggioranza la proposta presentata da Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta). Sarà esaminata dalla Camera dei Deputati

“Un primo importante passo per combattere la crisi, al fianco dei cittadini”. Con queste parole il consigliere regionale Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta) commenta l’approvazione a larga maggioranza della proposta di legge al Parlamento per l’introduzione del principio di separazione bancaria, sul modello del Glass-Steagall Act.
“Il disegno di legge è semplice – spiega il proponente Chiurli – e si basa sul presupposto che le banche autorizzate a tutelare il risparmio di famiglie e imprese non possano rischiare questi soldi in operazioni ad alto rischio, mettendo a repentaglio la stabilità dell’istituto stesso (vedi il caso Mps)”. In pratica la proposta di legge interviene sul Testo Unico Bancario (dlgs 385/1993) istituendo due sezioni all’interno dell’albo degli istituti di credito autorizzati dalla Banca d’Italia e definendo obblighi e divieti a seconda della categoria.
“Tra banche commerciali e banche d’affari – chiarisce Chiurli – non dovrà sussistere alcun vincolo commerciale né di partecipazione societaria. Banditi anche i doppi incarichi in banche di categoria diversa”.
“Il testo prevede inoltre un trattamento fiscale differente, tale da favorire le banche commerciali rispetto a quelle d’affari”. Definite anche le sanzioni per coloro che violassero le norme (da un minimo di 5mila euro a un massimo di 10 milioni, fino alla revoca dell’autorizzazione, a seconda della gravità dell’infrazione).
“Da anni si parla di separazione bancaria sul modello del Glass-Steagall Act voluto da F.D. Roosevelt nel 1933, per far fronte alla Grande Depressione. La stessa Regione Toscana ha votato una mozione in tal senso e in Parlamento giacciono almeno 11 proposte di legge in tal senso. Ma finora – sottolinea Chiurli – nessuno è passato all’azione. Questa non è una legge delega al Governo, qui si stabiliscono già i principi cardine di una riforma del sistema bancario necessaria e più che mai urgente”.
Adesso la discussione si sposta in Parlamento: la proposta di legge approvata dal Consiglio regionale della Toscana sarà esaminata dalla Camera dei Deputati.
Firenze, 1° luglio 2014
Dall’ufficio stampa Francesca Puliti, segreteria regionale della Toscana

RSA Isola, Staccioli (FdI): “A quando il bando pubblico per la gestione?”

“Dopo un percorso non privo di imprevisti, finalmente dallo scorso 7 aprile la struttura di Isola nel comune di Fabbriche di Vallico è operativa e a disposizione delle esigenze di cittadini e territorio. C’è però un aspetto della vicenda che mi convince poco, quello legato alla gestione, come mai dopo tre mesi dall’apertura ancora non è stata fatta la gara pubblica d’appalto per la gestione?”, a chiederselo è la consigliera regionale di Fratelli d’Italia, Marina Staccioli, che recentemente ha anche presentato un’interrogazione per capire meglio la situazione e come mai si stia ritardando così tanto ad indire la gara d’appalto.
“E’ una semplice questione di trasparenza: la gara poteva essere indetta sia prima dell’apertura, sia dopo, ma ancora, nonostante la richiesta dell’USL2, l’Estav Nord-Ovest non ha comunicato alcunché – prosegue la consigliera – e quindi si è trovato l’escamotage di estendere un appalto già esistente con una cooperativa di Parma che già è attiva nella zona, ma ovviamente si tratta di una situazione che deve essere regolarizzata quanto prima”.
Da Alberto Pardini, Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli, Consiglio Regionale della Toscana – Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia-addì 2.7.2014

Possiamo ricostruire l’uccisione del partigiano Cesare Palmieri, avvenuta il 15 giugno 1944 in località Le Vigne, a Pontestazzemese

Stazzema- Stamani siamo entrati in possesso della documentazione per ricostruire l’uccisione del partigiano Cesare Palmieri, vicebrigadiere dei carabinieri. L’omicidio, a causa di uno sparo accidentale da parte di un suo compagno, avvenne intorno alle 2 del 15 giugno 1944, al termine di un’operazione partigiana che vide due squadre coinvolte nella nottata del 14: la prima, quella del Palmieri, composta da quattro partigiani, partì da Cardoso ed operò all’insaputa del comando partigiano allogato in località La Fania; la seconda, composta da cinque uomini,  fra i quali l’uccisore, partì da La Fania ed operò su diretto ordine del comando della formazione. Durante la cattura del fascista Giulio Vezzoni restò ferito anche uno dei suoi figli, Giuseppe. In ballo c’era una taglia di diecimila lire che il CLN aveva posto per la cattura del fascista di Pontestazzemese, vulgo Il Gobbo. Questo episodio è segnalato nel libro All’alba di Sant’Anna di Stazzema. Il 12 agosto 1944 di Don Fiore Menguzzo e dei suoi famigliari, ma senza gli elementi che abbiamo adesso. Nel 70esimo della Liberazione della Versilia Libera Cronaca diraderà tra qualche giorno la nebbia su questo episodio e spazzerà via le voci spesso inattendibili. Giulio Vezzoni era fratello di Antonio Vezzoni, nonno dello scrivente ma di fede socialista a differenza del fratello, fascista e repubblichino. Il fascismo spaccò ideologicamente le famiglie, ponendo membri delle medesime su sponde contrapposte. Così fu anche per l’antifascista stazzemese per antonomasia, il sindacalista comunista Giuseppe Pieruccioni, il cui fratello militò nel Partito nazionale fascista.
Giuseppe Vezzoni-addì 2.7.2014

“Un viaggio nel ritratto”, mostra di Renzo Maggi alla MeridianaRenzo Maggi, Elena, olio su tavolaRenzo Maggi, Autoritratto, olio su tavola
Pietrasanta_ La Galleria La Meridiana presenta la personale del noto artista versiliese Renzo Maggi nella quale, per la prima volta, vengono esposti assieme ad alcune sculture di ritratti in marmo, gesso e terracotta, una serie di dipinti – sempre ritratti – eseguiti negli ultimi mesi nei quali l’artista si è dedicato maggiormente alla pittura. E’ noto come la storia dell’arte consideri il ritratto e la rappresentazione della figura umana fra le espressioni più alte dell’arte, visti come punto di equilibrio tra “esteriorità” (la verosimiglianza) e “interiorità” (lo spirito) del soggetto scelto. Dal punto di vista artistico, questa mostra consente di apprezzare come Renzo Maggi abbia felicemente raggiunto tale difficile equilibrio, oltre che di constatare come sia riuscito a trasportare con grande maestria la propria visione dei volumi e dello spazio, tipica dello scolpire, pure nelle opere pittoriche.
Renzo Maggi nasce a Seravezza nel 1944. Dopo il diploma di Maestro d’Arte allo Stagio Stagi di Pietrasanta e l’apprendistato presso lo scultore Leonida Parma, lavora a Milano con lo scultore Vincenzo Gasperetti e da lì si trasferisce in Svizzera, dove si dedica prevalentemente alla scultura e alla pittura. Nel 1992 rientra in Versilia. Espone le sue opere in diverse mostre personali e collettive. Esegue molte opere pubbliche e private: nel 2006 il grande monumento L’anima di un paese, dedicato ai cavatori, collocato nel centro di Levigliani di Stazzema, Archetipo per il parco Giardino di Via della Pace a San Giovanni in Persiceto (BO) e La Tennista per il Tennis Italia di Forte di Marmi; nel 2007 il monumento agli Aviatori caduti per la pace, collocato sul lungomare di Viareggio; nel 2013, la sua scultura Monumento al Donatore viene collocata nel Parco AVIS “Amanno Simonelli”, parte del Parco Internazionale della Scultura Contemporanea di Pietrasanta. Nel 2011, la Fondazione Henraux pubblica nella collana “I Maestri dell’Henraux” la monografia Renzo Maggi – Le parole di pietra. L’inafferrabile della bellezza, a cura di Roberto Valcamonici. Di rilevanza la partecipazione alla mostra di gruppo – a cura di Lodovico Gierut e Gigliola Fontanesi – “Viaggio d’Artisti in Europa”, Bruxelles, giugno 2014, European Commission, Presidents’ Gallery of the Berlaymont. Nel luglio 2014 la Galleria La Meridiana di Pietrasanta ne presenta la personale Un viaggio nel ritratto che comprende sia dipinti che sculture. Sulla sua attività si sono fattivamente interessati, tra i tanti: Lodovico Gierut, Giuseppe Cordoni, Roberto Valcamonici, Nicola Micieli.
Scheda mostra
Oggetto: Un viaggio nel ritratto – mostra di dipinti e sculture di autore. Luogo: Galleria LA MERIDIANA, Via E. Barsanti 29, Pietrasanta (Lucca). Tel.: 3357460338. E-mail: gallerialameridiana@gmail.com Inaugurazione: sabato 19 luglio 2014 h 18.30. Durata della mostra: dal 19 luglio al 1 agosto 2014.Orario: 18.30 – 24.30. Lunedì chiuso. Ingresso libero.
Da Lodovico Gierut-addì 29.6.2014

“Le vie del sole. La scuola di Staggia e il paesaggio in Toscana fra Barbizon e la “macchia”Le Vie del sole
Domani conferenza stampa a Firenze sulla prossima mostra al Mediceo

Seravezza_ Per la presentazione della mostra “Le vie del sole. La scuola di Staggia e il paesaggio in Toscana fra Barbizon e la “macchia”, Palazzo Mediceo di Seravezza, Versilia (Lu) dal 5 luglio al 7 settembre 2014 si terrà domani,giovedì 3 luglio, una conferenza stampa a Firenze, nella sede del Consiglio Regionale, prevista alle 12 nella sala stampa Montanelli. Saranno presenti: Eugenio Giani, consigliere regionale: Ettore Neri, sindaco di Seravezza; Nadia Marchioni, curatrice; Franco Carli, direttore Fondazione Terre Medicee. Anteprima stampa, sabato 5 luglio ore 12, Palazzo Mediceo di Seravezza ( Patrimonio Mondiale Unesco), Via L. Amadei 230.
Dall’agenzia ILogo addì 1.7.2014

Orto di Donna, escursione nella natura selvaggia

12-13 luglio lo yoga in cammino apuantrek

Alpi Apuane_ Il 12 -13 luglio, Apuantrek, il rifugio Orto di Donna e l’Associazione Garfagnana Guide in collaborazione con l’insegnante di Yoga Pietro Micarelli, in occasione della luna piena, sono ad offrirvi un fine settimana legato all’escursionismo non sportivo per conoscere la Natura selvaggia, la pratica Yoga e il buon cibo, il tutto immersi nella splendida conca glaciale della Val Serenaia, a 1500 m. di altezza, contornati dal monte Pisanino, Contrario, Cavallo, Grondilice, Zucchi di Cardeto e Pizzo d’Uccello. Orto di Donna è uno dei luoghi più suggestivi e affascinanti del comprensorio Apuano. Prenotazione obbligatoria entro il 6 Luglio tel. Rosita Biagini 3492828994.Saluti a tutti
Stefano Pucci, Guida Ambientale Escursionistica Parco Regionale Alpi Apuane, iscritto all’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche-addì 1.7.2014

Premio internazionale Pietrasanta e la Versilia nel mondo, domenica la XXIV edizionePremio internazionale Pietrasanta e la Versilia nel momdo 2014 002Premio internazionale Pietrasanta e la Versilia nel momdo 2014 001
Pietrasanta_ Domenica, 6 luglio, presso il salone della SS Annunziata, Centro culturale S.Agostino, il XXIV premio internazionale Pietrasanta e la Versilia nel mondo sarà assegnato all’artista Ron Mehlman. La cerimonia di consegna del premio patrocinato dal Comune di Pietrasanta, dal Circolo Fratelli Rosselli e sostenuto dalla Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana si avvarrà della presenza del presidente del Circolo, Alessandro Tosi, del sindaco di Pietrasanta, Domenico Lombardi e del presidente della banca, Umberto Guidugli.

Domenica 13 luglio elezioni rinnovo cariche sociali Istituto Storico lucchese-sez. Versilia Storica

Lettera Elezioni

Querceta di Seravezza_ Essendo trascorsi cinque anni dalle ultime elezioni, il Regolamento della nostra Sezione prescrive il rinnovo delle Cariche Sociali per il prossimo quinquennio. La tornata elettorale avrà svolgimento presso la Sala “Rodolfo Cope di Valromita” di Querceta, Via Primo Maggio, domenica 13 Luglio 2014. Le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 9,00 alle ore 12,00; lo spoglio e la pubblicazione dei risultati saranno effettuati subito dopo.
Da Luigi Santini-addì 1.7.2014

Festa allo Studio Artco, sabato 5 luglioFesta allo studio artco

Blog liberacronacachenonce, mese di giugno 2014

Nel mese di giugno 2014 si contano complessivamente 8.5002 contatti, pari ad una media giornaliera di 283. Rispetto a maggio c’è stato un decremento di poco superiore ai 40 contatti giornalieri. Ciò è dipeso anche dal fatto che per diversi giorni non abbiamo più inviato il link. Tuttavia un decremento assai più contenuto lo stavamo già monitorando. Nonostante ciò siamo ancora in media per superare prima della fine dell’anno le 500mila visite al nuovo blog della Libera Cronaca che è iniziato nel maggio 2010. Con il numero di oggi il giornale che non c’è è giunto a 1332 pubblicazioni. Il blog è un considerevole serbatoio di notizie. Il territorio di Stazzema e dell’Alta Versilia fanno la parte del leone. Adesso il blog liberacronacachenonce è segnalato nel retro copertina dei libri Un prete indifeso in una storia a metà. Don Giuseppe vangelisti e il suo memoriale e All’alba di Stazzema. Il 12 agosto 1944 di don Fiore Menguzzo e dei suoi famigliari, prossimo ad uscire. Insomma, una Libera Cronaca che allarga il suo orizzonte di conoscenza.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...