Libera Cronaca da Italia bene comune 1331 del 1 e 2 luglio 2014

 

Libera Cronaca da Italia bene comune 1331 del 1 e 2 luglio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

A proposito della polemica con la signora Staccioli: l’antifascismo è un valore irrinunciabile per Assemblea 29 giugno

Assemblea 29 giugno” non ha mai fatto sconti a nessuno: destra, centro, sinistra … si è sempre posta al di “sopra” e al di fuori di simili logiche. L’esperienza di questi anni ha mostrato che Assemblea 29 giugno è indipendente e non delega ad altri la battaglia per la sicurezza, la verità, la giustizia. Assemblea 29 giugno non accetta strumentalizzazioni da parte di alcun partito o forza politica sulla strage ferroviaria del 29 giugno e tanto meno accetta bandierine, vessilli e stendardi. “Fratelli d’Italia” è guidata da personaggi come La Russa e Meloni, nipotini di Almirante e del duce. L’antifascismo, per noi, è un valore irrinunciabile, non una bandierina. Tra l’altro, il sig. La Russa, il 13 aprile 2011, quando i familiari delle 32 Vittime di Viareggio, delle 309 de L’Aquila, delle 140 del Moby prince, protestavano di fronte a Montecitorio contro l’approvazione della legge sul c.d. “processo breve”, uscì dal Parlamento scalciando foto e cartelli della protesta. Possiamo dimenticare gesti così barbari e inqualificabili? Ognuno può collocarsi dove meglio crede ed ognuno è libero di dare voce a chi vuole. Noi non siamo né ipocriti, né opportunisti, abbiamo memoria e non dimentichiamo.

Da Assemblea 29 giugno- addì 1.7.2014-ore 23.39

Re: Anche per Libera Cronaca l’antifascismo è valore irrinunciabile, pertanto è irrinunciabile batterci e sostenere la libertà di espressione da qualunque parte politica provenga. In quanto ad opportunismo, Libera Cronaca è palesemente autolesiva. Dove ci collochiamo tutti lo vedono e lo leggono. La memoria e il ricordo sono temi del giornale che non c’è, mentre l’ipocrisia è  ormai è in pianta stabile al governo.

Giuseppe Vezzoni-addì 2.7.2014- ore 5,45

 

Fascistelli del terzo millennio

Leggere certi commenti lascia un’amarezza incredibile, soprattutto dà da pensare sull’impegno e le energie che si investono in certe lotte. Delegittimare persone, idee, azioni solo per la bandiera che hanno dietro, mettendo quindi la politica davanti alla sostanza è un atteggiamento distruttivo, ottuso e che fa male. In Regione Toscana ho ripetutamente portato all’attenzione di Consiglio e Giunta aspetti legati alla sicurezza dei trasporti ferroviari legati anche e soprattutto alla strage del 29 giugno, per esempio la mozione per i dispositivi di antisvio, o quella sui carri cuscinetto, tutti atti documentati e pubblici. Certe tematiche non hanno bandiera, magari però ci si potrebbe chiedere perché altri, politicamente amici, non abbiano avuto la stessa sensibilità… Ritengo poi alquanto singolare l’intervento firmato che Assemblea 29 Giugno visto che finora i loro interventi sono stati sempre super partes, non vorrei che qualcuno avesse usato il nome impropriamente e rappresentando solo se stesso.

Marina Staccioli, consigliere regionale-addì 1.7.2014- ore19,58

 

Cresce la disoccupazione a maggio: 12,6%

Cresce la disoccupazione a maggio, soprattutto quella femminile, che per le donne si attesta al 13,8%. La tanto annunciata ripresa sta rischiando di trasformarsi in un sonoro flop. Tanti discorsi, ma dal fondo del barile l’Italia non pare che riesca a sortire. Fa quasi rima, ma è una rima amara, un già visto che potrebbe accomunare il Governo Renzi a quelli di Monti e di Letta. Berlusconi non è più al timone, ma la nuova rotta non mostra segni entusiasmanti per un approdo sicuro, a parte le battute, che alla fine rischiano di avere lo stesso risultato delle barzellette del Cavaliere, il quale diceva, per nascondere la crisi ma soprattutto per non prendere le misure eque per aggredirla, che gli italiani andavano in massa in vacanza e riempivano i ristoranti.

Giuseppe Vezzoni-addì 1.7.2014

Piano Paesaggistico della Regione Toscana oggi in discussione al consiglio regionale. Rinviata a domani la votazione.Messaggio di benvenuto segretario Parini 001Messagio di benvenuto segretario Parini  002

Imprese lapidee chiusura volontaria. Ieri ed oggi la fermata come strumento di sensibilizzazione verso le decisioni che dovranno essere assunte per il settore cave nel territorio del Parco delle Apuane. Ai lavoratori sono state riconosciute le due giornate di chiusura dell’attività. Non tutte le imprese hanno risposto alla fermata del lavoro, soprattutto le segherie e i laboratori

Versilia_ Ieri mattina, presso la Cosmave, a Pietrasanta, grande manifestazione degli operatori del settore lapideo. Oltre mille presenze hanno accolto il segretario del Pd della Toscana, on. Dario Parrini, al quale sono state espresse le preoccupazioni del settore estrattivo lapideo che opera in ambito del Parco delle Apuane a seguito delle norme del Piano paesaggistico che il consiglio regionale toscano discuteva oggi, a Firenze. Postiamo documenti digitalizzati a firma delle imprese del Coordinamento Lapideo-Apuo Versiliese.Rapporto escavazione e trasformazione 2014 001Comunicato visita segretario Pd Dario Parini 001

Aeroporti toscani, sen. Petraglia (SEL): “Il Governo intervenga per riportare la decisione in mano pubblica”

In Senato un’interrogazione per chiedere il rispetto delle competenze degli Enti locali. Perplessità sul ruolo di Vito Riggio

Tocca al pubblico e non ad altri decidere quali debbano essere le prospettive di sviluppo per il sistema aeroportuale toscano, sulla base delle competenze e delle esigenze rappresentate dagli Enti locali. Il Governo venga in aula e spieghi che posizione intende assumere rispetto a quanto sta avvenendo in Toscana”.

A chiederlo è la senatrice di Sinistra Ecologia e Libertà, Alessia Petraglia, che a questo riguardo ha depositato oggi una interrogazione al Ministro dei Trasporti.

L’affermazione del sottosegretario Riccardo Nencini – prosegue Petraglia – dell’ad di Adf, Marco Carrai e del presidente di Enac, Vito Riggio, che si sono espressi per l’allungamento della pista dell’aeroporto di Firenze fino a 2400 metri, ponendo in concorrenza i due scali toscani, rappresenta una manifesta interferenza sulle decisioni che nei prossimi giorni sarà chiamato ad assumere il Consiglio regionale in sede di approvazione della variante al Pit, relativa proprio allo sviluppo di Peretola”.

Particolari perplessità – dice ancora Petraglia – desta poi il ruolo dello stesso Riggio, alla guida di Enac fin dal 2003, che, ancora una volta, ha scelto di interpretare il suo incarico di presidente in maniera estensiva, affermando che la scelta finale, al di là degli atti di programmazione locale come il Pit, deve essere presa in nome di un preminente interesse nazionale”.

A questo – prosegue – si aggiunge l’opa che ha permesso a Corporacion America, già proprietaria di Adf, di assumere il controllo su Sat, prospettiva contro la quale si erano espressi Comune, Provincia e Camera di Commercio di Pisa e che, di fatto, apre la strada allo sviluppo di Firenze a scapito del Galilei, sviluppo che, secondo il master plan di Adf, dovrà avvenire con il concorso del 50% di investimenti pubblici”.

Il quadro – conclude la senatrice – è quantomai incerto e richiede un intervento deciso da parte del Governo affinché venga riportata in mano pubblica la definizione dello sviluppo aeroportuale toscano. Nell’interesse dei cittadini, chiediamo, quindi, di conoscere che cosa intenda fare a questo riguardo e se non ritenga, in ossequio al fondamentale principio della rotazione delle cariche pubbliche, mettere in discussione l’incarico di Riggio, alla luce, anche, delle affermazioni inopportune che ha espresso riguardo al futuro di Peretola”.

Firenze, 1 luglio 2014

Comunicato Ufficio Stampa SEL Toscana

Pozze degli Orti: alcune criticità poste all’attenzione dell’amministrazione comunaleDSCN7266

Ieri Giuseppe Vezzoni, del Gruppo Labaro Martiri di Mulina, ha posto all’attenzione del Sindaco di Stazzema, Dott. Maurizio Verona, epc. del Consiglio comunale alcune criticità che si riscontrano presso i lavatoi pubblici in località Orti di Carbonaia, vicinato della frazione di Mulina di Stazzema.DSCN7270

Oggetto: Discarica di rifiuti ingombranti presso le pozze pubbliche degli Orti, località Carbonaia – (30 giugno 2014 – prot. nr. 4961)

Egregio Signor sindaco, tagliando ieri pomeriggio lo “scepalone” presso i lavatoi pubblici degli Orti che versano nel totale disdoro, località nel vicinato di Carbonaia della frazione di Mulina di Stazzema, ci siamo imbattuti in una vera e propria discarica. I volontari si sono trovati davanti ad uno spettacolo di televisori, di lavatrici e chissà di quali altri “diavoli” ancora. Una situazione che ha fatto cascare le braccia. La discarica abusiva è certamente più contenuta di quelle che l’Amministrazione sta provvedendo a rimuovere a Levigliani, tuttavia anche questa necessita dell’attenzione dell’ente pubblico affinché si provveda a rimuovere quanto è stato abusivamente abbandonato negli anni nella fessura fra enormi massi, ricordando che nel luogo c’era e dovrebbe esserci ancora una piccola sorgente d’acqua naturale che d’estate, prima che l’acquedotto servisse le abitazioni, era punto di approvvigionamento di una buonissima e fresca acqua da parte dei residenti nel sobborgo di Carbonaia. La risulta della frana, che il 19 giugno 1996 interessò questi lavatoi pubblici, ha interrato la sorgente.

Ma non solo è stata scoperta la discarica. Infatti, tagliati i rovi, si è potuto verificare che il guardrail della soprastante provinciale di Stazzema non dà certo la sicurezza per reggere un eventuale urto di un automobile, considerando che il probabile cedimento farebbe fare al mezzo un salto di una decina di metri.

Sempre nel luogo, ci sono tratti della staccionata in legno, collocata lungo lo stradello comunale che costeggia la sponda sinistra del torrente Mulina nei primi anni duemila dall’ex Comunità Montana Alta Versilia, presentano una situazione di pericolosità a causa del diffuso marcire che sta aggredendo il legno del manufatto di protezione.

Convinti che l’Amministrazione si adopererà per quanto segnalo a nome dei residenti ma soprattutto per la sicurezza e il decoro del luogo, porgo distinti saluti.

Mulina di Stazzema-addì 30.6.2014

Giuseppe Vezzoni, del Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema

Iniziativa del Comune di Pisa in onore a don Fiore Menguzzo

Giuseppe Vezzoni, del Gruppo labaro Martiri di Mulina di Stazzema, ha scritto stamani al sindaco di Stazzema e all’intero consiglio comunale una lettera avente per oggetto “Comunicazione iniziativa (in preparazione) del Comune di Pisa in onore di Don Fiore Menguzzo -11 agosto 2014”. ( Com. di Stazzema Prot. n.5047-1.07.2014)

Egregio Signor sindaco, Spettabile Consiglio comunale di Stazzema, ieri pomeriggio sono stato contattato telefonicamente dal vice presidente del Consiglio comunale di Pisa, Riccardo Buscemi, il quale, rispettando l’impegno assunto in occasione della firma del Patto di Amicizia avvenuta l’11 agosto 2013 a Mulina, mi ha informato che sta programmando una cerimonia, probabilmente per il tardo pomeriggio del prossimo 11 agosto, da tenersi presso la Cappella San Giovanni del Cimitero comunale di Pisa, dove è custodito il colombario delle vittime della Famiglia di Don Fiore Menguzzo, che per l’occasione sarà restaurato.

Il vice presidente Buscemi mi ha inoltre annunciato l’intenzione di erigere un busto a memoria di Don Fiore Menguzzo e collocarlo presso il colombario. Per tal fine ho già provveduto ad inviare, per via telematica, le foto del prete che serviranno all’artista per realizzare l’opera.DSCN7275DSCN7290

Colgo l’occasione per informare l’amministrazione che il signor Alberto Vannucci, di Levigliani, ha iniziato a scalpellare il basamento di marmo del monumento a Don Fiore Menguzzo presso il campanile di Mulina, opera realizzata dal prof. Gaetani di Cascina e donata alla frazione dai Comuni di Stazzema,Cascina, ex Comunità Montana Alta Versilia e Scuola d’Arte di Cascina. 27 gennaio 2009

Mulina di Stazzema 1 luglio 2014

Giuseppe Vezzoni, Gruppo labaro Martiri di Mulina di Stazzema

Libera Cronaca per i “fascistelli” del 3° millennio?

Si potrebbe sapere chi è il personaggio che definisce “fascistelli del 3° millennio” la Libera Cronaca?? Oppure si tratta di uno dei soliti coraggiosi anonimi? Personalmente mi dichiaro nettamente di sinistra e cerco di comportarmi “di sinistra”. Ma se stare da quella parte vuol dire avere la tessera del PD o agire come loro, me ne sto alla larga. La dovete smettere di pensare che per essere bravi e buoni si deve appartenere a questo o quel partito, le persone si valutano e si pesano individualmente, la tessera e la bandiera, ormai, servono solo per avere vantaggi e privilegi.

Consigliere comunale Baldino Stagi-addì 1.7.2014

Re: L’email con cui si chiede se Libera Cronaca sia strumento informativo dei fascistelli del terzo millennio ci è pervenuta l’Associazione 29 Giugno di Viareggio. Pertanto è una associazione che si è costituita dopo la tragedia ferroviaria di Viareggio per ottenere verità e giustizia. Nel paese che siamo diventati i rossi svaniti vedono la pagliuzza negli occhi degli altri ma non si accorgono della trave che hanno nei loro. Libera Cronaca non si fossilizza per certe cadute di giudizio e si chiede se questi signori leggono Libera Cronaca solo quando li riguarda. Punto e basta.

Giuseppe Vezzoni-addì 1.7.2014

Non mi ringalluzzisco, ma mi ha fatto piacere ciò che ha scritto tua moglie

Va bene Giuseppe, non mi ringalluzzisco, ma il fatto che anche tua moglie esprima un suo punto di vista che collima col mio mi potrà far piacere? C’è poi quella parola “bugiardo” che dovrebbe essere il massimo disonore per chi intende far politica. In uno stato civile chi è sospettato di non dire le cose come stanno sarebbe cacciato con ignominia. Chi nasconde la verità non è degno di governare, la Costituzione sancisce che <<I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge>>. Quindi chi giura di rispettare la Costituzione ha degli obblighi molto speciali ai quali attenersi ad ogni costo. Spero che il sig. sindaco, che ha dichiarato di voler porre una copia della Costituzione nella sala del Consiglio, voglia prendersi qualche appunto, visto che qualcuno, a pochi giorni dalla sua nomina, già lo accusa di raccontare pubblicamente bugie.

Il consigliere comunale Baldino Stagi-addì 29.6.2014

Re: Baldino, la Costituzione la metterei anche nelle case di coloro che ascoltano e approvano le bugie. Sono tanti, troppi. Ma crediamo che ormai la Costituzione non li contempli neanche più, né loro rivendichino il diritto di sentirsi sovrani. Meglio sudditi, e incamerare il proprio tornaconto, che sovrani per il bene comune.

Giuseppe Vezzoni-addì 1.7.2014

Il commento di Alba Tiberto Beluffi non ci è pervenutoLibro  Un prete indifeso in una storia a metà

Caro Giuseppe, ti avevo scritto sulla liberacronaca un commento che non è stato pubblicato. Non l’hai ricevuto o è colpa mia che non ho seguito le regole? Volevo sapere notizie sulla diffusione del libro a Stazzema che mi pare molto importante e a cui vorrei partecipare. Io sto programmando la presentazione del mio ultimo libro LA SAGA dei SIMI al Berlingaio, il 27 luglio verso le 18 con cena a seguire. Per il momento sono ancora in fase organizzativa. Il libro è autobiografico e assolutamente sincero. Anch’io penso che, stando dalla parte della verità, uno scotto bisogna pagarlo però ci sono anche tante persone che ti sostengono in questo indirizzo e che ti confortano col loro consenso. Un cordiale saluto, sempre anche a Rossella di cui ho apprezzato molto l’intervento sui lavatoi.

Alba Tiberto Beluffi- addì 1.07.2014

Re: Cara Alba, non abbiamo ricevuto il tuo commento. Rinvialo. Non so a quali regole ti riferisci, ma per pubblicare su Libera Cronaca non ci sono regole da seguire, mentre i passaggi al computer per tramettere il testo vanno eseguiti correttamente. Per quanto riguarda la mia decisione di non presentare il libro a Stazzema, terra dove i pennati contano più dei deportati, posso derogare per un solo luogo: la chiesa di Sant’Anna di Stazzema, la chiesa di don Giuseppe Vangelisti. Se il libro non potrà essere presentato in questo luogo, a Stazzema non ci sarà altra presentazione. Ti ricordo che la prima edizione del libro ha trovato a Sant’Anna le porte sbarrate, che addirittura sono state rifiutate con il silenzio cento copie che avremmo donato gratuitamente al Comune di Stazzema col fine che l’eventuale introito fosse poi destinato a valorizzare la memoria dei Martiri di Mulina di Stazzema. Stiamo attendendo la risposta se la seconda edizione di Un prete indifeso in una storia a metà stavolta sarà accetta a Sant’Anna, naturalmente senza la donazione ma come un libro che abbia il trattamento uguale agli altri, sia come visibilità di consultazione sia come condizioni economiche e fiscali da stabilire con la casa editrice.

Giuseppe Vezzoni-addì 1.7.2014

“Borsa della Ricerca forSUD”

2, 3 e 4 luglio 2014 – Campus di Fisciano

L’Università degli Studi di Salerno organizza, in collaborazione con la Fondazione Emblema, la prima edizione della “Borsa della Ricerca – forSUD”, dal 2 al 4 luglio 2014, presso il campus di Fisciano. La manifestazione ricalca il format del Forum nazionale della Borsa della Ricerca di Bologna, incentrato sull’organizzazione di incontri one to one tra i selezionatori delle imprese presenti ed i candidati selezionati che, in cinque edizioni, ha favorito centinaia di collaborazioni tra ricercatori ed imprese. Con la “Borsa della Ricerca – forSUD” si intende creare un appuntamento di riferimento nel Meridione per quanti sono interessati ai temi del trasferimento tecnologico e dell’inserimento dei giovani nel mondo dell’impresa.

L’evento ospiterà oltre 70 imprese nazionali e locali (tra cui Novartis, Elica, Enel, Electrolux, IBM, KPMG, Loccioni, Unicredit), 120 laureati e dottori di ricerca – scelti sulla base del merito e preparati all’evento con sessioni di coaching – e 40 start up, selezionate attraverso il sistema confindustriale, Invitalia, MIUR e TechNapoli. Saranno presenti, inoltre, 35 progetti PON, che hanno risposto alla call e numerose istituzioni nazionali e locali, pronte a condividere le proprie esperienze e fare sistema. Gli oltre 250 delegati accreditati animeranno la tre giorni con 700 colloqui di selezione e 600 appuntamenti one to one tra progetti PON o start up.

La Borsa della Ricerca – forSUD sarà anche l’occasione per discutere di alcuni temi strategici: la sessione plenaria che aprirà i lavori nel pomeriggio del 2 luglio vedrà i Rettori di dodici atenei del Sud Italia confrontarsi sul ruolo della ricerca accademica e sul tema del trasferimento della conoscenza, mentre la plenaria del 3 luglio metterà a confronto autorevoli rappresentanti del mondo accademico e politico sul tema della terza missione dell’università. I workshop – distribuiti nelle tre giornate – si concentreranno invece sull’autoimprenditoria e sugli strumenti a supporto dei giovani che vogliono sviluppare start up: si parlerà di crowdfunding, ma anche di sostegno da parete di istituti di credito e incubatori d’impresa. Innovativo nel panorama nazionale anche il calendario di incontri – il 4 luglio – tra Progetti PON e tra start up delle regioni convergenza, per favorire concretamente l’integrazione tra progetti complementari o sinergici.

Da Accademia dei Parmenidei- 30.6.2014

Divertirsi guadagnando salute, domani il seminario alla Misericordia di Lido Camaiore (evento Acat)Acat

Giovedì conferenza stampa per la II edizione di Versilia Weddingimage006

Lido di Camaiore_ Giovedì 3 luglio 2014 si terrà alle ore 18,30. la conferenza stampa per la II edizione di Versilia Wedding presso il Park Hotel Villa Ariston (Viale S. Bernardini, 355 – Lido di Camaiore LU) Dopo la presentazione seguirà il Cocktail Party.

Sagre a Seravezza e Stazzema

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...