Libera Cronaca da Italia bene comune 13013 del 6 e 7 giugno 2014

Libera Cronaca da Italia bene comune 1313 del 6 e 7 giugno 2014

Ultim’ora di Libera Cronaca 1313 del 7.6.2014

Dopo i QUATTRO MORI Livorno si concede un ponce a ” CINQUE STELLE” 

Più che andare a votare i cittadini sono andati al mare nel turno dei ballottaggi delle elezioni amministrative

La rossa Livorno, nonostante Renzi e il caldo torrido, si è bevuta un ponce alla livornese a Cinque Stelle, una marca nuova del  popolare cognac Tre Stelle, indigesta al Pd

G.V. 8.6.2014-ore 6,45

 PELLEGRINAGGIO AL SANTUARIO DEL PIASTRAIO DA BELGIOIOSO (PAVIA)Stazzema 21.3.2014 010

Stazzema_ LA Parrocchia di S. Michel sara’ oggi  in pellegrinaggio di preghiera presso la Miracolosa immagine di Maria SS del Bell’Amore, Patrona della terra di Versilia.

I partecipanti a questo pellegrinaggio visiteranno il Santuario aperto dai primi di maggio fino ad ottobre e reciteranno il S. Rosario.

Alle ore 13,00 Pranzo alla Casa di compagnia, nel pomeriggio visita al paese di Stazzema.

Alle ore 17,00 S. Messa Mariana per ringraziare Maria SS del Bell’Amore in Propositura celebrata dal Proposto don Sergio Orsucci.

GRAZIE DI CUORE GRUPPO DI BELGIOIOSO!MARIA SS. DEL BELL’AMORE VI PROTEGGA E VI AIUTI NELLE VOSTRE VICISSITUDINI.

VOGLIO SOTTOLINEARE CHE FIN D’OGGI, PURTROPPO, NESSUNA PARROCCHIA DELLA NOSTRA VERSILIA SI E’ RECATA AL SANTUARIO IN PELLEGRINGGIO A PREGARE

MARIA SS DEL BELL’AMORE PATRONA DELLA VERSILIA !!!

MARCO BERTELLOTTI-7.6.2014

Re:   Caro Marco, sarebbe doveroso che l’ex Parrocchia di San Rocco di Mulina di Stazzema andasse in pellegrinaggio  per come è stata illuminata nella la decisione di spendere i soldi  alla fontana di Calcaferro invece che a favore del tetto della chiesa di San Rocco, così come era stato assunto l’impegno finalizzato ad utilizzare gli spazi della canonica. Nessuno però ha avuto niente da obiettare, salvo Libera Cronaca e Rossella Pardini.

Giuseppe Vezzoni-addì 7.6.2014 ore 9,30   

 

Lunedì consiglio comunale insediamento della nuova amministrazione del sindaco Maurizio Verona

Stazzema_ Lunedì, 9 giugno, alle 18, si terrà la seduta di insediamento della nuova amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Verona. Sono 8 i punti all’ordine del giorno. Tra questi l’elezione del presidente e il vice presidente del Consiglio comunale e sarà ufficializzata la composizione della nuova giunta, di cui si sanno già i nomi dei componenti: Egidio Pelagatti, Marco Viviani, Serana Vincenti e Caterina Lorenzoni. Lunedì si saprà quali deleghe saranno conferite ai quattro neo assessori. Saranno nominati anche i componenti che andranno all’Unione dei Comuni, della Commissione elettorale e di quella comunale per la nomina dei giudici popolari.

Giuseppe Vezzoni-addì 7.6.2014

 

Caro Giuseppe, hai perfettamente ragione, si vive in un mondo di indifferenza, ognuno fa quello che gli pare, vedi quante volte ho voluto sottolineare che delle parrocchie della Versilia, non c’e’ nessuna risposta a proposito. Anche Sua Eccellenza l’Arcivescovo nelle sue scelte e’ contrario, al Santuario ! Si vede dalle sue scelte: nella visita pastorale a settembre sceglie Pietrasanta , La Madonna del Sole, invece di poter dare una mano al Piastraio, a questa Madonna Miracolosa protettrice della nostra terra con decreto del Cardinale Pietro Maffi. Non voglio fare guerre fra Madonne, essendo l’Unica la nostra Madre di Cristo, voglio soltanto puntualizzare. La Comunita’ di Stazzema non si merita questo modo di comportarsi. Ora il Santuario e’ aperto, questa e’ la cosa importante ! Purtroppo l’indifferenza uccide !

Marco Bertellotti- 7.6.2014-ore 12,08

 

Doniamo il sangue perché tanta è la necessità.

Essendo un donatore, stamani ho ricevuto una telefonata dal centro trasfusionale dell’ospedale della Versilia, mi chiedevano di fare una donazione in quanto c’è urgente necessità di sangue, in particolare del gruppo zero positivo. Cerchiamo di sensibilizzare tutti per aumentare le donazioni, è un gesto di civiltà e di umanità. Siamo tutti soggetti al bisogno, non rimaniamo indifferenti. Chi può lo faccia subito. Fate girare questo messaggio, grazie a tutti.

Baldino Stagi-addì 7.6.2014

Elezioni e persuasori manifesti

Quelli della mia generazioni – o là di lì – ricorderanno le cerimonie di nozze allora frequenti e rigorosamente celebrate in chiesa, che solennizzavano molte nostre domeniche e svegliavano dall’armadio l’abito buono della festa non di rado bucherellato dalle tignole.

Concluso il rito, un nugolo di ragazzi si accalcava davanti alla porta della chiesa ad attendere l’uscita degli sposi.

Il vero interesse era tutto concentrato nel dilemma: “ Tireranno il riso o i confetti?”

Se per rara eccezione lanciavano davvero un paio di manciate di confetti, si scatenava una lotta furibonda per accaparrarne quanti più possibile non importa se a rischio di uscirne con un ginocchio sbucciato o con le unghie arrotate dal selciato.

C’è qualche analogia tra questa scena e le elezioni appena concluse specie quelle relative alle amministrative comunali.

Noi italiani e, in genere i nostri colleghi europei, siamo individualisti come singoli, campanilisti, per non dire provinciali, come comunità, e nazionalisti come Paese.

Siamo sensibili al confettino!

Tale è stata la cancellazione dell’Imu ritornatoci da pagare sotto falso nome, tali i famosi ottanta euro e tutti i confettini elargiti o promessi dagli aspiranti o dai confermandi alle cariche amministrative dei Comuni.

Salvo alcuni giovani entusiasti, in genere ce ne freghiamo dei proclami tribunizi e poco ci importa degli stati uniti d’Europa; guai pensare ad una rivoluzione, sia pure pacifica, di popolo contro il sistema: l’abitudine a vivere nella cacca forse ce la rende profumata.

Non si vota più spinti da una convinzione ideologica refrattaria ai persuasori occulti o manifesti.

A noi interessa che sia posto il lampione all’angolo di casa, una comoda bretella che dalla strada maestra si fermi davanti al nostro garage, un permessino approvato rapidamente, un po’ di soldi alla Cooperativa X, un aiutino a qualche benemerita organizzazione di volontariato e così via.

A questa pochezza fanno eco, non di rado, specie nelle piccole comunità, i candidati alle poltrone che, nella frenesia di conquistarle o di mantenerle, vincendo la frustrante ritrosia, non esitano a bussare porta a porta alla caccia del voto.

Mi chiedo se con questo grado di immaturità politica abbia senso parlare d’Europa.

Paradossalmente colgono nel vero i partiti e i movimenti antieuropeisti quando dichiarano che l’Europa unita non sa da fare e così, almeno per ora, verosimilmente avverrà, ma non sotto l’impulso delle loro argomentazioni che trovo discutibili, ma per la diffusa immaturità politica che caratterizza l’elettorato e che, ripeto, dal basso verso l’alto, può connotarsi: individualista, campanilista, provinciale e nazionalista.

Se nel consesso delle grandi potenze poco si conterebbe anche come stati uniti d’Europa, mi chiedo quanto si possa contare persistendo questo divisionismo nazionalista.

L’Europa Unita si farà, a mio modesto avviso, quando il testimone passerà completamente nelle mani delle giovani generazioni per le quali Alleanze contro Intese, Controriforma contro Riforma, Asse contro Patto, folgori napoleoniche e Restaurazione, saranno percepiti storicamente e non come persistenti reviviscenze di nazionalismi che i sopravvissuti della vecchia politica continuano ad alimentare.

Oriente Angeli-addì 7.6.2014

 

Deceduto Romano Cosci, l’artista della memoria dell’estate del 1944Romano Cosci  accanto al modello in cera del busto  di don Fiore 001

Lutto nel mondo Artistico Pietrasantino e Versiliese. VOLEVA AFFRESCARE IL PIASTRAIO !!! All’eta’ di 75 anni, ieri venerdi 6 giugno, ci lasciava il grande artista Romano Cosci. E’ stato uno degli artisti piu’ noti e stimati , il suo nome e’ legato a tante iniziative che hanno contribuito alla crescita di Pietrasanta e della Versilia. Ha eseguito diversi affreschi in diverse cattedrali sparse per il mondo. Ha eseguito affreschi anche nelle nostre chiese locali SS Sacramento Ripa ecc…Mi aveva promesso incontrandolo e conoscendolo attraverso l’amico Giancarlo Buratti, un affresco al Santuario Mariano del Piastraio, ma purtroppo non ce l’abbiamo fatta !!Sentite condoglianze da parte mia alla famiglia e da parte di tutta la Comunita’ di Stazzema !!! GRAZIE ROMANO !!!!!!!!

Marco Bertellotti-addì 7.6.2014

Re: Libera Cronaca e Giuseppe Vezzoni si accomunano nelle condoglianze ai famigliari per la morte di Romano Cosci, un artista che ha significato magistralmente anche la memoria dell’estate del 1944, ricordando i busti realizzati per onorare don Giuseppe Vangelisti, don Fiore Menzuzzo, la grande croce monumentale in località La Culla, la porta bronzea Sacra Famiglia dei religiosi Martiri della Versilia”  della chiesa di S.Antonio Abate di Ripa e la Campana della Pace, che anche lui non sentirà suonare, come è già stato per tanti superstiti di San’Anna di Stazzema.

 

Giuseppe Vezzoni-addì 7.6.2014

 

Traffico in tilt stamani  al bivio di Jacco. Saltate tutte le previsioni. Davvero una mattinata altamente critica per la viabilità da e per Stazzema

Alle 12,30 riaperta provvisoriamente la transitabilità sulla salita del Gatto dopo la rimozione di una macchina perforatrice caduta giovedì pomeriggio nell’alveo del Vezza. Alle 13,45 la transitabilità è stata ripristinata. Una mattinata di grande disagio per tanti automobilisti.

DSCN7081DSCN7095DSCN7099DSCN7101

Via di Marina in località salita del Gatto (Ruosina) bloccata per l’intera mattinata a causa di un complesso intervento rimozione dall’alveo del fiume Vezza di una macchina perforatrice, caduta giovedì pomeriggio dal cantiere soprastante. Molti i disagi e le proteste dei cittadini che denunciavano di non essere stati informati adeguatamente. Ieri il Tirreno ha dato la notizia della chiusura della strada dalle 8 alle 10,30. Inoltre sembra che l’avviso di chiusura fosse stato affisso con piccoli cartelli nei pressi di Seravezza e di Castelnuovo. L’avviso inoltre era stato postato sul pannello elettronico a messaggio variabile presso la Pubblica Assistenza di Stazzema.La strada è stata riaperta momentaneamente alle 12,30 per alleggerire la situazione di lunghe code. Verso le 14 il transito è ritornato nella normalità.  Evidentemente l’informazione non è stata così capillare come avrebbe dovuto essere poiché le proteste sono state tante e vibranti, anche per la scelta del giorno di sabato.

Noi abbiamo avuto la riprova del paese che siamo diventati e che ormai in Itaglia v’è gente che accetta e inneggia per la condizione di sudditanza e sempre meno cittadini che reclamano la sovranità e il rispetto.

Non commettiamo oltre. Postiamo solo una nostra frase riferita ad un gruppo di gente che protestava ed altre tre frasi che somigliano tanto al soccorso rosso.

Non dovete protestare, perché avete votato solo pochi giorni fa (Libera Cronaca)

La colpa è della Provincia, il Comune di Stazzema non ha nessuna responsabilità ( un cittadino)

Qualcosa non ha funzionato per fare un casino simile (altro cittadino)

Se la gente non legge… (giovane cittadino)

Al giornale che non c’è va bene tutto. Osserviamo solamente che la notizia di chiusura fosse stata trasmessa a Libera Cronaca o si fosse fatta informazione come quando la politica cerca il voto, i molti disagi e le rabbie di stamani si sarebbero potuti in gran parte evitare.

Giuseppe Vezzoni-addì 7.6.2014 -ore 14,00

 

EVVIVA… per il nuovo che avanza a Stazzema e in tutta ITALIA…

Stamattina, sabato 7 giugno 2014, è una splendida giornata di sole in Alta Versilia e non solo…. Mi sveglio con spirito rasserenato, quest’aria di novità … fresca, pulita permea ogni angolo dell’abitare: è proprio vero che qualcosa è davvero cambiato, si percepisce ,c’è fiducia, le persone sono contente, dilaga l’ottimismo….. mi sento contagiato, l’Italia è svoltata……. mi dico, speriamo non in una strada senza uscita…ahahahah. Ma questo è solo un retaggio del vecchio pensiero disfattista, populista, mi dico, ora è davvero un altro mondo…. , mi dico è sicuramente così!

Ore 8,30 La provinciale di Arni è l’arteria viaria, unica via di comunicazione tra il comune di Stazzema ed il piano, chiarisco che è anche la principale via di comunicazione tra Versilia e Garfagnana.

Quindi parto con spirito tranquillo per la solita strada che mi porta ogni giorno verso la piana versiliese con la mia utilitaria. Ops!!!! In località Iacco piccola coda di autovetture….. sarà un intoppo un incidente… mi dico.. mi fermo e aspetto un attimo.

Il tempo passa e nulla si muove, esco dall’auto e mi dirigo verso il luogo dove si trova il blocco.

Avvicinandomi si ingrossa il numero di persone che cercano di capire, cuochi, addetti di alberghi, donne di servizio, esercenti di attività o lavoratori delle stesse, persone che hanno visite, appuntamenti, terapie in ospedale o anche semplicemente persone che desiderano trascorrere il giorno di riposo passando qualche ora al mare. Ci sono stazzemesi ,ma anche molti che vengono dalla Garfagnana e anche turisti e alcuni stranieri;  insomma un umanità disparata che si domanda perché sono bloccate lì.

Poi si svela l’arcano: è stato programmato per stamattina nel cantiere di lavoro di Jacco il recupero di una trivellatrice che è precipitata sull’argine del fiume nel cantiere in località Iacco e che la strada rimarrà bloccata finchè sarà necessario allo svolgimento del lavoro di recupero.

Voi che leggete, ditemi: ma vi pare normale bloccare senza avvisare attraverso comunicazioni capillari ed efficaci l’unica strada di accesso alla piana? Dicono loro, ieri trafiletto sul Tirreno..oppure comunicazione su facebook…Questo hanno dichiarato le autorità che erano presenti sul luogo, dicendo che c’erano anche alcune comunicazioni in formato A 4 attaccate non si sa bene dove…Secondo voi i cittadini che erano lì e che vivevano questo assurdo disagio che avranno risposto.. nella migliore delle ipotesi…..? ” andate a vanculooooooooooooooooo” Un lavoro del genere non si fa magari usando le prime ore della mattina oppure magari in un orario meno impattante tipo dalle 11 ore 14, non si chiude senza avvisare l’unica via di accesso ai servizi primari come ospedale e pronto soccorso senza un avviso puntuale, se capitava un emergenza? Chi era responsabile? Oppure magari allestire un servizio di pulmini che permettesse alle situazioni emergenziali attraversando il cantiere a piedi di poter raggiunger nei tempi previsti per poter svolgere i loro adempimenti sia lavorativi che di altra natura.

Improvvisazione incompetenza mancanza di autocritica e soprattutto assenza totale di empatia e sensibilità …se questo è il nuovo che avanza un augurio a tutti gli stazzemesi e anche italiani…,

CHI E’ CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSO”

Un cittadino –addì 7.6.2014

Re: Abbiamo il nome nel caso in cui qualcuno si sentisse leso da questo cittadino,  il quale avrebbe fatto meglio a firmare, ormai che c’era, ma che tuttavia dimostra di non essere massa, gente, pertanto merita spazio. Ma non va dimenticato che molti hanno paura a firmare. Non è il primo e non sarà l’ultimo. 

NB: I puntini sono nel testo e non nascondono alcunché di offensivo.

Giuseppe Vezzoni-addì 7.6.2014 

Il paese con la più bella Cosituzione del mondo  è anche quello che più intercetta i propri cittadini sovrani. La denuncia è venuta da Vodafone.

In questo settore siamo al top. Nella nazione in cui  ha la sede la cristianità e dove tutti si professano rispettosi dei valori della persona umana  e degli insegnamenti di Cristo si evidenziano iniquità fiscali e sociali, ingiustizie e illegalità diffuse e violazioni della privacy. Per una nazione che difende i principi del cristianesimo e i valori della lotta di Liberazione dal nazifascismo non c’è male davvero! Fa ridere i polli quando si celebrano i giganti di questo paese, che di gigante ha soprattutto la corruzione e l’approfitto che viene lasciato fare della res pubblica, che vuol dire cose del popolo.

Giuseppe Vezzoni-addì 7.6.2014-ore 7,24.

Meraviglia a spinta di pedivelle

DSCN7067DSCN7061DSCN7072

 

Dalla terrazza del Belvedere di Capriglia, dopo l’ascesa al “sacrario” degli uliveti che fasciano il colle di Capezzano Monte. Due poggi, Capezzano Monte e Capriglia, sotto cui la Versilia del Mare si rivela nella meraviglia del creato. Ieri mattina cielo e mare evaporavano in una luce azzurrina che richiamava incredibilmente le visioni haitiane di  Paul Gauguin .

Vezzoni Giuseppe-addì 7.6.2014 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Settanta anni dallo sbarco in Normandia: testa di ponte contro il nazismo

Fu una carneficina, ma su quella sabbia si edificarono le fondamenta della Pace e della democrazia in Europa

Istat: Pil nel 2013: -1,9%, ma al Sud è sceso del 4%

La luce in fondo al tunnel non c’è stata. Il 2013 si è dimostrato l’ennesimo anno nero dell’economia itagliana. Al sud è in atto una drammatica desertificazione manifatturiera e le previsioni a lungo termine delle agenzie di rating sono negative per l’Itaglia sempre meno berlusconiana e sempre più Demrenziatica. Speriamo che resti la r fra la m e la e ad impedire l’avvento dell’aggettivazione demenziatica.

Giuseppe Vezzoni-addì 6.6.2014

Riparate le perdite di acqua calda dell’impianto del Telericaldamento di Pruno e Volegnof.04.06.2014 Da due settimane perdita d'acqua calda sulla strada di Pruno

Stazzema- Ieri e stamani si è provveduto a riparare le tre perdite di acqua calda che che da una decina di giorni gli utenti del teleriscaldamento di Pruno e Volegno lamentavano. Tre giorni fa era intervenuto il consigliere comunale che tramite una nota aveva evidenziato un guasto lungo la via comunale. A tal proposito riportiamo quando ci ha dichiarato Francesco Battelli, un utente dell’impianto a biomasse, che ha voluto rispondere al comunicato di Lorenzoni nella parte in cui il consigliere denuncia l’indifferenza di cittadini utenti dell’impianto.

Non contesto l’articolo con cui Lorenzoni ha messo in rilievo la perdita di acqua calda che stava avvenendo da alcuni giorni- ci ha detto Francesco Battelli – ma il fatto che abbia tacciato i cittadini residenti di indifferenza per il guasto. Questo non è affatto vero. Noi ci siamo subito attivati perché si provvedesse quanto prima alla riparazione della rete e non è stato certo a causa della nostra indifferenza che l’intervento è ritardato per diversi giorni.

Giuseppe Vezzoni-addì 6.6.2014

Rai, on. Nicchi e sen. Petraglia: “Inaccettabile attacco a servizio pubblico. Pronti ad aprire confronto serio sul futuro dell’azienda”

L’attacco populista alla Rai, presentata soltanto come un carrozzone degli sprechi, è inaccettabile. Come inaccettabile è il tentativo di nascondere dietro agli slogan l’inizio della privatizzazione del servizio pubblico, la cui pluralità e accessibilità viene profondamente minata dal Dl Irpef. Tagliare per 150 milioni di euro le risorse destinate alle sedi regionali della Rai e prospettare la cessione di Raiway significa mettere in discussione l’esistenza stessa di questa azienda andandola a colpire in uno degli ambiti di maggior valore e importanza, quello dell’informazione regionale, una presenza capillare e fondamentale per il nostro Paese”.

Lo affermano le parlamentari di SEL Alessia Petraglia e Marisa Nicchi dopo l’incontro di oggi con i rappresentanti dei lavoratori Rai presso la sede toscana dell’azienda.

Dietro agli slogan del Governo – proseguono Nicchi e Petraglia – si cela il tentativo di smantellare un’azienda che ha indubbiamente bisogno di una riforma radicale e di un grande lavoro di razionalizzazione delle risorse e dei costi. Su questo siamo pronti ad aprire un confronto serio, che tenga conto dell’importanza del servizio pubblico, delle esigenze dei lavoratori, del diritto dei cittadini a godere di un’informazione libera, plurale, accessibile”.

Durante la discussione del Dl Irpef in Senato – dicono ancora le parlamentari – è stato respinto l’ordine del giorno in cui chiedevamo un profondo ripensamento dei tagli, andando a cercare nuove risorse nel contrasto all’evasione del canone. Rilanceremo la nostra proposta alla Camera e metteremo il massimo dell’impegno in questa battaglia, mettendo al centro il servizio pubblico nell’interesse di tutti i cittadini”.

Firenze, 6 giugno 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

Il PSI punta a radicarsi maggiormente nella Versilia Storica

A Seravezza s’è svolta una importante riunione dei socialisti iscritti e simpatizzanti 

Versilia_ Comuni di Seravezza, Stazzema, Pietrasanta e Forte Dei Marmi con la presenza di Moreno Coturri Segretario provinciale Federazione PSI e di Gabriele Martinelli Responsabile Organizzazione Federazione PSI. In tutti gli interventi dei compagni presenti è stata riscontrata la comune volontà di impegnarsi ad organizzare maggiormente la nostra presenza per un migliore radicamento del Partito nella Versilia Storica . Per quanto riguarda la situazione del PSI a Seravezza è stato constatato l’ottimo lavoro all’interno dell’ Amministrazione comunale da parte del Consigliere comunale socialista Pietro Giannini e del Presidente della Residenza Socio-Sanitaria Pio Istituto Campana Renzo Venturini. Nei vari interventi è stato rimarcato, in particolare, il gravissimo problema della crisi economica, della disoccupazione e precarietà in particolare giovanile, della impossibilità di questi di programmare lo loro vita futura. Per quanto riguarda il Comune di Pietrasanta , dove il prossimo anno avremo le elezioni comunali, i socialisti hanno deciso di iniziare tutta una una serie di incontri con esponenti locali di area socialista per organizzare la presenza socialista politica ed elettorale nelle suddette elezioni. Per tutto questo è stato deciso inoltre di organizzare, subito dopo i mesi estivi, una convegno pubblico di tutta la zona dove chiederemo la partecipazione e l’intervento dei dirigenti politici nazionali e regionali del PSI.

Partito socialista italiano , Federazione provinciale di Lucca-addì 6.6.2014

Seravezza: prosegue fino al 15 giugno nel Palazzo Mediceo la mostra “Essere (e) Mistero” dove 38 artisti si confrontano sul tema del misteroDSCF2251 (2)DSCF2248

Seravezza_ Sta ottenendo un grande successo di pubblico la mostra collettiva “Essere (e) Mistero” curata da Maria Rita Montagnani ed esposta fino a domenica 15 giugno ( ingresso libero) nel Palazzo Mediceo di Seravezza ( Lu), Patrimonio dell’Unesco, Via Leonetto Amadei 230. Un progetto culturale realizzato attraverso un percorso di arte contemporanea sul tema del mistero e dell’essere, in tutte le declinazioni espressive e in una molteplicità di visioni del mondo. La rassegna comprende tutti i linguaggi dell’arte contemporanea; dalla pittura alla scultura, dalle installazioni alla fotografia, nel segno della qualità artistica e dello spessore espressivo, imperniata su un triplo confronto tra gli artisti partecipanti: “uomo e donna”, “tra generazioni”, “approccio al tema complesso”. Ad ogni artista giovane è stato affiancato un artista maturo e di sesso opposto, in aperta dialettica con la visione del mondo e il linguaggio espressivo dell’altro. Le coppie di artisti che partecipano all’esposizione sono 19 per un totale di 38 e gli allestimenti sono stati realizzati in base agli abbinamenti previsti, tenendo conto delle analogie o delle differenze espressive di ogni singolo artista. Le coppie di artisti sono per la pittura e il figurativo: Alessandro Kokocinski e Simona Bramati, Vladimir Dunjic con Marta della Croce, Matthias Brandes e Anna Frida Madia, Giuseppe Bombaci e Laura Bianchi, Ettore del Vigo e Alessandra Gasparini, Marco Manzella e Marilisa Pizzorno, Davide Puma e Roberta Serenari. Per la pittura astratta e informale: Marcello Scarselli con Laura Lapini, Ivo Lombardi, e Stefania Quartieri, Giulio Greco e Letteria Giuffrè Pagano. Nella scrittura minima invece Primo Biagioni e Laura Caramelli, nella scultura Stefania di Giusto con Barbara Fluvi, Valente Cancogni con Elisa Corsini mentre le installazioni sono realizzate da Ettore Saccà, e Gaia Ferraro, Sergio Mazzanti insieme a Margherita Levo Rosenberg. Ci sono anche opere di digital art realizzate da Giuliano Cerocchi e Cristina Stifanic. Infine le fotografie di Luca Lupi con Ilaria Ferretti, Sergio Marcelli e Lidia Gusto, Matteo Forli con Martina Princivalle. Il catalogo è a cura della critica d’arte Maria Rita Montagnani e la mostra rimarrà aperta fino a domenica 15 giugno tutti i giorni dalle 10 alle ore 18 ad ingresso libero. Per informazioni: tel. 0584 757443, http://www.terremedicee.it

Seravezza, 6 giugno 2014

Ufficio stampa Fondazione Terre Medicee, agenzia ILogo Fabrizio

Croce Bianca: 110 anni di solidarietà

Querceta di Seravezza – Il 10 giugno prossimo ricorre il 110° anniversario di fondazione della Croce Bianca e i suoi dirigenti si preparano a festeggiarlo con una serie di iniziative che si svolgeranno fino a tutto settembre. Il primo appuntamento è in programma domenica 8 giugno. Alle ore 11, nella chiesa parrocchiale sarà celebrata una Messa in memoria di fondatori, dirigenti, volontari e associati defunti. L’associazione sarà presente con i suoi labari, i volontari in divisa, i dirigenti e gli associati. “Auspichiamo – dice il presidente Roni – anche la presenza di numerosi cittadini. Le tante persone che hanno segnato la lunga e generosa storia della Croce Bianca meritano un adeguato ricordo”.Il programma delle iniziative proseguirà sabato 14 giugno, nella sede sociale, con la cerimonia ufficiale in ricordo della fondazione. E’ prevista la riunione pubblica del consiglio direttivo nel corso della quale si darà lettura del verbale della prima riunione svoltasi il 10 giugno 1904, nella casa di un socio fondatore, in via Ranocchiaio. Il documento rappresenta l’atto costitutivo ufficiale dell’associazione, la quale in realtà, secondo fonti storiche attendibili, esisteva già da alcuni anni. Nell’occasione saranno presentati documenti e foto storiche assieme al documentario realizzato dal consigliere Alessandro Carli per l’inaugurazione della nuova Casa della Salute. Alla cerimonia di sabato14 giugno sono invitate le autorità e le associazioni versiliesi e locali. Intanto la Croce Bianca, dopo le elezioni e il rinnovo delle cariche sociali ha completato l’organico del Comitato Culturale che risulta composto da Lorenzo Belli, Gino D’Angiolo, Alessandro Gabrielli, Alberto Gassani, Marco Giannini, Luigi Quintavalle, Alex Pardini, Alberto Silicani, Romano Tommasi e Riccardo Vannoni.

Comunicato stampa da Roberto Roni, presidente della Croce Bianca di Querceta-addì 6.6.2014

Parco della Versiliana: domani e domenica Terra Nuova Festival

TN festival pieghevole_pixart

Marina di Pietrasanta- Da domani mattina, alle 9,30, inizierà questa due giorni finalizzata a sensibilizzare stili di vita sostenibili.

Mostra antologica di sculture ed opere realizzate in ferro battuto dal Maestro Angelo MugnainiMugnaini

Lido di Camaiore_ Presso (ex)“Il Tarlo della Vigna” Via Aurelia, 149 – 55041 – Lido di Camaiore (LU)- Inaugurazione: Sabato 14 Giugno 2014 ore 18:30- Presentazione a cura del Dott. Francesco Micheli

Contatti & Informazioni:Tel: 349/1925645-

email: info@ferrobattutoartistico.it- web: http://www.ferrobattutoartistico.it

70 anni fa… Viareggio sotto le bombelocandina campanile

 

Napoli. Anticipato al 18 giugno 2014 per le ore 16.30, sempre nella Sala Rari della Biblioteca Nazionale l’incontro conclusivo del Premio letterario “ Scrivere molto fa male, scrivere male fa peggio”, indetto dalla Biblioteca Nazionale di Napoli.immagine premio

Giovedì 29 maggio 2014 la giuria del Premio letterario “Scrivere molto fa male, scrivere male fa peggio” (la cui segreteria è affidata a Marisa Spiniello e Alessandra Farro), indetto dalla Biblioteca Nazionale di Napoli, con presidente: Mauro Giancaspro, direttore della Biblioteca Nazionale si è riunita per deliberare sui molti racconti pervenuti, scegliendo tra questi quelli che sono rientrati nella rosa dei finalisti e soltanto dopo alle opere letterarie (rigorosamente anonime, come da regolamento), sono state collegate i nomi degli autori che hanno presentato un “racconto inedito, redatto in lingua italiana, inerente al mondo dei libri e a tutto ciò che li circonda”.Sala Rari della Biblioteca Nazionale di Napoli

La serata della proclamazione dei vincitori per la sezione giovani e per la over 26 è stata anticipata al 18 giugno 2014, alle ore 16.30 nella Sala Rari della Biblioteca Nazionale; nel corso della stessa verranno comunicati i nomi dei primi tre classificati sia per la sezione GIOVANI che per la sezione OVER 25 e saranno letti alcuni brani tratti dalle opere presentate in concorso. Il premio ha previsto due sezioni: Sezione Giovani: riservata a giovani compresi tra i 18 e i 25 anni, che non abbiano mai pubblicato con editori a stampa, per i quali sono previsti i premi elencati all’art. 6 del presente bando. Sezione Over 26: riservata ad autori dai 26 anni in poi, che abbiano o no pubblicato con editori a stampa. Ai finalisti verrà rilasciato un attestato di partecipazione; il primo classificato della Sezione Giovani riceverà un soggiorno per due persone di un week-end presso Villa Matilde e una scultura dell’artista Lello Esposito. Il secondo classificatodella Sezione Giovani riceverà un dono di libri classici e di narrativa contemporanea offerti dall’editore Tullio Pironti, una cravatta o un foulard offerto da E. Marinella e una targa di riconoscimento. Il terzo classificatodella Sezione Giovani riceverà due biglietti per uno spettacolo in scena al Teatro Augusteo e una targa di riconoscimento. I nomi dei primi tre classificati della Sezione Over 26 verranno comunicati durante la premiazione e riceveranno premi a sorpresa, compresi quelli offerti dagli sponsor. Angelo Buonarroti.

Da Accademia Parmenidei -addì 6.6.2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...