Libera Cronaca da Italia bene comune 1306 del 28 e 29 maggio 2014

Libera Cronaca da Italia Bene Comune 1306 del  28 e 29 maggio 2014

 Cave di Carrara, la Procura di Massa  Carrara indaga

Sono in corso indagini sulle cave  di Carrara predisposte  dalla Procura . L’operazione  dei controlli ordinata dal procuratore Aldo Giubilaro potrebbe essere finalizzata alla verifica delle autorizzazioni e del rispetto della normativa ma anche per indagare sulla presunta vendita in  “nero” dei blocchi.

postato ore 8 del 29.5.2014

«Rapporto annuale 2014 – la situazione del Paese» realizzato dell’Istat.

Secondo l’Istituto di statistica, tra il 2008 e il 2013 i cali di occupazione nell’industria e nel settore delle costruzioni sono rispettivamente di -482 mila e -396 mila unità (-162mila nel 2013 per l’edilizia). Nel 2013 anche nel terziario c’è stata  una riduzione di occupazione (-191 mila unità). I più colpiti il settore dei servizi generali della pubblica amministrazione e nel commercio. Gli operai hanno subito una contrazione nel 2008-2013 del 15,1% (-958 mila unità). Calati i dirigenti, i piccoli o grandi imprenditori (-442 mila unità nel complesso, pari a -42%) e tecnici (-423 mila persone, -9,6%). Crescono gli occupati in professioni non qualificate (+350 mila unità, tra cui 319 mila stranieri) e coloro che svolgono professioni esecutive nelle attività commerciali e dei servizi (+467 mila unità), dove la crescita  è riferita soprattutto alle donne (+287 mila italiane e +199 mila straniere). Tra il 2008 e il 2013, gli occupati permanenti a tempo pieno (lavoro standard) sono diminuiti di quasi 1,4 milioni (-7,7%). È  diminuito anche il lavoro atipico (-177 mila occupati, -6,4%), mentre è cresciuto quello parzialmente standard, ossia il lavoro permanente a tempo parziale (+572 mila unità, +22,1%).

Fino al 2011 le famiglie hanno  utilizzato i risparmi accumulati o  che avevano diminuito per mantenere il proprio standard di vita. La propensione al risparmio è scesa dal 15,5% del 2007 al 12% del 2011. Nonostante ciò la contrazione dei  consumi c’è stata pur  avendo diminuito ancora la propensione al risparmio (pari all’11,5%) e aumentato il ricorso all’indebitamento (nel 2012, le famiglie indebitate superano quota 7%). L’indicatore di povertà assoluta,  che era rimasto stabile fino al 2011,  è salito di ben 2,3 punti percentuali nel 2012, attestandosi all’8% della popolazione. La   punta acuta della deprivazione che si è registrata fra il 2010 e il 2012 (dal 6,9% al 14,5% della popolazione)  ha nel 2013  registrato un lieve decremento scendendo al 12,5%. Nel 2012 l’indice della  persistenza in povertà, che è dato dalla condizione di povertà nell’anno corrente e in almeno due degli anni precedenti, è stato nel 2012 tra i più alti d’Europa (13,1 contro 9,7%).  Un quadro socio-economico che attesta una condizione strutturale, dove le famiglie maggiormente esposte al persistere della povertà sono quelle residenti nell’Italia del Sud.

Nel 2013 sono aumentati anche i giovani italiani che emigrano in altre nazioni per lavorare. Negli ultimi cinque ani sono usciti dai confini italiani 100mila giovani per cercare opportunità di lavoro, Nel 2012 sono stati 26mila i giovani che hanno lasciato l’Italia. Diecimila in più rispetto al 2008. Calano gli immigrati e aumentano le emigrazioni degli stranieri. Nel 2012 –  rileva l’Istat – gli emigrati erano 68mila, il 36% in più del 2011, “il numero più alto in 10 anni”.

Giuseppe Vezzoni-addì 28.5.2014

 

Mons. D’Angiolo augura al neo sindaco Verona un servizio per il bene comune

Stazzema_Leggo del pieno successo elettorale che, in continuità con la precedente amministrazione stazzemese ha insediato sul seggio di Primo Cittadino il nuovo Sindaco Maurizio Verona. Sempre concependo la politica come “diaconia”, cioè servizio per il bene comune, auguro per l’eletto salute, coraggio, apertura e dialogo anche con l’opposizione locale e, sopratutto, un quinquennio dedito alla risoluzione dei problemi concreti in tutte le frazioni più che alla strumentalizzazione che certi paesi (Sant’Anna e Mulina) oggettivamente possono tentare per una visibilità e ambizione addirittura nazionale. Lieto se come versiliese ed ecclesiastico sempre desideroso d’incoraggiare quanti operano per lo sviluppo del nostro territorio, potrò continuare in eventuali richieste collaborazioni.

Mons. Danilo D’Angiolo-addì 28.5.2014

 

Piano viabilità di Forte dei Marmi, Staccioli FdI: tutto al contrario!

Forte dei Marmi_ Anche per l’estate 2014 l’assessore alla viabilità di Forte dei Marmi Alessio Felici, di concerto con la maggioranza del consiglio comunale, ha firmato un Piano della viabilità che vedrà il ripristino del senso unico di marcia in via Michelangelo Buonarroti con direzione di percorrenza mare – monti e la creazione della corsia riservata alle biciclette.

Sull’argomento interviene la consigliera regionale fortemarmina di Fratelli d’Italia Marina Staccioli: “se il senso unico agevola il sonno dei turisti che risiedono in via Buonarroti nei mesi estivi, il rovescio della medaglia sono le perdite economiche per le attività che si affacciano su quella strada, dai negozi di alimentari alle rivendite di giornali. Chi compra quotidiani e pane tornando a casa la sera?”

Immancabilmente le modifiche alla viabilità sono oggetto di discussioni e polemiche, per questa ragione un anno fa l’Assessore Felici auspicava il coinvolgimento della popolazione e dichiarava di appoggiare eventuali consulte sul tema della mobilità sostenibile,  forum permanenti e forum tematici, in modo da concertare possibili modifiche al piano della viabilità.

Per Via Buonarroti erano state raccolte delle firme.

La questione della viabilità era stata oggetto di discussione persino nei processi partecipativi. Processi per altro attivati dal Comune di Forte dei Marmi per la modica cifra di circa 21 mila euro e circa altri 23 mila a carico della Regione Toscana.

“La cittadinanza aveva chiaramente espresso la sua contrarietà al senso unico di questa importante arteria che veicola gran parte del traffico delle zone a monte verso il mare. Se proprio si ritiene necessario, che sia almeno un senso unico di marcia attuato con criterio, dai monti verso il mare e non il contrario.”

“A questo punto potrebbe essere lecito pensare che il comune di Forte dei Marmi abbia speso un totale di circa 44 mila euro in pura demagogia per poi infischiarsene del parere della popolazione coinvolta.”

 

Da Daniela Cattani- Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli Consiglio Regionale della Toscana-Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia-addì 27.5.2014

 

Il voto ai seggi  elettorali di Mulina e di La Culla/Sant’Anna ed altre sottolineature

Alle europee,  nei seggi elettorali di Mulina e di  La Culla/Sant’Anna è prevalso di poco il M5S sul Pd, mentre alle comunali  la lista Impegno per Stazzema 2019 e il candidato sindaco Verona hanno fatto incetta del voto europeo  che era stato diversificato su varie formazioni.

Seggio n. 13 di Mulina; Europee: M5S, 22 voti – Pd, 21 voti. Comunali:  Lista Impegno per Stazzema 2019, 62 voti; Lista Luce a Stazzema, 14 voti. Seggio n. 14  La Culla/Sant’Anna:  Europee: M5S, 15 voti – Pd, 11 voti. Comunali:  Lista Impegno per Stazzema 2019, 34 voti; Lista Luce a Stazzema, 11 voti.

Sono state complessivamente 112 le schede bianche e nulle. Nel seggio di  Ruosina c’è stato il maggior numero di schede nulle (12), mentre in quello di Pontestazzemese c’è stato complessivamente il numero maggiore di schede nulle e bianche (17), seguito dal seggio di Retignano (11). Non sono andati a votare 1482 ciitadini iscritti all’albo elettorale del Comune di Stazzema.

Giuseppe Vezzoni-addì 28.5.2014

Libera Cronaca, meno aggressività e più conciliazione

Caro Giuseppe, noi ci conosciamo dai tempi della polemica in versi che allora ha fatto triplicare le vendite di VERSILIA OGGI. Tu dici di essere nato come scrittore in quella circostanza, sotto la spinta della reazione alla mia descrizione del paese di Mulina. Se sei nato come scrittore in quella occasione, devo dire che sei poi cresciuto autonomamente mantenendo il carattere fiero e contestatore che hai allora sfoderato in polemica con me . Quindi io declino tutte le responsabilità sulla formazione del tuo ego, La tua polemica contro le istituzioni potrebbe essere costruttiva perchè gli interlocutori sono persone responsabili che lottano con pochi soldi per mantenere alto il buon andamento della vita e del paese.

Hai in mano uno strumento (ilgiornalechenoncè) che tu hai genialmente inventato in un momento di creatività, quindi usalo con un tono meno aggressivo e più conciliante. Se mi darai retta forse otterrai più consensi e più risultati.

Quanto alla tua polemica con le istituzioni vorrei darti delle delucidazioni e lo farò al mio ritorno da Milano. Per il momento devo dirti che il neo sindaco Verona, a cui faccio i miei complimenti per la strepitosa vittoria,  è sempre stato molto sensibile alla mia attività sui Simi fin dai tempi di un articolo molto lusinghiero per me su “VERSILIA OGGI”. Speriamo dunque in meglio. Grazie per quanto hai pubblicato generosamente sulla presentazione del mio libro “LA SAGA dei SIMI” al Mediceo. Ti ringrazia anche Matilde che dice di essere stata bloccata dal “panico da palcoscenico” !

Scusa se mi permetto di dirti questo soprattutto ora che valorizzi il mio lavoro con i tuoi articoli molto puntuali e molto completi di cui ti ringrazio. Spero che quanto ti ho detto sia accolto nel modo giusto, con simpatia. Cordialmente

 Alba Tiberto Beluffi-addì 27.5.2014

Re: Cara Alba, le critiche e i consigli  sono sempre i benvenuti ma non sappiamo se avranno quel benefico effetto che auspichi. Per idiosincrasia connaturata abbiamo il pallino di spaccare il capello in due e di cercare il pelo nell’uovo e l’ago nel pagliaio, peraltro da una posizione senza alcuna protezione ma anche senza nessun infingimento.  A volte è un merito a volte sarà sicuramente un demerito. Ce lo fanno notare molti,  evidentemente  con scarso risultato.  Non si deve  tuttavia dimenticare che Libera Cronaca è nata come reazione ad una  “integrazione” perpetrata alle spalle di  Giuseppe Vezzoni attraverso la redazione del Corriere della Versilia in merito  ad un articolo da lui firmato sull’approvazione da parte del consiglio comunale della delibera n.42 del 20/9/2006: Approvazione del Piano di recupero ai sensi dell’art.6 comma 3 delle Norme tecniche di attuazione della Variante PdF, per l’immobile posto in frazione di Volegno”. Da quel  momento iniziò Cronaca di un libero cittadino. Poi, dopo il ritorno a scrivere per il Nuovo Corriere della Versilia e di nuovo fuori perché  Vezzoni non ha accettato che  passasse come responsabile del taglio di una lettera aperta di un fornaio di Stazzema, fatto invece dal capo redattore per evitare il solito nonché minaccioso risentimento amministrativo,  è nata Libera Cronaca.

Siamo invece onorati che tu, cara Alba,  abbia  giudicato bene i pezzi usciti su Libera Cronaca, così come noi abbiamo apprezzato il tuo libro. Vorremmo far notare che Libera Cronaca è nostra e non sempre è sinonimo di polemica e scontro politico, ma è anche storia e spazio per manifestazioni artistiche. Nella  prossima seconda edizione del libro Un prete indifeso in una storia a metà. Don Giuseppe Vangelisti e il suo memoriale” il nostro modo di cercare e di scrivere è stato  tutto improntato nel tentativo di fornire alla storia di Sant’Anna di Stazzema una maggiore  conoscenza nell’anno del 70esimo anniversario della strage. Vedremo se il cercare l’ago del pagliaio stavolta sarà apprezzato e se il libro subirà l’ostracismo con cui  fu apprezzato nell’edizione del 2006.

Giuseppe Vezzoni-addì 28.5.2014

I novant’anni di Fortunato MenichettiMenichetti 003

Viareggio_Ieri, 27 maggio, Fortunato Menichetti, autore delle varie edizioni del libro Il nonno partigiano racconta, a fine giugno uscirà la quinta edizione, ha compiuto i 90 anni. È stato festeggiato dai famigliari e dai parenti riunitisi per onorarlo  del suo ingresso tra i nonagenari, mantenendo un invidiabile spirito giovane e una voglia di continuare a spendersi per la memoria dell’estate del 1944 in Versilia. I neo eletti sindaci di Massarosa e di Stazzema, rispettivamente Mungai e Verona,  si sono felicitati  con lui al telefono, unitamente come hanno fatto tanti insegnanti e studenti che il novantenne Nonno Fortunato ha incontrato in questi anni. Sorpresa inaspettata  anche la presenza di due cugini arrivati appositamente dall’Arkansas, precisamente  da Eureka Sptrings ma soprattutto la lettera  a lui pervenuta da parte del quasi coetaneo  Presidente Giorgio Napolitano, che si  è  congratulato con Menichetti dopo essere venuto a conoscenza dalla stampa della meritoria attività per tenere viva la memoria dei caduti della  Guerra  della  Resistenza, in particolare quelli di  Mulina e di Sant’Anna di Stazzema.

Giuseppe Vezzoni-addì 28.5.2014 (Notizie dettate al telefono oggi pomeriggio da parte di Fortunato Menichetti)

Ebook Sant’Ana di Stazzama. una strage fascista di Paolo Paoletti torna nella distribuzione di Amazon libri.it

Scusa, mi sono dimenticato di dirti che quando mi segnalasti il problema, rimisi subito il libro in vendita. Tant’è che Piccolino l’ha comprato per vedere l’appendice.

Paolo Paoletti-addì 27.5.2014

NB; Per rispetto della trasparenza verso i nostri lettori pubblichiamo le e-mail che hanno preceduto l’ultima di Paoletti. Dopo il ritiro del libro,  c’è stato questo scambio di e-mail:

Vezzoni: Paolo, cito la pubblicazione ma al momento non c’è più. Una situazione di cui, francamente,  avrei  fatto a meno.

Paoletti: Ora capisco,  ma la colpa è del comune che mi nega l’accesso alle fonti. Comunque tornerà presto perché in 24 ore la posso rimettere. Giuseppe: Fammelo sapere! Questo tira e molla non mi piace.

Croce Bianca: 110 anni di solidarietà

Querceta di Seravezza – Il 10 giugno prossimo ricorre il 110° anniversario di fondazione della Croce Bianca e i suoi dirigenti si preparano a festeggiarlo con una serie di iniziative che si svolgeranno fino a tutto settembre. I primi appuntamenti sono in programma l’ 8 e il 14 giugno.

Domenica 8 giugno, nella chiesa parrocchiale sarà celebrata una messa in memoria di fondatori, dirigenti e associati defunti. Il sabato successivo, presso la sede sociale, sarà ricordata la fondazione. E’ prevista la riunione pubblica del consiglio direttivo, alla presenza di soci e autorità, nel corso della quale si darà lettura del verbale della prima riunione svoltasi il 10 giugno 1904. Il documento rappresenta l’atto costitutivo ufficiale dell’associazione, la quale in realtà, secondo fonti storiche attendibili e documentate, esisteva già da alcuni anni.

Nell’occasione saranno presentati documenti e foto storiche assieme al documentario realizzato per l’inaugurazione della nuova Casa della Salute. La serata si concluderà con l’intrattenimento degli associati e degli ospiti sulla piazza esterna. Il programma sarà definito dal consiglio nella riunione di martedi 3 giugno.

Intanto la Croce Bianca, dopo le elezioni e il rinnovo delle cariche sociali ha completato il Comitato Culturale che risulta composto da Lorenzo Belli, Gino D’Angiolo, Alessandro Gabrielli, Alberto Gassani, Marco Giannini, Luigi Quintavalle, Alex Pardini, Alberto Silicani, Romano Tommasi e Riccardo Vannoni.

Comunicato da Roberto Roni, presidente della Croce Bianca di Querceta-addì 27.5.2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...