libera Cronaca da Lauterbourg 1278 del 22 e 23 aprile 2014

Ultim’ora Libera Cronaca 1278 del 23.4.2014 -ore 7,57

Elezioni a Stazzema

Caro Vezzoni,ti prego di attendere domani quando invierò il comunicato stampa anche ai quotidiani per la presentazione dei miei candidati … quasi sicuramente l’unica lista in campo per le amministrative del 25 maggio. L’unica che fa campagna elettorale che parla di programma di progetti , che parla con la gente , con le associazioni. Penso non sia giusto mettere tutti sullo stesso piano, chi prova a fare e forse fa anche male , chi mette la sua faccia chi spende il suo tempo da chi invece rinuncia a tutto e attende gli eventi per giudicarli.Buona vacanza ed un caro saluto a tua figlia.

Verona Maurizio-addì 22.4.2014

Caro Giuseppe, come ti ho già scritto alcuni giorni fa, la lista civica Luce a Stazzema sarà presente alle Elezioni Comunali 25-05-2014 per quanto riguarda la lista dei candidati ti posso sin da ora confermare Lorenzoni Gian Piero candidato a sindaco.
Per quanto riguarda i candidati consiglieri siamo in attesa di ultimare le procedure burocratiche per la conferma dei consiglieri. Naturalmente saprai che l’ultimo giorno utile per la consegna è il 26-04-2014 alle ore 12,00, ed io spero per tale scadenza di aver concluso tutto l’iter burocratico

Giuseppe Rossi-addì 22.4.2014

Libera Cronaca da Lauterbourg 1278 del 22 e 23 aprile 2014

L’Italia, l’euro e l’Europa: tra il dott. Dal Torrione e il Prof. D’Iorio continua la discussione sull’euro e il ritorno alla lira

DSCN6602

Se avessi avuto bisogno di ulteriore conforto alla mia opinione, che l’esposizione di giovedì scorso del prof. D’Iorio sarà stata sì un florilegio di opinioni altrui, ma era venata da un’acuta vena polemica, detto conforto lo troverei tutto nella articolata, ed anche assai piccata, risposta alle mie semplici considerazioni di uomo della strada.

Io invece non voglio far polemiche, e non potrei neanche condurne una su base di parità col professore, ci mancherebbe: “il suo a chi va”, frase che forse a Oxford o Strasburgo non s’usa, ma tutti i versiliesi m’intendono benissimo se la dico.

Credo anche di non far torto a nessuno degli intervenuti alla conferenza, dicendo che nessuno di loro potrebbe farlo ad un tale livello – ma questo è un po’ il vizio di tutte le conferenze, il relatore ti “ammazza” col suo sapere, e distinguere buono da cattivo è oggettivamente difficile.

E’ già un buon segno vedere che alcuni professori hanno comunque una “coscienza”, come dimostra la disponibilità del prof. D’Iorio, che prende carta e penna per ribattere ad un signor Nessuno quale io sono.

Quindi, lungi dal far polemiche con tale dotto contraddittore, tanto abile da mescolare sapere accademico con cronache giudiziarie, e che sa essere anche spiazzante, visto che non esita a dire che “non si capisce” riferendosi a chi non ha la sua opinione, vorrei solo fare due piccole precisazioni.

Dicendo che non è colpa dell’Euro ciò che è successo all’indomani della sua entrata in vigore, in termini di prezzi e salari, e citando il modo avventato con cui si sono fissati alcuni cambi, intendo dire che più che la moneta unica in sé, è stato il modo come i protagonisti della politica ne hanno gestito le prime mosse a determinare un rapido calo del potere d’acquisto della gente.

Ed anche l’argomento di oggi, sul cambio Euro-Nuova lira, è un suggerimento di una parte degli studiosi, che in caso avrà bisogno, per realizzarsi, di precise scelte politiche tra varie opzioni, e non qualcosa di consustanziale al ritorno al vecchio conio, e non inficia in tutti i casi l’affermazione del paragrafo precedente.

L’altra precisazione riguarda l’obiettivo “politico” dell’introduzione dell’Euro: sono convinto che una moneta unica abbia acceso molte speranze in chi crede nell’unificazione europea, ma non ho detto che ancora sia riuscita nell’intento, anzi ho parlato di strada lunga (e difficile).

Tuttavia, l’emozione e l’entusiasmo che tanti hanno provato quando si cominciò a parlarne e poi si realizzò, mi spingono sempre a diffidare di chi, dicendosi europeista convinto, riduce la vicenda-Euro ad una variabile come tante altre, di cui si possa fare a meno con leggerezza – questo perché credo che, fin dall’inizio ma mai come ora, e senza tradire la “citazione” di Monnet, quale ne sia l’interpretazione corretta, non si debba contare solo su grafici e studi per costruire l’Europa, ma soprattutto sul sentimento e sull’entusiasmo.

In particolare, si dovrebbe allontanarsi da quella tentazione populista che, anche negli studi più accurati, è sempre molto forte, anche perché alcuni compagni di strada degli studiosi, magari forzosi ma sempre sulla stessa strada, come certi movimenti politici estremisti, di quegli studi si serviranno in modo affrettato e semplicistico per i propri scopi.

[Per inciso, anche a questo mi riferivo con “disinformazione”, ossia fornire solo le informazioni che accreditino una certa tesi e non quelle che la confutino – non intendevo davvero dire che il relatore era disinformato, il che sarebbe evidentemente un’idiozia.]

Tutto qui, non intendo, ripeto, polemizzare, e considero quindi chiuso l’argomento per ciò che mi riguarda, non ho certo l’ambizione di dire l’ultima parola su un tema, di cui riconosco la Grandezza e la soverchiante delicatezza, a differenza di tanti altri.

Scelta facile, la mia, visto che il prof. D’Iorio ha l’esperienza e le conoscenze per protrarre le polemiche all’infinito, se vuole – ma spero che non voglia – mentre io, per poter rispondere anche solo decentemente, dovrei dedicare allo studio tutto il mio tempo, cosa che mi piacerebbe moltissimo ma, ahimè, non posso proprio fare: devo infatti lottare ogni giorno, nel piccolo mio e della mia famiglia, per rintuzzare i danni prodotti dalla cattiva gestione che i nostri politici hanno fatto dell’Euro, e che l’impostazione del dibattito, datagli dai sostenitori del ritorno alla lira, finora non ha aiutato a risolvere. Grazie ancora dell’attenzione e saluti

P. dal Torrione- Generazione Italia Seravezza-Stazzema-addì 22.4.2014

A Seravezza un week end all’insegna del gusto con  “Enolia”. Protagonisti l’olio d’oliva extra vergine e i prodotti tipicida sx neri Ghirlanda Biagi

Presentata la quindicesima edizione della manifestazione si svolgerà sabato 26 e domenica 27 aprile nel Palazzo Mediceo e nel centro  storico. In anteprima un prodotto dal sapore antico: “I Servanti” salumi sotto cera. enolia 2013

Seravezza­- Due giorni per imparare a conoscere l’olio d’oliva extra vergine di qualità, i prodotti tipici e le eccellenze alimentari dellaVersilia e delle altre regioni italiane. E poi ancora degustazioni, incontri, gare di sapori, pedalate in bicicletta, visite guidate e la riscoperta di antichi prodotti tipici e una avvincente gara di cake design. Sono questi gli ingredienti della quindicesima edizione di “Enolia”, la manifestazione ideata e curata da Gabriele Ghirlanda che torna anche quest’anno da sabato 26 a domenica 27 aprile a Seravezza in Versilia (Lu), organizzata da Ideal Party insieme alla Fondazione Terre Mediceee dal Comune di Seravezza e la collaborazione di Pro Loco, Gruppo Palio dei Micci e Associazione Olivo Quercetano. Oggi si è svolta la conferenza stampa di presentazione della kermesse con la presenza del sindaco Ettore Neri, l’assessore alla cultura e turismo Riccardo Biagi e di Gabriele Ghirlanda. In una Versilia identificata prevalentemente come terra di mare, Seravezza, vera e propria porta delle Apuane versiliesi e già luogo di vacanza estiva prescelto dalla famiglia dei Medici, con questa manifestazione si conferma come una tappa fissa per chi vuole trascorrere un fine settimana all’insegna del buon cibo, l’ambiente e la cultura. Saranno oltre 60 gli espositori, posizionati con i loro stand nel Palazzo Mediceo, Patrimonio dell’Unesco, e nel giardino Mediceo provenienti dalla Toscana e da altre regioni italiane come il Piemonte, la Sicilia, la Lombardia e il Molise rappresentato dall’Oleificio De Vito, il cui olio è stato vincitore di prestigiosi premi nazionali e che si confronterà con gli oli toscani. Infatti tutta la kermesse ruota intorno all’olio extra vergine d’oliva in particolare quello delle colline lucchesi e quello prodotto in Versilia come l’olio di “olivo quercetano”, una pianta presente solo nell’area della Versilia e vero simbolo di Seravezza. Si tratta di una produzione limitata ma di altissima qualità, con il sapore fruttato, un gusto leggermente piccante ed un colore verde-giallo intenso. Un prodotto di nicchia diventato una eccellenza sempre più richiesta dai ristoratori. Sarà possibile assaggiare gli oli provenienti da diverse zone d’Italia messi a confronto tra loro mentre saranno organizzati mini corsi per imparare a conoscere l’olio nelle sue diverse sfaccettature. Il programma prevede poi numerosi eventi partendo dalla riscoperta di un prodotto del territorio. Nelle scorse edizioni furono lo “Scoppolato di Pedona”, un formaggio di pecora affinato in grotta, il prosciutto “Penitente” in odor di castagna e il “Lardo rosa” e il “Bruschino”, una sorta di taleggio di pecora. Quest’anno sarà la volta dei “ I Servanti”, salumi conservati sotto cera presentati dall’Antica salumeria Triglia. Un prodotto artigianale unico prodotto grazie alla riscoperta di un antico metodo di conservazione. Si tratta di salumi che una volta finiti, sono ricoperti di cera biologica che garantisce al prodotto una grande longevità mentre grazie alle sue proprietà antisettiche lo protegge e egli conferisce un particolare sapore e profumo.

“Ormai Enolia è diventata la vetrina ideale per la presentazione di prodotti di grande qualità e particolari come questi salumi – ha commentato Gabriele Ghirlanda – una iniziativa che ogni anno attrae esperti e un pubblico attento”.

Un altro momento tra arte e cibo sarà “Zucchero in Arte per Enolia”, gara di cake design sul tema dell’olio a cura dell’AICS. Al termine, durante il talk show di Fabrizio Diolaiuti “ Speciale Aperitivo Mediceo”, saranno premiate le torte più belle e offerte ai visitatori. E poi ancora la ciclo pedalata ( partenza domenica alle ore 10, piazza Matteotti a Querceta) dal titolo“Pedalando tra gli ulivi” alla scoperta della storia e delle architetture del territorio di Seravezza organizzata insieme a Galatea Versilia. E infine spazio alla musica sabato 26 aprile alle 21.15 con il concerto alle Scuderie Granducali adiacenti al Palazzo Mediceo, di Enoliarte dal titolo “Libiamo nei lieti calici”. Arie d’opera cantate dal soprano Mimma Briganti, Simone Mugnaini tenore, Carlo Marini Baritono, Laura Pasqueletti pianoforte. Corale lirica della Versilia diretta da Elisabetta Guidugli.

 “Due giorni di grande festa per tutti  – ha detto il sindaco di Seravezza Ettore Neri – una manifestazione ormai consolidata a livello nazionale e che riesce a creare una forte sinergia con il territorio e i suoi prodotti di qualità ad iniziare dal nostro olio extra vergine”.

Grande festa anche nel centro storico di Seravezza grazie alle decine di stand dell’artigianato, del folklore e pittura. La manifestazione è aperta al pubblico da sabato dalle 16 alle 19.30 e domenica dalle 9.30 alle 19.30, nel centro storico domenica dalle 9.30 alle 19.30. Un servizio bus navetta gratuito collegherà Enolia con le aree parcheggio di Querceta a pochi metri dalla stazione FS Forte dei Marmi – Seravezza e per chi viene in auto Seravezza si trova a cinque chilometri dall’uscita Versilia dell’autostrada A12 Genova – Rosignano.

Per informazioni: Fondazione Terre Medicee, viale L. Amadei 230, Seravezza (Lucca), tel. 0584. 756046, e-mail:segreteria@terremedicee.it    sito web: www.enolia.it

Seravezza, 22 aprile 2014

Ufficio stampa: Agenzia ILogo per Fondazione Terre Medicee

Il cortometraggio La moto di Valter giovedì alla Croce Verde di Pietrasanta

Volantino 24 aprile

Nell’ambito del 69° anniversario della Liberazione, giovedì 24 aprile a Pietrasanta  alle ore 17,30 presso la sala Tosi della Croce Verde, sarà proiettato il cortometraggio ” La moto di Valter” di Piero Orlandi., dedicato alla vita di Balilla Grillotti, partigiano montignosino, vicecomandante dei GAP di Genova, fucilato dalle Brigate Nere il 29 luglio 1944, Medaglia d’Argento al Valor Militare.  Saranno presenti gli attori Lorenzo Martinelli e Filomena Focacci, con introduzione del  Presidente dell’ANPI di Montignoso Pier Carlo Albertosi

La mattina, presso le scuole Medie Barsanti, avrà luogo la proiezione per gli alunni  del film ” E poi venne il silenzio” di Irish Braschi, dedicato alla strage di Sant’Anna di Stazzema, con la presenza del superstite Enio Mancini.

Da Giovanni Cipollini per Anpi Gino Lombardi di Pietrasanta- 22.4.2014

Volumetto ARNo.Arte e Ricerca

ARNo_Arte_per_la_ricerca

Si invia in dono volumetto “ARNo. Arte per la Ricerca”, Edizioni Comitato Archivio artistico-documentario Gierut, 2014, concernente l’iniziativa benefica organizzata da ARNo e tenutasi a Forte dei Marmi,  presso “La Capannina” di Franceschi il 12 aprile 2014.Cordialità,

Lodovico Gierut-addì 22.4.2014

 

Appuntamenti: serata di lettura e presentazione libri sulla resistenza sulla Linea Gotica

Serata Lettura 24-4-14

Linea gotica a Lucca

Le amministrative a Stazzema, il silenzio prosegue…per Libera CronacaDSCN6613

Stazzema_Abbiamo ricevuto una foto con una schiera di candidati ma non l’abbiamo voluta usare decidendo di metterla nel cestino. Siamo troppo orgogliosi del lavoro informativo che stiamo portando avanti con il giornale che non c’è per accontentarci di rimandi o di briciole. Nella Libera Cronaca del 25 maggio, che posteremo dopo le 22,  ora in cui il voto sarà stato espresso, pubblicheremo un nostro commento sui 10 anni dell’amministrazione del sindaco  Michele Silicani e sull’opposizione con cui si è confrontato, una parte della quale si è dissolta come neve al sole, sia nel quinquennio 2004/2009, sia in quello successivo.

Giuseppe Vezzoni-addì 22.4.2014

L’Arte per l’Alzheimer

Mercoledì 23 aprile ore 15,00 Tavola Rotonda Saletta delle Conferenze Mario Fabiani.

Modera Giacomo Billi: Assessore al Turismo della Provincia di Firenze

Gianluca Bianchini e Roberto De Salvo

sono leti di ospitare alla Tavola Rotonda

Stefania Saccardi Vicepresidenle Regione Toscana e Assessore Welfare

Antonella Coniglio – Assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Firenze

Dario Nardella – Vicesindaco e Assessore Welfare del Comune di Firenze

Manlio Matera -Presidente AlMA Firenze

Don Gianfranco Rolfi – Professore di Sloria della Chiesa

Irene Balzani – Fondazione Palazzo Strozzi

Prof. Sandro Sorbi – Medico Neurologo, Professore Ordinario di Neurologia, Clinica Neurologica I, AOUC Università di Firenze

Sergio Cavalli – Responsabile Commerciale Vita di Vittoria Assicurazioni SpA

Leopoldo Campinotti – Responsabile Territoriale di Vittoria Assicurazioni SpA

Marco Moretti – Critico d’arte

 

Da Circolo Fratelli Rosselli di Firenze-addì22.3.2014

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...