Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1232 del 24 e 25 febbraio 2014

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1232 del  24 e 25 febbraio  2014

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

I sacrifici vanno fatti tutti insieme

1232

Governo Renzi: 169 voti favorevoli al Senato.

Letta ne aveva presi 173

Presentazione libro Mai Più: tantissima gente

Ricordato il sergente maggiore Guerrino Guerrini deceduto in Russia

IMGP5291IMGP5280

Forte dei Marmi_ Veramente tantissima gente alla presentazione del libro Mai Più. Dal Don a Sant’Anna di Stazzema che si è tenuta oggi pomeriggio a Villa Bertelli. In attesa di pubblicare le relazioni e dei commenti, Giuseppe Vezzoni ringrazia tutti i presenti, i relatori Ezio Marcucci, Oriente Angeli e il prof. Paolo Verona. Un ringraziamento sentito al Circolo culturale Il Magazzino, a Guerrino Viti, e al Comune di Forte dei Marmi che ha patrocinato l’iniziativa. Come amministratore di Stazzema era presente il consigliere di minoranza Gian Piero Lorenzoni. Presente anche il consigliere regionale Marina Staccioli, il consigliere di Seravezza Riccardo Cavirani.  Di particolare importanza  anche la presenza del prof. Marco Piccolino,  autore di una pubblicazione molto attesa, che sarà in edicola prima dell’estate. Si tratta della “La storia di Pietro, testimone per caso.   Un testimone di Camaiore che con il padre vide l’inizio del massacro compiuto dai nazifascisti sul piazzale delle chiesa di Sant’Anna di Stazzema e l’uccisione di Don Innocenzo Lazzeri, che è stato ricordato come figura da santificare. Presenti anche Loris Barsi con signora e Renato Brunbini, autori di testimonianze raccolte sul libro Mai Più, così come Adone Beluffi e Florio Binelli ,unitamente alle loro consorti. Poiché erano presenti circa un centinaio di persone, ci scusiamo se in questo breve commento manchiamo di citare eventuali amministratori del comune di Forte dei Marmi nel caso fossero stati  presenti in sala.  La presentazione ha permesso di far conoscere anche Libera Cronaca e nei prossimi giorni vedremo con che risultato. Grazie a tutti.

PS: Sono stati raccolti 65 euro per la Chiesa di Mulina.  Con le presentazioni del libro  tenute nella chiesa di San Rocco (25 gennaio) e Villa Bertelli (24 febbraio) La casa editrice Pezzini Editore e l’autore hanno devoluto per la sistemazione della chiesa  all’incirca 150 euro. Questa comunicazione l’ha riteniamo  doverosa perché  nelle presentazioni era precisato quanto segue: “per ogni copia venduta saranno donati 5 euro a favore della Chiesa di Mulina di Stazzema”.   

Giuseppe Vezzoni. Addì 25.2.2014 

Cantera’ il gracchio o il cigno?Cave, i 24.2.2014 002

Apuane_ Il piano paesaggistico  a tutela delle Apuane di competenza dell’Assessorato all’Urbanistica della Regione Toscana, se da un lato suscita qualche comprensibile preoccupazione, dall’altro, nell’ipotesi di una possibile dismissione di alcune cave, dovrebbe aguzzare l’ingegno dei residenti immaginando di mettere in campo attività economiche alternative.

Purtroppo si deve notare che la commercializzazione del marmo è circoscritta precipuamente alla vendita dei blocchi tout court per essere poi lavorati in loco dai Paesi acquirenti a tutto danno dei nostri laboratori e dunque, parlare di indotto è assai improprio o quanto meno riduttivo.Cave, i 24.2.2014 001

L’effetto di un prodotto di alta remunerazione, che assicura anche al semplice cavatore un ottimo salario per non parlare, ad esempio, dei soci di cooperative in salute, abituati a godere di cospicui dividendi lavorando, sia pure per forza maggiore, soltanto nei mesi di bella stagione, spiega il disappunto della categoria anche al solo ventilare del progetto di dismissione delle cave.

Ma non può essere questa una ragione sufficiente per avallare e giustificare il degrado paesaggistico della montagna Apuo-Versiliese: una mela vuota ricoperta da una buccia sempre più sottile.

Il saggio, solerte e industre popolo della Garfagnana può indicare esemplarmente alcune soluzioni alternative di lavoro.

Valorizzare intanto il turismo che prospera quanto più si protegge l’ambiente, incentivare investimenti e finanziamenti a favore di chi intende operare nel settore alberghiero, come in quello della ristorazione e dell’agriturismo, sostenere, anche mediante finanziamenti della Comunità Europea, iniziative turistiche già avviate che languono per scarsezza di professionalità e penuria di mezzi.

Riscoprire antiche attività che nell’attuale contesto e con l’ausilio di nuove conoscenze e tecnologie, potrebbero creare lavoro e benessere. Mi riferisco alle produzioni agro – alimentari e lattiero casearie legate all’allevamento del bestiame e alla pastorizia magari in consociazioni cooperativistiche contando anche nel sostegno regionale già del resto annunciato e diffuso dagli organi di stampa.

La esclusiva attività estrattiva che tradizionalmente caratterizza il territorio Apuo – Versiliese non solo nuoce al paesaggio alto della montagna ma ha altresì imbarbarito selve, boschi e appezzamenti coltivabili lasciati in balia delle sterpaglie.

Ma i terreni, i boschi e le selve opportunamente dissodati e coltivati fornirebbero tutt’ora quelle derrate che un tempo sfamarono intere generazioni e che oggi, proprio per le loro caratteristiche di genuinità e rarità, risulterebbero sicuramente apprezzate e ben remunerate.

C’è da augurarsi che il ricorrente refrain che paventa la dismissione delle cave cantato dalle autorità regionali e amplificato dagli Enti ambientalistici, non produca l’effetto contrario rispetto ai progetti e alle aspettative dei Tutori dell’Ambiente creando quello stato di fibrillazione simile a chi, avvertito dalle crepe e temendo un terremoto, arraffa da casa – alias dalle cave – quanto più e meglio può.

Oriente Angeli-addì 23.2.2014

 

 

Progetto recupero ex cava di Tiglieta

 

Stazzema_  Il consigliere Gian Piero Lorenzoni ha scritto al Sindaco di Stazzema. all’Assessore alle Attività Estrattive, al responsabile dell’Ufficio Cave e per conoscenza al Responsabile del procedimento di VIA presso il Parco delle Alpi Apuane in merito al recupero dell’ex cava di Tiglieta.

Il Parco delle Alpi Apuane, in sede di esame del procedimento di rilascio della pronuncia di compatibilità ambientale sul progetto in oggetto, chiedeva, secondo le indicazioni dettate dalla commissione tecnica dei nulla osta e di valutazione di incidenza, una specifica attestazione rilasciata dal sindaco di Stazzema dalla quale si potesse evincere il parere favorevole dell’Amministrazione comunale sul progetto in questione e che lo stesso non fosse in contrasto con gli strumenti di pianificazione comunale vigenti.

Il responsabile del procedimento VIA del Parco assegnava 30 giorni di tempo, a far data dal 19.11.2013, per ottemperare a quanto richiesto.

Visto che il termine assegnato è abbondantemente superato vorrei sapere se la suddetta attestazione è stata trasmessa al Parco e nel caso, sin da ora ne chiedo una copia. Inoltre chiedo se l’Amministrazione comunale ha avuto modo di accertare la disponibilità del mappale 42 del foglio 35 in capo ai proponenti il progetto di recupero della ex cava Tiglieta e sul quale insiste il medesimo progetto.

Consigliere Gian Piero Lorenzoni- addì 24.2.2014

Governo, sen. Petraglia (SEL): “Stupiti da Renzi, nessun contenuto dietro agli dietro agli slogan”

“Abbiamo ascoltato con attenzione l’intervento al Senato di Matteo Renzi. Un vera con-fusione di ruoli: ora sindaco, ora segretario del Pd (per infondere orgoglio o calma al proprio gruppo parlamentare), ora Presidente del Consiglio. Non siamo stati stupiti dallo slang renziano, che conosciamo bene, ma dalla assoluta mancanza di contenuti dietro i pochi titoli e slogan”.

Lo afferma la senatrice fiorentina di Sinistra Ecologia e Libertà Alessia Petraglia.

“Non abbiamo sentito niente di concreto (o niente e basta) su evasione, criminalità organizzata, lavoro, Sud – prosegue la senatrice – Nessuna parola su quali politiche industriali per le grandi imprese, per la Fiat, ad esempio, o per far rimanere Ansaldo Breda in Finmeccanica senza svendere ai privati. Le privatizzazioni non hanno portato benefici al Paese, ma solo licenziamenti e povertà: e il caso in controtendenza del Nuovo Pignone è avvenuto un’era (economica) fa, difficilmente ripetibile. Non abbiamo sentito nessuna discontinuità con le politiche liberiste di questi anni, come persino il moderato Pse di Martin Schultz chiede, non abbiamo sentito nessun cambiamento radicale”.

“Renzi – dice ancora la senatrice – ha detto che le regole del gioco si scrivono insieme, ma dobbiamo prendere atto che il presidente incaricato ha deciso di rifare le regole solo con una delle opposizioni (cioè quella che lo appoggerà, di fatto, con un sostegno esterno) in barba ad ogni idea di democrazia. Il paese reale, che conosciamo bene perché frequentiamo i luoghi di lavoro, i mercati, le piazze, ci chiede velocemente importanti riforme sociali per i giovani, ma sopratutto per tutti coloro che hanno perso un lavoro. Per questo, c’è solo la speranza che arrivi presto un governo del cambiamento. Quello vero”.

Roma, 24 febbraio 2014

Comunicato Ufficio Stampa SEL Toscana

Cefisi: Una proposta coerente con gli storici valori socialisti- Pse. Definito il manifesto per le elezioni europee

L’Ufficio di Presidenza del PSE, presente Luca Cefisi in rappresentanza del Partito Socialista Italiano, si è riunito a Bruxelles ieri per definire la proposta di Manifesto del partito per le elezioni europee del 2014. I dieci punti del manifesto, che sarà ufficialmente approvato dal Congresso del Pse di Roma il 1 marzo, fissano gli impegni per i prossimi cinque anni se vi sarà una maggioranza socialista e socialdemocratica al Parlamento europeo e alla Commissione.
Per Il Presidente del PSE Sergei Stanishev, che si dice ottimista in vista della campagna elettorale: “Questo manifesto è ciò che i cittadini europei ci hanno chiesto, una nuova visione per l’Unione Europea. Ci siamo costantemente opposti al programma della Commissione Barroso degli ultimi dieci anni perchè per rispondere alla crisi economica si è provocato una crisi sociale. Noi proponiamo un grande cambiamento. Con il nostro programma  ci proponiamo di dare una nuova direzione al Parlamento europeo e alla Commissione realizzando le richieste dei cittadini europei affinchè vi sia meno burocrazia, più posti di lavoro e un sistema finanziario più equo “.

Per Luca Cefisi “il Manifesto è la proposta politica del PSE, e speriamo che venga valutato anche in Italia sopratutto per i suoi contenuti, che sono quelli dello sviluppo economico, dello stato sociale, dei diritti e dell’ambiente. Una proposta del tutto coerente con i valori storici socialisti, ma che è convincente per tutti i riformisti, democratici e progressisti, comunque vogliano definirsi, mettendo finalmente da parte le discussioni meramente nominalistiche”.  

Da Gabriele Martinelli del PSI di Lucca –addì 23.2.2014

Da www.partitosocialista.it

Democratica, solidale: l’Europa giusta. Mercoledì, a Firenze, un incontro per parlare del futuro del nostro continente

Intervengono il filosofo francese Yves Charles Zarka, il giornalista e dirigente di Syriza Argiris Panagopoulos, la scrittrice Cecilia D’Elia

Rifare l’Europa, costruire insieme l’Europa giusta: un’Europa democratica, solidale, una comunità vera di cittadine e cittadini, un’alternativa a facili semplificazioni e populismi di ogni segno. Un’Europa che metta al centro le persone, la tutela e la promozione dei diritti, della cultura, un’Europa guidata non dalle regole del mercato, ma da quelle della democrazia. Di questo si parlerà a Firenze mercoledì 26 febbraio, a partire dalle 21, presso la SMS di Rifredi (Chalet, via Vittorio Emanuele 303) nell’incontro promosso da SEL Firenze in vista delle elezioni europee del prossimo mese di maggio.

All’incontro, moderato dalla coordinatrice del circolo SEL Q5 Luisa Simonutti, prenderanno parte il filosofo e saggista francese Yves Charles Zarka, docente alla Sorbona di Parigi e direttore della rivista Cités, Argiris Panagopoulos giornalista de “Il Manifesto”, dirigente di Syriza e promotore della Lista Tsipras in Italia e in altri paesi europei, e Cecilia D’Elia, già assessore alla cultura della Provincia di Roma, scrittrice e membro del coordinamento nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà.

“Si tratta di un’iniziativa importante per confrontarsi circa le idee d’Europa e sull’Europa di domani – spiega Luisa Simonutti – ma sarà anche l’occasione per ascoltare dalla viva voce di due interlocutori di grande spessore come Zarka e Panagopoulos che cosa sta accadendo in questi mesi in Francia e in Grecia. L’Europa economica e la forza dei mercati hanno limitato in forma perversa la capacità politica degli Stati, riducendoli da artefici di una costruzione politica collettiva, di un’Europa democratica e solidale, in Stati debitori. L’aver rinchiuso Grecia, Italia, Spagna dentro questa gabbia li ha resi più impegnati nel salvataggio delle banche che nel promuovere la salute, l’istruzione e il benessere economico di tutti i loro cittadini”.

“Le conseguenze di questo – prosegue Simonutti – sono evidenti nella disarticolazione quotidiana della democrazia in Europa e, in Italia, nella disperazione di tantissimi lavoratori, piccoli imprenditori, nella incapacità della politica di dare un futuro ai giovani, ai quali viene tolto l’orizzonte della speranza, la convinzione della importanza del proprio ruolo sociale, costringendoli alla fuga all’estero. Porre le basi per una nuova Europa, democratica, solidale, è un compito dal quale non possiamo sottrarci”.

Firenze, 24 febbraio 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

 

Frana Pollaccia: il cartello di lavori per somma urgenza è stato messo! Finito anche il parcheggio in località La CroceCartello lavori Geo Alpi 24.2.2014 005

 

Stazzema_ Libera Cronaca aveva ospitato un intervento di Giuseppe Rossi  con il quale evidenziava l’assenza del cartello autorizzazioni lavori mentre era in corso il taglio delle piante da parte della maestranze della ditta Geo Alpi .  Stamani, salendo in bici a Retignano, abbiamo visto il cartello di committenza plurinterventi  per un importo complessivo di 65.573 euro. Subappaltatrice la Ditta Gianluca TommasiRetignano 24.2.2014 004

Anche il parcheggio in località La Croce, frazione di Retignano, è completamente terminato, con guardrail rivestito in legno, illuminazione, tracciatura stalli, delimitazione area e posto riservato ai differentemente abili. undici posti auto, comprensivo dello stallo riservato. Proprio un bell’ intervento, effettuato con tutti i crismi della funzionalista e del rispetto dell’immagine paesaggistica.

Giuseppe Vezzoni-addì 24.2.2014

Carnevale Seravezzino ed eventi connessiDSCN6159

Seravezza_ L’Associazione Turistica Pro Loco Seravezza comunica che domenica 2 Marzo  si terrà l’ultimo corso del Carnevale dei Piccoli nel centro storico cittadino. Oltre alle mascherate e ai carri allegorici si esibiranno nuovamente la Filarmonica di Riomagno e la Malatucada, la  coinvolgente band di percussioni afro-brasiliane. Si ricorda che  l’ingresso è gratuito e che l’inizio delle sfilate è alle ore 14.30. Si ricorda, inoltre, che il 4 Marzo 2014, alle ore 21.00  a Seravezza presso le Scuderie Granducali  si terrà la Canzonetta del Carnevale. Nell’occasione verrà effettuata la premiazione del Concorso Carnevale in vetrina indetto in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, il Comitato Carnevale dei Piccoli di Seravezza e l’Associazione Pro Loco Querceta.

Comunicato Ufficio Informazioni Turistiche di Seravezza- addì 24.2.2014

Restauro colombario don Fiore Menguzzo e famigliari

Pisa_ Gent.mo Signor Vezzoni, la informo che la mia Amministrazione si è attivata per tutte le verifiche necessarie per il restauro della tomba di Don Fiore Menguzzo che se non vi saranno ostacoli insormontabili potrebbe concludersi entro il prossimo 10 agosto. Cordiali saluti.

Presentazione libro Mai Più a Villa BertelliAccanto alla divisa del sergente mag. Guerrino Guerrini  morto sul Don 001

 

Trento_ Caro Beppe, stai andando fortissimo. Dopo tanto lavoro un’altra bella soddisfazione. Congratulazioni .

Sandro Schmid e l’Anpi del Trentino-addì 24.2.2014

 

EVENTI IN PROGRAMMA IN ALTA VERSILIA

DAL 24 FEBBRAIO AL 2 MARZO

 

MERCOLEDÌ 26 FEBBRAIO: Decori Medicei – Mini percorso di decoro sotto cristallina su ceramica. Dove: presso l’Aula Didattica del Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo – Seravezza. Ultimo di 4 incontri di due ore ciascuno (16.30-18.30). Costo: € 80,00, comprensivo di piccoli manufatti in ceramica e il materiale necessario per la loro decorazione. Per ulteriori informazioni: tel. 0584-756046. E-mail: segreteria@terremedicee.it. A cura di Antonio Giannecchini.

GIOVEDÌ 27, VENERDÌ 28 E SABATO 1 MARZO:  57° Festival del Miccio Canterino – Presenta le tre serate Sara Chiarei. Gli ospiti saranno invece: Carmine Faraco, detto anche “Pekké?” giovedì 27 febbraio ed Enrico Rosteni, venerdì 28. Tanti i cantanti noti: Giò di Tonno, Povia e Bianca Atzei solo per citarne alcuni. Dove: al Palasport di Forte dei Marmi, ore 21.00. Per ulteriori informazioni: Associazione Pro Loco Querceta, tel. 0584-760871. Email: info@prolocoquerceta.it.

DA VENERDÌ 28 FEBBRAIO A DOMENICA 9 MARZO: Paesaggio rivelato: indagine visiva sul paesaggio naturale di Marian Vanzetto. Ingresso gratuito. Dove: Teatro Scuderie Granducali, Seravezza. Orario: dal giovedì al sabato: 15.00-19.00; domenica: 10.00-19.00. Inaugurazione: venerdì 28 febbraio alle ore 18.00.

SABATO 1 MARZO: La Pentolaccia di Carnevale – Dove: ad Azzano, comune di Seravezza. DOMENICA 2 MARZO:  Alta Versilia. Gustando il cammino, gli Erbi e il Miele. Per Info: 338-1399107 / 349-2828994. Escursione a cura di Apuantrek.

… PROSSIMAMENTE:

Martedì 4 marzo: La Musica Del Carnevale – Teatro Scuderie Granducali, ore 1.00manifesto 4 marzo

Giovedì 6 marzo: La Bottega del Teatro – Km 0 – Teatro Scuderie Granducali, ore 21.15.

PROSEGUONO:

Tutti i sabati: Laboratori Invernali a Palazzo Mediceo: laboratori artistici per bambini da 4 ad 11 anni. Dove: a Seravezza, presso Palazzo Mediceo. Orario: dalle ore 17.00 alle ore 19.00. Costo: € 6,00. È gradita la prenotazione. Per info e prenotazioni: 339-8806229 o 349-1803349. A cura di Galatea Versilia.

Fino al al 6 aprile: Esercizi di fotografia. Mostra degli allievi del corso a cura di Marian Vanzetto tenutosi nel 2013. Dove: presso Il Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo a Seravezza. Quando: dal giovedì al sabato dalle 15.00

alle 19.00; la domenica: 10.00-19.00.

Fino al 21 aprile: Seravezza Fotografia – Frank Horvart: House with fifteen keys. Retrospettiva che racconta 70 anni di attività fotografica del grande maestro nato nel 1928 in Italia ad Abbazia, oggi cittadina croata con il nome di Opatija. Fotografie di reportage, moda, ritratto, paesaggio e fotografia di strada sono sapientemente raccolte e riconsiderate dall’autore in un’esposizione di duecentonovanta fotografie suddivise in 15 chiavi di lettura non mancano all’interno di questa raccolta anche estrapolazioni da progetti fotografici personali realizzati dagli anni ’80 ad oggi. Dove: a Seravezza, Palazzo Mediceo, da giovedì a sabato dalle 15.00 alle 19.00; domenica e festivi: 10.00-19.00. Per il programma completo di Seravezza Fotografia 2014 consultare il sito http://www.seravezzafotografia.it.

MERCATI:

Lunedì 24 febbraio: mercato settimanale a Seravezza, piazza Carducci. Orario: 9.00-13.00

Martedì 25 febbraio: mercato Contadino. Dove: Querceta, Piazza Pellegrini. Orario: 8.00-13.00.

Giovedì 27 febbraio: mercato di Campagna Amica – mercato di prodotti a km zero. Dove: Pozzi (Seravezza), piazza Fratelli Cervi. Orario: 8.00-13.00.

Sabato 1 marzo: mercato settimanale a Querceta, Piazza Matteotti. Orario: 8.00- 13.00.

Domenica 2 marzo:Mercatino del Baratto: la Pubblica Assistenza di Minazzana organizza uno spazio dotato di tavoloni all’aperto ( e se piove al chiuso): È un’occasione per dare nuova vita ad oggetti che non usiamo più, che altrimenti andrebbero buttati o sprecati, scambiandoli con altri di cui abbiamo bisogno. Dove: a

Minazzana, comune di Seravezza. Orario: dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Per informazioni: Walter, 320-3562216.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Comunicazione di Libera Cronaca  1231 addì 23.2.2014

La Libera Cronaca 1232 sarà postata domani sera, dopo la presentazione della seconda edizione del libro Mai Più. Dal Don a Sant’Anna di Stazzema che si terrà domani, lunedì 24 febbraio alle 17,30 a Villa Bertelli. La presentazione è patrocinata dal Comune di Forte dei Marmi e dal Circolo culturale Il Magazzino.

Questa nota ci serve per annunciare il pezzo “Canterà il gracchio o il cigno” con cui domani apriremo Libera Cronaca. Lo scritto. di  Oriente  Angeli, è una riflessione che consegue alle problematiche  sorte a seguito del Piano Paesaggistico regionale.

Abbiamo deciso di non postare stasera Libera Cronaca n. 1232  anche perché crediamo che la n. 1231 abbia ancora necessità di essere compiutamente letta visto e considerato che il lunedì è il giorno settimanale in cui si verifica  il maggior  numero di contatti.

Non certo secondario il fatto  di aver sentito il bisogno di tirare il fiato dopo mesi e mesi in cui anche le domeniche erano occupate a stendere i testi di due libri.

Proprio per questo non potremmo essere stati  attenti a puntinare qualche passaggio che poteva essere o era offensivo. Se ciò è avvenuto,  sicuramente è dipeso per stanchezza. Tuttavia ce ne assumiamo completa responsabilità ma vogliamo ricordare che si può replicare o chiedere di puntinare un passaggio offensivo.

L’abbiamo scritto e riscritto che Libera Cronaca non è pretestuosamente contro qualcuno ma non intende fare sconti né modificare  la linea di porsi tendenzialmente critica contro chi governa e amministra.

Chi scrive non può stare dalla parte di chi comanda, altrimenti fa il velinista. Detto ciò non può  però offendere  né consentire di farlo per interposta persona.

Il blog non è face book ed è bene ricordare che il responsabile è colui che è titolare del blog e posta i pezzi.

Tuttavia qualcosa può sfuggire e la richiesta di rimuovere eventuali passaggi è lecita e non troverà certo la nostra insensibilità ad ottemperare, qualora sussistono i rilievi,  a quanto eventualmente ci venisse o verrà richiesto

Ma oggi siamo andati a verificare il tratto dell’Aurelia, dal Centoquincici al semaforo per Pozzi,  quei quasi quattro chilometri di manto asfaltato  disastrato su cui è intervenuto il signor Roberto Roni. (Vedere Libera Cronaca n. 1231). Effettivamente la situazione presenta molte buche e avvallamenti. I punti peggiori nel tratto che va dal bivio per il Cimitero e Vittoria Apuana fino al semaforo per Pozzi. Le lamentele dei cittadini sono più che fondate  così come la denuncia della possibilità di danneggiamento mezzi e aumento  del rischio di cadute per mezzi a due ruote .

Nel pomeriggio siamo andati  a fare una passeggiata nel tratto  di sentiero in via di sistemazione per il Santuario della Madonnina che l’Unione dei Comuni  ha finanziato. Un sentiero che dal Martinetto riporterà nel cuore dell’agro marmifero delle Buche del Piastraio, a contatto di un luogo che fa parte della storia del marmo. Se l’obbiettivo principale è il recupero dell’antica via dei pellegrinaggi al Santuario della Madonna del Bell’Amore (Santuario del Piastraio o della Madonnina), quello subordinato, portare i visitatori nel cuore della breccia Medicea, non è certo secondario. Con questo ripristino si apre nella valle del Torrente Mulina un anello sentieristico di grande rilievo. Il problema è la manutenzione che si potrà assicurare a questi percorsi per tenerli percorribili e se per essa si troveranno le risorse pubbliche adeguate e manodopera acciocché l’intervento di recupero non perda col tempo tutto quanto è stato compiuto.

Giuseppe Vezzoni-addì 23.2.2014      

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...