Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1205 del 22 e 23 gennaio 2014

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1205 del 22 e 23  gennaio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

I sacrifici vanno fatti tutti insieme

1205

CHIUSURA ISTITUTO COMPRENSIVO PONTESTAZZEMESE

GIOVEDI’ 23 E VENERDI’ 24 GENNAIO 2014

SI COMUNICA CHE, IN SEGUITO ALL’ORDINANZA EMESSA DAL SINDACO DI STAZZEMA, Dott. Ing. MICHELE SILICANI, E’ STATA DISPOSTA LA CHIUSURA DI TUTTE LE ATTIVITA’ SCOLASTICHE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “MARTIRI DI SANT’ANNA” PER I GIORNI DI  GIOVEDI’ 23 E VENERDI’  24 GENNAIO 2014.

LE ATTIVITA’ SCOLASTICHE RIPRENDERANNO REGOLARMENTE LUNEDI’ 27 GENNAIO 2014.

 

Stazzema, 22 gennaio 2014

Mancano i soldi per pagare i cassaintegrati o per la difesa del suolo  ma i premi ai funzionari e il bengodi dei politici non finisce

E’ una vergogna  a cui manca l’aggettivazione giusta dover assistere al fatto che mancano i soldi per i cassaintegrati, si fanno fallire le aziende,  si mettono sulla strada le famiglie dei dipendenti che hanno lavorato ad  opere pubbliche  e poi essere crocifissi  dal fatto che spuntano magicamente  soldi per rimborsi spese,  per premi di risultato  il cui risultato è spesso e più che spesso lo sfascio dei bilanci delle famiglie meno abbienti. Soldi a gogò per contratti di cui non si sa neppure lo scopo se non quello di foraggiare uomini di partito,  di funzionari  pubblici e di partito di ogni ordine e grado.  E spesso a macchiarsi di questo ignobile comportamento, che sfregia ogni residua considerazione di democrazia che ancora rimane, sono esponenti della veramente sinistra   politica post-comunista che sta sbiadendo come ladri di polli gli aberrati socialisti, tanto che gli accordi pentapartito sul camper non sono nulla se confrontati con quanto è avvenuto  il 28 aprile scorso e quanto potrebbe avvenire. Basta  succhiare il sangue al popolo italiano, basta con gente che pensa che sia democratico contrabbandare il 53% della rappresentabilità ad un 20 – 25% dei voti  eventualmente raccolti con la nuova vecchia legge elettorale targata Renzi – Berlusconi. Questa è  pre – dittatura partitocratica, signori! Qui c’è gente che para il sacco a chi continua a rubare il presente e il domani ai giovani e accorcia la vita ai vecchi, oberandoli  di sacrifici e depauperando le già misere pensioni. Noi in questi giorni abbiamo responsabilmente  tenuto la bocca chiusa ma non il cervello. Qualcuno però eviti di guardare i tubolari della bici  al posto di altre cose, come  è successo l’altra mattina.

Giuseppe Vezzoni-addì 22.1.2014

2014, l’anno della svolta, ma Confcommercio lo rivolta

Il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, rivolta l’anno della svolta: quello dell’atterramento del governo Letta tra le luci di Manhattan, evitando così di precipitare nell’oceano. Ma dall’aereo, e di questo non si tiene di conto, sono stati scaricati in mare milioni di italiani, soprattutto giovani, operai e pensionati mille euro.  La disanima  del presidente Sangalli è questa ; disoccupazione che aumenta, consumi al palo, pressione fiscale alle stelle.  Confcommercio prefigura per il 2014 uno scenario economico non certo migliore del 2013 e rivede le previsioni del Pil al ribasso: un +0,3% invece del + 7%, con  una previsione di un calo dei consumi dello – 0,2% ed una pressione fiscale record che toccherà il 44,2%.

Il debito pubblico nel  terzo trimestre è passato da 2076,371 mdl a 2068,722, calando dell’ 0,4 punti.

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi-addì 22.1.2014

Grande, il deputato del Pd Roberto Giachetti: approva la bozza della legge elettorale italicum, sosia del porcellum contro cui ha fatto la fame!

Ma il più forte è il deputato del Pd Roberto Giachetti. Ha fatto 200 scioperi della fame contro il Porcellum e per RIPRISTINARE LE PREFERENZE con tanto di telecamere , di giornalisti ed altro e  alla passata Direzione del Pd che fa? Vota per le liste bloccate. Un grande .

Gabriele Martinelli, socialista di Lucca-addì 22.1.2014

Maltempo, on. Nardi (SEL): “Bollettino di guerra inaccettabile. Il Governo lanci un grande piano di messa in sicurezza del territorio”

“Il Governo si faccia carico di un grande piano di messa in sicurezza del territorio e affianchi gli Enti locali nella prevenzione e nella definizione di strategie di lungo periodo. L’emergenza che in queste ore sta mettendo in ginocchio molti territori dell’Alta Toscana richiede interventi immediati: non possiamo rassegnarci alla conta dei danni dopo ogni ondata di maltempo che colpisce la nostra regione”.

Lo dichiara la deputata di Sinistra Ecologia e Libertà Martina Nardi.

“A Seravezza – prosegue la parlamentare – è stata sfiorata una tragedia che poteva avere conseguenze ben più gravi dei danni materiali causati dalla frana che si è abbattuta sulle abitazioni, per puro caso senza coinvolgere persone. Ma, in tutta la zona, sono tante le località che in queste ore devono fare i conti con difficoltà e disagi immani, a causa di frane, crolli e infrastrutture pubbliche inagibili. Un bollettino di guerra inaccettabile che richiede alla politica provvedimenti immediati e lungimiranti”.

“Da tempo, Sinistra Ecologia e Libertà chiede un grande piano di messa in sicurezza del territorio, l’unica grande opera necessaria al nostro Paese, segnato, da nord a sud, da una grande fragilità idrogeologica, figlia della speculazione edilizia, dell’incuria, di un rapporto sbagliato con il territorio. Non possiamo lasciare ai soli Enti locali l’onere di fronteggiare l’emergenza con risorse sempre più ristrette ed inadeguate, ma occorre una risposta di sistema, ampia, condivisa, coordinata. Un complesso di opere utili sostenute da fondi pubblici, capaci di contribuire al rilancio dell’economia e, soprattutto, di porre fine al susseguirsi di disastri quasi sempre evitabili”.

Firenze, 22 gennaio 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

Il vicesindaco Verona dia risposte su quanto gli viene richiesto

Stazzema_ Il vicesindaco asserisce che il suo obiettivo non è quello di rispondere a chi non propone niente e questo delinea perfettamente il suo modo di intendere il mandato. Un amministratore deve sempre dare risposte, a tutti, anche a quelli che lo criticano o a quelli dell’opposizione, anzi, a questi a maggior ragione. Quando si hanno le carte in regola non si hanno problemi a rispondere, anzi, questo diventa un punto di forza e si può utilizzare questa forza per mettere a tacere gli oppositori. Qui invece siamo di fronte ad amministratori che sanno solo elogiarsi, dire quanto sono bravi, quante belle cose sanno fare ma se trovano una domandina che crea un problemino ci si nasconde dietro queste frasi fatte da consumati politicanti. Sarà bene che gli amici lettori analizzino bene la pretesa: non dare risposte vuol dire semplicemente che non si sa cosa rispondere. Ma che senso ha questo abbiamo sempre agito con correttezza? E che fine fa la famosa trasparenza se su certi argomenti il Comune rifiuta di dare spiegazioni? Per quel che riguarda facebook, caro sig. Verona, lei ne fa un uso molto disinvolto tanto che mi chiedo dove trova il tempo per tener dietro a tutto. Lo utilizza per propagandare le sue mirabolanti azioni, per convincere i suoi amici della giustezza delle decisioni che prende, il guaio è che lo stesso strumento lo usano anche altri e magari capita che questi altri scoprano qualche altarino. Così van le cose. E’ molto difficile saper fare sia le pentole che i coperchi e così si vengono a sapere, in modo del tutto casuale, cose che lei ed i suoi non sapete spiegare o che vorreste trascinare istantaneamente nell’oblio. Si dia pace, la gente è in grado di capire da sola chi è bravo e chi no, chi la racconta giusta e chi la mena, chi vende merce buona e chi vende  fumo,  parlar bene di se stessi fa sempre una brutta impressione.

A proposito, che mi sa dire del patio provvisorio di Levigliani? Non sarà mica che, nonostante l’ordinanza di demolizione, state cercando di mantenerlo in piedi?

Consigliere Baldino Stagi-addì 20.1.2014

Teatro di Seravezza: venerdì 24 gennaio l’energia musicale  di Bobo Rondelli con l’OrchestrinoBoboRondelliOrchestrino

Seravezza_ Al Teatro Scuderie Granducali di Seravezza (Lu), venerdì 24 gennaio alle ore 21.15 arriva Bobo Rondelli con la piccola band l’Orchestrino. Un altro appuntamento da tutto esaurito che certifica una stagione a gonfie vele per cartellone teatrale 2013 / 2014 di Seravezza intitolato “Seravezza col cuore”, organizzato dalla Fondazione Terre Medicee insieme all’assessorato alla cultura del Comune di Seravezza con la direzione artistica di Elisabetta Salvatori. Dopo aver archiviato ma non del tutto i panni del cantautore malinconico e strapazzato dalla vita, il livornese Bobo Rondelli, una delle personalità più irrequiete, sconsiderate  e geniali del panorama musicale italiano, si diverte tornando ai suoi amori di gioventù accompagnato dall’Orchestrino. Una band molto attiva sulla scena jazzistica nazionale guidata dal russo ma ormai livornese d’adozione, Dimitri Grechi Espinoza (sax alto e tenore) insieme a Beppe Scardino (sax baritono), Filippo Ceccarini (tromba), Tony Cattano (trombone), Daniele Paoletti (rullante) e Simone Padovani (cassa) con l’aggiunta di Fabio Marchiori (melodica). Con loro il cantautore livornese ha registrato il suo ultimo album “A Famous Local Singer” uscito per Ponderosa Music&Art più ritmico e meno intimista dei precedenti. Un  progetto brass&roll in cui Bobo Rondelli con la sua forza comunicativa incrocia il blues, lo swing, il jazz, i ritmi afro-cubani, la canzone popolare italiana dal sapore retrò, i suoni di una marching band. Nello spettacolo di venerdì sera alle Scuderie Granducali Rondelli presenterà nuovi brani, i suoi cavalli di battaglia, cover di note canzoni del passato in cui Rondelli con la sua voce dai mille timbri e la sua dirompente forza comunicativa incrocia il blues, lo swing, il jazz, i ritmi afro-cubani, la canzone popolare italiana dal sapore retrò. Tutti i suoni di una banda in un concerto che si prospetta energetico ritmico scanzonato e che farà danzare corpi e anime. Il Teatro Scuderie Granducali è in via L. Amadei 230, già Via del Palazzo a Seravezza. Il servizio biglietteria ( dove si possono acquistare biglietti per tutti gli spettacoli del cartellone teatrale) è attivo presso  la segreteria della Fondazione nel Palazzo Mediceo adiacente al teatro, dalle ore 10.00 alle 14.00 del martedì e giovedì, costo del biglietto da 16 a 8 euro secondo il settore.

NB: Si informa anche che lo spettacolo di Giobbe Covatta “Non sono Angela” ha subito un cambiamento di data, non più il 26 marzo ma andrà in scena sabato 29 marzo sempre alle 21.15.

Per informazioni: tel. 0584 757443, www.terremedicee.it  I nuovi abbonamenti e l’acquisto dei singoli biglietti può essere fatto anche on-line su www.bookingshow.com o presso i rivenditori autorizzati: Versilia Vacanze a Lido di Camaiore o Fantasy world Viaggi a Ripa di Seravezza.

Seravezza, 22 gennaio 2014

Ufficio stampa Fondazione Terre Medicee, agenzia  ILogo  Fabrizio Lucarini, mobile 3407612178 / Chiara Mercatanti, mobile 3479778005, e- mail: press@ilogo.it

Il Giorno della Memoria sabato a Mulina di Stazzema

Locandina vezzoni 2014

Stazzema_ Il Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema, in occasione del Giorno della Memoria 2014, promuoverà, sabato 25 gennaio, alle ore 17, la presentazione della seconda edizione del libro Mai Più. Dal Don a Sant’Anna di Stazzema. La presentazione avverrà nella Chiesa di San Rocco di Mulina di Stazzema subito dopo la Santa Messa a suffragio dei militari italiani caduti in guerra, con particolare intenzione rivolta ai prigionieri di guerra e agli internati militari italiani  che non ritornarono alle loro famiglie dai gulag sovietici e dai lager nazisti e con un ricordo speciale per coloro che nel prosieguo della loro vita hanno patito conseguenze fisiche e psiche da queste durissime e criminali prigionie. La Santa Messa, alle 16, sarà celebrata da Don Sergio Orsucci, Proposto dell’Unità Pastorale n. 2 della Versilia.nvito presentazione libro Mai Più 25 gennaio 2014

La presentazione del libro sarà affidata dal dott. Oriente Angeli unitamente ad Ezio Marcucci, che farà anche da moderatore, e al prof. Paolo Verona, curatore della seconda edizione. Saranno presenti anche l’autore Giuseppe Vezzoni e la casa editrice Pezzini Editore di Viareggio.  Sul tavolo di presentazione sarà esposta  la coperta di un militare della Divisione Buffalo, caduto tra il 15 e il 19 settembre 1944 durante la sanguinosa liberazione della Brancoleria ( territorio lucchese-Media Valle) dalle truppe tedesche.  Fu consegnata a Giuseppe Vezzoni l’8 settembre scorso, dopo che il cimelio è restato conservato in un armadio di una famiglia versiliese per ben 69  anni.

La coperta fu trovata da Alemanno Carli, classe 1888,  allora residente a Gignano di Brancoli. La coperta è accompagnata da  un bigliettino scritto dalla mamma di colui che l’ha affidata a Giuseppe Vezzoni, autore del libro.  L’ultra novantenne signora scrisse  su un bigliettino poche parole  perché restassero a memoria della coperta: “coperta soldato americano (moro) morto sotto i bombardamenti a S. Ilario di Brancoli.  La coperta  è stata  offerta al Comune di Stazzema  perché  sia esposta nel Museo di Sant’Anna a ricordo del sacrificio versato dai militari di colore della Divisione Buffalo per la Liberazione dell’Italia,  specialmente della Lucchesia. Nonostante i mesi trascorsi,  l’amministrazione di Stazzema non ha ancora risposto se accettare la donazione o rinunciare ad essa.

Con l’esposizione pubblica della coperta, in occasione del Giorno della Memoria che il Gruppo Labaro onorerà sabato a Mulina, si intende unire idealmente e ricordare in un unico sacrificio il prezzo pagato alla guerra dagli alleati e dai militari italiani e riaffermare quel Mai Più che il libro di Giuseppe Vezzoni ben contestualizza nei distinti scenari bellici ma soprattutto nelle coscienze da educare alla Pace.

Per ogni copia venduta del libro saranno destinati 5 euro a favore della Chiesa di Mulina di Stazzema, il cui edificio ha molte necessità, prima fra tutte la sistemazione del tetto.
Comunicato da Giuseppe Vezzoni – Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema-addì 22.1.2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1205 del 22 e 23 gennaio 2014

  1. Baldino Stagi ha detto:

    O Giuseppe, ma quando parli dei funzionari strapagati nel tuo articolo qui sopra, non ti riferirai mica al signor segretario, no?

  2. Marina ha detto:

    Secondo me non parla solo di quello, lui è uno fra i tanti. Comunque si inizia da uno e nel piccolo non è poco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...