Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1196 del 12 e 13 gennaio 2014

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1196 del 12  e 13 gennaio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

I sacrifici vanno fatti tutti insieme

1196

La politica urla contro la sua  stessa vergogna

In questi giorni il paese che siamo diventati, quello bene comune di pochi, ha dato un’ulteriore dimostrazione de sé:  l’immagine di una vecchia bigotta che fa finta di non riconoscere il continuo tradimento del popolo sovrano

E’ miserando il comportamento della Lega che urla contro la giustizia politica e non riconosce la decisione del Tar che annulla dopo quattro anni  il risultato elettorale della Regione Piemonte perché una lista  a sostegno del candidato presidente Cota è stata presentata ricorrendo  a firme false. Fa davvero vergogna che occorrano quattro anni per azzerare un governo regionale e che rappresentanti istituzionali non riconoscano l’illegalità del ricorso a firme false per presentare una lista. Se ci sono state firme false, la posizione di Cota è insostenibile, anche se tale lista, quella dei pensionati per Cota presentata da Michele Giovine, come numeri portati non avrebbe – a sentire il governatore e i leghisti- modificato il risultato. Una lista che si presenta con firme false e che faceva riferimento al candidato Cota altera già di per sé il voto ed è un germe illecito di cui il presidente Cota dovrebbe sentirne la responsabilità politica e  trarne le conseguenti decisioni, al di là della pronuncia che dovrà dare il Consiglio di Stato.

Le tangenti sulla ricostruzione dell’Aquila sono un crimine contro l’umanità e non si venga a parlare di tradimento. Si sapeva che sulla ricostruzione della città c’era la famelica voglia dei dracula politici, economici e  istituzionali di succhiare il sangue alla gente che il terremoto ha posto in una situazione disperata. Non aver impedito l’ennesimo scandalo di questo paese bene comune di pochi è una gravissima colpa politica e istituzionale. C’è poco da girarci intorno. Le tangenti dell’Aquila dimostrano che non solo i socialisti erano avvezzi a questo “giochetto indegno e criminale, perché toglie risorse  e allunga il tempo per ridare una parvenza di normalità a  tanti cittadini  terremotati che nella loro aspettativa di vita che rimane loro è quasi certo che non l’avrebbero avuta anche se  la ricostruzione non fosse stata  oberata dal divoramento di una percentuale dei fondi , peraltro già insufficienti.  Il sindaco Caliente si è dimesso riconoscendo la sua responsabilità politica di quanto è accaduto e si è scagliato contro il governo Letta, denunciando i telefoni spenti dei ministri e dei dirigenti di questo governo. Si è sentito scaricato come sindaco di una città e non come Caliente.

Siamo al 12 gennaio 2014  ed ancora non si vede nessuna modifica della legge elettorale mentre è certo che la casa di proprietà nel 2014 sarà il bancomat del gatto e della volpe, ossia del governo Letta e dei comuni. L’acronimo IUC (imposta Unica Comunale) è una pluritassazione  mascherata nonché l’onomatopeico verso del singhiozzo che segue l’abbuffata. Ma ne riparleremo, sperando per il bene di tanti italiani di scoprirci  davvero portatori  di negatività. Intanto Renzi ha detto che questo governo non può andare avanti così e che i prossimi 15 giorni saranno decisivi.

Si affaccia il quarto caso di un ministro del governo Letta nella bufera: dopo Josefa Idem, Angelino Alfano, Anna Maria Cancellieri, adesso tocca al ministro Nunzia De Girolamo a seguito di un’intercettazione con cui invitava un dirigente dell’ASL di Benevento di mandare un controllo della Guardia di Finanza per verificare la gestione di un bar ospedaliero del Sacro Cuore del Fatebenefratelli di Benevento.Un pretesto per non rinnovare il contratto al gestore ed avere mani liberi per stipulare un nuovo contratto di gestione a favore di una cugina e di uno zio? Adesso il ministro si dice disposta a rispondere in Parlamento, ma dalla stampa che c’è, eccetto il Fatto Quotidiano, sembrerebbe che tutto si riduca all’espressione vaffanculo rivolta al dirigente dell’Asl.

Qualora si dovesse appurare che la pressione del ministro era rivolta a creare una situazione che poi fosse di vantaggio ai suoi parenti, nel paese che siamo diventati non ci si accorgerebbe o perlomeno non si approfondirebbe che il vaffanculo è rivolto al popolo sovrano e non al dirigente dell’Asl perché si adoperi per determinare un controllo.

Vaffanculo davvero a questa Italia che  continua a restare bene comune di pochi.

PS: La maniera  con cui è stata intercettata Nunzia  Di Girolamo è indegna e inaccettabile ma la questione politica resta rilevante se fosse accertata la fondatezza delle accuse,nonostante la premessa. G.V.13.1.2014

Giuseppe Vezzoni-addì 12.1.2014

Dallo sportello Unione 2020 dell’Unione dei Comuni tante opportunità per imprese e giovani

Versilia_ Tante opportunità per i giovani dallo sportello dell’Unione dei Comuni della Versilia, Unione 2020. Il primo è l’avviso per la presentazione di progetti di sperimentazione delle “giovanisì factory”, un bando regionale rivolto ai giovani e alle Associazioni del terzo settore. Le giovanisì factory sono contenitori di eventi e attività in grado di richiamare in modo originale ricreativo e innovativo i giovani del territorio e promuovere attraverso questi il progetto Giovanisì. Il valore aggiunto che sarà dato dalla gestione da parte del terzo settore e del privato sociale a questi luoghi è quello di far in modo che le Factory siano dei luoghi nei quali sviluppare partecipazione, inclusione sociale cittadinanza attiva e aggregazione giovanile. Dovranno essere presentati progetti in grado di perseguire le finalità descritte sopra ed è prevista una compartecipazione da parte del soggetto titolare o capofila non inferiore a euro 5.000 e il contributo concesso è pari a 20.000 euro. La scadenza è il 7 febbraio.

Il 17 febbraio scade l’avviso per giovani per l’attuazione di linee guida su interventi sperimentali rivolti ai NEET (Not in Education, Employment or Training, che riguarda L’allineamento con i documenti adottati a livello europeo e la sperimentazione delle strategie pensate a questo stesso livello per contrastare alcuni fenomeni come la disoccupazione giovanile e l’emarginazione sociale sono elementi prioritari del progetto Giovanisì. L’obiettivo di questo bando è stimolare la costruzione di buone prassi per individuare i soggetti NEET sul territorio e accompagnarli in un percorso di crescita personale e professionale per facilitare il loro inserimento nel mondo del lavoro e della formazione.

Di sicurezza e lavoro destinato ad Imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura si occupa il bando nazionale INAIL ISI-2013: l’Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Sono resi disponibili 307,359 milioni di euro con il bando Isi 2013. Il contributo, pari al 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro, viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto. Le imprese, previa registrazione sul portale Inail, hanno a disposizione una procedura informatica per l’inserimento guidato della domanda di contributo con le modalità indicate negli Avvisi regionali, attraverso semplici passaggi operativi. Scadenza: 31 gennaio.
‘La Commissione europea’
, commenta il presidente dell’Unione dei Comuni della Versilia, Maurizio Verona, ‘ha rafforzato il ruolo dei Partner nella pianificazione della spesa per i fondi strutturali e di investimento con una serie comune di norme destinate a migliorare la consultazione, la partecipazione e il dialogo con i partner (autorità regionali, locali, cittadine e altre autorità pubbliche, sindacati, datori di lavoro, organizzazioni non governative e organismi di promozione dell’inclusione sociale, della parità di genere e della non discriminazione) nelle fasi di pianificazione, attuazione, sorveglianza e valutazione dei progetti finanziati dai Fondi strutturali e d’investimento europei (Fondi ESI). Tali Fondi comprendono il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il Fondo sociale europeo (FSE), il Fondo di coesione (FC), il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP). L’Unione dei comuni attraverso i suoi sportelli attivi a Seravezza al Palazzo Mediceo, a Massarosa e a Camaiore nelle sedi dei Comuni, fornisce assistenza alle amministrazioni, alle imprese e ai giovani per sfruttare tante opportunità che aspettano di essere colte’ .

Comunicato inviato da Michele Morabito-addì 11.1.2013

Volume su don Fiore Menguzzo, medaglia d’oro al merito civile.

Stazzema- Castello Tesino_ La firma del Patto di Amicizia, sottoscritta dai Comuni interessati alla vicenda di don Fiore Menguzzo e della sua famiglia, concretizzata lo scorso 11 agosto, successiva al Convegno del gennaio 2012 a Castello Tesino, ha dato i primi frutti. Infatti, Il tragico epilogo di don Fiore Menguzzo, toscano di nascita e trentino d’origine, martire unitamente alla sua famiglia, all’alba dell’eccidio di Sant’Anna del 12 agosto 1944, sarà narrato in un volume di prossima uscita, scritto e curato dai sottoscritti ed edito dalla casa editrice Il Margine di Trento.

Il lavoro, giunto in fase di ultima stesura, frutto degli anni di ricerca storica di Giuseppe Vezzoni, comprende il contributo di Graziella Menato per quanto riguarda le origini della famiglia Menguzzo-Menguzzato, partita dal Tesino agli inizi del secolo scorso per la Toscana; narra l’evolversi degli eventi che hanno portato, durante il secondo conflitto mondiale, alla tragica fine del Parroco di Mulina, don Fiore, del padre Antonio, della sorella Teresa, della cognata Claudina Sirocchi e delle piccole nipoti Colombina Graziella ed Elena, per mano della furia nazifascista. Nel testo sono riportati inoltre interventi importanti di Mons. Danilo D’Angiolo e dal Presidente dell’ANPI del Trentino Sandro Schmid.

La presentazione del volume sarà prossimamente fissata, indicativamente per il prossimo aprile a Castello Tesino e successivamente a Stazzema.

Venerdì pomeriggio c’è stato un incontro  tra Giuseppe Vezzoni e l’amministrazione di Stazzema nella persona del vicesindaco Maurizio Verona e  del responsabile dell’area cultura, dott. Michele Morabito, per concertare il percorso di questa pubblicazione che sarà edita per la casa editrice  trentina Il Margine,collana Il Larice, e che conclude due decenni abbondanti di una ricostruzione storica e morale di un eccidio, quello di Mulina e della Famiglia di Don Fiore Menguzzo, che era restato per 47 anni nell’oblio più completo e distaccato dalla storia di Sant’Anna di Stazzema, pur essendo il primo massacro plurimo di inermi compiuto dai nazifascisti il 12 agosto 1944.

Il libro si avvarrà di una prefazione scritta da Sandro Schimid, che è stato parlamentare dell’Ulivo sotto il Governo Prodi  ed è oggi presidente dell’Anpi di Trento.

L’autore Giuseppe Vezzoni e  Graziella Menato, coautrice della pubblicazione per quanto concerne le vicende trentine della famiglia di Antonio Menguzzo e di Amalia Menguzzato, non trarranno nessun beneficio economico dalla pubblicazione. Gli eventuali proventi del libro, recuperate le spese, saranno destinati a valorizzare la memoria.

Il comune di Stazzema concederà il patrocinio e si impegnerà a prenotare un certo numero di copie da diffondere  attraverso la biblioteca del Museo di Sant’Anna.

Inoltre,  con una lettera ufficiale, si farà garante presso le amministrazioni che  l’11 agosto 2013 hanno stretto il Patto di Amicizia sulla figura di Don Fiore Menguzzo per chiedere la concessione degli specifici patrocini e sensibilizzare  l’acquisto di un dato numero di copie oltre che  ad invitare l’invio di un contributo scritto da inserire nella pubblicazione.

Nella lettera l’amministrazione di Stazzema  farà presente anche la disponibilità di organizzare iniziative che prevedano la presentazione del libro in tutti i comuni che hanno aderito al Patto di Amicizia.

Il tutto sarà ufficializzato con una delibera che sarà assunta quanto prima dalla Giunta Comunale.

Graziella Menato-Giuseppe Vezzoni-addì 12.1.2014

Mercoledì sera l’amministrazione comunale incontrerà la popolazione di MulinaCampo della Rimembranza di Mulina 23esima cerimonia del 69 anniversario 11.8.2013 026

Stazzema_ Mercoledì sera,presso la sala parrocchiale di Mulina, l’amministrazione di Stazzema e l’ente Unione dei Comuni incontreranno alle 21 la comunità locale. L’incontro è stato richiesto dagli abitanti per  informare  gli amministratori su alcune necessità del paese, prima fra tutte la sistemazione del tetto della chiesa e poi,in via preventiva, il taglio di due grandi abeti del Campo della Rimembranza che in caso di stramazzo danneggerebbero il muro di  sostegno e creerebbero dei rischi per l’incolumità pubblica poiché incombono sulle sottostanti vie: quella comunale per Calcaferro e la via provinciale per Stazzema.

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi-addì 12.1.2014  

La non manomissione dei contatori fa sperare bene per la gestione campo nomadi di Lucca

Lucca_ La notizia che i contatori GEAL del consumo dell’acqua installati al campo nomadi  non sono stati manomessi e  sono in perfetto ordine è certamente una buona ed incoraggiante notizia . Noi socialisti abbiamo sempre affermato che i doveri e i diritti ,per tutti compreso loro ,devono andare di pari passo per cui ,speriamo , che questo fatto sia l’inizio di un nuovo rapporto tra l’Ente locale e gli abitanti del campo . Siamo sempre stati d’accordo con la politica dell’Amministrazione comunale che sta cercando di regolamentare effettivamente la vita interna in quei luoghi. Ci pensate se il controllo dei contatori eseguito dai tecnici della GEAL avesse constatato che alcuni o tutti erano stati danneggiati ? Apriti cielo, i soliti Politici di Centro Destra e del Movimento Cinque Stelle sarebbero scattati con tutta una sfilza di accuse a ripetizione  al Sindaco, Giunta e Maggioranza di Centro Sinistra . Noi siamo  soddisfatti che questa iniziativa stia andando per ora bene , loro un po meno!!   Partito Socialista Italiano Lucca-addì 11.1.2014

 

Presentazione del libro La buona politica. Da Machiavelli alla Terza Repubblica. Riflessioni di un socialista. di Valdo Spini

Firenze_ Prefazione di Carlo Azeglio Ciampi; Introduzione di Furio Colombo- Marsilio editori 2013. Data: Giovedì 16 gennaio 2014 ore 17.00. Sede: SMS di Rifredi (Via Vittorio Emanuele 303), Firenze. Introduce Clara Vella; Presenta Piero Lastrucci. Sarà presente l’autore.

Comunicazione dal Circolo Fratelli Rosselli di Firenze-addì 12.1.2013

Eventi dal 15 al 26 Gennaio

MERCOLEDÌ 15 GENNAIO- La Zaffera MediceaMini percorso di decoro sotto cristallina su ceramica. Dove: presso l’Aula Didattica del Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo – Seravezza. Secondo di 4 incontri di due ore ciascuno (16.30-18.30). Gli altri sono in programma il 22 e 29 gennaio. Costo: € 80,00, comprensivo di piccoli manufatti in ceramica e il materiale necessario per la loro decorazione. Per ulteriori informazioni: tel. 0584-756046. E-mail: segreteria@terremedicee.it. A cura di Antonio Giannecchini.

SABATO 18 GENNAIO- Cardoso, Pruno, Volegno e la Cascata dell’Acquapendente – Percorso di mezza giornata tra i borghi dei cavatori, immersi nella naturale atmosfera natalizia di questi graziosi “Presepi” Apuani, dove non può mancare la fiabesca cascata dell’Acquapendente. Dopo la terribile alluvione che distrusse Cardoso nel giugno del 1996, oggi la vallata è rinata ed è tornata a sorriderci da ogni angolo nel gorgogliare tranquillo del torrente e nell’alacre attività delle cave della preziosa pietra ornamentale. Dove: Apuane Meridionali, comune di Stazzema. Appuntamento alle 14.00 presso Cardoso. Rientro alle auto previsto per le ore 18.30. Si prega confermare l’adesione telefonicamente entro le ore 12.00 del giorno precedente l’escursione. Numero minimo di partecipanti: 12; Costo: € 8,00 a persona (€ 6,00 bambini 6-11 anni). Dati tecnici dell’escursione a piedi: percorso anulare facile, in parte coperto, in parte panoramico. Dislivello totale in salita 250 m ca; lunghezza del percorso 6 km ca.; tempo medio effettivo di cammino 2h45′. Si consiglia di portare con sé uno zainetto giornaliero con sufficiente scorta d’acqua oltre al pranzo al sacco; indossare capi sportivi e scarpe da escursionismo. Per prenotazioni e ulteriori info: 347-7922453 / 334-2377941 / 331-6268397 /info@toscanaminicrociere.it / http://www.toscanatrekking.it.

Prossimamente:

Mercoledì 22 gennaio: La Zaffera MediceaDove: presso l’Aula Didattica del Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo – Seravezza. Terzo di 4 incontri di due ore ciascuno (16.30-18.30). Per ulteriori informazioni: tel. 0584-756046. E-mail: segreteria@terremedicee.it. A cura di Antonio Giannecchini.

Venerdì 24 gennaio: A Famous Local Singer – Dove: a Seravezza, Teatro Scuderie Granducali. Ore 21.15. Per info contattare la segreteria della Fondazione Terre Medicee, aperta dal martedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 12.00; tel. 0584-756046 / 0584-757443. http://www.terremedicee.it / email: segreteria@terremedicee.it.

Sabato 25 gennaio: Presentazione della seconda edizione del libro Mai Più. Dal Don a Sant’Anna di Stazzema di Giuseppe Vezzoni. Ore 17 Chiesa di San Rocco di Mulina di Stazzema. Presentano il dott. Oriente Angeli, Ezio Marcucci e il prof. Paolo Verona.

Domenica 26 gennaio: Il Corchia in invernale – Dove: Alpi Apuane Meridionali, comune di Stazzema. Orario di partenza: ore 7.00. Capogita: Antonio Tommasi, cell. 348-7695598. Escursione a cura del CAI sez. di Pietrasanta.

Proseguono:

Tutti i sabati: Laboratori Invernali a Palazzo Mediceo: laboratori artistici per bambini da 4 ad 11 anni. Dove: a Seravezza, presso Palazzo Mediceo. Orario: dalle

ore 17.00 alle ore 19.00. Costo: € 6,00. È gradita la prenotazione. Per info e prenotazioni: 339-8806229 o 349-1803349. A cura di Galatea Versilia.

Mercati:

Lunedì 13 gennaio: mercato settimanale a Seravezza, piazza Carducci. Orario:9.00-13.00

Martedì 14 gennaio: mercato Contadino. Dove: Querceta, Piazza Pellegrini. Orario: 8.00-13.00.

Giovedì 16 gennaio: mercato di Campagna Amica – mercato di prodotti a km zero. Dove: Pozzi (Seravezza), piazza Fratelli Cervi. Orario: 8.00-13.00.

Sabato 18 gennaio: mercato settimanale a Querceta, Piazza

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...