Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1191 del 5 e 6 gennaio 2014

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1191 del  5 e 6 gennaio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

I sacrifici vanno fatti tutti insieme

1191Lucca 6.1.2014 014

Su facebook il Teleriscaldamento ha preso fuoco

Si facebook il Teleriscaldamento ha preso fuoco. Una scintilla è uscita dal Poveromo ed è scoppiato il finimondo. Pompieri da tutte le parti. Per circoscrivere il rischio che l’incendio sfuggisse di mano, si è dato fuoco a tutto.  Un’autocombustione che ha avuto  uno spirito sacrificale degno di nota.

Siamo orgogliosi che Libera Cronaca non sia considerata libera, specie da coloro che sanno perfettamente cosa sia la libertà nel paese che siamo diventati: quello del bene comune… ma di pochi. Ringraziamo ovviamente della bella pubblicità ed esortiamo chi critica su Fb a farlo direttamente su Libera Cronaca, dimostrando così la loro libertà. Noi non cancelleremo certo le critiche e continueremo a correggere responsabilmente gli eventuali spropositi.  Però, prima di affermare che Libera Cronaca non è libera, ci vorrebbe la prova oggettiva e non quella soggettiva.

Domani sera Libera Cronaca sarà molto intensa con  gli interventi  già in scaletta del vicesindaco Maurizio Verona, del consigliere Baldino Stagi e di Simone Vezzoni.

Dovremmo scrivere che grazie al Teleriscaldamento e a Fb abbiamo su Libera Cronaca finalmente Simone Vezzoni. Per tanti sarà poco, per noi è molto. Buona Epifania a tutti.

Giuseppe Vezzoni-addì 6.1.2014

E’ tornata la Pefana alle MulinaBefana 2014  010Befana 2014  001

Stazzema- Seppure provati dai disturbi  influenzali gastrointestinali del giorno prima, abbiamo piacevolmente partecipato al ritorno della tradizione della Pefana nella frazione di Mulina. Da alcuni mesi è in corso una ricomposizione delle passate  divisioni e alcuni segnali tangibili del nuovo clima si stanno vedendo.  Nella chiesa è ritornata la partecipazione alla Santa Messa del sabato, è stato pulito e illuminato il campanile così come il piazzale. Merito delle nuove forze,  femminili e maschili, che con fare concreto vogliono ricostruire il senso dell’appartenenza alla frazione.  Dopo il ponce augurale e il vin brulé  che è seguito al termine Messa di mezzanotte di Natale, il presepio in chiesa, ieri sera per le vie delle borgate di Carbonaia, Culerchia e Calcaferro sono ritornate le Pefane e i Pefani a portare allegria e augurio di un anno migliore nelle case di Mulina. Il ritorno della Pefana è stato molto apprezzato ed anche i giovani hanno partecipato con vivo e promettente entusiasmo. Peccato che  nel momento del passaggio della vecchia con la scopa era in corso la diretta della partita Juventus-Roma, un evento con cui la sorprendente Pefanata di Mulina ha dovuto  pagare un poco lo scotto. Alla fine del giro, anche le Pefane e i Pefani  hanno trovato nella calza la sorpresa dei  tordelli della Gaia presso la Trattoria La Luciana di Mulina.Befana 2014  020Befana 2014  016

La Pefana giù da Pera/ ha sconfitto la bufera/ per tornare alle Mulina/ vecchia e bella quanto prima. 

Giuseppe Vezzoni-addì 6.1.2014 

Oggi pomeriggio Concerto dell’Epifania a Levigliani

Ore 16

Salve Giuseppe,Invio di seguito articolo sul concerto della Filarmonica di Levigliani con preghiera di pubblicazione.Ringraziando anticipatamente per lo spazio che potrai dedicarci. saluti Rosaria Minetti-Consigliere Filarmonica – S.Cecilia di Levigliani

Stazzema_ Si ripete anche quest’anno il tradizionale appuntamento con la musica della Filarmonica S.Cecilia di Levigliani. Oggi 6 gennaio alle ore 16 presso la Chiesa parrocchiale di Levigliani si svolgera’ il consueto concerto d’inizio anno della filarmonica diretta dal maestro prof. Franco Maggi.
In scaletta brani che spaziano dalle classiche canzoni natalizie, alle colonne sonore tratte da film fino a selezioni tratte da opere liriche. Durante lo spettacolo si svolgera’ anche il saggio degli allievi della scuola di musica e l’esibizione del soprano Anna Poli accompagnata al pianoforte dalla prof.ssa Emilia Bartoletti.
La filarmonica di Levigliani, che nel 2014 festeggia i 110 anni dalla fondazione, inaugura con questo concerto un fitto programma di festeggiamenti che si protrarranno durante tutto l’anno e toccheranno il loro culmine in estate quando si svolgera’ il gemellaggio con la Rio Bravo School Band che arrivera’ a Levigliani direttamente dalla California.

Comunicato da Rosaria Minetti postato 6.1.2014

Maltempo: tutti i canali in piena della giornata di ieri
Al Consorzio tutti al lavoro in pianura e collina. Doppia piena del Serchio La rete dei corsi d’acqua regge, gli impianti funzionanounnamed

Versilia – Che questo fine settimana sarebbe stato all’insegna della pioggia si sapeva da giorni. I modelli e le previsioni del centro funzionale regionale trovavano conferma ad ogni bollettino diramato dall’ultimo dell’anno in poi.

Per questo, nonostante le festività e una buona parte delle risorse impegnate a riparare il crollo del sifone del canale Bagno, su via Arginvecchio alle spalle dell’ospedale Versilia, il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli ha messo in campo tutte le forze disponibili pronte a intervenire già da sabato mattina. La pioggia è arrivata su tutto il comprensorio, facendo registrare valori medi di precipitazioni di circa 60 mm da Montignoso a Vecchiano, dal pomeriggio di sabato alle 13 di domenica 5 gennaio.unnamed (1)

Alle prime ore di domenica mattina i corsi d’acqua del comprensorio erano tutti in piena, complice anche il mare ingrossato dal maltempo e dall’alta marea.Ecco come sono andate le cose partendo da Nord.

Montignoso/Cinquale/Forte dei Marmi/Marina di Pietrasanta – Va in piena il fiume Versilia, rimanendo per 20 centimetri sotto il primo livello di guardia. Funzionano tutti gli impianti. Gli operai hanno assicurato costante controllo e non segnalano situazioni di emergenza.unnamed (2)

Viareggio/Massarosa: Alti i livelli di Sassaia, Farabola, Gora di Stiava, Burlamacca, Camaiore e tutta la rete minore. Il mare, sebbene alto, ha ricevuto l’acqua pompata dalle idrovore e gli invasi, alleggeriti nei giorni avanti, hanno contenuto la piena dando tempo alle pompe di tornare ai livelli di normalità.
Bene hanno funzionato anche i nuovi pulitori automatici delle griglie degli impianti sinistra e destra Sassaia, montati da poco, che hanno fatto il lavoro che fino a poco tempo fa veniva eseguito a mano dagli operai.

Lago di Massaciuccoli: A seguito delle piogge il lago passa da 9 a21 centimetri sopra il livello del mare. Non è previsto ulteriore maltempo per i prossimi giorni e quindi non dovrebbe essere necessario accendere l’impianto della Bufalina, ma la decisione verrà presa nei prossimi giorni.

Vecchiano/Avane/Filettole: Il fiume Serchio va in piena due volte di seguito, sfondando il primo livello di guardia. Comune e Consorzio collaborano fianco a fianco per verificare alcune situazioni critiche, ma non è necessaria alcuna azione di emergenza per le abitazioni in golena. Le piene sono state seguite in modo ordinario dal Consorzio, che sabato in tarda serata ha chiuso le paratoie sul Serchio e acceso gli impianti idrovori di Avane e Filettole per tenere all’asciutto i due centri abitati. (leggi la notizia)

Colline: tre segnalazioni da parte di cittadini nelle zone collinari a Stazzema, Camaiore e Stiava. Il consorzio decide di intervenire e verificare le problematiche nonostante la nuova legge regionale abbia attribuito le competenze per l’emergenza nelle aree collinari alla Provincia di Lucca. “In fase di passaggio di competenze – spiega il Commissario del Consorzio Angelini – la sicurezza dei cittadini viene prima di tutto”.

I punti critici:

Massarosa: La frana verificatasi in questi giorni sul rio di Sterpeti a Massarosa, che ha visto crollare un fronte di circa 20 metri di argine è stata tenuta sotto controllo dai tecnici. Per fortuna non ci sono stati ulteriori smottamenti. (leggi la notizia)

Arginvecchio: Situazione difficilissima e delicata quella lungo il canale Bagno, in Via Arginvecchio. Come prevedibile il canale, interrotto nel punto del crollo del sifone ha registrato una piena significativa ma tutto è stato tenuto sotto controllo grazie all’installazione di due tubazioni, una fissa e una provvisoria, installate nei giorni scorsi. In pratica le acque del fiume sono state deviate nei canali di bonifica evitando che travolgessero il cantiere aperto. Le acque dai canali minori sono state pompate dagli impianti Teso, Mandriato e Magazzeno. Tutto ha funzionato alla perfezione, ma l’evento non è stato casuale. Ingegneri, operai e quattro ditte hanno seguito passo passo tutta la piena prendendo le contromisure necessarie affinchè tutto si svolgesse in sicurezza.

Il centralino del Consorzio è stato aperto per tutta la fase dell’emergenza, ricevendo e verificando segnalazioni dai cittadini.

Newsletter Consorzio Bonifica del 5 postata 6.1.2014

PAPA FRANCESCO IN TERRA SANTA A MAGGIO

Dopo 50 anni il Papa ritorna in Terra Santa. L’annuncio all’Angelus di oggi, nel 50esimo anniversario della visita di Paolo VI 

Maltempo nello Stazzemese: alcune criticità in attesa della verifica piena ancora da fareimage

Stazzema_ Questa notte il riempimento dell’attraversamento della strada provinciale di Marina in località Luchera ha provocato uno smottamento che ha invaso la viabilità e durante la notte oltre a lavorare per ripristinare il transito in via precauzionale abbiamo evacuato una coppia di signori che vivono in una casa adiacente al Fosso di Luchera. Oggi effettueremo tutte le verifiche insieme ai tecnici della provincia e quanto prima cercheremo di fare rientrare in casa i due signori. Nel territorio si registra la solita criticità in Arni in località Tre Fiumi e speriamo quanto prima che il nuovo ponte venga realizzato per la risoluzione definitiva del problema. Altra criticità nella viabilità di Tiglieta: c’è stato uno smottamento e vista l’imminente apertura del cantiere già appaltato per un recupero della viabilità, chiederemo alla ditta di ripristinare subito il collegamento. Abbiamo poi tagliato alcune piante abbattute, ma la manutenzione straordinaria delle cunette avviata in questi giorni ha evidentemente dato risposte importanti evitando danni più consistenti. Ora aspettiamo la fine dell’allerta annunciata per poi fare una verifica più puntuale su tutto il territorio.

Foto: Questo è il luogo da dove si è staccata la frana che ha causato il problema in località Luchera. Si trova a 50 mt prima della galleria di Retignano, sulla strada provinciale per Arni 

Il Vice Sindaco- Maurizio Verona-addì 5.1.2014

Telericandamento: progetto comune e non privatisticoDSC09234

Stazzema_ Questa mattina mentre perlustravamo il territorio per rilevare i danni causati dalle forti precipitazioni di questa notte, ho fatto questa riflessione, che desidero condividere con quanti credono nel riscatto del territorio del Comune di Stazzema: Comunità di Pruno e Volegno, un solo camino che fuma, poco, e riscalda decine di case e diverse attività  turistico ricettive. Un Progetto Comune e non privatistico come è emerso in questi giorni sulla “Libera Cronaca” da parte di un ex Assessore del Comune di Stazzema. L’Amministrazione Comunale in questi dieci anni ha Lavorato, Lavora e mi auguro Lavorerà per un progetto di sviluppo sostenibile e comunitario e non individualistico come suggerito. La foto che allego aiuta a comprendere meglio. Auguri a tutti per una buona Epifania.
Capogruppo Impegno per Stazzema-Marco Viviani-addì 5.1.2014

Violenza, fiumi di parole delle Libera Cronaca

I lettori di Libera Cronaca sanno che il fiume di parole del post di ieri mattina non si riferiva unicamente al vicesindaco di Stazzema Maurizio Verona, il quale si è invece sentito toccato personalmente, forse a causa del suo silenzio su tanti episodi e fatti  per i quali occorreva invece intervenire. Ma la grande squadra ha prevalso su tutto. Noi siamo contro le grandi squadre di questo sistema politico che ha gozzovigliato con l’Italia, siamo contro il silenzio, perché non è democrazia ma solo timore o interesse.

Ieri mattina, stimolati dall’sms, abbiamo voluto solo ricordare che anche altri  hanno subito violenza.  Realizzando il blog, ci siamo ripromessi di non nascondere nulla per quanto ci riguarda: neanche cancellare o non riportare le offese a noi rivolte che avremmo potuto tenere facilmente nascoste. Chi legge deve sapere tutto di chi scrive: nel bene e nel male.  Però rispettiamo sempre il fatto che la comunicazione  rimanga riservata allorquando ci viene espressamente richiesto. Il lavoro che stiamo facendo con il blog non è facile e possiamo anche sbagliare, ma non tiriamo volate a nessuno né nutriamo reconditi interessi. Abbiamo solo un sogno: che Libera Cronaca diventi un giornale on line dell’Alta Versilia, libero e indipendente. E su questo fondamentale principio trovare alla luce del sole gli aiuti per migliorarlo e mitigare i costi.

Il blog resta uno strumento importante per Stazzema e l’Alta Versilia, e proprio per questo avvertiamo la responsabilità  che comporta informare. Non ci siamo mai tirati indietro, e molte iniziative fatte dall’amministrazione comunale trovano sul blog esaustive tracce. Ma non possiamo davvero scrivere tutto e per principio restiamo un pochino critici  e a volte  decisamente  critici verso chi ci amministra e chi ci governa. Così come è stato il caso dell’assessore esterno Oreste Giurlani. La nostra ostilità l’abbiamo spiegata: rinunci alla carica di presidente dell’Uncem (non c’è mica incollato alla sedia plurincarico e l’Uncem dovrà continuare anche senza lui) e faccia l’assessore esterno di Stazzema. Certo, avremmo preferito che prima della sua nomina fosse stata spiegata l’impellenza di un incarico che durerà solo pochi mesi.

Giuseppe Vezzoni-addì 5.1.2014

Cuore non vede, amianto non duoleDiscarica prima

Stazzema_ Mesi fa segnalai la presenza di lastre di amianto e di copertoni di camion scaricati abusivamente dietro il cimitero del Cardoso (L’abbandono favorisce le discariche libere e incontrollate a Cardoso e Pruno, Libera Cronaca 26-3-2013). Oltre alla rimozione auspicavo la necessità di favorire un metodo semplificato di smaltimento dell’amianto, nei limiti di legge, sulla scia di quanto intercorso nel limitrofo comune di Camaiore, responsabilizzando anche i cittadini e favorendo una mappatura precisa delle coperture a lastre di eternit tuttora presenti nel nostro territorio. Il Comune di Stazzema ha probabilmente trovato un’altra strada, più economica e più veloce e spero vivamente che i copertoni di camion e le lastre di eternit abbiano trovato il loro giusto smaltimento, dato che ora non sono più visibili.discarica ora

Permane però il triste dubbio, che spero trovi una sicura e ferma smentita, che sotto la montagna di macerie che il Consorzio di Bonifica ha lasciato sopra il cimitero del Cardoso, siano seppelliti anche i rifiuti difficili da smaltire. Appare infatti strano che nelle operazioni di pulizia alveo effettuate con estrema maestria dal Consorzio di Bonifica, una volta tanto in maniera preventiva, il materiale commerciabile ( ghiaia, sassi) sia stato asportato, mentre il resto è stato ammonticchiato a lato del piazzale.

Francesco Felici-addì 4.1.2014

Menzogne o verità, ma si dia una risposta

Ma euro 35.000 si somma urgenza sulla strada dell’Antro non è una falsità ad oggi la  richiesta non ho ricevuto nessuna risposta. Anche la multa di euro 31.000 non pagata è la verità !!

Giuseppe Rossi-addì 4.1.2014

Riunione concessioni cimiteriali: i ricorrenti si rivolgeranno al giudice ordinarioRiunione cimiteri

Stazzema_ Venerdì si è tenuta  nella sala conferenze del Circolo Le Tanacce di Terrinca una seconda riunione del Comitato Civico per assumere due decisioni. Importanti. La prima è stata quella di inviare al Presidente della Repubblica  Giorgio Napolitano una lettera con allegati il bollettino e l’articolo in cronaca de La Nazione del 13 dicembre 2013 perché verifichi se l’utilizzo del suo nome è stato rispettoso del decreto con cui è stato giudicato inammissibile il ricorso sul canone di concessione cimiteriale e revisione tariffe concessioni cimiteriali.

La seconda risoluzione è che i ricorrenti si rivolgeranno al giudice ordinario perché emetta sul merito delle questioni poste nel ricorso il giudizio.

Il Comitato e i ricorrenti sono determinati ad andare fino in fondo, costi quello che costi, affinché non rimanga dubbio alcuno sulla legittimità del provvedimento del rinnovo oneroso delle concessioni perpetue ante 1975. Ci sono già state due dichiarazioni di inammissibilità che tuttavia non hanno toccato nel merito le questioni sollevate: quella del Tar della Toscana, nel maggio 2011, era stata motivata dal fatto che a quattro ricorrenti non era stata notificata la trasposizione del ricorso al Tribunale amministrativo della Toscana; quella del Consiglio di Stato del 23 maggio 2013 e fatta propria dal Decreto presidenziale del 19 luglio 2013 è stata motivata col fatto che le controversie sui canoni di concessione sono escluse dalla giurisdizione amministrativa.

Giuseppe Vezzoni-addì 5.1.2014

 

Domani La Befana che vola a Seravezza

Seravezza_ Lunedì 6 gennaio a Seravezza si festeggia l’Epifania con l’iniziativa La Befana che vola, organizzata dall’Associazione Turistica Pro Loco Seravezza con la collaborazione dei volontari. L’iniziativa avrà luogo in Piazza Carducci e prevederà alle ore 15.00 l’arrivo dei Re Magi che rappresenteranno la Natività Vivente e della “Befana che Vola”. A seguire come da tradizione verrà allestito un falò bene augurante per il 2014 in cui sarà bruciata la scopa della Befana. A contorno dell’evento verrà allestito il Mercatino della Befana e per l’occasione i negozi rimarranno aperti. Per allietare la giornata chicchi e leccornie per grandi e piccini, panzanelle, bomboloni e tanto altro ancora. La Pro Loco invita tutti a partecipare a questa giornata di festa e coglie l’occasione per augurare un felice 2014. Un ringraziamento particolare alla Contrada Il Ponte, al Presidente e ad Alessandra Bandelloni per la gentile concessione degli abiti dei Re Magi.

Comunicato Ufficio Informazioni Turistiche -addì 4.1.2013

SEL Toscana, il 18 e 19 gennaio il congresso regionale a PratoMAIL

Due giorni di lavori per eleggere i nuovi organismi del partito

Si terrà i prossimi 18 e 19 gennaio, a Prato, nei locali del Cinema Terminale, il congresso regionale toscano di Sinistra Ecologia e Libertà, ultima tappa del percorso congressuale nei territori prima dell’appuntamento nazionale della settimana successiva. Lo rende noto il Coordinamento regionale di SEL. Durante la due giorni di lavori, i 167 delegati delle federazioni provinciali eleggeranno i nuovi organismi del partito, a partire dal coordinatore e dall’assemblea regionale, e discuteranno le linee fondamentali della politica nazionale e locale in vista dell’importante scadenza delle elezioni europee ed amministrative della prossima primavera. “Dopo un 2013 difficile, SEL prosegue il suo percorso con un appuntamento fondamentale, il congresso, in una città, Prato, doppiamente simbolica – spiega il coordinatore regionale uscente Giuseppe Brogi – E’ la città del gravissimo incidente del primo dicembre, figlio di una globalizzazione senza diritti, è la città in cui la destra, al governo, ha a lungo cavalcato le più basse pulsioni demagogiche alla ricerca di un consenso facile e pericoloso. Il nostro obiettivo è quello di riuscire ad imprimere un nuovo corso, partendo dai territori e gettando un seme di cambiamento che starà a noi far germogliare la prossima primavera, quando tanti comuni toscani, tra cui la stessa città di Prato, saranno chiamati alle urne per le elezioni amministrative”.

Firenze, 3 gennaio 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

Coppie di fatto. La legge deve riguardare tutti. etero ed omo.

 

“Una legge sulle coppie di fatto va fatta e subito. La notizia non è che il Segretario del PD l’abbia proposta, ma che se ne stia ancora a discutere, mentre il resto dell’Europa è già da tempo intervenuto sulla materia”. Lo afferma la Deputata socialista Pia Locatelli. “Il fatto che alcuni temi non rientrino nel programma di Governo non significa che non debbano essere affrontati, soprattutto quando riguardano una fetta sempre più consistente della popolazione. E non mi riferisco solo alle coppie omosessuali, ma anche a tutte quelle coppie etero che scelgono di convivere senza sposarsi. Per questo come Gruppo socialista alla Camera stiamo mettendo a punto una proposta di legge in materia affinché si riconoscano diritti, e si stabiliscano doveri, a tutte le coppie di fatto senza alcuna distinzione tra omo ed etero”.

Inviato da Gabriele Martinelli , PSI di Lucca-addì 4.1.2014www.pialocatel

 

Diritti civili. Riccardo Nencini: pronti a discutere. ho chiesto a grasso una sessione straordinaria al Senato

“Un mese fa abbiamo depositato al Presidente Grasso la richiesta per una sessione straordinaria del Senato sui diritti civili”. Lo ha detto il Senatore e Segretario del Partito Socialista Italiano, Riccardo Nencini, che prosegue: “Siamo prontissimi a discutere di unioni civili, testamento biologico e libertà della scienza. Alla prossima conferenza della Presidenza dei Gruppi – conclude Nencini – chiederò al Presidente Grasso di calendarizzare per il mese di Gennaio questa sessione straordinaria”  Inviato da Gabriele Martinelli- addì 4.1.2014 (Da www.partitosocialista.it)

Nuovo anno: auguri in musica dalla VersiliaA5 CONCERTO EPIFANIA


Seravezza_ Le celebrazioni per i 500 anni del Lodo di Papa Leone X si chiudono lunedì 6 gennaio al Teatro delle Scuderie Granducali di Seravezza (inizio ore 17) con la prima edizione del Concerto augurale d’Epifania, evento pensato per divenire un classico d’inizio anno in Versilia. Lo promuovono la sezione “Versilia Storica” dell’Istituto Storico Lucchese e il Comune di Seravezza proprio con l’intento di farne un appuntamento fisso, un saluto festoso e propiziatorio all’anno appena iniziato che dalla Versilia si propaghi a tutta Italia, fatto in musica e all’insegna di una vivace contaminazione di stili, generi e tradizioni.

Variegato, per questa ragione, il cast del Concerto. Ne fanno parte tra gli altri il direttore d’orchestra Marco Balderi, la soprano Amalia Scardellato, lo showman Dino Mancino, il pianista Giovanni Santini, la violoncellista Laura Balderi, la Corale Lirica Versiliese, l’Ensemble e il Forte Guitar Consort del Centro Studi Musicali di Forte dei Marmi. La conduzione sarà affidata a Silvana Arata e Walter Bandelloni. Interverranno per i saluti di rito il sindaco di Seravezza Ettore Neri e il presidente del Comitato per le celebrazioni del Lodo di Papa Leone X Riccardo Tarabella. Ingresso libero.
In una godibilissima alternanza di classico e contemporaneo, di sezioni vocali e strumentali, il Concerto spazierà dall’Inno di Mameli – intonato in apertura di spettacolo dalla Corale Lirica Versiliese – a celebri arie d’opera di Giuseppe Verdi e Pietro Mascagni, dagli allegri ragtime di Scott Joplin alle sognanti melodie di George Gerschwin, da Prokofiev a Pergolesi, dal folklore caraibico ad un classico natalizio come “Jingle Bells” riarrangiato dal pianista viareggino Roberto Ghilarducci. Il Concerto offrirà anche l’esecuzione – in prima assoluta per la Versilia – di “Italie”, suite composta dal maestro Aldo Tarabella e affidata per l’occasione al giovane concertista Giovanni Santini. Originariamente composta per la pianista giapponese Reiko Nakaoki, la suite è una sorta di “cartolina” musicale del Belpaese in due tempi brevi ispirati alle bellezze di Venezia e Positano. Aldo Tarabella (sue opere liriche figureranno la prossima stagione nei cartelloni del Comunale di Firenze e del San Carlo di Napoli) annuncia che in primavera arricchirà “Italie” di un terzo tempo composto pensando alle bellezze naturali e storiche della Versilia. Così, proprio in chiusura, le celebrazioni del Lodo lasciano alla Versilia un’ultima eredità, un raffinato dono musicale di buon auspicio per le future attività culturali del territorio.

IL PROGRAMMA DEL CONCERTO
PRIMA PARTE
Corale Lirica Versiliese

Goffredo Mameli: Il Canto degli Italiani
Giuseppe Verdi: Vedi! Le fosche notturne spoglie (da Il Trovatore)
Marco Balderi, Amalia Scardellato e Laura Balderi
Camille Saint-Saëns: Le Cygne (da Le Carnaval des animaux) – violoncello e pianoforte
Giovan Battista Pergolesi: Canzone della Nina – soprano, violoncello e pianoforte
Francesco Paolo Tosti: Sogno – soprano e pianoforte
Gabriel Urbain Fauré: Notre amour – soprano e pianoforte
George Gershwin: The Man I Love – soprano e pianoforte
Dino Mancino
Scott Joplin: Maple Leaf Rag – pianoforte
Dino Mancino: A due passi dal cielo – pianoforte

SECONDA PARTE
Corale Lirica Versiliese

Pietro Mascagni: Gli aranci olezzano (da Cavalleria Rusticana)
Giuseppe Verdi: Va’ pensiero sull’ali dorate (da Nabucco)
Giovanni Santini
Aldo Tarabella: Italie – pianoforte
Sergej Sergeevič Prokofiev: Sonata n. 1, op. 1, in FA minore – pianoforte
Forte Guitar Consort
Popolare: Vals Panamense, Tropico dance, Tango
Ensemble
Roberto Ghilarducci: Raggio di sole
Astor Piazzolla: Libertango
Roberto Ghilarducci: The Riff
James Lord Pierpont: Jingle Bells (arrangiamento: Roberto Ghilarducci)

I COMPONENTI DEI GRUPPI MUSICALI E VOCALI
Corale Lirica Versiliese 
Franca Pierini, Clara Algeri, Gina Pasquini, Franca Soldaini, Rosanna Bresciani, Lucia Billé, Paola Pilloni, Stefania Tofani (soprani); Daniela Cardini, Graziana Moriconi, Natalina Giannetti, Annamaria Pierotti, Sara Ciardella, Daniela Biagi, Serenella Nieri, Anna Panunzio (contralti); Andrea Lucarini, Lilio Bertilorenzi, Riccardo Buratti, Enrico Sarti, Giuseppe Marcucci, Pierpaolo Dati (tenori); Massimo Liuzzi, Vincenzo Galioto, Vinicio Canigiani, Ivio Avenante, Giovanni Pierotti, Gianfranco Ciardella, Arnaldo Pardini, Amedeo Poggi, Gianfranco Eschini (bassi)
Ensemble
Giada Bellatalla, Elisa Garfagnini, Giulia Nardini (flauto), Alessia Di Palma, Violetta Lazzarotti, Jessica Lazzerini, Eleonora Podestà, Benedetta Salvadorini, Costanza Salvatori, Martina Tedeschi (violino), Thomas Glauber (chitarra), Martin Glauber, Carlo Marrai, Matteo Salvadorini, Zoe Salvatori, Sara Marchetti, Anna Giulia Giorgini e Matteo Canali (pianoforte)
Forte Guitar Consort
Thomas Glauber, Alessio Balderi, Leonardo Boccelli, Lara Bellatalla, Francesco Verona, Leonardo Poli, Lorenzo Del Vecchio, Lucia Bechini, Giorgia Chioni.

Comitato Promotore per le Celebrazioni del 500° Anniversario del Lodo di Papa Leone X

Mobile: +39 335 7720573- Telefax: +39 0584 769350- Email: ronis@tiscali.it
Skype: stefanoroni-  www.versiliamedicea.it

Comunicato Ufficio Stampa Stefano Roni-addì 4.1.2013

Presepi: Mulina si distingue

Stazzema_ Il presepe di Luisi Alessio, residente a Mulina di Stazzema, è risultato il vincitore dell’edizione 2013 Concorso presepi  indetto dalla Pubblica Assistenza. Il presepe nella chiesa di Mulina è stato giudicato secondo nella sezione Presepi di Gruppo.

Stasera La Befana nello StazzemeseBefana 2014  011

In molte frazioni di Stazzema stasera  rivivrà la tradizione della Befana che bussa alle case per portare in dono l’augurio di un anno di fecondità. La Befana ritorna anche a Mulina. A Pruno, Pomezzana, Levigliani, Terrinca le befane più tradizionali.Befana 2014  003

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...