Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1190 del 3 e 4 gennaio 2014

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1190 del  3 e 4 gennaio 2014

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

I sacrifici vanno fatti tutti insieme

1190

Maltempo sulla Toscana Nord: previsti forti temporali

Arginvecchio: il canale è interrotto ma lavoriamo senza sosta

 Allerta diramata da sabato 4 a domenica 5 gennaio

Il Consorzio Versilia è pronto a intervenire impiegando le squadre di operai su tutto il comprensorio

Tutte le squadre del Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli sono pronte a intervenire da nord a sud del comprensorio a seguito della allerta meteo diramata dal Centro Funzionale della Regione che prevede forti temporali per il fine settimana.

“L’allerta, terzo grado su quattro, interessa tutta la parte nord della Toscana e investe in pieno il territorio gestito dal Consorzio – spiega il Commissario Fortunato Angelini – abbiamo 22 operai organizzati in squadre che monitorano l’intero comprensorio, coadiuvati dai nostri tecnici.”

Da nord: Massima attenzione quindi su Montignoso, Cinquale e Forte dei Marmi con personale reperibile e ballini di sabbia stoccati al casello di guardia sul Versilia. Accesi gli impianti idrovori Colatore Destro, Fossetto e Ranocchiaio a difesa degli abitati Renella, Centoquindici, Strettoia, Caranna e Forte dei Marmi.

Centro: Gli invasi di Roma Imperiale, Macelli, Fiumetto e Tonfano sono tenuti sotto controllo da due impianti idrovori responsabili di drenare la rete scolante dei canali. Sorveglianza rinforzata sul cantiere lungo la via Arginvecchio, dove si lavora senza sosta dal 26 dicembre per ripristinare il sifone crollato. Fondamentale la collaborazione con i Comuni di Camaiore e Pietrasanta. La chiusura della strada consente di operare in modo più agevole e le Protezioni Civili comunali assicurano controllo e costante e monitoraggio per gli abitati di Focette e Lido di Camaiore. Le acque del canale Bagno, interrotto dal crollo del sifone, sono state deviate con due bypass nei canali vicini e verranno drenate dagli impianti idrovori Mandriato, Teso e Magazzeno.

Viareggio/Massarosa: Il sistema di canali e impianti funziona in modo regolare dalle Bocchette alla Via di Montramito. Qui al lavoro c’è una squadra di sorveglianza che agisce su tre impianti idrovori.

Lago di Massaciuccoli: Tranquilla ma sotto controllo tutta l’area attorno al Lago: Montramito, Piano di Mommio, Massarosa, Quiesa, Bozzano, Massaciuccoli, Varignano, Terminetto, Torre del Lago. I livelli del Lago e del padule sono di pochi centimetri sopra il mare.

Vecchiano/Avane/Filettole: I modelli del centro funzionale prevedono una piena del fiume Serchio per le prime ore di domenica. Pronta a intervenire una squadra di operai del Consorzio per la chiusura delle paratoie e l’accensione degli impianti idrovori di Avane e Filettole

Arginvecchio: il canale è interrotto ma lavoriamo senza sosta
Crollato il sifone del giorno di Santo Stefano. Avanti giorno e notte. Generatori per i fari e tettoie montate per contrastare la pioggia

Lido di Camaiore – Procede senza interruzioni il lavoro per sistemare il nodo idraulico dei canali Lama della Torre e Bagno, saltato per il crollo del sifone lo scorso 26 dicembre. La via Arginvecchio continua a rimanere chiusa al traffico, per agevolare le operazioni delle ditte. Dopo il primissimo intervento di isolamento del canale con sbarramenti in terra, effettuato a meno di un ‘ora dal crollo, gli ingegneri del Consorzio hanno progettato in tempi record l’intervento di ricostruzione del sifone e metodi alternativi per scaricare le acque del fiume nella rete dei canali circostanti.
“Operiamo su due fronti perché le previsioni meteo non sono mai state particolarmente buonespiega il Commissario Fortunato Angelini. In tre giorni, nonostante le festività, è stato realizzato un tubo fisso controllato da una cateratta, lungo l’argine sinistro del canale Bagno, in grado di scaricare il canale quando andrà in piena. L’acqua defluirà nella rete di bonifica circostante per poi venire aspirata dalle pompe idrovore degli impianti Mandriato, Magazzeno e Teso. Questo intervento, necessario per l’emergenza, servirà anche per le future piene del corso d’acqua che corre lungo la via Arginvecchio che a seguito di intense precipitazioni raggiunge sempre livelli interessanti. “Gli impianti hanno una portata che garantisce anche il flusso aggiuntivo di acquacontinua Angelini – tuttavia per la maggiore sicurezza degli abitanti della zona, abbiamo interpellato le Protezioni Civili dei Comuni di Camaiore e Pietrasanta, che vigileranno durante il maltempo”.

Sul posto del crollo invece i lavori sono molto più strutturati e impegnativi.
In quel punto deve essere completamente ricostruito il sifone che consente l’attraversamento di due canali uno sopra l’altro. Grazie alla disponibilità di una ditta specializzata della Garfagnana, sono state infisse palancole provenienti dalla Germania, della lunghezza di 6/10 metri. Una volta piazzate, le palancole sono state ingabbiate con il cemento armato e costituiranno la base di appoggio del ponte. Per favorire la presa del cemento e la tenuta delle fondamenta, il consorzio ha disposto il montaggio di due tettoie, che consentono la copertura del cantiere dalla pioggia. Non c’è mai stata interruzione nei lavori, nonostante le feste natalizie e nonostante le poche ore di luce. Gli operai hanno sempre proseguito fino a sera grazie all’ausilio di fari a torre alimentati da generatori portatili di proprietà del Consorzio.

Newsletter Consorzio Bonifica del 4.1.2014

L’Unione sta istallando la segnaletica SAV

Alta Versilia_ L’Unione dei Comuni della Versilia ha iniziato a collocare la segnaletica sul sentiero Alta Versilia posizionando numerose frecce, inoltre è in corso la realizzazione di cinquanta 50 cartelli descrittivi del progetto e dei siti lungo i sentieri che in questo mese saranno stampati e subito dopo messi in opera, prevediamo la chiusura completa del progetto nel mese di marzo.

Questo progetto ha enormi potenzialità è ovvio però che serve conoscerlo e valorizzarlo da parte di tutti gli attori del territorio, associazioni cittadini e soprattutto le attività commerciali con le quali prossimamente faremo un incontro di presentazione del progetto e chiederemo loro oltre la condivisione la collaborazione perchè il SAV diventi veicolo di promozione ed attrattiva turistica.

Intanto incassiamo già i primi positivi riscontri in quanto riviste nazionali hanno già manifestato interesse ad una curata pubblicazione, l’Unione ovviamente si metterà a disposizione per ospitarli e coglierà questa occasione di valorizzazione di un territorio bellissimo ed unico quale è l’Alta Versilia.

L’intero anello inaugurato dal CAI si percorre in tre giorni, ma permette anche visite di approfondimento su siti e luoghi molto interessanti e suggestivi che può pertanto aumentare il tempo di percorrenza a 5 giorni, visitando fattorie didattiche, centri di produzioni, siti carsici, siti minerari, luoghi religiosi, siti storici e preistorici, cave di marmo, luoghi della memoria siti di alto pregio ed interesse ambientale, questa è l’Alta Versilia.

il Presidente Maurizio Verona-addì 3.1.2014

 

Il vicesindaco Verona risponde al post di Giuseppe Vezzoni

Certo è violenza tutto quello che hai scritto, ma non vorrai mica attribuirla a me, non vorrai mica far credere che tutto quello che denunci dipende da me.

L’articolo sulla nazione non mi appartiene, a me appartengono le dichiarazioni fatte in conferenza stampa alla quale eri invitato ed hai riportato correttamente, e ti dirò che si poteva leggere anche un atteggiamento di apertura che non è stato accolto volutamente per soli interessi di contrapposizione politica, ma questo non disturba nessuno, si ritorna alle vecchie abitudini, io scrivo e a me si commenta e si risponde dalla redazione della Libera Cronaca con fiumi di parole ad annullare o contrastare ciò che scrivo e agli altri che offendono niente, si tolgono anche i puntini, questa non è violenza è scorrettezza, è un metodo per tappare la bocca ma fin che ho fiato parlo e mi difendo. Ingiuriate pure.

Vedi io ci metto sempre la faccia anche quando bisogna prendere le critiche per un operato sbagliato, perché amministrare significa anche questo, ma il tuo blog che ha speso fiumi di parole per contrastare il mio sms non ha speso una parola per i 280.000 euro per la viabilità come se quello non contasse nulla, non ha speso una parola per altri progetti annunciati e realizzati, fai bene o fai male? Senza dubbio fai  bene era una domanda retorica bisogna sempre e comunque bastonare chi per passione si interessa della comunità e a volte porta risultata.

La viabilità per Togliete che a giorni parte il coinvolgimento dei  frontisti nella riunione pubblica, il sentiero storico del Piastraio,  il ripristino delle frane, questi milioni di euro investiti non  meritano commenti, gli incontri con il ministero dell’istruzione ed il  calendario delle iniziative che stiamo preparando con due paesi  europei, questi non meritano commenti, l’opportunità di valorizzazione  dell’Alta Versilia presa in considerazione da riviste nazionali, questi  non meritano commenti, lo sforzo fatto per i residenti sulla Tares,  questi non meritano commenti, dopo cinquant’anni avere strumenti  urbanistici adeguati alla normativa vigente, anche se da correggere,
questi non sono degni di commenti la realizzazione di infrastrutture a servizio di Stazzema e degli Stazzemesi per migliorare la qualità della  vita , questi non sono degni di commenti, lo sforzo del progetto del  bosco con la possibilità di creare posti di lavoro, di mettere in  sicurezza il territorio, di riempire un’area artigianale costata
8.000.000 milioni di euro, questi non sono degni di commenti, (e ti  dirò se ero amministratore io in quel momento l’area realizzata veniva  fatta a costo zero e se vuoi un giorno ti spiego come e con 8.000.000  di euro forse qualcosina si faceva),la consulta del volontariato che è partita questo non è degno di commenti, il ponte di tre fiumi che  abbiamo ottenuto il finanziamento e è partito il cantiere, ed i nostri
oppositori hanno fatto incontri con assessori provinciali per ostacolarlo (ass. Rovai) scrivo anche il nome, questo non è degno di  commenti…..

Stazzema ha la necessità di voltare pagina per cambiare e avere  maggiori possibilità di sviluppo, i presupposti del cambiamento ci sono, ma il cambiamento bisogna costruirlo insieme, l’amministrazione i  cittadini i commercianti le attività produttive, e questo non significa che non devono nascere contrapposizioni confronti anche aspri, critiche  sulle scelte, queste sono necessarie, è troppo facile delegare ad altri
ognuno ha il suo ruolo la sua responsabilità. Anche te hai la tua  quando scrivi, perchè c’è chi ti legge… buona giornata

Maurizio Verona-addì 4.1.2013

Re: Rispondiamo domani ma non intendiamo assolutamente trasformare il blog in  strumento di tortura psicologica. Non è questo  il nostro intento, ma non possiamo neppure scrivere su tutto. Nessuno ricorda che questo blog è nato come reazione ad una violenza antidemocratica subita?  Nessuno si rende conto dell’impegno che mettiamo?

SUPPLEMENTO LIBERA CRONACA 1190

Pubblichiamo tre sms ricevuti dopo aver postato Libera Cronaca 1190

Sindaco di Stazzema Silicani:  Cari amici di Stazzema, consiglieri, assessori, colleghi, vi invito a vedere la trasmissione Carte in Tavola di stasera su Rete Versilia (0 in replica se la vedete in Tv) su streaming che potrete apprezzare il nostro lavoro per Stazzema, cogliere quanto di buono fatto e quanto potremo ancora fare. Vi invito a prendervi un’ora e guardare sul vostro Pc o televisore questa trasmissione. Con amicizia,orgoglio e stima. Michele Silicani.

Vicesindaco Verona: Il sindaco di Stazzema non ha fatto nessun  favore a Giurlani, non ha bisogno di nessun favore,è lui che li farà agli stazze mesi portando la sua esperienza nel territorio.

Vicesindaco Verona: Ora anche le trasferte.. Stai tranquillo non le chiederà nessuno. Mi sembra che la violenza usata nei comunicati non ha eguali. Ci sono una valanga  di ingiurie e di falsità. L’Unione è un ente a costo zero per la politica e porta milioni di euro per il territorio. Collabora con le Università e il tuo blog la infanga perché deve essere infangato il suo presidente. Poi l’Unione diventa importante per l’amico dell’ infangatore per pulire i sentieri e valorizzare il progetto del  Circolo. Poi  ancora giù ingiurie, contro persone e istituzioni. Mi sembra troppo, mi sembra che si stia superando il limite per nascondere una solo cosa: l’incapacità politica di contrastare correttamente la nostra squadra. Si incita sul blog alla violenza ai forconi,siamo una piccola comunità e non si è capaci di confrontarci civilmente. Chi urla di più o chi la spara più grossa non ha ragione. Brutta pagina.

La violenza è solo di chi contesta?

Sicuramente possiamo sbagliare o aver sbagliato in questi giorni, ma nel gelido silenzio anche chi urla o eccede esercita un’azione democratica. In quanto alle trasferte, poiché spesso diamo notizia di questi rimborsi, non abbiamo certo scritto una eresia e siamo contenti che il nuovo assessore esterno non se ne avvarrà. Ma non scriviamo mai tanto per scrivere!

Democrazia non significa normalizzazione. La violenza più grande non sono le parole ma i fatti concreti che avvengono e continuano ad avvenire in questo paese bene comune di pochi. Anche i nostri 13 euro di adeguamento pensionistico in due anni e la montagna di tasse con cui siamo stati sommersi sono violenza. Per questo ci sentiamo più infangati del vicesindaco e sindaco di Stazzema messi insieme. Eppure tutto avviene nella forma soft istituzionale e democratica di questo paese, dove anche un ministro del governo, Emma Bonino, ha detto che siamo in un regime di partitocrazia e non di democrazia.

E’ violenza aver lasciato consentire ai partiti di tessere una rete di interessi che come filo spinato hanno recinto le fasce più deboli della popolazione  con una oppressione fiscale iniqua e assolutamente vergognosa.

E’ violenza aver consentito ai partiti il divoro di risorse pubbliche, di aggirare il referendum con cui il popolo italiano aveva detto no al finanziamento pubblico.

E’ violenza aver consentito alla legge del porcellum di inquinare per otto anni la volontà degli italiani, come è violenza che in questi oltre otto mesi  non si sia ancora provveduto, nonostante la sentenza della Consulta. Questa è violenza pura, e chi non la denuncia  ma ci convive è  più violento di Vezzoni, Rossi e Stagi messi insieme, è evasore politico e civile più del Comitato Civico di Stazzema, è più imbonitore del Vezzoni che  imbrogliava i cittadini di Stazzema facendoli firmare la petizione per tutelare l’acqua delle Molinette.

E’ violenza e reato  aver trattenuto per 32 mesi il ricorso straordinario al Capo dello stato.

E’ violenza far pubblicare sulla locandina de La Nazione del 13 dicembre che il Presidente Napolitano ha detto di pagare i canoni cimiteriali, come è violenza spiattellare i nomi dei firmatari di un atto legittimo.  Questi cittadini non sono evasori fiscali ma piuttosto sono stati agnelli sacrificali per 32 mesi e vittime di un reato. Perché la servile giornalista non l’ha scritto? Perché queste violenze non si avvertono e non si denunciano?

E’ violenza farsi fare propaganda elettorale dal mondo dell’associazionismo: questo non è certo sintomo di democrazia e di vicinanza, ma violenza pura.

E’ violenza non rispondere a richieste ben precise.

E’ violenza denunciare unicamente  la violenza che si subisce e non quella  che si commette.

Come si evince la violenza è stata introdotta da un bel po’ di tempo e non solo il blog Libera Cronaca ne è responsabile. Le voci scomode si sono sempre azzittite e fatte cacciare dalla stampa che c’è. Questa è violenza assai più grave di quella che in questi giorni sta alimentando il blog Libera Cronaca. Potremmo continuare ma avvertiamo per l’ennesima volta la necessità di porre fine alla situazione attuale ed  invitiamo tutti  a moderare i termini e il modo di rapportarci fra di noi. Il blog non diverrà succube di nessuno. Ci teniamo a sottolineare che quello che abbiamo pubblicato in questi ultimi tempi non è stato solo violenza politica ma anche  informazione e sensibilità sociale. È passato inosservato il racconto Il Natale di Alfonso ( solo una persona ci ha gratificato enormermente di un alto apprezzamento)  e proprio  due giorni fa siamo stati contattati da uno storico di livello europeo per il libro Mai Più e la vicenda del geniere di Pontestazzemese Ettore Ancillotti. Una pubblicazione che a Stazzema è passata sotto silenzio, al di là di una paginetta che non sappiamo quanto sia stata sentita veramente. Anche questa è violenza pura, tra l’altro culturale.

Giuseppe Vezzoni –addì 4.1.2014  

  

EVENTI IN PROGRAMMA IN ALTA VERSILIA MESE DI GENNAIO

SABATO 4 GENNAIO

La BefanataLa Befana accompagnata dalla Filarmonica di Azzano attraverso i paesi di montagna – con la collaborazione delle Pubbliche Assistenze di Azzano, Fabiano, Giustagnana, Minazzana, Basati e Cerreta S. Antonio. Dove: nei vari paesi della montagna seravezzina. Anche domenica 5 gennaio.

La Casa della Befana a Palazzo Mediceo – Aiutiamo La Befana a preparare i regali. Casa della befana con giochi, lavoretti e caramelle per tutti i partecipanti!!! Guida d’eccezione nella visita sarà proprio la Befana!!! Dove: a Seravezza, Palazzo Mediceo. Orario: dalle 17.00 alle 19.00. L’attività è rivolta ai bambini dai 5 ai 13 anni. Costo: € 6,00 a bambino. È gradita la prenotazione. Anche domenica 5 gennaio. Per info e prenotazioni: 339-8806229 / 349-1803349 / galateaversilia@gmail.com.

Carceri, a Sollicciano la “protesta dei materassi” e detenuti in assemblea per chiedere condizioni di detenzione più umane

La denuncia della senatrice di SEL Alessia Petraglia, in visita oggi al penitenziario fiorentino

Toscana_ “Le condizioni del carcere di Sollicciano sono inumane e vergognose. Disperazione, disumanità, strutture fatiscenti e sovraffollate sono una costante del penitenziario fiorentino e sono la cifra di una vergogna per la nostra città e per il nostro Paese”. Così la senatrice di SEL Alessia Petraglia al termine del sopralluogo di oggi nel carcere di Sollicciano.

“I corridoi invasi dall’acqua piovana, gli ambienti insalubri in cui sono costretti a vivere anche i figli di alcune detenute, bambine e bambini di pochi anni di età, a Sollicciano sono un’inaccettabile normalità che si protrae da troppo tempo e che già in passato avevamo denunciato – osserva Petraglia – Ma quest’oggi sono stata testimone di un fatto drammatico e singolare: alcuni detenuti della sezione penale maschile hanno gettato in mezzo ai corridoi umidi i loro materassi, degli sfiniti rettangoli di gommapiuma, ormai inadatti al riposto, e hanno deciso di dormire senza a partire da questa sera”.

“Mi sono quindi ritrovata – prosegue la senatrice – a parlare con i detenuti riuniti in una sorta di assemblea, durante la quale ho avuto modo di ascoltare quanto sia difficile vivere in un carcere che anziché contribuire alla riabilitazione di coloro che hanno sbagliato, è sempre più una sorta di discarica sociale di persone abbandonate a se stesse, alle quali sono negati i più elementari diritti. I problemi sono quelli della quotidianità, sono i materassi rotti, le celle piene, i pasti scadenti preparati in cucine inadeguate rispetto al numero di detenuti. Qualcuno può permettersi il lusso di acquistare il cibo e prepararselo per conto proprio, ma sono sempre in meno quelli che possono farlo, a causa di un prezzario altissimo rispetto alle reali possibilità economiche. A questo si aggiunge l’assenza di occasioni di lavoro offerte ai detenuti, un modo per guadagnare qualcosa, ma anche e soprattutto per prepararsi al reinserimento nella società”.

“Le richieste dei detenuti – dice ancora Petraglia – sono un grido rivolto ad una politica che continua ad ignorare questa realtà, affrontata quasi esclusivamente con una logica emergenziale e inadeguata. Ma la vera questione è il rispetto della dignità umana: per questo, nei prossimi giorni, scriverò alla ministra Cancellieri per chiedere provvedimenti immediati e concreti per Sollicciano che vadano oltre le buone intenzioni. Occorre intervenire subito, perché quanto sta accadendo nelle nostre carceri è intollerabile ed indegno di un paese che voglia dirsi civile”.

Firenze, 3 gennaio 2014

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

 

 

Consolidamento viabilità per Farnocchia: arrivano 280mila euro dalla regione Toscana

 

Stazzema_ Altri 280.000 € per il consolidamento della viabilità per Farnocchia a disposizione del Comune di Stazzema da parte della Regione Toscana, previsti nel documento annuale per la difesa del suolo. Risorse attese ed importanti per continuare il nostro programma di messa in sicurezza delle viabilità comunali del nostro comune. Siamo pronti con il progetto e avvieremo subito le procedure per attuare tale intervento, che si va ad aggiungere agli altri che sono già ormai assegnati ed in fase di avvio ed esecuzione che permetteranno di migliorare notevolmente la percorribilità e la sicurezza delle viabilità per le Frazioni di Pomezzana e Farnocchia. Questi interventi rispondono alla realizzazione di un programma preciso che mira alla realizzazione di opere che mitigano il rischio idraulico e idrogeologico nel territorio regionale e in questo caso comunale. La Regione sta dando risposte serie e tempestive ai territori con l’assessore Bramerini e con il Presidente Rossi che non si sottrae mai a intervenire con azioni concrete per la difesa del suolo. Mi aspetto che anche lo Stato faccia la sua parte che segua l’esempio della Regione Toscana che fa del territorio e della difesa del rischio idrogeologico una priorità, ed è apprezzabile ancor di più questa tipologia preventiva nelle aree individuate a rischio idrogeologico perchè interventi preventivi e tempestivi permettono senza dubbio anche un risparmio di risorse che intervenire in emergenza oltre al disagio che l’emergenza causa ai cittadini alle attività.

 Il Vicesindaco Maurizio Verona-addì 3.1.2014

 

Nuovo Assessore a Stazzema. Sempre i soliti vecchi metodi dei partiti.

Stazzema_ Ancora una volta il sindaco Silicani si piega alle logiche di partito e, sotto dettato, nomina il nuovo assessore Oreste Giurlani che al momento, pur avendolo chiesto, non ci è nemmeno dato sapere di cosa si occuperà.

La scelta soddisfa a pieno le smanianti voglie di potere del gruppo di maggioranza che con le regole di una vecchia politica muove le pedine nello scacchiere delle poltrone da occupare, a discapito della partecipazione e della trasparenza nella scelta dei ruoli istituzionali.

A pochi mesi dalle elezioni amministrative questa nomina è surreale e priva di ogni qualsiasi ragionevole logica amministrativa, ed è contraria a quelle politiche, tanto auspicate dai cittadini, che vorrebbero ridurre le poltrone ed i conseguenti costi della politica.

La giunta ha dato l’ennesima prova della sua poca originalità, allineandosi ai vecchi schemi della peggiore politica degli ultimi 20 anni, chiudendosi a riccio e prendendo decisioni chiusa nelle stanze del “comando”.

Il sindaco ha voluto seguire le sirene della politica vecchio stile, che premia solamente l’appartenenza e la militanza ad un partito politico.

A Stazzema il “come” é più importante del “cosa”.

Si preferisce agire con le logiche della politica lontana dai cittadini e dalle famiglie, dalle loro necessità e dai tanti problemi che li assillano.

Solo i professionisti della politica e gli addetti ai lavori sanno decifrare il perchè di questa nomina; noi sappiamo solo che nulla è casuale e nulla è per il bene della gente, perché tutto si fonda su meri calcoli di opportunismo politico.

Il sindaco e con lui tutta la sua amministrazione credono che basti rimestare un pò la pentola, mettere qualche nuovo ingrediente e pensare che la “sbobba” torni un piatto appetitoso.

Non ce la sentiamo nemmeno di fare gli auguri di buon lavoro al nuovo assessore perché non c’è più tempo per lavorare e ci saremmo aspettati che non accettasse l’incarico, ma c’è da sapere che Giurlani con la nomina ad assessore può mantenere la presidenza dell’Uncem Toscana e questo è quanto a lui può bastare.

Consigliere Comunale  Gian Piero Lorenzoni-addì 3.1.2014

Il consigliere Baldino Stagi risponde al vicesindaco Maurizio Verona

Stazzema_ Oggi appare chiara finalmente la pressante presenza degli amministratori sulla Libera Cronaca nei giorni scorsi, tutto l’elenco della bellissime cose fatte e che si faranno. Stavano preparando, carbonaramente, la nomina del nuovo assessore ed era necessario indorare la pillola agli stazzemesi. Si doveva contemporaneamente attaccare quelli che sarebbero stati sicuramente pronti ad una replica feroce, era bene dire preventivamente che sono dei violenti, che usano un linguaggio scorretto in modo che i cittadini arrivino ad apprendere le novità con un certo spirito, avendo già scelto chi sono i buoni e chi sono i cattivi.

Bravi Verona e Viviani, peccato che al sottoscritto non freghi un bel niente delle vostre analisi, come del resto all’amico Rossi. Ho visto poi che anche Vezzoni e la Staccioli hanno avuto una bella prontezza di riflessi ed hanno subito descritto la situazione con dovizia di particolari, Lorenzoni farà la sua parte nei prossimi numeri della L. C.  Per ora dunque mi atterrò ai fatti, magari nei prossimi giorni cercherò di spiegare il perché il nostro Comune ha DOVUTO SUPINAMENTE gettare il salvagente al sig. Giurlani.

Per quanto riguarda invece la disamina del vicesindaco pubblicata sulla Libera Cronaca del 31.12 13, vorrei dire la mia, come promesso. Una parola a riguardo di un velato messaggio al quale rispondo che io sto da un’alta parte rispetto a dove mi vorrebbe collocare (si accomodi pure se vuol verificare) e non sono per niente intimorito, anzi, sono sempre più determinato a portare avanti le mie battaglie. Detto ciò, non ho nessun problema a riconoscere la ragione a Verona quando sostiene che l’evasione fiscale è un grosso problema, ma non direi proprio che sia il più grosso. Naturalmente anche queste accuse facevano parte della mossa preventiva del vicesindaco, cercate il male da un’altra parte, io sono un bravo ragazzo e sto con i buoni, cercate il marcio dove volete ma non qui dove tutto è in ordine e massimamente trasparente”.

Ma partiamo dalla sommità del problema: il bravissimo Enrico Letta,  esponente apicale di quel famoso PD che dovrebbe tirarci fuori dalla melma e che, essendo a sinistra, fa solo il bene dei lavoratori e dei pensionati, (si proprio come il nostro Comune dove sono quasi tutti del PD), a pochi giorni dal suo insediamento, ebbe a dichiarare che avrebbe eliminato 5.000 enti inutili”.  Ora, solo pensare che in Italia ci sono 5.000 enti INUTILI mi fa venire il “sudor menuto” come averebbe ditto la mì nonna. Asciugato il sudore, mi viene subito il sospetto che il dichiarato sia nettamente inferiore al reale, forse gli enti INUTILI saranno almeno il doppio. Tutta gente, quindi, che viene pagata dai contribuenti senza che svolga nessun compito e credo che gli stipendi che volano in quegli ambiti siano piuttosto sostenziosi, senza considerare le strutture, le attrezzature, gli affitti, i consumi energetici ecc. Tutti raccomandati, trombati, politicanti, favoreggiatori e favoreggiati, amici, parenti e sudici parassiti senza dimenticare i raccomandati. Ma come è possibile anche solo pensare di eliminare tutti questi seggioloni dopo che abbiamo tanto faticato per crearli? Quanti voti si perderebbero mandando a spasso questa turba di personaggi che devono riconoscenza a questo e a quello? Infatti di queste eliminazioni non si è parlato più e mai più ne parleremo. Il bravo Letta deve aver ricevuto qualche telefonatina e subito dopo ha pensato che quei fessacchiotti degli italiani, ormai, si sono ben abituati ad esser presi per i fondelli ed a pagare per non avere niente in cambio, perché privarli di queste possibilità?. Dunque, cari amici, appare chiaro che quando si parla degli stipendi dei parlamentari si considera una minima parte dei costi della politica.  In Italia ci sono milioni di persone che vivono di politica, provate ora ad immaginare quale peso comporta tutta questa massa di nullafacenti se non addirittura ladri che rubano a man bassa. Naturalmente i denari per questi personaggi non mancano mai, magari non ci sono per gli ospedali, per le forze dell’ordine, per la scuole ma, per i politici parapolitici e amici, si trovano sempre, anche di più di quelli che servono.  E se i partiti rubano, se i finanziamenti vengono utilizzati per gli usi più impensati e per arricchire Tizio e Caio, nelle Regioni ritroviamo un’altra turba di delinquenti che utilizzano i denari pubblici per le spese personali più ignobili, sono ormai centinaia gli indagati che hanno sperperato immense quantità di denaro pubblico. Poi si devono mantenere le province con tutti i politicanti che ci stanno dentro che vogliono i rimborsi, prebende, favori. Poi si organizzano i lavori pubblici inutili, strade che non servono, strutture che non saranno mai utilizzate, magari non verranno mai finite ma che costeranno il triplo o il quadruplo di quanto preventivato in modo da potersi spartire un bel mucchio di soldi. Poi ci sono i comuni, dove si possono fare lavori inutili ma che portano voti e giù spreco di denaro pubblico, tanto nessuno li punirà mai. A questi accostiamo le municipalizzate, le partecipate, non dimentichiamoci poi di dare incarichi professionali ai consulenti ed ai parenti ed i soliti raccomandati.  E chi dovrebbe pagare? Quelli delle lobbies delle slot machine? Ma no, quelli hanno dato un obolo alla fondazione del Presidente, per loro faremo un bel condono, poveretti, che continuino pure a rovinare milioni di famiglie.

Se l’evasione fiscale comporta un enorme buco nei conti dello Stato, come siamo tutti concordi, la Politica rappresenta una voragine senza fondo che continua ad aumentare, senza sosta e gli enti inutili non vengono eliminati ma addirittura ne sbucano continuamente di nuovi. Quanto costa la politica, sig. Verona??? Lei ne sa niente???  Come spendiamo i denari a Stazzema? Avremo mica esagerato con gli stipendi ai funzionari? I lavori fatti e da fare sono tutti indispensabili? Abbiamo riscosso le multe comminate ai trasgressori? Abbiamo fatto qualche favore agli amici? Abbiamo mica approfittato di qualche ente inutile? Ci saremo mica andati a finire dentro? Fra quei 5.000 enti inutili, ci saranno mica anche UNCEM e Unione dei Comuni? E non ci sarà mica anche il Comune di Stazzema?

Personalmente posso solo dire di non aver mai incassato un solo gettone di presenza come consigliere, e con me gli altri che non fanno parte della giunta. Già, perché a Stazzema si trovano i denari per rimborsare i 1.700 euro al sig. Segretario superpagato ma per il resto la cassa piange. Sia ben inteso, questo per me è un vanto e non una lamentela, potrò dire così di NON AVER AVUTO NIENTE DALLA POLITICA e se sparo a zero lo posso fare dalla parte della ragione. Tenetevi pure i miei soldi, ve li regalo. Con quelli risparmiati in questi quattro anni e mezzo per tutti i consiglieri ci potrete pagare il nuovo assessore, magari anche la trasferta visto che arriva  da tanto lontano.

Baldino Stagi

P.S. Caro sig. Verona, per lei è facile dire che le istituzioni funzionano bene, sono quelle che le danno da vivere, io ho smesso da tempo di illudermi che possano funzionare e ne ho avuto più di una prova, a cominciare dal Comune dove lei imperversa. E se dico che è difficile avere giustizia lo faccio a ragion veduta, basti ricordare l’esposto in procura finito in archivio perché non hanno voluto scoprire chi ha compiuto un reato trattenendo per 32 mesi il ricorso dei cittadini stazzemesi in un cassetto. Ne sa niente lei, sig. Verona? Ma nonostante questo io insisto, continuo a segnalare le infinite “vergogne” agli organi preposti con la speranza che arrivino nelle mani giuste. Prima o poi qualcuno dovrà pagare.

Consigliere Comunale Baldino Stagi-addì 3.1.2014

Niente trasferta al nuovo assessore esterno

A proposito di trasferte, vogliamo  ardentemente sperare che gli stazzemesi non debbano pagare il viaggio al municipio di Stazzema al nuovo assessore esterno.  Spesso con le trasferte e le spese di viaggio si arrotonda ciò che invece dovrebbe essere tagliato drasticamente. Lo vogliamo ribadire come cittadini italiani che in due anni si sono visti adeguare la pensione di 13 euro. Questa politica di uomini della provvidenza e questi giganti fanno venire il voltastomaco. L’ing. Oreste Giuliani, lo vogliamo ribadire, dovrebbe dimettersi da presidente dell’Uncem e dare un segno concreto che l’era Renzi inizia subito nei fatti e non domani a parole. I renziani della Versilia dovrebbero alzare la voce e non stare in silenzio per questa operazione. Gli oltre cento stazzemesi che alle primarie hanno votato Renzi dove sono finiti? Va bene così, signori democratici del paese che siamo diventati, bene comune di pochi e precluso ai giocondi?

Giuseppe Vezzoni-addì 3.1.2014

Suona male la parola esterno

Giuseppe, continuo a essere presente e, dal mio balcone come spesso dico, osservo, leggo e ogni tanto dico la mia . Anche se capisco che sono sull’altro colle, ma abbastanza vicino da sentire gli umori stazzemesi. Ciao e fiduciosi di  avere Uomini di Buona Volontà.

Stazzema_ A seguito di quanto si è appreso dai continui scontri sulle pagine di Fb, sulla Liberacronaca fra gli amministratori del Comune di Stazzema, l’opposizione e cittadini, è ovvio che fa  eco anche nelle persone dei paesi vicini. Voglio premettere che non ho nessun diritto di mettere il naso nella diatriba continua, però, nel momento in cui ho amici sia da una parte che dall’altra intendo dire qualcosa. Conosco bene queste   persone e so che, ognuna si adopera per il bene della propria gente:sia a destra che a sinistra: il difficile è trovare un punto d’incontro. Tanto, per una –Buona Politica-, non si dovrebbe scendere a litigi e scontri da bar: si dà un immagine distorta e non certo bella. La politica, la buona Politica, si fa nei luoghi giusti .D’altronde, l’opposizione ha tutto il diritto di contestare, chiedere spiegazioni all’esecutivo  etc. Forse io sono ancora all’antica, mi commuovo sempre all’Inno di Mameli, dei Lavoratori o l’Internazionale, dovrei svecchiarmi un po’, ma ormai è tardi.  In riferimento alle ultime scelte per la nomina di un assessore esterno, credo che l’Amministrazione deve dare tutte le spiegazioni , non solo all’opposizione, ma ai cittadini tutti: suona male la parola .-Esterno– Io so cosa significa, basta ritornare indietro di alcuni anni. Ma la mia è un’altra storia .  Dal mio punto di osservazione come spesso dico, vorrei una politica seria, rispettosa dell’avversario politico, tanto è la cabina che premierà secondo l’operato fatto. Ormai la gente è matura e come si dice noi : – Le chiacchere un fan farina–  E, come ho detto all’inizio, siccome siete persone fondamentalmente buone e capaci, usate il buon senso per il bene della Vostra/Nostra  Gente.

Giulio Salvatori di Basati-addì 3.1.2014

 Mini riflessione  sull’assessore esterno Giurlani

Statuto UNCEM Toscana

Da ieri mattina sto cercando un aggettivo che possa definire la nomina del nuovo assessore senza dilungarmi troppo e senza “eccessi” ma non mi viene in mente una qualifica sufficientemente esplicativa. Certo la faccia tosta non difetta, compresa la firma dell’incarico avvenuta al ristorante anziché nella sede istituzionale, ma forse troverò qualcosa di adatto nei prossimi giorni.

Baldino Stagi-addì 3.1.2014

Re: Se la firma è avvenuta al ristorante, è stato un atto perfetto e luogo più che adeguato. Dimostrerebbe inequivocabilmente quanto gusto gli stazzemesi aggiungeranno al loro già saporito panettone.

Giuseppe Vezzoni-addì 3.1.2014   

 

Se Giurlani fosse stato socialista ci sarebbe stata una sollevazione popolare

Stazzema_ Ci pensate se era un socialista Oreste Giurlani,  che nel passato ha fatto l’Assessore alle Finanze a Pescia, poi ha fatto il Sindaco lungamente a Fabbriche di Vallico ( Valle del Serchio ) e poi ce lo troviamo a fare l’Assessore a Stazzema ( Versilia storica) . Tutti i ben pensanti di Sinistra, Centro e Destra si sarebbero sollevati e scagliati contro e avrebbero detto ” sono i soliti socialisti” . O i socialisti non saranno mica migliori di questi altri ??? Provate a rifletterci . Meditate gente .

Gabriele Martinelli, socialista di Lucca-addì 3.1.2014

RE: Caro Martinelli, seppure  ti sei perso qualcosa sugli incarichi ricoperti , tuttavia metti in evidenza che bisogna essere comunisti per fare i socialisti e non suscitare ondate di riprovazione. Le monetine sono state consumate tutte contro Craxi e i socialisti ed oggi si comprende perché le tasche sono vuote, sia per tirarle ma soprattutto  per campare nel paese bene comune di pochi.

Giuseppe Vezzoni-addì 3.1.2014

 

 

La posizione dei Verdi sul trasferimento del materno infantile dell’OPA

Ospedale

Ciao Giuseppe, su Libera Cronaca ho letto alcune valutazioni di politici locali sull’ ospedale Pediatrico Apuano. Come saprai io sono  iscritto alla Federazione dei Verdi di Massa Carrara e questa è la nostra idea sull’ospedale. Il documento è ufficiale e trasmesso dai ns portavoce alla stampa locale. Visto che altri sono intervenuti sul tema, compreso esponenti del Comune di Stazzema, ho ritenuto di farti sapere e pubblicare se vuoi su Libera Cronaca.Ciao

Aldo Verona-addì 3.1.2014

 

Strage della stazione ferroviaria di Viareggio

Questa sera, 3 gennaio, dalle ore 21.00 alle ore 22.30 a “Versilia in linea”  trasmissione sulla strage di Viareggio. Canale 50 o digitale 673. Trasmissione con dibattito e domande da casa.

Lilia domani mattina torna in Alsazia, a LauterbourgLilia saluta gli amici di libera Cronaca 3.1.2014 004

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...