Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1185 del 29 e 30 dicembre 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1185 del  29 e 30 dicembre 2013

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

1185

Il vicesindaco Verona risponde sul Teleriscaldamento e sulla riunione del Comitato Civico

Stazzema_ Chiederò al Presidente del Consiglio Tovani di iscrivere all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale un punto che riguarderà il progetto del Teleriscaldamento di Pruno e di Volegno, e coglieremo l’occasione anche di ripetere (se sarà presente) al consigliere Stagi tutte le notizie relative al progetto spesso oggetto di discussione nei precedenti consigli comunali.

Il progetto è molto importante è stato realizzato con una finalità culturale per promuovere nel nostro territorio una cultura desueta, vorremo che il bosco diventi nuovamente una risorsa, vorremo che crei nuovamente opportunità di lavoro, vogliamo che i nostri cittadini possano vivere a Stazzema e utilizzare energie sostenibili.

Lascio giudicare ai lettori della Libera Cronaca se le offese che mi vengono pubblicamente rivolte sono degne di un linguaggio istituzionale e corretto, non reagisco perché tali affermazioni non mi appartengono e neppure la violenza di questo linguaggio che credo sia solo frutto di altro mi appartiene.
Rossi ha come tutti punti di forza e di debolezza e lo ascolto perché comunque è un uomo che ama Stazzema che vive a Stazzema, io è lui abbiamo posizioni diverse su molti argomenti, forse anche sul progetto del teleriscaldamento, ma entrambi ce ne facciamo una ragione.

È venuto spesso a confrontarsi con me su progetti e su altro e quando c’è stata convergenza è seguita la collaborazione, capisco che voglia mettermi in cattiva luce da un punto di vista amministrativo, ma leggo nel suo intervento un attacco politico che fa parte del gioco, e quindi è su questo piano che voglio confrontarmi con lui senza sottrarmi da dargli le risposte che vuole e nel prossimo consiglio troverà le risposte ai quesiti posti. Gli uffici ai consiglieri comunali hanno insieme all’assessore delegato, dato sempre ampie e esaurienti risposte.

Intanto abbiamo appaltato i lavori di bonifica del territorio, verranno ricollocati pannelli solari al campo sportivo di Retignano che vedrà anche altri interventi nel corso del 2014; a primavera asfalteremo la viabilità di ingresso a Terrinca ed entro la fine del mese saranno cantierate risorse per riparare fognature bianche in tutto il territorio. Ci sono altri interventi importanti dei quali darò comunicazione quanto prima riguardanti la messa in sicurezza del territorio e investimenti nelle viabilità rurali.
Il Sig. Vezzoni non è il mio portavoce è un uomo che ha dimostrato e dimostra che non fa sconti a nessuno, neppure al sottoscritto, critica duramente quando lo ritiene opportuno e spesso non ho condiviso la sua posizione la sua visione ipercritica su certi argomenti, e altre volte siamo riusciti a collaborare e soprattutto ad apprezzare reciprocamente il lavoro svolto.

Comunque questa amministrazione si accinge a terminare il suo mandato, mancano pochi mesi e poi saranno nuovamente gli Stazzemesi a decidere chi ha i migliori argomenti per guidare il nostro Comune, Pazientate, 150 giorni passano velocemente.
La mia richiesta di partecipare ad una riunione era per dire direttamente il punto di vista dell’amministrazione sull’argomento, (visto che a queste riunioni partecipano esponenti politici che siedono nei banchi del consiglio comunale ) e la mia richiesta l’ho posta ad un componente del comitato che l’ha immediatamente accolta facendola addirittura propria invitandomi con lui a partecipare dicendomi che sarei stato un suo ospite; e dopo 10 minuti, quando ho ricevuto il diniego, non ho fatto drammi, non ho partecipato. Ora ho le idee più chiare: sono riunioni vietate a me. Bene, me ne faccio una ragione e vi auguro buon lavoro.

Maurizio Verona-addì 29.12.2013

Presentazione del Piano di Protezione civile intercomunale: presenti 12 consiglieri su 30

Versilia_ Il consigliere comunale Gian Piero Lorenzoni, membro dell’Unione dei Comuni della Versilia, ha scritto una lettera al presidente dell’ente, Maurizio Verona, per denunciare la scarsa partecipazione alla presentazione del Piano di Protezione civile intercomunale. L’assenza di 18 consiglieri la dice lunga sull’interesse con cui il Piano  è stato accolto e che ha evidenziato una macroscopica indifferenza per  un tema così esiziale per una terra fortemente a rischio idrogeologico e con un gradente di attenzione anche sismico. Un territorio che si vanta, dopo l’alluvione del 19 giugno 1996, di aver messo a regime il “Modello Versilia” .

La lettera:

Il 21 dicembre scorso è stata convocato, presso la sala “Cope” a Querceta, un incontro per la presentazione ufficiale a tutti i consiglieri dell’Unione del Piano di Protezione Civile, adottato dal consiglio il 22 novembre 2013.

Una presentazione che nelle aspettative avrebbe potuto e dovuto far conoscere i contenuti tecnici e strategici del piano e per  trasmettere una maggiore consapevolezza sulle numerose criticità che gravano sul territorio versiliese.

Dunque l’argomento in discussione, indubbiamente di cruciale importanza per l’intera Versilia, avrebbe dovuto stimolare un’ampia e qualificata partecipazione.

Purtroppo la partecipazione è stata molto scarsa e le troppe assenze devono essere qualificate come assolutamente ingiustificate.

I pochissimi presenti, ed io tra questi, hanno assistito ad una caduta di stile da parte della stragrande maggioranza dei consiglieri dell’Unione che francamente non mi sarei mai immaginato di vedere.

Sarebbe fin troppo facile accostare questi comportamenti all’inconsistenza dell’azione amministrativa locale sui grandi temi territoriali, quali la protezione civile e tutte le complesse problematiche ad essa collegate.

Ebbene, mi chiedo e le chiedo: ma veramente ai consiglieri dell’Unione non gliene importa niente di quello per cui erano stati invitati?

Veramente non importa a nessuno qual è il livello di sicurezza dell’abitazione in cui vive, o della scuola che frequentano i propri figli, o dei luoghi in cui lavora?

Veramente agli amministratori versiliesi, ma non solo loro, non hanno interesse a sapere quello che il piano contiene in termini di sicurezza del territorio e della popolazione?

La clamorosa assenza della stragrande maggioranza dei convocati ad eventi informativi e formativi di questo tipo è, secondo me, francamente, colpevole, deprimente ed anche irresponsabile.

Non posso nasconderle la mia più profonda delusione sull’accaduto, ma nonostante tutto non smetterò di occuparmi di queste problematiche, non smetterò di sollecitare e stimolare, per quanto è dato alle mie possibilità, le Istituzioni alla tutela del territorio e, nel contempo, mi voglio augurare che non debba essere una nuova possibile grande calamità a scuotere le coscienze come la nostra storia recente ci dovrebbe aver insegnato.

Un comportamento  assolutamente deplorevole che mette in discussione la stessa esistenza dell’Unione dei Comuni che a parole si dice di volere, ma che poi si smentisce nei fatti come è avvenuto sabato mattina.

Vorrei anche sottolineare che, quello del 21 dicembre, non è stato un semplice incidente di percorso, non credo che i consiglieri abbiano avuto difficoltà a partecipare purché convocati in un giorno prefestivo; va ricordato che i consigli dell’Unione sono scarsamente partecipati compreso quello in cui è stato adottato il piano di protezione civile che ha visto al voto solo 12 consiglieri su 30, e ricordando che il consiglio riesce a lavorare solo perché riunito in seconda convocazione e ciò per garantire la presenza di almeno 10 consiglieri appena sufficienti per il numero legale.

Nel prossimo futuro si potrà valutare quanta credibilità ancora concedere a chi continua a dichiararsi disponibile ad amministrare un ente pubblico, per contribuire realmente alla crescita e alla sicurezza del territorio e della popolazione che vi abita e lavora, ma che nei fatti sembra operare in direzione opposta.

Sono certo che non mancherà, se già non l’ha fatto, di riflettere sull’accaduto e mi scuso se mi sono permesso di chiedere la sua attenzione, ma credo sia dovuto per il ruolo che ognuno di noi è chiamato a svolgere al meglio delle proprie capacità e competenze. La saluto

Consigliere Comunale- Gian Piero Lorenzoni-addì 28.12.2013

Avviso pubblico esplorativo di individuazione di Direttore dell’istituenda  Fondazione Parco nazionale della pace a Sant’Anna di Stazzema

2013_000762_20131224_000

Stazzema_ E’ consultabile  sull’Albo Pretorio del Comune di Stazzema l’avviso esplorativo per individuare  il Direttore dell’istituenda Fondazione Parco nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema. Le domande dovranno pervenire entro le ore  12 del  24 febbraio 2014 rispettando le norme esplicitate nell’avviso pubblico. La scelta del candidato avverrà tramite un colloquio  psicoattitudinale con una commissione  determinata dai soci fondatori: Regione Toscana, Provincia di Lucca e Comune di Stazzema. In caso di  mancato accordo sulla scelta  del candidato al ruolo di Direttore Generale, a prevalere sarà la decisione della Regione Toscana.  Per il ruolo del Direttore Generale  è prevista l’indennità di carica.

Libera Cronaca bene comune di pochi e precluso ai giocondi -addì 29.12.2013

Il Comune di Stazzema ha formalizzato la richiesta di contributo Programma 6.000 campanili

DG_2013_00086_00_001

DG_2013_00086_00

Stazzema_  Con deliberazione nr. 86 in data 15/10/2013 la Giunta Comunale di Stazzema ha formalizzato la richiesta di contributo finanziario, inerente il programma “6000 campanili”, per la realizzazione dell’intervento di “Manutenzione straordinaria delle infrastrutture viarie comunali”.  L’obiettivo è quello di individuare e ripristinare e risanare i punti della viabilità comunale che necessitano di un intervento attraverso il ripristino delle infrastrutture di regimazione delle acque piovane, con l’esecuzione delle pavimentazioni stradale corredate con opere che consentano maggiore sicurezza

delle strade, come l’istallazione di barriere nei tratti in cui non sono più adeguate e migliorando e ripristinando la segnaletica orizzontale e verticale laddove ne emerga la necessità. Sarà migliorata l’illuminazione pubblica lungo le strade  principali e secondarie. Gli interventi dovrebbero interessare le 17 frazioni di Stazzema. Comune.

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi-addì 29.12.2013

UsleSciò sul palcoscenico del Comunale di Pietrasanta il 13 gennaio 2014

locandina uslescio 2014

Pietrasanta_ Carissimi amici, trasmettiamo la locandina dello spettacolo a cui io e la Lora teniamo di più. I biglietti li potete acquistare anche la sera dello spettacolo. Avremo il piacere e l’onore di recitare con gli attori dell’UsleSCIO’

Lora Santini e Antonio Meccheri-addì 28.12.2013

 

 

Auguri di Buon Anno da Lilia, una bambina fortunataLilia Natale 1 2013 004

 

Auguriamo ai troppi bambini sfortunati un 2014 pieno di salute, di affetto e di attenzione. Non auspichiamo solo buoni auspici ma operiamo perché gli auspici possano essere davvero buoni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...