Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1145 del 12 e 13 novembre 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1145 del 12 e 13  novembre 2013

giuseppevezzoni@gmail.com

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

1145

La vendita delle spiagge,proprio da una versiliese targata PD?

Tagliatevi gli stipendi e tutto il resto, che sarebbe l’ora! Ma le spiagge proprio no! L’emendamento era stato presentato dalla senatrice Manuela Granaiola  e da altri nove Dem è stato ritirato. Proprio dalla Versilia doveva partire l’idea offensiva  di vendere le spiagge ai privati? Proprio da una terra  in cui riuscire a vedere il mare è un colpo di fortuna,ormai praticamente nascosto da un’antropizzazione che pare un muro invalicabile e dai costi insostenibili per tante,troppe famiglie? Doveva partire da una terra siffatta questo tentativo che mostra,seppur ritirato, a che punto è arrivata la politica del paese che siamo diventati. Quella politica che non vuol proprio mollare sui privilegi della casta e pensa di vendere perfino le spiagge. Tagliatevi i privilegi, tagliate i soldi alla politica,soprattutto se è arrivata ad escogitare di vendere le spiagge!

Giuseppe Vezzoni-addì 12.11.2013 

Le mani in tasca degli itagliani sono anche le addizionali Irpef regionali e comunali

 

A caccia di polli da spennare e da bollire vanno mano nella mano lo Stato, le Regioni e i Comuni. La crisi dei consumi è stata aggravata dalle imposizioni fiscali di questa trinità di picche. Uno studio della Cisl denuncia una perdita di reddito che c’è stata dal 2007 al 2012 pari a 1.040,00 euro. Uno svaligiamento del vivere dei lavoratori e dei pensionati con i redditi più bassi, quelli da 10 a 50mila euro, è stato del 5,83%, mentre oltre i 50mila euro di reddito la percentuale si è assestata poco più del 6%. Le addizionali sono cresciute rispetto al 2010 del + 31%. Il che vuol dire che l’incremento reddito se lo sono pappato i comuni e le regioni. Infatti nel 2012 l’incremento è stato pressoché nullo, mentre nel 2011 è stato del + 1,22% e nel 201° del + 1,52%. Da ricordare che mentre per le formiche sovrane l’incremento reddito non c’è stato, per le indennità di carica gli amministratori vicini alla gente hanno usufruito perlomeno dell’adeguamento di legge del +2% , sia nel 2012 sia nel 2013. Questo è il quadro desolante di un paese in cui il parare il sacco riesce vergognosamente bene e si riesce anche a parlare di equità e di democrazia: spudoratamente!

Re: Stiamo attendendo la precisazione sulla Tares.

Giuseppe Vezzoni-addì 12.11.2013  

 

Quarta edizione della Festa della Montagna a Stazzema

 7 e 8 dicembre 2013

 

Domani sera, alle 21, nella sala comunale  sarà illustrato il programma

 

Stazzema_ Come ormai avviene dal 2010 anche quest’anno il 7 e 8 dicembre a Pontestazzemese si terrà la Festa della Montagna Stazzemese, iniziativa nata per volontà dell’Amministrazione Comunale e che sarà organizzata con il Coordinamento della Consulta del Volontariato che sempre di più si sta affermando come struttura di riferimento e di coordinamento delle varie iniziative che le associazioni e comitati presenti nelle varie frazioni promuovono durante l’anno. Anche nell’organizzazione della Festa della Montagna, così come già avvenuto per l’edizione 2012, la Consulta, presieduta dall’Assessore Egidio Pelagatti, sarà l’organizzatrice e coordinerà tutte le varie iniziative che si svolgeranno nelle due giornate unitamente ai Consiglieri Comunali delegati Marco Viviani e Alessio Tovani che per conto dell’Amministrazione Comunale hanno lavorato per far nascere una vera Consulta Comunale e all’organizzazione dei vari eventi. La Quarta Edizione della Festa della montagna sarà un momento di ritrovo e di incontro di tutte le associazioni e attività produttive che durante l’anno operano sul territorio Stazzemese e sarà l’occasione per far conoscere e promuovere tutto ciò, e non è poco, che Stazzema può offrire nel settore turistico. Al fine di incrementare sempre di più la partecipazione delle Associazioni e Attività Produttive  all’iniziativa organizzata per il 7 e 8 dicembre prossimi, l’Amministrazione Comunale e la Consulta del Volontariato hanno indetto per mercoledì 13 novembre p.v. alle ore 21,00, presso la sala Prof. Bruno Antonucci nel  Municipio, una riunione nella quale sarà illustrato il programma delle due giornate e definita l’organizzazione, con la possibilità per tutti coloro che sono interessati a partecipare portando un contributo.

“E’ una soddisfazione per l’Amministrazione”, commenta l’Assessore al Turismo del Comune di Stazzema, Amerigo Guidi, “organizzare anche quest’anno questo evento che evidenzia come il pubblico e i turisti apprezzino quelle attività turistiche del Comune che hanno saputo offrire accoglienza e tipicità dei prodotti del territorio. E’ opportuno continuare una politica di promozione turistica che veda sempre al centro il territorio, con il completo recupero della sua Cultura e Tradizioni, insieme alle Associazioni che in questi anni sono cresciute e, grazie anche all’ottimo lavoro della Consulta, stanno diventando un sicuro e valido punto di riferimento. Abbiamo bisogno di iniziative che valorizzino i sentieri come quello dell’Unione dei Comuni e in questi anni abbiamo cercato di valorizzare i prodotti del territorio aderendo alla DeCo, istituendo prima un mercatino  dal cui esaurimento è nata la Festa della Montagna. Il recupero di quella modesta agricoltura di montagna può contribuire significa soprattutto una riappropriazione di un territorio incolto e abbandonato, quindi ad una salvaguardia idrogeologica e di conseguenza una valorizzazione del territorio fino a pochi anni fa di fatto impoverito. Pochi giorni fa il Corriere della Sera ha dedicato due intere pagine dal titolo “Le donne che salvano le Apuane”, credo che miglior titolo non si potesse dare perchè proprio di salvezza e per la salvezza stiamo parlando e lavorando. Un sentito ringraziamento di tutta l’Amministrazione Comunale va a tutte le Associazioni, Comitati, Attività Produttive e a tutti quanti si sono impegnati e si impegnano per promuovere ciò che il Territorio di Stazzema può offrire, con la consapevolezza che solo con la condivisione e l’amore per la propria terra si potrà parlare di un futuro migliore per le giovani generazioni”.  

Stazzema, 11 novembre 2013

Comunicato stampa da Michele Morabito-Comune di Stazzema-addì 12.11.2013

 

Legge Stabilità, Brogi (SEL): “Domani in piazza con i sindacati contro un provvedimento ingiusto”

Pronti a combattere in Parlamento combatteremo per cambiarne profondamente il segno: l’Italia non ha bisogno di una melassa, ma di provvedimenti per l’equità, il lavoro, lo sviluppo”

Toscana_ SEL Toscana aderisce allo sciopero indetto per domani da Cgil-Cisl-Uil per chiedere al governo profonde modifiche alla Legge di Stabilità, con interventi in direzione dell’equità, del lavoro e dello sviluppo.

“Non ci siamo, non ci siamo per niente – commenta il coordinatore regionale di SEL Giuseppe Brogi – Le modalità con cui il Governo delle larghe intese si sta preparando a licenziare la Legge di Stabilità non solo non risolvono i problemi del Paese, ma anzi ne aggravano la situazione. L’Italia non ha bisogno di una melassa inefficace e ingiusta, bensì di una serie di provvedimenti mirati che affrontino di petto i due corni fondamentali della crisi”.

“Il primo – prosegue Brogi – è lo spostamento di ricchezza, gigantesco, vergognoso, dai salari verso le rendite avvenuto in questi anni, che ha creato forme di diseguaglianza e povertà insopportabili associate ad un inarrestabile avanzamento della precarietà. Il secondo, è la scomparsa di qualunque iniziativa politica volta a sostenere i settori fondamentali della produzione, dei servizi e della vita. Il cuore del problema è tutto qui: recuperare risorse da chi ha di più, utilizzarle per promuovere nuova e buona occupazione e per salvaguardare lo stato sociale. Questa è la Legge di Stabilità che può portarci fuori dalla crisi”.

“Sappiamo bene che questo approccio è ben distante dalla volontà del Governo Letta e della maggioranza che lo sostiene, come è ben distante dalle priorità fissate dall’Europa – dice ancora Brogi – Ma contrastare le disuguaglianze, promuovendo uno sviluppo diverso, valido socialmente ed ambientalmente è l’unica via possibile per disegnare un futuro più giusto. Ecco perché SEL, domani, sarà in piazza con Cgil-Cisl-Uil. Ecco perchè SEL aderisce alla campagna attivata da Libera-Gruppo Abele contro la povertà. Ecco perché SEL intende combattere nelle aule parlamentari per cambiare radicalmente il segno ed i provvedimenti di una ingiusta ed inefficace Legge di stabilità”.

Firenze, 12 novembre 2013

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

 

Elezioni Nuovi Consorzi di Bonifica, tutto cambia, nulla cambia

Staccioli, Fratelli d’Italia: “della poca partecipazione degli aventi diritto qualcuno fa finta di lamentarsi salvo poi far passare sotto quasi completo silenzio le elezioni per i nuovi Consorzi”

 Da circa un anno ormai in Regione si sta discutendo il nuovo assetto regionale dei Consorzi di Bonifica che da 13, con vari accorpamenti, sono stati ridotti a 6. Il passaggio non è ancora definito totalmente, molto tempo è stato impiegato per la ridefinizione del nuovo reticolo idrografico, anche alla luce degli eventi calamitosi e conseguenti emergenze idrogeologiche  che hanno colpito la Regione negli ultimi anni.

La consigliera Staccioli di Fratelli d’Italia spiega “Scopo della riforma cui sono stati sottoposti i Consorzi dovrebbe essere quella di renderli più funzionali allo scopo cui sono chiamati, proteggere il territorio e i suoi cittadini. Uno degli elementi per ottenere questo risultato è ridurre, se non eliminare del tutto, gli sprechi e far sì che tutte le risorse a disposizione siano impiegate nella difesa del territorio.”

Tra le voci delle uscite dei Consorzi di Bonifica appare anche quella relativa alle spese per le elezioni dei Consiglieri e dei Delegati. Hanno diritto al voto, ad eleggere i loro rappresentanti in un organo che nasce, sopravvive e lavora con il denaro pubblico, tutti coloro che pagano la tassa per la bonifica, coloro che quindi mantengono questo ente per proteggere i propri beni e in alcuni casi anche la propria vita. Per le ultime elezioni di cui abbiamo i dati (2006/2007 circa) sono stati spesi complessivamente 816.792,79 euro a fronte di una partecipazione del 2,53% dei consorziati. Si scarica la colpa sulla scarsa partecipazione degli aventi diritto, ma qualcosa evidentemente non ha mai funzionato molto nella comunicazione e sarebbe utile conoscere che genere di campagne informative sono state intraprese fino ad oggi.

La Staccioli non ci sta “Le prossime elezioni sono previste per il 30 novembre, tra 2 settimane. E nessuno, di nuovo, ne sa nulla. Come e quando sono state presentate le liste? Come avverrà il voto? Nessuno dei consorziati è stato avvisato in alcun modo.Lascia sicuramente perplessi l’incerta campagna elettorale avviata su Facebook, ci chiediamo quanti dei consorziati, la maggior parte dei quali, liste alla mano, hanno un’età non inferiore ai 60 anni, siano esperti navigatori del più noto dei social network. Nonostante la grande e impegnativa riforma per la costituzione di nuovi consorzi, vi è la chiara volontà di ripercorrere le modalità di quelli vecchi per mantenere, nonostante tutto, un certo status quo. E così si presenteranno a votare i soliti nomi che voteranno per i soliti conosciuti. Ci convincano del contrario: che genere di campagna informativa è stata fatta per far conoscere ai consorziati i tempi e le modalità di voto?”

Un reale dispendio di energie e risorse per proseguire in realtà su strade ormai battute con vecchie abitudini. Sarebbe il caso di cominciare ora una vera campagna di informazione, rimandare le elezioni e dare tempo a tutti i consorziati di capire e scegliere e infine recarsi al voto e poter esercitare un diritto grazie al quale esistono i consorzi stessi.

Comunicato da Daniela Cattani- Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli Consiglio Regionale della Toscana-Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia-addì 12.11.2013

 

 

Un futuro “gemellaggio culturale” tra la Versilia e Campiglia Marittima ?

Versilia-Campiglia Marittima_ Durante gli ultimi mesi, mentre vanno avanti i preparativi per la conferenza sulla storia e geologia dei MARMI MEDICEI che si terrà il 29 novembre prossimo al MUSA di Pietrasanta nel quadro dei convegni del 500° anniversario del Lodo di Leone X con importanti interventi sui marmi di Cosimo I , sto realizzando anche studi e ricerche sulla storia e le peculiarietà geologiche e industriali che l’estrazione del marmo bianco anche nel territorio di Campiglia Marittima (Livorno) dal XV sec. almeno ma anche con segni della presenza romana in via di identificazione.

Molti sono i punti storici di gemellaggio e affinita’ storiche e archeominerarie tra i due territori, testimoniate dagli archivi medicei in cui si ritrovano accertate le presenze di minatori tedeschi e tirolesi sia nelle argentiere della Versilia tra il 1545 e il 1590 che nel territorio della Valle del Temperino e della Valle dei Lanzi a Campiglia.
Notevoli affinita’ e risvolti storici ancora poco studiati si hanno anche nello sfruttamento dei marmi bianchi che nel campigliese ebbe luogo per breve periodo durante il governo di Cosimo I e il successivo sviluppo dell’industria marmifera che si ebbe invece a Seravezza con maggiori fortune come per la scoperta dei giacimenti del Monte Altissimo e delle Brecce medicee a Stazzema.  Anche nell’ 800 la presenza di personaggi della storia mineraria anche a Campiglia come l’ingegnere francese Frédéric Blanchard, direttore delle miniere del Bottino e li’ riscopritore del minerale di stagno delle antiche miniere di Monte Valerio, suscita attenzione e spunti per approfondimenti.

Dal 4 all’ 8 dicembre nel Palazzo Pretorio di Campiglia sara’ presentata al pubblico una mostra documentale con esposizione di campioni dei marmi del territorio nel quadro di una “Settimana di S.Barbara” patrona di cavatori e minatori. Si invitano gli interessati ad una visita a tale evento.

Geol. Sergio Mancini-addì 11.11.2013

“I mitici anni ’60 rivivono a una marea di emozioni “invito_mitici_anni_60

 Giovedì 14.11.2013 ore 20:30 presso il ristorante Marea Viale Roma 93 (di fronte al numero civico 323 ) Marina di Pietrasanta – Tel 0584.745802

Ad un passo dalla mitica Bussola di Bernardini rivivremo come in un sogno senza tempo, presso il ristorante Marea di Marina di Pietrasanta, grazie all’iniziativa di Versilia Restaurants, la fantastica stagione degli indimenticati e indimenticabili anni ’60.

Mina, Celentano, Peppino di Capri, Gino Paoli, Gianni Morandi e molti altri, attraverso la verve e l’eleganza di Claudio Sottili torneranno a calcare la sabbia della Versilia; quel Sottili che fu’ tra i fondatori della mitica Radio Montecarlo, vera icona degli anni ’60.

Saremo rapiti dalla forza della musica e degli aneddoti di quegli anni contrapposti ai racconti di una stagione torica dai forti coinvolgimenti che verrà presentata dall’ Arch. Stefano Carlo Vecoli con il suo libro “crescevano sogni fiorivano eskimi”.

Durante la serata gli artisti Ernesto Altemura e Paola Campioni, attraverso le loro opere pittoriche e scultoree, ci racconteranno un vissuto artistico che, partendo dai interiori riflessioni, ha avuto uno sviluppo comunicativo ed espressivo di altissimo livello. L’Arte intesa non come semplice diversivo ma attento studio e ricerca.

Per gli amanti della lettura il consueto angolo del baratto del libro, dove ogni partecipante può portare un libro già letto e scambiarlo con uno nuovo, favorendo il confronto letterario. La serata sarà allietata dalle canzoni di Gianluca Muglia.

Menu fissi a partire da 25€ ( 3 Antipasti, Primo, Secondo, Dessert, Vino, Acqua, Caffè ). È  gradita la prenotazione.Cordiali saluti

Versilia Restaurants

http://www.versiliarestaurants.it

Notizia inviata dall’Ufficio Informazioni Turistiche di Seravezza-addì 12.11.2013

 Premio della Pace degli AnStifter

Attenzione: Domani apriremo la Libera Cronaca con un servizio sul Premio della Pace  che l’associazione tedesca degli AnStifter ha conferito a Enio Mancini e ad Enrico Pieri e che è stato consegnato domenica nella città di Stoccarda, dove una nutrita delegazione di superstiti di Sant’Anna e di amministratori  stazzemesi guidati dal sindaco Silicani e dal vicesindaco Verona è intervenuta alla cerimonia di consegna.

Abbiamo deciso  così,  per dare maggior risalto al servizio.  

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...