Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1144 dell’11 e del 12 novembre 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1144 dell’11 e 12  novembre 2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

1144

 Domani decennale della strage di Nasiriyya

12.novembre 2003-12 novembre 2013

28 morti: 19 italiani e 9 iracheni.  Caduti 12 carabinieri, 5 militari dell’esercito e 2 civili.  A tutti i caduti e alle loro famiglie  il deferente ricordo di Libera Cronaca

Il crollo dell’edilizia a Stazzema: non si costruisce più e il comune sta a guardare

 

Lorenzoni denuncia: ancora un anno disastroso nell’attività edilizia.

 

 Stazzema_ Edilizia in profonda crisi a Stazzema: gli incassi sono in picchiata. Nel 2013 gli oneri di urbanizzazione scendono ancora, dagli € 83.000 del 2009 si è passati ai 49.000 del 2011, ai 58.900 del 2012 e addirittura nel 2013 si prevede di incassarne solo 40.000.

Siamo al collasso e l’attività edilizia anche nei prossimi anni il settore sarà in sofferenza.

Eppure, la crisi nera di questa importante attività imprenditoriale non sembra interessare l’Amministrazione comunale

Nonostante le sollecitazioni non si riesce o non si vogliono esprimere le dovute attenzioni sugli effetti sociali ed economici che una così grave situazione  così persistente e insidiosa ha prodotto e continuerà a produrre in futuro.

Il collasso dell’attività edilizia che, se in parte può addebitarsi alla non rosea situazione economica, rappresenta un danno gravissimo per l’economia locale che è ai minimi storici.

Il gruppo consiliare Luce a Stazzema sollecita gli amministratori  a compiere ogni sforzo utile per far invertire la tendenza di una situazione così grave che non ha precedenti e per consentire di poter beneficiare delle detrazioni fiscali del 50% sulle ristrutturazioni e del 65% sulle riqualificazioni energetiche, in soccorso di quei cittadini intenzionati a realizzare interventi sul patrimonio edilizio.

E che la situazione sia critica è percepibile da molteplici indicatori. Stime recenti attestano il reddito pro-capite a Stazzema a € 8.273, che corrisponde al secondo reddito più basso nella provincia di Lucca, ed è il secondo comune con la più bassa percentuale di dichiaranti Irpef (48,4%) nella provincia di Lucca, gli occupati sono in totale 758, pari al 22.54% sul totale degli abitanti e tra questi quelli di età compresa tra 15 e 64 anni sono il 64,3%.

Invitiamo l’amministrazione a prendere atto che le previsioni del regolamento urbanistico approvato nel 2010 sono di fatto fallite.

A questo punto, a fronte del pericolo di un immobilismo parente prossimo del tracollo, riteniamo che gli obiettivi previsti nella strumentazione urbanistica vadano ridiscussi e in tal senso invitiamo, come abbiamo già fatto in passato, l’assessore Verona ad un confronto serio, approfondito ed urgente, non più rinviabile.

 

Comunicato stampa del consigliere Gian Piero Lorenzoni, capogruppo di Luce a Stazzema-addì 11.11.2013

Maggio fiorentino, sen. Petraglia (SEL): Se l’unica ricetta è fare a pezzi il Maggio, Bianchi abbia la decenza di dimettersi”

Chiudere Maggio Danza una scelta inconcepibile. Il commissario ci dica come intende rilanciare la Fondazione: ha altre idee, a parte dividere i lavoratori e irriderli con i giornalisti?”

Toscana_ “Se l’unica ricetta per rilanciare il Maggio è quella di venderlo a pezzi e di dividere i lavoratori, allora è bene che il commissario Bianchi abbia la decenza di dimettersi subito, invece di sottrarsi al confronto e di irridere le rivendicazioni dei sindacati”. Così la senatrice toscana di Sinistra Ecologia e Libertà Alessia Petraglia dopo l’incontro di questa mattina sulle fondazioni liriche promosso da CGIL Firenze.

“Bianchi – prosegue Petraglia – sembra essere estraneo alle più elementari regole di democrazia. E’ inconcepibile presentarsi ad una iniziativa di confronto come quella di stamani solo per dire la propria e poi andarsene subito dopo, senza mostrare alcuna volontà di ascoltare i lavoratori e senza proporre nessuna prospettiva di rilancio. Fatto il Maggio a pezzi, chiuso definitivamente Maggio Danza, come pensa di rilanciare la fondazione? Su questo il silenzio è stato più assoluto. Se non ha idee migliori, a parte dividere i lavoratori e irriderne con i giornalisti le richieste, abbia l’umiltà di fare un passo indietro. Il Maggio ha bisogno di un commissario capace di dialogare e di disegnare una prospettiva, non di un liquidatore”.

“Come ho sottolineato nel mio intervento – prosegue la senatrice – è necessario che quanto prima la politica dia un segnale di umiltà. Si deve ammettere di aver commesso grandissimi errori, nominando sovrintendenti non all’altezza del proprio ruolo e scaricando le conseguenze sui lavoratori, il modo più semplice di fare quadrare i conti che non tornano. Pensavamo che la tragica esperienza Colombo fosse servita di lezione prima di tutto al sindaco di Firenze che l’ha nominata e difesa quando era indifendibile. Invece, ci troviamo oggi con un commissario, di nuovo nominato da Renzi, che propone di chiudere Maggio Danza, una scelta palesemente sbagliata in un momento in cui è fondamentale aumentare e differenziare l’offerta di spettacoli”.

“Da parte nostra, continueremo a non far mancare il nostro sostegno al Maggio e ai suoi lavoratori, dentro e fuori dal Parlamento – dice ancora Petraglia – Come SEL, abbiamo presentato, assieme ai senatori Di Giorgi, Marcucci ed ad alcuni del PDL, un emendamento alla Legge di Stabilità in cui si prevede il passaggio del personale in esubero ad altri uffici della PA, e un secondo emendamento per esonerare dalla ex-Legge Fornero tutti coloro che hanno raggiunto i criteri per arrivare alla pensione. Ma – conclude la senatrice – al di là dei singoli provvedimenti, occorre tornare ad investire nella cultura e nei suoi lavoratori, ricreando un legame virtuoso che da troppo tempo si è spezzato”.

Firenze, 11 novembre 2013

Comunicato Ufficio Stampa SEL Toscana

Un’ora di sciopero contro la legge di stabilità: la vergogna prosegue

Le associazioni sindacali si mobilitano contro la legge di stabilità ed oggi  sono scese in sciopero compatte per ….una pausa del caffè: un’ora di  stacco da fare  all’inizio o alla fine dei turni di lavoro. Più che una mobilitazione appare una smobilitazione a danno degli operai e dei pensionati. Tante parole roboanti contro la manovra governativa che al di là dei correttivi che  potranno essere introdotti dal Parlamento ha rivelato da che parte  stia  l’Esecutivo di Letta, ossia del Pdl  e del Pd. Il governo Letta ha  mostrato la sua faccia e l’eventuale  maquillage, vedremo quale, sarà solo  per un intervento del Parlamento. La vergogna continua  a danno dei milioni di giocondi del paese che siamo diventati. Si dovrebbe bloccare l’Italia ed imporre alle forze politiche provvedimenti di giustizia fiscale e di ridimensionamento dei privilegi della casta, oltre la fine degli sprechi, delle provincie e delle municipalizzate, riducendo l’autonomia fiscale delle regioni, veri pozzi senza fondo delle risorse pubbliche.

Giuseppe Vezzoni-addì 11.11.2013

Dalla luce in fondo al tunnel alle luci di Manhattam

Dalla luce in fondo al tunnel siamo pervenuti alle luci di Manhattam, passando dalle palle d’acciaio del presidente Letta, il quale ha fatto la campagna elettorale dicendo a destra e a manca mai con Berlusconi ma è poi ne è divenuto il protagonista principale di un’alleanza per la quale non ha ottenuto il voto. Ovviamente servono davvero delle palle d’acciaio per derogare così facilmente dalla volontà popolare. Ma ieri, nel’intervista concessa a Massimo Giletti,  Letta ha voluto rappresentare la situazione italiana come un aereo che si trova sopra l’oceano e ma che già si intravvedono le luci di Manhattam dove l’aereo Italia atterrerà alla fine del 2014, quando – ha assicurato Letta – i parametri economici  sanciranno la ripresa dell’Italia.  Il presidente del Consiglio si è guardato bene dal dire che  il propellente per l’Esecutivo che lui guida sta nella volontà di Berlusconi di lasciarlo nel serbatoio o di disperderlo sopra l’oceano, consentendo un ammaraggio di fortuna, con vittime e dispersi, comprese le luci di Manhattam. Facciamo gli scongiuri che le luci  della mitica isola di New York non siano come la luce in fondo al tunnel  che vedevano il prof. Monti e tutti coloro, Letta compreso,  avevano concorso con misure inique ad ammazzare le fasce più deboli della popolazione.

Confcommercio denuncia che la crescita non ci sarà nel 2014, mentre Saccomanni  risponde confermando che le luci nel 2014 saranno accese al + 1,1% e annuncia fari della crescita oltre il + 2% nel 2015.

Giuseppe Vezzoni-addì 11.11.2013

 

PSE.RICCARDO NENCINI: DAL PD BUIO SULL’ ADESIONE, MA LA STORIA NON FA SCONTI

“La storia non fa sconti. Mai. La polemica esplosa nel PD sull’adesione al Partito del Socialismo Europeo PSE e’ cosa vecchia. Al congresso di Madrid (2008), Veltroni ci chiese di non girare il coltello nella piaga. Bersani, lo scorso anno, aprì decisamente uno spiraglio all’ingresso del suo partito nella casa socialista europea. Poi di nuovo il buio”- È quanto dichiara in una nota il segretario del Partito Socialista Italiano, Riccardo Nencini. “Giace da mesi una nostra mozione- racconta Nencini-  sia alla Camera che al Senato, che invita i gruppi parlamentari a dichiarare agli elettori, prima delle Europee, candidato al vertice della Commissione e appartenenza ai Partiti europei. Sollecitata ma messa da parte da Presidenti che evidentemente non intendono promuovere la chiarezza e aiutare i cittadini a capire fino in fondo. Da un paio di settimane abbiamo chiesto di costituire un Comitato per sostenere la candidatura di Martin Schulz. Lo faremo da soli, alla fine. A partire dal nostro congresso di Venezia.

Da Gabriele Martinelli del PSI di Lucca ( Dawww.partitosocialista.it)-addì 11.11.2013

PRIMA UDIENZA DEL PROCESSO

PER LA STRAGE FERROVIARIA DEL 29 GIUGNO 2009

 

 

MERCOLEDI’ 13 NOVEMBRE ORE 9.00 – POLO FIERISTICO DI LUCCA- Loc. Sorbano del Giudice

Mercoledì 13 novembre ha inizio il processo per il disastro della stazione di Viareggio che provocò 32 Vittime, decine di feriti dei quali alcuni gravissimi e distrusse una zona della città. Dopo oltre 52 mesi: il lungo incidente probatorio, le numerose udienze preliminari, 33 i rinviati a giudizio, tra i quali amministratori delegati di FSI, RFI, Trenitalia, Cargo, Fs Logistica, Gatx, Junghental, Cima Riparazioni, ecc. I familiari delle Vittime, l’Associazione “Il mondo che vorrei” e Assemblea 29 giugno in questi quasi 4 anni e mezzo hanno sviluppato iniziativa e mobilitazione per la sicurezza, la verità e la giustizia. Molto è stato possibile grazie alla partecipazione e al sostegno di tanti e tante che non hanno, in diverso modo, fatto mancare il proprio contributo e la solidarietà. Adesso è il momento del processo, con la prima udienza il 13 novembre: facciamo appello a tutti/e ad esserci, consapevoli che il percorso sarà lungo, complicato e doloroso, ma che occorre impegnarsi più e meglio di ieri dentro e fuori le aule giudiziarie perché emergano, anche nel processo, le responsabilità.

Vi invitiamo ad essere insieme a noi il prossimo 13 novembre.

L’appuntamento è alle ore 08.00 al parcheggio della “Pam” sotto il cavalcaferrovia a Viareggio ed alle ore 08.50 al parcheggio dei pannelli solari a 700 metri circa dal Polo Fieristico di Lucca (ex Bertolli) per un breve corteo fino all’entrata del Polo allestito come Tribunale.

Associazione dei familiari delle Vittime “Il mondo che vorrei”-  – Assemblea 29 giugno

 

Progetto per la realizzazione di piattaforma di lavorazione e stoccaggio dei combustibili legnosi in loc. Col del Cavallo”

D6_2013_00110_00_

000D6_2013_00110_00

 

Approvazione bando di gara ed indizione gara e approvazione lettera di invito partecipanti – impegno di spesa a favore dell’autorità dei lavori pubblici per il contributo obbligatorio di gara ”

 

Stazzema_ E’ stata indetta la gara per realizzare in località Col del Cavallo una piattaforma di stoccaggio e lavorazione del cippato di legno, presso la quale lavorare e proteggere dall’umidità il combustibile in maniera da migliorarne la resa  attraverso  la sua  conservazione all’asciutto.

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi. Addì 11.11.2013

 

Due giorni spesi dentro la storia di Sant’Anna di Stazzema

 

Abbiamo fallito l’impegno di finire i testi che andranno ad integrare la seconda edizione del libro Un prete indifeso in una storia a metà-Don Giuseppe Vangelisti e il suo memoriale, la cui prima edizione fu pubblicata nel 2006. Servirà ancora il prossimo fine settimana. Due giornate intense passate a consultare pubblicazioni e testimonianze sulla storia di Sant’Anna, comprese le nuove, oltre il primo manoscritto di don Giuseppe Vangelisti. Abbiamo  cercato i vari  riscontri e curato i testi con molte note. Abbiamo scannerizzato due pagine significative del manoscritto per  utilizzarle la copertina del libro. Stiamo dando il massimo, perché vogliamo  che la pubblicazione caratterizzi al meglio il settantesimo anniversario della strage che ricorrerà l’anno prossimo.

Libera Cronaca da Italia bene comune di pochi e precluso ai giocondi. Addì 11.11.2013        

 

III° Edizione Festa della Montagna

Stazzema_ Si svolgerà mercoledì 13 novembre 2013 alle ore 21,30 la Consulta del Volontariato  presso la Sede Comunale con il seguente ordine del giorno: 1. organizzazione III° Edizione Festa della Montagna

 

Dr. Michele Morabito- Responsabile Area Socio Culturale Amministrativa- della Comunicazione, Pianificazione Strategica, Segreteria, Parco Nazionale della Pace Comune di Stazzema Tel. 0584.775204 Fax 0584.777259

 

EVENTI IN PROGRAMMA IN ALTA VERSILIA DALL’11 AL 19 NOVEMBRE

 

Prosegue fino al 21 novembre la campagna abbonamenti per la nuova stagione teatrale presso il Teatro Scuderie Granducali- Il servizio biglietteria per l’acquisto di nuovi abbonamenti presso la segreteria della Fondazione Terre Medicee a Palazzo Mediceo è aperto nei giorni: martedì e giovedì dalle 10.00 alle 14.00. Inoltre si possono acquistare anche su www.bookingshow.com Per ulteriori informazioni: Fondazione Terre Medicee, tel. 0584-756046. E-mail: segreteria@terremedicee.it. A cura della Fondazione Terre Medicee

MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE: Aspettando il Natale: mini percorso di decoro sotto cristallina su ceramica. Presso l’Aula Didattica del Museo del Lavoro e Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo a Seravezza. Il percorso è articolato in 4 incontri di due ore, dalle 16.30 alle 18.30. Gli altri tre appuntamenti sono in programma il 13, 20 e 27 Novembre. Costo: € 80,00, comprensivo di piccoli manufatti in ceramica e del materiale necessario per la loro decorazione. Per ulteriori informazioni: tel. 0584-756046. E-mail: segreteria@terremedicee.it.

A cura di Antonio Giannecchini

VENERDÌ 15: Lorenzo Viani a Giustagnana. I giorni del Bios. II° incontro del ciclo ‘Mito e poetica delle cave tra arte e letteratura’. Relatori: Costantino Paolicchi ed Enrico Dei. Dove: a Seravezza, presso le Scuderie Granducali.Orario: alle ore 17.00.A cura dell’Istituto Storico Lucchese sez. Versilia, del Circolo Culturale Sirio

Giannini e dei Comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Stazzema e Seravezza

SABATO 16:

Inaugurazione del monumento Psiche Dello scultore Giovanni Manganelli (dono di Henraux Spa) alla Fondazione Terre Medicee Alle ore 12.00 In Piazza Mazzini a Seravezza (in caso di pioggia la manifestazione si terrà presso le Scuderie Granducali-

Incontro con Romano Luperini, autore del romanzo L’uso della vita. 1968 nell’ambito della mostra d’arte Seggiola. Tavolo. Pietra Presso le Scuderie Granducali di Seravezza Alle ore 17.30 Intervista a cura di A. Viti

DOMENICA 17:

Monte Folgorito. Alpi Apuane Meridionali. Escursione a cura del Gruppo Terre Alte;

Anello del Monte Lieto. Interessante escursione circolare, toccando la cima del monte Lieto, panoramico contrafforte della lunga cresta che dal Gabberi scende fino alle modeste cime dell’Ornato e Anchiana. Dove: Alpi Apuane Meridionali, comuni di Pietrasanta e Stazzema. Difficoltà: E. Dislivello: m. 900 Ore di cammino: 5 Pranzo al sacco. Per prenotazioni: V. Stefanini, 0584.982239 / M. Belgrano, cell. 329-4967843 A cura degli Amici della Montagna di Camaiore.

PROSEGUONO:

Tutti i martedì: OPERAQ: Preparazione al progetto europeo finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo da costruire in tre diverse città europee contemporaneamente. Dove: presso il Teatro Scuderie Granducali di Seravezza alle

ore 20.30.

Tutti i sabati: Laboratori Invernali a Palazzo Mediceo: laboratori artistici per bambini da 4 ad 11 anni. Dove: a Seravezza, presso Palazzo Mediceo. Orario: dalle ore 17.00 alle ore 19.00. Costo: € 6,00. È gradita la prenotazione. Per info e prenotazioni: 339-8806229 o 349-1803349. A cura di Galatea Versilia.

Fino al 20 novembre: Azzano e il Popolo della Montagna: collettiva d’arte con finalità socio-umanitarie e culturali. Il paese di Azzano rende un simbolico omaggio a

tutti quegli artisti che, nel corso del tempo, vi hanno soggiornato, ponendo particolare attenzione sia alla tematica connessa alla lavorazione del marmo, sia ad una popolazione forte che è sempre andata avanti nella buona come nella cattiva sorte. Il tema è interpretato dai vari creativi con dipinti ad olio e a tempera, come a tecnica mista, con disegni a pastello e a china, o ad acquerello, tanto che ogni nota paesaggistica delle antiche cave, i volti d’uomini e di donne, gli animali e le nature morte, i castagneti e gli oliveti, raccontano figurativamente o con note d’astrazione il passato come il presente. Dove: presso la Pubblica assistenza di Azzano, Comune di Seravezza. Ingresso libero. Per info: 333-9613134. A cura di Emanuela Bonini e Lodovico Gierut. Organizzazione: P.A. Azzano di concerto con il Comitato Archivio artistico-documentario Gierut.

Fino al 15 dicembre – I nostri padri Etruschi: opera scultorea monumentale di Giuseppe Bartolozzi e Clara Tesi, un’installazione scultorea realizzata in marmo di Carrara, stoneglass, alluminio e vetro. L’opera resterà in mostra temporanea prima di essere collocata nella città russa di Sochi in occasione delle prossime Olimpiadi Invernali. Dove: a Seravezza, presso il Giardino Mediceo. Per ulteriori informazioni:

http://www.openone.it

MERCATI:

Martedì 12 novembre: mercato Contadino. Dove: Querceta, Piazza Pellegrini. Orario: 8.00-13.00.

Giovedì 14 novembre: mercato di Campagna Amica- dove: Pozzi di Seravezza, piazza Fratelli Cervi. Mercato di prodotti a km 0. Orario: 8.00-13.00.

Sabato 16 novembre: mercato settimanale a Querceta, Piazza Matteotti. Orario: 8.00-13.00.

 

Comunicato Ufficio Informazioni Turistiche di Seravezza-addì 11.11.2013

 

Presentazione del libro Giustizia e libertà restano gli imperativi etici. Per una bibliografia degli scritti di Getano Arfè di Andrea Becherucci, Biblion Edizioni 2012

Firenze_ Con una nota di Giorgio Napolitano, premessa di Mario Artali e prefazione di Ariane Landuyt. Venerdì 15 novembre 2013, ore 15,30. Sala delle Collezioni, Palazzo Bastogi, via Cavour 18, Firenze. saluti istituzionali: Mauro Romanelli, consigliere regionale. Presentano il libro: Sandro Rogari, Donatella Cherubini, Pier Luigi Ballini. Sarà presente l’autore

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...