Libera Cronaca da Italia Bene comune di pochi e precluso ai giocondi 1117 del 4 e 5 ottobre 2013

1117 Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi del  4, 5 e 6 ottobre 2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

1117

Supplemento Libera Cronaca n. 1117

Altri  84 corpi di migranti recuperati a Lampedusa 6.10.2013 

Un paese  sopra il quale si può

rovesciare

di tutto e di più

Alla Vergogna gridata da Papa Francesco possono accomunarsi coloro, come  il vice premier Alfano, che hanno fatto accordi con Gheddafi per impedire ai migranti di raggiungere le coste italiane?

Possono essere dimenticati così facilmente i vergognosi accordi italiani con il Rais della Libia? 

Nessuno ha la dignità di denunciare di aver sbagliato, prima di aggregarsi a Papa Francesco?

Quanti cristiani di pasticcieria dovrebbero farlo?

Quanti comunisti di pasticcieria dovrebbero uscire dalla loro sordità che sfonda i  timpani della dignità ma che rassicura in quanto alla conservazione del potere e dei privilegi?

Vergogna!

Addì 5.10.2013 ore 9,30

Per i 155 superstiti  si procede per immigrazione clandestina ai sensi della legge Bossi-Fini. Rischiano  una sanzione di € 5.000,00 e il rinvio nel paese dal quale sono venuti. ore 13.40

Cinque saggi scelti da Letta nelle maglie di un’indagine penale a Bari

Indagati per associazione a delinquere, corruzione, falso, truffa aggravata oltre 35 professori ordinari, cinque dei quali nell’elenco dei saggi nominati da Enrico Letta per  suportare con i loro consigli  il Governo in merito al progetto di riforma costituzionale.  La Procura di Bari sta indagando  su questi saggi: Augusto Barbera (Università di Bologna), Beniamino Caravita di Toritto (La Sapienza di Roma), Giuseppe De Vergottini (Università di Bologna), Carmela Salazar (Università di Reggio Calabria), Lorenza Violini (Università di Milano)”. Tra gli indagati anche un ex ministro del Governo Berlusconi, Anna Maria Bernini, e l’ex Garante della privacy Francesco Maria Pizzetti. Speriamo che le indagini facciano chiarezza, ma i 5 saggi  sarebbe meglio allonanarli in via preventiva o lasciarli  al loro posto?

Giuseppe Vezzoni- addì 5.10.2013

Rifiuti, Cgia di Mestre denuncia l’aumento delle bollette con la Tares

Dal 2000 le bollette  sui rifiuti sono aumentate  mediamente  del 67%. Con la Tares  si prevede un esborso medio  di 450 euro a famiglia. Lo denuncia la Cgia di Mestre. Presto  sapremo se l’Associazione  artigiani e piccole imprese di Mestre (Cgia) fa allarmismo gratuito o se  la rata non pagata dell’ Imu sarà introitata con la Tares.

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e preclusa ai giocondi-addì 5.10.2013

 

Fratelli d’Italia: ”Finalmente la trasparenza nei compensi per gli incarichi dirigenziali”

 

Toscana_ Risale al 29 maggio la mozione, presentata dai consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Staccioli, Donzelli e Marcheschi, in merito alla trasparenza dei dati concernenti i titolari di incarichi dirigenziali e di collaborazione o consulenza. In occasione dell’ultimo consiglio è finalmente approdata in aula ed è stata approvata all’unanimità.

Il decreto legislativo n.33 emanato dal Presidente della Repubblica il 14 marzo 2013 sul riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, ha introdotto nuovi obblighi di trasparenza e pubblicità di dati per gli amministratori, gli enti pubblici e le società partecipate e controllate da pubbliche amministrazioni.

“In pratica, in base al decreto – ci spiega la consigliera Staccioli – le pubbliche amministrazioni sono tenute a pubblicare l’atto di nomina, la durata dell’incarico, il curriculum, i compensi e gli importi di viaggi e missioni di servizio pagati con fondi pubblici, le dichiarazioni dei redditi, anche dei coniugi e dei figli, nonchè parenti entro il secondo grado di parentela di tutti i propri componenti.”

Esprimono la loro soddisfazione i consiglieri di Fratelli d’Italia: “con la mozione abbiamo solo cercato di dare voce ai cittadini che, in un momento di crisi come questo, vessati da tasse e disoccupazione, chiede di vederci chiaro negli affari della “cosa pubblica”. Abbiamo richiesto che gli obblighi di publicazione riservati ai componenti degli organi politici siano applicati anche ai titolari di organi dirigenziali e di collaborazione o consulenza e ai Direttori generali di nomina diretta della Giunta, in fin dei conti – conclude Staccioli – riteniamo che la trasparenza sia una forma di tutela a doppio senso.”

Firenze 5 ottobre 2013

Comunicato di Fratelli D’Italia, con preghiera di diffusione.

Da Daniela Cattani, Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli
Consiglio Regionale della Toscana-Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia

Riccardo Nencini, ‘Si’ al Nobel per la Pace’. Il Psi l’ha proposto da piu’ di un anno

“Lampedusa rappresenta l’Italia che dobbiamo costruire. Un’Italia civile, solidale. L’Italia della dignità e della cooperazione. Si’ al premio Nobel per la Pace ai cittadini di Lampedusa”. Lo scrive  Riccardo Nencini, Segretario nazionale del Partito Socialista Italiano. Nencini aveva gia’ lanciato l’idea nel giugno del 2012 nell’intervista al giornalista  Luca Mariani per il suo libro ‘Il silenzio sugli innocenti. Le stragi di Oslo e Utoya. Verità bugie e omissioni su un massacro di socialisti’. Alla domanda: “Che voto diamo ai lampedusani, travolti da migliaia di migranti?”. Nencini, quindici mesi fa, rispose: ” Ai lampedusani dovremmo dare il premio Nobel per la Pace e per l’accoglienza .      Da www.partitosocialista.it

Inviato da Gabriele Martinelli, Federazione Psi di Lucca-addì 5.10.2013

 

I socialisti  versiliesi:  alla Città di Lampedusa il Nobel per la Pace

 

Versilia_ I socialisti della Versilia sostengono con forza la proposta di assegnare alla città di Lampedusa il premio Nobel per la pace e propongono all’attenzione dei Consigli Comunali il seguente ordine del giorno: “Lampedusa rappresenta l’Italia che dobbiamo costruire. Un’Italia civile, solidale.  L’Italia della dignità e della cooperazione. Si’ al premio Nobel per la Pace ai  cittadini di Lampedusa”.

Coordinatore PSI Versilia- Giuseppe Bartelloni- addì 5.10.2013

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Lutto per i migranti morti annegati a Lampedusa, nel giorno del Patrono dell’Italia S.Francesco

Sono 155 i superstiti del barcone  naufragato presso l’Isola dei Conigli di Lampedusa.  I corpi recuperati sono stati 111. Con i dispersi, ormai morti non recuperati e non trovati, il numero della tragedia potrebbe assumere le proporzioni la cui entità ci riportano agli affondamenti  bellici. Oggi  il pianto e la povertà  sono sembrati prevalere sui privilegi di un sistema che ordina gli uomini secondo una logica produttiva e che concentra il potere e la ricchezza in poche mani e distribuisce la povertà e la morte per disperazione in miliardi di esseri umani. Oggi Assisi e Lampedusa sono stati i fari accesi che hanno fatto brillare come umani gli occhi di vetro, di chi, anche in Italia, non vuole mollare il potere e i privilegi ma sa attaccarsi molto bene  alla tonaca di Papa Francesco e  mescolarsi con fare cristiano da  pasticceria fra coloro che hanno le mani protese alla speranza per superare  una condizione  di disagio, vero e doloroso. Si mimetizzano fra coloro che fanno la fila al forno per un pezzo di pane che consenta loro la vita. I privilegi – si sappia – staccano le mani dalla scialuppa della salvezza  e lasciano inghiottire i naufragi della globalizzazione nell’abisso della insensibilità e della irresponsabilità.

Giuseppe Vezzoni-addì 4.10.2013

Governo. Riccardo Nencini: basta con gli indecorosi balletti. Occupiamoci degli italiani

 

“La maggioranza ricevuta da Enrico Letta e i fatti che hanno caratterizzato i giorni precedenti al dibattito alle Camere, hanno determinato una forte discontinuità politica rispetto al governo precedente.” Lo ha detto il segretario del Partito Socialista Italiano, Riccardo Nencini, secondo il quale “vi è soltanto da proseguire con convinzione sulla strada tracciata ieri, senza infingimenti e mettendo al bando ogni opportunismo”. 

“Agli italiani – prosegue Riccardo  Nencini – bisogna dire come stanno le cose, è di loro che dobbiamo occuparci: una Legge di Stabilità che tagli i costi sul lavoro, una revisione della legge Foriero ed una politica per la piena occupazione. Il ciclo berlusconiano è finito e non c’è tempo da perdere in altri indecorosi balletti”.    Da Gabriele Martinelli  Psi di Lucca- addì 4.10.2013

tratto da www.partitosocialista.it

Difendere e rinnovare la sanità toscana: ecco le critiche e le proposte di SEL

Documento Sanità SEL

Toscana_ Meno tecnocrazia, più partecipazione, più politica. E’ questa la ricetta che Sinistra Ecologia e Libertà propone per la sanità toscana del futuro, tra difesa dell’esistente ed un’esigenza indifferibile di rinnovamento. Nel documento elaborato dal coordinamento regionale e inviato in questi giorni alla Giunta e ai consiglieri regionali, ai partiti, ai sindacati e alle organizzazioni del mondo della sanità, SEL prova a tracciare le linee guida in base alle quali disegnare il servizio sanitario negli anni a venire.

“Il modello toscano di sanità pubblica è una realtà con una storia robusta, un riferimento positivo per l’Italia e non solo – spiega il responsabile regionale sanità Mauro Valiani – La sua storia è fatta anche di scelte di cambiamento e di anticipazione rispetto al quadro nazionale. Ma, oggi, i motivi di preoccupazione sono molti”.

“Dopo i tagli lineari degli ultimi governi – prosegue Valiani – la recente nota del sulla sanità allegata al Documento Economico Finanziario proposto dal governo Letta è un vero proprio programma di definanziamento del sistema, la cui spesa passerebbe dall’attuale 7,1% al 6,7% del PIL nel 2017. E mentre sono sempre di più i cittadini rinunciano alle cure perché non riescono a pagare i ticket in aumento, si rincorrono le voci che parlano dell’introduzione di un secondo pilastro di tipo assicurativo privato: un colpo mortale all’universalismo del Servizio Sanitario Nazionale. Su questo, chiediamo alla Toscana di non cedere”.

“Sono necessari – dice ancora l’esponente di SEL – anche coraggiosi interventi. La nostra sanità regionale soffre di derive aziendaliste, ritardi e incertezze, livelli di ambiguità nel rapporto tra livello politico e tecnico-professionale. Occorre tentare un rilancio della sanità pubblica, a partire dai servizi territoriali, con particolare impegno nel contrasto delle malattie croniche e delle crescenti diseguaglianze”.

“Assistiamo negli ultimi mesi a preoccupanti tagli dei presidi territoriali – spiega ancora Valiani – ma proprio da questi è necessario ripartire. Nel nostro piano, proponiamo che in ogni area, in tempi certi, sia presentato un Piano regolatore dei presidi territoriali, con al centro le Case della Salute e costruito davvero con il confronto con la comunità locale. E’ necessario, poi, un chiarimento definitivo dell’annosa questione delle Società della Salute ed una rinnovata attenzione ai servizi di salute mentale. La cura della qualità delle cure deve essere posta al centro della riorganizzazione degli ospedali, grandi e piccoli. Al contempo, è necessaria un’attenzione particolare alle zone più disagiate, definendo una vocazione specifica per i relativi ospedali piccoli ed assicurando qualità ed efficacia dell’emergenza”.

“Deve essere affrontato – prosegue Valiani – con misure di riassetto e rilancio, il rischio di marginalizzazione della prevenzione collettiva. Bisogna, inoltre, mettere mano con coraggio alla riforma dell’assetto istituzionale e delle ASL. Meno alta dirigenza e più garanzie di servizi. Ma, soprattutto, è necessario riattivare le intelligenze, ricercatori e l’impegno di tutto il mondo diffuso che ruota attorno alla sanità, dagli operatore, agli enti locali, al mondo delle associazioni”.

Firenze, 3 ottobre 2013

Comunicato Ufficio stampa SEL Toscana

Razionalizzazione dei servizi di primo soccorso

 

Staccioli: “approvata la mozione per la riorganizzazione della Protezione Civile sul territorio toscano

Toscana_ In sede dell’ultima aula di Consiglio all’ordine del giorno, tra i numerosi atti da vagliare, anche la mozione in merito alla razionalizzazione dei servizi di primo soccorso per i territori terremotati. E’ stata approvata all’unanimità. Esprime la sua soddisfazione la consigliera Staccioli di Fratelli d’Italia.

“Gli eventi sismici del 21 giugno 2013 che colpirono la Lunigiana e la Garfagnana e lo sciame sismico che ne seguì, e purtroppo prosegue tuttora, evidenziarono le carenze della macchina dei soccorsi – ci spiega Staccioli – la Protezione Civile ha il deposito più vicino, per tutti i territori della Toscana, a Barberino del Mugello e questo causò notevoli ritardi e disagi nelle operazioni di primo soccorso.”

“Non dimenticandoci poi che ormai tali zone sono classificate come aree a rischio sismico – prosegue Staccioli – sarebbe improponibile pensare che ogni volta che si rende necessario un intervento, di qualsiasi portata, i mezzi dei soccorsi debbano partire da Barberino del Mugello”

Il trasporto di materiale e personale dalla provincia di Firenze a quelle di Lucca e Massa Carrara, oltre a non essere logisticamente efficace, comporta anche una spesa non indifferente di natura economica.

“La mozione intendeva sensibilizzare la Regione su queste problematiche e siamo soddisfatti che il Consiglio nella sua totalità abbia acconsentito a rivedere l’organizzazione della Protezione Civile sul territorio, in particolare per quanto riguarda l’ubicazione dei depositi e a stanziare le prime risorse necessarie a favore di comuni e di privati.”

Firenze 4 ottobre 2013

Comunicato da Daniela Cattani- Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli- Consiglio Regionale della Toscana-Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia

Assemblea 29 giugno lancia l’invito a partecipare

 

Viareggio_ Nel programma delle iniziative per il 50° anniversario, questa è l’iniziativa più significativa (così hanno detto). Si tratta di una fiaccolata alla sera, sicuramente come avviene a L’Aquila la notte del 5-6 aprile.

La vita … sempre prima del profitto5-6 ottobre 2013 nei pressi della diga del Vajont

Nono presidio – Notte bianca della memoria in occasione del 50° anniversario della strage del Vajont organizzato dai “Cittadini per la memoria del Vajont”

Martedì 8 ottobre di fronte a Monte Citorio a Roma dalle ore 09 alle ore 14 (con assemblea nel pomeriggio) si tiene un presidio di Comitati a Associazioni in lotta da anni contro l’utilizzo dell’amianto e per rivendicare giustizia e verità per le morti da amianto.

Sarebbe molto importante ed utile poter essere presenti sia all’una che all’altra iniziativa. Per esprimere la nostra solidarietà e la nostra vicinanza, per mantenere e sviluppare contatti e relazioni con familiari e lavoratori/trici impegnati in queste battaglie. Perché? Principalmente perché l’unità fa la forza (per tutti!) e la solidarietà è un’arma (!)

Comunicato di Assemblea 29 giugno-addì 4.10 2013

 

Bilancio di previsione 2013 di Stazzema:

L’Amministrazione Comunale ha operato per ridurre i pesanti effetti  derivati dalle scelte del Governo centrale

i.26.09.2013 CC Regolamento TARES_Revisore

i.26.09.2013 CC Regolamento TARES_A

i.26.09.2013 CC Regolamento TARES

i.26.09.2013 CC 44 Regolamento IRPEF_A

i.26.09.2013 CC 44 Regolamento IRPEF

Stazzema_ Abbiamo ospitato  l’intervento critico del consigliere Lorenzoni in merito al bilancio di previsione 2013 di Stazzema ma non siamo ritenuti degni di ospitare l’apprezzamento che  invece dà l’amministrazione  di Stazzema al bilancio  da poco approvato.  È così  che si ripaga l’impegno che Libera Cronaca ha dimostrato su tante iniziative comunali, soprattutto sul convegno Tutela dell’ambiente, sicurezza idraulica e sviluppo del territorio montano   si è tenuto il 17 giugno al Cerafri di Retignano. Fa veramente pena che le promesse e gli impegni assunti in piazza Europa siano solo aria fritta.  Per i nostri lettori facciamo oggi questa operazione di conoscenza. Su Il Tirreno del 28 settembre è possibile trovare  il giudizio dell’amministrazione in merito al bilancio di previsione 2013, che è di tutt’altro tenore da quello espresso dal capogruppo di Luce a Stazzema Lorenzoni. L’articolo evidenzia che  l’amministrazione ha “limitato o azzerato gli effetti dei provvedimenti pensati dal Governo Tecnico prima e confermati dal governo delle grandi intese << che non hanno avuto la capacità e in parte la volontà- così si legge  in una nota del Comune- di riflettere sull’impatto sociale di questi provvedimenti”.

Insomma, l’amministrazione di Stazzema denuncia che il Governo centrale delega i Comuni a praticare  misure non eque e fiscalmente penalizzanti, in maniera da spostare sui cittadini  il costo del risanamento, soprattutto sulle fasce più deboli e  sulle piccole aziende, costringendo gli enti locali a tagliare la spesa pubblica anche attraverso la riduzione o addirittura la soppressione dei servizi.

L’articolo de Il  Tirreno poi riporta le dichiarazioni del vice sindaco e assessore al bilancio del Comune di Stazzema che mette in risalto, nonostante che il Comune di Stazzema  sia stato  assoggettato  alle nuove regole del patto  di stabilità cui sono chiamati a rispettare  anche i comuni con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti,  di consegnare un  “altro bilancio in pareggio tra entrate e uscite.  Sono state fatte scelte tariffarie coraggiose, che non colpiscono i cittadini, unitamente azioni rivolte alla famiglia. Da tempo è in corso un rafforzamento del dialogo con i cittadini – rivela l’assessore Verona, che  ricorda il coinvolgimento dei medesimi attraverso la continua informazione sulle pratiche da attuare per ottenere risultati di buona amministrazione. A tal proposito  evidenzia il provvedimento del Patto con i cittadini per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Attraverso esso si vuole centrare l’obiettivo di ridurre i costi del servizio per ridistribuire i risparmi sui cittadini che hanno aderito e promuovere una politica ambientale volta al rispetto del territorio quale patrimonio da conservare e tutelare.  Insomma Stazzema  vuole dare concretezza alla sostenibilità, sia nel sociale che nelle politiche amministrative. Annuncia che i patti  verranno attivati  anche per manutentare le viabilità secondarie. Con questo bilancio il Comune di  Stazzema ha reagito alla crisi e alle inefficienze con provvedimenti   finalizzati al sostegno delle attività economiche e ricettive,  che non hanno solo una funzione commerciale ma rispondono agli interessi primari nel campo del  sociale e del  turismo.

Giuseppe Vezzoni-addì 4.10.2013

Domani mattina si inaugura il Centro di Terapia Integrata Mediceo

Centro Depliant Agg_2-1

Seravezza_ Siamo lieti di informarVi che sabato 5 Ottobre, alle ore 11.00, presso la sede della Misericordia a Seravezza, in Via Buonarroti 280, verrà inaugurato il Centro di Terapia Integrata Mediceo. In allegato il dépliant informativo con i servizi offerti. Cordiali saluti
Associazione Turistica Pro Loco Seravezza-addì 4.10.2013

 

Domenica della Festa del Volontariato e delle Associazioni

 Domenica  6 ottobre 2013: programmavolontariamente 2 demo_01

Seravezza_ Entro le ore 9,00 allestimento dello stand secondo le indicazioni che verranno date sul posto dagli organizzatori. Per ogni Associazione è previsto 1 PASS per la macchina che deve scaricare il materiale. La domenica mattina, in prossimità dell’area medicea, ci sarà un operatore dell’Associazione RADIO CB che consegnerà il PASS e indicherà dove parcheggiare la macchina, una volta effettuato lo scarico del materiale. Le macchine in più devono cercarsi autonomamente il parcheggio. Durante la mattinata, ad ogni Associazione, verranno consegnati dagli organizzatori,  4 BUONI PASTO  per un primo piatto di tordelli  cucinati sia dalla CONTRADA LA LUCERTOLA  che dal GRUPPO SAGRA della Pro Loco di Seravezza . Il BUONO PASTO consiste in uno sconto per le Associazioni.

Ore 10,00:  Inizio ufficiale della manifestazione con saluto delle Autorità e dei Presidenti delle Consulte del        Volontariato davanti al Palazzo Mediceo.

Ore 11,30   Premiazione gara aperitivi analcolici tra i bar della Versilia promossa dalla Associazione  ACAT VERSILIA, COMITATO NON LA BEVO, SERT DI VIAREGGIO, AMMINISTRAZIONE  COMUNALE DI SERAVEZZA.

Ore 12,00 – 14,00     Pranzo presso gli stand gastronomici.

Ore 14,00 – 15,30     P.A.CROCE BIANCA DI QUERCETA, CROCE VERDE  DI PIETRASANTA, CROCE VERDE DI  FORTE DEI MARMI, P.A. DI STAZZEMA,  MISERICORDIA DI SERAVEZZA  Simulazione di soccorso in caso di terremoto.

Ore 15,30 – 15,45    GRUPPO PER SERVIRE   Esecuzione di alcuni pezzi di un loro musical.

Ore 15,45 – 16,00    GRUPPO TEATRALE TERSICOREO   Esecuzione di  pezzi del musical LA BELLA ELA BESTIA.

Ore 16,00 – 16,15    ASSOCIAZIONI SCARPETTE ROSSE e PATCHIULI DANZA E BENESSERE : Esibizioni di Burlesque e Danza Orientale.

Ore 16,15 – 16,30   CONTRADA LA LUCERTOLA:  Esibizioni di sbandieratori e musici.

Ore 16,30 – 16,45   ASSOCIAZIONE FORTE IN CANTO: Intrattenimento musicale.

Ore 16,45 – 17,00   GRUPPO SBANDIERATORI PALIO DEI MICCI:   Esibizioni di sbandieratori e musici.

Ore 17,00 – 17,15   ASSOCIAZIONE IL NONO PASSO:  Dimostrazioni di Arti marziali e ginnastica dolce.

Gli orari sono orientativi e potrebbero subire dei ritardi. Durante tutta la giornata le Associazioni saranno invitate  a fare una breve presentazione dell’Associazione  e delle proprie finalità. Per eventuali chiarimenti potete contattare: Marina Marrai     (coordinatrice della giornata) cell. 328-2220287- Bruno Vangelisti  (Presidente della Consulta del Volontariato di Seravezza)  cell. 366-6887931- Riccardo Biagi      (Assessore allo sport e alla cultura) cell. 328-0412943

Comunicato Consulta del Volontariato di Seravezza- addì 4.10.2013

 

Grande successo per la cena rinascimentale con i ragazzi dell’alberghiero “Marconi”foto 1-1 low


Ottime e originali pietanze, atmosfera piacevole, servizio impeccabile. Così, nel segno del più roseo successo, è filata liscia e godibilissima la serata promossa dall’istituto alberghiero “G. Marconi” di Seravezza presso il ristorante Da Filiè di Querceta nell’ambito delle celebrazioni per i cinquecento anni del Lodo di Papa Leone X. Una gustosa cena rinascimentale che ha portato alla ribalta sapori e profumi di cinque secoli fa grazie alle ricette vincitrici del concorso promosso dalla delegazione Versilia Storica dell’Accademia Italiana della Cucina. Una bella esperienza per gli studenti che, oltre a padroneggiare l’arte della cucina, hanno rivelato anche ottime capacità e destrezza nel servizio in sala. Raccogliendo al termine il plauso degli insegnanti e dei numerosi ospiti.

Versilia, 10 ottobre 2013

Comitato promotore per le Celebrazioni del 500° Anniversario del Lodo di Papa Leone X

Mobile: +39 335 7720573- Telefax: +39 0584 769350
Email: ronis@tiscali.it Skype: stefanoroni www.versiliamedicea.it

 Comunicato  Ufficio Stampa Stefano Roni

Bevande,  Sesso e Violenza domani sera alla Croce Verde di Pietrasantalocandina 5 ottobre_01

Pietrasanta_ Domani sera Acat  Versilia & Da donna a donna organizzano una serata di sensibilizzazione  sulle bevande alcoliche, il sesso e la violenza.

Deceduto Aldo Rosselli

E’ con sincero dolore che comunichiamo la morte di Aldo Rosselli, avvenuta a Roma lo scorso 2 ottobre. Aldo, figlio di Nello Rosselli, e nipote di Carlo, uccisi entrambi a Bagnoles-de-l’Orne il 9 giugno 1937, e’ stato un apprezzato scrittore e giornalista. Ha vissuto tra la Svizzera, l’Inghilterra e gli Stati Uniti. Americanista, collaboratore editoriale della RAI, ha prodotto numerosi lavori sempre fortemente autobiografici; finalista del Premio Strega, ha vinto i Premi Settembrini, Mestre e Sila. Lascia un grande vuoto. Un commosso saluto ai suoi familiari da parte dei Soci del Circolo Rosselli di Firenze.

Comunicato Circolo Fratelli Rosselli di Firenze  addì 4.10.2013

I nomi dei vincitori della XXI Edizione del Premio internazionale San Francesco e Chiara d’Assisi per il dialogo fra i popoli e le loro culture

Massa_ Sono lieta di comunicarvi i nomi dei Vincitori della XXI Edizione del Premio Internazionale San Francesco e Chiara d’Assisi per il dialogo fra i popoli e le loro culture. E’ stato  conferito stamani  nella sala della Resistenza del Palazzo Ducale – Massa.

I Vincitori sono: AUNG SAN SUU KYI, PADRE FEDERICO LOMBARDI, PAX CHRISTI, TAVOLA DELLA PACE, JEAN VANIER.

Tutti hanno accettato il Premio. E’ seguito un rinfresco nel loggiato al 1° piano.

MARIA LUISA DRAGO

Presidente del Premio-addì 3.10.2013 

DOCARTOOM 2013  damani  all’atelier d’arte Paola Raffo-Arte contemporanea

Palazzo Panichi Pietrasantainvitomostredocartoon

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...