Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi e precluso ai giocondi 1112 del 29 e 30 settembre 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi, precluso ai giocondi nr. 1112 del 29 e  30  settembre 2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

1112

L’ennesimo conto agli itagliati:

spread a 290 in apertura dei mercati finanziari, Borsa di Milano sotto già di 2 punti , azioni di Mediaset perdono oltre il 4%. Siamo all’inizio. L’Europa potrebbe tirarci fuori o nella migliore delle ipotesi (sic!) fare  essa il bilancio  che rimetta i conti a posto. 

ore 9,24 del 30.9.2013

E’ tornata visibile l’ultima grande ruota nel sito delle MolinettePrima -Puliamo il mondo ma da soli Molinette 28.9.2013 028

Stazzema_ Scriviamolo subito: ieri mattina alle Molinette di Lega Ambiente solo un drappo messo da Alessio Tovani! Non c’era nessuno. Sulla locandina tanti loghi,anche quello della Pubblica Assistenza di Stazzema che nella stessa mattinata promuoveva a Terrinca una operazione di prevenzione  di Protezione Civile sul rischio sismico. Tuttavia quattro volontari di Mulina, Simone, Marco, Giuseppe e Iconio, a quali si sono aggiunti verso le 11,30 Alessio e la sua ragazza, sono saliti alle 9 al sito archeo-minerario delle Molinette rispondendo alla manifestazione Puliamo il Mondo. Hanno lavorato per riportare alla luce l’ultima grande ruota ormai esistente nel luogo e l’altrettanto grande botte dentro cui si lavoravano gli elementi per la fabbricazione della polvere nera: salnitro,carbonella e zolfo nelle percentuali in cui questi materiali diventano un esplosivo.Puliamo il mondo ma da soli Molinette 28.9.2013 061

Non è stato facile liberare la grande ruota in ferro e la botte dal groviglio di rovi e di alberi stramazzati sul casotto. Una situazione che nascondeva il dispositivo idraulico della ruota, con cui si creava la forza motrice  utilizzando l’acqua incanalata e fatta riversare sulle pale,  come gli accoppiamenti meccanici e la grande botte, fatta girare tramite un rapporto di ingranaggi la cui particolarità, onde evitare scintille durante l’attrito, era quella che un ingranaggio è dotato della dentatura in legno e che ogni dente era sostituibile quando si usurava. Particolare accopiameno ruote dentate, denti di ferro e di legno Puliamo il mondo ma da soli Molinette 28.9.2013 014Nel sito esistono macchinari straordinari che testimoniano una meccanica che pare impossibile possa essere stata impiantata in un luogo così impervio e nascosto al mondo. Per esempio il macchinario dei pistoni è  composto da un basamento in pietra  su cui sono stati scavati  quattro  incassamenti circolari tipo il mortaio, dai pistoni in legno e l’apparato della movimentazione in ferro. Bisogna preservare questi macchinari perché  siano conosciuti e apprezzati  attraverso un percorso didattico che sta prendendo forma. Per esempio il 20 ottobre  ci sarà una visita guidata di oltre 50 persone e il lavoro fatto ieri mattina renderà l’escursione alle Molinette ancora più interessante e sorprendente.Puliamo il mondo ma da soli Molinette 28.9.2013 044

Ma oggi ha senso parlare di questo, in un paese dove caimani e coccodrilli divorano tutto e danno il peggior esempio ed hanno anche la faccia tosta di chiamarla responsabilità nazionale e istituzionale. Piangono tutti per le giustificazioni che dispensano, sapendo e contando su quanto giocondi e formiche siano stati trasformati i “sovrani della più bella Costituzione del mondo”, di quella carta che ha consentito e consente questo brigantaggio politico a danno delle classi più indifese.

L’ennesima beffa confezionata da questo consociativismo della peggior specie ha tuttavia chiara l’etichetta degli ingredienti che cinque mesi fa furono messi insieme pur sapendo che avrebbero sviluppato il botulino post-tangentopoli della Seconda Repubblica: Berlusconi, il Pdl, Letta,il Pd e il presidente Napolitano. I primi commenti suscitano il solito schifo e fanno presagire che con questa gente il mangia mangia e la distruzione definitiva dell’Italia continuerà. L’irresponsabilità non è quella di ieri sera, dove ministri della Repubblica (o della minestra?) si dimettono su ordine del padrone dell’azienda Pdl, non tentando neppure una parvenza di rispetto della democrazia né di quella Costituzione su cui hanno giurato, l’irresponsabilità è quella di aver fatto nascere un governo che tradiva il voto elettorale. Chiaro era stato il segnale venuto dalle urne: cambiamento.

Invece è stato costituito un governo del non cambiamento e della dissoluzione della volontà popolare, che, nonostante lo strumento del porcellum, aveva ridimensionato il Pd e il Pdl, il partito stato e il partito azienda dell’Italia bene comune e delle libertà di POCHI. Il mangia mangia della casta è prevalso, e dopo cinque mesi l’ennesima beffa che immiserisce sempre di più la povera gente ma non il bengodi di questi assaltatori dei giovani,dei lavoratori, delle aziende e dei pensionati del paese che siamo diventati. Così come ieri mattina Lega Ambiente non c’era alle Molinette, medesimamente nel pomeriggio non c’era la politica a pulire e a liberare la ruota della ripresa italiana. Gesto folle di Berlusconi o scelta folle di Letta a guidare un governo che sapeva essere sotto ricatto.

Vergogna assoluta anche di chi ha taciuto e continua a tacere. Ora più che mai si capisce come l’Italia sia stata fascista, come abbia rischiato e rischi di divenire comunista ieri e bene comune oggi e resti terribilmente a vocazione dittatoriale. Mandiamoli a casa, ma anche le seconde e terze file che  sono peggiori delle prime. Non facciamoci giocare. Nel silenzio non ci sta mai il nuovo ma chi ti fregherà ancora.Puliamo il mondo ma da soli Molinette 28.9.2013 063
Giuseppe Vezzoni-addì 29.9.2013

Governo, on. Nardi (SEL):

Basta con gli interessi di Berlusconi, riprendiamoci il futuro”

“Gli interessi personali di Berlsuconi battono il governicchio delle larghe intese. L’irresponsabilità del PdL e del suo leader sono ora sotto gli occhi di tutti: si lavori al più presto ad un governo alternativo, per dare le risposte che l’Italia attende”. A dirlo è la parlamentare toscana di Sinistra Ecologia e Libertà Martina Nardi, che commenta così la giornata politica odierna.

“E’ assurdo – continua Nardi – parlare di elezioni senza prima aver cambiato la legge elettorale, dal momento che si replicherebbe una situazione analoga a quella attuale. Dobbiamo avere il coraggio di riprenderci il futuro, di cambiare la maggioranza e creare un governo che intervenga al più presto per risolvere i problemi più urgenti del Paese, a cominciare dall’aumento dell’IVA, ennesima stangata sui ceti deboli”.

“Il M5S abbandoni l’atteggiamento cinico ed elettoralistico che ha tenuto fino ad adesso e metta al centro l’interesse generale – dice ancora la deputata – L’alternativa c’è, e SEL è pronta a fare la sua parte per realizzarla”.

Firenze, 28 settembre 2013

Comunicato Ufficio stampa Sel Toscana

Crisi governo 1, on. Nicchi (SEL):

Legge elettorale e poi al voto per far ripartire l’Italia”

“Mentre i poveri diventano sempre più poveri e i ricchi diventano sempre più ricchi, va in scena il triste spettacolo di queste ore. Il problema dei problemi del nostro Paese è l’ingiustizia sociale, non l’impunità di Berlusconi. Le larghe intese non hanno saputo affrontare, ma soltanto eludere, rimandare, posticipare le vere urgenze dell’Italia. Il Parlamento lavori subito ad una nuova legge elettorale, dopodiché è necessario tornare immediatamente al voto per far ripartire finalmente e definitivamente l’Italia”.

Così la deputata toscana di Sinistra Ecologia e Libertà, Marisa Nicchi, commenta la crisi politica di queste ore.

Firenze, 29 settembre 2013

Crisi governo 2, sen. Petraglia (SEL):

Disponibili a sostenere un nuovo esecutivo. Poi al voto con una nuova legge elettorale”

“Una nuova maggioranza non è soltanto possibile, è doverosa, nel rispetto del Paese e dei cittadini”. Lo dichiara la senatrice toscana di Sinistra Ecologia e Libertà, Alessia Petraglia, che aggiunge: “Il disprezzo con cui la destra ha voltato le spalle all’Italia, senza discussione e senza alcuna assunzione di responsabilità, non ha precedenti nella storia repubblicana. Il PD abbia il coraggio di rompere col passato e si lavori da subito ad una maggioranza alternativa”.

“Sono convinta che in Parlamento possano esserci i numeri per sostenere un nuovo esecutivo in forte discontinuità rispetto alla fallimentare esperienza appena conclusa – prosegue la senatrice – Pochi punti chiari e condivisi e poi il voto: introdurre all’interno della legge di stabilità misure a sostegno del lavoro, licenziare una nuova legge elettorale che permetta ai cittadini di scegliere i propri rappresentanti, e poi il voto”.

Firenze, 29 settembre 2013

Comunicati ufficio stampa Sel Toscana

Successo della manifestazione socialista sulla sanità toscana e  lucchese

Lucca_ Venerdi 27 Settembre a Lucca all’Hotel Guinigi abbiamo assistito ad una manifestazione socialista che ricordava  tempi passati . Abbiamo dovuto raddoppiare il numero delle sedie per far accomodare i cittadini ( più di cento ) che hanno voluto assistere al pubblico dibattito su ” La sanità e sicurezza sociale in Regione ed in Provincia di Lucca ” con la presenza del Consigliere comunale di Lucca Marco Bini ,del Segretario regionale UIL FPL Mario Renzi e del Consigliere regionale facente parte della Commissione Sanità Pieraldo Ciucchi . Ha portato il saluto il Presidente della Conferenza dei Sindaci Giorgio Del Ghingaro . Prima del Convegno il Direttore generale dell’USL2 Antonio D’Urso ha spiegato con proiezione su schermo tutta  il nuovo sistema di cura e la nuova organizzazione del nuovo Ospedale che tra 126 giorni aprirà le porte ai pazienti. Successivamente il Direttore ha accompagnato il Consigliere regionale Ciucchi insieme ad altri ad una visita guidato al nuovo Ospedale in costruzione. Una buonissima iniziativa che il cuore e la testa dei socialisti potevano mettere in essere !! Ritornando al dibattito pubblico i vari relatori hanno parlato in particolare sulle loro specifiche competenze ed inoltre il compagno Pietro Casciani ha fatto una precisa  relazione sulla situazione attuale della sanità e sicurezza sociale in Provincia di Lucca . Nella conclusioni Pieraldo Ciucchi dopo aver preso in esame tutta una serie di avvenimenti che riguardano la politica regionale sanitaria passata , presente e futura ha dichiarato la sua assoluta volontà di essere sempre presente a fianco dei cittadini della Provincia di Lucca nella difficile opera di costruzione di una efficiente sanità pubblica cosi tanta richiesta da tutti .

Partito socialista italiano  Federazione provinciale di Lucca-addì 28.9.2013

Una serata conviviale alla scoperta dei sapori del Rinascimento05 Foto Concorso enogastronomico

Versilia_ Le celebrazioni per i cinquecento anni della Versilia Medicea portano in tavola il gusto del Rinascimento. Le migliori ricette del concorso “La cucina rinascimentale nel territorio della Versilia Storica al tempo di Papa Leone X” – promosso lo scorso mese di maggio dalla delegazione Versilia Storica dell’Accademia Italiana della Cucina – saranno infatti protagoniste giovedì 3 ottobre di una serata conviviale presso il ristorante Da Filiè a Querceta. Rivivranno i sapori e i profumi di cinque secoli fa, gli stessi che forse anche Michelangelo conobbe ed apprezzò nei suoi lunghi soggiorni tra Pietrasanta e Seravezza all’epoca dell’ardua impresa per l’estrazione dei candidi marmi del Monte Altissimo.

Gli allievi dell’Istituto Alberghiero “G. Marconi” di Seravezza, coadiuvati dai loro insegnanti e dalla brigata di cucina del ristorante Da Filiè, presenteranno una selezione di piatti medicei, recuperati dalla tradizione, ripensati e in parte aggiornati al gusto contemporaneo. Grandi protagonisti saranno i tre piatti vincitori del concorso, ovvero il Flan di Erbucci di Teresa Lazzerini (secondo classificato), laTinca al Succo d’Uva di Andrea Poli (vincitore assoluto) e le Frittelle di Sambuco di Leonardo Appolloni (terzo). A completare il menù le Pappardelle al ragù bianco proposte dallo chef del ristorante Da Filiè. Il tutto accompagnato dal vino rosso della Fattoria Il Poggione di Montalcino e dall’acqua dell’antica fonte di San Carlo, apprezzata fin dall’epoca romana. Ingredienti, composizione e filosofia dei piatti saranno illustrati dai rispettivi chef anche in lingua inglese e francese. Il servizio di sala sarà a cura degli stessi allievi del “Marconi”, mentre un tocco d’atmosfera sarà dato dalla presenza di personaggi in preziosi ed eleganti abiti rinascimentali.
L’iniziativa sposa didattica, cultura e tradizione offrendo un saggio del livello di preparazione degli allievi del “Marconi”. Un livello che la speciale commissione composta dalla dirigente scolastica Catia Gonnella, dall’assessore alla pubblica istruzione del comune di Seravezza Stefano Faraboschi, dai rappresentanti dell’Accademia Italiana della Cucina Anna Ricci e Stefano Pera e dai ristoratori versiliesi David Vaiani (Bistrot), Chiara Viani (Da Lorenzo), Gaio Giannelli (Pozzo di Bugia), Filippo Di Bartola (Filippo) e Marco Marchi (La Rocchetta) lo scorso mese di maggio, in occasione del concorso, giudicò davvero ottimo.
La serata conviviale avrà inizio alle ore 20. Si può prenotare chiamando il numero 330 732990 oppure il 349 2691100. La quota di partecipazione è fissata in 25 euro a persona.
Comitato Promotore per le Celebrazioni del 500° Anniversario del Lodo di Papa Leone X
Versilia, 28 settembre 2013

Mobile: +39 335 7720573- Telefax: +39 0584 769350
Email: ronis@tiscali.it Skype: stefanoroni-www.versiliamedicea.it

Comunicato Ufficio stampa  Stefano Roni

 

Martedì si riunisce il Comitato Civico sulla questione cimiteriale di Stazzema

Stazzema_Martedì 1 ottobre, alle 21, si riunirà presso i locali della canonica di Cardoso il Comitato Civico costituitosi sulla questione del rinnovo oneroso delle concessioni cimiteriali perpetue ante 1975. Una questione che va avanti dal febbraio 2007 e francamente sarebbe l’ora che il Consiglio di Stato la definisse una volta per tutte. Sicuramente i 32 mesi trascorsi prima che il Ministero dell’Interno imponesse al Comune di Stazzema la trasmissione del ricorso straordinario al Capo dello Stato alla sede di competenza influiscono non poco sul tempo trascorso. Martedì si farà il punto sulla questione cimiteriale, benché non ci siano novità in arrivo dal Consiglio di Stato. Il Comitato Civico, al di là di come sarà della pronuncia del Consiglio di Stato sulla legittimità o meno del provvedimento del rinnovo oneroso delle concessioni cimiteriali con tipologia perpetua ante il 1975,   è convinto di aver portato avanti una battaglia civica che andava fatta e che la conferma  di ciò viene dai 32 mesi  durante i quali il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica è stato tenuto dentro un cassetto del comune di Stazzema e ciò è stato definito dalla Procura della Repubblica un reato, neanche se non sono stati identificati i responsabili.

Libera Cronaca da Italia Bene comune di pochi e precluso ai giocondi-addì 29.9.2013   

 

Uscita Versilia, ultimo libro di Franco Tarabella

Giuseppe, mi permetto di rubarti un angolino . Credo che la Liberacronaca, debba essere orgogliosa se – Uno di Noi- ha il coraggio di presentare il proprio lavoro, la propria fatica . Noi “dalla penna facile” come ci appellano, a volte diamo fastidio. Questa fatica di Franco , secondo me, va apprezzata e divulgata perché è una persona che dalla sponda del fiume che sfiora il suo Borgo  grida in silenzio.

Uscita Versilia. Questo è il titolo del libro di Franco Tarabella di Ruosina stampato nel mese di settembre con i caratteri di Editografica di Pietrasanta. Mi ha colpito quanto scritto in prima pagina:una picconata che ci invita tutti a riflettere.

“ I popoli sono come boschi di vecchie e giovani piante, ciascuna in cerca del tepore del sole. Fuoco e vento di vuote parole ne minacciano ogni giorno l’esistenza :la realtà si governa con i fatti “.

Non intendo assolutamente fare l’esperto letterario,non ne sarei all’altezza,voglio solamente dire che , coloro che pubblicano libri e scrivono, hanno il coraggio di affrontare il giudizio della critica e del pubblico:ammiro in Franco questa sua tenacia. Non è la prima “fatica”, diversi volumi ha dato alle stampe in passato, riportando meritati consensi. L’augurio che gli faccio , conoscendolo, è quello di non mollare. Sappiamo tutti che :è più facile criticare che fare.

Per il momento il mio vuole essere un modo per stringergli la mano e ringraziarlo per quello che ci ha donato.

Giulio Salvatori di Basati-addì 29.9.2013

Re: Giulio, forse ti perdi qualche numero. Libera Cronaca ha già scritto e volentieri ripubblica il tuo commento sul libro di Franco.

Il nostro silenzio sarebbe un toccasana per tanti bla bla che vendono fumo ma raccattano sostanza. Non siamo certo l’antidodo di queste figure ma neppure la correità. E ciò ci rasserena un pelino.

Guarda come è ridotta l’Italia, eppure esistono anche i Giganti contro cui milioni di formiche non riescono a fare nulla. Ma che bella Costituzione abbiamo, che tutela pochi e sconquassa i molti. Se la realtà si governa coi fatti, allora dobbiamo scrivere che le elezioni servono per dare lo SGOVERNO di questo paese. Ma quanti bravi e responsabili sgovernanti abbiamo nell’Italia che siamo diventati.

“Fuoco e vento di vuote parole ne minacciano ogni giorno l’esistenza : la realtà si governa con i fatti”.

Infatti siamo in piena irrealtà!

Giuseppe Vezzoni-addì 29.9.2013 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...