Libera Cronaca da Italia Bene Comune 1086 del 27 e 28 agosto 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1086 del 27 e 28 agosto  2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

Le leggi inique contro i meno abbienti sono immediatamente  costituzionali

Le leggi che toccano la casta necessitano sempre di approfondimenti costituzionali

1086

 Forte dei Marmi: 0ggi Fiera e fuochi di Sant’Ermete

Forte dei Marmi- Con la festa patronale di Sant’Ermete Forte dei marmi e la Versilia danno l’addio all’estate. Anche se le belle giornate di mare e di montagna continueranno nel mese settembre, con i fuochi sul mare stasera chiuderanno come tutti gli anni la bella stagione. Dal libro I fuochi di Sant’Ermete:Libro I fuochi di Sant'Ermete

 “La Leggenda.”

Nadia ed io eravamo ancora lì seduti sul plaid nella rena, a cercare quello che continuavamo ostinatamente a nasconderci, ligi a un patto che ci stava massacrando lentamente. Improvvisamente fummo attratti da il lume di un Cutter che stancamente avanzava al largo nello specchio di mare davanti alla spiaggia libera del Cinquale. Un tratto di arenile che spezza per alcune centinaia di metri l’antropizzazione balneare colorata ed accogliente della spiaggia versiliese. Lo guardammo incrociare sul mare calmo, penetrato dal riflesso della luna oramai totalmente libera dai fumi scatenati dallo strepito finale dei fuochi pirotecnici. Il dardeggio argenteo ne rilevava meravigliosamente la velatura, avvolgendolo di un’aura di mistero.

E’ lo sciabecco fantasma. La leggenda lo vuole ogni anno a solcare il mare di Forte dei Marmi. E’ il legno pirata dei mori barbareschi comandati da una maledizione a razziare perennemente i frantumi amorosi che immancabilmente lascia dietro di sé l’estate che finisce. Solo le infelicità sono obbligati a raccogliere. Se non ci fosse questa imbarcazione pirata che viene a far pulizia, si dice che a Forte dei Marmi non tornerebbe più nessuno per i troppi amori che vi nascono e muoiono durante la bella stagione. Invece, ogni anno essa riparte libera e spensierata senza che i vecchi ricordi possano tentare di intristirla. – dissi a Nadia, “infolando” sulla leggenda.

Parve crederci. Mi si accostò e, sempre di spalle a me, s’aggiustò meglio, portando la sua schiena a poggiare in cima alle mie gambe aperte a vu sulla sabbia. (…)

NB: infolare è termine dialettale: significa inventare.

Libera Cronaca da Italia Bene Comune 28.8.2013

Venti di guerra sulla Siria: borse giù,spread su!

Siria: gassificare la popolazione è un’aberrazione assoluta, una dissoluzione morale senza limiti, un crimine di guerra contro l’umanità che non può essere tollerato dalla comunità mondiale.  I criminali devono essere fermati e consegnati al Tribunale internazionale dei crimini contro l’umanità dell’Aia.

Intanto le borse mondiali accusano questa vigilia di guerra e si contraddistinguono col segno meno. Piazza Affari perde un altro 2% e lo spread sale a 260.  La borsa italiana paga anche l’incertezza politica.

Recupero cave dismesse:

l’Henraux impugna al Tar la deliberazione del Consiglio direttivo del Parco delle Alpi ApuaneAltissimo e le Cervaiole da Capriglia 004

 

Versilia_ Il 23 aprile 2013 il Consiglio Direttivo del Parco approvava le norme relative ad interventi di recupero ambientale e funzionale di cave dismesse.  Riportiamo la parte della delibera n. 16. con cui si disciplina l’inammissibilità ad intervenire.

Gli interventi di recupero ambientale e funzionale di cave dismesse, laddove prevedano attività estrattiva, in accordo con quanto stabilito dalle Misure di conservazione, approvate con delibera di Giunta regionale n. 454 del 16 giugno 2008, non sono ammissibili nelle aree indicate come Z.P.S. della Rete Natura 2000, a meno che tali aree non siano state già identificate come estrattive negli strumenti di pianificazione generali e di settore.

Gli interventi di recupero ambientale e funzionale di cave dismesse, laddove prevedano attività estrattiva, non sono ammissibili nel caso in cui per la loro attuazione sia necessario prevedere la realizzazione di nuove infrastrutture viarie o la modifica sostanziale di quelle esistenti.

Gli interventi di recupero ambientale e funzionale di cave dismesse, laddove prevedano attività estrattiva, non sono ammissibili nel caso in cui ricadano all’interno di siti in cui l’opera spontanea di rinaturalizzazione ha raggiunto alti e riconosciuti livelli di qualità ambientale e paesaggistica. Il riconoscimento dell’alto livello di qualità ambientale e paesaggistica viene attestato da una valutazione congiunta della Commissione tecnica del Nulla Osta e della Commissione della Valutazione di Incidenza del Parco.

Gli interventi di recupero ambientale e funzionale di cave dismesse non sono ammissibili nel caso in cui provochino la perdita o la sostanziale riduzione di una delle invarianti strutturali identificate nel Piano per il Parco adottato con delibera di Consiglio direttivo n. 46 del 29 novembre 2007.

Negli interventi di recupero ambientale e funzionale di cave dismesse, laddove sia prevista attività estrattiva, i volumi massimi escavabili non devono superare il 30% di quanto già escavato.

Negli interventi di recupero ambientale e funzionale di cave dismesse, le attività estrattive non sono ammissibili al di sopra della quota di 1.100 metri s.l.m

Il 13 luglio 2013 veniva notificato all’ente Parco il ricorso al Tar della Ditta Henraux per l’annullamento della deliberazione del Consiglio Direttivo e di ogni altro presupposto, connesso e/o consequenziale.

Il 19 agosto il presidente del Parco Putamorsi assume il decreto  di affidamento all’Avvocatura Regionale  di  rappresentare e di assistere in giudizio l’ente resistendo  in ogni stato e grado del ricorso.

Non c’era una volta il Protocollo Cervaiole e  alla sua base l’impegno di dialogo e composizione  di eventuali contrasti che in futuro potevano sorgere tra l’azienda e gli enti pubblici  firmatari del protocollo: Parco e i comuni di Seravezza e Stazzema?

Le norme che regolano il recupero delle cave dismesse sono state approvate all’unanimità degli 11  (su 13) membri presenti  alla seduta di deliberazione, pertanto anche dai rappresentanti del Comune di Stazzema Sauro Mattei (vicepresidente) e  di Seravezza  Mario Tonacci.

Libera Cronaca da Italia Bene comune di pochi-addì 27.8.2013

Il Festival La Versiliana archivia una stagione da

TUTTO ESAURITOFoto Teatro La Versiliana - di Alessandro Fabbrini 2

Presentati  ieri mattina a Marina di Pietrasanta i risultati della 34° edizione del Festival La Versiliana. I numeri della stagione appena conclusa sono stati illustrati dal Sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi, dal  Presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti, dal direttore artistico del Festival  Luca Lazzareschi e dal direttore generale della Fondazione La Versiliana Manrico Nicolai.foto (800x598)

Con cinque sold out e cinque date che hanno registrato più di 1000 presenze, tra cui una punta di oltre 1300 spettatori, il Festival La Versiliana chiude la sua 34° edizione in una escalation di successi.

Circa 22.000 le presenze complessive al teatro immerso nella pineta dannunziana che riconfermano il Festival di Marina di Pietrasanta, una delle più importanti attrattive del territorio, la più importante rassegna culturale polivalente del territorio, punto di riferimento per la cultura e lo spettacolo della Versilia e della Toscana.

 Marina di Pietrasanta (LU)_Con lunghi applausi e con la standing ovation in un teatro gremito per lo show di Enrico Brignano, tutto esaurito, si è chiusa l’edizione 2013 del Festival La Versiliana e per la Fondazione presieduta da Dianora Poletti è tempo di bilanci.

Una stagione di successo che, alla luce dei dati registrati al botteghino, può essere definita vincente sia per la scelta del cartellone a cura del direttore artistico Luca Lazzareschi, che per l’ imponente eco mediatica nazionale che il Festival ha suscitato.

“E’ stata una stagione particolarmente ricca di emozioni – commenta con soddisfazione il Sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi – dai 90 anni di Giorgio Albertazzi, festeggiati sul palco della Versiliana, ai grandi nomi dello spettacolo, della cultura, del giornalismo e della politica sfilati nell’appuntamento quotidiano del Caffè. Nonostante le numerose iniziative di intrattenimento che la Versilia propone al proprio pubblico, il Festival ci ha abituato a numeri importanti e a un’indiscussa qualità. Mi preme ricordare anche Pietrasanta in concerto, il festival nel festival, di cui la Versiliana è partner tecnico: una vetrina musicale davvero unica.

Nel ringraziare la presidente Dianora Poletti, desidero sottolineare la passione e l’entusiasmo dell’intero staff della Versiliana che, edizione dopo edizione, fa di questa manifestazione l’appuntamento clou dell’estate”.

 “Il successo del Festival nelle sue varie articolazioni ha dei meriti specifici – commenta la Presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti – è il risultato di un lavoro fatto in questi tre anni dal Direttore Artistico, dal Direttore Generale e dalla struttura,che ha riportato la Versiliana all’attenzione del grande pubblico, per la sua serietà di Istituzione culturale, per la qualità dell’offerta e per la capacità organizzativa. Il pubblico oggi riconosce alla Versiliana qualità e certezza di programmazione, sia per gli spettacoli che per l’intrattenimento culturale. Dal Caffè, al Teatro allo spazio bambini, il pubblico sa che alla Versiliana, troverà sempre eventi di qualità. Tutto questo ci fa pensare anche che la Fondazione sta ben svolgendo un servizio al territorio, divenendo di fatto un’occasione per il rafforzamento e il rilancio del turismo.”

La Stagione teatraleIn un’estate segnata dalla crisi e dal “rumore culturale” sul territorio della Versilia, che rischiava di disorientare il pubblico, la Versiliana in controtendenza rispetto al panorama dei festival estivi ha registrato un’affluenza di pubblico e di incassi che è andata oltre le più rosee aspettative.

Il botteghino del Festival ha affisso per ben cinque sere il cartello “tutto esaurito” (Ludovico Einaudi, le due date dei Momix, Giorgio Panariello e Enrico Brignano) ; oltre 1.300 gli spettatori per il gala di Svetlana Zakharova, più di 1.000 in sala per Max Gazzè, la coppia Bollani – Grandi, Paolo Migone, Raphael Gualazzi e Aggiungi un posto a tavola. Un totale di 21.796 biglietti staccati per 27 serate di spettacolo. Un dato, quello delle presenze che diventa ancor più significativo e lusinghiero alla luce delle 6 serate in meno rispetto al cartellone 2012, in cui le presenze ammontavano a 21.178, segno evidente di una programmazione azzeccata e attrattiva.

Le vendite dei biglietti hanno portato nelle casse della Fondazione circa 660.000,00 Euro,incasso che ha superato di circa il 20% la previsione di bilancio. Una cifra leggermente superiore rispetto a quella dell’anno precedente (656.044,00 nel 2012) e che diventa ancor più soddisfacente alla luce di due aspetti: il minor numero di spettacoli e la politica di riduzione del prezzo del biglietto. Se ad esempio nel 2011 per acquistare una poltronissima per lo spettacolo di Svetlana Zakharova ci volevano 85 euro, nel 2013 ne sono bastati 60.

La Fondazione presieduta da Dianora Poletti e diretta da Manrico Nicolai ha inoltre proseguito nella politica di austerity per quanto riguarda i biglietti omaggio. I tagliandi di cortesia, riservati esclusivamente per autorità, rappresentanti istituzionali, stampa, sponsor, ospiti delle compagnie e personalità dello star system sono stati solo 2.230, numero rimasto sostanzialmente invariato rispetto al 2012, pur con aumento delle “prime teatrali” programmate per le quali la Fondazioni dirama inviti specifici a istituzioni e autorità.

 Gli Incontri al CaffèSeguitissimi, sempre interessanti, variegati, gli Incontri al Caffè de La Versiliana, generosamente sostenuti quest’anno per la prima volta dal prestigioso marchio di Caffè Kimbo, sono stati complessivamente 52, a cui si aggiungono 3 appuntamenti in serale.

Circa 113 sono stati gli ospiti che si sono avvicendati sul palcoscenico dello Spazio Caffè intitolato a Romano Battaglia, seguiti complessivamente da un numero di persone che la Fondazione ha stimato in circa 40.000. Una presenza importante che conferma l’appuntamento pomeridiano con il talk show più seguito dell’estate un classico da non perdere, con delle punte di circa 1.000 spettatori, registrati per gli incontri con Claudio Baglioni, Susanna Camusso, Roberto Bolle, Enzo Iacchetti, Gene Gnocchi, Michele Boldrin, Daniela Santanchè, Debora Serracchiani.

Tra le novità da segnalare, la speciale anteprima con Paolo Villaggio; il sodalizio con la Fondazione Gaber nel decennale dalla scomparsa del Signor G; la rubrica dedicata allo sport condotta da Alessandro Bonan, che ha visto tra gli altri la presenza di Adriano Galliani seguita in diretta da Sky Sport; il ritorno della politica con la presenza di due ministri, Enrico Giovannini e Maria Chiara Carrozza, il segretario CGIL Susanna Camusso, David Sassoli, Mara Carfagna, Daniela Santanchè, Giuseppe Civati, Debora Serracchiani, Michele Boldrin, i sindaci Giuliano Pisapia e Ignazio Marino. Apprezzatissima anche la rubrica “Vite da Cinema”condotta dal direttore del mensile di cinema Ciak, Piera Detassis che ha chiamato sul palco degli Incontri Laura Morante, Enrico Vanzina, Francesca Neri, Antonio Monda e Maria Sole Tognazzi. Sempre attesa e gradita la rubrica del lunedì A tavola con.. condotta da Claudio Sottili con le golose degustazioni.

Un’altra novità che ha segnato questa edizione degli incontri sono state le introduzioni di Serena Magnanensi e Omar B.: due volti giovani, che hanno presentato ogni pomeriggio gli ospiti del Caffè, con grande professionalista ed uno stile fresco, che il pubblico ha apprezzato e che saputo dare continuità al format del Caffè.

La Versiliana dei Piccoli. Boom di presenze anche allo spazio bambini, sia per i laboratori, che ogni giorno sono stati frequentatissimi che per gli spettacoli nell’arena che con 3.157 spettatori, hanno fruttato alle casse della Fondazione 12.564,00 Euro dato parziale a cui andrà ad aggiungersi il risultato dell’ultimo spettacolo in programma martedì 27 agosto. Da segnalare il successo delle “Grandi Fiabe” che in più di un’occasione hanno registrato il sold-out e che sono state completamente autoprodotte dallo staff della Versiliana dei Piccoli sotto la guida di Massimo Pasquini.

IternaturaBuon risultato anche per quanto riguarda “Iternatura”, ovvero le visite guidate nel parco della Versiliana curate dalla guida ambientale Francesca Mazzei. Ogni martedì e giovedì grandi e piccini hanno avuto modo di percorrere i sentieri battuti nel Parco della Versiliana alla scoperta della storia e dell’ambiente naturale, grazie a questo progetto che Francesca Mazzei cura con grande entusiasmo, competenza e capacità di mettere in relazione gli spazi del Festival con il Parco in cui è immerso, connotando la parte storica e la parte naturalistica.

L’eco mediatica: Massiccia e autorevole la rassegna stampa che la Versiliana ha collezionato per il lancio della programmazione e per gli eventi che nel corso di due mesi si sono succeduti, una rassegna che include tra gli altri, i più importanti quotidiani nazionali che hanno dedicato ampi servizi al Festival, le emittenti televisive nazionali che attraverso i propri TG e i propri contenitori di intrattenimento hanno dedicato importanti finestre alla Versiliana. Del Festival hanno parlato tutti i media italiani: periodici, mensili, settimanali a grande tiratura, quotidiani nazionali e a diffusione regionale e locali, oltre a numerossisime testate on-line che hanno spesso recensito anche gli spettacoli, radio e TV nazionali e locali. Dal Corriere della Sera a La Repubblica, al Tempo, il Messaggero, Il Sole 24 Ore, Il Mattino, Il Giornale, La Stampa, L’Unità, Il Fatto Quotidiano, QN, e tutti i maggiori quotidiani regionali e locali dalla Gazzetta del Sud all’Eco di Bergamo, dall’Unione Sarda alla Tribuna di Treviso, dal Piccolo di Trieste, all’Arena di Verona, al Quotidiano di Calabria solo per citarne alcuni, con la consueta grande attenzione che la Gazzetta di Parma dedica alla Versiliana, oltre ai periodici trimestrali e mensili sia specializzati che generalisti e ai settimanali a tiratura nazionale (settimanali come Panorama, L’Espresso, Famiglia Cristiana, Anna, Sette, Donna Moderna e mensili come AD, Club3, RollingStone, Yacht&Sail… tanti altri), il Festival ha ottenuto in soli due mesi una rassegna che conta oltre 1.000 articoli solo su testate cartacee.

Da segnalare poi con soddisfazione la grande visibilità televisiva che questa edizione del Festival si è conquistata, grazie agli ampi servizi sulle TV di Stato: nei TG1, TG2 e TG3 oltre a due collegamenti in diretta nel contenitore estivo di Rai Uno “L’estate in diretta” e a servizi su Rai Sport. Sky Sport ha ripreso integralmente l’incontro con Galliani e hanno parlato della Versiliana anche i TG di Mediaset: TG5, Studio Aperto, TG4 e il TgCom che ha tra l’altro passato in diretta l’incontro con Baglioni.

Un particolare ringraziamento va alle testate locali e regionali della Toscana (Il Tirreno, La Nazione, La Repubblica di Firenze, Il Corriere Fiorentino, Il Giornale della Toscana, Noi Tv e Rete e Radio Versilia, La Gazzetta di Viareggio, Radio Massarosa Sound) che hanno seguito puntualmente e con grande attenzione tutti i numerosissimi eventi programmati realizzando anche di volta in volta interviste ai protagonisti e resoconti degli eventi.

La Fondazione La Versiliana ha dedicato anche particolare attenzione all’aggiornamento della propria pagina facebook, utilizzando un linguaggio diretto e inserendo numerose foto, fatto che ha riscontrato notevole apprezzamento, in linea con la tendenza degli utenti ad usare i social media come fonte di informazione.

Efficace anche la promozione e la comunicazione degli eventi: attraverso una campagna pluriregionale su media cartacei e televisivi e attraverso una capillare distribuzione di materiale promozionale effettuato su tutto il territorio della Versilia e della costa da La Spezia a Livorno, la comunicazione del cartellone ha raggiunto con efficacia gli utenti.

Gli Sponsor: Un ringraziamento particolare va agli sponsor che hanno sostenuto questa edizione del Festival. Accanto al Comune di Pietrasanta e alla Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana – soci fondatori della Fondazione La Versiliana, La Fondazione ringrazia anche i sostenitori della manifestazione Comune di Forte dei Marmi e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, da sempre al fianco della Versiliana e gli sponsor quali di Franciacorta, di Salt, Varia Costruzioni, Varia Versilia Ambiente. La Versiliana ha saputo conquistare anche nuovi sponsor, tra cui su tutti si ringrazia KIMBO che ha voluto affiancare il proprio marchio al Caffè de La Versiliana, e i Giardini della Versilia che hanno curato l’allestimento floreale del Parco, l’ ”Orto delle meraviglie” e il “Piccolo giardino di Shakespeare”, un angolo fiorito dedicato all’erbario shakespeariano, nato da un’idea del direttore artistico Luca Lazzareschi. Un sentito ringraziamento va anche alla Fonderia d’Arte Massimo del Chiaro di Pietrasanta che ha fornito preziose fusioni in bronzo di opere d’arte, e l’Hotel Byron di Forte dei Marmi AD – Architectural Digest e Costa Oradino per le sponsorizzazioni tecniche.

Marina di Pietrasanta, 26 agosto 2013

tel. 0584 265777 – mob +39 349 861349

Comunicato Fondazione La Versiliana

Re: Il Giornale che non c’è si auto annovera tra  gli organi  di informazione  citati nei ringraziamenti per come ha informato su gli eventi del 34° Festival La Versiliana 

Festa Patronale della Madonna del Piastraio

Stazzema_ Ultima domenica di agosto Anniv. di Fondazione del Santuario. Era dal 2000 anno giubilare, l’ultima celebrazione prima della chiusura per i lavori di restauro. Domenica 25 Agosto, e’ stata celebrata finalmente la S. Messa alle ore 11,00 al Santuario Mariano del Piastraio, c’era parecchia gente, La S. Messa e’ stata officiata dal Proposto don Sergio Orsucci, con l’aiuto del Diacono Carlo . All’Organo il Maestro Paolo Magri, e’ stata una cerimonia molto commovente e sentita, mi auguro che questo sia l’inizio per poter avere sempre più la partecipazione delle altre parrocchie e quindi venire sempre di più come pellegrini al Santuario, e quindi poter organizzare anche a livello Parrocchiale la Via Crucis, che da Mulina porta al Santuario. Stazzema ha trascorso domenica una giornata Mariana di una importanza storica, sia per la bellezza delle cerimonie, sia per la presenza di una marea  di gente. Alle ore 18,45 presso la Propositura si e’ svolto il S. Rosario recitato da Paolo Brosio, e animato dai Canti del Maestro Paolo Magri. erano presenti i figli di Maria. Alle ore 19, 30 mezz’ora in ritardo, e’ stata celebrata La S. Messa Mariana celebrata dal Proposto Don Sergio Orsucci in onore di Maria SS del Bell’Amore Patrona della Versilia. Alle ore 20,30 Adorazione Eucaristica. Alle ore 21,00 Processione della Madonna del Piastraio dalla Chiesa Propositura a S. Maria della Neve e viceversa Processione officiata dai Frati di Vittoria Apuana, i Diaconi Luciano e Carlo, e infine le suore, i Malati dell’Unitalsi di Pietrasanta. Lungo il percorso preghiere canti riflessioni hanno guidato questa processione che si e’ svolta in maniera eccezionale, nonostante la Marea di gente che la componeva. Il tempo che non doveva essere dei migliori, ha assistito per tutta la giornata, non ha mai piovuto, anzi durante il giorno e’ uscito anche il sole, e la sera si e’ rasserenato… e’ andato tutto nel migliore dei modi. Fra le Autorità Civili presenti alla cerimonia. Per il Comune di Stazzema L’Assessore Egidio Pelagatti. Purtroppo devo verificare l’Assenza degli altri Comuni della Versilia Storica , Forte dei Marmi, Seravezza e Pietrasanta. La Giornata Mariana, si e’ conclusa alle 22,30 circa, e la maggior parte della gente ha invaso La Sagra Gastronomica che era in atto già dal giorno 24 Agosto sotto i tigli…

Marco Bertellotti-addì 26.8.2013

SICUREZZA PER GLI OPERAI DEGLI SPETTACOLI LIVE.

Ho appena firmato la petizione “Sicurezza per gli operai degli spettacoli live. Mai più morti sotto i palchi!” su Change.org. È importante. Puoi firmarla ? Qui c’è il link:
http://www.change.org/it/petizioni/sicurezza-per-gli-operai-degli-spettacoli-live-mai-più-morti-sotto-i-palchi?share_id=MZLUujlQAI&utm_campaign=signature_receipt&utm_medium=email&utm_source=share_petition

L’appello a firmare: Sono Paola, madre di Matteo, rigger morto il 5 marzo 2012 a Reggio Calabria, durante il montaggio del mega palco per il concerto di Laura Pausini.Dopo un anno e mezzo dalla morte di mio figlio niente è cambiato. Lo dimostra l’ennesima recente tragedia: solo un mese fa Khaled Farouk Abdel Hamid ha perso la vita durante lo smontaggio del concerto dei Kiss, così come era accaduto a Francesco Pinna durante i lavori d’allestimento del palco di Jovanotti, tre mesi prima della morte di Matteo. Rigger, scaffolder, facchini, sono tutti “lavoratori invisibili” dello spettacolo! Gli operai specializzati adibiti a costruire e gestire le strutture per i grandi eventi live, come i concerti con turni di lavoro illimitati, sono esasperati dalla necessità di rispettare le consegne programmate, e con personale insufficiente. Condizioni rese ancor più “ad alto rischio” dalla mancanza di revisione dei materiali assemblati e da un’ organizzazione dei cantieri basata più sulla consuetudine che sulle regole e sulle leggi; una prassi che non rispetta la gerarchia formale e sostanziale dei ruoli operativi. Quello dei concerti è un business milionario, l’unico nel mercato della musica in grado di assicurare, ancora oggi, i massicci guadagni di una volta. Ma questo non deve prescindere dalla sicurezza dei lavoratori.

Chiediamo che le norme sulla sicurezza del lavoro e le norme sulle costruzioni attualmente in vigore siano integrate con proposte a tutela degli operai dello spettacolo. 

Andrebbe verificata l’idoneità delle location che accolgono le strutture da montare, i turni andrebbero programmati in maniera adeguata e andrebbe regolato il sistema di scatole cinesi degli spettacoli live.

E’ ora di dire basta ai morti sotto i palchi!

Grazie, Paola Armellini via Change.org

Il libro Il nonno partigiano è off-limits a Sant’Anna di Stazzema

Il partigiano Fortunato Menichetti  ci ha scritto per esprimere tutta la sua amarezza a causa  della decisione della Commissione tecnica-storiografica  che valuta i libri da mettere in vendita al Museo di Sant’Anna di persistere nella decisione di estromettere il  suo libro, Il nonno partigiano racconta,  dalle pubblicazioni che possono essere consultate e acquistate a Sant’Anna di Stazzema. L’ottantanovenne partigiano è molto rammaricato della decisione, considerato che il libro, alla quarta edizione, ha raccolto in questi anni molti patrocini importanti, come quelli della Regione Toscana,  della Provincia di Lucca e dei comuni di Firenze, Pisa, Stazzema, Seravezza, Pietrasanta, Forte dei Marmi, Camaiore, Massarosa e Viareggio e che per un periodo la pubblicazione è stata esposta e molto venduta nel Museo Storico della Resistenza di Sant’Anna.  La lettera di Menichetti è segnata da qualche inesattezza, tuttavia evidenzia l’anomalia dei patrocini. Se sono stati concessi, e in maniera così numerosa, perché mettere all’indice in questa maniera la pubblicazione?

NB: Non  abbiamo scannerizzato i due fogli della lettera datata 15 agosto 2013 perché ci sono inesattezze, errori e periodi  un poco involuti che inficerebbero, se postati, anche quello che non è invece inficiabile, perché vero. I patrocini sono stati concessi e belle parole sono state scritte sul libro Il nonno partigiano racconta, che è l’ultimo titolo della serie, ricordando che la prima edizione portava il titolo Il diario del nonno partigiano. Se qualcuno volesse mettere in dubbio questo articolo, basta che ce lo faccia sapere e noi posteremo i due fogli che Fortunato Menichetti ci ha inviato.

Giuseppe Vezzoni-addì 27.8.2013    

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...