Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1068 del 31 luglio e 1 agosto 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1068 del  31 luglio  e 1 agosto 2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

1068

Speriamo di sentirci italiani e non itagliani

Oggi la Corte di Cassazione deciderà se condannare definitivamente o assolvere l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi dalla accusa di truffa per quanto concerne il caso Mediaset e i diritti Tv. Ci auguriamo di ricevere una sentenza che ci faccia sentire italiani e non itagliani.

GiuseppeVezzoni-addì 1.8.2013-ore 06,15

Siamo italiani: sentenza quasi esemplare

Condanna confermata in Cassazione a carico di Berlusconi  per frode fiscale  ( 4 anni) mentre  sono stati rinviati gli atti ad un’altra sezione della Corte di Appello di Milano limitatamente  per quanto concerne la pena accessoria di 5 anni di interdizione temporanea ai pubblici uffici,  i cui limiti temporali dovranno essere  ricalcolati perché i 5 anni non sono convenientemente motivati.

Giuseppe Vezzoni-addì 1.8.2013-ore 19.49

Le Unità Collabenti sono esenti dal pagamento dell’Imu ( ex Ici)

 

Stazzema_ Il consigliere comunale di Stazzema, Gian Piero Lorenzoni, ha protocollato stamani una lettera avente per oggetto l’esenzione dal pagamento dell’Imu ( ex Ici). La missiva è stata indirizzata all’Assessore al Bilancio Maurizio Verona, al Responsabile dell Area Contabile, Dott. Luca Canessa, al  Segretario Comunale, dott. Luca Canessa, e per conoscenza al Revisore dei Conti

 

“Il dipartimento delle finanze, con la risoluzione n.8/DF del 22/07/2013, ha definitivamente chiarito che l’imposta IMU (prima ICI) non è dovuta per gli immobili che rientrano nelle categorie fittizie, come definite dalla circolare n. 9/T del 26 novembre 2001 dell’Agenzia del Territorio – ora Agenzia delle Entrate – nella quale si legge che “come è noto, sono indicate come categorie fittizie (F1 = area urbana, F2 = unità collabenti, F3 = unità in corso di costruzione, F4 = unità in corso di definizione ed F5 = lastrico solare) quelle che, pur non previste nel quadro generale delle categorie (in quanto ad esse non è associabile una rendita catastale), sono state necessariamente introdotte per poter permettere la presentazione in Catasto di unità particolari (lastrici solari, corti urbane, unità in via di costruzione ecc…) con la procedura informatica di aggiornamento Docfa”.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze precisa che non si debba pagare l’Imu sui fabbricati collabenti e su ogni bene immobile censito come “categoria fittizia”.

Quindi è possibile affermare che, con la delibera GM 26_2011, le unità collabenti sono state illegittimamente equiparate ad aree edificabili.

Infatti, in base all’attuale legge, un’area si considera edificabile solo quando sulla stessa non sia individuata alcuna unità immobiliare.

Tali fabbricati (tra cui rientrano anche i fabbricati in corso di costruzione e le unità collabenti) sono censiti dal sistema catastale, ma non hanno una attribuzione di rendita.

In conclusione è possibile dire che l’unità collabente non è soggetta al pagamento dell’Imu (prima Ici), ciò avverrà solo una volta ricostruito eventualmente il fabbricato, e dopo aver provveduto all’obbligatorio accatastamento del fabbricato medesimo, al quale verrà attribuita la specifica rendita catastale.

In ragione delle considerazioni svolte e  secondo quanto autorevolmente precisato dalla risoluzione ministeriale la richiesta del pagamento dell’ICI e successivamente dell’Imu su tali tipi di costruzioni è da ritenersi illegittimo.

Si rimane in attesa di conoscere le valutazioni dell’amministrazione comunale e se, in conformità a quanto chiarito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, intende annullare, in via di autotutela, gli accertamenti emessi provvedendo alla restituzione delle somme versate dai singoli contribuenti e ciò anche per evitare possibili danni erariali prossimi e futuri. In attesa di cortese ed urgente riscontro si saluta

Consigliere comunale Gian Piero Lorenzoni-addì 31.7.2013

 

Sentenza Fiom della Corte Costituzionale non gradita dalla Fiat?

 

Ma può la fabbrica italiana Fiat, tra l’altro la fabbrica più importante ma anche  quella che ha ricevuto maggiormente sostegno economico dallo Stato Italiano e dai suoi cittadini, non gradire una sentenza della Corte Costituzionale perché avversa alla logica discriminante sulla rappresentanza sindacale decisa dall’azienda e dal suo Ad Marchionne? Può ricattare e mettere in dubbio i finanziamenti promessi dopo aver incassato il via libera per lacrime e sangue dalle sigle sindacali e dai suoi dipendenti? Le affermazioni di Marchionne  sono inaccettabili e fortemente ricattatorie poiché tendono a mettere in secondo piano i principi costituzionali inerenti la libertà dei lavoratori di aderire  al sindacato più rispondente alle loro convinzioni e quella del sindacato di differenziarsi firmando o non  gli accordi senza per questo vedersi discriminato. Riteniamo pertanto irricevibili le affermazioni “condizioni industriali rimangono impossibili in Italia, che la Fiat ha le alternative necessarie per realizzare l’Alfa nel mondo e che serve chiarezza dal Governo perché ci potrebbero essere implicazioni. E’ sempre auspicabile che le relazioni tra le organizzazioni sindacali e l’azienda trovino un punto d’incontro per rispondere agli interessi dell’azienda e dei lavoratori  ma non sono per niente accettabili condizioni capestro che vogliano addirittura legittimare l’incostituzionalità delle medesime.

Intanto anche la Cassazione  ha bocciato ancora la Fiat respingendo il ricorso dell’azienda finalizzato a non rientrare  i tre operai, licenziati  nel 2011, nella fabbrica di Melfi. La Fiat aveva inoltrato ricorso contro la sentenza della Corte di Appello di Potenza con cui i tre operai licenziati erano stati reintegrati al loro posto di lavoro. In poco tempo la Fiat subisce due sentenze avverse: da parte della Corte Costituzionale, per l’incostituzionalità di porre fuori dalla fabbrica il sindacato Fiom, e dalla Corte di Cassazione in merito al licenziamento di tre operai che l’azienda  li ha  qualificati alla stregua di sabotatori per aver bloccato un carrello di trasporto materiali a seguito di uno sciopero notturno.

Giuseppe Vezzoni-addì 31.7.2013

Non ha bisogno di scorta l’onestà di chi si pone al servizio della collettività.

Papa Francesco sorprende tutti e cresce l’ammirazione per quest’uomo che pur essendo il capo supremo dell’organismo più potente del mondo si comporta come uno qualunque. Il suo volare su di un aereo di linea ne è un esempio. Come il portarsi la borsa degli effetti personali. Non ho una cultura, tanto meno preparazione politica o conoscenza di fatti, non seguo, non ascolto telegiornali, sbircio le pagine della politica (cioè leggo i titoli), perciò non mi avventuro nell’esternazione di un’opinione di alto livello ma in una riflessione terra terra. Capisco la scorta a certi magistrati, chiamati a giudicare malavitosi appartenenti a mafia, ndrangheta, camorra eccetera, ma non hai politici in carica. Figuriamoci poi a ex come la Pivetti. Da cosa devono essere difesi? E’ il popolo che deve essere difeso da questi sciacalli! Re Gustavo di Svezia ogni giorno si reca in parlamento in bici, solo, senza scorte e portaborse, come Papa Francesco, due potenti al servizio del bene comune. Quel bene comune (in Italia) è appannaggio di una degenerata classe politica VERGOGNOSAMENTE INSAZIABILE.

Alvaro Avenante-addì 31.7.2013

 

L’abbandono del Teatro della Compagnia

 Staccioli: “la lentezza va in scena a teatro”

 Firenze_ E’ arrivata oggi la desolante risposta all’interrogazione presentata a maggio dalla consigliera regionale Marina Staccioli (Fratelli d’Italia), in merito all’andamento dell’aggiudicazione dell’appalto dei lavori di ristrutturazione e alla tempistica, “risposta che oltretutto non aggiunge e non spiega nulla di più di ciò che già era apparso sugli organi di stampa ad inizio 2013” sottolinea.

A quanto risulta infatti il decreto di aggiudicazione non è ancora stato stilato e quindi i lavori non possono iniziare, e questo è facilmente intuibile anche passando di fronte all’entrata del Teatro della Compagnia in Via Cavour, dove lo stato di desolazione persiste ormai da anni.

Pare che i fondi stanziati per l’intervento siano ancora vincolati dal rispetto del patto di stabilità e quindi di fatto bloccati, “viene da chiedersi – osserva la Staccioli – se non fosse stato possibile prevedere questa possibilità prima di fare promesse e dare scadenze a quanto pare impossibili da rispettare. Le ultime dichiarazioni in merito poi, con la previsione di iniziare i lavori ad aprile, risalgono infatti a fine gennaio di quest’anno.”

Dall’Assessorato rassicurano che comunque il costo del contratto con l’Odeon, affittato per tutta la durata dei ritardi per supplire alla mancanza del teatro cittadino, è ben poca cosa e pare gravi in parte sulle casse del Comune di Firenze e dell’Ente Cassa di Risparmio. “Non capisco come questo dovrebbe consolarci – incalza la Staccioli – sono comunque sprechi di denaro pubblico che con un po’ più di responsabilità potrebbero essere impiegati altrimenti, ma ogni tanto ci si scorda di essere in tempo di crisi”.

 Comunicato di Daniela Cattani, Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli Consiglio Regionale della Toscana- 30.7.2013

 

AS YOU LIKE IT venerdì in Versiliana

Marina di Pietrasanta_ Il Sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi, la Presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti, il Direttore Artistico del Festival La Versiliana Luca Lazzareschi, hanno il piacere di invitarLa alla PRIMA NAZIONALE della commedia con musiche AS YOU LIKE IT di W. Shakespeare, uno spettacolo di Maurizio Panici e Ambrogio Sparagna- Teatro La Versiliana venerdì 2 agosto, ore 21.30

Comunicato Fondazione La Versiliana-addì 30.7.2013

 

IL MESE DI AGOSTO, AL TEATRO LA VERSILIANA, SI ACCENDE CON UNA PRIMA NAZIONALEFoto Asyoulikeit

Tra prosa e musica venerdì 2 agosto alle 21,30 va in scena AS YOU LIKE IT di William Shakespeare, quarto titolo shakespeariano del cartellone 2013 del Festival La Versiliana

Una produzione di Ar.té teatro stabile d’innovazione di Orvieto per la regia di Maurizio Panici e le musiche di Antonio Sparagna

(biglietti da 25, 18, 13 euro; info 0584 265757)
In scena il 2 agosto al Teatro La Versiliana la commedia pastorale shakespeariana scritta tra il 1599 e i primi mesi del 1600 As you like it: un affascinante viaggio sul tema dell’identità e del doppio,  la vicenda dell’eroina Rosalinda che fugge dalle persecuzioni della corte di suo zio e si innamora nella Foresta di Arden. Nell’allestimento dellaCompagnia dei Giovani Ar.Tè con la regia curata da Maurizio Panici i tredici attori/cantanti danno vita ad una rappresentazione vitale, cinica e disincantata sul tema dell’amore e dell’inganno, una serie di riflessioni sull’esercizio del potere e sulla necessità di trovare un’alternativa ad un mondo corrotto e violento, espressione di una corte crudele dominata dal malaffare. La musica dal vivo che accompagna gli attori composta da Ambrogio Sparagna è eseguita dall’Orchestra Giovanile di Musica Popolare formata da organetto Ambrogio Sparagna, voce, corde e fiati Raffaello Simeoni, fisarmonica Sandro Paradisi, chitarre Giuseppe Copia, fiati Fabio Soriano, cornamusa Francesco D’Urbano, tamburelli Alessia Salvucci.

Gli interpreti di As You Like it sono: Orlando Leonardo Lidi, Amiens/Adamo RoccoRizzo, Oliver Massimiliano Franciosa, Charles/Corino RoccoPiciulo, Celia CamillaAlisetta, Rosalinda Annamaria Troisi, Paragone Alessandro Federico, Le BeauMauro Bernardi, Duca Massimiliano Iacolucci, Silvio Daniele Pilli, Jaques Sergio Basile, Duca in esilio Andrea Brugnera, Febe Alba Porto. 

Le scene sono di Tiziano Fario, progetto visivo Andrea Giansanti, costumi Marta Genovese, Valentina Zucchet, luci Roberto Rocca, registi assistenti Marzia G. Lea Pacella e Tiziano Panici, assistente musicale Sandro Paradisi.

Compagnia dei Giovani/ La Versiliana Festival/ Orchestra Giovanile di Musica Popolare. Uno spettacolo di MAURIZIO PANICI e AMBROGIO SPARAGNA

AS YOU LIKE IT Commedia con Musiche di William Shakespeare. Traduzione e adattamento Maurizio Panici e Alice Spisa; Musiche originali dal vivo di Ambrogio Sparagna;  regia Maurizio Panici

Gli attoriCamilla Alisetta, Sergio Basile, Mauro Bernardi, Andrea Brugnera, Alessandro Federico, Massimiliano Franciosa, Massimiliano Iacolucci, Leonardo Lidi, Rocco Piciulo, Daniele Pilli, Alba Maria Porto, Rocco Rizzo, Annamaria Troisi

I musicisti: organetto Ambrogio Sparagna, voce, corde e fiati Raffaello Simeoni, fisarmonica Sandro Paradisi, chitarre Giuseppe Copia, flauti e tamburelli Fabio Soriano, cornamusa Francesco D’Urbano, tamburelli Alessia Salvucci. Scene Tiziano Fario ; Progetto visivo Andrea Giansanti; costumi Marta Genovese, Valentina Zucchet; Luci Roberto Rocca

Il sito dedicato allo spettacolo  www.asyoulikeit.tv viene continuamente aggiornato con nuovi materiali

Il nuovo progetto della Compagnia dei Giovani – in cui sono inseriti alcuni attori di consolidata esperienza – prevede un grande spettacolo che debutta al Festival della Versiliana di Marina di Pietrasanta il 2 agosto 2013AS YOU LIKE IT, affascinante viaggio sul tema dell’identità e del doppio, con le musiche di Ambrogio Sparagna eseguite dal vivo dalla sua Orchestra Giovanile di Musica Popolare. Tredici attori e sette musicisti danno vita ad una rappresentazione vitale, cinica e disincantata sul tema dell’amore e dell’inganno, una serie di riflessioni sull’esercizio del potere e sulla necessità di trovare un’alternativa ad un mondo corrotto e violento, espressione di una corte crudele dominata dal malaffare. Lo spettacolo sarà successivamente presentato al Teatro Mancinelli nei giorni 7-8 dicembre 2013, per il ventennale della riapertura del Teatro.

Note di regia

Il doppio che c’è in ognuno di noi, il maschile e il femminile, l’amore e la violenza, il desiderio e il possesso. Ancora una volta il più grande autore di tutti i tempi parla di noi, delle nostre malvagità, del nostro bisogno d’amore, ancora una volta ci racconta le nostre debolezze: e lo fa con quella sapienza che ci trascina da una scena all’altra in cerca di un indizio che ci indichi la via d’uscita dalle nostre ossessioni. AS YOU LIKE IT è una commedia con musiche, così nasce il progetto condiviso con Ambrogio Sparagna: il nostro spettacolo vuole restituire il senso profondo della scrittura, la musica non è cornice ma è protagonista tra i protagonisti, un linguaggio che ha la forza di parlare direttamente al cuore delle persone modificando i percorsi. La musica lenisce la ferita d’amore, accompagna l’allegria e la scoperta, si fa intima con i luoghi del cuore. Un allestimento vivo e pulsante come  la vita. ( Maurizio Panici)

Mob. (+39) 349 8613496 – Tel  (+39) 0584 265777

Ufficio.stampa@laversilianafestival.it

Comunicato Fondazione La Versiliana-addì 31.7.2013

Arte Novecento: prosegue in Versilia  l’omaggio alla satira graffiante e irriverente di Mino MaccariCopertina 1943 acquarello su carta

Nel Palazzo Mediceo esposte oltre 120 opere di cui molte inedite. Fino all’8 settembreIl bagnino - olio su carta 1960 (1)

Seravezza_ Continua con successo nelle sale del Palazzo Mediceo di Seravezza, Patrimonio Mondiale dell’Unesco (Lu),  la mostra  “La commedia nell’arte. Maccari. Inediti e rari. 1920-1978″ aperta fino all’8 settembre organizzata dalla Fondazione Terre Medicee e dal Comune di Seravezza. Un evento che, insieme alla mostra “Le Forme dei Marmi” La Versilia Medicea 500 anni dopo. Sacro e Profano nella contemporaneità” esposta fino al 1 settembre nelle Scuderie Granducali del Palazzo Mediceo, organizzata dalla Cna Lucca in collaborazione con la Fondazione Terre Medicee e la Fondazione Henraux, conferma come il polo espositivo di Seravezza rappresenta ormai una importante realtà culturale per tutta la Versilia. La mostra dedicata a Mino Maccari ( Siena 1898 – Roma 1989)  rappresenta un doveroso omaggio a questo grande artista a 24 anni dalla sua scomparsa. Incisore, illustratore satirico e graffiante è stato un artista legatissimo alla Versilia dove aveva una villa al Cinquale ed è stato per decenni un fervido animatore culturale insieme a Longhi, Ungaretti, Soldati e Pea e tanti altri che hanno frequentato la costa versiliese e apuana tra gli anni Cinquanta e Settanta. La mostra, curata da Piero Pananti e Nemo Galleni con la supervisione di Giuseppe Nicoletti autore del saggio critico al catalogo, raccoglie oltre centoventi opere tra cui molte mai viste provenienti dall’archivio della famiglia, tra dipinti disegni, acquarelli, incisioni, tecniche miste realizzate dal Ventennio fino alla fine degli anni Settanta, che ripercorrono la cospicua produzione artistica di Mino Maccari acuto osservatore dei costumi della società italiana con sguardo satirico e critico, ideatore della corrente di Strapaese, ma anche ironico e allo stesso tempo indulgente. Un grande disegnatore che fece della satira pungente di costume il fulcro della sua poetica. Dalle opere del periodo di militanza nel partito fascista, quando lavorava al “Selvaggio”, la rivista fiorentina di cui fu acclamato illustratore e direttore, ai quadri di vita contemporanea con soggetti spesso sagaci, ai ritratti dei suoi personaggi: soldati, avvocati, preti, marionette e donne, interrogate da poliziotti o difese da avvocati. Il catalogo della mostra è edito dalle Edizioni Pananti di Firenze e contiene un appendice documentaria a cura  di Diana Ruech, della Biblioteca Cantonale di Lugano. La mostra è stata realizzata con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, Provincia di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Banca Versilia, Lunigiana e Garfagnana.  La mostra “La commedia nell’arte. Maccari. Inediti e rari. 1920-1978”, è aperta dal 6  luglio all’ 8 settembre 2013 nel Palazzo Mediceo,  viale L. Amadei, già via del Palazzo, 358 –  Seravezza (LU), dal lunedì al venerdì  dalle ore 17 alle 24; sabato e domenica 10 /12  e 17/24. Biglietto d’ingresso: intero euro 6,00 ridotto  euro 4,00. Informazioni: Fondazione Terre Medicee, ufficio mostre: tel. 0584/757443 www.terremedicee.it , e- mail: info@terremedicee.it ; ufficio informazioni turistiche: tel.0584.757325.

Cartella stampa e immagini scaricabili dal sito: http://press.ilogo.it  E-mail: press@ilogo.it

Seravezza, 31 luglio 2013

Comunicato Ufficio stampa ILogo per Fondazione Terre Medicee-addì 31.7.2013 

Rita Paola esporrà da domani  al Mug di Forte dei MarmiI fiori e la neve-2012 50x70-R. Paola

(1-15 Agosto 2013)

Forte dei Marmi_ Il  “Museo Ugo Guidi” e gli “Amici del Museo Ugo Guidi – Onlus”con la Galleria Il Collezionista – Roma presentano la mostra della pittrice Rita Paolaa cura e presentazione di Roberto Giuliani. La mostra allestita nel “Museo Ugo Guidi” (MUG) di Forte dei Marmi – Via M. Civitali 33 a Vittoria Apuana – e presso il Logos Hotel – Via Mazzini 153 Forte dei Marmi –  sarà inaugurata  Giovedì 1 Agosto alle ore 18 presso ilMUG.

La mostra durerà fino al 15 Agosto 2012 e sarà visitabile tutti i giorni Museo: 18 – 20 Logos 10 – 23

“Rita Paola, un’artista che si appropria originalmente del linguaggio astratto per comunicare una serie di emozioni che pare venga da molto lontano. Protagonisti sono i colori in tutta la loro drammaticità e bellezza e così intensi e talvolta materici da lasciare il fruitore sorprendentemente stupefatto: colpi di spatola taglienti come rasoi e scolature sottili di tinte pastello che scivolano via lungo la tela come nostalgie di sentimenti sbiaditi che sembra funzionino come epifanie proustiane o, meglio ancora, come intermittenza del cuore di natura Joyciana. C’è in Rita Paola l’urgenza di trasmettere, senza aggettivi e inutili formalismi, una complessità di visioni che insorge prepotentemente nella sua anima in perfetta sintonia con le forze primarie e sconosciute che attraversano il mondo; non ha tempo per soffermarsi sulla bella calligrafia, l’immediatezza detta il suo ritmo e la velocità si appropria della sua mano che in rapide azioni costruisce immagini su immagini che convergono tra loro per poi esplodere in forme magmatiche che sembra conservino tutto il calore dell’impulso primigenio che le ha create. Precisamente, Rita Paola dipinge la luce, cattura la sua dinamicità e mediante essa attraversa l’universo della materia, dello spazio per puntare verso dimensioni abitate da realtà che presuppongono altre coordinate. Nella sua opera complessiva si può individuare non solo la dimensione verticale, ma anche qualcosa di orizzontale, di più umano: è ciò, che definisco, citando Proust e Joyce, nostalgia; nostalgia rarefatta, evocata da contrappunti di colore che vorrebbero essere suoni, sinfonie, partiture di natura dodecafonica,note perdute di jazz freddo (Ernesto Orsi)

Il MUG ha il sostegno di Logos Hotel e la partecipazione della Banca Credito Cooperativo Versilia, Lunigiana e Garfagnana – Parco delle Apuane – Italia Nostra sez.Massa-Montignoso – Piccolo Teatro della Versilia – Fondazione Peccioliper. Adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International Council Of Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica di Antonio Raffaelli – Presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici A.V.A.D.  Partner Speciale: La Capannina di Franceschi con lo “ Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space” dove sono presenti “Due Totem” in bronzo, “Putto” bronzo e 4 tempere di Ugo Guidi per tutto il 2013. PartnerCittà Infinite – Polo Istruzione Professionale “E.Barsanti” Massa e Carrara– Historia vbc – Liceo Artistico “S.Stagi” Pietrasanta – Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut – Acomus International – Galatea Versilia. Media PartnerBestVersilia.com – Arte in Toscana www.arteintoscana.it – Life Beyond Tourism – La Parentesi della Scrittura – Reality Magazine

Ufficio Stampa: Ass. “Amici del Museo Ugo Guidi onlus” Info:  3483020538
www.ugoguidi.it  museougoguidi@gmail.com

Comunicato Museo Ugo Guidi-addì 29.7.2013

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...