Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1055 del 15 e 16 luglio 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1055 del 15 e 16  luglio  2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

1055

Due autisti della Lazzi aggrediti ieri pomeriggio da un extracomunitario

Sono stati refertati  al Pronto Soccorso. L’energumeno è stato arrestato

Viareggio– Ieri, domenica 14 luglio,nelle prime ore del pomeriggio in P.za D’Azeglio un collega della Lazzi è stato aggredito da un extracomunitario ma poteva essere anche un europeo era lo stesso. Il soggetto è salito a Pisa sul bus diretto a Viareggio. L’autista ha chiesto se aveva il biglietto ed egli ha risposto di no, ma aveva solo 3 euro invece dei 3,50 necessari. Il collega lo ha ugualmente trasportato a destinazione facendogli presente che alla biglietteria di Viareggio gli avrebbe fatto acquistare il titolo di viaggio. Giunto in P.za D’Azeglio lo ha fatto andare a comprare il biglietto e gli ha detto di lasciare sul bus le sue mercanzie (altrimenti sapeva che se ne sarebbe andato). Al suo ritorno si è fatto consegnare il biglietto e correttamente ha preso la penna per scriverci sopra la data,l’orario e la firma. NON lo avesse mai fatto! (evidentemente così rendeva il biglietto non riutilizzabile). Il passeggero ha prima strappato di mano il biglietto al conducente, poi lo ha preso per il collo facendogli cadere gli occhiali da sole che indossava. In quel momento sopraggiungeva un altro collega della Lazzi che vedendo la scena è prontamente sceso dal suo bus accorrendo in aiuto del primo autista in difficoltà, prendendo per un piede l’energumeno e tirandolo verso le scalette della porta anteriore. Appena a terra non contento, ha sferrato un cazzotto  nel  viso sia al primo che al secondo collega fuggendo poi in direzione giardini D’Azeglio. La polizia, seguendo le indicazioni dei presenti, acciuffava il fuggitivo nei pressi della stazione FS. I colleghi si facevano refertare al Pronto Soccorso. Attendiamo una forte e decisa presa di posizione da parte  della nostra azienda e dei nostri sindacati, perché ogni giorno siamo costretti a vivere queste situazioni (i verificatori in primis). Siamo a lavorare, NON siamo in trincea.
Saluti
Carlo Beretti-addì 15.7.2013

 

La pressione fiscale ha ridotto i livelli produttivi italiani

La Banca d’Italia ha reso noto un suo studio con cui si rileva che nell’industria italiana la perdita di produzione ha assunto dimensioni preoccupanti e in tutti i comparti industriali i livelli produttivi sono inferiori a quelli precedenti la crisi. La pressione fiscale e il costo dell’energia sono stati fattori assai più determinanti del costo del lavoro a causare la diffusa debolezza produttiva del sistema manifatturiero italiano. I settori del tessile e delle calzature hanno perso dal 2008 rispettivamente il 30% e il 40% ,  ma il dato percentuale si fa più devastante se il riferimento viene effettuato con l’ultimo quinquennio degli anni ’90: in questo caso il calo si attesta al 50% e al 70%.

 Libera Cronaca da Italia bene Comune di pochi- addì 15.7.2013

 

Lampi dopati: Tyson Gay e Asafa Powell ed altri  sprinters caraibici scoperti in flagranza di sostanze proibite

 

Ormai lo sport ci ha abituati  a scoprire a scoppio ritardato che spesso i campioni non lo sono affatto, soprattutto perché danno il cattivo esempio che si può tentare di  primeggiare ricorrendo a sostanze proibite. Questi “perdenti” distruggono la disposizione  a credere che l’uomo possa fare l’impresa contando unicamente sulle sue forze, sulla determinazione all’allenamento e alla tecnica e sulla capacità di mantenere una concentrazione psicologica in gara ma soprattutto nel vivere la quotidianità, senza farsi influenzare dal successo o di arrivare ad esso con ogni mezzo. Questi perdenti fanno più male agli altri che a loro stessi. Il doping  ha un effetto passivo che sgretola tutto ciò che sta loro attorno, è contagio di malizia, di malafede, di artifizio, è l’abdicazione  dell’ essere uomo per introdursi nella comunità come un clone senza sentimenti,  a cui è preclusa la possibilità di generare ma solo di sopprimere negli altri la gioia e la consapevolezza che il merito è possibile senza “additivi chimici e immorali”: senza barare!

Giuseppe Vezzoni-addì 15.7.2013

Salute mentale, “la Regione non abbandoni chi ha bisogno”

Versilia- Lucchesia_In allegato trovate il comunicato stampa dei consiglieri regionali Staccioli, Donzelli e Marcheschi in merito alla loro interrogazione sulle problematiche della salute mentale in Versilia e Lucchesia. L’interrogazione è già stata protocollata e nasce da una collaborazione fattiva con familiari e medici del settore. Vi ringrazio anticipatamente, buon lavoro.

I consiglieri regionali Staccioli, Donzelli e Marcheschi hanno presentato un’interrogazione in merito alle problematiche della gestione della salute mentale in provincia di Lucca, in particolar modo in Versilia.La provincia di Lucca è la seconda in Toscana per numero di persone affette da disabilità, ciononostante gravano molte incertezze sul futuro dei principali centri di assistenza e sostegno – dichiarano – l’assessore Marroni disse chiaramente che la salute mentale non avrebbe subito tagli, ma quanto sta accadendo fa pensare il contrario”.

Il futuro della salute mentale in provincia di Lucca diventa oggetto di un’interrogazione regionale, a presentarla sono stati i consiglieri Marina Staccioli (Gruppo Misto), Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi (Fratelli d’Italia) che hanno così raccolto le paure e gli appelli delle famiglie e degli addetti ai lavori del settore. “Con questa interrogazione puntiamo a far luce su alcune questioni poco chiare in provincia di Lucca, ma soprattutto a capire se c’è un progetto, una sorta di piano B per sostenere i portatori di disabilità e le loro famiglie alla luce dei tagli, o se invece c’è il rischio che vengano abbandonati – dichiarano i consiglieri – inoltre c’è la questione del “dopo di noi”, un progetto fondamentale che la Giunta Regionale deve necessariamente sostenere per far si che i disabili abbiano sempre un sostegno, soprattutto quando la famiglia viene a mancare”.

“Nel Novembre 2012 ad un convegno con le varie associazioni di volontariato, l’Assessore Marroni dichiarò che non avrebbe effettuato tagli e che avrebbe lasciato intatto il budget a disposizione per la salute mentale – ricordano Staccioli, Donzelli e Marcheschi – ma a quanto pare qualcosa è cambiato se, come è risultato, sono stati interrotti alcuni finanziamenti, peraltro già stanziati, e mai erogati altri”.

“Vogliamo chiarimenti in merito alla situazione della casa di cura Ville di Nozzano, convenzionata con l’Asl fino al 2015 e che si vocifera potrebbe passare presto di mano e cambiare destinazione, e sulla comunità Villamare di Lido di Camaiore, la prima struttura residenziale in Toscana per i disturbi della condotta alimentare, il cui pericolo di chiusura ha mobilitato numerosi nomi di rilievo in campo medico che hanno scritto al Governatore Rossi – spiegano i consiglieri – c’è poi il caso della Comunità Terapeutica La Rocca Pietrasanta con i bagni dichiarati inagibili (e gli ospiti costretti ad andare a Camaiore) e l’incomprensibile ignavia dell’Amministrazione che non risponde alla proposta di acquisto e messa a norma dell’immobile, e prosecuzione del servizio, della cooperativa che la gestisce, forse perché qualcun altro ha messo gli occhi sulla struttura”.

“Sulla salute mentale non deve scherzare, né tantomeno si possono abbandonare a se stessi o in situazioni improvvisate i disabili e le loro famiglie – concludono i consiglieri – è imperativo che la Regione garantisca loro sostegno e accoglienza, è una questione fondamentale di civiltà e su questo non si può transigere”.

Alberto Pardini- Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli Consiglio Regionale della Toscana – Gruppo Mistoaddì 15.7.2013

Gusto:  domani, martedì 16 luglio, Beppe Bigazzi torna all’Aperitivo Mediceo di Seravezza con il suo ultimo libro

Seravezza- Sarà Beppe Bigazzi l’ospite d’eccezione del secondo appuntamento  de “L’aperitivo Mediceo. Assaggi di Toscana” a Seravezza (Lu), domani martedì 16 luglio alle ore 18.30 nel fresco dei giardini del Palazzo Mediceo, riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, viale  L. Amadei, già via del Palazzo 358. Un evento seguitissimo da parte di tutti gli amanti dei sapori e del gusto, ormai diventato un “cult” dell’estate in Versilia ideato e condotto dal giornalista Fabrizio Diolaiuti, che prevede ogni martedì la descrizione minuziosa da parte di grandi chef delle ricette e dei prodotti che si cucinano con particolare riferimento al tipo di coltivazione e provenienza. Stavolta “L’Aperitivo Mediceo” si arricchirà della presentazione dell’ultimo libro di Beppe Bigazzi dal titolo “Bugie e verità in cucina. Storie e ricette di una vita”, Giunti editore. Un volume dove il noto giornalista e gastronomo italiano racconta le storie più gustose e propone le ricette più amate della sua vita: dall’infanzia e dall’adolescenza a Terranuova Bracciolini agli anni spensierati della giovinezza a Firenze; e poi, dopo la scoperta della Sardegna durante il servizio militare, su e giù dal Nord al Sud d’Italia quando la sua professione di tecnico e manager in varie società lo ha portato a contatto con le varianti infinite di quella cultura contadina che è alla base dell’identità gastronomica italiana. Un viaggio in Italia e nel mondo alla scoperta di sapori semplici e di prodotti genuini, difesi e promossi contro mode effimere, globalizzazione e pregiudizi. In oltre 120 ricette del cuore, Bigazzi racconta le autentiche verità della cucina tradizionale italiana, smascherando le tante bugie che oggi inquinano e stravolgono la nostra alimentazione. Una storia personale che diventa una guida esemplare al mangiar bene, sano e responsabile. A cucinare è stato chiamato Gaio Giannelli, titolare e chef del ristorante Pozzo di Bugia di Querceta. Giannelli, reduce da tante puntate che lo hanno visto protagonista del programma televisivo “Le vie del cibo” su RTV38, proporrà due frittate: una con le zucchine ed una con le cipolle. E su due cose semplici come le frittate ci sarà tanto da discutere. La frittata si gira oppure no? Il parmigiano ci va messo? Qual è il tipo di cipolle più adatto per fare la frittata? A queste e numerose altre domande risponderanno gli ospiti di Fabrizio Diolaiuti.  L’ingresso è libero e la degustazione è gratuita.

 Seravezza, 15 luglio 2013

Informazioni: Fondazione Terre Medicee – tel. 0584/757443 sito web: www.terremedicee.it

Ufficio stampa ILogo   per Fondazione Terre Medicee di Seravezza 

Mostra Appunti e Contrappunti di Giuseppe BiagiinvitomailBOZZA

Pietrasanta- Presso l’atelier Paola Raffo Arte Contemporanea sabato 20 luglio,alle 19, sarà inaugurata la mostra Appunti e Contrappunti di Giuseppe Biagi. L’esposizione è curata da Alessandro Riva. La mostra resterà aperta fino all’11 agosto.

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi-addì 15.7.2013

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...