Libera Cronaca da Italia Bene comune di pochi 1054 del 14 e 15 luglio 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1054 del 14 e 15  luglio  2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

La globalizzazione dell’indifferenza ci rende tutti Innominati

1054

Caso kazako: salteranno teste ma niente dimissioni 

 

Il ministro Alfano annuncia epurazioni dei responsabili mentre la Bonino fa ammenda della pessima figura fatta dall’Itala ma niente dimissioni perché “lasciare non sarebbe utile”.

Non possiamo assolutamente credere che l’operazione che ha portato ad espellere la moglie e la figlia del dissidente –  (delinquente per il regime kazako) Ablyazov non abbia goduto di protezioni ad alto livello nei palazzi dell’Interno, degli Esteri e della Questura di Roma. Infatti, l’indagine in corso si sposta ai piani alti di questi palazzi. Diventa pertanto inverosimile credere che il ministro dell’Interno Alfano e il ministro degli esteri Bonino siano stati tenuti all’oscuro dai loro più diretti collaboratori. Ciò sarebbe più grave che fossero stati invece informati.  È una tesi che non regge e quantunque fosse anche vera, questo comportamento  farebbe pensare seriamente che il vuoto informativo sia stato deliberatamente voluto.  I ministri Alfano e Bonino dovrebbero trarre  un’unica responsabile decisione: fare piazza pulita di dirigenti coinvolti  e rassegnare le dimissioni. Li accusa il troppo tempo lasciato trascorrere dopo che erano sono venuti a conoscenza dell’espulsione della signora Alma Shalabayeva e di sua figlia Alua ( il 2 giugno  il ministro Bonino avvertiva  l’omologo Alfano) e il tentativo di far passare  come regolare l’operazione di espulsione. Ma le responsabilità potrebbero essere anche più numerose, stando alla difesa di Alfano che  il Pdl sta facendo a tutto campo.

Oggi intanto la Farnesina si è tirata fuori dalle responsabilità sul caso kazako e il giallo sicuramente si  tingerà di giallo intenso. Come al solito.

Giuseppe Vezzoni-addì 14.7.2013

Calderoli, vice presidente del Senato: è lui l’orango vero di questo paese!

(e si fa torto al primate, sia come sembianze  sia come sensibilità e intelligenza)

Il vice presidente del Senato Calderoli non è più degno di ricoprire l’incarico  di vicepresidente del Senato dopo le parole  offensive rivolte al ministro Kyenge. Il relatore della legge “porcata”, ex ministro di un governo che faceva accordi con Gheddafi e i suoi scherani, non può occupare un ruolo così importante nell’Istituzione del Senato. Questa è l’Italia che siamo diventati, le guglie  che sanno costruire gli scalpellini attuali. Il Presidente della Repubblica striglia spesso pubblicamente le forme verbali dell’antipolitica e della piazza ma farebbe bene a strigliare con la stessa esposizione mediatica coloro che fanno melma  piena  della politica.  Ricordiamo in questo caso le minacce al ministro Garfagna: inaccettabili; come le posizioni del Pdl sulla Giustizia e contro la Cassazione.

La risposta del ministro Kyenge per fortuna ha evidenziato chi è il vero orango della situazione. Nel rispondere  se era rimasta offesa, ha detto: le parole di Calderoli non le prendo come un’offesa personale, ma mi rattristano per l’immagine che diamo dell’Italia. Per Calderoli niente scuse ma solo le dimissioni dalla carica istituzionale. Ci meravigliamo, inoltre, che certe dichiarazioni possano essere fatte durante comizi politici senza che nessuno senta  la profonda  umiliazione civica di  doverle ricevere da questi signori  che continuano a percepire migliaia e migliaia di euro pubblici, tolti ai pensionati, ai giovani,ai lavoratori buggerati ogni giorno dai politici  del porcellum.

E poiché non ci facciamo  mancare niente, il commissario straordinario dell’Ilva di Taranto, Enrico Bondi, ha scritto in una lettera indirizzata al presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, all’Arpat e  all’Ares che l’incidenza di tumori nella città di Taranto dipende dalle troppe sigarette che consumano gli abitanti  e non  per colpa dell’inquinamento della fabbrica. A sostegno ha inviato uno studio commissionato dall’Ilva con cui si cerca di vanificare le risultanze dei periti che hanno portato al sequestro degli impianti perché l’inquinamento della fabbrica negli anni ha procurato-  così hanno scritto i periti incaricati dal Gip Patrizia Todisco – “ malattie e morte ”.  Il Commissario Bondi contesta anche la norma regionale per la Valutazione del danno sanitario. A furia di  realizzare siffatte  guglie, il Duomo di Milano diventa opera di scalpellini da strapazzo. Qui in silenzio non ci sta proprio nessuno, e più che  in balia di vocianti ci sembra di essere ostaggi di straparlanti.

Giuseppe Vezzoni-addì 14.7.2013

 

Il prossimo anno le amministrative a Stazzema:  per ora neanche un refolo elettorale da parte dell’opposizione!

 

Stazzema–  Se l’opposizione a questa amministrazione stazzemese vorrà esserci davvero nella primavera prossima quando si eleggerà il nuovo sindaco e il consiglio comunale, dovrebbe già fornire un segno concreto e mettere fuori la testa per non  restare soffocata prima di  emettere un labile verso.

Tra dieci mesi, più o meno, si terrà dunque  la tornata elettorale amministrativa. Di certo v’è il fatto che l’attuale sindaco, Michele Silicani, per legge non potrà ricandidarsi dopo  aver assolto  due mandati da primo cittadino: 2004/2009- 2009/2014.  Nel 2014 saranno 24 anni che Silicani è stato ininterrottamente nella storia amministrativa di Stazzema, ma anche della Versilia. Infatti ha ricoperto per sette anni anche la carica di presidente della Comunità Montana Alta Versilia (1997-2004) ed è da quattro anni  presidente delle Comunità del Parco delle Apuane.  Iniziò nel 1990 come consigliere nella lista della Democrazia Cristiana che sotto la guida dell’allora segretario politico comunale Gian Piero Lorenzoni ( prima esperienza amministrativa 1980), poi divenuto sindaco di Stazzema per 13 anni consecutivi (1990-2004), subentrò alla guida dell’ente comunale alla coalizione di sinistra di Rinascita della Montagna, che passò sui banchi della minoranza.

Altra certezza è che la prossima Giunta sarà composta dal sindaco e 3 assessori, mentre il consiglio comunale  sarà composto di soli 7 consiglieri più il sindaco. La maggioranza avrà 5 consiglieri, la minoranza 3.

Degli attuali assessori  di maggioranza quasi sicuramente non si ricandiderà Amerigo Guidi ( prima esperienza amministrativa 1980- Dc ). Dell’attuale maggioranza  si può prevedere che  si ripresenteranno il vicesindaco Maurizio Verona, candidato sindaco, (prima esperienza amministrativa 1990 Pci),  l’assessore Egidio Pelagatti (prima esperienza amministrativa 2004- indipendente, poi Pd), l’attuale presidente del consiglio comunale Alessio Tovani (prima esperienza amministrativa 2009- indipendente, poi Pd) e il capogruppo di maggioranza Marco Viviani (prima esperienza  amministrativa 2004 – indipendente). Ù

In questa rosa mancherebbe l’outsider per un possibile posto nella prossima Giunta che ora come ora quella la più scontata sembrerebbe questa: Verona, sindaco, e assessori Pelagatti,Tovani e Viviani. La novità potrebbe essere una ragazza o un giovane che sia di riferimento alla frazione di Levigliani.

Resta da risolvere anche l’interrogativo politico recentemente apertosi a Stazzema, ossia se il  Circolo di Rifondazione Comunista di Stazzema rientrerà o no nei ranghi dell’attuale maggioranza dopo lo strappo avvenuto con la revoca delle deleghe di assessore al consigliere Patrizio Mattei, esponente del Prc di Stazzema.

Per quanto concerne invece le forze stazzemesi di opposizione   non c’è nulla che  consenta di fare un quadro previsionale come è stato fatto per le forze di maggioranza. Possiamo avventurarci nel prevedere che il consigliere Lorenzoni potrebbe anche ripresentarsi mentre non si dovrebbe  ricandidare Michela Migliorini. Sta inoltre circolando la voce che il Movimento 5 Stelle, dopo lo strepitoso risultato ottenuto alle recenti politiche,  presenterà il proprio candidato a sindaco.

A seguito della riduzione del numero dei consiglieri, la campagna elettorale  amministrativa 2014 porrà le priorità di vallata come centralità tematiche da affrontare e condividere.

Resta l’incertezza  invece di prevedere quanti cittadini stazzemesi andranno a votare:  più del 50% o meno?  Ultimamente  gli abitanti di Stazzema hanno dato chiari segnali di diserzione dalle urne.

Schiudiamo  questa finestra in attesa che qualcuno  la apra completamente  per  dare il via alla prossima stagione amministrativa a Stazzema, soprattutto al confronto che non dovrebbe mai mancare.  In questo territorio  di Stazzema  si rischia veramente il forfait politico, lo sfidante surrogato. Questo non è assolutamente segno positivo di buona amministrazione ma di normalizzazione.   Come giornale che non c’è ci atterremo a queste nostre massime: Vox clamantis in deserto  e  Video meliora proboque, deteriora sequor, ossia “la voce di uno che grida nel deserto”  e “vedo le cose migliori e le approvo, ma seguo le peggiori”.

Giuseppe Vezzoni-addì 10.7.2013

 

“No alle Disneyland della cultura”

Studiosi e politici domani a confronto sull’eredità culturale come motore di sviluppo

Toscana – Eredità culturale come fonte di innovazione e sviluppo: il patrimonio storico-artistico può rappresentare molto di più per la nostra società, rispetto ad una risorsa da sfruttare in chiave turistico-commerciale. In che modo? Studiosi e politici si confrontano sul tema in una giornata di studi intitolata “ Eredita’ culturale, innovazione e neocrescita. Perché rifiutiamo le città-outlet e i parchi a tema”,  domani,lunedì 15 luglio (ore 10.00-19.00), presso l’Auditorium di Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale della Toscana.

Il convegno, promosso dal consigliere regionale Gabriele Chiurli del Gruppo Misto, in sinergia con il Movimento 5 Stelle, si aprirà con l’introduzione dell’assessore regionale a Cultura e Turismo Cristina Scaletti, per poi proseguire con gli interventi di Livio De Santoli, Professore di Fisica ambientale e Coordinatore del Dottorato di ricerca in Microgenerazione distribuita alla Sapienza di Roma, Prof. Michele Dantini, storico dell’arte contemporanea, critico e saggista, nonché docente presso l’Università del Piemonte orientale, Prof. Angelo Consoli, Presidente CETRI-TIRES.

Previsto anche il collegamento via skype da Parigi del Prof. Massimiliano Gambardella, docente alla Sorbona. Approfondiranno il tema la senatrice M5S Michela Antonia Montevecchi (Settima Commissione, Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) e il consigliere regionale Pd Pier Paolo Tognocchi (Seconda Commissione e Commissione per le politiche comunitarie e gli affari internazionali). Contribuiranno al dibattito i parlamentari del M5S Alfonso Bonafede, Alessandra Bencini, Massimo Artini. A moderare la discussione, aperta agli interventi del pubblico, sarà Andrea Vannini, portavoce ufficiale M5S Firenze.

“Stop alla commercializzazione svilente della nostra eredità culturale, trasformare le città in Disneyland della cultura non produce crescita, ma solo consumo inconsapevole e distruttivo della nostra più grande risorsa”, dichiara il consigliere Chiurli. Il dibattito è aperto:

Domani, lunedi’ 15 luglio 2013- Ore 10 – 19- Auditorium Palazzo Panciatichi Consiglio Regione Toscana Via Cavour, 4 – FIRENZE

Firenze, 12 luglio ’13

Comunicato Ufficio stampa  Francesca Puliti per il consigliere regionale Gabriele Chiurli (Gruppo Misto)

 

Parcheggio in località La Croce di Retignano: siamo alle rifinitureParcheggio La Croce  Retignano 001

 

Stazzema- Il parcheggio in località La Croce di Retignano  è ormai alle battute finali. Dopo l’asfaltatura, resta da ultimare il rivestimento in pietra dei muri, la tracciatura degli stalli. Occorrerà poi istallare un cartello segnaletico che vieti di parcheggiare lungo la stretta via. L’opera pubblica è ben fatta e ben curata in tutti i particolari,  come il guard-rail rivestito in legno e come alcuni elementi architettonici che danno al rivestimento in pietra una modulazione  costruttiva  che richiama  i vecchi manufatti. Troppa grazia S. Antonio ci verrebbe da scrivere, ma il sobborgo di La Croce può godere adesso proprio di un bel parcheggio; peraltro anche molto capiente.Parcheggio La Croce  Retignano 002

Giuseppe Vezzoni-addì 14.7. 2013

Luca e Francesco a cavallo lungo l’anello Levigliani- Acqua Filante-Retignano- LeviglianiLuca e Francesco a cavallo 006

Stazzema- Non è  certo usuale incontrare giovani a cavallo lungo le strade di Stazzema. Stamani, salendo in bici a Retignano, abbiamo incontrato Luca e Francesco, giovani di Levigliani che coltivano la passione di andare a cavallo. Per il momento sono pochi nello stazzemese che praticano questo esercizio.  Servirebbe una rete di sentieri più adeguati per il trekking equino, così ci è stato fatto notare, per  sviluppare  questo particolare settore turistico e sportivo. Se la sorpresa è stata due giovani a cavallo, piacevole anche quella  di apprendere che conoscono anche l’esistenza della Libera Cronaca.

Giuseppe Vezzoni-addì 14.7.2013

Risparmiare carta sprecando carta

Questa e-mail è stata inviata alla Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana Sensibilizzazione risparmio sulla documentazione cartacea  

Mi chiamo Simone Vezzoni, sono socio n. 4683 e ho ricevuto l’estratto del mio conto corrente su due pagine. Allegato alla comunicazione erano presenti altri due fogli; in uno si fa pubblicità al Fondo Pensione Aperto Aureo nell’altro si comunica la possibilità di non ricevere più su carta l’estratto conto per evitare sprechi.

Seppur sia d’accordo, avete utilizzato un metodo palesemente sbagliato. Forse, con un piccolo incentivo economico, dato che i costi per il formato cartaceo sono superiori rispetto a quello elettronico, e/o all’utilizzo di altri metodi (semplicemente inserendo la comunicazione alla fine dell’estratto conto) la vostra informazione sarebbe stata più efficace e non carta “sprecata”.

Cordiali saluti

Simone Vezzoni-addì 14.7.2013

Il Mercante di Venezia apre la Versiliana ed è subito successo_DSC7399

Marina di Pietrasanta (LU) _ Un teatro gremito di spettatori, tra cui molti giovani, una serata, quella di venerdì 12 luglio, dal sapore piacevole e coinvolgente che ha fatto riscoprire al pubblico il piacere di andare a teatro e intrattenersi con i grandi classici della drammaturgia, di cui Shakespeare uno tra i gli autori più rappresentativi. Riletti da un grande interprete quale Silvio Orlando, con la regia di Valerio Binasco, lo spettacolo andato in scena alla Versiliana per il debutto del cartellone firmato da Luca Lazzareschi, ha entusiasmato il pubblico che al termine della rappresentazione ha tributato lunghi applausi alla compagnia. In sala anche Laura Morante accompagnata dal marito,  e Piera Detassis, direttore di Ciack e critica cinematografica che, dopo aver partecipato all’incontro al Caffè de La Versiliana, hanno voluto trattenersi a cena nel parco ed assistere allo spettacolo. “Sono molto contento di come la stagione sia iniziata – commenta il direttore artistico del Festival,  Luca Lazzareschi – l’apprezzamento del pubblico è certamente quello che gratifica più di ogni cosa lo sforzo di mettere insieme un cartellone teatrale. Mano a mano che la stagione avanza, la scelta di inserire 4 titoli shakespeariani in cartellone suscita crescente interesse,  ancor più per l’affiancamento del progetto PRONTI PER SHAKESPEARE con gli incontri di preparazione alla visione e con la speciale promozione per l’acquisto dei biglietti che abbiamo realizzato in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo. Il fatto di aver visto molti giovani a teatro questa sera mi ha dato la conferma di quanta voglia ci sia, anche tra i più giovani, di scoprire e riscoprire il teatro come luogo di divertimento intelligente,   di aggregazione e cibo per la mente.”_DSC7421

Il prossimo spettacolo  alla Versiliana sarà MOLTO RUMORE PER NULLA con Francesca Inaudi e Daniele Liotti per la regia di Giancarlo Sepe in scena venerdì 19 luglio alle ore 21.30 .

Info e biglietti 0584 265757 – www.laversilianafestival.it In allegato foto di RAFFAELE CARNEVALE

Comunicato Fondazione La Versiliana –addì 13.7.2013

 

Eventi dal 15 al 17 luglio: Comuni di Seravezza e Stazzema, Parco delle Alpi Apuanemanifesto cover

Lunedì 15 luglio

Conosciamo Mino Maccari: Laboratorio di pittura legato alla mostra estiva in corso. Ogni settimana scopriremo insieme i diversi aspetti della sua arte (pittura, caricatura…). Le attività sono rivolte ai bambini dai 4 ai 13 anni e i laboratori sono calibrati in base all’età. Dove: Seravezza, Palazzo Mediceo. Costo: € 6,00 a bambino; abbonamento a 4 incontri: € 20,00.A cura della Fondazione Terre Medicee.

Per info e prenotazioni: 339-8806229 / 349-1803349 email:

galateaversilia@gmail.com

Biliardino Umano: Ore 20.30: Orsi Grigi vs La Forchetta. Ore 21.30: Mikos vs Cartoleria Binelli. Ore 22.30: Caffè del Palazzo vs ERSU. Dove: Seravezza, Piazza Carducci. A partire dalle ore 20.30. A cura dell’Associazione Pro Loco Seravezza.

42° Torneo di Calcio delle Contrade: Semifinale: Leon d’Oro-Quercia. Dove: Pozzi di Seravezza, c/o lo stadio del Buon Riposo. Ore 21.30. Ingresso a pagamento. A cura della Pro Loco di Querceta.

Martedì 16 luglio

Aperitivo Mediceo: imperdibile appuntamento con ricette, suggerimenti, curiosità e prodotti del territorio. Dove: Seravezza, nel Giardino della Villa Medicea, dalle ore 18.30. A cura della Fondazione Terre Medicee.

Biliardino Umano: Ore 21.00: Chimera vs Ultima. Ore 22.00: Anny United vs Cerreta S. Antonio. Dove: Seravezza, Piazza Carducci. A partire dalle ore 21.00. A cura dell’Associazione Pro Loco Seravezza.

42° Torneo di Calcio delle Contrade: Semifinale: Cervia-Ponte. Dove: Pozzi di Seravezza, c/o lo stadio del Buon Riposo. Ore 21.30. Ingresso a pagamento. A cura della Pro Loco di Querceta.

Divertiamoci Imparando: Travestimenti, tecniche artistiche, riciclo e molto altro vi aspettano. Le attività sono rivolte ai bambini dai 4 ai 13 anni e i laboratori sono calibrati in base all’età. Dove: Seravezza, Palazzo Mediceo. Costo: € 6,00 a bambino; abbonamento a 4 incontri: € 20,00.A cura della Fondazione Terre Medicee.

Per info e prenotazioni: 339-8806229 / 349-1803349 email: galateaversilia@gmail.com

Mercoledì 17 luglio

Concerto Sotto le Stelle: a Querceta, c/o la Piazza Pertini a partire dalle ore 21.15. A cura della Filarmonica Santa Cecilia di Levigliani.

Comunicata dall’Ufficio Informazioni Turistiche di Seravezza- addì 14.7.2013

 

Newsletter n°11 del 12.07.2013 del consigliere regionale Marina Staccioli

                                                                                               

La Toscana accanto al carabiniere ferito: Sessantamila euro in tre anni per la famiglia del brigadiere Giuseppe Giangrande, rimasto gravemente ferito nell’attentato a Palazzo Chigi lo scorso aprile. E’ stata approvata all’unanimità dal Consiglio regionale la mozione che avevo presentato insieme ai colleghi Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi (Fratelli d’Italia) per il riconoscimento al coraggio dimostrato da padre e figlia in questa vicenda. Un risultato che rende merito a quanti, nel nostro Paese, lavorano ogni giorno per la nostra sicurezza a testa alta e con dignità. Quil’articolo uscito sulla Nazione.

Massa, sulle Colonie Torino l’ombra del danno erariale: Oneri di urbanizzazione mai pagati, concessioni non riscosse, maxi-sconto sul prezzo di vendita: nella procedura di alienazione delle ex Colonie Torino di Marina di Massa rimangono troppe ombre su cui la risposta dell’assessore Bugli non è riuscita a fare luce, rispondendo a un’interrogazione firmata da me e dai colleghi Donzelli e Marcheschi. Il complesso è stato venduto nel 2002 per poco più di 2 milioni di euro, alla società Turimar che lo aveva in gestione da alcuni anni e proprio a un mese dalla scadenza della concessione. Il prezzo di vendita, stabilito in base a una perizia già vecchia di 4 anni, ha subito un ulteriore taglio di 200mila euro. Senza tener conto che la Turimar era già passata all’incasso dalle Istituzioni, ottenendo agevolazioni per la ristrutturazione, garanzie da parte di Fidi Toscana, sollevamento dal pagamento degli oneri di urbanizzazione (in quanto il bene all’epoca era del Demanio). E oggi? A pochi anni dalla messa a regime dell’ostello, la proprietà non si accontenta e dichiara prima l’intenzione di realizzare un hotel a 4 stelle, poi, non avendo incontrato il favore delle Istituzioni, una mega-clinica privata a due passi dal mare e dal nuovo ospedale. Una struttura che, a rivenderla oggi, frutterebbe 15 volte tanto il prezzo al quale la Turimar l’ha acquistata. Ma per l’assessore Bugli è tutto in regola.

Terme Montecatini, meglio vendere: Altri 6 milioni drenati dalle casse pubbliche: sulle Terme di Montecatini la Regione sta mettendo in pratica una strategia fallimentare. Meglio vendere a privati, piuttosto che continuare a gettare soldi pubblici in un pozzo senza fondo. La società, partecipata dalla Regione per il 59%, continua a perdere terreno in ogni ambito: dalla fruizione dei servizi terapeutici, al settore del benessere, per non parlare del turismo congressuale. E’ altamente improbabile che possa raggiungere il pareggio di bilancio entro il prossimo anno, come richiesto dalla Regione. Tanto più che lo stesso organo amministrativo delle Terme prevede di raggiungere l’obiettivo entro il 2015. Ma il presidente Rossi va avanti, nonostante le sue stesse parole, con cui aveva annunciato la volontà di uscire dalle partecipate in perdita.

Province commissariate, agire subito: Province, è tutto da rifare. La Corte Costituzionale ha dichiarato nullo il provvedimento attraverso il quale gli enti erano stati commissariati alla scadenza del mandato. Che ne sarà adesso delle province già commissariate? In Toscana Massa Carrara sta già sperimentando questa situazione paradossale: ci vorranno mesi prima che la modifica della Costituzione proposta dal Governo per la cancellazione delle province diventi realtà. Nel frattempo le amministrazioni sono lasciate allo stato brado. Il presidente Rossi si attivi subito per disciplinare le funzioni di competenza provinciale. Niente fa più danni ai cittadini dell’immobilismo derivante da Istituzioni disorientate e private di una guida politica.  Articolo uscito su Toscana Oggi.

Per ulteriori informazioni: 055 2387914-7314- mail

am.staccioli@consiglio.regione.toscana.it

Newsletter n.11 del consigliere regionale Marina Staccioli-addì 13.7.2013

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...