Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1043 del 1 e 2 luglio 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1043 del 1 e 2 luglio  2013

I corrotti sono in mezzo a noi ma non sono con noi

1043

Disoccupazione a maggio sale al 12,2%, mai così male dal 1977

Della luce in fondo al tunnel resta ahinoi solo il tunnel, ma sempre più lungo e buio in fatto di occupazione.  Lo rivela oggi l’Istat con i dati negativi sulla disoccupazione che, rispetto al maggio 2012, è cresciuta su base annua dell’1,8%, collocandosi al 12,2%. Il numero dei disoccupati sale a 3 milioni e 140 mila. Anche in Eurostat la disoccupazione è salita al 12,1%. La disoccupazione giovanile fa registrare un lieve calo sia in Europa sia in Italia.

Tutti spiati: altro che per inibire il terrorismoIMG_1735

 

Spiare gli Stati amici con la complicità o l’incapacità di chi doveva controllare e bonificare i crocevia sensibili dalle microspie?  È questo il senso di questo polverone internazionale chiamato Datagate. Inutile protestare se la tutela non c’è stata. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. L’appetito vien mangiando: fare opera di intelligence preventiva evidentemente non bastava più considerato che il controllo politico ed economico poteva rappresentare per gli stati Uniti l’occasione di unire l’utile, prevenire al massimo azioni terroristiche, al vantaggioso, conoscere in anteprima eventuali indirizzi politici sottopelle ma soprattutto controllare in anteprima la politica economica dei partner europei.   Non crediamo assolutamente che in tutta questa rete di spionaggio siano estranei apparati degli Stati spiati. Questa sonora alzata di scudi rischia di sembrare una voluta cortina fumogena sul fatto che i controlli si fanno anche all’interno delle nazioni che scoppiato lo scandalo stanno alzando la voce. Servono a questo punto risposte chiare. Più che una questione spinosa è un vulnus inferto alla sovranità degli Stati  che sono stati classificati secondo un gradente di fedeltà stabilito autonomamente dagli Usa, per il quale ne  è poi stata stabilita la maggiore o minore profondità intrusiva da esercitare. Siamo intimamente  persuasi che sono in atto controlli all’interno degli stati e che il popolo sovrano sia una bella menata della politica e di chi governa, soprattutto in Italia. Nella storia troppe le omissioni per pensare altrimenti!

Giuseppe Vezzoni-addì 1.7.2013

 L’on. Santanché vicepresidente della Camera?

 

Siamo davvero curiosi di assistere alla nomina dell’on. Daniela Santanché  vicepresidente della Camera e su quanti si piegheranno a votare una figura che nella sua storia politica ha rilasciato dichiarazioni e tenuto comportamenti che mal si confanno per una carica istituzionale, soprattutto in un momento come questo, dove si cerca in ogni maniera convenienze di parte.

Intanto Scelta Civica,  attraverso Monti, avverte il governo Letta che per Scelta Civica “la grande coalizione e’ una suddivisione dei carichi politici su una maggioranza ampia: guai se diventassero un sistema di sottile equilibrio di favori che si dispensano agli elettori di destra e sinistra”. La Santanché vicepresidente della Camera è  un favore da  mettere  con i voti della sinistra nel canestrino della destra?

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi-addì 1.7.2013

 

Asl 2 Lucca, “pediatria, personale ancora sotto organico”

 

Staccioli e FdI, “Turni massacranti, dalla Direzione solo parole: in due mesi non è cambiato niente”

 

Lucca“A due mesi dalla segnalazione dei turni massacranti a cui sono costretti i medici pediatri dell’Asl 2 Lucca niente è cambiato, nonostante l’ammissione del problema da parte della Direzione sanitaria”. A rivelarlo sono i consiglieri regionali Marina Staccioli (Gruppo Misto), Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi (Fratelli d’Italia), firmatari di un’interrogazione in merito.

 “La risposta che ci ha fornito l’assessore Marroni durante l’ultima seduta di Consiglio – dichiarano i consiglieri – ricalca esattamente ciò che la Direzione sanitaria dice da mesi: che è consapevole della situazione e che si è già attivata. Ma nel frattempo il carico di lavoro per i pediatri dell’Ospedale di Lucca e quello della Valle del Serchio resta insostenibile”.

 “Secondo quanto riportato dal Direttore sanitario Joseph Polimeni – continuano – l’Asl ha già avviato il percorso per l’assunzione di due pediatri a tempo indeterminato e uno a tempo determinato. E’ stato inoltre definito l’arrivo di un ulteriore medico, che, per la forma contrattuale scelta, dovrebbe entrare in servizio in tempi brevi. Dei quattro medici che dovrebbero andare a colmare le lacune in organico, solo uno è già entrato in servizio: per il secondo posto a tempo indeterminato si è optato per la mobilità da altra Asl, mentre per quello a tempo determinato è stata indetta la selezione pubblica lo scorso 18 aprile”.

 “Dunque, c’è ancora da attendere almeno qualche mese. E anche quand’anche le operazioni in essere saranno completate, i reparti di pediatria resteranno comunque parzialmente scoperti: i posti vacanti, infatti, erano sei, tra Lucca e Valle del Serchio”.

 “Per quel che riguarda la sospensione dell’attività ambulatoriale nel fine settimana all’ospedale Campo di Marte – aggiungono Staccioli, Donzelli e Marcheschi – i vertici dell’Asl 2 si limitano a ripetere che si sta lavorando per arrivare a una soluzione condivisa con il personale medico. Esattamente le stesse parole usate a fine aprile per prendere tempo”.

 “La questione va affrontata in tempi rapidi – concludono i consiglieri – se vogliamo mettere al riparo i pazienti più piccoli da un inevitabile aumento del rischio clinico”. 

Firenze, 01 luglio 2013

Comunicato  Ufficio Stampa Francesca Puliti per i consiglieri regionali Staccioli, Donzelli e Marcheschi

 

Ferrovie e disservizi, “basta con gli scaricabarile, servono controlli e sanzioni più severe per chi gestisce”

I consiglieri Staccioli, Marcheschi e Donzelli dopo il botta e risposta tra Ceccarelli e Scarpellini: “affermare che le responsabilità dei disagi sui treni toscani sono da ricondursi ai vandali, oltre ad essere irreale è anche un’offesa ai pendolari e a tutti coloro che usufruiscono giocoforza della rete ferroviaria Toscana, e che ogni giorno vivono sulla propria pelle le carenze del servizio”.

 

Firenze– Ai consiglieri regionali Marina Staccioli (Gruppo Misto), Paolo Marcheschi e Giovanni Donzelli (Fratelli d’Italia) non vanno proprio giù le dichiarazioni del direttore regionale delle Fs Gianluca Scarpellini, che in un articolo di ieri ha cercato di liberare le Ferrovie dello Stato da qualsiasi responsabilità in termini di disservizi. “Io stessa faccio parte di quell’esercito di pendolari che utilizza il treno per spostarsi e quindi ogni giorno tocco con mano la situazione reale, cosa da cui invece Scarpellini sembra lontano anni luce – esordisce Staccioli – la percezione che ha chi usufruisce di questo servizio, è che a fronte di un continuo e vergognoso aumento delle tariffe non segua un miglioramento delle condizioni di viaggio. Purtroppo il regime di monopolio regionale delle ferrovie fa si che il gestore abbia il coltello dalla parte del manico, e che quindi possa giocare sulla mancanza di alternative per i passeggeri”.

“Fs investe milioni per il miglioramento dei servizi dice Scarpellini? Sicuramente è vero, ma se le differenze non si vedono allora forse sono soldi investiti in modo non funzionale all’obbiettivo – dichiarano i consiglieri – perché non si investe, per esempio, nel controllo? Più controllo significherebbe infatti più pulizia, meno vandali, verso cui Scarpellini punta il dito, e soprattutto meno “portoghesi” che occupano i posti di chi invece paga per il servizio, o vogliamo continuare a privilegiare i furbi rispetto a chi si comporta in modo regolare?”.Ci sarebbe poi da ridire anche sulla pulizia dei vagoni e sulle modalità con cui viene effettuata, soprattutto visto che per buona parte è pagata con risorse pubbliche e che proprio la pulizia è la prima cosa che salta all’occhio quando si sale sui vagoni”.

“Scarpellini fa il bravo soldatino, minimizzando oltremodo la situazione, ma le sue dichiarazioni sono un’offesa all’intelligenza di coloro che ogni giorno, pagando, usufruiscono dei trasporti su ferro” attaccano Staccioli, Marcheschi e Donzelli, che poi concludono: “Fs deve assumersi le sue responsabilità, mentre l’Assessore Regionale Ceccarelli dovrebbe verificare se davvero le penali del contratto tra Fs e Regione risultano più convenienti dei lavori di manutenzione e controllo, se ciò fosse confermato infatti diventerebbe imprescindibile inasprirle ulteriormente fin dal prossimo bando”.

Firenze 1.7.2013

Comunicato inviato Alberto Pardini, Segreteria Consigliere Regionale Marina Staccioli Consiglio Regionale della Toscana – Gruppo Misto

 

Cimitero di Arni: la risposta dell’Amministrazione di Stazzema viene respinta dal consigliere Lorenzoni

 

Stazzema- Sulla  situazione in cui versa il cimitero di Arni posizioni diametralmente opposte tra il consigliere comunale Lorenzoni e l’amministrazione comunale di Stazzema che ha replicato su Il Tirreno rigettando le critiche del consigliere.

f.28.06.2013 Sul cimitero di Arni Lorenzoni dice falsità

 

Publichiamo  la controreplica del  consigliere stazzemese

Non c’e’ peggior sordo di chi non vuol sentire

Lorenzoni: la sordità di chi non vuole ascoltare non ha rimedio e non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere.

E’ un antico proverbio, frutto della saggezza popolare che nasce dall’esperienza e si attaglia perfettamente alle dichiarazioni pubbliche rese dal sindaco e dall’assessore Pelagatti nel vano e maldestro tentativo di rassicurare i cittadini di Arni che la situazione del cimitero è, come non mai, in perfetto ordine.

Fa una certa rabbia leggere le dichiarazioni dei due amministratori che continuano a praticare ciecamente una specie di inganno, falsificando volontariamente quella verità che è sotto gli occhi di tutti.

Sarebbe quasi meglio lasciar perdere e non considerare quanto questi vanno dicendo negando spudoratamente la realtà documentata dei fatti.

Non serve a nulla dare spiegazioni o suggerimenti a chi ha già tratto le proprie conclusioni, se dall’altra parte non si è disposti a mettersi in discussione e se necessario ritornare sui propri passi.

Inoltre credo sia inutile spiegare e documentare anche fotograficamente la situazione che è così evidente, soprattutto a coloro che frequentano il cimitero.

Verrebbe quasi da dire che chi è nell’errore compensa con la menzogna ciò che gli manca in verità e fatti.

Come non è vero che vengono fatti cinque tagli annuali e quelli eseguiti non sempre brillano per qualità. Quanto al taglio dell’erba fatto all’interno al cimitero, eseguito solo recentemente, l’assessore Pelagatti sa bene che è stato costretto a farlo fare per la concomitanza imprevista di un funerale.

Forse Silicani vorrebbe che non si disturbi il “timoniere”, ma sappia che non possiamo tacere la protesta che viene dai cittadini che anche lui e la sua amministrazione farebbero

bene ad ascoltare, così come dovrebbe spiegare come ha utilizzato le centinaia di migliaia di euro incassati con l’ingiustificata richiesta del rinnovo delle concessione cimiteriali perpetue.

Occorre riprendere in mano il bandolo della matassa e noi lo rifaremo ogni volta che serve, non avendo nessun timore delle risposte che Silicani e Pelagatti sbattono alla nostra porta di consiglieri di minoranza.

Gian Piero Lorenzoni-addì 1.7.2013

 

Anche la Comunità di Mulina è  chiamata alla valorizzazione del Canale della Radice

 

Pubblichiamo questa e-mail inviata ieri al presidente dell’Unione dei Comuni della Versilia Maurizio Verona e al sindaco di Stazzema Michele  Silicani

Stazzema– Sig.ri Presidente Unione dei Comuni della Versilia e Sindaco di Stazzema, vi scrivo a seguito della visita che ho effettuato stamattina presso il Canale della Radice.

Anche se non abbiamo avuto sempre le stesse visioni sento il dovere di farvi i complimenti e i ringraziamenti per quanto è stato fatto con il percorso lungo la parte bassa del Canale della Radice. Oltre ad aver reso accessibile una nuova zona ed aver realizzato un percorso ad anello, si osserva anche una grande cura nella realizzazione dei lavori.

Spero che questo sia un nuovo punto di partenza per la valorizzazione dell’area poiché permangono criticità che dovranno essere affrontate come il taglio di alcuni alberi che gravano sugli edifici degli ex polverifici Pocai e la messa in sicurezza dei versanti. Anche la comunità di Mulina deve fare la sua parte occupandosi della manutenzione delle opere realizzate e ripulendo i percorsi dalla vegetazione. Nell’ottica della valorizzazione credo sia importante realizzare delle iniziative che favoriscano la conoscenza del luogo e del lavoro svolto e ad agosto potrebbe essere l’occasione per organizzare una visita guidata all’area del Canale della Radice. Contatterò Alessio Tovani per parlarne insieme. Cordiali saluti

Simone Vezzoni – addì 30.6.2013

 

Il Sentiero Alta VersiliaIMG_1745

 

Stazzema- L’intervento di Simone Vezzoni apre il tema non certo ininfluente di come le comunità stazzemesi possono essere sensibilizzate a partecipare e a collaborare per la valorizzazione di progetti  per i quali  sono state destinate rilevanti  risorse pubbliche. Il progetto Il Sentiero Alta Versilia è  decisamente una di queste opere che più di altre esige questo affiancamento fattivo al quale le comunità interessate dovrebbero rispondere tramite piccoli interventi di manutenzione ma soprattutto promuovendo iniziative che rilancino nel senso pieno la conoscenza di una  rete di sentieri che è stata tolta dall’abbandono e dal rischio di un’irrimediabile dissoluzione, sia  strutturale sia come testimonianza culturale della mobilità che nel passato ha caratterizzato il vivere della maggioranza dei paesi  montani, che fino agli anni 60 del secolo scorso non erano serviti dalle vie carrozzabili ma  unicamente da mulattiere e sentieri pedonali.

Il Sentiero  Alta Versilia (SAV) è sicuramente un progetto che permette di riscoprire quei passi antichi per coniugarli al presente. Il recupero consente  di  tornare  in luoghi ormai divenuti dispersi e di vedere scorci di paesaggio che altrimenti sarebbe stato impossibile ridarli al completo godimento. Ma soprattutto il progetto SAV offre l’opportunità di implementare il turismo ambientale e culturale, che è la potenzialità dormiente dell’Alta Versilia.   Il recupero di una sentieristica che si dispiega ad anello per 50 km di itinerari è merito dell’Unione dei Comuni della Versilia unitamente alla Regione e i comuni partecipanti.  Dodici sono  i percorsi che collegano  ad anello itinerari  e  venti i borghi. L’anello SAV  si snoda sui territori comunali di Seravezza, Stazzema e Pietrasanta.Guida SAV

Questi i 12 itinerari: Seravezza-Riomagno-Fabbiano; Fabbiano-La Cappella-Minazzana; Minazana-Basati; Basati- Canale del Giardino-Terrinca; – Terrinca-Levigliani; Levigliani-Retignano; Retignano –Volegno- Pruno;  Pruno-Cardoso – Stazzema- Stazzema- Le Mulina-Farnocchia; Farnocchia-Sant’Anna; Sant’Anna-Capriglia; Capriglia-Solaio-Seravezza.

Per rendere più facile la conoscenza del Sentiero Alta Versilia, L’Unione dei Comuni Alta Versilia ha stampato una guida di consultazione su cui l’ospite può trovare i riferimenti essenziali per ciascun itinerario.

Giuseppe Vezzoni-addì 1.7.2013

 

In arrivo alla Versiliana il Caffè del Villaggio!clip_image012[2]

 

Irrompe sul palco del Caffè della Versiliana per 5 incontri fuori programma il ciclone Paolo Villaggio, icona della comicità e dell’irriverenza, maschera irresistibile della commedia italiana che, affiancato da straordinari ospiti e amici, intratterrà il pubblico del Caffè della Versiliana dal 6 al 10 luglio.fantozzi-paolo-villaggio

 

Marina di Pietrasanta– Un capitolo introduttivo davvero eccezionale per l’edizione 2013 degli Incontri al Caffè, cinque giorni di ironia, di gag e di racconti che vedono protagonista dalle 18,30 Paolo Villaggio in compagnia dei suoi leggendari alter ego oltre che di amici e colleghi che si legano alla sua carriera artistica eclettica e travolgente.

Si comincia il 6 luglio alle 18,30: dopo l’inaugurazione nella Villa La Versiliana della mostra ‘Gaber al Piccolo’ realizzata nel 2003 dal Piccolo Teatro di Milano, grazie al mitico fotografo di Strehler, Luigi Ciminaghi, prevista per le 18,00 e dedicata a Giorgio Gaber, Ombretta Colli, sarà al fianco di Paolo Villaggio sul palco del Caffè. Fu la stessa Ombretta Colli nel 1975 a interpretare il ruolo della sig.na Ruini nella serie di quattro puntate “Fracchia”, che ebbe un successo straordinario collaudando uno dei personaggi di Paolo Villaggio che insieme al prof. Kranz e a Fantozzi, sono diventati tra i più celebri della storia della commedia cinematografica italiana.220px-Paolo_Villaggio

Nei giorni successivi e fino al 10 luglio, Villaggio sarà affiancato da altri amici e compagni d’avventura, dal grande Giorgio Albertazzi, che sul palco del Teatro della Versiliana tornerà anche il 20  agosto per festeggiare i suoi 90 anni con lo spettacolo Io ho quel che ho donato, a Adriano Panatta il celebre tennista, che oltre che per i suoi successi personali è ricordato per essere stato il giocatore di punta della squadra nazionale che vinse la Coppa Davis nel 1976. In forse, per uno dei pomeriggi del Caffè del Villaggio, anche la partecipazione del mitico Pippo Baudo.

E poiché in ogni episodio di Fracchia il protagonista andava dallo psicanalista per riuscire a sconfiggere le sue paure, non poteva mancare la figura di uno specialista, Ubaldo Bonuccelli, neurologo dell’Università di Pisa che analizzerà con tanta ironia i comportamenti, le stranezze e le follie di uno dei più grandi attori comici del nostro cinema e dei suoi irresistibili personaggi in cui ognuno di noi si riconosce, almeno un po’. L’ingresso al Caffè del Villaggio, così come quello degli Incontri al Caffè è libero.

Comunicato Ufficio Stampa La Versiliana –addì 1.7.2013

0584 265777 -789

 

 Gran successo per la presentazione del volume “Lavorare liberi 2” a LeviglianiLavorare Liberi

Stazzema – Gran successo di pubblico alla presentazione del volume “Lavorare Liberi 2” venerdì sera (28 giugno 2013) al ristorante-albergo Raffaello di Levigliani. Quasi duecento gli intervenuti, sala gremita, tanti giovani, amministratori e imprenditori da tutta la Versilia per quella che a buon diritto può essere considerata la celebrazione di un valore fondamentale per il paese di Levigliani: l’identità comunitaria. Il volume non si limita infatti a raccontare i quasi sessant’anni di vita della Cooperativa Condomini, ma descrive l’epopea di un’intera comunità che dei Beni Sociali, del marmo e del lavoro libero ha fatto la sua bandiera ed il suo più potente motore di coesione e di sviluppo.Copertina Lavorare liberi low

A fare gli onori di casa, con il giornalista Stefano Roni, autore di una parte dei testi di questa nuova edizione del volume (gli altri sono dello scrittore leviglianese Oriente Angeli) c’era il presidente della Cooperativa Condomini Daniele Poli, affiancato dal sindaco di Stazzema Michele Silicani, dal sindaco di Forte dei Marmi Umberto Buratti, dal vicesindaco di Pietrasanta Luca Mori, dall’assessore del comune di Seravezza Valentina Salvatori, dal presidente dell’Unione dei Comuni della Versilia Maurizio Verona. Tra i presenti in sala: il presidente di Cosmave Fabrizio Rovai, il professor Raffaele Volante, esperto in usi civici, il creativo Cesare Monti, il fotografo Enzo Cei, lo scultore Renzo Maggi, il grafico Gabriele Moriconi, i videomaker Andrea Vignali e Federico Stagi, gli imprenditori del marmo Loris Barsi (Barsi Marmi) e Fabrizio Palla (Savema) e tre dei dodici “magnifici” Cavalieri al merito che Levigliani può oggi orgogliosamente vantare: Achille Catelani, Carlo Maggi e Alberto Vannucci, fondatori della Cooperativa Condomini nel 1956 con altri sedici compagni.

Oggi la Condomini è la più importante azienda dello Stazzemese, impegnata nell’escavazione dei magnifici marmi del Corchia ed elemento centrale di quella “filiera di comunità” che sta alla base della vita sociale ed economica di Levigliani. Una filiera in cui i Beni Sociali da una parte, il dinamismo imprenditoriale della Condomini dall’altra, le opportunità offerte dall’ambiente (il marmo, le bellezze paesaggistiche, l’Antro del Corchia) ed il forte senso comunitario della popolazione riescono a dare risposte convincenti in termini sociali e – cosa ancor più significativa in momenti di crisi come quello attuale – anche in termini economici ed occupazionali. Un modello vincente, dunque, che poggia su antiche e solide fondamenta.

In uno dei momenti conclusivi della presentazione Daniele Poli ha simbolicamente consegnato cinquecento copie del nuovo volume ad Emiliano Babboni, presidente della Cooperativa Sviluppo e Futuro Levigliani, che riunisce i giovani del paese impegnati nella gestione dei servizi turistici. Le copie saranno messe in vendita e il ricavato resterà in parte alla Sviluppo e Futuro perché lo investa nella promozione del Sistema “Corchia Underground”. L’altra parte tornerà alla Condomini e andrà a beneficio delle associazioni del paese.

In allegato:
– un momento della presentazione del volume “Lavorare Liberi 2” (foto ©Luigi Neri)
– copertina del volume “Lavorare Liberi 2”
Levigliani, 1 luglio 2013
Comunicato  Ufficio Stampa Scatizzi de Prà & Partners
Forte dei Marmi – Milano +39 335 7720573 +39 02 20509250
info@scatizzidepra.it

Mostra ‘Le cave abitate. Realtà e astrazione’Locandina Le cave abitate. Realtà e astrazione-Gall. La Meridiana-Pietrasanta

Dipinti, disegni, acquerelli- 6-21 luglio 2013

Pietrasanta – Presso la Galleria/Studio “La Meridiana” (Via P. E. Barsanti, 29 Pietrasanta -Lucca) dal 6 al 21 luglio sarà visitabile la mostra ‘Le cave abitate. Realtà e astrazione’– Dipinti, disegni, acquerelli. L’esposizione  è curata da Roberto Valcamonici e Lodovico Gierut.Alberto Bongini, Apuane, t. m. su carta Magnani cm 56,5x36, 2013

Saranno esposte opere di Pietro Annigoni, Franco Miozzo, Eugenio Pardini, Virgilio Poli, Arturo Puliti, Leone Tommasi, Marcello Tommasi, Sergio Vatteroni, Giuseppe Viner, Alberto Bongini, Loretta Brizzi, Angela Careggio, Franco Del Sarto, Luigi Falai, Sigifredo Camacho B., Carlo Ferrari, Silvana Franco, Giampiero Frediani, Riccardo Luchini, Renzo Maggi, Liliana Marsili, Tito Mucci, Bruna Nizzola, Marcello Scarselli, Mario Soave, Sergio Suffredini, Roberto Valcamonici e altri.Riccardo Luchini, 'La Cava',partic., olio su tela cm 20x50, 2013

“Si tratta di una collettiva che – anticipando l’evento “Il Comprensorio dell’Altissimo” curato dal Comitato Archivio artistico-documentario Gierut (avente la gratuita collaborazione della Galleria/Studio “La Meridiana) che si terrà a Cardoso di Stazzema ed inserito nelle celebrazioni dedicate al Lodo di Papa Leone X – rende omaggio a un territorio in cui la cava marmorea, sinonimo di lavoro e di sacrificio, viene letta e interpretata tramite opere di alcuni artisti sia dell’immediato passato, sia dell’oggi, “vestita e vissuta” in un percorso figurativo e astratto in cui prevale la forza e il sentimento”. (Lodovico Gierut)

Note: Esposizione per fini culturali patrocinata dal Comitato Archivio artistico-documentario Gierut, dall’Associazione “Leone Tommasi” e dalla Cartiera Magnani di Pescia.

Titolo: Le cave abitate. Realtà e astrazione. Luogo: Pietrasanta (Lucca)-Galleria /Studio “La Meridiana”-Via P. E. Barsanti, 29. Periodo: 6-21 luglio 2013. Cura artistica: Lodovico Gierut e Roberto Valcamonici. Inaugurazione: 6 luglio 2013, ore 18,30. Ingresso libero. Orario: 18-24. Lunedì chiuso.

Info: gallerialameridiana@gmail.com   lodovico@gierut.it  www.gierut.it

 Comunicato da Lodovico Gierut-addì 1.7.2013

Blog liberacronacachenonce: mese di giugno 2013

Il blog liberacronacachenonce ha chiuso il mese di giugno 2013 con il ritorno del segno più rispetto a maggio 2013. Le visite complessive sono state 7.411 per una media giornaliera  pari a 247 ( un + 43 giornaliero rispetto a maggio).   Siamo sempre molto indietro alla media di contatti dell’anno 2012.  Non siamo per nulla convinti che la decrescita di oltre 130 contatti quotidiani sia  a causa della disaffezione o dell’ostilità politica, pensiamo invece che la causa dipenda  dalla mancata ricezione del link  giornaliero da parte di innumerevoli indirizzi e-mail che in questi anni sono stati modificati.

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...