Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi 1016 del 27 e 28 maggio 2013

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi del  27 e 28  maggio  2013

Disonestà intellettuale,  demenziale  quasi criminale

1016

 

Ilva un disastro occupazionale senza precedenti se dovesse chiudere. Commissariamento  con commissario ad acta?

Le parole del presidente del consiglio Enrico Letta poste a titolo di questa riflessione condensano la drammaticità del caso Ilva di Taranto dopo le dimmissioni del Cda a seguito del sequestro di beni pari a 8 miliardi e 100 milioni di euro alla società Riva Fire e degli impianti. Oggi il Governo affronterà la questione che rischia di porre  la parola fine alla siderurgia italiana e lasciare senza lavoro 40 mila  operai, oltre agli serissimi effetti a domino che si produrrebbero in alcuni istituti bancari. La famiglia Riva sarà rimossa dall’amministrazione dell’Ilva?

Addì 28.5.2013

Perde anche la protesta: il Movimento 5 stelle si è fatto il harakiri

( Amm. 2013:  62,38 % –  Amm. 2008 :77% –  Calo votanti – 14,62%)

Le coalizioni del centrosinistra  prevalgono e il Pd tiene e supera il Pdl. Il candidato Marino  distanzia di 12 punti il sindaco uscente Alemanno. La Lega perde al Nord  ma è il Movimento 5 Stelle il vero perdente di questa tornata amministrativa. A vincere indiscutibilmente è stato l’astensionismo. Dai commenti, al di là di qualche accenno di preoccupazione, pare che i cittadini che non si recano alle urne siano di serie B, come evidentemente i loro problemi.

 Addì 28.5.2013

Agli italiani non resta più neanche la protesta: perde anch’essa. La  ribellione al voto è grande e investe le amministrative, e in particolar modo  quelle nella capitale, culla della politica, dove quasi un romano su due non è andato a votare e  i voti validi sono  stati  ben sotto il 50%.  La diserzione, che rispetto alle amministrative del 2008  ha toccato il 21% in meno, investe anche e soprattutto il Movimento 5 Stelle. I cittadini italiani vogliono il cambiamento e mandano un chiaro messaggio agli ideologici del movimento, Grillo e Casaleggio,: non tenere in gabbia il patrimonio di voti ma cogliere i vari momenti per bucare il salvagente di chi con furbizia sta tenendosi a galla e non vuole mollare i privilegi. Con certi dati è un eufemismo parlare di disaffezione. Significa continuare a non capire il solco che si è aperto e divide il quasi 50% degli italiani dalla politica attuale.

I romani per tradizione sono sempre andati alle urne in percentuale maggiore che nel resto dell’Italia e queste elezioni non sono politiche ma per eleggere il sindaco e l’amministrazione della Capitale. Ciò fa pensare che tra gli amministratori locali e i politici si riduce il gap della differenziazione. Questo è un elemento di giudizio negativo, perché i cittadini italiani, differentemente di quanto avveniva in passato, iniziano a considerare gli amministratori locali praticamente simili ai politici.

Sulle sponde del Tevere anche l’antipolitica perde la sua veemenza e purtroppo la speranza che attraverso essa si possa giungere a stimolare il cambiamento. Ormai il cittadino si sente in gabbia quando va esprimere il voto, tanto che molti evitano di andarci. Evidentemente la diserzione li fa sentire liberi di manifestare il loro malessere di cittadini, purtroppo consapevoli che ogni altra soluzione li porterebbe immancabilmente alla delusione. In questa situazione la credibilità e la tenuta delle istituzioni è a rischio. Parlare di democrazia diventa sempre più difficile dovendo costatare che all’offerta della protesta si risponde con la protesta del disertare le urne.  Stiamo assistendo ad una singolarità che la dice lunga sulla preoccupazione che si ha del cittadino che non va a votare. Adesso la politica si bea e guarda per la propria gratificazione alle percentuali e non al numero dei voti raccolti. Un partito può dire di aver tenuto o vinto secondo la percentuale raccolta senza ponderare seriamente ai voti perduti e quindi alla perdita di consenso.  Ma l’astensionismo è un segnale preciso che la politica deve cambiare e che gli italiani non si fanno ingabbiare fra la vecchia politica

Giuseppe Vezzoni-addì 27.5.2013

 

Parco delle Apuane, “troppi immobili e poca manutenzione”

 

Staccioli, Donzelli e Marcheschi replicano al Presidente dell’Ente,“Razionalizzare la spesa per le sedi per reperire fondi da destinare ai sentieri montani”

Alpi Apuane “Troppi immobili e poca manutenzione per il Parco delle Apuane”. Con queste parole i consiglieri regionali Marina Staccioli (Gruppo Misto), Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi (Fratelli d’Italia) replicano alle dichiarazioni rilasciate dal Direttore dell’Ente Parco Antonio Bartelletti, che aveva portato l’attenzione sulle poche risorse a disposizione da destinare alla cura dei sentieri montani. “Se in questi anni l’Ente Parco delle Alpi Apuane avesse accumulato meno immobili – affermano i consiglieri – sarebbe più semplice adesso reperire fondi per gli interventi necessari alla manutenzione dei sentieri”. “Sono 11 gli immobili di proprietà del Parco – sottolineano Staccioli, Donzelli e Marcheschi – tra cui le tre sedi di Massa, Castelnuovo Garfagnana e Seravezza, alle quali va aggiunta la futura sede legale, da realizzare nel Palazzetto del Cardoso, di proprietà del Comune di Stazzema, per la quale resta da definire l’iter di ristrutturazione”. “A queste sedi si aggiungono altri sette immobili, acquisiti negli anni dall’Ente per ‘svolgere le proprie attività’, come si legge nel bilancio previsionale 2013, che sarà in discussione domani in Aula. Tra questi immobili – aggiungono i consiglieri – vi sono il Museo di Levigliani di Stazzema (acquisito e ristrutturato), l’ex Scuola elementare di Equi (acquisto e donazione del Comune di Fivizzano), fabbricati e terreni in località Bosa Careggine (in parte destinati a museo), l’ex Chiesa di San Luigi a Fabbriche di Vallico (che dovrà diventare il punto informazioni del Parco), l’Oratorio S. Annunziata della Cappella di Seravezza (procedure in corso per l’acquisizione del diritto di superficie per 20 anni), Casello di Campocatino in Comune di Vagli di Sotto (in attesa di nuova gestione)”. “Operazioni immobiliari – concludono Staccioli, Donzelli e Marcheschi – che hanno senz’altro giovato ai bilanci dei Comuni coinvolti, ma che oggi chiedono il conto sul capitolo della salute e della fruibilità del Parco delle Apuane, vera missione per cui è stato costituito l’Ente”.

Firenze, 27 maggio 2013

Comunicato Ufficio Stampa Francesca Puliti  per i consiglieri regionali Staccioli (Gruppo Misto), Donzelli e Marcheschi (Fratelli d’Italia)

Cinema, “serve sostegno concreto per l’industria culturale”

 Chiurli, “La Regione Toscana si faccia promotrice del rinnovo della Tax Credit”

Presentata mozione in Consiglio regionale

Firenze- “La Regione Toscana si faccia promotrice del rinnovo della Tax Credit per il settore cinematografico: l’industria culturale ha bisogno di un sostegno concreto”. Con queste parole il consigliere regionale Gabriele Chiurli (Gruppo Misto) illustra la mozione presentata in Consiglio che impegna la Giunta ad attivarsi presso il Governo affinché proroghi le agevolazioni fiscali a sostegno del settore cinematografico.

La Tax Credit o credito d’imposta – spiega – prevede la possibilità di compensare debiti fiscali (IRES, IRAP, IRPEF, IVA, contributi previdenziali e assicurativi) con un credito maturato a seguito di investimento in progetti cinematografici”. “Si tratta di uno strumento doppiamente utile – aggiunge Chiurli – in quanto da un lato fornisce un aiuto ad un settore, quello del cinema, perennemente in crisi, garantendo al tempo stesso la qualità dei prodotti nazionali. Dall’altro lato offre ai piccoli e medi imprenditori la possibilità di pubblicizzare il proprio brand attraverso i film ‘sponsorizzati’, riducendo i costi dell’operazione, anche in termini di rischio di investimento”. “Questa misura, però – sottolinea il consigliere – è nata come provvedimento sperimentale, con la finanziaria 2008, ed è destinata a scadere il 31 dicembre 2013”. “Ma lo strumento funziona: basti pensare che, secondo stime ufficiali, l’apporto degli investitori esterni al settore cinema che hanno richiesto il credito di imposta è passato dai 25 milioni di euro del 2011 ai 51 milioni di euro del 2012”. “Difendiamo il cinema italiano: è necessario rendere stabile la Tax Credit per i prodotti cinematografici, o quantomeno garantirne la prosecuzione per i prossimi anni. Altrimenti – conclude Chiurli – rischiamo di vedere anche i nostri produttori cinematografici delocalizzare il lavoro nei Paesi esteri che offrono condizioni migliori”. La mozione sarà iscritta all’ordine dei lavori direttamente in Aula durante la seduta della prossima settimana.

Firenze, 27 maggio 2013

Comunicato Ufficio Stampa Francesca Puliti per il consigliere regionale Gabriele Chiurli (Gruppo Misto)

 

Imparare la storia giocando

Iscrizioni entro il 10 giugno per partecipare alla divertente caccia al tesoro della Versilia Medicea


Versilia-
Una caccia al tesoro a tema storico. Per scoprire il territorio giocando. Per divertirsi imparando la storia locale. E’ l’originale iniziativa promossa dall’Istituto Storico Lucchese, sezione Versilia Storica, nell’ambito delle celebrazioni per i 500 anni del Lodo di Papa Leone X, l’atto che sancì la fine del governo lucchese e l’inizio del lunghissimo dominio fiorentino in Versilia. Un evento storico decisivo per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio. Meritevole quindi di essere ricordato, celebrato e approfondito. Anche con un gioco, appunto.
La caccia al tesoro si svolgerà domenica 15 giugno con partenza e arrivo al Palazzo Mediceo di Seravezza. Domande, quesiti, rompicapo, oggetti nascosti, enigmi da decifrare, luoghi da visitare, un itinerario da percorrere a perdifiato per aggiudicarsi uno dei ricchi premi in palio: tutto il repertorio tipico della caccia al tesoro, insomma, ma con la particolarità di essere centrato sui luoghi, sui monumenti e sulle vicende storiche della Versilia Medicea. Per partecipare non occorrerà essere espertissimi del passato versiliese. Basterà la curiosità, la fantasia ed un pizzico di spirito agonistico. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. Il gioco si articolerà in due sezioni: – per gli adulti (dai 14 anni in su), con inizio alle ore 16, sull’intero territorio dei comuni di Pietrasanta, Stazzema, Seravezza e Forte dei Marmi (i giovani dai 14 ai 17 anni dovranno essere accompagnati da un adulto); – per bambini e ragazzi (dagli 8 ai 13 anni), con inizio alle ore 16:30, nei dintorni di Palazzo Mediceo

Per iscriversi c’è tempo fino al 10 giugno. Si potrà fare in uno dei seguenti modi:
recandosi alla Biblioteca di Seravezza (presso il Palazzo Mediceo), aperta dal lunedì al venerdì dalle 14:30 alle 19 e il lunedì mattina dalle 9 alle 13
telefonando al numero 0584 757770

scrivendo all’indirizzo email biblioteca@comune.seravezza.lucca.it

Versilia, 27 maggio 2013

Comitato Promotore per le Celebrazioni del 500° Anniversario del Lodo di Papa Leone X

Comunicato Ufficio Stampa Stefano Roni- Mobile: +39 335 7720573- Telefax: +39 0584 769350- Email: ronis@tiscali.it- Skype: stefanoroni
www.versiliamedicea.it

“I gigli del mare” di Helga Vockenhuber sulla spiaggia del bagno Costanza a Forte dei MarmiDSC_1317

Una mostra celebra “la Versilia scolpita”Foto2

Forte dei Marmi– L’artista austriaca Helga Vockenhuber ha dato il via nei giorni scorsi alla speciale esposizione di tre grandi installazioni in bronzo sulla spiaggia del bagno Costanza a Forte dei Marmi. La mostra, dal titolo “I Gigli del Mare”, celebra l’arte e il paesaggio della Versilia e nasce dalla felice collaborazione fra l’artista, il bagno Costanza e la Fonderia d’Arte Massimo Del Chiaro di Pietrasanta. L’inaugurazione ufficiale della mostra è prevista nelle prossime settimane. Chi passeggia sulla spiaggia o sul viale a mare può tuttavia già ammirare le sculture in una sorta di preview informale. Si tratta di due grandi volti in bronzo di circa tre metri di altezza – la Nuova Eva e il Nuovo Adamo – e di una composizione di candidi gigli simbolo di purezza. Foto3Eva rivolge il suo sguardo al mare, mentre Adamo guarda alle Apuane. Nella sua presentazione il professor Giuseppe Cordoni, curatore dell’allestimento, definisce la mostra un “omaggio alla Versilia scolpita” ponendosi “su una delle traiettorie poetiche ideali che attraversano la storia artistica del paesaggio versiliese. Quella che guarda alla dantesca maestà della Pania, la regina delle Apuane, e quella che all’ombra del Monte Altissimo vide i primi marmi scendere proprio verso questo mare e, per mano di Michelangelo, accendersi d’una sete struggente d’Infinito”. Le sculture scelte da Helga Vockenhuber, artista sensibile che da anni realizza le sue opere in Versilia, rendono plasticamente percettibile la ricchezza di questo paesaggio, “incardinandosi nella sua anima quasi spontaneamente, come immense figure-fiore sbocciate sulla spiaggia all’improvviso”. L’iniziativa si inserisce nel programma espositivo denominato “Del Chiaro Art Connection” che la Fonderia Del Chiaro di Pietrasanta porta avanti da alcuni anni per promuovere l’eccellenza delle lavorazioni artistiche ed artigianali del bronzo e, attraverso di esse, offrire alla Versilia e ai suoi frequentatori interessanti occasioni di incontro con l’arte.

Pietrasanta, 27 maggio 2013

Ufficio stampa Fonderia Massimo Del Chiaro Stefano Roni

Tel: 335 7720573- Email: ronis@tiscali.it

Pulita stamani l’area  a verde  della scuola dell’Infanzia  di Mulina di StazzemaPulizia area Scuola dell'Infanzia di Mulina 27.5.2013 001

Stazzema– Stamani una squadra di operai dell’Unione dei Comuni della Versilia  è  intervenuta a pulire l’area a verde intorno alla scuola dell’Infanzia di Mulina di Stazzema. Da ultimare la striscia che confina con il parcheggio. L’intervento sarà compiuto dopo che sarà vigente l’ordinanza di lasciare libero il parcheggio dalle auto per  consentire lo sfalcio dell’erba. Questo per evitare  possibili danneggiamenti alle vetture in sosta.

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi- addì 27.5.2013

Re: Nel ringraziare l’Ente,  vogliamo rispondere all’amico Tonacci (alla cui identità non siamo per ora risaliti e lui non ci ha illuminati in merito) che in qualche misura il decespugliatore l’ha imbracciato anche il giornale che non c’è.

Tra l’altro è stata sistemata la ringhiera di legno e sono stati compiuti alcuni piccoli lavoretti che non erano stati segnalati nel nostro intervento. Per questi interventi il giornale che non c’è è latore  da parte di una persona di   porgere il ringraziamento   all’ amministratore che ha raccolto per telefono queste esigenze.

Libera Cronaca dall’Italia Bene Comune di pochi-addì 27.5.2013

Domenica  2 giugno Festa di San Leonardo

 

Stazzema– Domenica prossima,  2 giugno, il paese di Cardoso celebrerà la sua festa più sentita: San Leonardo, patrono dei briganti. La festa popolare inizierà la mattina con la celebrazione della Santa Messa nella piccola chiesina sotto la Penna Rossa. Poi a tenere banco saranno i tordelli, la neve della Pania, la gara dei tromboni, il tiro della fune e l’albero della cuccagna. La Festa di San Leonardo è la festa più antica della Valle del Vezza e sicuramente si porta dietro il retaggio celtico delle feste di primavera, dove le ragazze,i fiori e le foglie ne erano la manifestazione più evidente.

Libera Cronaca da Italia Bene Comune di pochi- addì 27.5.2013  

 

Trofeo Motor  Music della Città di San Sepolcro domenica 2 giugnomotormusic01motormusic02

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...