Libera Cronaca del 20 e 21 aprile 2013-rielezione del presidente Napolitano

ITALIA BENE COMUNE: FINALMENTE L’ABBIAMO OTTENUTO

ADESSO ABBIAMO IL BENE COMUNE. VI PIACE? ALLA LIBERA CRONACA PER NULLA. UN POCO MENO  E’ DEL PD DI BERSANI E FASSINA E UN POCO PIU’ DEL PDL DI BERLUSCONI E ALFANO, UN POCO MOLTO DI SCELTA CIVICA DI MONTI E  UN POCO TANTO DELLA LEGA DI MARONI.

GLI ITALIANI HANNO VOTATO PER QUESTA SOLUZIONE DI FRATELLANZA POLITICA? E’ QUESTA LA SVOLTA? MA NON C’ERA GIA’?

ABBIAMO SEMPRE DENUNCIATO CHE IL BENE COMUNE E’ DI POCHI (SI FA PER DIRE)  E CHE SE LO DIVIDONO TRA DI LORO, ONESTI SERVITORI DI UN POPOLO CHE AMA FARSI DELUDERE E DILEGGIARE ATTRAVERSO LA DEMOCRAZIA SCANDITA  DALLA COSTITUZIONE PIU’ BELLA DEL MONDO.

LA LIBERA CRONACA HA SEMPRE DENUNCIATO QUESTA DERIVA ITAGLIANA. APRITE GLI OCCHI E NON AVETE PAURA AD ESSERE DEMENZIALI (QUASI CRIMINALI) PER CRITICARE QUANDO C’E’ PUZZA DI POCO CHIARO O POSSIBILI COMMISTIONI CHE NON DEVONO ESSERE ACCETTATE, AD ESSERE REVANSCISTI CONTRO I COMUNISTI IN MASCHERA E  DISONESTI INTELLETTUALMENTE QUANDO L’ONESTA’ INTELLETTUALE E POLITICA E’ QUELLA CHE  E’ ANDATA IN SCENA IN QUESTI GIORNI.

NON AVETE PAURA AD ESERCITARE LA LIBERTA’ RELATIVA QUANDO LA LIBERTA’ TOTALE   NASCONDE VERITA’ NASCOSTE O QUANDO LA LIBERTA’ E’ COSTRIZIONE DELLA NOSTRA LIBERA COSCIENZA DI INTENDERE E VOLERE.

NON FATEVI INGANNARE DAL SILENZIO. NON  E’ UNA ASSUNZIONE DI COLPA MA LA PREPARAZIONE DELL’ENNESIMO RAGGIRO.

VI PREGHIAMO PERO’ DI NON CREDERE AD UN FOGLIO SU CUI SCRIVE UNO SCIABIGOTTO E CONTINUATE CON FEDE A SEGUIRE I BRAVI MAESTRI. MA ALMENO RICONOSCETE  I RIMASUGLI DEL FASCISMO E DEL COMUNISMO. CI SONO SEMPRE. NON HANNO PIU’   IL  CONFINO O IL GULAG MATERIALI, MA CONSERVANO QUELLI PIU’ INSIDIOSI: EMARGINARE E ANNICHILIRE IL LIBERO DISCERNERE E NORMALIZZARE TUTTO IN UN GRANDE SI’ BUANA DA RISERVARE AI PADRONI E AI PADRONCINI, CHE SONO PEGGIORI DEI PRIMI.

GIOVANI, SVEGLIATEVI! PRENDETE IN MANO IL VOSTRO DESTINO CON DETERMINAZIONE DEMOCRATICA E CIVICA, MA STATE  LONTANI DAI GIOVANI CHE SI SONO POSIZIONATI: SONO VECCHI, SENZA VOCE, SI MUOVONO SE HANNO IL PERMESSO MA SOPRATTUTTO NON VEDONO, NON SENTONO E NON PARLANO. VI DELUDERANNO. HANNO ASSISTITO SENZA FIATARE AL SACCO DI QUESTO PAESE.

LO SCIABIGOTTO DELLA LIBERA CRONACA- Giuseppe Vezzoni- 21 aprile 2013

NOTA BENE: DA DOMANI LIBERA CRONACA, IN ATTESA DEL MILLESIMO POST, PRENDERA’ IL NOME LIBERA CRONACA DALL’ITALIA BENE COMUNE 

25 aprile 2013

Tirate di lungo

davanti a quel muro

preso dai rovi.

Non chiedetevi

perché il nerofumo

è restato sul sasso,

perché l’occaso

porta l’ombra dello gnomone

a segnare l’ora

sulla meridiana del tempo

che non dimentica.

Pietra che ha visto,

pietra che non scorda.

Freme la foglia del bosso

sulla lapide disadorna,

mai pulita, mai fiorita.

Un vecchio,

cadente più del muro,

aguzza la vista

sull’epigrafe svanita.

Nomi persi nell’oblio,

senza una bandiera.

Non fermatevi!

Questo stupido marmo

trattiene una storia passata,

fatta di mamme, di vecchi

di bimbi innocenti.

Seguitate oltre il bosso

che non conosce cesoie:

il sacrificio per la democrazia

è un’acufene

per chi  non crede

sia più necessario.

Siete sul sentiero

per riscrivere

la stessa storia:

occorrerà solo

attendere un’altra lapide.

Nuova e fiammante

sarà allora  la bandiera

di chi oggi dimentica.

Giuseppe Vezzoni- addì 21 aprile 2013

La giornata della Libera Cronaca  sulla rielezione del presidente Napolitano – 20.4.2013

 

 

Libera Cronaca chiuderà al millesimo post

 

C’eravamo  già imposti il limite per chiudere l’esperienza di Libera Cronaca dopo aver incassato anche “libertà relativa”,  che è andata ad aggiungersi alle chicche davvero sinistre  demenziale (mi vien da dire criminale)”,revanscismo”  e “disonestà intellettuale”.

Il fatidico traguardo che in silenzio ci eravamo dati era il millesimo post di Libera Cronaca: nastro molto vicino da tagliare. Le dimissioni di Bersani e della Bindi imporrebbero adesso di chiudere  e  di passare all’incasso della nostra  disonestà intellettuale, rinunciando al millessimo post, che non significa il millesimo articolo ma le migliaia e migliaia  di articoli che abbiamo tutti insieme scritto e pubblicato. Di questa enorme massa di informazioni, la parte preminente è stata dedicata all’Alta Versilia e più specificamente al territorio di Stazzema.

Ci sforziamo di essere persone serie per tenere nella massima considerazione che Libera Cronaca è apprezzata  e viene considerata strumento informativo  alla pari o meglio dei quotidiani. Pertanto chiudere di botto non sarebbe rispettoso della considerazione che ci siamo conquistati.  Ma da scemi del villaggio… di scemi, no ! Con la Libera Cronaca di oggi siamo al 985esimo post.  Abbiamo davanti 15/20 giorni per disporci a lasciare ma anche per cogliere una possibilità, seppure molto ridotta, a proseguire. Ci attendiamo una resipiscenza su come è stata giudicata Libera Cronaca. Nessuna Canossa pubblica, ci mancherebbe, ma un segnale fra le righe  che abbia  anche qualcosa di concreto.  Questo sì.

Questi giorni ci permettono di dire la nostra, sia sull’elezione del nuovo presidente sia sul futuro governo.

Dopo aver detto peste e corna dell’esecutivo Monti da parte del Pdl e del Pd in campagna elettorale, troveremmo straordinaria giravolta eleggere Capo dello Stato il Ministro Cancellieri. Ricordiamo che l’esecutivo Monti ha colpito pesantemente le fasce più basse della popolazione ma non ha fatto altrettanto con la casta e i potentati economici e finanziari, ma soprattutto non ha imposto la propria autorità perché fosse  modificata la legge elettorale. Se è vero che nel Pd c’è stato un traditore su quattro  rispetto all’impegno di sostenere la candidatura Prodi, va tenuto politicamente presente che Scelta Civica, promovendo il suo candidato, ci ha messo del proprio per affondare Prodi e mettere in evidenza le fratture del Pd.

Il nuovo presidente della Repubblica non può venire da questa più che  plausibile strategia di chi è salito in politica a parole ma vi è piombato con i fatti, soprattutto addosso ai meno abbienti. Chi ha condiviso certe scelte è responsabile come chi l’ha decise.  

La ricerca di un presidente condiviso da tutto il Parlamento sarebbe la priorità, ma nessuna ombra di strategia deve esserne alla base, come nessuno approfitto  deve  essere consentito  a causa  dello sfascio di guida  in cui è venuto a cadere il Pd. La responsabilità di Bersani e della segreteria politica è totale, ma dietro il Pd ci sono milioni di cittadini elettori a cui  va portato il massimo rispetto e ascolto. Ci sono milioni di cittadini che stanno pagando sulla loro pelle una linea politica che li ha traditi con il sostegno al Governo Tecnico e con una campagna elettorale che li ha allontanati dalle sponde di un centrosinistra ambiguo nel suo programma di proposta, tanto che ha dovuto,dopo la sconfitta, riassumerlo in alcuni punti e rendere le misure più nette e incisive. Ma la frittata era stata consapevolmente e colpevolmente preparata da un candidato leader e dal suo staff che avevano perso il lume della politica e della situazione vera in cui versava il paese reale

 

Libera Cronaca dalla Gola del Rondone-addì 20.4.2013  ore 9,50

 

Alla resa la Seconda Repubblica: vince la scheda bianca; no perde anch’essa!

Dopo quanto è successo, se passasse l’ipotesi della riconferma straordinaria dell’attuale Capo dello Stato, sarà la resa della Seconda Repubblica e l’inizio di un qualcosa che  può definirsi Repubblica? Ben diverso sarebbe stato se il Presidente Napolitano fosse stato confermato alla prima votazione. Adesso il Parlamento ha il dovere di darsi  il nuovo presidente della Repubblica perché gli italiani hanno votato e non possono essere presi in giro. Perché Napolitano adesso riuscirebbe ad imporre ad un governo di fare le cose che non sono state fatte in 13 mesi del governo tecnico Monti?

Ultim’ora Giuseppe Vezzoni ore 12,40

Si profila un governo delle grandi intese nonostante che i cittadini sovrani l’abbiano sonoramente bocciato. Attendiamo: Napolitano alle 15 dirà se sarà disponibile per essere riconfermato come Capo dello Stato. Ma gli italiani e la loro volontà di sovrani che garantisce loro la Costituzione più bella del mondo  contano ancora o sono solo suppellettili di un sistema che chiamare democratico è  pura avventatezza?

Giuseppe Vezzoni-20.4.2013-ore 13,28

Il Presidente Napolitano ha accolto la richiesta di ricandidarsi al Quirinale per senso di responsabilità dello Stato- ore 14,25

Situazione inedita che cerca di gestire una fase straordinaria e anche drammatica della politica italiana e di avviare un Governo costituente di larghe intese o di scopo partendo dal lavoro dei saggi. I 13 mesi del Governo Monti sono stati una prova d’orchestra, dolorosa e stonata per le classi più povere del paese. Ciò che avverrà da oggi in poi non possiamo prevederlo, ma i partiti hanno abdicato, mentre i cittadini no. Essi pretendono il forte cambiamento, la fine dei privilegi della casta. Tra qualche ora confronteremo se c’è assonanza tra il Parlamento del porcellum, la Rete e il paese reale. Gli italiani, dopo aver bastonato con il loro sovrano giudizio il voto il Governo Tecnico di Monti, del Pdl, del Pd e del Terzo Polo, si ritrovano al punto di partenza: un governo di larghe intese, di cui non si conosce ancora se indosserà il vestito politico o quello tecnico. Un esecutivo, magari guidato da Giuliano Amato. Adesso i partiti del porcellum faranno anche le riforme costituzionali. Siamo di fronte ad un miracolo o all’ennesimo escamotage ?

La motivazione della disponibilità alla ricandidatura: 

«Nella consapevolezza delle ragioni che mi sono state rappresentate, e nel rispetto delle personalità finora sottopostesi al voto per l’elezione del nuovo Capo dello Stato, ritengo di dover offrire la disponibilità che mi è stata richiesta. Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un’assunzione di responsabilità verso la nazione, confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità».  Poi il presidente Napolitano ha precisato: «Naturalmente  nei colloqui di questa mattina, non si è discusso di argomenti estranei al tema dell’elezione del Presidente della Repubblica».

Giuseppe Vezzoni-addì 20.4.2013- ore  14,50   

La Seconda Repubblica asserragliata intorno a Napolitano

Ciò che gli italiani stanno per assistere oggi è qualcosa che con la Democrazia e la Costituzione più bella del mondo non ha proprio nulla a che fare. Espropriata la volontà popolare del cambiamento con una richiesta che utilizza la ricandidatura di un presidente di 87 anni, che per molte volte aveva annunciato che non sarebbe stato disponibile a ricandidarsi per ragioni anagrafiche, istituzionali e morali. Con questa mossa tenta di salvarsi la casta e la politica dei privilegi e dell’oppressione fiscale delle fasce più deboli. E’ un oltraggio  ad una Repubblica nata dalla Resistenza in prossimità del 68esimo anniversario della Liberazione. Una ricorrenza, quella 2013, che i partiti Pdl, Pd, Lega e Scelta Civica stanno per profanare in maniera definitiva. Questi partiti hanno raccontato falsità nelle loro campagne elettorali, le une contro le altre ferocemente aggressive e che oggi trasformano in un unico armonioso, ubbidiente gregge sotto la guida del pastore-presidente Giorgio Napolitano.

Giuseppe Vezzoni  -addì 20.4.2013-ore 17,15 

Presidio a Viareggio contro Napolitano-bis

Oggi pomeriggio in molte città, compresa Viareggio, saranno organizzati dei presidi contro un possibile Napolitano-bis. Come forze che compongono la Federazione della Sinistra (Prc-Pdci) faremo la nostra parte per impedirne la rielezione.
Sette anni di Napolitano ci sono bastati: artefice del governo Monti e delle sue politiche antisociali, garante dell’ impunità a Berlusconi, consegnatario all’ a.d. Moretti a Cavaliere del lavoro, ecc. E’ evidente che tale scelta rappresenta una vittoria dei poteri forti, della finanza, delle lobby e non è casuale che Renzi e la Cei siano tra i primi a brindare. Così come è chiaro che tale proposta porterebbe ad un nuovo governo inciucio.
I grillini potranno essere contenti del fatto che non rinnoveremo le foto negli uffici pubblici ma a noi comunisti non basta. Di fronte allo smarrimento di molti elettori ed amministratori del centro sinistra diamo la nostra disponibilità a condurre questa battaglia insieme. Non sono accettabili giustificazioni come quelle della Senatrice Granaiola che si accontenta che Napolitano sia iscritto all’ Auser. Per rimediare a tale danno, in questo momento, c’è solo una possibilità: votare Sefano Rodotà.

Portavoce Federazione della Sinistra-Versilia (Prc-Pdci)  Mario Navari -ore 17,30

Rieletto Napolitano

ore 18,16:  

Superato il quorum dei 504

Ore 18,34:

Napolitano- 738- Rodotà- 217

Proclamazione ore 18,48

 

Libera Cronaca dalla Gola del Rondone del  20 e 21 aprile  2013

 

VERITA’ EQUITA’ TOLLERANZA DIALOGO

Protagonismo e disinteresse, la Fondazione Parco della Pace non parte

 

Le bugie del Sindaco hanno le gambe corte: la Fondazione del Parco della Pace ancora non parte.

 

Stazzema– Questa fu la dichiarazione pubblica del sindaco: entro la seconda decade di febbraio, (2012) ci sarà un incontro a Firenze tra il presidente della Regione Rossi, quello della Provincia Baccelli per la chiusura dell’iter finalizzato alla nascita della Fondazione del parco nazionale della pace di Sant’Anna.

Quasi quattro anni sono trascorsi dalla LR n.81 del 2009 che prevedeva la nascita di una fondazione per la gestione delle attività del parco nazionale della pace. Solo che, dopo tutto questo tempo trascorso inutilmente, la fiducia ha lasciato spazio a una preoccupazione dilagante. Perché di atti operativi, quelli che dovrebbero dar corso alla gestione delle attività, non se ne vedono, e ancora, come prevede lo statuto, si devono insediare gli organi. La fondazione si è impantanata nei cassetti del sindaco, stoppata ai nastri di partenza. Ma i continui rinvii alle calende greche senza certezze hanno una matrice politica: così Lorenzoni mette sul banco degli imputati il sindaco Silicani che intenzionalmente ogni volta mente sapendo di mentire.

Continua Lorenzoni: nel mese di marzo dello scorso anno avevamo denunciato la mancanza di prospettive e di progetti per il futuro della fondazione ed invitavamo Silicani a chiarire quali fossero le strategie.

Ma il sindaco, volendo strafare, il 17 novembre del 2012 durante la riunione dei consigli comunali della Versilia riuniti per dare una testimonianza di contrarietà sulla decisione della magistratura tedesca, annunciò che entro marzo di questo anno sarebbe stata fatta partire la Fondazione di gestione del Parco nazionale della Pace tra Comune, Provincia e Regione. Ancora una clamorosa bugia, confermata dai fatti. Ci chiediamo se la Fondazione abbia ancora prospettive stante la totale immobilità della situazione. È vero che quando in politica si parla e si promette le parole dette hanno valore per il tempo in cui vengono espresse. Ma parlando della Fondazione di Sant’Anna, invece di considerarla fonte generatrice di ricchezza culturale, si sta trasformando in una fabbrica di sogni e in un incubo per i finanziamenti. E allora dobbiamo ricercare le cause di questo sfacelo nell’insipienza e nell’incapacità della politica, primo tra tutti il primo cittadino di Stazzema, che preferisce gestire le poche attività in prima persona, cercando di catturare su di lui l’esclusiva attenzione dei media nel disperato tentativo di conquistare una posizione politica nazionale. Senza voler sconfinare in ambiti demagogici è inevitabile domandarsi quando potremo vedere insediati gli organi della fondazione perché possano proporre idee innovative, allargare gli orizzonti futuri entro i quali operare, agire in maniera qualificata come anche indicato dalla legge nazionale che nel 2000 istituiva il Parco della Pace. Infine Lorenzoni lancia un appello alle istituzioni provinciali e regionali: la politica che ha realmente a cuore S.Anna e la sua gestione abbia la lungimiranza di capire che un luogo come questo gestito con una normale ma reale competenza, specialmente in una regione come la Toscana, può essere una risorsa culturale enorme. Lorenzoni chiede al sindaco di chiarire una volta per tutte la vicenda: la situazione si è fatta da seria a drammatica, siamo ancora all’anno zero. E questi sono i fatti ben diversi dalla propaganda dell’amministrazione! Crediamo che una risposta a questi interrogativi ci sia dovuta, come cittadini, come individui e ci sia dovuta in tempi rapidi, data la gravità della situazione.

 Comunicato stampa del consigliere comunale Gian Piero Lorenzoni-addì 19.4.2013

 

E’ iniziata oggi la manifestazione Enolia 2013- Seravezza 20-21 aprileenolia 2011 -5

 

Programma Sabato 20 aprile 2013

Ore 9.00 

 percorso trekking  —  gratuito

“Fatica e incanto sulle orme di Michelangelo”

Questa escursione si svolge nella parte terminale della valle del Serra, dove sorge il paese di Rio Magno. Il sentiero corre all’interno di un castagneto da frutto e ci conduce sino all’antico abitato di Fabbiano, una località di media montagna e quindi a La Cappella, borgo caratteristico un tempo abitato da cavatori, oggi da artisti provenienti da tutto il mondo, appassionati studiosi sulle tracce di Michelangelo. Sulla facciata della chiesetta de La Cappella c’è un rosone marmoreo, noto come “l’occhio di Michelangelo“, poiché tradizione vuole che l’abbia scolpita il maestro in persona. Toccando l’abitato di Azzano discendiamo verso il cristallino fiume Serra, dove tra vasche naturali e ciottoli in marmo avremo la possibilità di rinfrescarci. Sullo sfondo ammiriamo le imponenti cave di marmo.

Difficoltà: escursione facile e gradevole- Dislivello: 400 m- Cosa portare: scarponcelli da montagna (consigliati) oppure scarpe a tennis, zainetto, borraccia, giacca a vento.-Pranzo: al sacco- Spostamento: mezzi propri- Punto di ritrovo: ore 8.45 Palazzo Mediceo Seravezza- Rientro: ore 15.30 circa- Partecipazione gratuita.

Per informazioni e prenotazioni cell.329 3618235

Il percorso è organizzato grazie alla collaborazione dell’associazione Emozionambiente: www.emozionambiente.it

ore 15.00

Scuderie Granducali

Seravezza Fotografia – espone Silvia Amodio “Il ritratto sociale: la fotografia come mezzo di denuncia”. ingesso gratuito

ore 15,30

Pozzi di Seravezza, inaugurazione nuovo itinerario storico/culturale: Pedalando tra gli olivi: alla scoperta della storia e delle architetture della piana di Seravezza. La classica “ciclopedalata” di Enolia, si evolve e diviene un vero e proprio itinerario storico/culturale  promosso dalla Fondazione Terre Medicee in collaborazione con  Galatea Versilia . Al taglio del nastro una “madrina” d’eccezione,  la giornalista Cesara Buonamici, che insieme al fratello, nel tardo pomeriggio,  riceverà il Premio Enolia 2013. Un’occasione per conoscere la storia della piana a partire dai primi insediamenti liguri-apuani, fino a parlare della Via Francigena  e dei borghi e delle ville storiche. Partecipazione gratuita.

Per prenotare:Segreteria Fondazione Terre Medicee : segreteria@terremedicee.it

Galatea Versilia:  Stefania –  349.1803349 | Tessa –  339.8806229).

ore 16,00

Villa Medicea: Inaugurazione e apertura stand Area Medicea, Palazzo Mediceo con l’omaggio al Palio: figuranti e tamburini in attesa del grande giorno

ore 17,30

Villa Medicea: Premio Enolia alla giornalista Cesara Buonamici e al fratello per l’azienda agricola di famiglia. Il Premio Enolia 2013 consiste in una pregevole opera in bronzo dell’artista francese Philippe Delenseigne realizzata con l’antica tecnica di fusione a cera persa, patinata e rifinita a mano negli studi della Fonderia d’Arte Massimo Del Chiaro di Pietrasanta, una delle più prestigiose realtà artigianali italiane al servizio dell’arte contemporanea. Sia l’artista che la Fonderia hanno offerto il premio in forma totalmente gratuita.

Ore 19,30 – Chiusura stand

Programma Domenica 21 aprile 2013enolia 2012

ore 9,30

Villa Medicea, Palazzo Mediceo, Centro Storico: Apertura Stand

Nel Centro Storico  negozi aperti tutto il giorno con assaggi a  e spazio bimbi con gonfiabili

ore 10.00

Scuderie Granducali: Seravezza Fotografia – espone Silvia Amodio “Il ritratto sociale: la fotografia come mezzo di denuncia” ingesso gratuito

ore 10,30

Centro Storico e Villa Medicea: Passeggiata a  Seravezza: il centro storico e i suoi tesori nascosti.  Ancora in compagnia di Galatea Versilia proponiamo un nuovo itinerario che vi porterà alla scoperta di Seravezza. Partendo da Palazzo Mediceo, visiteremo il Duomo e gli altri luoghi sacri  per  perderci nei vicoli del centro storico osservando i palazzi antichi ed i suoi ponti. Al termine della passeggiata un piccolo aperitivo offerto dal Centro Commerciale Naturale di Seravezza. Partecipazione gratuita. Per info e prenotare: Segreteria Fondazione Terre Medicee : segreteria@terremedicee.it

Galatea Versilia:  Stefania –  349.1803349 | Tessa –  339.8806229).

ore 11,00

Cappella Medicea: La scuola dell’olio: minicorsi per imparare a degustare l’olio d’oliva.

ore 12,00

Piazza Carducci – centro storico: Stand gastronomico della Proloco

ore 13,00

Villa Medicea:  “L’olio in tavola”: i piatti in degustazione per i visitatori di Enolia.

ore 14,30

Giardino Mediceo:Tappino Tour 2013: gara di tappini su pista

ore 15,00

Centro Storico: Animazione musicale a cura del Gruppo Quadriglia. Laboratorio della cartapesta e del colore per tutti i bambini (lavorazione della cartapesta con angolo del colore)

ore 15,30

Giardino Mediceo:  Enolialab – laboratori creativi per bambini

ore 16,00

Giardino Mediceo: Presentazione in anteprima dei “Bacetti” i biscotti della Versilia

 ore 16,30

Piazza Carducci: La merenda con gli stand gastronomico della Proloco

ore 17.00

Villa Medicea: Alessandra Nucci presenta il libro “Per Terra – coltivare il valore del cibo”, rapporto tra terra e cibo dal punto di vista emotivo e culturale.

ore 17.00

Centro Storico: Esibizione di bandiere a cura della contrada La Lucertola

ore 19,30

Chiusura stand

Le Sedi degli Eventi :

Palazzo Mediceo:Gli oli d’Italia e della Versilia – Premio Enolia alla giornalista Cesara Buonamici

Giardino Mediceo :“L’olio in tavola”: i piatti in degustazione per i visitatori di Enolia- I prodotti del territorio, assaggi gratuiti – EnoliaLAB- Presentazione in anteprima dei “Bacetti” i biscotti della Versilia- Tappino Tour 2013: gara di tappini su pista- Presentazione del libro di Alessandra Nucci “Per Terra – coltivare il valore del cibo”, rapporto tra terra e cibo dal punto di vista emotivo e culturale.

Cappella Medicea: La scuola dell’olio

Scuderie Granducali: Seravezza Fotografia –Silvia Amodio “Il ritratto sociale: la fotografia come mezzo di denuncia”
Seravezza – Centro Storico :Passeggiata storico-culturale nel centro di Seravezza alla scoperta dei suoi tesori nascosti- Animazioni, artigiani, mostra-mercato

Programma inviato da Ufficio Stampa ILogo per Fondazione Terre Medicee-addì 19.4.2013

 

Cassonetto sistemato a Mulina di Stazzema

 

Ringraziamo per l’attenzione che ha ricevuto la segnalazione su Libera Cronaca di un cassonetto che da tempo aveva il pedale dell’innalzamento dello sportello fuori uso. La riparazione è stata eseguita da alcuni giorni. Ci scusiamo di ringraziare in ritardo il consigliere Alessio Tovani, responsabile Ersu per Stazzema, che si è adoperato acciocché il cassonetto fosse riparato.

Rossella Pardini-addì 20.4.2013 

 

Sulla probabile chiusura di Libera Cronaca

Caro Giuseppe, ti esprimo la mia solidarietà.  Etiamsi omnes, ego non.

Emilio Leonardi-19.4.2013

Re: Grazie.

 

NEWSLETTER N°5 DEL 19.04.2013 del consigliere regionale Marina Staccioli

                                                                                                    

IN EVIDENZA

 

Un milione e mezzo per un ciclodromo e 4 milioni di piante variegate

Un milione e mezzo per un ciclodromo a Ponte Buggianese, 4 milioni di euro per la realizzazione del Parco della Piana fiorentina, 700mila per l’area archeologica di Gonfienti. Arriva la prossima settimana in Aula la prima variazione a bilancio e finanziaria 2013: una manovrina in cui non mancano spese discutibili. Un ciclodromo da erigere in onore dei Mondiali di ciclismo, i cui lavori però cominceranno a Mondiale chiuso, un lussuosissimo parco, un prestito ponte da 300mila euro alle Terme di Montecatini, che da anni non se la passano affatto bene e per chiudere circa 15 milioni di euro su una non meglio identificata “viabilità regionale”. Per tutti questi motivi in Commissione controllo ho deciso di votare contro la manovra: non possiamo permetterci di votare stanziamenti di fondi a scatola chiusa. Resto in attesa di conoscere il tornaconto dell’operazione in termini di posti di lavoro e sostegno all’economia locale. E spero che la proposta arrivi prima della discussione in Aula. Per saperne di più.

 Dal Palazzo

Con la cultura mangiano solo gli amici (di Rossi)

Oltre un milione di euro al Teatro di Pontedera, città assai cara al presidente Enrico Rossi, e 260mila euro al Festival Pucciniano. La Giunta toscana continua a non riconoscere alla kermesse di Torre del Lago la rilevanza regionale che gli spetta. Già a maggio dell’anno scorso presentai un ordine del giorno che impegnava la Regione a sostenere il Pucciniano con uno stanziamento fisso nel piano della cultura, ma la maggioranza lo respinse. Adesso siamo alle solite: si elargiscono 3 milioni e mezzo al Maggio Musicale Fiorentino, in profondo rosso, un milione e 200mila euro al Teatro di Pontedera, che preme al governatore, e gli spiccioli alle altre realtà toscane. Qui l’articolo uscito su La Nazione.

Parrucchieri, arrivano nuove regole. Finalmente

Nuove regole per tutelare la qualità del servizio e il lavoro dei parrucchieri. Sono arrivate al vaglio delle commissioni attività produttive e cultura le due proposte di legge in tema acconciatori, una elaborata da me, su sollecitazione proprio degli addetti ai lavori, l’altra prodotta dalla Giunta regionale. Da qualche mese sono al lavoro su questo progetto: la Toscana resta una delle poche regioni a non aver legiferato in merito, con la conseguente proliferazione di attività non sempre in regola. E’ giunto il momento di dare linee guida chiare, in termini di formazione e requisiti per lo svolgimento della professione, pena sanzioni da un minimo di 250 a un massimo di 5mila euro. Previsto un percorso formativo e la superazione di un esame per chi apre un nuovo esercizio. Nelle prossime settimane si svolgeranno le consultazioni con le categorie interessate. Qui per approfondire.

Asl 10, 6 anni di occupazione abusiva pagata cara

Sei anni di occupazione abusiva pagata cara da Regione, Asl e cittadini. Questa mattina sono andata a fare un sopralluogo con i colleghi di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi all’ex ospedale Luzzi di Pratolino (Sesto Fiorentino). Lo scenario che ci si è palesato davanti è stato penoso. L’intenzione dell’Asl 10 di Firenze sarebbe quella di vendere questo immobile: circa 11 milioni la base d’asta, un terzo meno del valore di mercato. Ma assegnarlo in questo stato sarà difficile: molto più probabile che la Regione ci investa altro denaro per rendere l’investimento più allettante. Altri soldi pubblici dopo i 300mila euro messi in campo per lo sgombero soft dello scorso dicembre. Quanto ci costeranno a conti fatti anni di abusivismo? Intanto abbiamo calcolato che solo per i servizi offerti alle persone che occupavano la struttura la Regione Toscana ha speso 1 milione di euro.

Un caro saluto, Marina Staccioli- Per ulteriori informazioni chiamaci allo 055 2387914-7314 o scrivici una mail am.staccioli@consiglio.regione.toscana.it

NEWSLETTER N°5 DEL 19.04.2013

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Libera Cronaca del 20 e 21 aprile 2013-rielezione del presidente Napolitano

  1. rossi giuseppe ha detto:

    VERGOGNA!!!!! VERGOGNA!!!!!VERGOGNA!!!!

  2. ermete milani ha detto:

    Giuseppe non mollare . Stazzema e la Versilia hanno bisogno di una voce
    autorevole e competente come la tua .
    Un grosso in bocca al lupo per il proseguo di Libera Cronaca
    Ermete Milani

  3. nila ha detto:

    IO leggo tutte le sere la libera cronaca ,mi dispiacerebbe non leggerla più

  4. fabio maccari ha detto:

    INDIGNARSI NON BASTA
    Sono indignato e naturalmente deluso per la squallida immagine di sé che ha dato il Pd nella vicenda dell’elezione del Presidente della Repubblica.
    Ho difeso il Pd, anche sulle pagine di questo giornale, perché lo vedevo come unica possibilità per un reale cambiamento nel nostro paese. Ma allora perché non dare la fiducia a Rodotà? Me lo sono chiesto anch’io, più volte, ancor prima che lo urlasse Grillo.
    Per 2 ragioni sostanzialmente:
    – La prima, perché evidentemente, anche all’interno del Pd, prevalgono quelli che non vogliono rinunciare ai privilegi della casta.
    – La seconda è che chi dicharava di volere la “rottamazione”, e quindi si proponeva come paladino per un rinnovamento e risanamento della politica, ha visto prevalere dentro se stesso l’anima anticomunista e quindi ritenuto Rodotà troppo di sinistra.

    Credo che a questo punto il Pd sia finito, perlomeno come forza rappresentativa del popolo di sinistra, e sono contento di avere alle ultime elezioni di aver votato SEL, perlomeno alla Camera.
    Credo comunque che l’indignazione non basti. Riporto qua sotto alcuni pezzi tratti da un libro di Pietro Ingrao che si intitola appunto “Indignarsi non basta”.

    «Valuto molto più forte il rischio che i sentimenti dell’indignazione e della speranza restino, come tali, inefficaci, in mancanza di una lettura del mondo e di una adeguata pratica politica che dia loro corpo. Che l’indignazione possa supplire alla politica e, in primo luogo, alla creazione delle sue forme efficaci è illusorio».

    Se ci fissiamo sull’indignazione non è che autorizziamo derive moralistiche e giacobine (come bofonchiano i professionisti dell’immoralismo); semplicemente, contribuiamo all’abdicazione della politica.

    FABIO MACCARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...