Libera Cronaca dalla Gola del Rondone del 31 gennaio 2013

Libera Cronaca dalla Gola del Rondone del 31  gennaio  2013

 

VERITA’ EQUITA’ TOLLERANZA DIALOGO

Allarme Terremoto:  anche a Stazzema tanta gente ha trascorso la notte fuori dalle abitazioni

Alle 22,30 è iniziato il tam tam per un allarme di un possibile terremoto che potrebbe colpire la Garfagnana. E’ stato consigliato di  passare la notte mettendosi in macchina. I Vigili Urbani di Stazzema alle 1,40 di stamani, 1 febbraio, sono passati per avvisare la popolazione dell’allarme terremoto.

Molta gente ha trascorso la notte in auto. Noi siamo rientrati in casa alle 5 ,30 di stamani e ci siamo sistemati in un punto dell’abitazione che dava maggiore certezza e che si trovava al pianterreno, pochi metri per uscire di casa e andare all’aperto.

Le scuole stamani dovrebbero essere chiuse anche nel Comune di Stazzema,ma al momento non possiamo ufficializzare la decisione. 0re 7,45  di venerdì 1 febbraio 2013

E’ ufficiale: scuole chiuse fino a lunedì anche sul territorio di Stazzema- ore 8,30 del 1.2.2013

Precisazione: Poiché  i ragazzi del Comune di Stazzema hanno trascorso la notte all’aperto e non hanno potuto riposare, sono state sospese le lezioni. In giornata posteremo un comunicato dell’amministrazione di Stazzema-ore 9. 2.2013

Grandi difficoltà per oltre il 50% della popolazione italiana

Rapporto Eurispes: il 53,5% degli  itagliati – secondo il rapporto Eurispes – afferma di non essere più in grado di sostenere adeguatamente la famiglia: il 37,1% poco, il 16,4% niente. Per essere un paese che è governato da politici cattolici cristiani ed ex comunisti non è male davvero, soprattutto se si pensa al bengodi della casta a cui i soldi non mancano mai. Vergogna!

Giuseppe Vezzoni-addì 31.1.2013

Arezzo, “vigili del fuoco al verde, la regione si attivi”

Locci, “A rischio la sicurezza, subito un tavolo con il Governo”

 

Toscana– “Neanche i soldi per pagare il gasolio per i mezzi di soccorso: la politica della spending review mette a rischio la sicurezza dei cittadini. Quello dei Vigili del Fuoco della Provincia di Arezzo è un grido d’allarme che non può rimanere inascoltato”. Lo dichiara il consigliere regionale Dario Locci (Gruppo Misto), in seguito alla situazione di emergenza segnalata dalle rappresentanze sindacali. “Mancano i fondi per pagare le utenze – sottolinea Locci – e per assicurare l’efficienza continua di mezzi e attrezzature. Alcuni disagi sono già stati registrati nelle sedi periferiche, ma la situazione rischia di peggiorare rapidamente a causa del costante aumento dei costi. A partire da quello del carburante”. “La Regione – attacca Locci – si faccia immediatamente promotrice delle istanze dei Vigili del Fuoco presso il Governo, per ottenere i fondi necessari alla tutela del servizio. La sicurezza dei cittadini viene prima dello spread”. In merito a ciò il consigliere Locci ha presentato una mozione da porre all’attenzione dell’Aula.

Firenze, 31 gennaio 2013

Comunicato Ufficio Stampa Francesca Puliti per il consigliere regionale Dario Locci, Gruppo Misto

 

Mps:  si va verso l’accusa di associazione a delinquere?

La situazione si aggraverebbe per gli ex vertici di Mps: spunta ora anche l’ipotesi che i responsabili possano essere incriminati per associazione a delinquere. Se l’accusa sarà provata non deve sfuggire che l’ex presidente Mussari era fino a pochi giorni fa presidente dell’Abi. Un’enormità che dimostra quanto la vigilanza del sistema bancario sia labile. È inverosimile che nel mondo bancario italiano non si sapesse dell’acquisto gonfiato di Antonveneta e che tale informazione non fosse risaputa ai livelli alti  della politica italiana  e in Bankitalia. È possibile in un paese normale, dove democrazia e legalità  dovrebbero avere pieno senso compiuto e adempiuto,  che un presidente che ha autorizzato tale operazione anti-economica ( evitiamo di scrivere truffaldina) possa poi essere stato messo alla guida dell’associazione banche italiane. Ma siamo pazzi a voler “inciuciare” il popolo italiano in questa maniera, quel popolo  fortunato che gode  della tutela della più bella Costituzione del mondo? Il silenzio della Chiesa  anche  su questo schifo è un’altra coltellata alla speranza di cambiamento che è solita invocare per far sopportare ai meno abbienti le inique disposizioni, gli imbrogli, i ladrocini che in continuazione devono subire da uomini che trovano spalancate le porte del Vaticano e che ricevono per quelle imperscrutabili  infinite vie del signore ( modo di dire, pertanto minuscola) l’approvazione urbi et orbi delle misure adottate contro i più deboli. È delinquenziale che la situazione di Mps, come ieri della Saipem, possa essere ricondotta unicamente alle responsabilità personali dei manager e non al controllo che ancora una volta  ha dimostrato che non c’è e che fa pensare,  vista la ripetitività di casi, che non ci deve proprio essere. È delinquenziale dover credere che a livello di soci Mps si vada alle assemblee per fare unicamente delle rimpatriate e che non ci si avveda di un’acquisizione  di una banca che comporta  un sovraprezzo di tre miliardi di euro più uno di debiti. Non è credibile che tutto questo sfascio dell’istituto bancario più vecchio del mondo possa essere stato compiuto per responsabilità personali di alcuni amministratori e funzionari che si sono rivelati camarille messe ai vertici della terza banca italiana. È inconcepibile e incredibile che possa essere avvenuto tutto ciò sfuggendo al controllo della vigilanza e dell’attenzione politica che attraverso la Fondazione, dove sono istituzionalmente rappresentati Comune di Siena, Provincia, Regione e Curia Arcivescovile di Siena, doveva essere fatta. Ma temiamo che quanto è avvenuto  possa avere uno scenario ben  più funesto e che veda commista la politica italiana e non solo un partito. Altro che localismo cieco e incapace! La magistratura deve scoprire cosa v’è dentro il pentolone Mps e se si è lasciato fare perché alla fine, come sempre, a pagare sono gli ignari cittadini: sia come risparmiatori sia come bancomat nazionali delle inettitudini e della corruzione che  ci sono a tutti i livelli del paese che siamo diventati.

La Procura di Trani, su denuncia di Adusbef, sta indagando per omessa vigilanza di Consob e Bankitalia. L’indagine mira ad appurare se siano stati commessi i reati di truffa, manipolazione del mercato e aggiotaggio. Come Libera Cronaca non crederemo mai che gli asini possano volare. In questo caso avrebbero la capacità di farlo a velocità supersonica.

Se nessuno democratico si sente di intervenire e dire la sua su Mps, vorrà dire che i sudditi italiani dovranno rassegnarsi a credere che gli asini volano senza accorgersi che gli asini, peraltro animali intelligentissimi  ma senza ali, sono loro.

Come giornale che non c’è ci interessiamo dello scandalo Mps anche perché questa banca, dopo l’acquisizione della Banca Toscana, è  di fatto l’istituto  che rappresenta la storia bancaria nel territorio di Stazzema. Lo sportello di Pontestazzemese è aperto dal 1930. Come giornale che non c’è si eravamo già interessati al momento del piano di  riorganizzazione degli sportelli nell’ottica di ottimizzare i costi di Mps poiché tanti stazzemesi hanno in deposito i loro risparmi nell’agenzia Mps di Pontestazzemese. Il partito democratico di Stazzema farebbe opera meritoria se nell’ambito della campagna elettorale facesse un incontro sul tema, prendesse le distanze da quanto è successo e rassicurasse i risparmiatori che si adopererà politicamente a tutti i livelli perché  tutti i responsabili,  nella rispettiva quota di responsabilità, ossia chi ha commesso la truffa, chi ha parato il sacco e chi non ha vigilato, subiscano il rigore della legge penale e civile e siano spogliati dei loro patrimoni per rifondere il danno economico e di immagine che hanno arrecato alla comunità toscana e italiana.

Giuseppe   Vezzoni-addì 31.1.2013       

Lombardia: spese facili anche dei consiglieri di minoranza

Dopo i consiglieri di maggioranza ora nel mirino delle indagini anche quelli di minoranza della Regione Lombardia. Ovviamente, se questo può rasserenare, le spese facili della minoranza sono di un’entità assai minore di quelle dei consiglieri di maggioranza. Sono 29 i consiglieri indagati, fra i quali esponenti del Idv e Pd, ma solo una ventina quelli che saranno indagati per il reato di peculato.

Libera Cronaca dalla Gola del Rondone-addì 31.1.2013

Falcone e Borsellino nella campagna elettorale del porcellum

Evidentemente anche i magistrati che scendono in politica non perdono l’occasione per non  differenziarsi dai politici di professione col portarsi rispetto. Le affermazioni della Boccassini e la replica di Ingroia portano acqua al mulino della denigrazione dei magistrati e all’accusa che spesso è mossa loro di essere di parte, tanto che per l’assenza della terzietà dei medesimi. Ma soprattutto certe dichiarazioni infondono nei cittadini una grande sfiducia e fanno pensare che dietro la facciata  della giustizia ci siano troppe  miserie umane.

Libera Cronaca dalla Gola del Rondone-addì 31.1.2013

“Michelangelo: il segreto del campanile di San Martino”  sabato alla Biblioteca Medicea Laurenziana “Sala d’Elci” a FirenzeAi Piedi del campanile_low

Firenze-Versilia– Spettabili Redazioni / Gentili Colleghi, trasmetto il Comunicato Stampa relativo alla presentazione del volume di Enrico Venturini (editore Petrartedizioni) in programma SABATO 2 FEBBRAIO ALLE ORE 16 presso la Biblioteca Medicea Laurenziana “Sala d’Elci” a Firenze alla presenza di alte autorità del mondo accademico nazionale ed internazionale. L’evento rientra nel programma delle celebrazioni per i 500 anni del Lodo di Papa Leone X, atto di nascita della Versilia Medicea.CAMPANILE CHIESA PIETRASANTA 1 (4)

“La perla della Versilia nota nel mondo per i suoi bianchi marmi e per i grandi maestri artigiani, crocevia internazionale dei più grandi scultori del mondo, nasconde nel campanile del Duomo di S. Martino un misterioso messaggio. Siamo agli inizi del XVI secolo. Papa Leone X incarica Michelangelo di seguire i lavori di estrazione dei marmi apuani e spedisce il genio a Pietrasanta ove soggiorna dal 1516 al 1520. Al Benti, procuratore di Michelangelo, si attribuisce anche la realizzazione del campanile in mattoni di laterizio rosso e della sua avveniristica scala elicoidale. Ma chi ne ideò la struttura? L’autore di questo libro – “leggendo” la torre campanaria come un vero e proprio documento storico e attraverso un nuovo e raffinato metodo di rappresentazione del disegno, la prospettiva Parallella – tenta di svelare un vero e proprio enigma, dalla soluzione intricata e complessa: la scala elicoidale è un codice, un’inimmaginabile struttura architettonica tanto geniale quanto semplice, un modello sperimentale dalla portata concepitiva sublime, una vera e propria opera scultoria “a levare” che, a sua volta, nasconde un altro grande segreto”.CAMPANILE PIETRASANTA (7)

 L’opera editoriale gode degli interventi istituzionali di: S.E. Monsignor Paolo Benotto Arcivescovo di Pisa, Mons. Stefano D’Atri proposto dell’Insigne Collegiata di San Martino Duomo di Pietrasanta, Domenico Lombardi attuale Sindaco di Pietrasanta, di Umberto Guidugli Presidente della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana Credito Cooperativo Istituto che ha finanziato la stampa del prestigioso volume. In apertura al volume siamo onorati di accogliere le presentazioni dei professori dell’Università di Firenze Gabriele Morolli e Barbara Aterini, rispettivamente Ordinario di Storia dell’Architettura e Ricercatore – Docente di Rilievo e Disegno dell’Architettura che hanno curato inoltre una magnifica appendice con un supplemento ragionato del Professore Carlo Pedretti direttore del Centro Hammer di Studi su Leonardo da Vinci Università della California. Presenti interventi dell’ex Sindaco Massimo Mallegni e dell’ex Assessore alla Cultura Daniele Spina in relazione alla prima iniziativa convegnistica ed espositiva sul tema della scala elicoidale del Campanile di San Martino “Michelangelo tra Firenze e Pietrasanta: architettura come scultura” a cura di G. Morolli del 13 febbraio 2010CAMPANILE PIETRASANTA (11)

Cartella stampa, loghi, documenti e foto sulle celebrazioni del Lodo sono disponibili online all’indirizzo https://www.box.com/s/hz1kr0pjhqwdk40kwjoe

Foto (didascalia: da sinistra il Proposto del Duomo di San Martino in Pietrasanta Monsignor Stefano D’Atri, l’autore della pubblicazione Architetto Enrico Venturini, l’editore della pubblicazione Giovanni Bovecchi, il fotografo d’arte Giorgio Cespa.

Comunicato Comitato promotore per le celebrazioni del 500° anniversario del lodo di Papa Leone x- Ufficio Stampa –

Stefano Roni-  335 7720573 – ronis@tiscali.it-  addì 29.1.2013

Segreteria Organizzativa – lodoleonedecimo.presidenza@gmail.com

NB: Le foto del campanile sono di repertorio, già pubblicate da Libera Cronaca a seguito di un articolo dello Studio di Architettura dell’architetto Gaetano Callocchia di Roma. (Vedere Libera Cronaca del 18 novembre 2010)

Domani Granaiola, Fontanelli e Silicani al Centro Auser di Viareggio205745_4522870867774_866342641_n manifesto

Viareggio-  Domani, venerdì 1 febbraio, alle 18, presso il Centro Auser  di Viareggio (Pineta di Ponente), passaggio elettorale dei candidati del Partito democratico:  Sen. Manuela Granaiola, On. Paolo Fontanelli e il sindaco di Stazzema Michele Silicani, candidato al Senato. Parteciperà all’incontro che ha per tema “Diritti degli animali”,  Alberto Lenzi, responsabile del Pd Toscana Tutela  e Benessere animale. Intanto, dalle foto pervenuteci, la campagna  elettorale dei candidati del Pd avrebbe già avuto momenti di incontro presso l’ex Casa di Compagnia del Santissimo Sacramento di Stazzema e a Levigliani (dal pavimento della sala sembrerebbe l’albergo ristorante Vallechiara).4221_1076453189486_3409659_n4221_1076453669498_2537806_n

Libera Cronaca dalla Gola del Rondone-addì 31.1.2013

Sabato, 2 febbraio, presentazione del libro Sant’Anna di Stazzema. Storia di una strage- (seconda edizione)

invito pezzino (1)

Seravezza –  La presentazione del volume Sant’Anna di Stazzema. Storia di una strage– (seconda edizione)- Bologna, il Mulino, 2013 di Paolo Pezzino  si terrà sabato 2 febbraio, alle 17,30,  presso  le Scuderie Medicee di Seravezza. Presenteranno  il volume il Dott. Marco De Paolis, Procuratore Capo presso il Tribunale Militare di Roma, Michele Silicani, Sindaco di Stazzema. Sarà presente l’autore.

“Il libro, straordinariamente documentato, racconta la storia della strage: in che contesto maturò, i protagonisti, carnefici e vittime, come si svolse, come non si fece giustizia nel dopoguerra e come la si è fatta a La Spezia. Nella seconda edizione un nuovo capitolo discute il caso dell’inchiesta tedesca conclusasi a fine settembre 2012 con una sconcertante richiesta di archiviazione da parte della procura di Stoccarda per insufficienza di prove”.

Lo storico Paolo Pezzino nell’ affrontare l’archiviazione da parte degli inquirenti tedeschi del procedimento penale sulla strage di Sant’Anna di Stazzema riafferma la validità giurisdizionale della magistratura italiana, che con la sentenza di condanna all’ergastolo emessa il 22 giugno 2005  ha giudicato il crimine perpetrato il 12 agosto 1944 un’operazione preparata e finalizzata al massacro di civili, con l’aggravante  di violenza plurima e aggravata contro privati nemici. Nella seconda edizione  lo storico Pezzino dedica anche uno spazio molto importante alla questione degli Internati militari italiani.

Libera Cronaca dalla Gola del Rondone-addì 24.1.2013

Video Anpi nazionale sulle elezioni: richiamo ai partiti al recupero dei valori

Vi prego di far girare questo testo dell’Anpi Nazionale su Face Book e a tutti i nostri iscritti. Grazie. Sandro Schmid

 

Carissime e carissimi, siamo lieti di comunicarvi che sulla prima pagina del nostro sito www.anpi.it è finalmente disponibile il video-spot che l’ANPI Nazionale ha realizzato in vista delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimi. Inutile dirvi quanto sia decisivo il contributo dei Comitati Provinciali e delle Sezioni per la sua diffusione.n Certi della vostra collaborazione, inviamo affettuosi saluti

Andrea Liparoto

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...